Da oggi Terra                                                                                                             ...
2       giovedì 9 giugno 2011                                                                                             ...
piano>>                                                                                                                   ...
4        giovedì 9 giugno 2011                                                                                            ...
piano>>                                                                                                                   ...
6       giovedì 9 giugno 2011                                                       >>Esteri>>Bompan dalla primaFoto di Gi...
TERRA - quotidiano del 09/06/2011
TERRA - quotidiano del 09/06/2011
TERRA - quotidiano del 09/06/2011
TERRA - quotidiano del 09/06/2011
TERRA - quotidiano del 09/06/2011
TERRA - quotidiano del 09/06/2011
TERRA - quotidiano del 09/06/2011
TERRA - quotidiano del 09/06/2011
TERRA - quotidiano del 09/06/2011
TERRA - quotidiano del 09/06/2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

TERRA - quotidiano del 09/06/2011

419

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
419
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "TERRA - quotidiano del 09/06/2011"

  1. 1. Da oggi Terra e LA7 insieme per l’ambiente www.la7.it Anno VI - n. 136 - giovedì 9 giugno 2011 - E 1,00 www.terranews.it Politica Maggioranza battuta per due volte consecutive al Senato su altrettanti emendamenti al ddl anticorruzione Il giorno nero del governo Bocciata l’istituzione di un comitato di coordinamento delle iniziative, presieduto da Berlusconi. contro il malaffare. E la Lega vota no alla proposta, poi approvata, che obbliga i funzionari pubblici a giurare fedeltà alla Carta costituzionale Garzia a pagina 3 Questione Referendum, meno tre. Si moltiplicano gli di quorum appuntamenti a sostegno dei sì in tutte le città d’Italia. La politica si mobilita con iniziative bipartisan. Romano Prodi: «Anche io andrò a votare» flickr/mariateresat. Rossella Anitori «Noi sindaci tre giorni all’apertura delle urne e l’italia è in fermento. Da Nord a votiamo sì» sud non cessano le mobilitazioni, Domenica 12 e lunedì 13 giugno i le bandiere appese alle finestre au- cittadini italiani saranno chiama- mentano e l’invito a recarsi a vota- ti a pronunciarsi su temi di gran- re impazza sul web. in alcuni casi de rilevanza per la loro vita ed il cadono anche gli steccati politici loro futuro attraverso quattro re- e partitici. È successo ieri, davanti ferendum. le norme da abrogare a montecitorio. il leader dei Verdi riguardano la reintroduzione del angelo Bonelli e il deputato del Pdl nucleare (già bocciato per via re- fabio rampelli hanno spiegato in- ferendaria negli anni Ottanta) tra sieme le ragioni del sì, sottolinean- le opzioni energetiche del nostro do l’importanza del voto referen- Paese, l’obbligo della privatizza- dario. Un messaggio che giunge da zione per le società che gestisco- più parti. «innesca l’effetto domi- no acquedotti e rete di distribu- Criminalità 2 Batterio killer 3 Inchiesta 5 Sped. in Abb. Post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB - Roma no», esorta un video postato a ri- zione, la possibilità di fare profit- petizione su facebook, «fate atten- ti sull’acqua pubblica da parte dei zione a non sovrapporre le schede» privati, infine il legittimo impe- avverte un utente, «perché sono anche il Piemonte in l’epidemia si poteva evitare. le ombre e i conflitti dimento per alcune alte cariche come carta copiativa». il passapa- mano alla ‘ndrangheta. la biologa ilaria capua di interessi del Gse, dello stato che rompe il principio rola non si ferma: per vincere il re- lo dimostra l’operazione spiega come neutralizzare il monopolista di stato che costituzionale della “legge ugua- ferendum di domenica 12 e lune- minotauro: arrestati ieri batterio che ha gettato l’euro- deve far partire le rinnovabili le per tutti i cittadini”. attraver- dì 13, basta raggiungere il quorum. 150 affiliati ai clan calabresi pa nel panico ma favorisce l’enel so il voto popolare e la partecipa- Non c’è tempo da perdere. i comi- zione attiva dei cittadini sarà pos- tati che si battono per l’acqua pub- sibile risolvere problemi sui quali blica e contro il nucleare lo sanno si è innescato, nel corso degli ulti- bene: ogni giorno è utile e le piaz- mi anni, un duro scontro politico ze continuano a riempirsi. even- e spinto il Paese verso scelte sba- ti a cascata in tutte le città italia- gliate e dannose per la vita quoti- ne, banchetti informativi a Napoli, diana degli italiani, per il loro fu- dibattiti, manifestazioni a roma, a turo, per la qualità stessa della milano e a Bari. nostra democrazia. segue a pagina 4 segue a pagina 4 Reportage D ove è finito il petrolio? Quali conseguen- ze avrà sull’ecosistema? mike Weigel sor- Diritti G uardando alle evidenze e ai dati propo- sti e analizzati nel Rapporto sui diritti10609 Emanuele Bompan ride impugnando il timone della lancia del Sergio Segio globali 2011, una prima considerazione da Grand Isle Wildlife&fishery Department, che tutela la pe- direttore Ass. SocietàINformazione che emerge è che la crisi non è uguale per tut- sca