• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Videografia
 

Videografia

on

  • 2,086 views

Lezione del corso di Epistemologia dell'Informatica, Università dell'Insubria, 6 dicembre 2007.

Lezione del corso di Epistemologia dell'Informatica, Università dell'Insubria, 6 dicembre 2007.

Statistics

Views

Total Views
2,086
Views on SlideShare
2,083
Embed Views
3

Actions

Likes
2
Downloads
43
Comments
0

1 Embed 3

http://ilcapitalediumano.blogspot.com 3

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Videografia Videografia Presentation Transcript

    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Videografia Epistemologia della scritture digitali (cc) Federico Gobbo federico.gobbo@uninsubria.it Universit` dell’Insubria a
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni La domanda Abbiamo visto in che modo l’uso delle nuove tecnologie di scrittura ha cambiato e cambia la rappresentazione della conoscenza e lo spazio del pensiero nei primi due paradigmi letterari: dall’oralit` alla scrittura (spazio chirografico) a 1 dalla scrittura alla stampa (spazio tipografico) 2
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Una nuova domanda Dopo aver visto le prime due linee di risposta, possiamo sostituire alla domanda una nuova domanda: quali sono le caratteristiche delle scritture digitali?
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Le intuizioni del cyberpunk Rivoluzione cibernetica? Si pu` dire che la matematica sia basata su cinque o concetti: Numero, Spazio, Logica, Infinito e Informazione. L’era del Numero ` stata il Medioevo, con e le sue tassonomie paranoidi di peccati e meriti. Lo Spazio ` stato il Rinascimento, con la prospettiva e la e moltiplicazione delle copie permesse dalla stampa. La Logica ` stata la rivoluzione industriale, le sue grandi e macchine a vapore scoppiettanti come una successione di sillogismi. L’Infinito ` l’era moderna, con la meccanica e quantistica e l’LSD. Adesso siamo arrivati all’Informazione. Ecco i computer, ` iniziata la e rivoluzione cibernetica. Rudy Rucker (in Sterling 1986:5)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Le intuizioni del cyberpunk Mozart con gli occhiali a specchio Il cyberpunk ` un movimento d’avanguardia sorto in Usa nei primi e anni 1980. La sua produzione principale ` la letteratura e fantascientifica. Nel 1984 esce Neuromancer, il romanzo che introduce termini come ‘matrice’, ‘ciberspazio’, ‘interfaccia’, ‘cowboy della consolle’ e che crea la mistica della rete globale. I contenuti narrativi del movimento cyberpunk sono radicalmente nuovi. ‘Ciber’ rimanda alla ‘cibernetica’ di Norbert Wiener, mentre ‘punk’ rimanda a un atteggiamento di rottura, sia nel linguaggio che nello stile di vita.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Le intuizioni del cyberpunk La rivoluzione informatica e le nuove forme di pensiero Nel suo saggio What is Cyberpunk? (1986) Rudy Rucker sostiene che: la narrativa cyberpunk si occupa essenzialmente dell’informazione. A livello dei contenuti, un’opera cyberpunk parler` spesso di computer, di software, di a ` microprocessori, etc... E una fantascienza colta, ma di facile lettura, che contenga molta informazione e che dica qualcosa sulle nuove forme di pensiero derivate dalla rivoluzione informatica. Rudy Rucker (in Sterling 1986:11)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Le intuizioni del cyberpunk Le novit` della fantascienza cyberpunk a Si parla di un futuro molto vicino, intriso di rimandi alla cultura rock e pop degli anni 1960-70. Ma la novit` pi´ importante ` il au e nichilismo cibernetico (Sterling): il riconoscimento dell’esistenza della Macchina e della sua integrazione sempre pi´ spinta con u l’uomo, fino alla compenetrazione nella carne e alla nascita del cyborg. L’estrema miniaturizzazione e il mobile computing furono previste dal movimento cyberpunk. Inoltre viene ben delineata una caratteristica centrale di tutte le scritture digitali: la dimensione collettiva.