• Save
Presentazione breve bertone
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Presentazione breve bertone

on

  • 436 views

 

Statistics

Views

Total Views
436
Views on SlideShare
435
Embed Views
1

Actions

Likes
1
Downloads
1
Comments
0

1 Embed 1

http://www.slideshare.net 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Presentazione breve bertone Presentazione breve bertone Presentation Transcript

    • Il
coinvolgimento
delle
comunità
nella
 valorizzazione
partecipata
del
 territorio:
le
prospe6ve
aperte
dai

 loca%ve
media


    • L’oggetto della ricerca:I LOCATIVE MEDIA•  Media che permettono di collegare i contenuti digitali ai luoghi e agli oggetti nello spazio valorizzando il carattere situato e geograficamente collocato dell’interazione•  Media che fanno uso di tecnologie di posizionamento•  Media in cui il luogo assume una rilevanza centrale
    • L’oggetto della ricerca:I LOCATIVE MEDIA•  GPS
•  Cellulari
–
smart
phone
‐
tablet
•  Altra
strumentazione
mobile
(computer
porta:li,
video
 camera,
registratori,
microfoni…)
•  Re:
wireless
•  Bluetooth
•  Tag
RFID
/
QR
code

    • Obiettivi della ricerca•  Proporre
una
leKura
sistema:zzata
dei
“loca:ve
media“
e
una
 griglia
di
leKura
per
la
comprensione
dei
diversi
progeM
 e:cheKa:
con
questa
espressione;
•  Individuare
i
paradigmi
teorici,

tecnologici
e
di
ricerca
entro
i
 quali
si
collocano
i
loca:ve
media;
•  Approfondire
il
ruolo
che
i
loca:ve
media
possono
avere
in
 relazione
al
coinvolgimento
delle
comunità
locali
nella
 valorizzazione
partecipata
del
territorio.

    • Locative media e territorio-  Permettono di valorizzare la dimensioneterritoriale dei progetti di valorizzazione e lericadute sulle comunità-  Permettono di valorizzare la dimensione dellapartecipazione e l’attivazione degli abitanti-  Permettono di valorizzare i luoghi in un’otticamulti livello, mettendo insieme più approcci e piùpunti di vistaRappresentare e narrare in modidiversificati i territori e le comunità
    • CORNICI
(1)
:
SPATIAL
TURN
‐

I

luoghi
entrano
nei
 network
digitali…
•  La
geo‐localizzazione
è
oggi
la
 strada
su
cui
i
colossi
informa:ci
 stanno
puntando
•  Google
Maps,
Google

Earth…
•  Funzionalità
loca)on
aware
e
 geotagging
integrate
in
Flickr,
 Picasa,
TwiKer,
Facebook
 (Facebook
Place)

•  Servizi
loca)on
based
disponibili
 per
gli
smart
phone
e
tablet:
 Foursquare,
Buzz,
La:tude,
…
•  Geoseman:ca:
la
 georeferenziazione
si
sta
 confermando
come
una
delle
 più
promeKen:
chiavi
di
accesso
 ai
contenu:
digitali
in
rete


    • CORNICI
(1)
:
SPATIAL
TURN
‐

I

network
digitali
entrano
 nei
luoghi…
Ubiqitous
/
pervasing
compu:ng

(M.
Weiser)

Augmented
spaces
(L.
Manovich
)
Hybrid
spaces
(Kluitenberg/Reighnold)
Digiplace
(Zook
&
Graham)
(Digital
ground:
McCullough)

    • CORNICI
2:
EMBODIMENT
E
 POSTEDESKTOP
L’NFORMAZIONE è svincolatadall’utilizzo delle interfaccetradizionali – schermo, mouse,tastiera.Oltre la metafora della scrivania/ufficio come luogo deputato allaproduzione e fruizione di contenutii’interazione fuori dallo schermo, nelmondo reale, nel mondo ‘delle cose’,vicino alle esperienze delle persone,sfruttando la loro familiarità con glioggetti e con lo spazio di cuiquotidianamente hanno esperienza 8

