Analisi di un protocollo per la negoziazione di SLA in ambienti SOA.

491 views

Published on

Presentazione del lavoro di Tesi - Laurea Ingegneria Informatica 2010

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
491
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Analisi di un protocollo per la negoziazione di SLA in ambienti SOA.

  1. 1. Università degli Studi di Catania Facoltà di Ingegneria – Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Relatori: Prof. Orazio Tomarchio Ing. Giuseppe Di ModicaGiuseppe Maria RavidàANALISI DI UN PROTOCOLLO PER LANEGOZIAZIONE DI SLA IN AMBIENTI SOA
  2. 2. SOMMARIO Scenario principale SLA e WS-Agreement Negoziazione Dettagli implementativi Conclusioni
  3. 3. SCENARIO PRINCIPALE SOA Service Oriented Architecture – architettura software orientata ai servizi Le applicazioni software offrono funzionalità utilizzabili anche da altri servizi  Network Attori protagonisti
  4. 4. SCENARIO PRINCIPALE Web Service Principale tecnologia a supporto delle SOA. Sistema software che offre un’interfaccia standard per l’interazione. Struttura e protagonisti
  5. 5. SCENARIO PRINCIPALE Nel mondo reale gli scenari sono composti da ecosistemi di servizi Il cliente vuole garanzie sull’esito del processo. Garanzie fornite solamente tramite la “firma” di un accordo! SLA
  6. 6. SLA E WS-AGREEMENT SLA Service Level Agreement – permette a due soggetti di pattuire un accordo rispettando alcuni vincoli Dobbiamo estendere il modello client/server dei Web Service
  7. 7. SLA E WS-AGREEMENT WS-Agreement Proposta del OGF (Open Grid Forum) per il controllo dei contratti stipulati tra fornitore e cliente Formalizza le richieste di QoS del cliente in modo comprensibile alla macchina L’agreement è un documento XML ed ha il seguente template
  8. 8. NEGOZIAZIONE Al fine di raggiungere la “firma” dell’accordo, occorre fare a monte un processo propedeutico all’Agreement stesso. Negoziazione - in Web Service descrive il processo di accordo tra due parti. Molti scenari possibili (es. chi inizia? È già iniziato?) Si specifica un set di messaggi e le risorse che possono essere utilizzate per modellare uno di questi scenari. Un esempio di gestione di negoziazione in Web service è data dal seguente protocollo: Alternate Offers
  9. 9. NEGOZIAZIONE Alternate Offers Tecnica di negoziazione dove le parti in gioco possono modificare i termini di contratto dellofferta. Attualmente usato in ambiente GRID - negoziazione tra Resource Broker e Provider (Advance Reservation). Gli attori sono Proposer e Responder.
  10. 10. NEGOZIAZIONE Alternate Offers Proposer e Responder dialogano in questo tipo di protocollo bilaterale. No coordinatori centrali. Entrambi gli attori possono abbandonare lo scenario in qualsiasi momento. Messaggi di protocollo
  11. 11. DETTAGLI IMPLEMENTATIVI E’ stato creato un esempio di negoziazione di un Web Demo Service utilizzando il meccanismo dellAlternate Offers Protocol. <?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?> <SLA> 2 classi: Proposer e Responder <Attore valore="Proposer"> (Client / Server). <DESCR>SLA proposto dal Proposer</DESCR> </Attore> <Periodo valore="60"> <DESCR>giorni di validità dello SLA</DESCR> Web Service: area rettangolo </Periodo> <Risorse valore="10"> <DESCR>numero di CPU richieste</DESCR> </Risorse> SLA: oggetto negoziazione <Costo valore="10"> <DESCR>prezzo del servizio</DESCR> </Costo> <Reward valore="3"> Vengono cambiati determinati <DESCR>punti di bonus</DESCR> </Reward> parametri: periodo, risorse, costo. <Penalties valore="3"> <DESCR>punti di malus</DESCR> </Penalties> </SLA>
  12. 12. DETTAGLI IMPLEMENTATIVIAmbiente di sviluppo: Code Generator WizardEclipse Axis2 Service Archive Wizard Java Tomcat
  13. 13. DETTAGLI IMPLEMENTATIVI Reject Counter Output Accept
  14. 14. CONCLUSIONI Abbiamo presentato: meccanismo Alternate Offers – negoziazione dinamica. Meccanismo usato in ambiente GRID (Advance Reservation). E’ stata realizzata una implementazione software. Prospettive future:  one-to-one  one-to-many  applicazioni business “marked-oriented” con competizioni per i servizi più proficui.
  15. 15. CONCLUSIONI FINE Grazie a tutti per la cortese attenzione!Ringraziamenti: Prof. Orazio Tomarchio Ing. Giuseppe Di Modica

×