Your SlideShare is downloading. ×
0
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
VAS.VAS
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

VAS.VAS

194

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
194
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Valutazione ambientale strategicaValutazione ambientale strategicaEliot LaniadoIEIIT-CNRCentro Ambiente-Poliedra, Politecnico di MilanoE-mail: laniado@elet.polimi.itVASVASValutazioneAmbientaleStrategica
  • 2. ValutazioneambientalestrategicaVVsCause di inefficienza del mercatoCause di inefficienza del mercatoTeorema della manoinvisibile Equilibrio generaleSistema economicoViolazione delle ipotesi beni che non passanoattraverso il mercato beni che si consumano inmodo incompatibile con ilmeccanismo diIndivisibilità nel consumo:Esternalità:...
  • 3. ValutazioneambientalestrategicaVVsNecessità dell’intervento pubblicoNecessità dell’intervento pubblicoSegnale di prezzo errato Sovra-utilizzo della risorsaIn quale modo si può intervenire?Consumo individuale Consumo indivisibileEsternalitàEsempi: qualità dell’aria, paesaggio, ...
  • 4. ValutazioneambientalestrategicaVVsStrumenti per il processoStrumenti per il processodecisionaledecisionaleValutazione d’Impatto AmbientaleValutazione Ambientale StrategicaAnalisi Costi BeneficiAnalisi Costi EfficaciaAnalisi a Molti Criteri• Presenza di alternative• Presenza di obiettiviconflittuali• Soggettività nellavalutazionePartecipazioneal processodecisionaleIntegrazionetra aspetti“tecnici”e aspetti“procedurali”
  • 5. ValutazioneambientalestrategicaVVsIl percorso normativo: l’ambienteIl percorso normativo: l’ambienteOpere: VIA (Direttiva 85/337/CEE)Siti produttivi: EMAS (Regolamento CE1836/93)Organizzazioni: EMAS Territoriale/didistretto (Regolamento CE 761/2001)Piani e programmi: VAS (Direttiva2001/42/CEE)Politiche UE: Valutazione d’ImpattoIntegrata (COM 276/2002)
  • 6. ValutazioneambientalestrategicaVVsIl percorso normativo: la partecipazioneIl percorso normativo: la partecipazioneAgenda 21 Locale (Rio de Janeiro, 1992)Azione 21 Locale (Johannesburg, 2002)Carta di Aalborg (1994)Impegni di Aalborg (Aalborg + 10, 2004)Convenzione di Aarhus (UNECE, 25 giugno 1998):accesso alle informazioni, partecipazione del pubblico aiprocessi decisionali, accesso alla giustizia in materiaambientaleDirettiva UE sull’accesso al pubblico dell’informazioneambientale (2003/4/CE)Direttiva UE sulla partecipazione in materia di piani eprogrammi (2003/35/CE)
  • 7. ValutazioneambientalestrategicaVVsSistemi gerarchici Sistemi a reteSistemi gerarchici Sistemi a reteCommand and control/GovernmentGovernanceUn obiettivo(riduzione dellacomplessità)Molti obiettivi(esplicitazione dellacomplessità)Un decisore Molti attoriInformazione centralizzata Informazione condivisaConsultazione Partecipazione attivaMetodi di ottimizzazione(algoritmi)Sistemi di supporto alledecisioni (DSS)
  • 8. ValutazioneambientalestrategicaVVsIl sistema di supporto alle decisioniIl sistema di supporto alle decisioniNon esiste una soluzione ottima dal punto di vista tecnicoIl sistema di supporto alle decisioni consente difornire informazioni a chi deve decidererendere trasparente la decisioneTrasparenzaRipercorribilitàPartecipazione
  • 9. ValutazioneambientalestrategicaVVsLe fasi del sistema di supporto alle decisioniLe fasi del sistema di supporto alle decisioniSoftware per lacomunicazione delleprocedureCatalogo dei datiWebGisSoftware per larappresentazione delpercorso logicoSoftware per ilconfronto tra lealternative e lagestione del conflittoORIENTAMENTO E PARTECIPAZIONE Impostare e gestire il processo nelle diverse fasi Facilitare la comunicazione Favorire la partecipazioneFASI DSSAnalisi territoriale e definizione delle alternative Analisi SWOT Cartografia tematica (GIS)...Stima degli effetti delle alternative Grafi, matrici Modelli di simulazione e previsione Analisi del rischio...Valutazione e confronto delle alternativeMetodi di analisi a molti criteriAnalisi di sensitività e gestione del conflitto...
