Your SlideShare is downloading. ×
TERRA - quotidiano - 17/03/2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

TERRA - quotidiano - 17/03/2011

356
views

Published on


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
356
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Tikopia L’isola “ecosostenibile” che sopravvive alle catastrofi naturali a pagina 8 Anno VI - n. 64 - giovedì 17 marzo 2011 - E 1,00 Rivoluzioni le milizie di gheddafi oggi lanciano l’assalto all’ultimo baluardo dei ribelli. se l’onu non interviene sarà carneficina Bengasi aspetta la strage Repressione anche in Bahrein: nuove vittime nella rotonda delle perle. in egitto l’esercito si scatena contro i cristiani. i Fratelli musulmani, alleati con i militari, puntano a eliminare l’opposizione di Tahrir: ormai è “fantasma iran” Servizi a pagina 9 Giappone Unità d’Italia Ragione e sogni nel “compleanno” Luca Bonaccorsi Oggi è il compleanno d’Italia. Nel fiume di celebrazioni che ci in- vestirà non mancherà la retori- ca buonista e nazional-patriotti- ca. Una volta l’anno ci può anche stare. Meglio la celebrazione dei garibaldini che il leghista univer- so delle micropatrie razziste. La verità però è che la festa è un po’ rovinata dagli eventi, inter- nazionali e domestici. Il Giappo- ne vive ancora col fiato sospe- so per sapere quanti morti do- vrà piangere. E quanti anni, o de- L’allarme cenni, dovrà attendere prima di tornare sui luoghi del disastro nucleare di Fukushima. Ma non Paolo Tosatti basta. Di fronte alle nostre co- ste le rivolte arabe, che ci aveva- È una corsa contro il tempo per no scaldato il cuore e tenuto sve- bloccare un possibile disastro gli la notte, vivono un momento infinito nucleare quella che i tecnici e gli di triste arretramento. In Egitto esperti giapponesi hanno inizia- il popolo di Tahrir è stato tradito to ieri mattina, quando un nuo- dall’esercito. In Libia, Gheddafi vo incendio è scoppiato nel reat- il folle marcia con i tank e bom- tore numero quattro e una nube barda dal cielo l’ultima roccafor- © YONhAP/AP/LAPRESSE di fumo bianco si è sollevata dal- te dei ribelli a Bengasi. Nel Golfo la torre del numero tre, facendo invece i carri sauditi, i nostri cari registrare l’ennesimo picco di ra- amici e storici alleati sauditi, af- diazioni intorno all’impianto di fogano nel sangue la rivolta del Fukushima. Gli elicotteri cui si Bahrein, come i Russi nel 1968 a era pensato di fare ricorso per Cresce il livello di radiazioni a Fukushima. L’Aiea lancia l’allerta per lo Praga (solo che oggi ben pochi gettare acqua sulla centrale e raf- spazio aereo sul Pacifico settentrionale. Wikileaks: «Tokyo sapeva» condannano i “russi-sauditi”). freddare le barre di combustibile L’Europa, il mondo, assistono al presenti al suo interno non han- declino del sogno rivoluzionario Francia 4 Navi dei veleni 5 Territori 10 Sped. in Abb. Post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB - Roma no potuto avvicinarsi alla strut- arabo con colpevole impotenza. tura a causa dell’eccessiva con- Forse anche con sollievo, visto centrazione di particelle atomi- che la nostra tradizione è quel- che nell’area, trasformando in un «Referendum contro il «Inattendibili sono loro». Milano: i 150 anni dell’Unità. la di intessere stretti rapporti fallimento completo il primo ten- nucleare insieme alle Francesco Fonti accusa la Napoli: Regione, l’anno zero con dittatori, oligopolisti e plu- tativo di intervento dall’esterno. presidenziali del 2012». Dda, che due giorni fa aveva dell’ambiente. tocrazie (da Gheddafi a Putin, Intanto, su richiesta dell’Agenzia Sortir du nuclaire e Europe chiesto l’archiviazione per All’interno anche le notizie passando per Wen Jiabao e Lu- internazionale per l’energia ato- écologie si mobilitano l’inchiesta sulla Cunsky dall’Emilia Romagna cashenko la lista è lunga) piut- mica, il Volcanic ash advisory tosto che agire da “promoto- centre di Londra, che dallo scor- ri” di democrazia. Sarà più faci- so anno ha competenza anche le per l’Eni tornare al tavolo con per le fughe radioattive, ha diffu- il Colonnello che trattare con so un allarme “emergenza nucle- un nuovo caotico e ingestibile are” per dieci regioni nello spa- Consiglio rivoluzionario? Certo zio aereo compreso tra Giappo- il minimo che ci si può augura- ne, Alaska, Russia, Cina, Corea re è che Gheddafi venda davve- del Nord e del Sud. ro tutto il suo petrolio a Cina e Segue a pagina 3 Russia, aggiungendo il danno al- la beffa per l’inutile Europa. Ma c’è da scommettere che ciò non Diritti L etti di contenzione, sporcizia ovunque, latri- ne a vista accanto a fornelli da campeggio. E ce, ma che oggi ha bisogno di rendersi pubblico per raggiungere l’obiettivo del «definitivo supe- avverrà. Seppelliti i morti e sca- tenata la repressione, gli affari10317 ancora, mura fatiscenti, urina sul pavimen- ramento degli Opg». Tuttavia, ha spiegato il se- torneranno ad essere affari. Torture to, grida che squarciano vetri già rotti e montagne di farmaci. A descrivere «l’inferno dei dimenticati» natore Pd Ignazio Marino, la prima richiesta è di «liberare nel più breve tempo possibile quelle I compleanni di solito servo- no, oltre a compromettere inu- 9 772036 443007 questa volta sono state le immagini. La Commis- persone recluse senza motivo». La Commissio- tili diete, a fare bilanci e progetti negli ospedali sione d’inchiesta sul Servizio sanitario nazionale del Senato ha diffuso ieri un documento video gi- ne ne ha contate 376. Sono internati da anni, al- cuni perfino da decenni, per reati ormai estinti per il futuro. Ma sul futuro italia- no c’è poco da stare allegri vista psichiatrici rato per i sei Ospedali psichiatrici giudiziari d’Italia che denuncia le condizioni «disumane e di tortu- e senza alcuna pericolosità sociale. Dimentica- ti in strutture istituite ottant’anni fa, da cui si ri- la serie di sfide che dovremo af- frontare. A partire da quella eco- giudiziari ra» in cui vivono oltre mille persone. Un lavoro che l’anno scorso aveva prodotto già le prime denun- schia di non uscire più. Galano a pagina 7 nomica, ma non solo. Segue a pagina 15
  • 2. 2 giovedì 17 marzo 2011 >>Primo NucleareNucleare Sit-in dei Verdi con i sopravvissuti di Hiroshima per dire no all’atomo. Anche allaCamera la sinistra chiede al governo di rinunciare. «Andremo avanti», risponde l’esecutivoL’onda lunga nipponica re a questa tecnologia distruttiva per l’uomo e pericolosa per la sa- lute e l’ambiente?», ha chiesto al governo il leader dell’Idv Antonioarriva in piazza a Roma Di Pietro. Sulla stessa linea anche il Pd. «Eravamo contro la scelta nucleare già prima dell’inciden- te di Fukushima perché la ritenia- mo sbagliata per il Paese, vecchia e costosa, e ora volete approvareAlessandro De Pascale una norma per collocare le centra-D li sul territorio anche contro il pa- ue giapponesi soprav- rere di Regione, Comune e popo- vissuti allo sgancio delle lazioni locali», denuncia Ermete bombe atomiche di Na- Realacci, responsabile green eco- gasaki e Hiroshima, in nomy del Pd. «L’Italia non modi-piazza con i Verdi a Roma per di- fica il proprio programma nucle-re no all’atomo. «Ero in fabbrica are», risponde senza giri di parolequando fu sganciata la bomba», la Prestigiacomo. «La questionericorda uno dei superstiti. «Poi ho energetica e i problemi connessivisto le persone cambiare forma. sono globali e solo in Europa so-Tutto ciò non deve più succede- no attive 150 centrali», taglia cor-re». Lo striscione recita «Nucle- to la titolare dell’Ambiente. «Ma laare, no grazie!». Tutto intorno al Germania ne chiuderà 7 e puntaPantheon decine di manifestanti per il 2050 a coprire l’80 per cen-indossano tute bianche e masche- to del fabbisogno energetico conrine. Un sit-in per denunciare i ri- le rinnovabili, alle quali voi aveteschi del nucleare, contro le scelte tagliato gli incentivi mettendo suldel governo Berlusconi in tema di I due sopravvissuti assieme a Bonelli al sit-in dei Verdi ieri a Roma lastrico migliaia di imprese», con-energia. Anche alla luce di quan- trobatte il capogruppo del Pd allato sta accadendo in Giappone. I sempre possibile». Per il commis- li in Italia, perché nessuna regione zioni a risposta immediata del- Camera Dario Franceschini. Checartelli mostrano i luoghi in cui sario europeo all’Energia, Gun- le vuole». Tanto che Legambiente la sinistra sull’uso delle fonti rin- poi attacca: «Non avete il corag-l’esecutivo vuole costruire le nuo- ther Oettinger, «la crisi nucleare ha scritto una lettera ai presiden- novabili sono diventate l’occasio- gio di dire che sul nucleare aveteve centrali nucleari e una mappa giapponese ha cambiato il mon- ti di Lombardia, Piemonte, Vene- ne per chiedere di nuovo al gover- sbagliato». Il monito delle opposi-della pericolosità sismica dell’Ita- do», al punto che l’Ue deve pensa- to ed Emilia Romagna, invitando- no un passo indietro sul nuclea- zioni è chiaro: «Fermatevi perchélia. Un binomio che porta il presi- re all’eventualità di una «opzione li a fare fronte comune per unire re. E almeno stavolta sembra dav- se non lo fate voi tra 3 mesi la pa-dente dei Verdi Angelo Bonelli ad zero per il nucleare». Parole mai le proprie «contrarietà e perples- vero unita. «Germania, Svizzera e rola tornerà agli italiani che sce-accusare il governo di «atteggia- pronunciate prima da Bruxel- sità tecniche sulla disponibilità Lituania hanno avviato una rifles- glieranno di salvare il Paese, lo-mento irresponsabile». La lezione les. Il copresidente dei Verdi eu- del loro territorio ad ospitare cen- sione sul nucleare, il mondo cer- ro stessi e il proprio futuro», rife-del Giappone è che «nessuna tec- ropei Daniel Cohn-Bendit è con- trali nucleari». Anche alla Camera ca fonti alternative, mentre in Ita- rendosi al referendum sul nuclea-nologia è perfetta e un incidente è vinto che «non ci saranno centra- ieri si è parlato di atomo. Due mo- lia c’è proprio bisogno di ricorre- re del 12 giugno.L’esperto I ministri dell’Ambiente e dello Sviluppo