Modelli Economia Digitale
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Modelli Economia Digitale

on

  • 2,515 views

 

Statistics

Views

Total Views
2,515
Views on SlideShare
2,490
Embed Views
25

Actions

Likes
1
Downloads
44
Comments
0

5 Embeds 25

http://goberiko.blogspot.com 16
http://goberiko.blogspot.it 5
http://www.slideshare.net 2
http://www.welpanama.com 1
http://goberiko.blogspot.dk 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Modelli Economia Digitale Modelli Economia Digitale Presentation Transcript

  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Modelli dell’economia digitale (cc) Federico Gobbo federico.gobbo@uninsubria.it Dipartimento di Informatica e Comunicazione Universit` degli Studi dell’Insubria a
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga New economy Due critiche classiche mosse all’open source Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Casi studio Aziende aperte Nelle istituzioni Conclusione
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Un nuovo mercato, una nuova economia Il fenomeno Linux da un lato ha destato l’interesse degli analisti economici, che hanno notato l’insufficienza dei modelli di analisi per i nuovi mercati sorretti dalle tecnologie di internet (la cosiddetta ‘new economy’). Vedremo anche il controverso fenomeno della pirateria informatica. Dall’altro lato, l’ideologia derivata da Stallman si ` sposata con e facilit` con il pensiero a favore di un mondo retto da un’economia a sostenibile, che non rinnega il capitalismo ma lo inserisce in un contesto di pensiero ecologico, inteso in senso ampio, non solo ambientalista.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Critica della mancanza di profitto con l’open source Pro di Stallman: “regalate il software, vendete assistenza e supporto”. Pro di Raymond: “siete ripagati dal prestigio nella comunit`, a analogamente a quanto avviene nella ricerca scientifica (effetto noosfera)”. Pro di Perens: “i produttori che non rendono Open Source i loro programmi trovano difficile competere con chi lo fa, dal momento che gli utenti imparano ad apprezzare quei diritti che sarebbero dovuti sempre essere loro” e poi vendete il vostro know-how personalizzando il software. Contro: sono poche le aziende che prosperano con un modello economico del tipo open source.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Il primo modello d’analisi della ‘open economy’ Cos´ come ` accaduto per le licenze, anche i modelli economici ı e partono dal software, e in particolare dall’analisi di Linux. L’analisi di Raymond parte dalla distinzione tra economia della scarsit` ed a economia dell’abbondanza: quest’ultima ` tipica delle societ` e a prealfabetiche, dove il concetto di numero non era ancora astratto e quindi non esisteva la moneta. Molto schematicamente, l’economia dell’abbondanza si fonda sul dono o sul baratto (che ` un dono a due vie): chi condivide si e aspetta che anche gli altri facciano lo stesso, in un continuo gioco di scambi di rimando, che mantengono la coesione sociale.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Linux come prototipo dell’economia open del bazaar Lo stile di sviluppo di Linus Torvalds – rilascia spesso e volentieri, delega tutto quello che puoi, sii aperto fino alla promiscuit` – arriv` come una sopresa. Nessuna a o costruzione a cattedrale, silenziosa e riverente – invece, la comunit` Linux sembrava assomigliare a un vociante a bazaar di approcci e priorit` diverse (simboleggiate dai a siti di archivio di Linux, che accettano proposte da chiunque), fouri dal quale sembrava potesse emergere un sistema coerente e stabile solo mediante una successione di miracoli. Il fatto che questo stile a bazaar sembr` o funzionare, e funzionare bene, fu per me un vero shock. Eric Raymond (in Halvelik 2004: 119)
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Il bazaar di Raymond come mercato dell’abbondanza [Il modello del bazaar] ` un pullulare di progetti e e approcci differenti basati sulla rapidit` dei rilasci... il a mercato interno della reputazione della comunit` esercita a una sottile pressione sulle persone in modo che non si lancino dei progetti se non si ` abbastanza competenti e per seguirli. Eric Raymond (1997, T.d.A.)
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga La cattedrale come contrapposizione del bazaar [Il software] viene attentamente lavorato a mano da singoli beni o da bande di maghi che lavorano in silenzio, senza che alcuna versione beta veda la luce prima del momento giusto... [come in una] cattedrale, da costruire in silenzio e reverenza. Eric Raymond (1997, T.d.A.) Il sapere perpetrato dalla cattedrale ` chiuso esoterico; viceversa, il e sapere del bazaar ` aperto, essoterico, al di l` dell’apertura del e a codice sorgente.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Il progetto GNU (ma non solo) come cattedrale I programmi GNU sembravano “cattedrali”, monumenti all’etica hacker, impressionanti, pianificati in modo centralizzato, costruiti per durare nel tempo. [...] Linux (anche se era solo la punta dell’iceberg) divenne cos´ la prima vera e concreta dimostrazione al mondo ı intero che la comunit` hacker e il movimento per il a software libero non era solo uno scoordinato gruppo di visionari idealisti e che le cose potevano realmente (e drasticamente cambiare). Sam Williams (in Aliprandi 2005:21)