  • 10. ValutazioneambientalestrategicaVVsDallaDalla VIA alla VASVIA alla VASApproccio per opere singoleApproccio per opere singole Approccio per areeMomento specificoMomento specifico ProcessoProcessoSeparata dalla progettazione Integrata nella pianificazioneValutazione di impattoValutazione di impattoambientaleambientaleValutazione Ambientale diValutazione Ambientale dipiani e programmipiani e programmiDescrizione parzialealternativeDescrizione dettagliataalternative “ragionevoli”Consultazione/partecipazioneConsultazione/partecipazionepassivapassivaConsultazione/partecipazioneConsultazione/partecipazioneattivaattivaAutorizzazione formale daAutorizzazione formale daparte di un ente esternoparte di un ente esternoProcedura interna all’enteProcedura interna all’enteresponsabile del pianoresponsabile del piano
  • 11. ValutazioneambientalestrategicaVVsIl ruolo del piano strategicoIl ruolo del piano strategico orientamenti strategici definizione degli scenari strumenti conoscitivi definizione di vincoli, aree problema, priorità definizione di tipologie d’intervento (per aree problema) strumenti per il potenziamento delle capacitàprogrammatorie e progettuali degli operatori stima degli effetti potenziali per tipologia d’intervento criteri di valutazione (articolati per aree problema) strumenti di supporto alla partecipazione ed allanegoziazione monitoraggio (osservatorio permanente)Il piano strategico vive nel tempo. I piani di settore ed iprogetti si confrontano con i suoi orientamenti e criteri edusano i suoi strumenti.
  • 12. ValutazioneambientalestrategicaVVsAmbito di applicazioneAmbito di applicazioneDalla direttiva• Lista positiva(piani e programmi soggetti a valutazione ambientale)• Lista negativa(piani e programmi esclusi dalla valutazione ambientale)ELENCHIPiani soggetti a verifica di esclusioneIn caso di proposta di esclusione:• Conferenza di verifica con alcuni soggetti predefiniti• Pareri obbligatori, ma non vincolanti• Pubblicazione pareri1 /3
  • 13. ValutazioneambientalestrategicaVVsLista positivaLista positivaPiani inerenti i seguenti settoriAgricolturaForestePescaEnergiaIndustriaTrasportiGestione rifiutiGestione acqueTelecomunicazioniTuristicoPianificazione TerritorialeDestinazione dei suoliQuadro di riferimento per l’autorizzazione dei progettielencati negli allegati I e II della direttiva 85/337/CEIn caso di piccole aree a livello locale e per le modifiche minori di piani eprogrammi la valutazione ambientale è necessaria solo in caso di effettisignificativi sull’ambiente2 /3
  • 14. ValutazioneambientalestrategicaVVsLista negativaLista negativaPiani inerenti i seguenti settoriPiani e programmi destinati esclusivamente a scopi di difesa nazionale e diprotezione civilePiani e programmi finanziari o di bilancioLa direttiva NON si applica a piani e programmi finanziati dai fondistrutturali Europei e del fondo Europeo agricolo di orientamento egaranzia3 /3
  • 15. ValutazioneambientalestrategicaVVsIl progetto europeo enenplan:plan: obiettiviobiettiviFavorire lo scambio di know-how e la cooperazionetra le Regioni al fine di: fornire orientamenti per il recepimento della direttiva 2001/42/CEall’interno dell’ordinamento regionale mettere a punto uno strumento metodologico comune econdiviso per l’introduzione della Valutazione Ambientale di pianie programmi1 /7
  • 16. ValutazioneambientalestrategicaVVsIl progetto europeo enenplan:plan: partnerpartner1. Regione Lombardia (capofila)2. Regione Piemonte3. Regione Autonoma Valle d’Aosta4. Regione Liguria5. Regione Emilia-Romagna6. Regione Toscana1. Generalitat de Catalunya2. Región de Murcia3. Junta de Andalucía4. Govern de les Illes BalearsITALIASPAGNA2 /7