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Le intuizioni del cyberpunk La Rete come allucinazione consensuale Casa. La casa era BAMA, lo Sprawl, l’Asse Metropolitano Boston-Atlanta. Programmare una mappa per mostrare la frequenza degli scambi di dati, ogni mille megabyte un singolo pixel su uno schermo molto grande. Manhattan e Atlanta ardono di un bianco compatto. Poi cominciano a pulsare, la velocit` del traffico minaccia di a sovraccaricare la vostra simulazione. La vostra mappa sta per diventare una nova. Raffreddatela. Aumentate la scala. Ciascun pixel un milione di megabyte. A cento milioni di megabyte al secondo, cominciate a distinguere certi isolati al centro di Manhattan, i contorni dei complessi industriali vecchi di cent’anni che cingono il vecchio cuore di Atlanta... William Gibson (1986:43)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Le intuizioni del cyberpunk Analisi di Neuromante secondo Sterling Neuromante ribalta 1984 di Orwell: lo sviluppo ipertrofico e massivo dell’informazione da strumento di controllo diventa generazione della propria entropia. Nessun soggetto ` pi´ in grado di padroneggiare eu [l’informazione] nella totalit` e nei particolari: si creano a cos´ gli spazi interstiziali, le nicchie di invisibilit` in cui i ı a refrattari del sistema possono trovare rifugio. Bruce Sterling (1986:8) Questa idea della rete come spazi di libert` di espressione verr` a a ripresa in diversi contesti.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Le intuizioni del cyberpunk L’esplosione massmediatica del cyberpunk Nel 1977 viene pubblicato Frammenti di una rosa olografica, il primo racconto cyberpunk, firmato W. Gibson. Dopo il successo di Neuromante il movimento cyberpunk da controcultura divenne mainstream. Internet si pone come il mezzo di comunicazione centrale del sistema dei media almeno dal 1993, quando esce il primo browser, il Mosaic. Nello stesso anno esce La macchina della realt`, che a descrive un mondo ‘steampunk’ dove la Macchina Analitica di Babbage viene prodotta a livello industriale in Inghilterra. Gibson e Sterling dichiarano chiuso il movimento. Oggi Bruce Sterling ` editorialista di Wired, Gibson un romanziere e di successo.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Testi a stampa non sequenziali Sebbene testi non sequenziali esistettero dall’invenzione della stampa (un esempio per tutti: la Bibbia), le potenzialit` si a espletarono pienamente solo nel Novecento, il secolo della riproducibilit` tecnica dell’opera d’arte (Walter Benjamin). a D’altra parte, con la narrativa interattiva, vediamo che la tecnologia da sola non necessariamente implica l’espletamento completo delle sue potenzialit`, come abbiamo visto all’inizio del a corso.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa combinatoria Narrativa circolare La maniera pi´ ovvia per rompere la sequenzialit` del testo ` unire u a e la fine con l’inizio e ottenere un cerchio. Ne Alla ricerca del tempo perduto di Marcel Proust, la prima parola e l’ultima del racconto – che non ha alcun tipo di suddivisione – sono identiche. Nel Finnegans Wake (1939), James Joyce chiude scrivendo le parole A way a long a last a loved a long the, che costituiscono la prima met` della frase che si conclude con le prime parole a dell’opera: riverrun, past Eve and Adam’s.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa combinatoria Narrativa palindroma (segue/) Un altro modo di rompere la sequenzialit` ` di estendere il ae concetto di palindromo (simmetria unidirezionale) dalle lettere alla narrazione stessa: Il professor Jones aveva lavorato molti anni alla sua teoria del tempo. “Finalmente ho trovato l’equazione chiave” disse un giorno alla figlia. “Il tempo ` un campo. La macchina e che ho costruita pu` manipolare questo campo, anche o invertirlo.”