rassicurano gli italiani in tv sulla sicurezza Il casodelle centrali da costruire in Italia. Che però non sono molto diverse da quelle di Fukushima Così la TepcoPrestigiacomo e Romani falsificava i dati delle centralimentono sugli impianti Sirio Valent Nessun controllo trasparente e affidabile sulla centrale nucleare di Fukushima. Per anni la società di gestione Tepco ha falsificato iErasmo Venosi* ne piccole modifiche apporta- pressione interna, e una pare- trollo e sicurezza del reatto- risultati dei controlli sull’integri-L te ai reattori esistenti. L’altra li- te esterna dello stesso materia- re che utilizza un modello ma- tà dei reattori, omettendo danni e rassicuranti affer- nea di sviluppo è detta innova- le ma in grado di sopportare la tematico (equazioni della cine- e fuoriuscite di radiazioni. La pri- mazioni dei ministri tiva e riguarda invece i reattori caduta di un aereo militare tipo tica). Ossia uno strumento che ma scoperta della “truffa” risale dell’Ambiente Stefania di quarta generazione che forse Rafale di peso enormemente in- approssima il comportamento al 2002, quando l’Agenzia nucle- Prestigiacomo e dello vedranno la luce nel 2040. feriore a quello di un Boeing. di un sistema reale. Inoltre si are nipponica (la Nisa) denunciaSviluppo Economico Paolo Ro- L’Epr relativamente alla sicu- La società francese che vende ricorre ad approssimazioni an- 29 casi di rapporti ispettivi falsi-mani, sulla radicale diversità rezza, presenta un basamen- l’Epr dichiara che i tempi di re- che per semplificare i problemi ficati dalla società energetica didei reattori scelti dall’Italia, re- to inclinato di materiale refrat- alizzazione sono pari a 5 anni dal punto di vista dell’analisi del Tokyo. Secondo gli ufficiali,13lativamente alla sicurezza ne- tario che, in caso di fusione del (smentita dai ritardi dei due re- modello. impianti avevano registrato inci-cessitano di chiarimenti e in- nocciolo consentirebbe il suo attori in costruzione a Olkiluo- Se i reattori che si ha intenzio- denti strutturali negli anni a ca-terrogativi. Inquietante quanto recupero, confinamento e raf- to e Flamnville). L’Epr ha la ca- ne di costruire in Italia sono vallo del 1990: tra questi, i più im-ascoltato dal ministro dello Svi- freddamento dentro la parte pacità di sostituire il combusti- così sicuri e innovativi, allora portanti riguardavano proprio iluppo ieri sera da Bruno Vespa a inferiore dell’edificio, evitando bile, l’uranio, con ossidi misti i ministri competenti che ras- reattori 1 e 2 dell’impianto di Fu-Porta a Porta: Romani ha parla- il tal modo la perforazione del (Mox), una miscela di uranio e sicurano gli italiani dovrebbe- kushima Daiichi - quelli ormai adto d’inesistenti reattori di prima recipiente in pressione (Vessel) plutonio, molto più impattanti ro assumersi la responsabilità, un passo dalla fusione in seguitogenerazione che erano i prototi- e quindi l’inquinamento radio- di quello “normale“. assieme ai promotori del nu- allo tsunami di venerdì scorso -pi degli anni 50 e 60. attivo. Il nocciolo fuso sareb- L’Epr ricordiamo che non ci ri- cleare, di fare a meno dei pia- e il reattore di Kashiwazaki-Ka-I primi quattro reattori italia- be inoltre raffreddato da acqua sulta abbia ottenuto l’appro- ni di evacuazione intorno alle riwa, nella prefettura di Niiga-ni, altro non sono che reattori proveniente da una piscina. vazione definitiva dall’Autori- centrali. Questo è l’unico stru- ta. L’indagine era partita 2 anniad acqua in pressione (Epr) che L’edificio del reattore ha una tà di Sicurezza Nucleare de- mento che fa giustizia di mal- prima, nel luglio 2000, sulla baseusano come combustibile l’ura- doppia struttura di conteni- gli Stati Uniti (procedimento levadori e imbonitori chiamati delle rivelazioni di un informato-nio. L’Epr è un reattore frut- mento: una parete interna in di licensing). Da osservare che in aiuto del nucleare del post- re: gli inquirenti avevano riscon-to della linea di sviluppo detta calcestruzzo armato, compres- nulla cambia rispetto a quanto Giappone. trato «gravi omissioni e mancan-“evolutiva”, basata cioè su alcu- so per resistere agli aumenti di tutt’ora governa progetto, con- * Fisico nucleare
  • 3. piano>> giovedì 17 marzo 2011 3 Giappone Giappone L’Aiea lancia l’allerta nello spazio aereo compreso tra Giappone, Alaska, Russia, Cina, Corea del Nord e del Sud. Timori dalla Ue. E spunta un cablogramma di Wikileaks: «Tokyo sapeva» Fukushima, nuovo Tosatti dalla prima Secondo la Tepco, la compa- gnia elettrica che gestisce Fu- allarme radiazioni kushima, il fumo fuoriuscito ie- ri dall’impianto potrebbe essere semplice vapore, anche se non esiste ancora alcuna sicurezza al riguardo. Il capo del gabinetto nipponico, Yukio Edano, ha di- chiarato durante una conferen- informò il governo di Tokyo che za stampa che la nube sembre- le norme di sicurezza delle sue rebbe provenire dalla vasca di centrali erano obsolete e che un contenimento del reattore nu- violento sisma avrebbe potuto mero tre, una possibilità che im- causare «seri problemi» agli im- plicherebbe un danno all’involu- pianti. Nella nota, riportata ie- cro di sicurezza. La temperatura ri dal Telegraph, si afferma inol- si è invece stabilizzata nel reat- tre che le autorità giapponesi si tore numero due, investito mar- opposero alla sentenza emes- tedì da un’eplosione che aveva sa da una corte per chiudere suscitato apprensione per una una centrale ritenuta non suf- possibile lesione del nocciolo. ficientemente sicu- Complessivamente la struttu- Si temono danni ra in caso di sisma. ra è stata interessata finora da all’involucro di «L’Agenzia giappo- quattro deflagrazioni e due in- sicurezza del terzo nese per la sicurez- cendi, che hanno portato ad au- reattore. Il quarto za nucleare e indu- © KAJIYAMA/AP/LAPRESSE menti della quantità di radiazio- striale ritiene che ni registrate nell’area; incremen- è stato colpito il reattore sia sicu- ti che comunque, stando alle di- da un nuovo ro e che tutti i test chiarazione dei portavoce del incendio di sicurezza sia- governo riportate dall’agenzia di no stati condotti in stampa Kyodo, non comporte- idrante montato su un camion, be soffiare verso sudovest, os- blogramma Usa diffuso da Wi- modo appropriato», riferirono rebbero «immediato rischio per che dovrebbe però avvicinarsi sia verso Tokyo, per poi virare kileaks, che ha rivelato che il i diplomatici statunitensi. Nel la salute» per le persone che si all’impianto abbastanza da con- e dirigersi a ovest, sul mare. Le Giappone sapeva da oltre due 2009, Tokyo riuscì a far revoca- trovano fuori dalla fascia di si- sentire alla pressione dell’acqua previsioni sui moti delle corren- anni che i suoi impianti nucleari re la sentenza. Il cablogramma curezza di 30 chilometri intor- di raggiungere le barre. ti d’aria sono importanti perché non sarebbero stati in grado di riporta infine la denuncia fatta no alla centrale. Per cercare di Alle preoccupazioni per la sicu- mostrano la direzione che po- reggere l’urto di un potente ter- nell’ottobre 2008 da un deputa- diminuire la temperatura del rezza si aggiungono quelle per le trebbe prendere un’eventuale remoto. Secondo il documento, to giapponese ai funzionari di combustibile presente al suo in- condizioni meteorologiche. Nel- nube atomica. nel dicembre del 2008 un fun- Washington, secondo cui il go- terno, i soccorsi hanno pensa- la regione sono infatti sono pre- Nel frattempo, nel caos causato zionario dell’Agenzia interna- verno stava «insabbiando» al- to di fare ricorso a un enorme visti neve e vento che dovreb- dall’emergenza, è emerso un ca- zionale per l’energia atomica cuni incidenti nucleari. ze» nelle relazioni di controllo. Emergenza A sei giorni dallo tsunami, milioni di persone hanno enormi difficoltà a procurarsi Le conseguenze furono pesantis- cibo e acqua. Gli ospedali sono a corto di medicine. Le vittime potrebbero essere più di diecimila sime per la compagnia energeti- Sull’isola ora si lotta ca: il presidente Nobuya Minami rassegnò le dimissioni assumen- dosi «tutta la responsabilità ma- nageriale dell’incidente», e am- mettendo che «non c’erano scu- per la sopravvivenza se» per il suo operato. Lo stes- so fecero l’amministratore dele- gato Hiroshi Araki, il vicepresi- dente Toshiaki Enomoto e i con- siglieri Shoh Nasu e Gaishi Hirai- wa. Il premier Junichiro Koizu- mi, in carica all’epoca, biasimò Bruno Picozzi da Taipei vanti a quel che rimane di un pe- ai quali si celano manipoli di eroi rifugi mentre per milioni di perso- «S ufficialmente la condotta «inac- schereccio andato in fiamme. senza nome. Fa piacere poter dire ne tutt’intorno bisogna provvede- cettabile» della compagnia. Nel ono salita su un aero- Una bambina di 5 anni che por- che, nonostante tutto, oltre 26mi- re ad acqua e cibo. I soccorsi avan- 2007 si torna a parlare di sicu- plano con i miei tre ta via quel che può dalla casa di- la persone sono state salvate dal- zano con efficienza ma lentamen- rezza nucleare falsata durante bambini e ho lascia- strutta. La devastazione si presen- la furia degli elementi. Ma ormai te e tante aree sono ancora taglia- il terremoto che colpisce la pre- to mio marito a Tok- ta in tutte le forme possibili. Ogni restano solo il silenzio e le vittime. te fuori. C’è chi deve accontentar- fettura di Niigata. Dalla centra- yo - scriveva ieri mattina Victoria, tanto compare una famiglia riu- Una squadra di soccorso austra- si di una pallina di riso al giorno. le di Kashiwazaki esce una nube quasi scusandosi di essersi mes- nita, un ritorno a casa, un sorri- liana ha vagato per 36 ore sul lito- Chi non trova acqua da bere. Gli nera e una macchia oleosa si ri- sa in salvo - Ho pianto quasi inin- so. Come quello di Manami Kimu- rale di Minamisanriku alla ricer- ospedali sono a corto di medici- versa in mare. La Tepco assicu- terrottamente durante le dodici ra che ha potuto ritrovare la ma- ca di sopravvissuti, senza succes- ne. A migliaia restano intrappolati ra che non è stata