  • 17. ValutazioneambientalestrategicaVVsIl progetto europeo enenplan:plan: organigrammaorganigramma Sovrintende all’attuazionedel progetto Garantisce ilcoordinamento delle attività Coordina la promozione ela pubblicità del progetto Approva i risultati diprogettoComitato di Pilotaggio(rappresentanti dei partner)Comitato Tecnico ScientificoPiemonteLombardiaAndalucíaEmiliaLiguriaMurciaCatalunyaVal d’AostaToscanaGruppostrategicoGruppostrutturaleGruppoattuativo Coordina il progetto dalpunto di vista scientifico E’ responsabile delcontrollo di qualità3 /7
  • 18. ValutazioneambientalestrategicaVVsIl progetto europeo enenplan:plan: fasi ed attivitàfasi ed attivitàLuglio2002BASE COMUNEE CONDIVISASTUDISITO WEBCASISPERIMENTALIFORMAZIONE E INFORMAZIONE (seminari e materiale divulgativo)Giugno2004• Quadro normativo• Quadro piani eprogrammi• Quadro esperienzeLINEE GUIDAORIENTAMENTINORMATIVI• Modello di analisidelle “buonepratiche”• Orientamento deicasi sperimentali4 /7
  • 19. ValutazioneambientalestrategicaVVsIl progetto europeo enenplan:plan: fasi ed attivitàfasi ed attività3Elenco dei casi sperimentali:LIVELLOSTRATEGICOLIVELLOSTRUTTURALELIVELLOATTUATIVOPlan para la Gestión Integrada de Zonas CosterasPiano Regionale delle AcquePiano Regionale di Sviluppo EconomicoPiano di Coordinamento della Provincia di PratoPiani Strutturali Comunali in forma AssociataPiano Strutturale Comunale di BertinoroArea Campione del Piano Energetico AmbientaleAmbito del Piano Territoriale RegionalePlan de Desarrollo Sostenible y Ordenación de los RecursosNaturales de la Comarca NoroestePiano Regolatore di ChieriPiano Regolatore di GrugliascoPiano Regolatore Generale di ArlunoPiano Regolatore Generale di MadesimoPlan General de Ordenación Urbana de Palma del RíoLombardiaEmiliaLiguriaPiemonteToscanaV. d’AostaCatalunyaAndalucíaMurciaPiani territoriali e urbanistici5 /7
  • 20. ValutazioneambientalestrategicaVVsIl progetto europeo enenplan:plan: Linee guidaLinee guidaI. Verso una pianificazione sostenibile• Introduzione• La direttiva 0142CE: il contesto normativo• Le linee guida Enplan: obiettivi e destinatariI. L’integrazione della Valutazione Ambientale nel processo di P/P• Modalità di integrazione della dimensione ambientale dei p/p programmi• La VA nelle fasi di piano o programma• Aspetti trasversaliI. Il manuale operativo• La Valutazione ambientale continua• VA nella fase di orientamento e impostazione• VA nella fase di elaborazione e redazione• VA nella fase di consultazione, adozione e approvazione• VA nella fase di attuazione e gestione del P/PI. Sperimentazioni e Strumenti• IntroduzioneI. Sperimentazioni• Strumenti6 /7
  • 21. ValutazioneambientalestrategicaVVsIl progetto europeo enenplan:plan: lo schemalo schemametodologicometodologico7 /7
  • 22. La VAS: Gli aspetti procedurali 1 /3Piani,Programmi eVariantiValutazione AmbientaleConsultazioneRevisione ValutazioneAmbientaleMonitoraggioVariante? Fine vita Piano?ScopingScreeningSISINONONOAdozioneApprovazioneAttuazionePropostaConsultazioneElaborazione RapportoAmbientaleSIValutazioneValutazioneProposta contenutiVAPubblicazione pareriRapportoAmbientaledefinitivoRelazione periodicaModifiche?RevisionePartecipazione
  • 23. QuandoCon quali criteriCoinvolgimento disoggetti esterniOrientamenti iniziali del pianoConsultazionePiano con VAEsclusionePiano senzaVASI NONOSINOVerifica criteri disignificativitàLa fase di screeningVASVASValutazioneAmbientaleStrategica2/3PubblicazionepareriSIProposta diesclusionePiano oprogramma dasottoporre a VA
  • 24. Coinvolgimento disoggetti esterniScreening perescludere• P/P di piccole aree dicarattere marginale• Piccole varianti a P/P giàin vigoreScreening per includereP/P non sottoposti a VAche in particolari condizionipotrebbero avere affettiambientali rilevantiModalità di screening• Per tipologie di P/P• Caso per casoCriteri di screening• Rilevanza diretta• Rilevanza indirettaCriteriSistematici e uniformiLa fase di screeningVASVASValutazioneAmbientaleStrategica3/3
  • 25. La VAS: Gli aspettimetodologiciPartecipazioneDefinizione dell’ambito di influenza del piano (Scoping)Attuazione e Monitoraggio del pianoNecessitàriorientamento?NoSiProcesso di elaborazione del pianoAnalisidicoerenzaBasediconoscenzacomune