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa combinatoria Narrativa palindroma (fine) Premendo un bottone, disse: “Questo dovrebbe far tornare il tempo indietro il tempo tornare far dovrebbe questo”, disse, un bottone premendo. “Invertirlo anche, campo questo manipolare pu` o costruita la macchina che ho. Un campo ` il tempo.” e Alla figlia un giorno disse: “La chiave equazione trovato ho finalmente.” Sul tempo alla teoria sua anni molti lavorato aveva Jones il professor. Frederick Brown, La fine, (1961, in Odifreddi, 2005:26)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa combinatoria Narrativa a permutazione Il principio ` quello degli anagrammi; anzich´ permutare lettere, si e e permutano parole. In Piccolo meccano poetico n.00 quattro parole permutate permettono ventiquattro versi. Foglia di rosa porta ombra Ombra di foglia porta rosa Foglia, porta l’ombra di una rosa Foglia rosa all’ombra di una porta Ogni rosa ombra una porta di foglia... Jean Lescure (1968; in Odifreddi, 2005:12)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa combinatoria Narrativa a combinazioni In Composition n.1 (1962), Marc Saporta scrive un romanzo di 150 pagine non numerate che mescolate danno !150 storie. Nella Taverna dei destini incrociati (1973), Italo Calvino usa le 78 carte dei tarocchi come elementi del racconto: !78 combinazioni. Nel romanzo La vita: istruzioni per l’uso (1978), George Perec usa la pianta di un condominio (10 piani, 10 stanze) come ars loci per la narrazione: la scacchiera del condominio doveva essere percorsa con la mossa a L del cavallo, mediante un cammino hamiltoniano non ciclico.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa combinatoria Centomila miliardi di poemi Il culmine di questa narrativa ` forse Centomila miliardi di poemi di e Raymond Queneau (1961): 10 sonetti scritte su pagine tagliate in orizzontale: 1014 combinazioni. Il motto dell’opera ` la frase e seguente: Solo una macchina pu` apprezzare un sonetto scritto o da un’altra macchina. Alan Turing (1968) (in Odifreddi, 2005:14)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa combinatoria Narrativa a flowchart ` E la forma pi` semplice di narrazione multipla, divenuta popolare u in Italia negli anni 1980 con i cosiddetti ‘librigame’. Esempio: “Se vuoi prendere il sentiero a destra, vai a pagina 5. Se preferisci inoltrarti nel bosco di fronte a te, vai a pagina 8. Altrimenti, puoi tornare indietro, a pagina 4.”
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa interattiva La narrativa come videogioco Negli anni 1980 nascono i primi giochi di narrativa interattiva, interactive fiction (IF). Si tratta di avventure testuali, contenenti dei parser per dare i comandi in un sottoinsieme di lingua naturale. Costruire un’avventura interattiva richiede competenze non riconducibili al paradigma tipografico, non ultime di programmazione.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa interattiva La narrativa come videogioco Solitamente sono di ambientazioni fantasy o cumunque avventurose. Spesso sono pieni di enigmi da risolvere. Il pi´u famoso probabilmente ` la trilogia di Zork, sul primo Macintosh. In e Italia ` diventato famoso Avventura nel castello su Commodore. e Con l’avvento dei giochi grafici, i racconti interattivi sono diventati una nicchia di appassionati, che li scrivono per hobby. I linguaggi di programmazione (Inform7, TADS) e gli interpreti sulle varie piattaforme sono liberamente disponibili. Esiste ancor oggi una competizione internazionale di IF, con giochi anche in italiano.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa interattiva Inform7, linguaggio di programmazione basato su regole Il “literate programming”, lo schema di Donald Knuth di inframmezzare codice e commento, intendeva riconciliare la programmazione con il libro promuovendo una forma di programma facile da battere a tastiera, dalla duplice esistenza: l’una leggibile dall’uomo, l’altra eseguibile dalla macchina, entrambe sempre aggiornate. Inform7 segue questa linea dividendo il codice in paragrafi e mediante indicizzazione, la soluzione che ha sempre usato il libro fin dall’ Iliade. Graham Nelson, Natural Language, Semantic Analysis and IF, 2006
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa interattiva Perch´ non un linguaggio a oggetti? e In un’avventura IF in TADS: oggetti e classi descrivono il materiale del gioco; la libreria contiene il codice procedurale per il meccanismo del gioco. Questa distinzione ` problematica: le regole generali sono difficili e da modificare, le regole specifiche sono difficili da comprendere per i vincoli presenti nel modello del mondo. Ecco perch´ Inform7 ` e e basato su regole. Andrea Bielli, Interactive Fiction e Inform 7, 2007