    • ESPERIENZE LOCATIVE
    • DUE TIPI DI UTILIZZOANNOTAZIONE TRACING taggare, aggiungere approccio fenomenologico, informazione al mondo, rilevazione e registrazione della incorporare informazione realtà e dei suoi dati sociale nei luoghi rendendola disponibile alle altre personea. La produzione di mappe c. La visualizzazione dei dati e cartografie (geo-social e delle informazioni tagging / annotation, creative mapping) d. Il tracciamento deib. L’incorporazione di movimenti e dei flussi di informazione digitale persone e oggetti / la nei luoghi e negli rilevazione delle oggetti posizioni
    • A) PARTECIPAZIONE, COMUNITA’, CITTADINANZAEsperienze in cui è centrale l’attivazione degli abitanti / dellepersone nell’interpretazione dello spazio.Questi progetti seguono la via della partecipazione,dell’attivazione bottom-up tipici della tradizione dei processipartecipati.Si punta ad attivare la partecipazione delle comunità attraversodiverse strade:1)  Dialogo cittadino2)  Coinvolgimento affettivo3)  Il recupero della memoria4)  Il recupero dell’esperienza personale dello spazio
    • “PERCORSI EMOTIVI” – UNA MAPPA AFFETTIVA PARTECIPATA DI BOLOGNA geoblog dedicato alla città di Bologna: l’obiettivo dell’iniziativa è quello di costruire una mappa affettiva della città, che contribuisca a fornire informazioni e conoscenza su come gli abitanti percepiscono i luoghi urbani, anche in relazione alle differenti caratteristiche, aspirazioni e bisogni delle eterogenee popolazioni presenti in città. L’dea è che la mappa percettiva-affettiva di Bologna, costruita con la partecipazione diretta dei suoi abitanti, possa essere d’aiuto alla definizione di progetti urbanistici più attenti ai bisogni, ai desideri, alle passioni delle persone che vivono la città:
    • COMUNALI MILANO 2011Comunali Milano 2011 è una iniziativa della Fondazione RCM e del Laboratorio diInformatica Civica che si propone di avviare un dibattito in cui i cittadini possanoinformarsi, confrontarsi ed avanzare punti di vista e proposte in preparazionedellimportante appuntamento elettorale del 2011Si pone inoltre lobiettivo di rafforzare il dialogo tra cittadini e istituzioni in vista del "dopo"cioé quando alcuni dei candidati che hanno partecipato alla fase precedente le elezionisaranno chiamati a rappresentare i cittadini nei Consigli comunale e di zona.
    • Tender
Secrets
 un’esperienza
intera8va
di
 narrazione
colle8va
e
 confessione
urbana
dal
 quar)ere
più
[diverso,
 sporco,
in
evoluzione,
 squallido,
frainteso,
 proletario,
interessante,
 drammaRco,
abbandonato,
 vietnamita,
senzateTo]
di
 San
Francisco

Tender
Secrets
pone
ai
ciKadini
del
Tenderloin,
ai
membri
della
comunità,
ai
passan:,
ai
visitatori
e
ai
frequentatori
della
galleria
GAFTA
una
semplice
domanda:
“Qual
è
il
tuo
segreto?”.
Le
risposte
sono
lasciate
come
messaggi
audio
anonimi
aKraverso
un
telefono
an:co
situato
nel
Tenderloin,
o
aKraverso
qualsiasi
cellulare
in
grado
di
telefonare
a
una
segreteria
telefonica.
Rappresentazioni
visive
dei
messaggi
sono
create
in
modo
dinamico
in
tempo
reale
e
proieKate
sulla
facciata
di
un
negozio
o
su
una
finestra.
I
visitatori
dell’interno
della
facciata
possono
ascoltare
i
segre:
della
comunità
alzando
la
corneKa
del
telefono
adiacente
alla
proiezione.


