• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Il Sistema Informativo Territoriale archeologico del Comune di Parma
 

Il Sistema Informativo Territoriale archeologico del Comune di Parma

on

  • 778 views

Progetto di dottorato di ricerca conseguito presso l'Università di Siena, Dipartimento di Scienze della Terra - Scuola di Dottorato in Scienze della Terra e Preistoria, sezione Geotecnologie.

Progetto di dottorato di ricerca conseguito presso l'Università di Siena, Dipartimento di Scienze della Terra - Scuola di Dottorato in Scienze della Terra e Preistoria, sezione Geotecnologie.
Siena, 2 dicembre 2010

Statistics

Views

Total Views
778
Views on SlideShare
770
Embed Views
8

Actions

Likes
1
Downloads
0
Comments
0

2 Embeds 8

http://www.linkedin.com 7
https://www.linkedin.com 1

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Il Sistema Informativo Territoriale archeologico del Comune di Parma Il Sistema Informativo Territoriale archeologico del Comune di Parma Presentation Transcript

    • Università degli Studi di Siena Scuola di Dottorato di Ricerca in Scienze della Terra e Preistoria - Sezione Geotecnologie Ciclo XXIIIL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ARCHEOLOGICO DEL COMUNE DI PARMA Dr. Giulio BigliardiTutor:Prof. L.CarmignaniCo-tutor:Dr. L. Malnati (Direttore Generale per le Antichità – Ministero per i Beni e le Attività Culturali)
    • Progetto a cura di:Soprintendenza Archeologica Il progetto “Sistema Informativo dell’Emilia Romagna Territoriale Archeologico del Comune di Parma” è stato avviato in via sperimentale nell’estate del Museo Archeologico Nazionale di Parma 2006, grazie ad una convenzione tra Soprintendenza Archeologica dell’Emilia Romagna, Museo Archeologico Nazionale di Parma eUniversità degli Studi di Siena Centro di GeoTecnologie Centro di GeoTecnologie dell’Università di Siena e con la collaborazione della Compagnia Generale di Ripreseaeree. In seguito il progetto è proseguito Comune di ParmaAssessorato ai Lavori Pubblici grazie al finanziamento dell’Assessorato ai Lavori Pubblici. G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Qualche numero…Il ponte romano sotto via Mazzini, 1948 Tra il 1847 e il 2008 sono noti 532 scavi archeologici nel territorio comunale G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Qualche numero… Via Cavestro, 1972 Tra il 1847 e il 2008 sono noti 532 scavi archeologici nel territorio comunale per un totale di 644 siti archeologici documentati e 320 aree segnalate per l’affioramento di materialeG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Qualche numero… Area Ex-anagrafe, 2003 Tra il 1847 e il 2008 sono noti 532 scavi archeologici nel territorio comunale per un totale di 644 siti archeologici documentati e 320 aree segnalate per l’affioramento di materiale in particolare tra il 1990 e il 2008 sono stati condotti ben 408 scavi archeologiciG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • ObiettiviG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Obiettivi- organizzare e gestire inmaniera agile e modernal’imponente mole di datiraccolti durante gli scavi G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Obiettivi L’archivio della Soprintendenza per gli scavi realizzati nella Provincia di Parma è posto- organizzare e gestire in presso il Museo Archeologico Nazionale, ed èmaniera agile e moderna composto da:l’imponente mole di dati - 5 archivi cartacei separati, ciascuno conraccolti durante gli scavi scavi suddivisi per comune e disposti in ordine alfabetico; - 1 archivio disegni parziale, con numerazione e disposizione differente da quella degli altri archivi; - 1 archivio fotografie parziale, con numerazione e disposizione differente da quella degli altri archivi. G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Obiettivi- organizzare e gestire in conoscenza analiticamaniera agile e moderna del patrimonio archeologicol’imponente mole di datiraccolti durante gli scavi attraverso il censimento di tutti i rinvenimenti archeologici noti e il loro inserimento all’interno di un Sistema Informativo Territoriale a finalità archeologica appositamente elaborato G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Obiettivi- organizzare e gestire inmaniera agile e modernal’imponente mole di datiraccolti durante gli scavi- utilizzare questi dati sia aifini della ricerca storica, sia ascopi di tutela e prevenzione G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Obiettivi sviluppo di procedure e strumenti che permettano di utilizzare i dati- organizzare e gestire in archeologici anche a scopi di tutela emaniera agile e moderna prevenzione nel campo dellal’imponente mole di dati programmazione urbanisticaraccolti durante gli scavi attraverso l’elaborazione di strumenti cartografici- utilizzare questi dati sia ai che permettano di ipotizzare in anticipofini della ricerca storica, sia a il rischio archeologico di unascopi di tutela e prevenzione determinata area, operando così da supporto per le valutazioni di impatto archeologico dei progetti edilizi, G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Limiti- spaziali: i limiti spaziali del lavorocorrispondono ai confini del Comune diParma G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Limiti Vicofertile, Neolitico- cronologici: l’arco cronologicoconsiderato è compreso tra il Neolitico, acui sono datati i rinvenimenti più antichi, el’età Moderna G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Limiti Vicofertile, Neolitico- cronologici: l’arco cronologicoconsiderato è compreso tra il Neolitico, acui sono datati i rinvenimenti più antichi, el’età Moderna Barriera Repubblica, età Farnesiana G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: CARTA TECNICA REGIONALE 1:10.000G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: CARTA TECNICA REGIONALE 1:5.000G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: PUNTI QUOTATIG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: DEMG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: ATLANTE SARDI 1:5.000, 1767G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: CARTA STORICA REGIONALE 1:50.000, 1831-1853G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: MOSAICO DI ORTOFOTO b/n, 1945G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: MOSAICO DI ORTOFOTO DIGITALI, It2000G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: CARTA GEOLOGICA REGIONALE 1:50.000G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: CARTA GEOLOGICA REGIONALE 1:50.000G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: CARTA GEOLOGICA REGIONALE 1:50.000G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: CARTA GEOLOGICA REGIONALE 1:250.000G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: CARTA GEOLOGICA REGIONALE 1:250.000G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: CARTA GEOLOGICA REGIONALE 1:250.000G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: CARTA DELL’USO DEL SUOLO 1:25.000G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Base topografica/geografica: CTR 1:5.000 CTR 1:10.000 PUNTI QUOTATI DEM ATLANTE SARDI CARTA STORICA REGIONALE ORTOFOTO 1945 ORTOFOTO 2000 CARTA GEOLOGICA REGIONALE 1:50.000 CARTA GEOLOGICA REGIONALE 1:250.000G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Il geodatabase I due elementi principali che compongono un geodatabase sono le feature classes e le tables:G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Il geodatabase I due elementi principali che compongono un geodatabase sono le feature classes e le tables: - le feature classes contengono gli elementi geografici rappresentati sottoforma di punti, linee o poligoni (dati spaziali);G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Il geodatabase I due elementi principali che compongono un geodatabase sono le feature classes e le tables: - le feature classes contengono gli elementi geografici rappresentati sottoforma di punti, linee o poligoni (dati spaziali);- le tables sono tabelle standard di un database organizzate in righe e colonne, che possono contenere attributi aggiuntivi delle feature classes.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Il geodatabase I due elementi principali che compongono un geodatabase sono le feature classes e le tables: - le feature classes contengono gli elementi geografici rappresentati sottoforma di punti, linee o poligoni (dati spaziali);- le tables sono tabelle standard di un database organizzate in righe e colonne, che possono contenere attributi aggiuntivi delle feature classes. Table e feature class possono essere relazionate tra loro. Questo permette di effettuare analisi e ricerche in una feature class interrogando gli attributi di una o più tables correlate.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Feature classes Aree sottoposte a vincolo archeologico Geometria: poligonale In questo livello sono inserite le aree archeologiche vincolate dallo stato ai sensi della Legge 1 giugno 1939 n. 1089 o del Decreto Legislativo 29 ottobre 1999 n. 490.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree sottoposte a vincolo archeologicoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Feature classes Aree sottoposte a vincolo archeologico Geometria: poligonale In questo livello sono inserite le aree archeologiche vincolate dallo stato ai sensi della Legge 1 giugno 1939 n. 1089 o del Decreto Legislativo 29 ottobre 1999 n. 490.feature class geometriaAree sottoposte a vincolo poligonalearcheologico Data Field Name Domain Lenght Type Nome area Text - 50Riferimento d’archivio Text - 50Riferimento legislativo Text VINCOLO 50 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Feature classes Aree sottoposte a vincolo archeologico Geometria: poligonale In questo livello sono inserite le aree archeologiche vincolate dallo stato ai sensi della Legge 1 giugno 1939 n. 1089 o del Decreto Legislativo 29 ottobre 1999 n. 490.feature class geometriaAree sottoposte a vincolo poligonalearcheologico Data Field Name Domain Lenght Type Nome area Text - 50Riferimento d’archivio Text - 50Riferimento legislativo Text VINCOLO 50 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Feature classes Aree sottoposte a vincolo archeologico Geometria: poligonale In questo livello sono inserite le aree archeologiche vincolate dallo stato ai sensi della Legge 1 giugno 1939 n. 1089 o del Decreto Legislativo 29 ottobre 1999 n. 490.feature class geometriaAree sottoposte a vincolo poligonalearcheologico Data Field Name Domain Lenght Type Nome area Text - 50Riferimento d’archivio Text - 50Riferimento legislativo Text VINCOLO 50 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree sottoposte a vincolo archeologicoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree di assenza archeologica Geometria: poligonale In questo livello sono inserite le aree nelle quali sono stati effettuati scavi archeologici che hanno verificato l’assenza totale di qualsiasi tipo di entità archeologica.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree di assenza archeologicaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree di assenza archeologica Geometria: poligonale In questo livello sono inserite le aree nelle quali sono stati effettuati scavi archeologici che hanno verificato l’assenza totale di qualsiasi tipo di entità archeologica.feature class geometriaAree di assenza archeologica poligonale Field Name Data Type Domain Lenght NOME Text - 50 ID Short Integer - 50 Località Text - 50 Indirizzo postale Text - 50 Tipo posizionamento Text TIPO_POS 50 Precisione Short Integer POS_PREC 50 posizionamento Dimensione area mq Double - 50 Data compilazione/ Text - 50ultimo aggiornamento scheda Nome compilatore Text - 50 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree di assenza archeologica Geometria: poligonale In questo livello sono inserite le aree nelle quali sono stati effettuati scavi archeologici che hanno verificato l’assenza totale di qualsiasi tipo di entità archeologica.feature class geometriaAree di assenza archeologica poligonale Field Name Data Type Domain Lenght NOME Text - 50 ID Short Integer - 50 Località Text - 50 Indirizzo postale Text - 50 Tipo posizionamento Text TIPO_POS 50 Precisione Short Integer POS_PREC 50 posizionamento Dimensione area mq Double - 50 Data compilazione/ Text - 50ultimo aggiornamento scheda Nome compilatore Text - 50 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree di assenza archeologica Geometria: poligonale In questo livello sono inserite le aree nelle quali sono stati effettuati scavi archeologici che hanno verificato l’assenza totale di qualsiasi tipo di entità archeologica.feature class geometriaAree di assenza archeologica poligonale Field Name Data Type Domain Lenght NOME Text - 50 ID Short Integer - 50 Località Text - 50 Indirizzo postale Text - 50 Tipo posizionamento Text POS_TIPO 50 Precisione Short Integer POS_PREC 50 posizionamento Dimensione area mq Double - 50 Data compilazione/ Text - 50ultimo aggiornamento scheda Nome compilatore Text - 50 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Tipo di posizionamento 6% 94% Rilevamento diretto Individuazione su base cartograficaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Precisione del posizionamento Esatta 27% Scarsa 42% Buona 31% G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree di assenza archeologica Geometria: poligonale In questo livello sono inserite le aree nelle quali sono stati effettuati scavi archeologici che hanno verificato l’assenza totale di qualsiasi tipo di entità archeologica.feature class geometriaAree di assenza archeologica poligonale Field Name Data Type Domain Lenght NOME Text - 50 ID Short Integer - 50 Località Text - 50 Indirizzo postale Text - 50 Tipo posizionamento Text TIPO_POS 50 Precisione Short Integer POS_PREC 50 posizionamento