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Red Hat inventa la strategia della doppia licenza Con la licenza gratuita, si rilascia il prodotto perfettamente funzionante, liberamente distribuibile e adeguatamente documentato. “Se vuoi imparare facendo da solo, puoi”. Con la licenza commerciale, si integra il software libero con quello commerciale e si vende l’assistenza, come diceva Stallman. “L’abbiamo fatto noi, siamo i maggiori esperti”.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Uso del marchio come certificazione di garanzia Red Hat rilascia il suo sistema operativo con licenza gratuita ma sotto il nome di Fedora, vale a dire mantiene esclusivo l’uso del suo ` marchio come certificazione di garanzia. E una strategia difficile: • SuSe ` stata comprata dalla Novell perch´ non rilasciava libera e e la versione installabile del suo sistema operativo (fallimento) • MySQL ha preso una buona fetta di mercato perch´ il suo e database si legava bene ad Apache e PHP e la licenza ` e conveniente rispetto ad altri attori del mercato (successo)
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Personalizzazione e campionamento Il discorso si riallaccia al modello del narrow casting dei blog, a met` tra push media (libri, giornali, radio, tv) e pull media (media a digitali aperti). Le licenze musicali di Creative Commons permettono per esempio di scegliere se il proprio brano pu` essere campionato, rivisitato o (remix) o inserito in un lavoro derivato di tipo diverso, per esempio come colonna sonora di una pubblicit`. Paradossalmente, molti a brani pop recenti sono diventati famosi grazie alla pubblicit`, che li a ha usati legalmente senza chiedere il permesso ai musicisti.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga La Kodak come prima tecnologia di personalizzazione Secondo Lessig (2005), la prima tecnologia di personalizzazione moderna ` stata la macchina fotografica Kodak, venduta nel 1888 e per 25 dollari con lo slogan “Tu premi il pulsante e noi pensiamo al resto”. Ebbe successo anche perch´ non c’era da chiedere il permesso e prima di scattare fotografie alla fonte ritratta, tranne che per i ritratti. Oggi sarebbe stato difficile questo successo, perch` la e fotografia sarebbe stata considerata un lavoro derivato, e quindi violerebbe il copyright dell’opera originale.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Le opere di Walt Disney come lavori derivati I lavori derivati, in ultima analisi, sono forme di personalizzazione. Nel 1928 Walt Disney pubblica il primo cartone animato con il sonoro, Steamboat Willie, che lancia il personaggio di Topolino. Personaggio e trama ` una parodia esplicita del film Steamboat e Willie, Jr. di Buster Keaton, uscito lo stesso anno, e ispirato all’omonima canzone, l’ultimo film muto della storia a produzione indipendente. Tutti i classici Disney sono lavori derivati: Biancaneve, Fantasia, Pinocchio, Robin Hood... (Lessig 2005).
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga L’industria culturale fu costruita da pirati All’inizio del XX secolo autori e registi emigrarono in California per sfuggire ai brevetti della Motion Pictures fondata da Thomas Edison: nacque Hollywood. Analogamente, l’industria discografica pirata parzialmente i diritti dei musicisti. Quando John Grisham scrive un racconto, un editore ` libero di pubblicarlo soltanto se Grisham gli accorda un e permesso... Il compositore [musicale non ha] il completo controllo... Una volta che il compositore autorizza la registrazione di una sua canzone, altri sono liberi di inciderla a loro volta, a patto che pagino al compositore originale una tariffa stabilita dalla legge. Lessig (2005:56-57)
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Pirateria I, o ‘da copisteria’ ` E l’appropriazione non autorizzata di contenuti altrui in contesti commerciali: ` illegale e va perseguita. Nasce con le copisterie e si e diffonde con Internet. Giustificazioni tipiche (e deboli) sono le seguenti. “I cinesi che hanno accesso ai CD americani per mezzo dollaro a copia non avrebbero acquistato gli stessi CD per 15 dollari l’uno.” Allora differenzia i prezzi meglio, a seconda del mercato. “Quando i cinesi ‘rubano’ Windows, diventano dipendenti da Microsoft. Questa ultima perde il valore del software di cui si appropriano, ma conquista utenti che si abituano a vivere nel mondo Microsoft.” Per` non giustifichiamo l’alcolizzato che abbia o rubato la prima birra, cos´ ` pi´ probabile ne acquister` altre tre. ıe u a Lessig (2005:62-65)
