Your SlideShare is downloading. ×
0
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Conversazione Sui Learning Object
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Conversazione Sui Learning Object

831

Published on

Traccia per una lezione

Traccia per una lezione

Published in: Education
0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
831
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide
  • Portabilità: facile installazione in qualunque LMS
  • Transcript

    • 1. Conversazione (riflessiva) sui Learning Object con Gianni Marconato Padova 22 febbraio 2010 Innovascuola
    • 2. Cosa volete imparare oggi? <ul><li>L IM e problemi di apprendimento (dislessia) </li></ul><ul><li>Come i LO aiutano nell’insegnamento e a migliorare la didattica </li></ul><ul><li>SW PER LO </li></ul><ul><li>Come si valuta la. Con i LO </li></ul><ul><li>Caratteristiche generali dei LO </li></ul><ul><li>Come si creano i LO </li></ul><ul><li>Cosa sono i LO </li></ul><ul><li>Indicazioni metodologiche per il loro sviluppo </li></ul>
    • 3. Perché vi interessate di Learning Object? <ul><li>Il ministero ce lo chiede altrimenti no € </li></ul><ul><li>Per interessare gli studenti </li></ul><ul><li>Per aumentare la motivazione </li></ul><ul><li>Per innovarci anche noi </li></ul><ul><li>Per usare la LIM </li></ul><ul><li>.. una cosa in più non guasta </li></ul>
    • 4. Cosa sono i LO <ul><li>Molte definizioni </li></ul><ul><li>Molti formati </li></ul><ul><li>Molte modalità d’uso </li></ul><ul><li>Molti contesti d’uso </li></ul><ul><li>Ma, essenzialmente </li></ul><ul><li>“ contenuti” in formato digitale per la didattica </li></ul>
    • 5. Concetti associati <ul><li>Granularità (a tomi di conoscenza) </li></ul><ul><li>Modularità (aggregabilità) </li></ul><ul><li>Destrutturazione - ristrutturazione </li></ul><ul><li>Auto-sufficienza (stand-alone) </li></ul><ul><li>Standardizzazione (SCORM, …) </li></ul><ul><li>Riusabilità </li></ul><ul><li>Portabilità </li></ul><ul><li>Interoperabilità </li></ul>
    • 6. Sono ….. <ul><li>Lessico (e associati concetti) di derivazione informatica </li></ul><ul><li>La base tecnica e concettuale è la programmazione per oggetti </li></ul><ul><li>Trasferimento meccanico al mondo della didattica </li></ul><ul><li>Imperniati sulla presentazione di contenuti </li></ul><ul><li>Contenuti trattati informaticamente (digitalizzati, multimedializzati, ipertestualizzati) </li></ul><ul><li>Contenuti per la didattica trattati come per qualsiasi altro uso </li></ul><ul><li>Nessuna specificità per la didattica </li></ul>
    • 7. Visione sottesa <ul><li>Insegnare vuol dire presentare (trasmettere) contenuti </li></ul><ul><li>Apprendere vuol dire </li></ul><ul><ul><li>Fruire contenuti </li></ul></ul><ul><ul><li>Memorizzare contenuti </li></ul></ul><ul><ul><li>Sommare contenuti nuovi a quelli vecchi </li></ul></ul><ul><li>Processi cognitivi coinvolti </li></ul><ul><ul><li>Memorizzazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Ripetizione </li></ul></ul>
    • 8. Ma l’apprendimento <ul><li>È un processo più complesso della semplice trasmissione-memorizzazione di contenuti </li></ul><ul><li>Non è un processo di sommatoria di componenti elementari </li></ul><ul><li>Non si sviluppa in modo lineare </li></ul><ul><li>Non segue un percorso uguale per tutti </li></ul><ul><li>Non produce sempre lo stesso risultato </li></ul>
    • 9. Il Learning Object <ul><li>Non è un “oggetto d’apprendimento </li></ul><ul><li>Non contiene in sé i meccanismi dell’apprendimento </li></ul><ul><li>Non “insegna” </li></ul>
    • 10. Quindi, la mia tesi: i LO sono <ul><li>Una metafora insensata </li></ul><ul><li>Un costrutto inutile </li></ul><ul><li>Unica concessione è di denominarli Instructional Object </li></ul>
    • 11. Una “vision” realizzata 1900 - 2001