Dimensione area mq Double - 50 Data compilazione/ Text - 50ultimo aggiornamento scheda Nome compilatore Text - 50 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • tableRiferimenti scavo Field Name Data Type Domain Lenght Short ID - - Integer ID_SCAVO Text - 50 Collocazione Text DOC 50 documentazione Riferimento d’archivio Text - 20 Collocazione IMMAGINI_ Text 20 fotografie/diapositive COLL IMMAGINI_ Collocazione disegni Text 50 COLL Codice di riferimento Text - 150 dell’archivio disegni Tipo d’indagine Text IND_TIPO 50 Responsabile scientifico Text - 75 dell’indagine Eseutore indagine Text - 150 Data dell’indagine Text - 20 Link alle immagini Text 100 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • tableRiferimenti scavo Field Name Data Type Domain Lenght Short ID - - Integer ID_SCAVO Text - 50 Collocazione Text DOC 50 documentazione Riferimento d’archivio Text - 20 Collocazione IMMAGINI_ Text 20 fotografie/diapositive COLL IMMAGINI_ Collocazione disegni Text 50 COLL Codice di riferimento Text - 150 dell’archivio disegni Tipo d’indagine Text IND_TIPO 50 Responsabile scientifico Text - 75 dell’indagine Eseutore indagine Text - 150 Data dell’indagine Text - 20 Link alle immagini Text 100 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • tableRiferimenti scavo Field Name Data Type Domain Lenght Short ID - - Integer ID_SCAVO Text - 50 Collocazione Text DOC 50 documentazione Riferimento d’archivio Text - 20 Collocazione IMMAGINI_ Text 20 fotografie/diapositive COLL DOC: collocazione documentazione Code IMMAGINI_ description Collocazione disegni Text 50 COLL SEGB Segreteria ballatoio Codice di riferimento SEGT Segreteria piano terra Text - 150 dell’archivio disegni ARCc Archivio dr.ssa Catarsi M. Tipo d’indagine Text IND_TIPO 50 ARCm Archivio dr.ssa Marchi A. R. Responsabile scientifico Text - ARCb Archivio dr.ssa Bernabò Brea M. 75 dell’indagine BIB Dato esclusivamente bibliografico Eseutore indagine Text - 150 Data dell’indagine Text - 20 Link alle immagini Text 100 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • tableRiferimenti scavo Field Name Data Type Domain Lenght Short ID - - Integer ID_SCAVO Text - 50 Collocazione Text DOC 50 documentazione Riferimento d’archivio Text - 20 Collocazione IMMAGINI_ Text 20 fotografie/diapositive COLL IMMAGINI_ Collocazione disegni Text 50 COLL Codice di riferimento Text - 150 dell’archivio disegni Tipo d’indagine Text IND_TIPO 50 Responsabile scientifico Text - 75 dell’indagine Eseutore indagine Text - 150 Data dell’indagine Text - 20 Link alle immagini Text 100 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • table IMMAGINI_COLL: coll. doc. graficaRiferimenti scavo Code description Field Name Data Type Domain Lenght ARCHdise Archivio disegni Short ID - ARCHfoto - Archivio fotografico Integer ID_SCAVO Text - SEGB 50 Segreteria ballatoio Collocazione SEGT Segreteria piano terra Text DOC 50 documentazione ARCHc Archivio dr.ssa Catarsi M. Riferimento d’archivio Text - ARCHm 20 Archivio dr.ssa Marchi A. R. Collocazione IMMAGINI_ ARCb Archivio dr.ssa Bernabò Brea M. Text 20 fotografie/diapositive COLL IMMAGINI_ Collocazione disegni Text 50 COLL Codice di riferimento Text - 150 dell’archivio disegni Tipo d’indagine Text IND_TIPO 50 Responsabile scientifico Text - 75 dell’indagine Eseutore indagine Text - 150 Data dell’indagine Text - 20 Link alle immagini Text 100 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • tableRiferimenti scavo Field Name Data Type Domain Lenght Short ID - - Integer ID_SCAVO Text - 50 Collocazione Text DOC 50 documentazione Riferimento d’archivio Text - 20 Collocazione IMMAGINI_ Text 20 fotografie/diapositive COLL IMMAGINI_ Collocazione disegni Text 50 COLL Codice di riferimento Text - 150 dell’archivio disegni Tipo d’indagine Text IND_TIPO 50 Responsabile scientifico Text - 75 dell’indagine Eseutore indagine Text - 150 Data dell’indagine Text - 20 Link alle immagini Text 100 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • table IND_TIPO: tipo d’indagineRiferimenti scavo Code description Field Name Data Type Domain Lenght SCpro Scavo archeologico programmato Short ID - SCeme Scavo - archeologico demergenza Integer GE Indagini geofisiche ID_SCAVO Text - 50 TE Telerilevamento Collocazione Text DOC SC 50 Scavo archeologico documentazione Riferimento d’archivio Text CAR- 20 Carotaggio Collocazione RI IMMAGINI_ Ricognizione Text 20 fotografie/diapositive COLL Saggi di scavo archeologico nell’area SAG IMMAGINI_ contrassegnata Collocazione disegni Text 50 COLL NES Nessuna Codice di riferimento Text - 150 dell’archivio disegni Tipo d’indagine Text IND_TIPO 50 Responsabile scientifico Text - 75 dell’indagine Eseutore indagine Text - 150 Data dell’indagine Text - 20 Link alle immagini Text 100 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Scavi archeologici di posizionamento incerto Geometria: puntiforme In questo livello sono raccolti gli scavi archeologici per i quali non è disponibile nei documenti d’archivio l’esatto posizionamento dell’area oggetto dell’indagine e neppure l’esatta estensione di essa. Scavi archeologici di posizionamento certo Geometria: poligonale In questo livello sono raccolti gli scavi archeologici per i quali è disponibile nei documenti d’archivio l’esatto posizionamento dell’area oggetto dell’indagine e l’esatta estensione di essa.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree di scavo archeologicoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • feature class geometriaScavi archeologici di posizionamento incerto puntiformefeature class geometriaScavi archeologici di posizionamento certo poligonale Field Name Data Type Domain Lenght NOME Text - 50 ID Short Integer - 50 Località Text - 50 Indirizzo postale Text - 50 Tipo posizionamento Text POS_TIPO 50 Precisione posizionamento Short Integer POS_PREC 50 Quota massima dell’area in m s.l.m. Float - - Quota minima Float - - dell’area in m s.l.m. Profondità massima relativa in m Float - - Prondità del rinvenimento in m Float - - Stato di conservazione attuale Text CONS - Uso del suolo (sigla Corine LC 2003) Short Intger - Geologia sigla Text - 10 Visibilità archeologica di superficie Text VISIBILITÀ 10Data compilazione/ultimo aggiornamento scheda Text - 50 Nome compilatore Text - 50 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • feature class geometriaScavi archeologici di posizionamento incerto puntiformefeature class geometriaScavi archeologici di posizionamento certo poligonale Field Name Data Type Domain Lenght NOME Text - 50 ID Short Integer - 50 Località Text - 50 Indirizzo postale Text - 50 Tipo posizionamento Text POS_TIPO 50 Precisione posizionamento Short Integer POS_PREC 50 Quota massima dell’area in m s.l.m. Float - - Quota minima Float - - dell’area in m s.l.m. Profondità massima relativa in m Float - - Prondità del rinvenimento in m Float - - Stato di conservazione attuale Text CONS - Uso