e la fauna della louisiana. evita accuratamen- ti. scontata, forse. Giacché da tempo ci siamo Golfo del Uguaglianza, 9 772036 443007 te di rispondere alla domanda che tutti si pongono abituati a considerare la diseguaglianza un da- quando si parla del più grande disastro petrolife- to di fatto. come bene annota in un interven- Messico, ro mai avvenuto: la fuoriuscita di 5 milioni di bari- li di petrolio dal pozzo della piattaforma Deep Wa- termine to nel volume Gianni tognoni, della fondazio- ne Basso: si può anche quantificare e denun- un anno dopo ter Horizon, esplosa il 20 aprile 2010. l’imbarcazio- ne di alluminio approda lungo le coste di Billy Bay proibito ai ciare la diseguaglianza, poiché ormai viene as- sunta come inevitabilità, ma «è l’uguaglianza il la marea nera nella grande Baia Barataria. segue a pagina 6 tempi della crisi termine proibito». segue a pagina 7
  2. 2. 2 giovedì 9 giugno 2011 >>Primo CriminalitàCriminalità L’operazione Minotauro ha portato all’arresto di 150 persone tra Torino, Milano,Modena e Reggio Calabria. Tra questi, un ex sindaco. Svelati legami con la politica regionaleAnche il Piemonte in Reggio Calabria Giuseppe Pigna- tone - è la sistematicità del rap- porto tra potere politico e orga- nizzazione mafiosa. Il voto di scambio avveniva a qualsiasi li-mano alla ‘ndrangheta vello. Si tratta di episodi singoli, purtroppo numerosi, di politici che intrattengono rapporti con l’ambiente mafioso. Questi vanno al di là degli schieramenti politici: ne abbiamo accertati di orienta-Simone Bauducco menti opposti».Tra questi, il GipL ha richiesto la custodia cautela- a più grande operazione re per Nevio Coral, ex sindaco di di mafia in Piemonte ne- Leinì e suocero dell’ex assesso- gli ultimi anni ha scoper- re piemontese alla sanità Ferre- chiato la fitta rete di con- ro, coinvolta solamente la scorsatatti tra la ‘ndrangheta, il mondo settimana nello scandalo tangen-degli affari e la politica piemon- ti. L’ex sindaco è ritenuto cometese. Centocinquanta arresti. Be- «soggetto bene collocato nell’areani sequestrati per 117 milioni di che non aveva problemi ad incon-euro e sigilli a dieci aziende ope- trarsi con gli affiliati» e viene defi-ranti nel campo dell’autotraspor- nito nell’ordinanza come “bigliet-to e dell’edilizia. Que- to da visita dell’ndrangheta”.sto il bilancio dell’ope- Dagli atti Tra gli amministratori pubblici,razione Minotauro co- emerge che seppur non indagati com-ordinata dalla Procura il sequestro paiono nelle migliaia di pagine ©DI MARCO/ANSAdi Torino e che ha coin- dell’ordinanza, ci sono due asses-volto, oltre al capoluo- non denunciato sori della giunta Cota: Caterinago piemontese, anche di un addetto Ferrero, che ha rimesso la dele-le province di Milano, alla sicurezza ga alla sanità in seguito all’avvisoModena, Reggio Cala- in un cantiere Il pullman con gli arrestati esce dalla Caserma Cernaia di Torino di garanzia della settimana scor-bria. Un’indagine nata sa per turbativa d’asta, e l’asses-dalle dichiarazioni dei due colla- ni le nove “locali” presenti eser- di profondo silenzio e di omertà. locale. L’indagine, inoltre, con- sore al lavoro Claudia Porchietto.boratori di giustizia Rocco Vara- citavano le proprie attività illega- Lo testimonia un episodio emer- ferma come ormai la ‘ndranghe- Quest’ultima fotografata durantecalli e Rocco Marando e che ha li. Tra i settori privilegiati quello so dalla lettura delle carte dell’in- ta sia infiltrata al livello più alto, l’incontro avvenuto nel periodomesso a nudo un sistema di po- del gioco d’azzardo, dell’estorsio- chiesta: il sequestro di un respon- quello politico. «Il dato oggettivo prelettorale del 2009 nel bar Italiatere profondamente radicato nel ne e dell’edilizia. Ed è proprio in sabile della sicurezza dello Spre- - ha spiegato il Procuratore Capo a Torino già teatro di riunioni traterritorio torinese. Il sistema ave- quest’ultimo ramo che si concen- sal, “colpevole” di aver guardato di Torino Giancarlo Caselli, pre- ndranghetisti, con Franco D’Ono-va le sue basi nei comuni del- travano le richieste di taglieggia- troppo a fondo nel cantiere edi- sente alla conferenza stampa in- frio, ritenuto uomo di punta della cintura torinese dove da an- mento e le minacce in un clima le gestito da una potente famiglia sieme con il Procuratore Capo di “Crimine” di Torino. Val di SusaVal di Susa La scadenza per l’inizio dei lavori si avvicina e i contestatori presidiano ancora l’area.Il ministro Maroni: «Questione di ordine pubblico», il sindaco Fassino: «Tutto pur di rispettare i tempi»Tav, scongiurata l’ipotesi sto nei prossimi giorni prefetto e questore, insieme al dipartimen- to di Ps, studieranno le misu- re più adeguate per far partire il cantiere nei tempi previsti e ga-di militarizzare i cantieri rantire che non ci possano esse- re atti di violenza di nessun tipo fatti da chicchessia, che possano bloccare o impedire la realizza- zione di un’opera che è stata de-«I cisa e si deve fare nei tempi pre- l progetto va avanti, ci toriale, dall’altro lato il ministro sgomberare i cittadini. In prima Una minoranza non può impe- visti». I tempi iniziano a stringe- sarà un presidio delle ha ammesso che il Tav è diventa- fila il Pd che attraverso il suo re- dire la costruzione della grande re e, dopo che