    • C) LOCATIVE BASED STORYTELLING – NARRAZIONELOCATIVE«i racconti quotidiani narrano ciò che,malgrado tutto, si può fabbricare ecostruire con una geografia prestabilita»(de Certeau, 1990, p.163)Urban storytelling: i racconti urbani e l’attivitànarrativa legata ai luoghi come strumento perfavorire la coesione sociale delle comunitàlocali
    • [murmur] is a documentary oralhistory project that records storiesand memories told about specificgeographic locations. We collect andmake accessible peoples personalhistories and anecdotes about theplaces in their neighborhoods thatare important to them. In each ofthese locations we install a [murmur]sign with a telephone number onit that anyone can call with a mobilephone to listen to that story whilestanding in that exact spot, andengaging in the physical experienceof being right where the story takesplace. Some stories suggest that thelistener walk around, following acertain path through a place, whileothers allow a person to wander withboth their feet and their gaze.
    • Block
of
Time
è
un
esperimento
di
audio
tour
nell’isolato
900
di
OFarrell
Street,
basato
sul
giornalismo
radio
documentario
loca)ve
[…]
L’isolato
900
non
ha
nessun
evidente
valore
ar:s:co
o
storico
e
manca
completamente
di
descrizioni.
Ma
ogni
luogo
ha
una
storia,
bisogna
solo
sapere
dove
cercarla…
L’au:rce
(radio
reporter)
ha
consultato
documen:
storici
e
mappe,
ha
realizzato
interviste
a
dozzine
di
persone
che
hanno
vissuto
e
lavorato
nell’isolato
nel
corso
degli
anni.

Alcune
storie
sono
state
ispirate
dalle
memorie
di
Harriet
Lane,
autrice
di
920
OFarrell
Street.
Ha
scandagliato
le
strade,
bussato
alle
porte,
suonato
a
caso
citofoni,
fermato
persone
che
ritornavano
dal
lavoro
e
messo
il
naso
nei
loro
affari
per
trovare
storie
interessan:
da
poter
condividere.

Più
di
venR
storie,
tuKe
di
durata
inferiore
ai
due
minu:,
collegate
a
differen:
pun:
e
edifici
della
strada,
che
spaziano
dal
1870
fino
ai
giorni
nostri
[…]
Dei
palloni
rossi
indicano
i
pun:
sulla
strada
in
cui
è
“incarnata”
ogni
storia
e
in
prossimità
di
essi
dei
cartellini
forniscono
un
numero
telefonico
da
chiamare.
Ogni
numero
chiamato
riporta
a
un
racconto
diverso,
inerente
al
luogo
che
si
sta
guardando