del suolo (sigla Corine LC 2003) Short Intger - Geologia sigla Text - 10 Visibilità archeologica di superficie Text VISIBILITÀ 10Data compilazione/ultimo aggiornamento scheda Text - 50 Nome compilatore Text - 50 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • feature class geometriaScavi archeologici di posizionamento incerto puntiformefeature class geometriaScavi archeologici di posizionamento certo poligonale Field Name Data Type Domain Lenght NOME Text - 50 ID Short Integer - 50 Località Text - 50 Indirizzo postale Text - 50 Tipo posizionamento Text POS_TIPO 50 Precisione posizionamento Short Integer POS_PREC 50 Quota massima dell’area in m s.l.m. Float - - Quota minima Float - - dell’area in m s.l.m. Profondità massima relativa in m Float - - Prondità del rinvenimento in m Float - - Stato di conservazione attuale Text CONS - Uso del suolo (sigla Corine LC 2003) Short Intger - Geologia sigla Text - 10 Visibilità archeologica di superficie Text VISIBILITÀ 10Data compilazione/ultimo aggiornamento scheda Text - 50 Nome compilatore Text - 50 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • tableRiferimenti scavo Field Name Data Type Domain Lenght Short ID - - Integer ID_SCAVO Text - 50 Collocazione Text DOC 50 documentazione Riferimento d’archivio Text - 20 Collocazione IMMAGINI_ Text 20 fotografie/diapositive COLL IMMAGINI_ Collocazione disegni Text 50 COLL Codice di riferimento Text - 150 dell’archivio disegni Tipo d’indagine Text IND_TIPO 50 Responsabile scientifico Text - 75 dell’indagine Eseutore indagine Text - 150 Data dell’indagine Text - 20 Link alle immagini Text 100 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • tableRiferimenti scavo Field Name Data Type Domain Lenght Short ID - - Integer ID_SCAVO Text - 50 Collocazione Text DOC 50 documentazione Riferimento d’archivio Text - 20 Collocazione IMMAGINI_ Text 20 fotografie/diapositive COLL IMMAGINI_ Collocazione disegni Text 50 COLL Codice di riferimento Text - 150 dell’archivio disegni Tipo d’indagine Text IND_TIPO 50 Responsabile scientifico Text - 75 dell’indagine Eseutore indagine Text - 150 Data dell’indagine Text - 20 Link alle immagini Text 100 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • tableRiferimenti scavo Field Name Data Type Domain Lenght Short ID - - Integer ID_SCAVO Text - 50 Collocazione Text DOC 50 documentazione Riferimento d’archivio Text - 20 Collocazione IMMAGINI_ Text 20 fotografie/diapositive COLL IMMAGINI_ Collocazione disegni Text 50 COLL Codice di riferimento Text - 150 dell’archivio disegni Tipo d’indagine Text IND_TIPO 50 Responsabile scientifico Text - 75 dell’indagine Eseutore indagine Text - 150 Data dell’indagine Text - 20 Link alle immagini Text 100 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • tableRiferimenti scavo Field Name Data Type Domain Lenght Short ID - - Integer ID_SCAVO Text - 50 Collocazione Text DOC 50 documentazione Riferimento d’archivio Text - 20 Collocazione IMMAGINI_ Text 20 fotografie/diapositive COLL IMMAGINI_ Collocazione disegni Text 50 COLL Codice di riferimento Text - 150 dell’archivio disegni Tipo d’indagine Text IND_TIPO 50 Responsabile scientifico Text - 75 dell’indagine Eseutore indagine Text - 150 Data dell’indagine Text - 20 Link alle immagini Text 100 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Documentazione di scavo 29% 71% Scavi documentati Scavi non documentati G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • table Bibliografia Data Field Name Domain Lenght Type Short ID - - Integer ID_SCAVO Text - 50 Riferimento 214748 Text - bibliografico 3647 Pagine Text - 50G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Segnalazioni archeologiche di posizionamento incerto Geometria: puntiforme Segnalazioni per le quali non è disponibile nei documenti d’archivio l’esatto posizionamento dell’area caratterizzata dai rinvenimenti. Sono in massima parte il frutto di rinvenimenti fortuiti o di semplici ricerche di superficie, intraprese generalmente da archeologi professionisti o semplici appassionati locali. Segnalazioni archeologiche di posizionamento certo Geometria: poligonale Segnalazioni per le quali è disponibile nei documenti d’archivio l’esatto posizionamento dell’area caratterizzata dai rinvenimenti.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree di segnalazione archeologicaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • feature class geometriaSegnalazioni archeologiche di posizionamento puntiformeincertofeature class geometriaSegnalazioni archeologiche di posizionamento poligonalecerto Field Name Data Type Domain Lenght NOME Text - 50 ID_SEGNALAZIONE Short Integer - 50 Località Text - 50 Indirizzo postale Text - 50 Tipo posizionamento Text POS_TIPO 50 Precisione posizionamento Short Integer POS_PREC 50 Quota dell’area in m s.l.m. Float - -Uso del suolo (sigla Corine LC 2003) Short Intger - Geologia sigla Text - 10 Visibilità archeologica superficiale Text - 10 Data compilazione/ Text - 50 ultimo aggiornamento scheda Nome compilatore Text - 50 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • feature class geometriaSegnalazioni archeologiche di posizionamento puntiformeincertofeature class geometriaSegnalazioni archeologiche di posizionamento poligonalecerto Field Name Data Type Domain Lenght NOME Text - 50 ID_SEGNALAZIONE Short Integer - 50 Località Text - 50 Indirizzo postale Text - 50 Tipo posizionamento Text POS_TIPO 50 Precisione posizionamento Short Integer POS_PREC 50 Quota dell’area in m s.l.m. Float - -Uso del suolo (sigla Corine LC 2003) Short Intger - Geologia sigla Text - 10 Visibilità archeologica superficiale Text - 10 Data compilazione/ Text - 50 ultimo aggiornamento scheda Nome compilatore Text - 50 G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • table Riferimenti segnalazioni Data Field Name Domain Lenght Type Short ID SEGNALAZIONE - 50 Integer Collocazione Text DOC 50 documentazione Riferimento d’archivio Text - 20 Tipo d’indagine Text IND_TIPO 50 Eseutore indagine Text - 150 Data dell’indagine Text - 20 CRON_ Cronologia generica Text 50 GEN CRON_ Cronologia generica 2 Text 50 GEN CRON_ Cronologia generica 3 Text 50 GEN Descrizione del Text - 255 rinvenimento Note Text - 75G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree di segnalazione archeologicaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree di segnalazione archeologicaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Centuriazione romana Geometria: lineare In questo livello sono inseriti gli elementi del paesaggio moderno che ricalcano il percorso degli antichi assi della centuriazione di età romana.