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Pirateria II, o ‘alla Napster’ Nel 1999 esplode Napster, il primo sistema di condivisione p2p a rilevanza mondiale: dopo 9 mesi, 10 milioni di utenti; dopo 18 mesi, 80 milioni. Secondo un’indagine di Ipsos-Insight, nel settembre 2002 almeno 60 milioni di cittadini americani avevano scaricato musica – il 28% degli americani al di sopra dei 12 anni. Non ` un fenomeno solo da e ragazzini, come si credette all’inizio. Oggi c’` Kazaa, BitTorrent ma concettualmente ` lo stesso. e e Lessig (2005:62-65)
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga I tipi di contenuto della pirateria II 1. utenti A: scaricano invece di acquistare. 2. utenti B: scaricano per scegliere la musica prima di acquistarla. 3. utenti C: scaricano materiali tutelati ma fuori mercato. 4. utenti D: scaricano materiali non protetti da copyright. Il danno recato dagli utenti D ` nullo, gli utenti B e C creano un e beneficio invece che un danno, diretto o indiretto. Solo gli utenti A creano un danno. Il calo delle vendite dei CD non ` stato e commisurato all’avvento del DVD: perch´ mi devo comprare la e colonna sonora di un film quando allo stesso prezzo ho il film intero? (Lessig 2005:66-69)
  • La legge della coda lunga http://LongTailBook.co.uk
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Una spiegazione innovativa dell’e-commerce Proposta da Chris Anderson, direttore di Wired, la legge della lunga coda vuole dare una spiegazione al successo dell’e-commerce. Nel negozio fisico, come per esempio Blockbuster, la disponibilit` a dei titoli a noleggio ` limitata dallo spazio degli scaffali: verranno e privilegiati i titoli a maggior richiesta. Nel negozio virtuale non c` e questa limitazione, e l’offerta di titoli pu` diversificarsi per o soddisfare le numerose nicchie di mercato pi´ piccole, le quali u sommate, sono pi´ grandi del mercato a maggior richiesta. u Per esempio, in Apple iTunes Store il 75% delle canzoni viene venduto almeno una volta al mese. La coda delle vendite singole diventa molto lunga. http://www.wired.com/wired/archive/12.10/tail pr.html
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga L’economia open ` un fenomeno pervasivo e Aziende come AOL/Time Warner, Apple, Corel, IBM, Sun, Nokia e Sybase hanno rilasciato software in licenze aperte: il fenomeno `e pervasivo. Quali sono i casi di studio di realt` nate con l’economia a aperta? Vediamo i pi´ importanti per le diverse tipologie: u • aziende open, ovvero start up che hanno fatto soldi con l’open source • Pubblica Amministrazione, per una informatizzazione aperta • nei paesi in via di sviluppo, per abbattere il divario digitale
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Red Hat Linux: crescere su un’onda di inevitabilit` a Red Hat Software fu fondata nel 1995 da Robert Young e Marc Ewing, che intuirono che Linux avrebbe vinto la battaglia dei sistemi operativi derivati da Linux (era uscito da due anni FreeBSD). Nessun costruttore di automobili costruisce da solo tutte le parti per i vari modelli, ma si affida a fornitori: il suo ruolo ` mettere e insieme i pezzi. Cos´ ha fatto Red Hat con Linux (Young in ı Halvelik 2004: 115). Quotata in borsa nel 1999, raccolse 84 milioni di dollari in pochi giorni, ed ` ancora oggi tra le prime dieci e compagnie di software al mondo.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Da Netscape a Mozilla: un inizio difficile Nel 1998 la Netscape aveva perso la guerra dei browser con Microsoft, e rilascia libero il browser. Jamie Zawinski fonda Mozilla.org: “non siamo gente di codice. La maggior parte del codice che entra nella distribuzione verr` scritto fuori, dal gruppo a Netscape Client Engineering e sempre di pi´ da altre compagnie e u da altri gruppi l` fuori, nella rete”. a Dopo un anno (1999) il browser non era ancora uscito, e AOL aveva comprato la Netscape. Il 5 giugno 2002 viene finalmente rilasciata la prima versione stabile di Mozilla. Nel 2003, gli sviluppatori esterni di Mozilla al gruppo Netscape erano solo venti (Koots 2003).
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Da Mozilla a Firefox: la svolta Nel Febbraio 2005 un ragazzo di vent’anni fa rilasciare la prima versione stabile di Firefox, un Mozilla leggero ed estendibile: 1 milione di download il primo giorno. Il proliferare delle estensioni ha incoraggiato la comunit` a crescere. a Alla fine, forse – oltre all’aspetto simbolico – il risultato commerciale pi´ forte ` stato costringere Microsoft a regalare u e Internet Explorer invece di venderlo, e recentemente anche Opera, che ha tolto i banner.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga OSDN: Slashdot, Sourceforge, Freshmeat... Questo insieme di portali ha permesso di mettere insieme la comunit` per condividere il codice, per segnalare notizie e per a vendere i loro prodotti. Questi portali si sostengono con i banner pubblicitari (o ‘ad-ware’). Naturalmente, non ` stato tutto semplice e lineare. Quando e Sourceforge ha cambiato licenza, molti progetti sono migrati sul portale Savannah, fedele alla filosofia GNU.