Chi perde o guadagna nell’era della rete? Sintesi per plenaria

974 views
921 views

Published on

Come vengono utilizzati questi strumenti, soprattutto dai giovani?
come creano un tessuto di connessioni plurime continue?
come si affiancano o si contrappongono agli scambi reali tra persone di cultura diversa?
come facilitano o ostacolano l'apprendimento interculturale?
come si integrano o si differenziano: apprendimento virtuale ed esperienza vissuta?

2 Comments
1 Like
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
974
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
347
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
2
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Chi perde o guadagna nell’era della rete? Sintesi per plenaria

  1. 1. CHI PERDE E CHIGUADAGNA NELL’ERADELLA RETE? Il corpo e la rete Strumenti di apprendimento interculturale Intercultura Firenze 1 marzo 2013 Sintesi per la plenaria Giovanni Marconato
  2. 2. SINTESI PRESENTATA INPLENARIA
  3. 3. • Siamo ancora in una situazione fluida, in movimento e non possiamo trarre alcuna conclusione. Non disponiamo di comportamenti e di significati stabili da assumere a nostre regole che ci indirizzino la pratica
  4. 4. • Possiamo solo cercare di capire le cose per quello che sono qui ed ora, non per quello che non sono più, la pratica del torcicollo
  5. 5. • Ipotesi della convergenza di reale e virtuale con la scomparsa del virtuale a favore di un reale "aumentato"
  6. 6. L’ipotesi della convergenza Il corpo e la rete La materia e l’immateriale Il reale e il virtuale La realtà «aumentata»
  7. 7. • Questa evoluzione non è indolore, chi vince e chi perde. Si lasciano sul terreno tanti pezzi. Da veri e propri sistemi di potere alla più banale capacità di scrivere a mano
  8. 8. • Assumere la prospettiva storica mettendo in parallelo due rivoluzioni, Gutenberg ed Internet identificando alcune potenti tematiche comuni (la resistenza del potere vigente, strumenti tecnici trasformano conoscenza e la cultura, i diritti in sforzo individuali e la libertà, il controllo sullinformazione, le forme della socializzazione, mezzi tecnici influenzano partecipazione e democrazia)
  9. 9. • Abbiamo passato in rassegna dei proto resistenti e dei neo resistenti come esempio della permanenza storica della sindrome del torcicollo che impedisce di conoscere e capire quello che sta accadendo
  10. 10. • Ci siamo domandati che se non è la tecnologia, cosa è che sta destabilizzando la nostra sensibilità ed ho proposto la potente domanda di senso che emerge dai giovani a scuola. Senza senso i giovani si rifiutano di fare fatica e non si coinvolgono in modo autentico in compiti di apprendimento o si coinvolgono in modo emotivamente e cognitivamente superficiale e dimenticando presto. Con grande spreco di risorse individuali e della società
  11. 11. • Come possibile via daggressione del problema ho proposto di cercare di trarre profitto dalle caratteristiche più ricche del digitale e dalle pratiche sociali emergenti dei giovani

×