    • 12. <ul><li>1900 – una visione della scuola del 2000 </li></ul>
    • 13. <ul><li>2001 - Il modello didattico ADL basato su </li></ul><ul><li>Learning Object </li></ul><ul><li>SCORM </li></ul><ul><li>LMS </li></ul>
    • 14. Un Instructional Object <ul><li>È un’entità neutra </li></ul><ul><li>Che viene usata dall’insegnante </li></ul><ul><li>Che è guidato da una intenzionalità didattica </li></ul><ul><li>All’interno di una strategia didattica in cui usa una molteplicità di “oggetti” </li></ul><ul><li>Per una pluralità di strategie didattiche </li></ul>
    • 15. L’apprendimento <ul><li>E’ integrazione delle nuove informazioni con quelle esistenti, non una sommatoria </li></ul><ul><li>Va oltre l’ascolto o la lettura di informazioni </li></ul><ul><li>Richiede un ruolo attivo per l’appropriazione </li></ul><ul><li>Richiede l’esercizio del pensiero </li></ul><ul><li>Richiede uno sforzo cognitivo </li></ul><ul><li>È comprensione, non memorizzaztione </li></ul>
    • 16. Si apprende <ul><li>investigando </li></ul><ul><li>esplorando </li></ul><ul><li>scrivendo </li></ul><ul><li>costruendo modelli </li></ul><ul><li>costruendo comunità </li></ul><ul><li>comunicando con altri </li></ul><ul><li>progettando </li></ul><ul><li>visualizzando </li></ul><ul><li>valutando </li></ul>
    • 17. … perché l’apprendimento è <ul><li>attivo: si interagisce con l’ambiente, si manipolano gli oggetti presenti in quell’ambiente e si osserva l’esito dell’azione </li></ul><ul><li>costruttivo: si articolare cosa è stato fatto e si riflettere sulle attività e sulle osservazioni </li></ul><ul><li>intenzionale (goal-directed): si fa qualcosa per uno scopo </li></ul><ul><li>cooperativo, conversazionale, collaborativo: si negozia socialmente una comune comprensione </li></ul><ul><li>autentico: è complesso e contestualizzato </li></ul>
    • 18. Una alternativa praticabile <ul><li>Attività di apprendimento </li></ul><ul><li>Co-costruzione di artefatti cognitivi </li></ul><ul><li>Utilizzando semplici strumenti informatici </li></ul><ul><ul><li>Mappe mentali e concettuali </li></ul></ul><ul><ul><li>Slide </li></ul></ul><ul><ul><li>Wiki </li></ul></ul><ul><ul><li>Blog </li></ul></ul><ul><ul><li>Ipertesti </li></ul></ul><ul><ul><li>Ask System </li></ul></ul>
    • 19. Agganciarci alle teorie contemporanee dell’apprendimento
    • 20. Un invito a una riflessione
    • 21. Cosa significa per me <ul><li>Conoscenza </li></ul><ul><li>Apprendimento </li></ul><ul><li>Insegnamento </li></ul><ul><li>Avere appreso </li></ul>
    • 22. … .. inolltre <ul><li>Come insegno? </li></ul><ul><li>Quali i suoi punti di forza? </li></ul><ul><li>Quali i suoi punti deboli? </li></ul><ul><li>Quali sono le mie “teorie implicite” </li></ul><ul><li>Il mio insegnamento richiederebbe cambiamenti? </li></ul><ul><li>Cosa dovrei cambiare </li></ul><ul><li>Perché? </li></ul><ul><li>Come? </li></ul>
    • 23. Alcuni riferimenti <ul><li>http://www.giannimarconato.it/2009/02/scorm-no-grazie/ </li></ul><ul><li>http://www.giannimarconato.it/2009/02/no-lo-meglio-attivita-di-apprendimento/ </li></ul><ul><li>http://www.giannimarconato.it/2009/03/tracciare-apprendere/ </li></ul><ul><li>http://www.giannimarconato.it/2009/03/stravaganze/ </li></ul><ul><li>http://www.giannimarconato.it/2008/01/risorse-didattiche-ma-per-farne-cosa/ </li></ul><ul><li>http://oltreelearning.blogspot.com/2008/01/learning-object-chi-li-vuole-e-chi-no.html </li></ul><ul><li>http://www.giannimarconato.it/2008/02/risorse-didattiche-come-costruirle-e-come-usarle/ </li></ul><ul><li>http://orientamentiedisorientamenti.ning.com/forum/topic/show?id=1193143%3ATopic%3A4721 </li></ul>
    • 24. Grazie per la conversazione www.giannimarconato.it http://lascuolachefunziona.ning.com/ http://lascuolachefunziona.ning.com/group/tecnologieperinsegnareeperapprendere [email_address]

    ×