  • 26. VASVASValutazioneAmbientaleStrategicaAttività trasversaliAttività trasversali1 LA PARTECIPAZIONE DEI DIVERSI SOGGETTICOMUNICAZIONE/INFORMAZIONE24 ANALISI DI COERENZA ESTERNAANALISI DI COERENZA ESTERNABASE DI CONOSCENZA COMUNE35 ANALISI DI COERENZA INTERNAANALISI DI COERENZA INTERNAIl percorso metodologicoIl percorso metodologico
  • 27. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica1. La partecipazione dei diversi soggetti1. La partecipazione dei diversi soggetti1 /7ConcertazioneNegoziazioneConsultazioneCoinvolgimento attivo
  • 28. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica1. La partecipazione dei diversi soggetti1. La partecipazione dei diversi soggetti2 /7Quando?Lungo tutto il processoGrandi idee e scenariElaborazione proposteAttuazione/GestioneMonitoraggioPrevenzione e gestione dei rischi
  • 29. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica1. La partecipazione dei diversi soggetti1. La partecipazione dei diversi soggetti3 /7ConoscenzaConflittoResponsabilizzazionePerchè?Come?Ricerca attiva dei soggettiOrganizzazionetempispaziruolimodalitàFinalizzazione
  • 30. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica1. La partecipazione dei diversi soggetti1. La partecipazione dei diversi soggetti4 /7Strumenti per la comunicazionenei due sensibase di conoscenza condivisalinguaggio comuneuso di tecnologie avanzateStrumenti per la facilitazioneascolto attivomoderazione e gestione del conflittogenerazione di alternativeCon quali strumenti?
  • 31. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica1. La partecipazione dei diversi soggetti1. La partecipazione dei diversi soggetti5 /7Problema culturaleeducazione alla partecipazionetrasparenza e ripercorribilitàno a soluzioni pre-confezionatecredibilità e fiduciaRuolo del decisoredecisione individuale o condivisa?facilitatore della decisioneI rischiautoreferenzialitàscarsa rappresentatività/polarizzazioneQuali sono i problemi?
  • 32. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica1. La partecipazione dei diversi soggetti:1. La partecipazione dei diversi soggetti: mappa deglimappa degliattoriattori6 /7Esempio di applicazione della mappa degli attori.Catalogna. Piano per la gestione integrata della zona costiera.
  • 33. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica1. La partecipazione dei diversi soggetti:1. La partecipazione dei diversi soggetti: EASWEASW7 /7Quattro gruppi di attori:Politici e amministratori, Operatori economici,Tecnici ed esperti, Cittadini e residentiAttività Caratteristiche e MetodologieSviluppo di scenari evisioni del futuro•Gruppi omogenei•Brainstorming•Open Space TecnologyPrima sessioneplenaria• Confronto e scelta tra scenari• Individuazione di temi specifici da approfondire• Tecniche di gestione del conflitto e negoziazioneProposta di idee sutemi specifici• Gruppi misti• Brainstorming• Focus groupPrima sessioneplenaria• Confronto e selezione tra idee• Tecniche di gestione del conflitto e negoziazione
  • 34. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica2. Comunicazione / Informazione2. Comunicazione / InformazioneTrasparenza e ripercorribilitàCompletezza dell’informazione:Procedure“Diario” delle attivitàContenuti di pianoSoftware per la trasparenza delle procedureBase di linguaggio comune1 /7
  • 35. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica2. Comunicazione / Informazione2. Comunicazione / Informazione2 /7 Quali soggetti sono coinvolti? quali sono i loro ruoli? quali sono le procedure con cui interagiscono? quali sono i tempi e la successione delle singole attività? quali sono le risorse disponibili per ogni attività? qual è lo stato d’avanzamento delle singole attività?Utilizzo di grafi i nodi rappresentano azioni, gli archi rappresentano relazionicausa effetto uso dei colori per identificare le persone/i gruppi uso di schede descrittive in corrispondenza ai nodi e/o agli archidel grafo