la prima scadenza forze dell’ordine, ma ta una questione di “ordine pub- sponsabile giustizia Andrea Or- opera». Lo seguiva il neosindaco del 31 maggio non è stata rispet- non ci sarà l’utilizzo blico”. In Val di Susa la politica lando aveva avanzato la propo- Fassino: due giorni fa, al termine tata, ora si guarda al 30 giugno.dei militari». Con queste paro- sembra aver abbandonato il suo sta di dichiarare lo stato di “area della prima riunione della sua Entro la fine del mese, l’Unionele il ministro dell’Interno Rober- ruolo tradizionale di mediazio- strategica di interesse naziona- giunta, ha annunciato l’inten- Europea ha richiesto all’Italia eto Maroni ha concluso il vertice ne tra le parti, mentre a Torino le” per giustificare l’uso milita- zione di «richiedere al governo alla Francia la firma di un accor-sulla sicurezza di ieri mattina a la tensione continua a salire. Per re. Una proposta raccolta e ri- di compiere tutti i passi e gli atti do bilaterale, ma la condizioneTorino. Punto principale all’ordi- la terza settimana di fila, gli abi- lanciata anche da altre forze po- necessari per garantire nei tem- posta dal governo francese è le-ne del giorno la gestione dell’“af- tanti della valle hanno presidia- litiche. Il sottosegretario alla Di- pi previsti di dare corso all’avvio gata proprio all’apertura del can-faire Tav”. Se le dichiarazioni del to l’area del cantiere dormendo fesa Guido Crosetto del Pdl, in- dei lavori». L’inizio dei lavori sta tiere. Nel frattempo, in Val di Su-ministro da un lato lasciano a nelle tende in attesa dell’arrivo terpellato sul problema Tav, di- diventando un’ossessione per il sa le ruspe non si sono ancora vi-bocca asciutta le richieste di uso delle forze dell’ordine. Nel capo- chiarava che «L’esercito è uno mondo politico. Il titolare del Vi- ste e rimangono le tende dei val-dell’esercito per l’avvio dei can- luogo piemontese invece, conti- strumento del Paese, se qualcu- minale ha poi aggiunto che tutto susini. «Da qui – promettono daltieri provenienti da buona parte nua a crescere il fronte dei favo- no chiede alle Forze Armate di «Sarà fatto nei tempi previsti per presidio della Maddalena – nondel mondo politico e imprendi- revoli all’impiego della forza per intervenire, loro interverranno. rispettare il calendario, per que- ci muoveremo». s.b. Libia Continua l’attacco militare nell’area della residenza del colonnello. La Nato ha chiesto agli alleati non impegnati nelle operazioni in Li- Poste Ancora raid su bia di dare un contribuito per alleggerire i Paesi in prima linea. Il se- gretario generale dell’Alleanza Atlantica Rasmussen, ha ribadito che La Procura Tripoli, Gheddafi le operazioni continueranno «sinché Gheddafi non smetterà di rap- presentare una minaccia per il suo popolo». Le truppe del generale di Roma apre © ANSA attacca Misurata intanto avanzano verso Misurata, dieci i morti tra i ribelli. un’inchiesta
  3. 3. piano>> giovedì 9 giugno 2011 3 Dal Transatlantico Dal Transatlantico Ieri giornata nera per la maggioranza, battuta in Senato su due emendamenti. Il primo prevedeva un comitato di coordinamento guidato dal premier Berlusconi Governo sotto due volte Aldo Garzia G overno battuto due vol- te al Senato. Due episodi significativi proprio per- sul ddl anticorruzione ché avvenuti a Palazzo Madama, dove Pdl e Lega dispon- gono di una maggioranza più lar- ga che alla Camera. L’esecutivo è andato sotto la prima volta nel- la votazione su un emendamen- to del senatore Lucio Malan, Pdl, sione fiscale. Le compatibilità al disegno di legge anticorruzio- europee hanno fin qui costret- ne. Si prevedeva l’istituzione di to il Pdl, dopo le recenti sconfit- un comitato di coordinamen- te elettorali, a pensare al proprio to delle iniziative anticorruzio- rilancio più in termini soggetti- ne presieduto addirittura dal pre- vi (la nomina di Angelino Alfa- mier. L’opposizione ha contesta- no a segretario del partito) che to la proposta. La maggioranza di programma di governo. La è stata battuta con 133 no, 129 sì Lega insiste intanto sulla pro- e 5 astenuti. Secondo ceffone po- posta di spostare di alcuni mini- co dopo - 131 no, 129 sì e 4 aste- steri al nord. Il ministro Calde- nuti - su un altro emendamento roli si è recato in Cassazione per del Pdl, sostenuto per giunta dal presentare la richiesta governo (prevedeva la rotazio- La Lega di una proposta di legge ne dei dirigenti al centro e in pe- vota contro di iniziativa popolare in riferia). Fin qui le due bocciature l’obbligo per questo senso. La raccol- del governo. Arriva infine un ter- ta delle firme partirà do- zo episodio: la Lega, sempre al Se- gli statali menica 19 giugno nel tra- nato, ha votato contro un emen- di giurare dizionale raduno leghista © DI MEO/ANSA damento bipartisan al disegno di fedeltà alla a Pontida. legge anticorruzione che prevede Costituzione Malgrado il governo abbia l’obbligo per «coloro che occupa- scelto sui referendum la li- no cariche pubbliche o assumo- tice segreto e improvviso marte- 2012. Sui conti pubblici - ha av- pio, sulle cosiddette “case fanta- nea della libertà di scelta, se fosse no pubblici impieghi» a giurare dì sera tra Berlusconi, Bossi, Tre- vertito Bruxelles - il governo ita- sma” che non risultano negli uffi- raggiunto il quorum con la con- fedeltà