    • Esempio di avventura scritta in Inform7 A-221 is a room. “A-221 is a fairly drab classroom, with twenty-four student desks and a like number of computers. It sports at least ten teacher-made signs about grammar and literature and one long, commercial poster. A filing cabinet is the room’s most prominent storage unit.” The Hallway is a room. It is east of A-221. “This is an ordinary school hallway. Room A-221 is to the west. You can’t think of any reason you would want to go in any other direction right now.” The filing cabinet is scenery in A-221. It is a closed openable container. It is locked and lockable. “This filing cabinet is designed to store and organize all sorts of papers, but it could hold lots of other things, too.” The key unlocks the filing cabinet. The key is in A-221. The key unlocks the filing cabinet. The description of the key is “An ordinary brass key”
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa interattiva Personaggi che prendono vita Esempio di competenza letteraria specifa delle storie IF Non ` semplice costruire dei personaggi non giocanti (PNG) e credibili: test di Turing alternativo? Tre regole per realizzare buoni PNG? Date loro caratteristiche precise. Un PNG che ` un’incolore e macchina da domande e risposte diventa noioso, anche se ben realizzato. Fate in modo che siano attivi. I PNG che prendono iniziative per raggiungere obiettivi, per cambiare la storia, migliorano l’illusione. Fate in modo che siano in linea con la storia. PNG poco complessi per storie poco complesse, PNG complessi per storie pi´ u elaborate. Emily Short, 2005
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Narrativa interattiva Il parser come rappresentazione della conoscenza L’IF ` difficile. Bisogna imparare il parser, che non ` e e intuitivo: chi ha esperienza con l’IF ha in imente una lista di verbi che, di sicuro, potr` essergli utile. Un a principiante si siede davanti al computer e scrive cose che non hanno senso per il parser o che sono troppo astratte per essere implementate (VAI NEL NEGOZIO anzich´ e NORD, forse, o FAI IL CHECK IN NELL’ALBERGO anzich´ PARLA CON IL PORTIERE). C’` una curva di e e apprendimento, c’` molto di pi´ da scoprire rispetto a un e u gioco punta e clicca. Emily Short, 2005
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il Memex, o l’ipertesto ante litteram V. Bush, il padre spirituale dell’ipertesto Vannevar Bush, matematico e fisico, collaboratore alla costruzione dell’Eniac, pubblica nel 1945 un articolo, As we may think (in italiano in Nelson, 1992:1/38-53), in cui affronta il problema della rappresentabilit` del pensiero umano mediante tecnologie. a I sistemi di indicizzazione e classificazioni sono artificiali e limitanti: un item non ` mai classificabile sotto una sola rubrica e le e gerarchie delle classi sono limitate. La mente umana non funziona cos´ bens´ per associazioni, con una ı, ı rete intrecciata. Il reperimento dell’informazione avviene mediante la traccia di piste biforcanti.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il Memex, o l’ipertesto ante litteram Il Memex, precursore dell’ipertesto Il Memex, progettato sulla tecnologia dei microfilm e della fotografia a secco, intendeva meccanizzare l’archiviazione dei documenti e permetterne il reperimento sia sotto forma di indicizzazione classica che di mediante associazioni, tenendo memoria delle piste di lettura e dei collegamenti, resi in maniera visiva. Il Memex contiene alcune idee fondamentali dell’ipertesto. Vediamole.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il Memex, o l’ipertesto ante litteram Le idee portanti del Memex l’esteriorizzazione dei flussi associativi di pensiero L’idea che le tassonomie tradizionali (leggi: a stampa) sono necessarie ma insufficienti. la memorizzabilit` dei percorsi di lettura e la possibilit` di a a condividerli, in una sorta di enciclopedia del sapere condiviso. la rivalutazione del ruolo del lettore “Nascer` la nuova professione a di battitore di piste, persone che si ingegneranno a tracciare piste significative attraverso l’immane mole dell’esperienza umana. L’eredit` del maestro ai suoi a discepoli non saranno pi´ solo i suoi contributi alla u conoscenza comune, ma l’intera impalcatura di conoscenze sulla quale essi sono stati costruiti.” (Bush in Nelson, 1992:1/52)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il Memex, o l’ipertesto ante litteram Come funzionava il Memex? Esempio (segue) Il proprietario del memex, diciamo, ` interessato alle e origini e alle propriet` dell’arco. In particolare, egli sta a indagando sul perch´, nelle battaglie delle Crociate, l’arco e corto turco fosse superiore all’arco lungo inglese. Egli ha a disposizione dozzine di libri e articoli pertinenti sul suo memex. Dapprima fa scorrere un’enciclopedia, trova un articolo interessante ma sommario, lo lascia proiettato. Poi, in un resoconto storico, trova un argomento pertinente, e lo congiunge al precedente.