registrata nes- ore del viaggio. Ma ora sono qui. dre in un rifugio a Ishinomaki, là so. «Secondo le nostre stime, qui in decine di villaggi difficilmente suna perdita di sostanze radio- Al contrario di milioni di persone dove 2mila persone hanno per- l’onda dello tsunami misurava 30 raggiungibili. A tutto questo si ag- attive, ma è falso. Ad oggi la Te- che sono rimaste a lottare per pro- so la vita. A migliaia continuano metri di altezza», ha dichiarato il giungano i 200mila residenti eva- pco ha ammesso oltre 200 falsifi- curarsi cibo e riparo». Sono passa- a scavare tra le macerie, in cerca comandante Rob McNeil. Anche i cuati dall’area intorno alla centra- cazioni di rapporti sulla sicurez- ti quasi sei giorni dal disastro che dei propri cari. 80mila tra soldati, soccorritori britannici non trova- le di Fukushima e il panico che si za delle sue centrali nucleari, sti- ha colpito il Nord del Giappone e poliziotti e pompieri sono all’ope- no segni di vita da due giorni. Gli sta diffondendo nella capitale do- lati tra il 1992 e il 2006. La metà la situazione resta critica. Imma- ra per i soccorsi. Uomini e mezzi ultimi bollettini ufficiali parlano di ve scarseggiano i generi di prima di queste irregolarità erano sta- gini strazianti continuano a riem- sono giunti dall’alleato di sempre, oltre 4mila morti e 8mila dispersi. necessità. Non si fermano intan- te denunciate tempestivamen- pire la rete. Ufficiali di polizia che gli Stati Uniti, così come da Paesi Ma si temono oltre 10mila mor- to lungo tutta la faglia le scosse di te dai gruppi ambientalisti, che trasportano corpi senza vita. Ma- con cui vi sono relazioni compli- ti. Così tanti da dover rimandare assestamento: la più potente, ie- avevano accumulato negli an- rito e moglie che si abbracciano cate quali Cina, Russia o Corea del le sepolture per mancanza di ba- ri, ha toccato i 6 gradi Richter con ni analisi e prove scientifiche di piangendo sul luogo dove sorge- Sud. Un centinaio in tutto le na- re, con i centri di cremazione or- epicentro vicino alla capitale. Nei fuoriuscite radioattive e carenze va la loro casa. Operai che guarda- zioni che hanno offerto assisten- mai al collasso. Secondo l’agenzia prossimi giorni, secondo le previ- di sicurezza. no attoniti i resti della loro azien- za. Emergono dal nulla incredibi- Kyodo, 430mila residenti dell’area sioni, nelle regioni disastrate arri- da. Un pescatore ammutolito da- li racconti di sopravvivenza dietro più colpita sono ospitati in 2400 verà la neve.
  • 4. 4 giovedì 17 marzo 2011 >>PrimoFrancia Cresce il fronte dei “No” all’atomo. La sinistra si spacca e a destra De Villepinsi converte al “No nuke”. Le associazioni: consultazione popolare insieme alle presidenziali 2012 Francia«Contro il nucleare vinto nuclearista. a destra inve- ce l’ex ministro dell’interno Do- minique De Villepin, acerrimo nemico di sarkò che ha recente- mente fondato un nuovo partito,vogliamo il referendum» si è detto sfavorevole al nuclea- re. «Vogliamo rompere il tabù e chiedere un referendum per con- sentire alla popolazione france- se di esprimersi per la prima vol- ta riguardo a un tema così im-Susan Dabbous portante – continua l’attivista diS sortir du nucleare – Oltre a eu- arkozy convocherà una ri- rope écologie sono in tanti or- unione del G20, presieduto mai a volerlo. L’appuntamento quest’anno dalla Francia, potrebbe coincidere con le pros- per discutere delle opzio- sime presidenziali del 2012».ni energetiche dopo il disastro intanto il movimento si mobilitain Giappone. «La politica ener- insieme a Greenpeace e a mol-getica - ha detto ieri il presiden- te altre associazioni come quellete francese - è un nodo essenzia- raccolte dal sito desobeir.net (di-le del dibattito pubblico». Che sobbedire). Domenica scorsa siil presidente più “atomico” del- sono radunati al Trocadero, da-la storia si sia improvvisamen- vanti alla Tour effeil, domenicate pentito ne dubita fortemen- prossima invece l’appuntamentote l’associazione francese sor- è al parlamento francese.tir du nuclaire. «sarkozy non so- sempre a parigi ieri il vice-diret-lo ha tentato di minimizzare l’in- tore generale dell’autority fran-cidente nella centrale di Fuku- cese per la sicurezza nucleareshima in Giappone – dice a Ter- (asn), Olivier Gupta, ha ammes-ra anne-Laure Meladeck, porta- so: «i dispositivi per far fronte al-voce dell’organizzazione antinu- le fusioni del nocciolo del reat-clearista radicata su tutto il terri- tore, come avvenuto a Fukoshi- © Cipriani/ap/Lapressetorio nazionale- ma ma, sono stati presi in conto so-ha anche detto che Nel 99 la centrale lo dopo l’incidente di Three Mi-la Francia continue- di Blayais, vicino le island (Usa, ndr.), nel 1979.rà a produrre ener- Bordeaux, è stata Molti reattori nucleari nel mon-gia nucleare. do, compresi quelli della Fran-Davanti all’indugio inondata durante che a lamentare trale di Trikastin nell’estate del la media. Due operai sono sta- cia sono concepiti in questo mo-della svizzera e al- un’alluvione. Il Sud la censura dell’in- 2008. «Disinformazione significa ti contaminati a novembre nella do». Ovvero non adeguatamen-la moratoria contro Est del Paese formazione sugli utilizzare l’acqua del rubinetto totale indifferenza delle autori- te. «senza arrivare a terremotiil prolungamento è territorio sismico incidenti nuclea- contaminata perché il materiale tà locali che hanno fatto di tutto così forti come quello giappone-dell’attività dei reat- ri. Gli episodi so- nocivo è finito nella falda acqui- per minimizzare l’accaduto». La se - conclude anne-Laure Mela-tori tedeschi, decisa dalla Mer- no molti e vanno dall’incidente fera – prosegue anne-Laure Me- politica inizia però a sgretolare deck - nel 1999 ci fu una terribilekel, ci chiediamo come possa il di Chernobyl, la cui nube tossi- ladeck -. significa, come nel ca- il muro di compattezza pro nu- tempesta che inondò la centra-nostro presidente cancellare il ca, dissero all’epoca i media, non so della località saint Maur-des- cleare. il partito socialista al suo le di centrale Blayais, vicino Bor-dibattito nel paese». Oltre a sor- avrebbe raggiunto la Francia, al- Fossés, che i livelli di tossicità dei interno è spaccato: ségolène ro- deaux. non vogliamo che sia unatir du nuclaire sono tante le as- le recentissime fuoriuscite di prodotti coltivati nei dintorni so- yal è parzialmente contraria, Do- tragedia a farci uscire presto dal-sociazioni ambientaliste e civi- materiale radioattivo dalla cen- no pericolosamente superiori al- minique strauss Kahn è un con- la stagione nucleare». La leggeLa legge Approvata all’unanimità la nuova regolamentazione per l’installazione dei pannelli:fotovoltaico al riparo dalle speculazioni e compatibile con tutela del paesaggio e dell’agricolturaToscana, nuove regole se della scelta non sono forse esattamente ecologisti. «si fa finalmente chiarezza in un set- tore sinora deregolamentato», è infatti il commento di Marcoper gli impianti solari Taradash che da ex radicale, in materia di libertà delle imprese, è solitamente su posizioni ben diverse. il gruppo regionale dei Verdi considera invece la legge «una risposta al colpo che staGiorgio Mottola namente compatibili le centra- terreni è diventato infatti molto gressivamente i pannelli venga- dando il governo al compartoI li solari con il rispetto del pae- più redditizio che coltivarli. no spostati sui tetti. Le instal- delle energie rinnovabili», co- l governo tenta di cancella- saggio e lo sviluppo dell’agricol- perciò, in Toscana non si potran- lazioni a terra dovrebbero ri- me spiega il capogruppo Mari- re le energie rinnovabili, ma tura. pochi giorni fa anche l’emi- no più costruire centrali fotovol- manere soprattutto nelle cave na sgherri. le regioni ci mettono una lia romagna aveva adottato un taiche “a terra” ovunque. Le pro- esaurite, nelle discariche e e nei anche la Lega nord ha votato pezza. Capofila le giunte provvedimento di regolamenta- vince indicheranno alla regione depositi in dismissione. con la maggioranza, esprimen-dell’italia centrale. Dopo l’emilia zione del settore, stilando una quali sono le zone “intoccabili”: «La proposta ha tre obiettivi», do però una serie di rilievi. seromagna, anche la Toscana pro- mappa dei siti idonei per l’instal- aree considerate «non idonee» ha spiegato il presidente della al governo nazionale gli uomi-va a dare una spinta al settore at- lazione di pannelli solari a terra. perché «all’interno di coni vi- Commissione ambiente regio- ni del Carroccio accettano i ta-traverso nuove regole che metto- Oltre alla tutela del paesaggio sivi e panoramici» oppure per- nale Vincenzo Ceccarelli, «pro- gli alle rinnovabili, in Toscana leno il mercato al riparo dalle spe- l’obiettivo a cui puntano le legi- ché rientrano «in zone agricole durre energia da fonti rinno- camice verdi si presentano co-culazioni. ieri la regione guida- slazioni della Toscana e dell’emi- di particolare pregio paesaggi- vabili, tutelare le colture agri- me i paladini dell’energia verde.ta da enrico rossi ha approvato lia è preservare l’agricoltura. Di- stico e culturale». Via libera in- cole di qualità e tutelare il pa- il capogruppo Gambetta Vian-all’unanimità le norme per la co- venuta un’assoluta priorità do- vece all’installazione nei siti già esaggio». nemmeno a sorpre- na ha chiesto infatti «iniziativestruzione degli impianti fotovol- po il boom incontrollato del fo- urbanizzati «privi di valore cul- sa, il provvedimento ha ricevu- necessarie per stimolare ed age-taici. La legge, votata all’unani- tovoltaico negli ultimi anni. Con turale-paesaggistico e storico- to il voto favorevole anche del volare il rilascio di mutui per lamità dal consiglio regionale, det- il crollo dei prezzi dei prodotti architettonico». Lo spirito del- popolo della Libertà. anche se costruzione di impianti fotovol-ta le linee guida per rendere pie- agricoli, installare i pannelli sui la legge è fare in modo che pro- probabilmente i motivi alla ba- taici e maggiori incentivi».