alla Costituzione italiana. monti e Calderoli. Nel summit si liano deve varare nuovi interven- ci catastali). Se il governo doves- seguente vittoria dei sì sulla boc- L’emendamento è passato con è discusso soprattutto di econo- ti strutturali. Si annuncia perciò se seguire alla lettera le indica- ciatura di nucleare, privatizzazio- 214 sì, 30 no e 11 astenuti. mia. Un vertice resosi necessa- una manovra correttiva che po- zioni di Bruxelles, non ci sareb- ne dell’acqua e legge sul legittimo In attesa dell’esito dei referendum rio dopo le raccomandazioni del- trebbe prevedere il blocco degli bero margini per ridare slancio impedimento, i già innumerevoli di domenica e lunedì prossimi il la Commissione europea all’Italia stipendi pubblici fino al 2014, ol- all’esecutivo con qualche prov- problemi del centrodestra sareb- governo è dunque in panne. Ver- in vista della legge finanziaria del tre a qualche condono (per esem- vedimento che riduca la pres- bero destinati ad aumentare. Salute Salute Ilaria Capua, direttrice all’istituto Zooprofilattico delle Venezie del centro di riferimento per l’Aviaria per World organization for animal health e Fao: «Condividere i dati genetici pubblicamente» «Epidemia killer, così Federico Tulli U n’epidemia come quella tedesca, capace di sfrut- tare i meccanismi della eviteremo la prossima» globalizzazione che muo- vono la catena di distribuzione de- gli alimenti, può essere evitata at- tivando un sistema di condivisio- ne pubblica in tempo reale delle informazioni sul dna dei batteri. La biologa Ilaria Capua non è una immagazzinate in tempo reale le li, ad esempio irrigati con acqua della salute animale e quella che I meccanismi della globalizzazio- “pericolosa” no global, ma una ri- mappe genetiche di tutti i virus contaminata da materiale fecale studia la salute umana. In Ue ab- ne che portano il cibo sul nostro cercatrice che di emergenze sani- dell’influenza (aviaria e umana) in o da fertilizzanti. Ciò che anco- biamo i Centri europei per il con- tavolo sono molto complessi. Tro- tarie se ne intende. Direttrice del circolazione nel mondo. ra non si conosce è l’origine del trollo delle malattie che lavorano vare la fonte del contagio tra deci- Centro di riferimento per l’Aviaria Professoressa Capua, il batte- ceppo batteriologico. Quando si sulla “rete” umana, e l’Autorità eu- ne di prodotti diversi, passati attra- per la Fao e l’Oie all’Istituto Zoo- rio di escherichia coli in tre set- tratta di crisi di questo tipo, la ropea per la sicurezza alimentare verso “mille” diversi canali di ap- profilattico delle Venezie, nel 2006 timane ha provocato 25 morti e cosa peggiore che può succede- impegnata sul fronte della salute provvigionamento alimentare, è ha avviato una “battaglia” per con- oltre 2400 contagi, riducendo al re è che ci colgano di sorpresa. animale. A testimonianza del fatto quindi complicato. Occorre antici- vincere l’Organizzazione mondia- collasso la sanità tedesca. Co- Come del resto è accaduto. che Bruxelles porta avanti la linea pare le mosse del batterio, sensibi- le della sanità a modificare il siste- me è potuto accadere? La crisi poteva essere evitata? di una gestione unica della que- lizzando i ricercatori a condivide- ma di condivisione dei dati gene- Sappiamo che il batterio E. co- Il modello da seguire in Europa è stione, i due organismi incrociano re in tempo reale i dati del moni- tici sui virus responsabili dell’in- li è un colonizzatore dell’appara- quello adottato in tutto il mondo i loro dati. Ma questo avviene solo toraggio effettuato sui singoli pro- fluenza. Battaglia vinta nel 2011 to digerente dei bovini, nei qua- per controllare la diffusione del vi- una volta l’anno. dotti. Un approccio improntato al- quando è stato riconosciuto il va- li non provoca malattie, e che rus dell’influenza. Si tratta di un È normale che serva così tanto la trasparenza che consente di evi- lore la banca dati Gisaid da lei ide- si diffonde nella catena alimen- approccio integrato che mette in tempo per individuare l’origine tare ingenti costi sia dal punto di ata, nella quale sono registrate e tare umana portato da vegeta- relazione la ricerca che si occupa di un ceppo epidemico? vista sanitario che commerciale. Code e disagi agli sportelli. Per fare luce sulla lunga notte delle Po- ste italiane, la Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine, Rifiuti Arrestato ieri Ludovico Ucciero, imprenditore casertano «vero e pro- prio concorrente esterno del clan dei Casalesi». Grazie al loro appog- per ora senza ipotesi di reato né indagati. Secondo l’Ad Massimo Sar- mi, a mandare in tilt il sistema sarebbe stato il nuovo software usa- In manette gio, si sarebbe «aggiudicato sistematicamente appalti e commesse per il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti», durante l’emergenza, fi- to dall’azienda. Sarà ora il procuratore aggiunto Nello Rossi del pool reati informatici, a cui è stata affidata l’iniziativa giudiziaria, a chia- imprenditore nanziando poi i «capizona» del gruppo Bidognetti. Ucciero, già noto alle cronache giudiziarie, si occupava anche del trattamento del per- rire se in questa vicenda ci siano profili di tipo penale. vicino ai Casalesi colato, dei fanghi dei depuratori, dell’espurgo degli scarichi fognari.