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il Memex, o l’ipertesto ante litteram Come funzionava Il Memex? Esempio (fine) [...] Di quando in quando inserisce un proprio commento, sia congiungendolo alla pista principale sia congiungendolo come pista laterale a un elemento particolare. Quando diventa evidente che le propriet` a elastiche dei materiali disponibili erano fondamentali per il rendimento dell’arco, egli devia su una pista laterale che lo porta attaverso libri di testo sull’ elasticit` e tavole a di costanti fisiche. Inserisce una pagina di analisi scritta di suo pugno.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il Memex, o l’ipertesto ante litteram Centralit` del problema della selezione a Secondo V. Bush, il problema principale del mondo moderno ` e quello di reperire le informazioni perch´ i dispositivi di e memorizzazione, disposizione e catalogazione sono inadeguati (Landow 1993:18). Non c’` nulla di sbagliato nella categorizzazione. Ma e essa ` comunque, per sua natura, transitoria: i sistemi a e categorie hanno vita breve e le categorizzazioni dopo qualche anno cominciano a sembrare stupide. Th. H. Nelson (1990:2/45)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Augment di Engelbart: nascita delle interfacce umane Interfacce per “umanizzare la macchina” Negli anni 1950, l’Augmentation Research Center (ARC), direttore Douglas Engelbart, progett` il primo sistema per il lavoro o cooperativo, oggi diremmo groupware. L´ vennero sperimentati per la prima volta gli schermi a finestre ı multiple, il mouse, e le mappe per le idee, i.e. rappresentazioni grafiche arbitrarie delle associazioni tra concetti, e i legami tra mappe di diversi autori, preconizzate da Bush.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Augment di Engelbart: nascita delle interfacce umane La teoria dell’accrescimento cognitivo Engelbart introdusse una micropolitica per le interfacce, vale a dire tutti i programmi dell’ARC dovevano usare gli stessi meccanismi di rappresentazione cognitiva, cos´ da poterli condividere. ı L’obiettivo di Engelbart era di rendere il computer uno strumento adeguato ad “accrescere” (augment) il funzionamento dei gruppi, per accompagnare e dirigere in modo morbido la co-evoluzione degli uomini e degli strumenti. Il sistema Augment finale prevedeva tra le altre cose un laboratorio di disegno, di programmazione, e diversi cataloghi di documenti, oltre a un aiuto in linea incluso nel programma.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il sogno dell’ipertesto globale di Nelson L’ipertesto ` collaborativo per sua natura e Nelson ipotizz` da subito l’ipertesto come qualcosa non solo di o aperto ma anche e soprattutto collaborativo: Altri possono fare aggiunte a qualunque produzione o riutilizzare le parti come credono opportuno. Chiunque pu` fare cose nuove con lo stesso materiale liberamente o [...]. Il primo autore ed editore hanno il diritto di mostrarvi qualcosa a modo loro; ma gli utenti hanno il diritto di utilizzare queste cose come preferiscono [...], a patto che il contesto originario sia conservato, dev’essere consentito di sviluppare nuovi contesti Theodor Holm Nelson (1990:3/12)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il sogno dell’ipertesto globale di Nelson I problemi dell’ipertesto secondo Nelson il problema dell’inquadramento nel caso di raccolte documentali molto grandi, l’estrazione di sotto-raccolte implica la disattivazione di alcuni rimandi, la creazione di contesti chiusi arbitrari. alternative complesse e confronti uno degli obiettivi di Xanadu ` e aiutare l’utente a capire la complessit`, evidenziando a versioni differenti, strutture parallele, progetti alternativi. tipi di collegamento quando i collegamenti diventano numerosi, diventa necessario tipare i collegamenti per evitare confusione. controllo di versione il sistema deve tenere traccia della storia del singolo documento, registrando le differenze ed evidenziando le parti corrispondenti.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il sogno dell’ipertesto globale di Nelson Il Progetto Xanadu Negli anni 1960 Nelson inventa il termine ipertesto, come sistema di lettura/scrittura non sequenziale su supporto informatico. Lancia il progetto Xanadu, “una sorta di Biblioteca di Alessandria del sapere contemporaneo” (L´vy 2000:35): e Attualmente il progetto ` in una fase prototipale. Qualcuno e (Wooley) ironicamente l’ha paragonato al Progetto GNU di Stallman in quanto a propensione allo stadio prototipale.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il sogno dell’ipertesto globale di Nelson Xanadu, ambiente iper-mediale universale aperto Il sistema ipertestuale Xanadu ` una forma di archivio: ogni e documento pu` essere originale o un insieme di transclusioni o mediante rimandi (come gli odierni link, ma tipati). L’insieme di transclusioni e rimandi tipati costituiscono le dimensioni concettuali del documento. Oltre a queste, un documento ` costituito dalla sua storia – i.e. le e versioni precedenti del documento stesso – e dalle versioni alternative dello stesso, mediante l’evidenziazione delle differenze tra un documento e l’altro.