  • 5. piano>> giovedì 17 marzo 2011 5 Navi dei veleni Navi dei veleni Due giorni fa, la Procura calabrese ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta nata dopo le rivelazioni del pentito di ‘ndrangheta. Secondo la Dda «le sue sono solo invenzioni» «Inattendibili sono loro» Il pentito Fonti contro la Dda Vincenzo Mulè «C erto che non ho det- to tutto». La piog- gia batte da giorni la pianura padana. In una casa nella sperduta pro- vincia del nord, Francesco Fon- ti non si scompone più di tanto di fronte alla notizia della richie- sta di archiviazione dell’inchie- sta sulla Cunsky. Vicenda che lo vedeva in una duplice veste: ac- cusato e accusatore. Fonti si era autoaccusato dell’affondamento di tre navi dei veleni, la Yvonne- A, Cunsky, la e la Voriais Spora- dis. La prima fu fatta naufragare a Maratea, la seconda a Cetraro in acque internazionali e la terza a Genzano. A due anni di distan- za dall’inizio dell’inchiesta, la Dda di Catanzaro mette la paro- la fine alla vicenda. Il procurato- re Vincenzo Antonio Lombardo e il suo aggiunto Giuseppe Bor- relli, infatti, hanno Sopra, la nave “Mare Oceano” al largo di chiesto al gip di ar- L’ex boss: condo il quale «so- Cetraro. A fianco, la sagoma del relitto nel fondo delle acque cosentine chiviare l’inchiesta no inattendibili le in una immagine d’archivio che vedeva indaga- «Ancora non ho persone che mi han- te quattro persone. detto tutto. Non no dichiarato tale». ceva anche affari con i Serraino- «Sono due cose che ho rivelato le Dagli accertamenti, Di Giovine di Milano». ancora non ho det- inoltre, l’ex collabo- Dietro i nomi fatti da Fonti si to e una delle due ri- coperture delle ratore di giustizia ri- nascondono molti dei misteri guarda questa vicen- le operazioni di sulterebbe estraneo che hanno caratterizzato la sto- da. Non ho mai spie- affondamento». al «fenomeno cri- ria più recente del nostro Pae- gato chi era con me minale», da lui stes- se, dal caso Moby Prince, ai traf- quella notte e da chi E spunta so descritto, che ve- fici in Somalia fino agli omicidi era composta la rete di nuovo il deva la ‘ndrangheta di Mauro Rostagno, Ilaria Alpi e che mi ha sostenu- coinvolgimento intenta a far spari- Miran Hrovatin. Misteri che so- to nell’operazione». re rifiuti tossici ina- no stati al centro di 1994, il libro- Questo potrebbe es- dei servizi bissandoli con vec- inchiesta dei due giornalisti Lu- sere uno snodo im- segreti deviati chie motonavi. A ciano Scalettari e Luigi Grimal- portnte per venire a fronte di ciò, Fon- di.La loro ricostruzione parte da capo della vicenda. Secondo, in- ti lancia un appello a Greenpe- senza di pezzi dello Stato e ser- spedisce una lettera alla giorna- un nome, quello di Roberto Rup- fatti, la commissione bicamerale ace: «Siano loro a andare a fon- vizi segreti con gli uomini del- lista calabrese Antonella Grippo, pen, un “signor nessuno” che im- d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, il do. La politica italiano mi ha cu- la malavita nella parte dei ma- che conduceva il talkshow Per- provvisamente si scopre essere punto più debole del racconto di cito addosso un vestito che non novali». Eccolo il secondo pez- fidia sull’emittente Telespazio stato il centro di un mondo fatto Fonti è proprio quando raccon- mi appartiene. Per questo l’asso- zo della verità non svelata. I rap- tv. Rivendicando la propria at- di traffici, spie, finanza parallela, ta di aver provveduto all’affon- ciazione ambientalista è l’ultima porti che c’erano tra Fonti e i ser- tendibilità, l’uomo alza il tiro e petrolio e armi. Ruppen nel 1992 damento delle navi quasi da so- mia speranza». Per Claudia Co- vizi segreti. Il pentito calabre- scrive: «Mi chiedo come mai dal viene chiamato a far parte del lo. Da Palazzo San Macuto bolla- nidi, avvocato dell’ex boss cala- se ha sempre parlato dell’agen- 2003, anno in cui consegnai alla segretissimo gruppo di lavoro no l’opzione come «praticamen- brese, «Fonti non aveva alcun in- te Pino, ma non ne ha mai rive- Dna 49 pagine di appunti, nes- messo su da Marcello Dell’Utri te impossibile e fattivamente po- teresse a sollevare questo polve- lato l’identità. Perchè? Fonti è un suno sia andato a controllare la per trasformare Publitalia in un co credibile». Ma le dichiarazioni rone. Ora, se in questa storia c’è uomo che ha vissuto una doppia Euro rifiuti di Solaro in provincia partito politico. Ma, fanno an- di Fonti, per i pm, sono «irrime- una logicità, mi aspetto che Fon- vita. Le peggiori che si possono di Milano, che si è sempre occu- cora notare Scalettari e Grimal- diabilmente false» e i dati tecni- ti venga iscritto nel registro de- pensare: membro della ‘ndran- pata di trasporto di rifiuti tossi- di, in quei stessi giorni Ruppen è ci e scientifici raccolti in questi gli indagati per calunnia e pro- gheta e uomo dei servizi segreti ci in Lombardia. Perché non si è principale collaboratore di Gui- anni confermano senza ombra clamato allarme sociale». Anche deviati. È questa una parte della andati a controllare la Fin Chart do Garelli, trafficante e deus ex di dubbio che quel relitto appar- se il caso della Cunsky doves- niova verità che l’uomo vorrebbe di Roma, broker di tante navi dei machina dei traffici ambientali tiene alla nave passeggeri Cata- se chiudersi, resterebbe tuttavia raccontare. Una versione che, se veleni e di altre, che uscite dai verso l’Africa, è una figura di pri- nia, affondata durante la prima aperto «l’ampio dossier sui traf- confermata, riscriverebbe par- cantieri Oram di La Spezia, ac- mo piano nelle attività del pro- guerra mondiale, nel 1917, da un fici illeciti di rifiuti», come affer- te della storia delle navi dei ve- quisiti poi dalla Ditta Ferretti, getto Urano (smaltimento di ri- sommergibile. Fonti, in due suc- ma Alessandro Bratti, capogrup- leni. E che, automaticamente, hanno trasportato armi ad Uma- fiuti tossici e nucleari in Soma- cessivi interrogatori, ha riferito po Pd nella commissione eco- ridimensionerebbe il ruolo del- go in Istria e in Somalia. E inol- lia in cambio di armi). Allo stes- particolari «così stridentemen- mafie, commentando la richie- la criminalità organizzata nello tre la società L.I.A., Ligure Abra- so tempo è sospettato, senza esi- te contrastanti» tra loro da im- sta di archiviazione da parte del- smaltimento illecito dei rifiuti. sivi S.n.c. di Massa che aveva af- ti penali, a Palmi, in Calabria, di porre, per la Dda, la conclusio- la procura Procura della Repub- Un fenomeno che ha radici lon- fari per lo smaltimento di rifiu- trafficare in armi con la Somalia ne «della pura e semplice ‘inven- blica di Catanzaro. «E’ bene di- tane, geograficamente e tempo- ti tossici con la società Svizzera con due vecchie conoscenze: Li- zione» oltre che «l’incapacità di stinguere questo caso – aggiun- ralmente, e che si inserisce in un “Finance and Trade Service Est” cio Gelli e Francesco Pazienza. ricordare quanto riferito la pri- ge Bratti - con l’ampia pagina ne- filone aperto da altri traffici, pri- di quel finanziere olandese resi- Nomi che ritornano con inquie- ma volta». Accuse che non han- ra dei traffici illeciti di rifiuti nel- mo fra tutte quelli di auto, droga dente a Klosters (Svizzera), cer- tante frequenza nella storia me- no lasciato indifferente Fonti, se- la quale è ormai evidente la pre- e armi. Nell’aprile del 2010, Fonti to Theodor Cranendonk che fa- no nobile del nostro Paese.