  4. 4. 4 giovedì 9 giugno 2011 >>PrimoAl voto Dal Nord al Sud del Paese si moltiplicano le iniziative a sostegno della consultazionepopolare del 12 e 13 giugno per «liberare l’acqua e cancellare definitivamente il nucleare» «Noi sindaci votiamo sì»Referendum, meno tre Segue dalla prima Chi teme l’esito dei referen- dum da mesi ha messo in at-Di corsa verso il quorum to una strategia, sino ad ora fallita, tesa ad evitare il rag- giungimento del quorum ne- cessario (in Italia per essere validi, a differenza di altri Pa- esi, è necessario che si rechi-Anitori dalla prima no alle urne la metà più uno degli aventi diritto). Il pri- Nella Capitale alle 13 nei pres- mo obbiettivo di questo no-si di Piazza di Spagna è previ- stro appello è quindi quellosta una “gavettonata” pro-refe- di far esprimere, attraverso ilrendum, alle 15 invece l’appun- loro voto, il maggior nume-tamento è con “il miglio nu- ro di cittadini possibile. Tan-do” a Via Sant’Ambrogio, una to più in una regione come lacorsa nudista verso Monteci- nostra, la Calabria, dove sto-torio: a Milano alle 17 è previ- ricamente la partecipazionesto un incontro di sensibilizza- elettorale è inferiore alla me-zione sui temi del referendum, dia nazionale. Sarebbe un se-a Bolzano alle 17.30 parte una gnale importante di riscatto e“biciclettata” per la città di tut- di volontà di contare che i ca-te le forze che appoggiano i re- labresi non devono farsi sfug-ferendum, Ancora: a Trento al- gire. Inoltre la nostra regione © MoNALDo/LAPReSSele 18 inizia un concerto, a Pado- ha tanti buoni motivi in piùva invece si terrà uno spettaco- per esprimersi con quattro sìlo teatrale “per liberare l’acqua e al referendum: ha grandi po-cancellare il nucleare”. ad Asco- Angelo Bonelli e Fabio Rampelli ieri a Montecitorio tenzialità nelle energie rin-li la proiezione del film “L’acqua novabili, ancora largamen-dei Sibillini, sangue della terra”, pubbliche. In più, domani a Vel- Mariagrazia Midulla, del Comi- puntamento importante, il refe- te sprecate, e un territorioa Napoli si apre “Ma la notte... letri, in provincia di Roma, città tato “Vota sì per fermare il nu- rendum è l’occasione per inver- ad alto rischio sismico oltresì”: una notte insonne a spasso simbolo della lotta contro l’ar- cleare” è fiduciosa sull’esito del tire la rotta, per mettere fine alla che esposto, in tante aree, alper il centro storico tra spetta- senico, una pericolosa sostan- referendum: «Di energie in cam- strategia nucleare del governo e dissesto idrogeologico che locoli e musica. A mobilitarsi pe- za contenuta nell’acqua potabi- po ce ne sono tante e le possi- al business che nasconde, per ri- rendono incompatibile conrò non sono solo i grandi cen- le distribuita nella zona, sarà in- bilità di riuscita sono molte ma badire la necessità di preservare la scelta nucleare; sulle pro-tri: da Pontinia (Latina) a Cava vece la volta di una marcia con- non per questo bisogna smettere i beni comuni e promuovere un prie spalle ha già sperimenta-dei Tirreni (Salerno) fino a Mot- tro la privatizzazione dei servi- di darsi da fare: a ognuno di noi modello di sviluppo sostenibile to la privatizzazione dell’ac-tola (Bari) si succedono happe- zi idrici; a Campobasso è sta- spetta di convincere un indeci- e partecipato». La mobilitazio- qua, ricevendone solo i dannining, volantinaggi e assemblee ta convocata una critical mass, so. Quello di domenica è un ap- ne, intanto, continua. (aumento spropositato delle tariffe di cui si è occupata an- che la Corte dei Conti), men-Intervista A colloquio con l’ex premier Romano Prodi: «Su questo appuntamento registro tre nulla è stato fatto per ave- re una seria gestione pubbli-un grande entusiasmo. Adesso spero ci sia un’adeguata campagna informativa, finora assente» ca del sistema idrico integra- to; infine in una Calabria ad«Domenica e lunedì alta penetrazione mafiosa e dove la legalità per molti è considerata un optional riaf- fermare il principio che la leg- ge è uguale per tutti è una ga-andiamo tutti a votare» ranzia culturale, prima anco- ra che istituzionale, da difen- dere con grande forza. ecco perché come sindaci calabre- si, certi di interpretare i sen- timenti di tanti che non sia-Alessandro De Pascale Ma ora la situazione è profon- propria vita nazionale. votare, il resto verrà da solo. Que- mo per ragioni di tempo riu-R damente mutata. Quanto agli Secondo lei il quorum verrà sti sono sicuramente temi da re- sciti a contattare, invitiamo i omano Prodi è stato il altri quesiti ambientali, per l’ex raggiunto? ferendum, cioè i grandi orienta- nostri concittadini e tutti i ca- premier italiano che nel leader dell’Unione «il problema Mi auguro che la maggioranza menti del Paese. labresi ad andare a votare. A 2007 diede vita all’accor- dei servizi fondamentali è serio, degli italiani vada a votare. Il che C’è stata una corretta informa- mobilitarsi perché in tanti lo do tra l’enel ed edf, che beni come l’acqua sono un altro non è scontato visto che agli ulti- zione ai cittadini sul voto? facciano, esprimendo la loroallora riguardava però esclusiva- discorso rispetto alle privatiz- mi referendum hanno avuto tan- Finora assolutamente no. Del scelta consapevole e senten-mente la costruzione di un nuo- zazione». Anche perché a livello te difficoltà ad attrarre gli eletto- resto pendeva un giudizio del- dosi partecipi con il loro di-vo reattore in Francia. Riguardo europeo «la direttiva dice che ri e di conseguenza