  • 36. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica2. Comunicazione / Informazione:2. Comunicazione / Informazione:proceduraprocedura3 /7Esempio di procedura di VIA Regionale.Sito Silvia. http://www.cartografia.regione.lombardia.it/silvia/
  • 37. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica2. Comunicazione / Informazione:2. Comunicazione / Informazione:proceduraprocedura4 /7Esempio di procedura di VIA Regionale.Sito Silvia. http://www.cartografia.regione.lombardia.it/silvia/
  • 38. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica2. Comunicazione / Informazione:2. Comunicazione / Informazione:proceduraprocedura5 /7Esempio di procedura di VA.Progetto Sfida. http://www.sfida-life.it/s_percorso/pagine/metodologia_home.htm
  • 39. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica2. Comunicazione / Informazione:2. Comunicazione / Informazione:proceduraprocedura6 /7Esempio di procedura di VA.Progetto Sfida. http://www.sfida-life.it/s_percorso/pagine/metodologia_home.htm
  • 40. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica2. Comunicazione / Informazione:2. Comunicazione / Informazione:proceduraprocedura7 /7Esempio di procedura di VA.Progetto Sfida. http://www.sfida-life.it/s_percorso/pagine/metodologia_home.htm
  • 41. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica3. Base di conoscenza comune3. Base di conoscenza comuneRuolo della Regione e delle ProvinciaInformazione sui dati sistematizzataBase di conoscenza condivisaSistema Informativo Territoriale integratoNucleo minimo di indicatori comuniCATALOGO DEI DATIWEBGIS1 / 10
  • 42. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica3. Base di conoscenza comune:3. Base di conoscenza comune: Cataloghi eCataloghi ebasi datibasi dati uso di cataloghi: meta-basi di dati che raccolgano le informazioni relative ai dativeri e propri, contenuti in basi di datiesempi di basi di dati: dati ambientali da reti di monitoraggio (ex: quantità di rifiuti prodotti;qualità dell’aria) attività censite sul territorio (ex: capacità impianti di smaltimento rifiutiesistenti; emissioni in atmosfera da impianti industriali) vincoli e standard di legge (ex: minima percentuale di raccoltadifferenziata; standard per le emissioni in atmosfera dei camini di impiantiindustriali) modalità di consultazione: ricerca guidata mediante motore di ricerca internoGarantire la diffusione dei dati e delle informazioni aessi relative2 / 10
  • 43. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica3. Base di conoscenza comune:3. Base di conoscenza comune: Cataloghi e basi datiCataloghi e basi dati1. Informazioni di base estratto da tema dati ente proprietario ufficio di riferimento sito web di riferimento …2. Copertura spazio-temporale copertura territoriale dettaglio territoriale anno di ultimoaggiornamento serie storica periodicità aggregazione temporale …3. Produzione ente produttore metodo dirilevamento/calcolo tipo di rappresentazione georeferenziazione tipo di file …4. Accesso modalità di accesso tipo di file in distribuzione anno di ultimapubblicazione sito web di accesso disponibile presso costo …5. Note3 / 10
  • 44. VASVASValutazioneAmbientaleStrategicaEsempio di Catalogo dati.Progetto Sfida. http://www.sfida-life.it/s_catalogo/catalogo_home.htm3. Base di conoscenza comune:3. Base di conoscenza comune: Cataloghi e basi datiCataloghi e basi dati4 / 10
  • 45. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica3. Base di conoscenza comune:3. Base di conoscenza comune: Sistema informativoSistema informativoterritorialeterritorialeFinalizzato e leggero, eventualmente utilizzabile come WebGIS, per calcolo di indicatori e del loro trend a diversi livelli di aggregazionespazio/temporale visualizzazione degli indicatori mediante grafici e carte tematicheStrumento di conoscenza e analisi del territorioIndispensabile per analisi del contesto analisi ambientale di dettaglio definzione degli obiettivi specifici definzione dei piani d’azione alternativi monitoraggioAccompagna più momenti del processo decisionale5 / 10