  • 6. 6 giovedì 17 marzo 2011 >>Speciale>>Denuncia Denuncia Il nostro Paese è leader nel numero di condanne da parte della Corte Ue. Su 98 sentenze, 95 sono a disfavore. Peggio solo Turchia e Russia. I dati dell’Osservatorio della CeduTutela dei diritti dell’uomo,l’Italia è ultima in EuropaGiorgio Frasca PolaraD iritti dell’uomo? Nel- la difesa di questo fon- damento del viver civi- le l’Italia è in coda all’in-tera Europa. Lo dimostra il nu-mero e la portata delle senten-ze della Corte europea dei dirit-ti dell’uomo pronunciate l’annoscorso (ma andando indietro ne-gli anni il risultato non cambia)in applicazione della Convenzio-ne sottoscritta a Roma dai Paesifondatori di quella che solo tan-ti anni dopo sarebbe diventatal’Unione europea, e che ad oggi èfirmata da ben 47 Stati. Ebbene,tra quelle subite da quasi tut-ti i contraenti (inpratica solo la Da- I giudici hannonimarca è inden- anche censuratone), le sentenze adis-favore dell’Ita- il controllolia, con relativa politico del poterecondanna mai so- esecutivo sui pm inlo simbolica, sono Francia. E lo Statoben 95 su 98. Prece-dono il nostro pa- è stato condannato © VENEZIA/ANSAese solo la Turchia a pagare un(con 278 senten- risarcimentoze, e figuriamoci: èuna delle ragioni delle molte ri- La sentenza in favore della Cgil e Mouarad Trabelsi è arrestato sicodipendente. Ne chiedono te sulla Costa Azzurra. (Picco-serve all’ammissione nell’Ue), la di Sergio Cofferati. e detenuto con l’accusa di ap- per due volte l’adozione specia- lo particolare: la Cedu premet-Russia (217), la Romania (143), L’allora (2002) deputato forzi- partenere ad un gruppo fonda- le, e per due volte la richiesta è te ad ogni nome la “M” di mon-l’Ucraina (109), la Polonia (107), sta e noto penalista Carlo Ta- mentalista islamico e per favo- respinta in tre diverse sedi giuri- sieur…Chissà quando un “Sign.”la Bulgaria e la Grecia, rispetti- ormina accusa il segretario pro reggiamento dell’immigrazione sdizionali anche con indebite in- sarà premesso negli nostri attivamente con 81 e 56. A molte tempore della Cgil di aver crea- clandestina. Condannato a die- trusioni. Ricorso alla Corte EDU giudiziari.) Arresto e successi-lunghezze sotto l’Italia ci sono, to un clima socialmente propi- ci anni di carcere, poi ridotta a per violazione del diritto al ri- va detenzione legittimi o illega-tra le grandi nazioni, la Francia zio all’omicidio del giuslavori- sette, e quindi (nel 2008) espul- spetto della vita familiare e pri- li? La Corte di Strasburgo (sen-(42) e la Germania (36). sta Marco Biagi, trucidato dal- so per motivi di sicurezza. Ma vata e per iniquità dei procedi- tenza del 29 marzo 2010 su dos- le Br. Causa civile bloccata dal- Trabelsi nel frattempo è ricor- menti. Per causa di due tribuna- sier 3394/03) prende atto, an-Non è solo questione di numeri – la solita, e quasi sempre fami- so alla Corte europea che, in via li e di una corte d’appello, la cop- che sulla base di tre preceden-anche se pure essi hanno il loro gerata deliberazione di insinda- preliminare, chiede che non si pia veneziana è stata costretta a ti, che l’ordine di arresto e quin-peso –, ché di grande valore so- cabilità ex art. 68 della Costitu- proceda all’espulsione verso la rompere il legame con la bam- di di carcerazione non era sta-no le motivazioni delle condan- zione. Quando la Corte costitu- Tunisia essendo arcinota la sus- bina, ma i giudici di Strasburgo to disposto da un «giudice o unne. Il quadro viene fornito ogni zionale dichiara inammissibile il sistenza in quel paese della pra- hanno tuttavia imposto all’Italia, altro magistrato abilitato dal-anno da un’autorevolissima fon- conflitto di attribuzione solleva- tica della tortura, più tardi una anche e proprio per l’esito infau- la legge ad esercitare le funzio-te terza: l’Osservatorio sulle sen- to dal tribunale di Roma (man- delle cause della destituzione e sto delle loro richieste, di versare ni giudiziarie» ma «da un pro-tenze della Cedu costituito in cava il richiamo “testuale” al- della fuga di Ben Alì. Nonostan- loro 10mila euro a titolo di ripa- curatore della Repubblica cheseno all’Avvocatura della Came- le frasi oggetto della controver- te questa raccomandazione il razione dei danni morali, e altri non ha questa qualità ai sensira dei deputati di cui è responsa- sia), Cgil ed Epifani, succeduto ministero dell’Interno ricaccia 5mila per le spese legali. della giurisprudenza della Cor-bile l’avv. Vito Cozzoli, con la col- nel frattempo a Cofferati, ricor- in Tunisia Mouarad Trabelsi. te» stessa, «in particolare inlaborazione degli avv. Marco Ce- rono alla Corte di Strasburgo: le- Che fine abbia fatto costui non P.S. Sul sito ufficiale della Ce- ragione della mancanza di in-rase e Francesca Romana Girar- sione del diritto ad un equo pro- è noto. Ma ora si conosce la sen- du trovo un’altra sentenza della dipendenza dal potere esecu-di. L’Osservatorio pubblica ogni cesso. E vincono: 8mila euro di tenza della Cedu: «La mancata Corte – ma riguardante un giu- tivo», come in effetti è il Pm inanno le sentenze che riguarda- risarcimento a testa a titolo di ottemperanza alla richiesta di dizio sulla magistratura france- Francia. E, nel riconoscere ilno l’Italia, con un commento danni morali perché «l’impossi- sospensione cautelare avanzata se: per questo non è contenu- buon diritto dei nove immigratiesplicativo. Tra queste sentenze, bilità di adire la giurisdizione or- dalla Corte costituisce violazio- ta nel volume dell’Osservato- e nell’imporre quindi allo Statone segnalo tre: da un canto per dinaria in conseguenza della de- ne della Convenzione». Quin- rio della Camera – che ci inte- francese il pagamento di un ri-il carattere emblematico (come liberazione dell’immunità parla- di Stato italiano condanna- ressa particolarmente dal mo- sarcimento e delle spese di giu-sacrosanta conclusione di un in- mentare, seguita da una senten- to al pagamento di 15mila eu- mento che la riforma “epocale” dizio, la Corte europea dei di-treccio tutto italiano di specio- za non di merito della Consulta, ro al presunto terrorista tunisi- della giustizia disegnata dal trio ritti dell’uomo afferma solen-sità, ricorsi impudenti e pretese costituisce un ostacolo spropor- no a titolo di risarcimento per i Berlusconi-Alfano-Ghedini po- nemente: «Il magistrato devecausidiche), per lo spettro assai zionato rispetto agli scopi per- danni morali e di altri 6mila per ne tra l’altro le premesse per un presentare le richieste garan-articolato delle più numerose seguiti dagli istituti immunitari, spese di giudizio. futuro controllo politico del Pm zie d’indipendenza nei confron-sentenze (diritto penale con ri- e pertanto integra la violazione al potere esecutivo, controllo ti dell’esecutivo e delle parti, ciòferimento alle espulsioni, diritto dell’art. 6 Cedu, relativo al diritto La sentenza sull’adozione nega- che già si consuma in Francia. che esclude assolutamente checivile sui minori, immunità par- ad un equo processo». ta di una minore. Bene, in Francia dunque vengo- egli possa agire come Pubbli-lamentare), per la lentezza dei I coniugi veneziani Moretti-Be- no arrestati un gruppo di immi- co ministero contro i ricorren-procedimenti giudiziari che ov- La sentenza contro l’ordine di nedetti ottengono l’affidamen- grati (due ucraini, quattro ru- ti». Rifletta il governo italiano, eviamente non ha nulla a che fa- espulsione di uno straniero. to temporaneo di una neonata meni, un greco e due cileni) che pensi alla massa dei ricorsi chere con certe riforme “epocali”. Nell’aprile del 2003 il tunisino abbandonata dalla madre tos- erano sbarcati clandestinamen- scatterebbero se…
  • 7. >>Speciale>> giovedì 17 marzo 2011 7Carcere Carcere La Commissione d’inchiesta sul Servizio sanitario del Senato chiede «il superamento degli Ospedali psichiatrici giudiziari». Il presidente Marino, Pd: «Liberare i 376 internati senza motivo»Un video shock denuncial’inferno dimenticato degli OpgDina GalanoA raccontare «l’inferno dei dimenticati» negli Ospe- dali psichiatrici giudizia- ri questa volta sono leimmagini. Incisive e strazianti. LaCommissione d’inchiesta sull’ef-ficacia ed efficienza del Serviziosanitario, presieduta dal senato-re Pd Ignazio Marino, ha scelto dimettere da parte relazioni scrit-te e procedure formali per affi-dare il racconto delle condizio-ni di detenzione nei sei Opg ita-liani a un documentario presen-tato ieri in conferenza stampa alSenato. La sigaretta trema stret-ta tra dita fragili, l’urina è lasciatasul pavimento, i vetri rotti, i for-nelletti da campeggio per cucina-re sono accanto a latrine a vista,rifiuti abbandonati negli angoli emura fatiscenti tra letti a castelloche sarebbero vietati in questo ti-po di istituti. In altre stanze lettidi contenzione, alcuni con un fo-ro arrugginito al centro utilizza-to per gli escrementi di chi vi ri-mane legato con corde per gior-ni. E montagne di farmaci. «Lafragilità, la condizione più certadell’esistenza», ha scritto qualcu-no su una parete. «Sono come ta-lebani, soltanto che qui ti uccido-no piano piano», dice un interna-to mirando alla telecamera.Per il giornalista Il documentoRiccardo Iacona che, sarà diffusonella trasmissionedi domenica pros- domenica nellasima su Rai3 “Presa trasmissionediretta” riprodurrà di Rai3 “Presagran parte del filma- diretta”to della Commissio-ne del Senato, si trat-ta della «Abu Ghraib Nei sei istituti,italiana». Aggravata sporcizia ri, non troppo lonta- no ritenuti più socialmente peri- Dall’alto in sensodal fatto che a vive- ovunque, letti no. «Oggi siamo ar- colosi. In due mesi e mezzo moni- orario, uno inter- nato nell’Opg dire condizioni di «de- di contenzione, rivati ad avere una torati, soltanto 65 sono stati effet- Reggio Emilia, tretenzione disumane convergenza otti- tivamente liberati. Sei sono dece- immagini dall’isti-e tortura» sono per- muri scrostati, male in Aula», spie- duti; la pericolosità sociale rico- tuto di Barcellonasone cui è stata dia- lenzuola non (Ct), una stanza ga il relatore di mag- nosciuta esclusivamente a cinque dell’Opg di Mon-gnosticata una ma- sostituite gioranza dell’inchie- internati. Di contro, 115 hanno ri- telupo fiorentino.lattia mentale. «Ab- sta, Michele Sacco- cevuto la proroga dal magistratobiamo deciso, attraverso questo manno. «Durante le nostre visi- di sorveglianza. «Un semplice fo- pistola in tasca», racconta Mari- ni per la riabilitazione». Som-video», introduce il senatore Ma- te, qualcuno che così matto non glio fotocopiato - chiarisce il se- no. Si finisce in Opg e si rischia di me che serviranno per superarerino, «di far sentire sulla pelle di è ci ha ricordato che “negli anni natore Pd -. Il nome, come la data, non uscire più. Gli addetti lo chia- il principale ostacolo alla «libe-tutti le emozioni» che si provano ne sono venuti altri” . Vorremo il più delle volte viene aggiunto a mano “ergastolo bianco”. razione di persone recluse sen-entrando in quei luoghi. La Com- che questa Commissione rag- penna, senza che il medico ven- za motivo», vale a dire l’assenzamissione d’inchiesta sul Servizio giunga il risultato che si è prefis- ga coinvolto per esprimere pare- La Commissione sta monitoran- di strutture esterne, disposte dasanitario nazionale chiede la di- sata, ottenendo il superamento re sulla pericolosità dell’interna- do ogni settimana ciascuna strut- Asl e Regioni, per la loro presa insmissione dei sei Opg dove, so- degli Opg». to». L’automatismo del meccani- tura per verificare il processo che carico. «Occorre procedere allalo in casi eccezionali, si può fa- smo ha finora permesso che mol- dovrebbe portare in libertà i 376 sanitarizzazione di queste strut-re la conoscenza di un medico Ma praticità vuole che all’emer- ti autori di reati bagattellari, pu- internati. «Reticenze, diffiden- ture che di fatto sono solo deten-psichiatra. Poi per almeno tredi genza si offra un’alternativa niti dalla legge con pene brevis- ze, inesattezze hanno scandito tive e dove è del tutto assente laessi (Aversa, Montelupo fioren- nell’immediato. Sono 376 gli in- sime, siano ancora rinchiusi. Co- le prime settimane di lavoro», ri- dimensione della malattia men-tino e Barcellona) la sostituzio- ternati su un totale di 1.535 che la me accade per «chi si è vestito da ferisce Marino, ma ora «abbia- tale», osserva il relatore di mino-ne istantanea con nuove strut- Commissione ha qualificato co- donna ed è andato davanti a una mo l’impegno del ministero del- ranza dell’inchiesta, Daniele Bo-ture a custodia attenuata da de- me «dimissibili» a fine 2010, per- scuola 25 anni fa, chi nel 1992 ha la Salute e di quello della Giusti- sone. Insistere affinché un isti-stinare al trattamento sanitario. sone che già da mesi o anni han- fatto una rapina da 7.000 lire in zia per 5 milioni di euro ciascu- tuto nato col Codice Rocco delUn obiettivo, secondo i senato- no scontato la loro pena e non so- un’edicola fingendo di avere una no per attivare sul territorio pia- 1930 concluda il suo ciclo.