il risultato è la Corte. Quindi la spiegazione retto contributo della stagio-all’Italia, l’ex presidente del Consi- l’acqua non è un prodotto stato diverso. Spero che que- dei quesiti e di cosa c’era in bal- ne nuova che sta animando ilglio ritiene che «il treno nucleare commerciale, al pari de- sta consultazione abbia lo poteva infatti partire solo do- nostro Paese.ormai lo abbiamo perso e quando gli altri, ma un patrimo- meno problemi, ma il quo- po la pronuncia dei giudici. ora Gianni Speranza, sindaco disi è perso un treno è molto diffici- nio che va protetto, dife- rum resta l’aspetto e l’inter- che è arrivata ritengo però che Lamezia Terme; Nicola Bel-le corrergli dietro. Quanto costa? so e trattato come tale, rogativo più importante, e l’informazione si possa e si deb- castro (Cotronei); Renato Bel-Quali sono le incertezze nel fu- come strumento di equi- in tutta onestà spero ba fare. Spero quindi che venga lofiore (Gioia Tauro); Lucaturo? Ne abbiamo bisogno aven- librio del territorio». sia raggiunto, dato avviata un’adeguata campagna Branda (S. Agata D’Esaro);do capacità produttive in ecces- Professore, questo we- il grande entusia- informativa. Mimmo Ceravolo (Laureanaso? Dobbiamo rispondere a tutte ekend andrà a votare smo che sto re- Nel caso vincano i sì, il risulta- di Borrello); Carolina Girasolequeste domande, poi si potrà di- per i referendum? gistrando per il to avrà delle conseguenze sul (Isola Capo Rizzuto); Mimmore sì o no». Al precedente referen- Sicuramente. Ritengo voto di domeni- governo? Lucano (Riace); Giovannidum del novembre 1987 «sono sia un diritto civi- ca e lunedì. Preferisco fermarmi qui, non vo- Manoccio (Acquaformosa);stato uno dei pochissimi a votare co e di conseguen- Cosa pensa dei glio andare oltre il tema specifi- Salvatore Migale (Cutro);a favore del nucleare, perché l’Ita- za un dovere de- quesiti? co. Tutto il resto non fa parte del- Elisabetta Tripodi (Rosarno);lia aveva una capacità tecnica che mocratico da eser- Ribadisco che il la mia attuale attività. In corrido- Peppino Vallone (Crotone)ora non c’è più», continua Prodi. citare per partecipare alla © SCRoBogNA/LAPReSSe problema è andare a io ho parlato anche troppo.
  5. 5. piano>> giovedì 9 giugno 2011 5 Inchiesta Inchiesta L’indagine sull’inceneritore di Riso Scotti coinvolge anche il Gestore dei servizi elettrici, il grande monopolista che amministra oltre 6 miliardi di euro per sostenere le rinnovabili Tutte le ombre del Gse Giorgio Mottola A Pavia nell’impianto del- la Riso Scotti l’elettricità Colosso senza controlli prodotta con rifiuti tossi- ci si trasformava miraco- losamente in energia pulita. Tut- to “merito” dei funzionari del Gse, l’ente che avrebbe dovuto verifica- re che le fonti fossero davvero rin- novabili. Grazie a una loro firma pianti alimentati con fonti rinno- il Gse d’altronde non è un organi- una parte dei controlli a società di ne da energia nucleare (come ha sui certificati, l’energia che usciva vabili (da cui l’anagramma). smo autonomo, ma dipende diret- consulenza esterne», ricorda Sa- denunciato la società Esperia Spa dall’inceneritore risultava “verde” tamente dal governo. Allo stesso pienza. Anche in questo caso, chi e hanno confermato alcune inter- e quindi riceveva incentivi e veni- Senza controlli modo hanno fatto molto discute- dà gli incentivi è lo stesso soggettorogazioni parlamentari). Inoltre, va pagata molto di più sul merca- I funzionari del Gse sono dun- re le misure contenute nel provve- che controlla. il Gse ha permesso anche all’Enel to. Secondo la Procura di Milano que tenuti a verificare che quan- dimento conosciuto come “Salva di emettere certificati verdi, so- la truffa dell’elettricità sporca, ven- to dichiarato dai produttori corri- Alcoa”, difeso e voluto fortemente Il caos dei certificati verdi stenendo dunque con incentivi le duta come pulita, ha fruttato alla sponda alla realtà: nel caso di Riso dalla dirigenza del Gestore dei ser- Ancora più paradossale è la ge- centrali idroelettriche che, al con- Riso Scotti Energia oltre 17 milio- Scotti Energia, avrebbero dovuto vizi elettrici. «Si è finito purtroppo stione dei certificati. Vengono as- trario di quelle fotovoltaiche ed ni di euro tra il 2005 e il 2009. Quel- accertare che l’elettricità prodot- con il favorire numerose truffe nel segnati alle aziende che produco- eoliche, sono già oggi molto red- la dei funzionari dei Gestore dei ta dall’inceneritore derivava effet- settore», spiega Massimo Sapien- no energia utilizzando fonti rin- ditizie e non avrebbero bisogno di servizi elettrici, pe- tivamente da bio- za, presidente di Asso Energie Fu- novabili in base al- sostegno. Una deci- rò, non sarebbe sta- Società per azioni, masse e da scarti di ture, che riunisce centinaia di pro- la quantità di CO2 Nel rilascio dei sione, quella del ge- ta una semplice di- ma interamente riso e non da rifiu- duttori nel campo del rinnovabile. non emessa. Le in- certificati verdi store, che ha susci- sattenzione. Stando controllata dal ti generici o addi- La nuova normativa, che rientra dustrie che, inve- ha favorito Enel tato grandi polemi- all’inchiesta coor- rittura pericolosi. in un pacchetto di misure adotta- ce, utilizzano fon- che. Non solo per- dinata da Ilda Boc- governo, ha Ma quando il Gse te dal governo per salvare i dipen- ti fossili (petrolio, penalizzando ché in questo mo- cassini, di mezzo ci il doppio ruolo rilascia un certifi- denti della