  • 46. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica3. Base di conoscenza comune:3. Base di conoscenza comune: Sistema informativoSistema informativoterritorialeterritorialeCarteTematiche6 / 10
  • 47. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica3. Base di conoscenza comune:3. Base di conoscenza comune: Sistema informativoSistema informativoterritorialeterritorialeEsempio di WebGis 1/37 / 10
  • 48. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica3. Base di conoscenza comune:3. Base di conoscenza comune: Sistema informativoSistema informativoterritorialeterritorialeEsempio di WebGis 2/38 / 10
  • 49. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica3. Base di conoscenza comune:3. Base di conoscenza comune: Sistema informativoSistema informativoterritorialeterritorialeEsempio di WebGis 3/39 / 10
  • 50. VASVASValutazioneAmbientaleStrategicaSisTeMoNet.Comune di Concordia sulla Secchia. Carta della vulnerabilità all’inquinamentodell’acquifero principale. Provincia di Modena. 1998.3. Base di conoscenza comune:3. Base di conoscenza comune: Sistema informativoSistema informativoterritorialeterritoriale10 /10
  • 51. Il percorsometodologicoDeterminazione degli obiettivi generali/scenari di riferimentoIndividuazione di obiettivi specifici/azioni e indicatoriAttuazione/Gestione e Monitoraggio del pianoNecessitàriorientamento?NoSiCostruzione/selezione di alternative di piano ragionevoliPassare a un livello di dettaglio superiore?PerognilivellodidettaglioNoSiProcessodielaborazionedelpianoValutazione, confronto e scelta fra le alternative di pianoLivello di dettaglio inizialePartecipazione/Negoziazione/Concertazione/ConsultazioneAnalisidicoerenza(esternaedinterna)BasediconoscenzacomuneDefinizione dell’ambito di influenza del piano (scoping)Comunicazione/Informazione
  • 52. VASVASValutazioneAmbientaleStrategicaLe attività del percorso metodologicoDEFINIZIONE DELL’AMBITO DI INFLUENZA DEL PIANO (Scoping)DETERMINAZIONE DEGLI OBIETTIVICOSTRUZIONE DELLO SCENARIO DI RIFERIMENTO123STIMA DEGLI EFFETTI AMBIENTALI6VALUTAZIONE E CONFRONTO TRA ALTERNATIVE DI P/P7INDICATORI4COSTRUZIONE DELLE ALTERNATIVE5MONITORAGGIO DELLO STATO DELL’AMBIENTE E DEL P/P8
  • 53. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica1. Definizione dell’ambito di influenza del piano(scoping)1 /3Identificazione dei soggetti dacoinvolgere- Stato, Regioni, Province, Comuni- altri enti territorialmente competenti- Autorità competenti in materiaambientale- eventuali altri soggettiIdentificazione dell’ambitospazio-temporale del P/P- definizione della scala di lavoro,delimitazione spazio–temporale dell’areainteressata- identificazione delle possibili tipologiedi intervento e degli effetti cumulativi,sinergici e/o impatti significativi sullasalute umana e sull’ecosistemaCostruzione del quadropianificatorio e programmatorio- analisi dell’influenza su altri P/P odella dipendenza da altri P/P- quadro strutturato degli obiettiviambientali e delle decisioni presentinegli P/P che interessano l’area o ilsettoreAnalisi di contesto- aspetti ambientali chiave : sfide,potenzialità, sensibilità e criticitàdell’ambito del P/P- aspetti socioeconomici determinanti- aspetti territoriali chiaveTematiche da considerare
  • 54. 1. Definizione dell’ambito di influenza del piano(scoping)2 /3Esempio dei risultati di un’analisi SWOTIdentifica per il contesto territoriale a cui il piano fa riferimento:Punti di forzaPunti di debolezzaOpportunitàMinacceFattori EndogeniFattori EsogeniAnalisi di contestoVASVASValutazioneAmbientaleStrategicaAnalisi SWOT (Strengths, Weaknesses, Opportunities andThreats )
  • 55. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica1. Definizione dell’ambito di influenza del piano:strumentistrumentiAnalisi di contesto3 /3Esempio di analisi SWOTTerritorio della Val Bormida. Regione Liguria.