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il sogno dell’ipertesto globale di Nelson L’obiettivo di Xanadu Il concetto alla base di Xanadu ` globale e sconfinato; e una visione globale di dati correlati, pubblicati sugli schermi dei computer, ed anche un nuovo modo di trattare questi dati, un modo per mettere ordine nella attuale confusione di file scorrelati nella quale ciascuno di noi sguazza [...] La novit` nel trattare i dati sta nel a rappresentare le loro vere correlazioni. Theodor Holm Nelson (1990:1/21)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il sogno dell’ipertesto globale di Nelson Problemi di realizzabilit` di Xanadu a L´vy (2000:35) individua tre problemi: e progettabilit` di una base di dati sterminata non ` chiaro come a e riuscire a realizzare in pratica un sistema che registri associazioni libere. mancanza di uno standard stabile i protocolli di Xanadu sono in continua evoluzione. Si noti che i linguaggi di markup come HTML devono molto al protocollo FEBE di archiviazione documentale. mancanza di competenze sui contenuti chi possiede le competenze necessarie per organizzare, ritagliare, mettere in scena, accompagnare documenti di contenuto arbitrario?
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Landow, o dell’ipertesto in cattedra La convergenza tra sapere umanistico e informatica Il primo a notare una convergenza tra poststrutturalismo, postmodernismo, decostruzionismo e ipertestualit` ` stato G. P. ae Landow, professore di humanities alla Brown University. Partendo dagli scritti di Th. H. Nelson e Andries Van Dam da una parte, e di Jacques Derrida e Roland Barthes dall’altra, Landow costruisce degli ipertesti di critica letteraria, delle opere aperte (Eco) che permettano di analizzare opere di narrativa combinatoria ma non solo, altrimenti incomprensibili.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Landow, o dell’ipertesto in cattedra I benefici della videografia Secondo Landow, i benifici della scrittura elettronica sono: facilit` di revisione diventa semplice ricostruire lo storico di un a documento, e quindi il suo processo di scrittura. facilit` di composizione il “taglia e incolla” permette di avvicinare a lo spazio degli appunti del ricercatore e dello scienziato a quello del testo finale, perch´e condividono la stessa natura digitale. facilit` di collegamento la possibilit` di personalizzare la a a rappresentazione del testo e la possibilit` di collegarlo a consente la nascita dell’ipertesto.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Landow, o dell’ipertesto in cattedra Less´ o i mattoni dell’ipertesto ıe, Landow chiama le unit` autonome dell’ipertesto less´ (1993: 65, a ıe da lessico), mutuando il termine da Roland Barthes (1970:18). Ogni less´ deve essere autonoma: pu` corrispondere a un ıa o paragrafo, una nota, un’immagine, un commento. Secondo Landow, la novit` essenziale dell’ipertesto ` a e l’esplicitazione delle relazioni tra i documenti.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni La “scuola” di Landow: ipertesti didattici Riconfigurare la critica letteraria Le realizzazioni software degli anni 1980 (Guide, HyperCard) non soddisfano Landow che commissiona lo sviluppo di un software nuovo, Intermedia (piattaforma Macintosh). La novit` sta nell’avvenuto riconoscimento del ruolo dello a strumento di scrittura come centrale per permettere certi contenuti e non altri, come abbiamo visto in precedenza con le storie IF.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni La “scuola” di Landow: ipertesti didattici Critica letteraria ipertestuale Delany e Gilbert nel 1991 lanciano The Dickens Web, un corpus di documenti di Intermedia incentrati su ‘Grandi speranze’ di Dickens (Brown University), per l’analisi e la critica letteraria a livello didattico universitario. Landow fa usare Intermedia ai suoi studenti di letteratura inglese, su opere come In memoriam di Tennyson. Seguono altre tele (web) sulla letteratura postcoloniale inglese, come In custody di Anita Desai (1984). Il risultato ` che l’analisi strutturale dei testi porta l’attenzione e dalla triade autore/opera/tradizione alla triade testo/discorso/cultura.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni La “scuola” di Landow: ipertesti didattici La sovrapposizione tra scrittore e lettore L’analisi della figura di Ulisse crea ipertesti di critica letteraria sulle opere di James Joyce, Tennyson e Soyinka e privilegia il contributo attivo degli studenti (i.e. scrittura di approfondimenti) piuttosto che la lettura di commenti critici altrui. Landow prova su di s´ la crisi dell’autore che abbiamo delinato in e precedenza. “L’ipertesto non tollera una voce tirannica, univoca” (Landow 1993:15).