    • “Narrative Archaeology” Jeremy Hight 34 North 118 West plays through a Tablet PC with Global Positioning System card and headphones. GPS tracks your location to determine how the story unfolds as you uncover the early industrial era of Los Angeles. “34 North 118 West goes beyond the previous artistic experiments in location-based media by combining the inventive use of GPS technology and rich cultural content. The project lets the user uncover samples of Los Angeless hidden history as s/he navigates through the multi-layered depths of downtowns most poetic and surreal space. The result is a new kind of scripted space...which is emotionally moving.” Lev Manovich
    • D) INFORMZIONE E SERVIZIOEsperienze che sono finalizzate a raccogliere e condivideredati e informazioni di pubblica utilità legate ai luoghi.Spesso, in ottica web 2.0, la raccolta avviene con il contributodegli utenti Data visualization Crowd mapping Locaton based services
    • 2006 REAL TIME ROMEhttp://senseable.mit.edu/realtimerome/Real Time Rome is the MITSENSEable City Lab’s contributionto the 2006 Venice Biennale,directed by professor RichardBurdett. The project aggregateddata from cell phones (obtainedusing Telecom Italias innovativeLochness platform), buses and taxisin Rome to better understand urbandynamics in real time. By revealingthe pulse of the city, the project aimsto show how technology can helpindividuals make more informeddecisions about their environment.In the long run, will it be possible toreduce the inefficiencies of presentday urban systems and open theway to a more sustainable urbanfuture?
    • IRIS (VENEZIA)un sistema per comunicare all’Amministrazione problemi di manutenzioneurbana
    • Métro Paris application Augmented Reality
    • E) LOCATIVE BASED GAMES - URBAN GAMEil
gioco
come
strategia
per
il
coinvolgimento
dei
giovani
e
per
aMvare
connessioni
tra
comunità
e
luoghi
GPS
+
MOBILE
+
CROSSMEDIA+
ONLINE
PUBLISCHING
DEVICES
Location Based Mobile Games(LBMG):Non sono solo giocati su unoschermo ma coinvolgono laposizione dei giocatori nello spaziodel mondo fisico.Il coinvolgimento del giocatorenell’interazione con lo spazio reale
    • CAN YOU SEE ME NOW?is a game that happens simultaneously online and on the streetsTracked by satellites, Blast Theorys runners appear online next to your player on a mapof the city. On the streets, handheld computers showing the positions of online playersguide the runners in tracking you down. Online players were dropped atrandom locations into a virtualRotterdam. Using their arrow keys,they could then move around thecity and chat with other players bytyping messages.On the real streets of Rotterdamthree runners from Blast Theory -equipped with handheld computersand satellite receivers - trackeddown the online players. If a runnerreached within 5 metres of anonline players location that playerwas seen and knocked out of thegame.
    • http://vimeo.com/8315591http://www.dlwp.com/dlwpinternational/venice/index.html# Ulrike and Eamon Compliant
    • A) SPERIMENTAZIONI ARTISTICHE NEI LUOGHIProgetti locative che puntano sulla creatività come risorsafondamentale su cui puntare per il cambiamento.Il focus sulla creatività è legato all’obiettivo di ricercare e proporrenuovi punti di vista e nuovi usi dei luoghi.L’utilizzo creativo degli spazi è una strategia fondamentale, cosìcome l’utilizzo dello spazio pubblico come luogo di intervento, diricerca e di critica.
    • D-toweris an art piece, commissioned by the city of Doetinchem in theNetherlands, that maps the emotions of the inhabitants ofDoetinchem.D-tower measures HAPPINESS, LOVE, FEAR and HATE daily usingdifferent questions.D-tower consists of:1. a tower, 12 metres tall, in the centre of Doetinchem2. a website3. a questionnaireD-tower collects its information on a statistical basis. D-tower usesa questionnaire to record emotions. This questionnaire contains360 questions. Every other day, four new questions are madeavailable to the inhabitants of Doetinchem. An example: Are youhappy with your partner? Possible answers: very much - yes - alittle - no - absolutely not - not applicable. Each answer has ascore.The answers are collected by D-tower, the scores calculated andtranslated into hand-drawn graphical representations. These graphsare presented on the website. Because the zipcodes of theparticipants are known to D-tower, the emotions of the participantscan be placed on the map of Doetinchem. This allows visitors tosee what street houses the happiest people in Doetinchem, wherepeople are scared, and where love flows.
    • UrbanRemix


UrbanRemix
fornisce
ai
partecipan:
gli
strumen:
per
raccogliere
e
esprimere
l’iden:tà
sonora
delle
loro
comunità
e
agli
uten:

web
la
possibilità
di
esplorare
e
fare
esperienza
dei
paesaggi
sonori
della
ciKà
in
modo
innova:vo.
Un’
applicazione
mobile
che
permeKe
di
registrare
suoni
e
immagini
nella
ciKà,
caricarli
su
web,
taggarli
e
geotaggarli,
posizionarli
in
una
mappa
digitale,
disegnare
percorsi
che
li
uniscono
in
un
tour
sonoro
virtuale
nel
tempo
e
nello
spazio