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga L’interesse della pubblica amministrazione... Una strada possibile ` quella politica: l’open source per la Pubblica e Amministrazione. L’argomentazione `: il software aperto ` e e aderente a standard pubblici, e quindi svincola l’informatizzazione dei servizi pubblici dai ‘capricci’ di una azionda. D’altra parte, la Pubblica Amministrazione ha bisogno di un referente che fornisca garanzie: una comunit` non pu` farlo, a o un’azienda s´ Ecco come le aziende di software libero possono ı. prosperare.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga ...e quello delle grandi istituzioni sovranazionali ` E possibile una via terzomondista per il software open source? S´ ı, applicando il legame tra l’ideologia del software libero e i modelli ecologici dell’economia sostenibile, che mirano a un mondo pi´ u equo. In particolare, il software libero pu` dare un contributo per o abbattere il divario digitale, il digital divide: “il software open source rende possibile mantenere un alto livello nell’IT, mantenendo esperti e giovani talenti in casa e contribuisce alla nascente industria locale del software”. (Rapporto Onu, 2003 in: Debroy-Morris, 2003).
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Un caso europeo: Monaco di Baviera La capitale regionale tedesca ha fatto migrare circa 14.000 computer (server e desktop) da tecnologie Microsoft a tecnologie Linux in un contratto misto IBM-Novell/Suse. Una precisa scelta politica, pi´ che economica: migrare a Linux ` u e costato circa 10 milioni di euro in pi´ che rinnovare il contratto u con Microsoft. Inoltre, c’` un problema culturale: il passaggio dei e dekstop da Windows a Linux ha comportato un certo numero di problemi, e si ` scelto di arrivare a un compromesso del tipo e Windows e OpenOffice.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Pi´ Linux, pi´ libert` u u a Da un manifesto dei socialisti tedeschi, gli sponsor politici
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Un caso terzomondista: l’India Due economisti, Bibek Debroy (Nuova Delhi) e Julian Morris (Londra) hanno esaminato l’impatto economico dell’open source in India, dal 1992 al 2002. Risultati? L’evidenza empirica mostra che “il software open source non pu` o formare la base per un’industria autonoma, specialmente in nazioni dove il settore tecnologico ` ancora embrionale”: il India il software e ` il 16% delle esportazioni totali, e di questo il 70% almeno non ` e e software libero o aperto: “l’open source non svolge un ruolo significativo” (Debroy e Morris 2003).
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Un caso sovranazionale: MIT Media Lab e Onu Nicholas Negroponte ha presentato di recente HDL (Hundred Dollars Laptop) che suona come una dichiarazione di guerra al digital divide. Lo slogan `: “un portatile a ogni bambino”. Costa e 100$, e non ` (e non sar` mai) in vendita ai privati: Brasile e Cina e a ne hanno ordinato rispettivamente uno e due milioni di esemplari. L’istruzione non si mangia, n´ pu` vestire i poveri. eo Ma non pu` esserti portata via, una volta che ` tua. o e Nicholas Negroponte
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga HDL, il laptop a cento dollari Patrocinato dall’Onu, il MIT ha ottenuto la collaborazione di AMD, Red Hat, Google e Skype per l’assemblaggio hardware e software: 500MHz, 1GB, 1 Megapixel, nessun disco fisso, porte USB e connessione WiFi. La batteria pu` essere ricaricata, oltre che mediante elettricit`, con o a il vento, con una manovella, e con l’energia parassita generata battendo le dita sulla tastiera. Il sistema operativo OLPC ` una e distribuzione Linux speciica per HDL e orientata all’apprendimento in et` evolutiva. a http://laptop.media.mit.edu/
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Abbiamo abbattuto alcuni falsi miti A voi il compito di spiegare bene free e open • il software ` una forma estrema di testo videografico ed e implica la rimediazione del diritto d’autore, di matrice tipografica; • free software e open source sono due cose correlate ma diverse; • i due fenomeni nascono in ambito strettamente informatico ma diventano pervasivi, in particolare investono l’intera industria della cultura; • c’` un aspetto politico di eguaglianza sociale importante, ma e questo non implica che non si possa trarre profitto.
  • Indice New economy Modello del bazaar La strategia della doppia licenza Personalizzazioni e piraterie La legge della coda lunga Grazie per l’attenzione Attribuzione-Non Commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/it/ Sito di questo materiale: http: //www.slideshare.net/goberiko/modelli-economia-digitale/ Domande?