• Save
Lab d'Impro al Centro Elis
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Lab d'Impro al Centro Elis

  • 709 views
Uploaded on

Laboratorio di Comunicazione creativa realizzato da Giovanni Lacetera per i corsi biennali residenziali del Centro Elis ...

Laboratorio di Comunicazione creativa realizzato da Giovanni Lacetera per i corsi biennali residenziali del Centro Elis

Roma, ottobre 2009 - febbraio 2010

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
709
On Slideshare
537
From Embeds
172
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 172

http://giovannilacetera.wordpress.com 170
http://www.linkedin.com 2

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Progetto Lab d’Impro Corsi biennali residenziali Anno formativo 2009-2010
  • 2. Il Laboratorio Teatrale
    • «Il Teatro non ha categoria ma si occupa della vita. È il solo punto di partenza, l'unico veramente fondamentale. Il Teatro è la vita.»
    • (Peter Brook)
    Un laboratorio teatrale è un’occasione per prendersi del tempo per se stessi, per osare e trovare la voglia e il coraggio di mettersi in gioco, divertendosi e rilassandosi. È un’opportunità per lavorare sull’ascolto degli altri e di sé, sulle emozioni, sul gruppo e sullo spazio, dove sperimentare la naturalezza e l’intensità nello stare in scena insieme, attraverso il training fisico, l’improvvisazione, lo studio del testo e la rappresentazione finale.
  • 3. Obiettivi del Laboratorio teatrale Nel corso degli incontri, i partecipanti impareranno a gestire la loro fisicità, a comprendere lo spazio fisico e mentale, si eserciteranno a parlare in pubblico, a recitare e a improvvisare situazioni, usando la fantasia e la forza espressiva della mente. Alla fine del corso, poi con l’ausilio della memoria cognitiva ed emozionale - ricordare eventi legati a forti emozioni è decisamente più facile per noi - si cimenteranno in uno spettacolo che li vedrà protagonisti (un match d’improvvisazione teatrale o recitazione di monologhi, sketch…) Il partecipante comprende divertendosi e sorridendo, come dentro di sé sono racchiuse le forze e le capacità per affrontare le diverse situazioni che la quotidianità propone. Non a caso anche le aziende si rivolgono sempre più a corsi di teatro d’impresa per un migliore approccio alla gestione delle reazioni comportamentali di fronte allo stress e alle emergenze progettuali.
  • 4. Tipologia degli esercizi
    • C’era una volta… Un allievo inizia a scrivere un racconto, viene interrotto per far continuare un altro e così via per arrivare alla fine.
    • Piacere…mi chiamo : ogni allievo immagina di trovarsi in una festa, con sconosciuti e deve far amicizia per non stare solo tutto il tempo. L’allievo deve trovare 6 argomenti di conversazione…
    • Esercizio di impro….
    Improvvisazione e creatività
    • Ti fidi di me? : Lavoro a coppie: a vicenda, ognuno conduce l’altro, bendato, in una passeggiata sul palco, attraverso piccoli ostacoli,
    • In gruppo : Diversi lavori per sviluppare la coesione del gruppo
    • … .
    Fiducia
    • Il palcoscenico – questo sconosciuto :
    • Fase 1 - Tutto il gruppo cammina per il palco in modo disorganizzato.
    • Fase 2 – Ognuno porta avanti un’attività sul palco, cercando di non ostacolarsi.
    • … ..
    Comprensione dello spazio
    • Mi presento e parlo di lui/lei : Breve lavoro a coppie con la reciproca presentazione; a turno si presenta l’altro.
    • Adesso mi ascoltate : Posizionare la sedia sul palcoscenico e raccontare una storia della propria esistenza (vera/inventata)
    • … ..
    Conoscersi ESERCIZIO ATTIVITA’
  • 5.
    • Al termine del percorso formativo abbiamo ritenuto utile offrire ai ragazzi un momento di riflessione e di valutazione dell’esperienza appena conclusa, al fine di monitorare il percorso formativo e al contempo raccogliere informazioni utili per migliorare sempre l’offerta formativa. Il questionario somministrato ai partecipanti ha fornito dei dati molto significativi.
    • Il questionario anonimo è stato suddiviso in 2 parti. La prima ha previsto domande valutative sul corso e sulla docenza .
    • La seconda parte è stata più descrittiva, con domande a risposta aperta, per valutare in modo più approfondito il giudizio dei partecipanti.
    Il questionario di gradimento
  • 6. Qualche grafico (1)
  • 7. Qualche grafico (2)
  • 8. Grazie a tutti…
    • … per la bellissima esperienza!!