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • CenturiazioneG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Centiruazione romana Geometria: lineare In questo livello sono inseriti gli elementi del paesaggio moderno che ricalcano il percorso degli antichi assi della centuriazione di età romana.feature class geometriaCentiruazione romana lineare Data Lengh Field Name Domain Type t Riferimento Text - 50 bibliografico G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Aree di segnalazione archeologicaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • ElaborazioniG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico si presenta come un contenitore organizzato di dati, archeologici e non, e deve essere uno strumento in grado di utilizzare tali dati sia ai fini della ricerca storica, sia a scopi di tutela e prevenzioneG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico si presenta come un contenitore organizzato di dati, archeologici e non, e deve essere uno strumento in grado di utilizzare tali dati sia ai fini della ricerca storica, sia a scopi di tutela e prevenzione attraverso l’elaborazione di strumenti cartografici che permettano di descrivere gli elementi archeologici noti di un territorio (CARTA ARCHEOLOGICA e CARTE CRONOLOGICO-TEMATICHE) e,inoltre, che permettano di ipotizzare in anticipo il potenziale archeologico di una determinata area in cui non sono noti rinvenimenti (CARTA DI POTENZIALITÀ ARCHEOLOGICA) G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta Archeologica La Carta Archeologica ha il compito di indicare nel dettaglio la posizione dei singoli scavi, delle segnalazioni, delle aree vincolate, delle aree di assenza archeologica e delle aree centuriate.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta Archeologica La Carta Archeologica ha il compito di indicare nel dettaglio la posizione dei singoli scavi, delle segnalazioni, delle aree vincolate, delle aree di assenza archeologica e delle aree centuriate. Essa è corredata dalle Schede di Area Archeologica che compendiano le informazioni raccolte su ciascuna area presente sulla Carta e all’interno del S.I.T.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta Archeologica La Carta Archeologica ha il compito di indicare nel dettaglio la posizione dei singoli scavi, delle segnalazioni, delle aree vincolate, delle aree di assenza archeologica e delle aree centuriate. Essa è corredata dalle Schede di Area Archeologica che compendiano le informazioni raccolte su ciascuna area presente sulla Carta e all’interno del S.I.T. Questa carta può essere considerata il primo livello di analisi dei dati raccolti, poiché essa non risulta da un processo interpretativo degli attributi degli elementi raccolti, ma presenta semplicemente i rinvenimenti attraverso il loro posizionamento topografico.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta Archeologica La qualità della carta è strettamente connessa alla qualità del posizionamento dei singoli rinvenimenti.Quasi la metà dei rinvenimenti è posizionato con precisione buona (ca. 48%), un terzo è posizionato con precisione scarsa (ca. 32%) e solo un quinto è posizionato con precisione esatta (ca. 19 %). Questa situazione è imputabile ad un insieme di cause diverse, ma in particolare alle modalità di posizionamento impiegate al momento della scoperta e al tipo di documentazione presente negli Archivi della Soprintendenza.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta ArcheologicaIl territorio comunale è stato suddiviso in una griglia di 24 rettangoli di 4x4,7 km a cui corrispondono altrettanti fogli in scala 1:5.000.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta Archeologica del ComuneG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta Archeologica del ComuneG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta Archeologica del ComuneG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta Archeologica del Centro StoricoPer il Centro Storico sono stati elaborati quattro Fogli speciali in scala 1:2.000. Tutti i fogli si sovrappongono tra loro di ca. 100 m.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta Archeologica del Centro StoricoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche Cronologia dei siti noti da scavi archeologici Non databile Moderno Medievale Tardoantico Romano Ferro Bronzo Eneolitico Neolitico 0 50 100 150 200 250 300 Non Neolitico Eneolitico Bronzo Ferro Romano Tardoantico Medievale Moderno databilen. siti 13 7 29 24 264 30 111 96 70G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Comune Neolitico anticoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del ComuneNeolitico evoluto Neolitico recente G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Comune Tutti i rinvenimenti ascrivibili al Neolitico sono collocati oltre i 55 m s.l.m. e, in particolare, gli insediamenti noti si trovano nella fascia dell’alta pianura compresa tra i 55 e i 95 m, sulle conoidi appenniniche pleistoceniche o alle pendici di esse. Evidentemente i primi villaggi privilegiarono l’alta pianura per diversi motivi: per la minore possibilità di essere travolti dalle esondazioni dei corsi d’acqua; per la presenza di terreni di consistenza più sciolta (sabbiosi e sabbioso-pelitici) che, rispetto a quelli prevalentemente argillosi della bassa pianura, garantivano un miglior drenaggio e consentivano una lavorazione più semplice e meno faticosa; le basi delle conoidi sono zone in cui c’è grande disponibilità d’acqua: difatti, il passaggio dei sedimenti dalla granulometria grossolana a quella limo-argillosa più impermeabile rallenta il flusso delle acque sotterranee ed esse spesso emergono in modo spontaneo sotto forma di risorgive.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Comune EneoliticoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del ComuneEtà del Bronzo antico Età del Bronzo medio G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del ComuneEtà del Bronzo recente G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Comune Età del FerroG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Comune Età Romana RepubblicanaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Comune Età Romana ImperialeG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Comune Età Tardo-anticaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro StoricoLe Carte Cronologico-Tematiche presentano l’evoluzione diacronica del nucleo urbano.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro StoricoLe Carte Cronologico-Tematiche presentano l’evoluzione diacronica del nucleo urbano.Partendo dalla cronologia dei rinvenimenti sono state realizzate per le principali fasi di sviluppo storico della città (età del Bronzo, Romana repubblicana e imperiale, Tardo-antica, Longobarda, Altomedievale e Bassomedievale, Moderna) considerando periodizzazioni molto ampie, delimitate da modificazioni sensibili dell’area cittadina in termini di estensione aerale e di funzione.