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni La “scuola” di Landow: ipertesti didattici Ipertesti come sistemi costruttivisti di apprendimento La definizione migliore degli ipertesti didattici viene forse dal centro di ricerca Human Computer Interaction di Edimburgo: I sistemi basati sull’ipertesto andrebbero correttamente definiti sistemi per l’apprendimento, piuttosto che sistemi per l’insegnamento. Essi rappresentano una teoria dell’istruzione... in cui pu` o prosperare un apprendimento per esplorazione e per scoperta. Sembra quasi un processo di osmosi, e diviene sempre pi´ importante man mano che i compiti o i u materiali da padroneggiare diventano pi´ complessi. u Mayes, Kibby e Anderson (1990:228-229)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Ipertesto e critica letteraria: problemi aperti Il problema dei confini Consideriamo il caso dei collegamenti intertestuali in Milton: le diverse descrizioni che Milton d` di se stesso a come profeta o poeta ispirato nel Paradisto perduto e la sua citazione da Genesi 3:15 sono esempi ovvi. I collegamenti extratestuali e infratestuali sono invece esemplificati da collegamenti che vanno da un certo passo in cui Milton parla di profezia agli altri suoi scritti in prosa o in versi che toccano punti simili o ovviamente pertinenti, nonch´ a testi biblici, a commentari di varie e epoche, ad affermazioni poetiche concordanti o contrastanti fatte da altri e a commenti critici.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Ipertesto e critica letteraria: problemi aperti Dalla trama al tessuto L’idea sequenziale di trama risale alla Poetica di Aristotele. Secondo Landow (1993:124), l’ipertesto mette in discussione: la sequenza prefissata 1 principio e fine predefiniti 2 la “grandezza” propria di un racconto 3 l’idea di unit` o di tutto associata al testo a 4
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Ipertesto e critica letteraria: problemi aperti L’ipertestualit` come minaccia a Dovremmo sentirci minacciati dall’ipertesto, cos´ ı come [...] gli scrittori [...] in latino devono essersi sentiti minacciati dalla Divina Commedia e dal suo testo in italiano. Lyotard [sostiene che] il racconto ` la forma e essenziale del sapere tradizionale [il postmoderno `] e “incredulit` nei confronti delle metanarrazioni”. a George P. Landow (1993:127)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Ipertesto e critica letteraria: problemi aperti La ricerca scientifica come modello dell’ipertesto Gli articoli scientifici si situano entro un campo di relazioni che il mezzo a stampa rende spesso invisibili e relativamente difficili da seguire, perch´ nella tecnologia a e stampa il materiale citato (o collegato) si trova spazialmente lontano dal punto in cui viene citato. L’ipertesto elettronico, al contrario, rende semplici da seguire i singoli riferimenti, e rende ovvio e semplice da navigare l’intero corpo delle interconnessioni. George P. Landow (1993:7)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Centralit` dell’ipertesto come modello cognitivo a L’ipertesto esteriorizza queste reti di significato transitorie. ...una metafora che vale per tutte le sfere della realt` a in cui sono in gioco dei significati... Gli attori della comunicazione producono... l’universo di senso che li unisce o li oppone. Ma la stessa operazione di costruzione del contesto si rigioca su sala di una micro-politica interna ai messaggi... i giocatori non sono pi´ persone ma elementi di rappresentazione... u l’interazione delle parole crea delle reti di significato transitorie nella mente di un ricevente. Pierre L´vy (2000:29-32) e
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni I sei principi dell’ipertesto (segue) 1. Principio di metamorfosi La rete ipertestuale ` continuamente e in costruzione e rinegoziazione. 2. Principio di eterogeneit` I nodi e i legami di una rete a ipertestuale sono multimediali, multi-modali, come nella mente umana. 3. Principio di molteplicit` e di incastro delle scale Qualsiasi nodo a o qualsiasi legame pu` rivelarsi all’ analisi composto o di una rete, e cos´ di seguito, indefinitamente. ı