  • 8. 8 giovedì 17 marzo 2011 >>EsteLa storia Gli abitanti della piccola isola situata nel Pacifico hanno imparato a convivere concicloni e ogni tipo di sciagura. Merito di abitudini ecosostenibili maturate in tremila anni di storiaTikopia, come resisterealle catastrofi naturaliMaurizio TorrettiQ uando alcuni anni fa fu strapazzata da Zoe, tra i più potenti cicloni de- gli ultimi 50 anni, in mol-ti pensarono che di Tikopia, nelPacifico sud-occidentale, fos-se rimasto poco più di niente. Fugrande lo stupore dei soccorrito-ri nel constatare che malgradola furia del ciclone l’intera popo-lazione era riuscita a sopravvive-re rifugiandosi nelle cavità natu-rali dell’isola cambiando riparo divolta in volta a seconda della di-rezione del vento. L’unica a non © AP-LAPRESSEessersi sorpresa della straordina-ria capacità dei Tikopiani di af- Un immagine dall’alto dell’isola di Tikopia, situata nel Pacifico sud-occidentalefrontare le avversitànaturali è stata l’an- I Tikopiani sono to la natura a Tiko- ha suggerito di volta in volta agli Tremila anni di ecostile dell’isola e lo sfruttamento soste-tropologa neozelan- pia è rimasta incon- abitanti di un luogo, per lo più di In che modo a Tikopia è stato nibile delle risorse ittiche era re-dese Judith Macdo- l’esempio di taminata e la popo- piccole dimensioni geografiche, possibile preservare una condi- golamentato da tabù alimenta-nald. Da secoli, spie- un equilibrio lazione, che vive in il modo per affrontare con suc- zione ecosostenibile che non ero- ri. Intorno al 1600 d.C. i Tikopia-ga infatti la studio- quasi perfetto piccoli villaggi, è riu- cesso i problemi ambientali. I Ti- desse il capitale ecologico ori- ni decisero di abbattere i maia-sa, i nativi convivo- che l’uomo scita a conservare al- kopiani hanno adottato un ap- ginario? Anzitutto con una or- li allevati nei villaggi poiché sot-no con i cicloni. Al- cuni elementi di vita proccio bottom-up per gestire i ganizzazione sociale complessa traevano risorse alimentari. Permeno due ogni an- ha raggiunto tradizionale. Prima propri. Sono partiti cioè da una in cui non esisteva una divisio- far fronte alle emergenze natu-no, confermano i con la natura con Raymond Firth conoscenza capillare del terri- ne rigida del lavoro che ha con- rali un’altra risorsa «era data dal-meteorologi. Situa- e più recentemen- torio e delle sue risorse. In «Col- sentito uno sviluppo più armoni- la fermentazione dei frutti dell’al-ta a sud-est delle Isole Salomo- te con Jared Diamond, storico e lapse» (Collasso), Diamond spie- co dell’attività umana. Promuo- bero del pane, con cui si produ-ne, Tikopia ha una popolazione divulgatore scientifico, Tikopia è ga che nel caso di Tikopia i suoi vendo poi il controllo demogra- ceva una pasta molto nutrientedi circa 1200 individui che abita- stata oggetto di studio di etnolo- abitanti «sanno che un qualsia- fico per impedire l’aumento della che si conservava anche per treno una superficie di appena 4,66 gi e archeologi, e negli ultimi an- si cambiamento farà sentire le popolazione. Ma il punto di for- anni». Ancora oggi, dal punto dikmq. La distanza massima del- ni la grande esperienza di econo- sue conseguenze su tutto il ter- za a Tikopia è stato il concetto vista ecologico, l’esperienza ti-la costa dal centro dell’isola è di mia sostenibile praticata dai suoi ritorio, essi sono legati tra loro di economia fondato su un’agri- kopiana può essere considerata1200 metri. Da sempre il ruggito abitanti ha affascinato soprattut- da interessi comuni e si sento- coltura non intensiva profonda- la simbiosi perfetta tra l’uomo edell’oceano scandisce la vita degli to biologi e ambientalisti. no partecipi di una stessa identi- mente integrata con la natura. A la natura. Nel corso del XX seco-abitanti. Espressioni come “verso tà. Ogni membro della comunità parte la presenza di alcune mac- lo, con l’arrivo degli europei e deiil mare” e “ verso la terra” spiega- Il Bottom-up capisce che adottare certi com- chie di foresta, l’isola veniva col- missionari scomparvero molteno molto bene i confini angusti in Jared Diamond ricorda che grazie portamenti andrà a beneficio tivata a frutteti con specie arbo- pratiche culturali e metodi spe-cui la comunità vive ininterrotta- alla strategia del “bottom-up” al- di tutti. Questo tipo di gestione ree ad alto fusto (palma da coc- rimentati per quasi tremila anni.mente da 3000 anni. Nel suo ce- cune società sono riuscite a tro- cooperativa e solidale parte dal co, albero del pane, mandorlo na- Una esplosione demografica sfo-lebre saggio «We, Tikopia» («Noi, vare il modo per sopravvivere a basso (bottom), cioè dal singo- tivo, castagno taitiano) e di me- ciata in una terribile carestia e laTikopia») Raymond Firth, l’etno- determinate condizioni ambien- lo abitante, e va verso l’alto (up), dio fusto (betel, mango), origina- furia dei cicloni hanno cambia-logo neozelandese che a partire tali. In particolare, si deve all’ar- il bene comune». In breve, gra- rie o importate da altre isole; una to il corso della storia di Tikopia.dal 1928 soggiornò a più riprese cheologo Patrick Kirch aver ela- zie alla loro intelligenza ecolo- differenziazione verticale delle Oggi gli uomini si trasferiscono insull’isola, racconta che «l’idea di borato scientificamente que- gica, alla saggezza decisionale e colture che ha prodotto la strut- altre isole per cercare lavoro e leuna massa di terra davvero gran- sta metodologia usata da alcu- alla capacità di anticipare i pro- tura di una foresta pluviale. In al- donne fanno fatica a trovare ma-de è, per loro, quasi inconcepibi- ne popolazione per analizzare blemi i Tikopiani hanno saputo tre parti venivano invece coltivati rito, tuttavia a Tikopia la vita con-le (…) Un giorno, un gruppo di situazioni problematiche e co- costruire una società sufficiente, orti per produrre riserve di taro e tinua a scorrere come sempre, sulindigeni mi ha seriamente do- struire ipotesi adeguate alla lo- riconoscendo il limite fra uomo igname. L’alimentazione, ricca di solco un po’ sbiadito di tradizionimandato : Amico, esiste una ter- ro soluzione. Studioso delle isole e natura, prendendo consapevo- fibre e carboidrati, era integrata bellissime di cui gli isolani vannora dove non giunga il suono del del Pacifico, Kirch ha capito che lezza della responsabilità indivi- con proteine derivanti dal pesce fieri. Quel che non è cambiato è ilmare?». Grazie al suo isolamen- la diversa spazialità territoriale duale e collettiva. pescato nell’unico lago salmastro rispetto per l’ambiente.