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro StoricoLe Carte Cronologico-Tematiche presentano l’evoluzione diacronica del nucleo urbano.Partendo dalla cronologia dei rinvenimenti sono state realizzate per le principali fasi di sviluppo storico della città (età del Bronzo, Romana repubblicana e imperiale, Tardo-antica, Longobarda, Altomedievale e Bassomedievale, Moderna) considerando periodizzazioni molto ampie, delimitate da modificazioni sensibili dell’area cittadina in termini di estensione aerale e di funzione.Per ogni fase sono state considerate le differenti tipologie di strutture e reperti rinvenuti, in modo da poter discriminare anche aree a differente destinazione funzionale: residenziale urbana, residenziale suburbana, pubblica, religiosa e cimiteriale.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età del BronzoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età del BronzoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro StoricoNon sono ricostruzioni vere e proprie del nucleo urbano, ma ipotizzano l’estensione minima della città accertata archeologicamente per ciascun periodo, partendo proprio dall’area interessata dai rinvenimenti.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro StoricoNon sono ricostruzioni vere e proprie del nucleo urbano, ma ipotizzano l’estensione minima della città accertata archeologicamente per ciascun periodo, partendo proprio dall’area interessata dai rinvenimenti.Considerato, infatti, che a differenza delle campagne un nucleo urbano è caratterizzato da un tessuto insediativo continuo, con un certo grado di precisione è possibile ricostruire, per ogni fase, l’estensione minima della città considerando come limite i rinvenimenti strutturali di tipo urbano relativamente più marginali, e supponendo che all’interno di tale margine si sviluppasse la città o l’insediamento senza una sensibile soluzione di continuità.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età Romana RepubblicanaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età Romana RepubblicanaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro StoricoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età Romana RepubblicanaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età Romana RepubblicanaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età Romana RepubblicanaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età Romana ImperialeG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età Romana ImperialeG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età Romana ImperialeG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età Tardo-anticaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età Tardo-anticaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età Tardo-anticaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età AltomedievaleG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età AltomedievaleG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età BassomedievaleG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età BassomedievaleG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Età ModernaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Inoltre, un altro limite di queste elaborazioni è costituito dai numerosi rinvenimenti che non sono datati con precisione.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Inoltre, un altro limite di queste elaborazioni è costituito dai numerosi rinvenimenti che non sono datati con precisione.A parte il 10% per i quali non è determinabile una cronologia neppure generica, numerosi sono i rinvenimenti, sia di età romana, sia medievale, sia moderna, che non sono databili ad un sottoperiodo preciso, ma che sono inquadrabili solamente in età romana o medievale o moderna generica.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: le Carte Cronologico-tematiche del Centro Storico Inoltre, un altro limite di queste elaborazioni è costituito dai numerosi rinvenimenti che non sono datati con precisione.A parte il 10% per i quali non è determinabile una cronologia neppure generica, numerosi sono i rinvenimenti, sia di età romana, sia medievale, sia moderna, che non sono databili ad un sottoperiodo preciso, ma che sono inquadrabili solamente in età romana o medievale o moderna generica. Per l’età romana per quasi la metà dei rinvenimenti non è disponibile una datazione precisa, per l’età medievale questa percentuale scende al 20%, mentre per l’età moderna è di poco superiore a quest’ultima, il 23%.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità ArcheologicaCon potenzialità archeologica di un territorio s’intende l’insieme degli elementi archeologici noti (depositi, strutture e reperti) e di quelli ipotetici, cioè desumibili sia dalla semplice analisi degli elementi noti, sia dall’interpretazione di questi in rapporto alle caratteristiche geomorfologiche, geografiche e storiche del territorio stesso.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità ArcheologicaCon potenzialità archeologica di un territorio s’intende l’insieme degli elementi archeologici noti (depositi, strutture e reperti) e di quelli ipotetici, cioè desumibili sia dalla semplice analisi degli elementi noti, sia dall’interpretazione di questi in rapporto alle caratteristiche geomorfologiche, geografiche e storiche del territorio stesso.La Carta della Potenzialità Archeologica fornisce, quindi, un quadro sintetico delle caratteristiche archeologiche dell’intero comune, e quella del Comune di Parma è costituita da una Carta della Potenzialità Archeologica del territorio comunale e da una Carta della Potenzialità Archeologica del Centro Storico di maggiore dettaglio.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune Le carte sono state elaborate attenendosi alle linee guida preliminari messe a disposizione dalla Soprintendenza Archeologica della Regione Emilia Romagna.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune Le carte sono state elaborate attenendosi alle linee guida preliminari messe a disposizione dalla Soprintendenza Archeologica della Regione Emilia Romagna. In base a queste, la carta deve esprimere la sintesi critica derivata dall’analisi incrociata dei dati della Carta Archeologica tradizionale con le informazioni derivate da altri tematismi, come, in particolare, le carte geologiche, geomorfologiche, di uso del suolo e la cartografia storica.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune Le carte sono state elaborate attenendosi alle linee guida preliminari messe a disposizione dalla Soprintendenza Archeologica della Regione Emilia Romagna. In base a queste, la carta deve esprimere la sintesi critica derivata dall’analisi incrociata dei dati della Carta Archeologica tradizionale con le informazioni derivate da altri tematismi, come, in particolare, le carte geologiche, geomorfologiche, di uso del suolo e la cartografia storica. Il risultato deve essere la definizione di aree con caratteristiche omogenee dal punto di vista dei depositi archeologici, accertati o prevedibili, e da quello del loro livello di conservazione. Tali zone devono essere definite da brevi note descrittive, che ne chiariscano le caratteristiche archeologiche, con particolare attenzione per la presenza/assenza di depositi conservati, del loro grado di conservazione e delle profondità di giacitura.