  • 56. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica2. Determinazione degli obiettiviObiettivi ambientali, sociali, economiciObiettivi esogeni ed endogeniObiettiviGeneraliIndicatoriArticolazione:Per settore di interventoNello spazioNel tempoValori assolutiBenchmarkingModello per la definizione degli obiettiviObiettiviSpecifici
  • 57. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica3. Costruzione dello scenario diriferimentoIndividuazione delle variabili e delle loro relazioniTabella per l’individuazione delle variabilidello scenario di riferimentoPrevisione dei loro andamenti in assenza di interventi di pianoScenario più probabileIntervalli di variazione(scenario pessimistico e ottimistico)Essenziale per:Stima degli effettiCostruzione e valutazione delle alternativeMonitoraggio1 /2
  • 58. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica3. Costruzione dello scenario di riferimento:strumentistrumenti2 /2Esempio di tabella per la definizione degli scenariRegione Valle d’Aosta
  • 59. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica4. Indicatori: Ruolo e significato1 /3Definizionedell’insieme diindicatoriambientaliDefinizione diobiettivi specificiAnalisi degli effettidelle lineed’azioneSistema dimonitoraggioAnalisi ambientaleAnalisi di coerenzaBase diconoscenza
  • 60. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica4. IndicatoriNucleo di base di indicatoriComune a tutti i pianiesistenti su un territorioFornito da un unico EnteObiettivi INDICATORI AzioniDefinizione degli indicatoridescrittivi:Dell’ambienteDi processoPopolabilità, Aggiornabilità, Serie Storiche, Copertura / Disaggregazione spaziale,Costo di produzione / elaborazione,..Sensibilità alle azioni di piano, Tempo di risposta, ComunicabilitàModello logico: DPSIRDefinizione degli indicatori prestazionali:Di efficaciaDi efficienza2 /3
  • 61. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica4. Indicatori3 /3
  • 62. VASVASValutazioneAmbientaleStrategicaAlternativa di pianoDefinizione di vincoli e destinazioni d’usoRealizzazione di strutture e infrastruttureMisure gestionali/normative, politiche e strumenti perl’attuazione del pianoGenerazione ed analisi alternative ragionevoliSostenibilità economico-sociale, ambientale e territorialeFattibilità tecnicaDi interesse per almeno una delle categorie coinvolteProcesso a setaccioSchema logico costruzione alternative5. Costruzione delle alternative dipiano/programma1 /2
  • 63. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica5. Costruzione delle alternative di piano/programma2 /2Possibili combinazioni obiettivi specifici/azioniStima degli effetti cumulatiVerifica di fattibilitàAlternative di piano ragionevoliValutazione, confronto e scelta tra alternativeIndividuazione di obiettivi specifici/azioniPassare ad un livellodi dettagliosuperiore?SINOPartecipazioneIl processo a setaccio
  • 64. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica6. Stima degli effetti ambientaliTipologia di Modello: qualitiativo, matematico, fisico.Effetti diretti e indirettiEffetti cumulativi e sinergiciEffetti transfrontalieriLivello di dettaglio appropriato: Vulnerabilità del territorio,significatività degli impatti, disponibilità di datiLe tecniche di Map-OverlayIl software per la rappresentazione del percorso degli impattiIl problema della delimitazione spazio temporaleTrasparenza e ripercorribilità del processo di stima1 /3
  • 65. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica6. Stima degli effetti ambientali: strumentistrumentiSperimentazione EnplanPrincipali aree di interferenza tra azioni di piano ed aree sensibili.Comune di Arluno, Rapporto Ambientale126437852 /3
  • 66. 6. Stima degli effetti ambientali: strumentistrumenti3 /3Esempio di schema per la rappresentazione degli effettiProgetto Sfida: www.sfida-life.it
  • 67. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica7. Valutazione e confronto tra alternativedi piano/programmaPluralità di soggetti e obiettiviL’analisi a molti-attributiCriteri di ordinamento:Indice di prestazione complessiva (esempio: somma pesata)Criterio di precauzione (esempio: caso peggiore)…Relazione tra indicatori e obiettiviEsaustività e non ridondanza dell’insieme di indicatoriIncertezza e soggettività:Analisi di sensitivitàAnalisi e gestione del conflitto1 /6