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni I sei principi dell’ipertesto (fine) 4. Principio di esteriorit` La rete dipende da un esterno a indeterminato: aggiunta di nuovi elementi, collegamento con altre reti, eccitazione di elementi terminali (ricevitori). 5. Principio di topologia tutto funziona secondo la prossimit`, la a vicinanza. La rete non sta nello spazio, ` lo spazio. e 6. Principio di mobilit` dei centri La rete ha diversi centri a continuamente in movimento, che corrono a disegnare, come punti luminosi, cangianti paesaggi del senso.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Il salto tecnologico Il salto dalla narrativa a flowchart all’ipertesto da un punto di vista strutturale ` breve. La struttura ` un grafo arbitrario, i cui vertici e e sono le parole nel testo cliccabili. Non si tratta per` di una mera trasposizione: il salto tecnologico o ha delle implicazioni forti teoriche, come abbiamo visto. Vediamo ora i risultati.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Michael Joyce e la narrativa ipertestuale Riconfigurare la narrazione Nell’adattamento ipertestuale de il Giardino dei sentieri che si biforcano di Borges, in cui il centro ` il racconto-labirinto e dell’autore cinese Ts’ui Pˆn, Stuart Moultroup rende esplicita la e struttura del racconto evidenziandone la mappa e scrivendo delle versioni parallele del romanzo (100 unit` e 300 connessioni, in: a Bolter e Joyce 1987:46). Si parte da un qualsiasi episodio e al limite non c’` conclusione. Il e risultato ` che l’utente-lettore si perde nel “paesaggio” creato dal e testo.
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Michael Joyce e la narrativa ipertestuale Reminiscenze dad` a Istruzioni per fare un poema dadaista. Prendete un giornale. Prendete un paio di forbici. Scegliete un articolo lungo quanto il poema che avete in mente. Ritagliate l’articolo. Poi tagliate tutte le parole che compongono l’articolo e mettetele in un sacco. Mescolate con cura. Estraete ona alla volta le parole e ponetele in sequenza come le avete estratte. Copiate coscienziosamente. Il poema sar` come voi... a Tristan Tzara (in Bolter e Joyce 1987:45)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Michael Joyce e la narrativa ipertestuale Neo-dadaismo? La narrativa interattiva nel medium informatico ` une proseguo della “tradizione” moderna della letteratura sperimentale nella stampa... L’autore disegna uno spazio testuale dove opera la narrazione stessa... [Oltre agli] episodi e punti di decisione (link), il computer pu` tenere o traccia degli episodi precedenti... il link pu` richiedere o che il lettore abbia visitato un particolare episodio prima di procedere... La struttura e il ritmo del testo sar`a differente ad ogni lettura, ogni elemento della narrazione ` soggetto a ricombinazione e frammentazione. e Bolter e Joyce (1987)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni Michael Joyce e la narrativa ipertestuale Metascritture Ipertesto come autore, scrittori (wreaders) come meta-autori La tensione tra autore e lettore per appropriarsi dello spazio della scrittura diventa visibile. Gli autori devono quindi imparare a concepire i loro testi come strutture di strutture, e questo ` un concetto nuovo nella storia della e letteratura. Il medium elettronico permette la scrittura di second’ordine, una scrittura con unit` narrative, [in cui] a l’autore diventa un geometra o architetto dello spazio computerizzato; riempie questo spazio con un pattern speciale di episodi e link che definiscono un caleidoscopio di strutture possibili. Bolter e Joyce (1987:47)
    • Cyberpunk Iperletteratura Memex Augment Xanadu Intermedia Filosofia di Levy Ipernarrazioni E in Italia? Ra-dio di Lorenzo Miglioli ` E il primo (unico?) ipertesto narrativo italiano. Venne pubblicato nei Novanta in allegato all’edizione italiana di Afternoon di M. Joyce. Era nato come un calembour, un gioco. Ha avuto un successo mediologico spaventosamente performativo... [Storyspace] mi fece venire in mente la grandissima potenzialit` che aveva la telematica di rendere lettera la a metafora, cos´ come aveva gi` fatto Duchamp con i suoi ı a Ready Made nel 1913 [...] la letteratura ` ormai un e oggetto quotidiani, anestetizzato. Ra-dio ` un piccolo e anagramma di Ready-Made, ed ` anche un gioco sulle e onde elettromagnetiche; infine Ra ` il dio del sole egizio, e ed il dio segreto delle sette occulte d’occidente.