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune Sulla base dei dati raccolti è stata realizzata una duplice e parallela suddivisione del territorio comunale in aree che si caratterizzano per un diverso tipo di potenzialità:G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune Sulla base dei dati raccolti è stata realizzata una duplice e parallela suddivisione del territorio comunale in aree che si caratterizzano per un diverso tipo di potenzialità:- la prima suddivisone valuta lo stato di conservazione dei depositi archeologici noti da scavi e segnalazioni;G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune Sulla base dei dati raccolti è stata realizzata una duplice e parallela suddivisione del territorio comunale in aree che si caratterizzano per un diverso tipo di potenzialità:- la prima suddivisone valuta lo stato di conservazione dei depositi archeologici noti da scavi e segnalazioni;- la seconda è una sintesi critica di tutti i dati e tematismi raccolti, oltre a quelli archeologici anche quelli geologici, geomorfologici e di uso del suolo.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune PRIMA SUDDIVISIONELa prima suddivisione del territorio è stata realizzata in base allo stato di conservazione attuale dei depositi archeologici noti e del grado di certezza della presenza di essi.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune PRIMA SUDDIVISIONELa prima suddivisione del territorio è stata realizzata in base allo stato di conservazione attuale dei depositi archeologici noti e del grado di certezza della presenza di essi. Si tratta di una classificazione del territorio comunale in superfici corrispondenti a sette tipologie di potenzialità archeologica appositamente elaborate. Il risultato è una mappa tematica in cui ogni area è denominata da un codice numerico di potenzialità (da “0” a “6”), esplicativo della presenza/assenza di depositi archeologici.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune PRIMA SUDDIVISIONEG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune PRIMA SUDDIVISIONEG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune SECONDA SUDDIVISIONE La seconda suddivisone, che deve essere letta parallelamente e in sovrapposizione alla prima, è il risultato di una sintesi critica elaborata sulla base della cronologia dei depositi geologici del territorio, delle caratteristiche geomorfologiche e delle caratteristiche dei rinvenimenti archeologici. Questa seconda mappa tematica completa le indicazioni di presenza/assenza dei depositi fornite da quella precedente, con la descrizione delle caratteristiche storico-archeologiche dei depositi stessi.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune SECONDA SUDDIVISIONEG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune SECONDA SUDDIVISIONE La suddivisione in aree segue la ripartizione dei depositi geologici presente nella “Carta Geologica Regionale”, in modo tale che ogni area presenti al tetto depositi omogenei dal punto di vista dei fenomeni di formazione e della cronologia di deposizione. La cronologia di deposizione, infatti, è fondamentale per comprendere l’evoluzione del paesaggio e stabilire quali zone hanno subito sensibili modifiche nel corso del tempo, oltre che per stabilire da che momento cronologico una superficie è stata esposta.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune SECONDA SUDDIVISIONE La suddivisione in aree segue la ripartizione dei depositi geologici presente nella “Carta Geologica Regionale”, in modo tale che ogni area presenti al tetto depositi omogenei dal punto di vista dei fenomeni di formazione e della cronologia di deposizione. La cronologia di deposizione, infatti, è fondamentale per comprendere l’evoluzione del paesaggio e stabilire quali zone hanno subito sensibili modifiche nel corso del tempo, oltre che per stabilire da che momento cronologico una superficie è stata esposta. Le aree A e B, ad esempio, ospitano depositi di piana alluvionale datati a partire dall’età Tardoantica (IV-VI sec. d.C.) che, comprensibilmente, hanno obliterato con alcuni metri di sedimenti i depositi archeologici precedenti e hanno reso le aree paludose e poco ospitali almeno fino al Basso Medioevo. Non è un caso che tali zone presentino un numero scarsissimo di rinvenimenti.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune SECONDA SUDDIVISIONE Area A - L’area è caratterizzata dalla presenza di depositi di piana alluvionale riferibili ai torrenti Taro e Parma: di canale e argine prossimale ad est, di argine distale ad ovest e, nell’area centrale, depositi di palude. Tutti i depositi sono comunemente datati a partire dall’Età Tardo-antica (dal IV-VI sec. d.C.). Si tratta di un’area depressa che, in seguito al venir meno del costante controllo sul territorio di età Romana, risultò certamente una zona di richiamo per i sedimenti, ed è inoltre probabile che dallo stesso momento essa sia stata interessata da spostamenti del T. Parma: lodimostrerebbero l’accentuato gomito di deviazione nei pressi di Baganzola e i ventagli ditracimazione in coincidenza di esso, indizi che lasciano supporre un percorso più occidentaleper il torrente, oltre alla scarsissima conservazione del reticolo della centuriazione.In quest’area sono concentrati esclusivamente 2 rinvenimenti da scavo (un canale moderno euna canaletta romana a 1,5 m di profondità), posti presso il limite meridionale dell’area epresumibilmente risparmiati dai depositi alluvionali, mentre è nota una sola segnalazione dimateriale affiorante, non a caso di materiale di età medievale. >>>>>> G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune SECONDA SUDDIVISIONE >>>>>> La scarsezza di rinvenimenti da scavo potrebbe essere una conseguenza delle ben poche trasformazioni antropiche avvenute nel territorio: si tratta di una zona caratterizzata quasi esclusivamente da terreni ad uso agricolo seminativo, con rare aree residenziali e industriali; ciò risulta molto evidente anche dal confronto con la Carta Storica Regionale; ugualmente, la scarsezza di segnalazioni di materiale affiorante potrebbe essere dovuta alla carenza di indagini nella zona.Tuttavia, in entrambi i casi, è altamente probabile che tale situazione sia da imputareall’eccessiva profondità a cui i rinvenimenti archeologici dovrebbero essersi conservati. Èevidente che in questo settore insistono attualmente depositi di origine alluvionale che hannoobliterato, o cancellato, gli elementi archeologici. Questi, comunque, potrebbero essersiconservati ad una elevata profondità, che può essere stimata intorno ai 2-3 m sulla base delconfronto con le quote dell’area I dove tali depositi non sono presenti. G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune SECONDA SUDDIVISIONE Area I - L’area è caratterizzata dalla presenza di depositi di canale e argine indifferenziati, comunemente datati a partire dal Pleistocene Superiore/Mesolitico all’età Romana.In quest’area sono noti 20 rinvenimenti da scavo pari al 8% del totale, e 18 segnalazioni, pari al 5%. Se consideriamo che l’area di questa zona corrisponde a circa il 4,7% di tutto il comune, vediamo che abbiamo una concentrazione relativamente elevata di rinvenimenti da scavo, in particolare nel settore sud-occidentale, che rispetto a quello settentrionale risulta più alto di dieci m s.l.m. Per quanto riguarda le segnalazioni potrebbero essere utilmente integrate da ricerche di superficie nel settore nord- orientale, considerando anche l’ottima visibilità superficiale di cui gode questa zona, grazie ad un uso del suolo prevalentemente agricolo di tipo seminativo.I rinvenimenti sono cronologicamente inquadrabili nel Neolitico, nell’età del Bronzo, del Ferro (ancheEtrusca), Romana, Medievale e Rinascimentale, mostrando un popolamento relativamente continuo nellazona. Anche il reticolo centuriale è molto ben conservato in tutta l’area. Il tetto della stratigrafia archeologicaè mediamente posto tra 0,5 e 1 m.Appare evidente che si tratta di una zona risparmiata dai pesanti fenomeni di deposizione che hanno colpitole aree circostanti, e dove per questo si sono ben conservati depositi archeologici di ogni periodo. G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune In conclusione, la Carta della Potenzialità Archeologica del Comune, con le sue due suddivisioni, ci informa, da un lato, su quali depositi archeologici dovremmo incontrare, illustrandone la cronologia, la potenza e la profondità in rapporto alla geologia e alla geomorfologia del territorio (suddivisione 2), dall’altro ci descrive lo stato di conservazione di quegli stessi depositi, informandoci se essi siano già stati asportati o se siano ancora in posto (suddivisione 1).G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Centro StoricoLa Carta della Potenzialità Archeologica del Centro Storico è stata concepita per offrire un quadro di maggiore dettaglio rispetto a quello già offerto nella Carta territoriale.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Centro StoricoLa Carta della Potenzialità Archeologica del Centro Storico è stata concepita per offrire un quadro di maggiore dettaglio rispetto a quello già offerto nella Carta territoriale.Le Carte Cronologico-Tematiche sono state sovrapposte e sommate tramite la funzione union dell’ArcToolbox di ESRI ArcGIS e si è ottenuta una suddivisione del tessuto urbano in aree distinte dalla complessità della stratificazione, sulla base, cioè, del numero di fasi archeologiche presenti e della destinazione funzionale.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Centro StoricoLa Carta della Potenzialità Archeologica del Centro Storico è stata concepita per offrire un quadro di maggiore dettaglio rispetto a quello già offerto nella Carta territoriale.Le Carte Cronologico-Tematiche sono state sovrapposte e sommate tramite la funzione union dell’ArcToolbox di ESRI ArcGIS e si è ottenuta una suddivisione del tessuto urbano in aree distinte dalla complessità della stratificazione, sulla base, cioè, del numero di fasi archeologiche presenti e della destinazione funzionale.Infatti, ciascuna area così elaborata include al proprio interno depositi omogenei dal punto di vista cronologico e funzionale, vale a dire dal punto di vista della potenzialità archeologica.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Centro StoricoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Centro StoricoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Centro StoricoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Centro Storico Infatti, ciascuna area così elaborata include al proprio interno depositi omogenei dal punto di vista cronologico e funzionale, vale a dire dal punto di vista della potenzialità archeologica.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Centro StoricoG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Centro Storico Area 74 - Nell’area sono noti depositi e strutture di età tardoantica, tra cui resti delle mura di cinta e di una fontana, ed alcune sepolture ad inumazione di età altomedievale. Inoltre, in base alle Carte Cronologico- Tematiche elaborate, dovrebbero essere presenti depositi relativi alla città in età romana imperiale, in età bassomedievale e farnesiana o posteriore, ma che finora non sono stati individuati archeologicamente. La stratigrafia archeologica nota è compresa almeno tra 1 e 4 m di profondità.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Centro Storico Area 74 - Nell’area sono noti depositi e strutture di età tardoantica, tra cui resti delle mura di cinta e di una fontana, ed alcune sepolture ad inumazione di età altomedievale. Inoltre, in base alle Carte Cronologico-Tematiche elaborate, dovrebbero essere presenti depositi relativi alla città in età romana imperiale, in età bassomedievale e farnesiana o posteriore, ma che finora non sono stati individuati archeologicamente. La stratigrafia archeologica nota è compresa almeno tra 1 e 4 m di profondità.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • Elaborazioni: la Carta della Potenzialità Archeologica del Centro Storico Area 74 - Nell’area sono noti depositi e strutture di età tardoantica, tra cui resti delle mura di cinta e di una fontana, ed alcune sepolture ad inumazione di età altomedievale. Inoltre, in base alle Carte Cronologico- Tematiche elaborate, dovrebbero essere presenti depositi relativi alla città in età romana imperiale, in età bassomedievale e farnesiana o posteriore, ma che finora non sono stati individuati archeologicamente. La stratigrafia archeologica nota è compresa almeno tra 1 e 4 m di profondità.G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • In conclusione… Principali risultati raggiunti: - informatizzazione dell’archivio cartaceo della Soprintendenza e dei dati bibliografici - realizzazione della prima carta archeologica del territorio - realizzazione della prima carta di potenzialità archeologica del territorio e di un modello metodologico- analisi del popolamento, anche alla luce della rilettura di vecchi scavi dimenticati e del confronto con la geologia e geomorfologia locale - precisazione dell’evoluzione del nucleo urbano di ParmaG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • In conclusione…… ma il progetto non può dirsi completamente concluso, poichè rimane ancora da fare:- inserimento all’interno del PSC delle cartografie tematiche (in corso e previsto nel 2011)- pubblicazione on-line del lavoro con un web-GIS dedicato (in seguito all’inserimento nel PSC)G. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010
    • FINEG. Bigliardi – Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma – Siena, 2 dicembre 2010