  • 9. eri>> giovedì 17 marzo 2011 9 Mercati Libia Le Nazioni Unite impongono il provvedimento, che autorizzerebbe un intervento militare, ma non c’è accordo sulla no fly zone. Saif Gheddafi: «Entro domani riconquisteremo Bengasi» Se torna la recessione Ieri non è bastato il rim- balzo delle borse giappo- L’ultimatum dell’Onu: «Cessate il fuoco» nesi (+6%), dopo lo scivo- lone di due giorni che ave- va causato perdite di oltre il 16%. Nonostante il pessimi- smo asiatico fosse in qual- che maniera ridimensio- nato, le piazze americane e quelle europee sono sce- se. Se il disastro giapponese indica una dinamica di cre- scita più modesta, resta la preoccupazione sul fronte materie prime. Petrolio, gas e materie prime agricole hanno ripreso a salire. L’Eu- ropa in particolare sembra intrappolata tra l’inflazio- ne importata per via dei ri- alzi del petrolio e una valu- ta troppo forte. Usa Ancora crisi immobiliare Sono pessimi i dati sul set- tore delle costruzioni di feb- braio che ha rilasciato il Di- partimento del Commer- cio Usa ieri. Con un crol- lo del 23% le case costruite © CUrTIS/AP/LAPrESSE sono scese ad un ritmo an- nuo di 479.000, il più basso degli ultimi 12 mesi. Mar- cata anche la diminuzione delle richieste per nuove ca- Annalena Di Giovanni nes, passato dal controllo delle lifa e del regime di apartheid che no fermi il re. L’esercito ha inva- se. Il mercato immobiliare, forze speciali di Gheddafi alla lea- avevano messo su, avrebbero so gli ospedali, quello di Selmiya Q fondamentale per la salute ualunque decisione pren- dership degli insorti; la pagheran- immaginato. In Bahrain si pro- è sotto assedio. complessiva dell’economia diate, è troppo tardi». È no le tribù e soprattutto la paghe- testa da un mese perché chi na- nordamericana, resta de- così che ha concluso il ranno i civili in trappola a Benga- sce sciita non ha diritto a lavora- Anche in Egitto, dove dopodo- presso. Troppe case in ven- suo annuncio ieri Saif al si. Appellato dall’Eliseo e dalla Ca- re se non in determinati campi, mani si decide sugli emendamen- dita, in larga misura da par- Islam Gheddafi, figlio del Colon- sa Bianca, il segretario dell’Onu non può più neanche darsi alla ti costituzionali, le ombre della ri- te delle banche, che le han- nello, mentre spiegava ai micro- Ban Ki Moon ha chiesto ieri sera pesca perché il re ha espropria- voluzione vengono inseguite e no confiscate a debitori ina- foni di Euronews che Bengasi sa- il cessate il fuoco per scongiurare to e privatizzato tutti gli acces- scacciate da un esercito sempre dempienti, deprimono i rà ripresa entro domani. Ormai un bagno di sangue nella capita- si al mare, non ha diritto a pos- più ostile al popolo di Tahrir che prezzi e il mercato. sembra che per gli insorti non ci le della Cirenaica; ma è un appel- sedere una casa se non nella mi- gli ha consegnato il Paese. Marte- sia più nulla da fare. Tramonta- lo non vincolante probabilmen- seria dei villaggi ammassati sulla dì notte sono tornati i manganel- Diritti ta la speranza di una no-fly zone te destinato a cadere nel vuoto, per impedire ai jet di Gheddafi di mentre ancora in serata Sarkozy sponda est dell’isola, non ha di- li dei soldati, non più della polizia, ritto all’uguaglianza di fronte al- stavolta contro i copti che prote- bombardare i ribelli, rifiutata dagli insisteva a premere per una no- la legge e non ha diritto ad espri- stavano contro la discriminazio- Pedofilia, stessi insorti l’ipotesi di un inter- fly zone che pemetterebbe in ef- vento diretto che del resto avreb- fetti di fermare I raid, ma i cui co- mersi. Chi protesta viene privato ne religiosa. Eppure le forze ar- del passaporto, mentre un qual- mate si sono guardate bene dal nuovi arresti be trasformato la sti economici e po- siasi siriano, gior- riservare lo stesso Libia in un nuovo Brega è già deserta, litici nessuno sem- dano o pachista- In Bahrain si trattamento ai fra- Sale il bilancio dell’opera- Iraq, adesso non chi può fugge a bra pronto ad assu- no può ottene- protesta da un telli musulmani, che zione antipedofilia rescue: rimane che la fu- Bengasi, dove mersi, specialmente re la cittadinanza mese perché in questi giorni sfila- sono 184 le persone arre- ga. Brega è già de- adesso che un Paese se dimostra di es- no in strada contro state in 14 Paesi, 670 gli in- serta, chi può fug- però si aspettano ricco di petrolio co- sere musulmano- chi nasce sciita chi protesta. Gli isla- dagati e 230 i bambini vitti- ge a Benghazi, do- i bombardamenti me la Libia sembra sunnita, mentre non ha diritto a misti hanno capito me di abusi sessuali identi- ve si aspettano i da un momento destinato a tornare la capitale Ma- lavorare se non in che collaborare con ficati. Tra i 18 italiani coin- bombardamen- all’altro sotto il controllo di nama è aperta al- determinati campi l’esercito, favorendo volti, uno è stato tratto in ti da un momen- Muammar. la compravendita le elezioni prima che arresto per produzione di to all’altro. Ormai per la Cirenaica di immobili da parte di stranie- i movimenti di Tahrir sfornino materiale pedo-pornogra- non resta che la vendetta del rais. Anche per il Bahrain, ora uffi- ri che ne fanno bordelli per turi- nuovi partiti, è l’unico modo per fico, mentre un altro, uno Oltre un milione di cittadini si cialmente in stato di emergenza, sti sauditi e occidentali. Ad ogni assicurarsi la vittoria, magari pro- studente 24enne, sarebbe aspetta il peggio, dall’assedio alla che ha cominciato a metà feb- protesta il re punta il dito, da an- prio adesso che lo sgombero for- finito in carcere per ave- repressione casa per casa per ma- braio con le marce non violente ni, contro l’Iran, sostenendo che zato della piazza ha privato l’Egit- re abusato di un bambino no delle forze speciali. La paghe- di intere famiglie accolte da raf- sono gli Ayatollah di Tehran ad to di un’importante arena poli- di 8 anni. I Paesi interessa- rà l’esercito, che ha disertato set- fiche di lacrimogeni e pallottole aizzare gli sciiti. tica, un’arena che aveva forzato i ti dall’operazione sono: Au- timane fa consentendo la conqui- alla rotonda delle Perle, il prez- La società civile del Bahrain da Fratelli Musulmani in un angolo, stralia, Belgio, Canada, Gre- sta del paese per qualche giorno; zo della libertà presenta conti due giorni subisce gli attacchi liberandosi di Hosni Mubarak. Si cia, Islanda, Italia, Olanda, la pagherà chi ci ha messo la fac- ogni giorno più saltati. Un prez- dei militari sauditi, dell’esercito sospetta che sia in arrivo un nuo- Nuova Zelanda, Polonia, cia, come i rappresentanti del go- zo che forse neanche gli stes- nazionale, di 500 uomini man- vo colpo di Stato. Un mese fa, par- romania, Spagna, Svizzera, verno provvisorio proclamato a si manifestanti, abituati ad anni dati dagli Emirati e di un altro lare di Iran e di controrivoluzione regno Unito e Stati Uniti. Bengasi e riconosciuto dalla Fran- di repressione e torture per ma- migliaio di mercenari importati del ’79 faceva quasi ridere. Adesso cia; la pagherà Abdel Fattah You- no della monarchia degli al Kha- dal Pachistan, senza che nessu- fa quasi paura.
  • 10. 10 Terra Milano A cura di Erica Sirgiovanni e Anna Pellizzone giovedì 17 marzo 2011 Info: milanoterranews@gmail.comIniziative In occasione del 150° anniversario il Wwf apre gratuitamente al pubblico le oasi del Bosco di Vanzago e di ValpredinaCompleanno in verde, quello verodi Anna Pellizzone dell’alzabandiera alla presenza ha commentato Pisapia a poche gimento allestite per commemo-e Erica Sirgiovanni delle autorità cittadine. Per tut- ore dall’inizio delle celebrazioni. rare le Cinque Giornate di Mila- MafiaC ta la giornata di oggi i Musei ci- Nella regione del Pirellone, tra no. Il Consiglio Regionale della ome pubblicamente an- nunciato nelle scorse vici e l’oramai celebre Museo del Novecento, rimarranno aperti e Milano e Varese, si concluderà anche il viaggio attraverso l’Ita- Lombardia e l’Associazione de- gli ex Parlamentari invece hanno Sessant’anni settimane, i consiglie- saranno ad ingresso gratuito. Al- lia del presidente della Repub- organizzano sempre per dome- di cosche ri lombardi della Lega le 11, in Piazza Castello, Giulia- blica che il 20 marzo arriverà nel nica, presso l’Auditorium di Mi-Nord non erano presenti in au- no Pisapia e Piero Fassino, can- capoluogo lombardo con il “Tre- lano, un concerto alla presenza Per i governanti padani lala quando martedì scorso l’In- didati sindaci del centrosinistra no Tricolore” per una fitta serie del capo dello stato che il giorno mafia non esiste. Secondono di Mameli ha aperto la sedu- a Milano e Torino, brinderanno di visite. Il primo appuntamento successivo visiterà Palazzo Lom- Mario Portanova, Giam-ta del Consiglio Regionale al Pi- al compleanno della nazione in- è a Palazzo Marino, dove parteci- bardia, nuova sede della Regione, piero Rossi e Franco Stefa-rellone. Una scelta che il Presi- sieme ai cittadini. «La festa sa- perà all’incontro di studi su Carlo per poi partire alla volta di Vare- noni, autori del libro «Ma-dente Formigoni non ha manca- rà anche un modo per riscatta- Cattaneo; poi l’attesa inaugura- se. Nella speranza che i cittadi- fia a Milano. Sessant’annito di commentare. «Settanta se- re la città di Milano dal depri- zione a Palazzo Reale della mo- ni, al contrario di alcuni dei lo- di affari e delitti», presen-condi di Inno di Mameli - ha di- mente spettacolo offerto al con- stra “Le grandi battaglie risorgi- ro rappresentati politici, si ricor- tato ieri a Milano, nel ca-chiarato - non fanno male a nes- siglio regionale della Lombar- mentali” e nel pomeriggio una vi- dino prima italiani che lombardi, poluogo lombardo e in tut-suno, sono un simbolo impor- dia dagli esponenti della Lega» sita alle sale del Museo del Risor- anche dopo la mezzanotte. ta la regione, la mafia c’è,tante di quello che siamo». E co- ben radicata da oltre mez-sì, mentre tra alcuni esponenti zo secolo: i pionieri delladel Pdl, come Romano La