multinazionale ame- carbone e gas) so- i piccoli e medi do vengono di fatto sarebbero tangen- di erogatore di cato, non c’è nes- ricana in Sardegna, ha reso mol- no tenute ad acqui- produttori distrutti tutti i pic- ti per oltre 130mila fondi e controllore sun ente al di so- to più bassi i controlli nell’iter au- starli dalle impre- di energia pulita coli e medi produt- euro. «Tutto il Gse pra che può con- torizzativo per il riconoscimento se che ne dispon- tori di energia pu- va lubrificato», spiega in un’inter- trollare ed eventualmente con- delle centrali fotovoltaiche. Se pri- gono. La supervisione della com- lita. Ma anche perché tra Enel e cettazione telefonica, pubblicata testare l’operato della società. ma per vedersi riconosciuto il di- pravendita spetta appunto al Gse. Gse c’è un rapporto strettissimo. nell’ordinanza di custodia caute- Neppure l’Autorità per l’energia e ritto agli incentivi bisognava indi- Sotto agli occhi del gestore, da di- Quasi tutti i dirigenti dell’ente di lare, Nicola Ostellino, consulente il gas, che sarebbe l’organo di vi- care il numero di serie di ogni sin- versi anni, sta andando avanti controllo (che nasce dalle cene- (arrestato) di Assoelettrica, l’asso- gilanza: «L’autorità non ha il po- golo pannello, con il “salva Alcoa” una truffa da 500 milioni di euro. ri del Grtn, Gestore della Rete di ciazione che mette insieme i pro- tere di verificare la validità del- questo è diventato facoltativo. «E Molte aziende, per evitare di pa- Trasmissione Nazionale, un tem- duttori di energia italiani. Dal can- la certificazione rilasciata dal così si è arrivati a oltre 60mila ri- gare il certificato verde, importa- po proprietà di Enel) provengono to suo, la dirigenza del Gse si di- Gse», ha risposto in una delibera chieste. Il Gse non è riuscito a va- no energia dall’estero, che, gra- dal colosso dell’elettricità, com- chiara parte lesa, precisando di es- del 10 gennaio a una società che lutare se tutte le dichiarazioni cor- zie alle garanzie di origine, risul- preso l’amministratore delegato sere «estranea rispetto a eventua- aveva presentato un ricorso.Non rispondevano al vero e ha affidato ta verde, ma che in realtà provie- Nando Pasquali. li comportamenti attuati da sin- sempre però le decisioni del Gse goli». Insomma, se dovesse esse- sono corrette. Nel 2009, ad esem- re davvero dimostrata la corruzio- pio, l’Unione Europea sbugiar- ne, si tratterebbe soltanto di “me- dò i dati forniti sulla produzione le marce”. Ma all’interno del Gse, di energia verde. Il Gestore faceva che è allo stesso tempo soggetto passare per energia pulita anche erogatore degli incentivi e sogget- l’elettricità prodotta con l’incene- to controllore, quante mele marce rimento dei rifiuti. Senza questo potrebbero nascondersi? “gioco di prestigio” l’Italia non sa- rebbe stata infatti in grado di rag- Il grande monopolista giungere la quota del 20 per cento Poco conosciuto dal grande pub- stabilita dall’Europa per l’utilizzo blico, ignorato dai grossi mezzi di di fonti rinnovabili. Il nostro paese informazione, il Gestore dei ser- avrebbe rischiato una multa. Ma vizi elettrici ha un ruolo centrale nelle politiche energetiche italia- ne. Istituito nel 1999 con il decre- to Bersani che in Italia ha intro- dotto la liberalizzazione del set- tore elettrico, è una società per azioni, al 100 per cento di proprie- tà del ministero dell’Economia. Il suo compito essenziale è far cre- scere la produzione di energia pu- lita in Italia. A questo scopo gli vengono affidati ogni anno oltre 6 miliardi e mezzo di euro, che pro- vengono dall’aliquota A3, paga- ta dagli italiani nella bolletta del- la luce. E nel campo delle energie rinnovabili il Gse in Italia gode di poteri pressoché assoluti e con- trolli limitatissimi: concede gli in- centivi per gli impianti che pro- ducono energia da fonti rinnova- bili, acquista dai produttori l’elet- tricità girandola sul mercato ed emette e vende i certificati verdi. Ma soprattutto è il Gestore a de- cretare se l’energia è pulita o no. Lo fa attraverso un certificato che © ANSA si chiama Iafr, che qualifica gli im- Centrale termoelettrica di La Casella. Comune di Castel San Giovanni (Pc)
  6. 6. 6 giovedì 9 giugno 2011 >>Esteri>>Bompan dalla primaFoto di Giada Connestari La grande Baia Barataria èun’insenatura nella quale le palu-di del delta del Mississippi incon-trano il Golfo del Messico. Si trovatra i porti di Venice e Grand Isle,due luoghi diventati simbolo del-la marea nera. «Mettetevi questicalzari per non rovinarvi le scar-pe - raccomanda Weigel - qui c’èancora petrolio», avverte inaspet-tatamente. «Ormai si è sedimen-tato, formando uno strato catra-moso denso come burro d’ara-chidi». Infatti prendendo in ma-no una zolla di terreno, vediamouscire liquido nero fresco. C’è neovunque. Non lontano, su Man-grove Island, i pellicani sono in-tenti a pattugliare i nidi. A miglia-ia svolazzano intorno al reticolodi Mangrovie, molte rinsecchite o Reportage Terra torna nell’area di New Orleans, colpita dalla più grande fuoriuscita di greggiogià morte. «Non sappiamo se so- della storia. Tra biodiversità marina a rischio, economia e pesca distrutte e residenti ammalatiViaggio nel Golfo del Messicoun anno dopo la marea nerano state uccise dal petrolio, cer-to è una moria strana», ammettela nostra guida. I pellicani ci scru-tano da lontano. «Aspettiamo dicontare le uova per valutare se ilgreggio e gli agenti chimici han-no