  • 68. 7. Valutazione e confronto tra alternativedi piano/programma: funzioni di utilitàfunzioni di utilità2 /6Gli effetti delle alternative sono tradotti in livelli di soddisfazione mediantefunzioni utilitàalt 1 alt 2 alt 30.3 0.8 0.725 47 127 6 453 71 98409 524 9121 6 5250 710 940qualità dellariaqualità delle acquepaesaggiooccupazionecostoflorafaunaalt 1 alt 2 alt 380 60 7070 50 8070 60 4050 70 8090 70 4040 80 7050 70 90qualità dellariaqualità delle acquepaesaggiooccupazionecostoflorafaunacostov11000v3qualità delleacque1000v2fauna1000
  • 69. 7. Valutazione e confronto tra alternativedi piano/programma: diagramma radardiagramma radar3 /6Rappresentazione grafica degli effetti delle alternative visualizzazione degli effetti delle alternative rispetto agli obiettivialt 1 alt 2 alt 380 60 7070 50 8070 60 4050 70 8090 70 4040 80 7050 70 90 020406080100qualità dellariaqualità delle acquepaesaggiooccupazionecostoflorafaunaqualità dellariaqualità delle acquepaesaggiooccupazionecostoflorafauna
  • 70. 7. Valutazione e confronto tra alternativedi piano/programma: ordinamento delleordinamento dellealternativealternativeANALISI EGESTIONE DELCONFLITTOA ogni alternativa si associa un indice complessivo, ottenuto come sommapesata delle sue prestazionialt 1 alt 2 alt 380 60 7070 50 8070 60 4050 70 8090 70 4040 80 7050 70 90qualità dellariaqualità delle acquepaesaggiooccupazionecostoflorafaunapesi1515101525155ordinamentoalternative020406080100alt 0 alt 1 alt 2alt 1 alt 2 alt 3pesi1717111715176ordinamentoalternative0246810alt 0 alt 1 alt 2alt 1 alt 2 alt 3020406080100SENSITIVITA’4 /6
  • 71. 7. Valutazione e confronto tra alternativedi piano/programma: analisi di sensitivitàanalisi di sensitività5 /6
  • 72. 7. Valutazione e confronto tra alternativedi piano/programma: analisi e gestione delanalisi e gestione delconflittoconflitto1050103020204010+10+30- 20+10+10- 3020301040Vettore dei pesi BaricentricoVettore dei pesi Attore 2...Vettore dei pesi Attore 1Distanze tra le componenti dei vettori dei pesi espressi da ciascunattore e le componenti del vettore dei pesi baricentrico6 /6
  • 73. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica8. Monitoraggio dello stato dell’ambiente e delpiano/programmaMonitoraggioIndicatori di processoAndamento delle componenti ambientaliInfluenza del piano sull’andamento delle componentiambientaliRaggiungimento obiettiviMeccanismi di riorientamento periodicoPubblicazione della relazione di monitoraggioEventuale necessità di ridefinire obiettivi/azioni/strumentiRipetizione della procedura (screening)Metodi automatizzati per il monitoraggio di alcuniindicatori1 /2
  • 74. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica8. Monitoraggio dello stato dell’ambiente e delpiano/programma: strumentistrumentiSchema di funzionamento del metodo automatizzato per il monitoraggio dialcuni dei principali indicatori relativi agli spazi verdi e alle areeurbanizzateINFORMAZIONIGEORIFERITE(input per il calcolodegli indici)ARCVIEWACCESSDATI E GRAFICIMAPPE DEI TEMI EDEGLI INDICI DIVALUTAZIONEDATI(input per il calcolodegli indici)EXCEL(sistema di calcolodegli indici)2 /2
  • 75. VASVASValutazioneAmbientaleStrategicaAttività trasversaliAttività trasversali1 LA PARTECIPAZIONE DEI DIVERSI SOGGETTILA PARTECIPAZIONE DEI DIVERSI SOGGETTICOMUNICAZIONE/INFORMAZIONECOMUNICAZIONE/INFORMAZIONE24 ANALISI DI COERENZA ESTERNABASE DI CONOSCENZA COMUNEBASE DI CONOSCENZA COMUNE35 ANALISI DI COERENZA INTERNAIl percorso metodologicoIl percorso metodologico
  • 76. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica4. Analisi di coerenza esterna4. Analisi di coerenza esternaObiettivi generali di piani e programmi,leggi, protocolli.. Relativi ad ambititerritoriali più vastirispetto a quelli di pianoObiettivi generali da piani relativiallo stesso ambitoterritorialeObiettivi generali di piani e programmi,leggi, protocolli.. Relativi ad ambitiTerritoriali più limitatirispetto a quelli di pianoObiettivi generali di pianoDatabase relazionale
  • 77. VASVASValutazioneAmbientaleStrategica5. Analisi di coerenza interna5. Analisi di coerenza internaDatabase relazionale
  • 78. SITI DI RIFERIMENTOProgetto SFIDAwww.sfida-life.itProgetto ENPLANwww.interreg-enplan.orgwww.parliamodivas.it

×