avuto effetti sulla riproduttivi-tà degli uccelli e sulla loro salute.Useremo foto satellitari e faremoindagini a campione. Ma nelle ca-tene alimentari, come dimostratoin altri incidenti come quello del-la petroliera Exxon Valdez, posso-no volerci decenni prima che glieffetti devastanti si mostrino inpieno». Chiediamo se hanno regi- tuttora è un’irresponsabile», attac- ci - ammette Nungesser, governa-strato fenomeni anomali tra i pe- In alto a sinistra, ca il presidente della provincia. tore di Plaquemine Parish - e nonsci. «Ultimamente sono stati tro- noci di petrolio sappiamo se il pesce sarà com-vati numerosi delfini morti, ma intrappolate dalla Una marea di danni mestibile in futuro, cosa che po- materia organicaè troppo presto per fare una cor- a Tarball. Secondo il direttore di Sierra Club trebbe compromettere sia questarelazione scientifica tra petrolio, A destra in alto, in Louisiana, Malek-Wiley, c’è poi attività che il turismo. Se si ripe-solventi e salute del bioma mari- bagnanti in una la questione dei problemi di sa- te quanto successo in Alaska, do-no», risponde Weigel. spiaggia di Grand lute correlati al disastro e all’uso ve dopo anni i pesci hanno inizia- Isle. A fianco, il Memo- dei dispersanti chimici. «Centina- to ad ammalarsi, siamo rovina-Il petrolio invisibile riale degli undici ia di persone - denuncia - anco- ti». E anche qui qualche caso stra-La marea è scomparsa tre volte. operai morti du- ra oggi soffrono di sanguinamen- no caso si inizia a registrare. Abby rante l’esplosionePrima dal mare quando la British della piattaforma to dal naso, vomito, nausea, stra- Cheramie racconta di aver pesca-Petroleum (Bp), con l’uso abbon- Deepwater hori- ni sintomi. Un ragazzo di 22 anni to decine di pesci con una stranadante di dispersanti chimici, ha zon a Grand Isle perfettamente in salute ha avuto infezione alle pinne: «Colpa delfatto scomparire le infinite lingue la pessima idea di an- petrolio?», chissà. Glioleose dalle acque del Golfo scin- tre anni tornerà ad essere quello di va solo nella memoria di coloro dare a nuotare nono- Gli ecologisti stessi rimborsi delladendole in una miriade di picco- prima». In tanti ringraziano la Bp, che aspettano un risarcimento e stante la marea nera, del Sierra Club: Bp non sono arriva-li agglomerati. Da allora l’attenzio- anzi, i suoi assegni di risarcimen- di chi non si è mai fatto inganna- ha iniziato ad accusa- «Centinaia ti a tutti. «Io non hone della stampa è scemata. Il poz- to danni da 1.000 a 5.000 dollari re dagli occhi», aggiunge. Bill Nun- re malesseri, oggi si ri- visto un soldo - de-zo è stato chiuso e per gestire i 20 con i quali cercarono di far passa- gesser, presidente della provincia trova su una sedia a di persone nuncia la proprieta-miliardi di dollari dei risarcimen- re ai residenti la voglia di avviare di Plaquemine Parish, una delle rotelle e nessuno sa lamentano ria del ristorante Sa-ti della Bp hanno nominato un re- costose class action. «I turisti so- più colpite, non si è mai piegato ai dire perché. Sono so- strani sintomi» ra’s di Grand Isle - insponsabile federale. Si sono anche no tornati e le spiagge sono bian- diktat della Bp. Nell’intervista che prattutto coloro che quanto chi ha gli av-diffuse voci sulle truffe ai danni che come mai prima», assicura Jo- ha rilasciato a Terra, al termine di hanno lavorato nelle operazioni vocati si è fatto rimborsare subi-del gigante petrolifero, ma poi non sie Cheramie, responsabile dell’uf- una riunione sulla preparazione di pulizia a soffrirne», conclude to, gli altri hanno ottenuto pic-si è saputo più nulla. La crisi della ficio turistico di Grand Isle. Sulla per l’emergenza uragani, è un tor- Malek-Wiley. Le indagini sanita- coli assegni o addirittura nul-marea nera durerà ancora a lungo, spiaggia qualche tenda, bambini rente in piena: «La marea nera è rie tuttora mancano. E molte per- la». Una fonte interna all’ammi-del resto i tempi della natura sono che giocano, pescatori che scru- ancora qui, c’è ancora petrolio. In sone affette da problemi di salu- nistrazione della Louisiana, chemolto distanti da quelli dei media, tano l’orizzonte in lontananza. «I questi giorni inizia la stagione dei te (respiratori o tumori) non han- vuole rimanere anonima, ritieneanche se è scomparsa dai pensie- problemi iniziano proprio quan- tornado e il greggio che si nascon- no potuto rilasciare commenti in che «entro il prossimo anno ver-ri della gente. «Vogliamo guarda- do il petrolio non si vede più, visto de sotto la superficie potrebbe es- quanto processo con la Bp. Ma a rà ogni richiesta di rimborso: lare oltre», conferma Joseph Patton, che la gente dimentica in fretta», sere portato sulla costa da venti e giudicare dal numero di class ac- Bp ha messo sul piatto 5 miliar-chef dello storico Bourbon House, spiega Darryl Malek-Wiley, diret- moti ondosi. Inoltre la Bp non ha tion, i malati sono in crescita. An- di di dollari, forse ne metteran-nel quartiere francese di New Or- tore dell’organizzazione ambien- lasciato nessun equipaggiamento che l’economia è stata contami- no altrettanti e poi diranno “oraleans. «Le nostre ostriche sono ot- talista Sierra Club della Louisiana. per fronteggiare una nuova emer- nata. «Questo è il momento chia- è tutto pulito, l’economia è rista-time - ricorda - e il pesce in due o «La marea nera per ora rimane vi- genza, questa compagnia è stata e ve per capire gli effetti economi- bilita, possiamo andare via”».

×