Rus- ‘ndrangheta e di Cosa no-sa, e alcuni rappresentanti del stra arrivarono negli an-Carroccio, come Andrea Gibel- ni Cinquanta; seguironoli, fioccano gli insulti, la Lom- gli uomini della camorra ebardia che al passato e al futu- della Sacra corona unita.ro dell’Italia ci crede ancora, si «Mafia a Milano» raccon-appresta, non senza un fondo di ta una storia che partendoamarezza a celebrare i 150 anni dalla stagione dei sequestridell’Unità. Sebbene per la ricor- di persona arriva ai gran-renza della nascita del Bel Paese di processi degli anni No-Ecopass sarà sospeso per 24 ore, vanta, conclusi con la con-anche gli ambientalisti avranno danna di centinaia di bossdi che festeggiare: in Lombardia, e soldati ormai stabilmen-infatti, il Wwf ha deciso di tene- te radicati al nord. Ma gra-re aperte gratuitamente al pub- zie alla complicità del si-blico le oasi del Bosco di Vanza- lenzio che le circonda, an-go, in provincia di Milano e l’oa- che nel nuovo millennio, lesi di Valpredina, in provincia di cosche continuano a det-Bergamo. A Milano, cuore pul- tare legge.sante del movimento risorgi-mentale, la giornata di celebra-zioni comincerà alle 10 in Piaz-za del Duomo con la cerimonia NucleareIdee Come trasformare l’evento in un’occasione per riqualificare il territorio e recuperare aree degradate Il Nord dice “No” all’atomoSe l’Expò diventa ecologico I presidenti regionali di Le- gambiente scrivono ai go- vernatori del nord Italia chiedendo una piattafor- ma comune per impedireDonatella Pavan prio interesse per il progetto e lenza agroalimentare, turistica oppure sono trasversali al pro- la costruzione di impian-M trasformarlo in uno strumen- o urbanistica, parchi ed itine- getto generale, come quello del- ti nucleari sul territorio. Il ettere in rete e valo- to che lavora non contro ma rari, ma anche mobilità aree di- la ricettività right budget nel- messaggio congiunto dei rizzare l’esistente è in collaborazione con l’Expo. messe e possibilità di mobilità la regione urbana milanese, che responsabili di Legambien- l’obiettivo di www.ex- Eds, l’acronimo di Expo Diffu- ciclopedonale. Ognuno può es- coinvolge il Politecnico ed una te Emilia Romagna, Lom- podiffusa.it: sito dove sa e Sostenibile, è un quadro di sere protagonista, inserendo fo- serie di attori del pubblici e pri- bardia, Piemonte e Vene-segnalare luoghi, progetti, mez- riferimento territoriale al quale to, dati e competenze al link “La vati, con l’obiettivo di proporre to è stato inviato ai quattrozi di trasporto, alberghi e quanto ognuno può partecipare, intera- comunità”. Si diventa membri di una strategia di ospitalità low governatori delle regionivalga la pena di conoscere e fru- gendo su piani diversi. Alla voce Eds e si possono suggerire idee cost per l’Expo. Il tutto metten- padane. «Crediamo che ciòire nel corso dell’Expo 2015. Uno “partecipa” si può segnalare un per valorizzare e promuovere do a frutto le potenzialità del si- sarebbe utile a contenere lespazio virtuale nato dalla volon- proprio progetto, un sito da va- una Lombardia sostenibile. La stema universitario milanese, in inquietudini che agitano letà di Emilio Battisti e Paolo De- lorizzare, piuttosto che mettere selezione cui lavorano 22.500 docenti e si nostre comunità - si leggeganello, docenti di progettazio- a disposizione la propria profes- delle idee, dei progetti e dei luo- formano circa 175.000 studenti: nel messaggio - e che for-ne architettonica del Politecni- sionalità su un’idea già esisten- ghi segnalati, viene fatta dal il “una città degli studi” che può nirebbe al mondo delle im-co. Dopo l’Expo di Lisbona, Han- te o su una nuova opportunità Dpa - Dipartimento di Progetta- contribuire a far diventare l’Ex- prese un segnale di fiducianover e Siviglia si erano moltipli- da trovare. zione dell’Architettura - del Poli- po una vetrina di soluzioni in- nella volontà di prosegui-cati gli spazi abbandonati e i pa- “La mappa delle opportuni- tecnico di Milano, sotto la dire- novative per il pianeta. re con determinazione ver-diglioni in rovina. tà”, suddivisa in mappa dei luo- zione scientifica di Emilio Batti- so gli investimenti in fontiPer evitare che anche a Milano ghi, dove sono segnalati i luoghi sti. Più idee congruenti insieme rinnovabili che stanno di-accada tutto questo e per tra- dell’accoglienza, dei progetti, su diventano un tavolo o un po- Sul sito expodiffusa.it mostrando di poter con-sformare l’Expo 2015 in un’oc- idee in fieri, e degli eventi. Qui lo di lavoro, destinati a possibili si può segnalare seguire, risultati ben supe-casione per riqualificare il ter- si possono suggerire eventua- esposizioni, piuttosto che a siti un luogo da valorizzare riori a quelli che il nuclereritorio lombardo, i due docen- li interventi per la riqualifica- d’accoglienza turistica, con l’in- oppure mettere promette solo a lungo ter-ti hanno pensato a un’Expo dif- zione di contenitori, piuttosto tento di valorizzare il territorio mine e a costo di rilevan-fusa sul territorio e sostenibile, che la possibilità di recuperare lombardo, collegandone i pun- a disposizione tissimi rischi per la salute econ tanto di petizione on-line: aree di degrado, o ancora spa- ti d’eccellenza, come nel caso di la propria l’ambiente». e.s.un modo per dimostrare il pro- zi urbani aperti, centri di eccel- Villa reale e del parco di Monza, professionalità
  • 11. Terra Napoli 11A cura di Francesco Emilio BorrelliInfo: Italia_notizie@yahoo.it giovedì 17 marzo 2011Il caso Sì agli impianti nucleari, fondi tagliati all’Arpac, ancora inceneritori e discariche. Così Caldoro vuole distruggere il territorioLa Campania cancella l’ambienteFrancesco Iacotucci quarta versione del piano rifiu- tezione ambientale della Cam- Öttinger, ha dichiarato: «Tut- TrasportiL ti inviata in Europa restano in- pania) nascosto in una norma to ciò che si riteneva impensa- a visione ottimistica se- variate: per i prossimi tre anni si della finanziaria regionale: do- bile, in qualche giorno è avve- condo cui il progresso tecnologico conduce ne- continueranno a riempire disca- riche (non si sa quali) e dopo do- po aver annullato i fondi che ga- rantivano le spese dell’ente, dal- nuto»; e ha aggiunto: «Se pren- diamo la cosa sul serio e dicia- I Verdi: «No cessariamente ad un mi- vrebbero partire i quattro nuovi la Regione assicurano che i fon- mo che l’incidente ha cambia- agli aumenti»glioramento della vita e dell’am- inceneritori di rifiuti tal quali. di saranno dosati rispetto al- to il mondo ed è in discussionebiente umano sembrava oramai Sembra quasi che la politica del le reali esigenze. Nel frattempo il modo in cui noi, come socie- «Il caro biglietto voluto dal-sorpassata. In molti paesi, difat- sì sbandierata dal Governatore però le centraline di controllo tà industriale, abbiamo guarda- la Regione Campania - de-ti, si sono abbandonate le tec- Caldoro in campagna elettorale, dell’aria sono spente per un ter- to alla sicurezza e alla gestibili- nunciano il commissarionologie con maggiore impatto sia diventata la politica del sì ad zo del tempo ed i controlli ne- tà, allora non possiamo esclu- regionale dei Verdi France-ambientale per investire sem- ogni costo, anche se queste scel- cessari per garantire la salute dere nulla». sco Emilio Borrelli ed il pre-pre più in quelle cosiddette “ver- te sono contrarie alle leggi euro- dei cittadini vengono messi in Ancora una volta, è in discussio- sidente provinciale Carlodi”, compatibili cioé con l’am- pee ed al buon senso. secondo piano. Commentando i ne l’uso che facciamo della tec- Ceparano - è scandaloso ebiente e con il vivere umano. In Emblematico infine l’azzera- tristissimi eventi di questi gior- nologia e quanto le sue innova- ingiustificabile. Infatti soloesatta controtendenza appaio- mento dei fondi per l’Arpac ni in Giappone, il commissario zioni possano davvero conside- il biglietto della metropoli-no le scelte della Regione Cam- (Agenzia regionale per la pro- europeo all’Energia, Günther rarsi un progresso per l’uomo. tana di Napoli costerà 1,20pania la quale in pochi giorni ha euro contro un euro del-ribadito il suo sì al nucleare, ha le metropolitane di Mila-confermato all’Europa di voler no e Roma. Il biglietto Uni-installare altri 4 inceneritori ed co campano è il più caro d’ha tagliato i fondi all’Arpac. Sul Italia come la benzina nellanucleare l’allerta di questi ulti- nostra regione è la più cara.mi giorni fa certo riflettere ulte- Addirittura i napoletani so-riormente sulla leggerezza della no gli unici cittadini euro-scelta quasi isolata del governa- pei a pagare la Tangenzia-tore campano. le interna della loro città. èCaldoro ha deciso di accollarsi la paradossale che mentre au-responsabilità di dare la disponi- mentano i costi per tutti ibilità della Regione Campania cittadini normali la Regioneper l’individuazione di aree per Campania aumenti di 2 as-centrali nucleari o per stoccag- sessori e ben 2 sottosegreta-gio di scorie. Anche senza consi- ri le poltrone per i politici».derare l’allarme di questi giorni, Ma non ci sono solo gli au-andava considerato il referen- menti tariffari: Metronapo-dum abrogativo sul nucleare an- li ha altresì deciso di taglia-nunciato per il 12 giugno 2011 ed re numerose corse alla lineaandava considerato lo stato am- 6 e la chiusura delle funico-bientale della regione, che certo lari dopo le 22. Un duro col-non brilla per salute sia dei suo- po per il sistema di traspor-li che dell’aria. Sulla gestione ri- to pubblico cittadino.fiuti, le priorità individuate nellaLa denuncia Un lettore scrive a Terra per spiegare tutte le sue preoccupazioni. «Il Mediterraneo è a rischio tsunami, fermatevi»«Ecco perché dico no all’atomo»Riceviamo e volentieri ma di allerta tsunami nell’isola lungo letargo. Ne parlava già nel te nell’ambito di progetti strate- oceanica) con uno spessore cro-pubblichiamo di Pasqua, in mezzo al Pacifico, marzo del 2010. Abbiamo certez- gici del Cnr per mezzo di un si- stale ridotto a soli 10 km. I feno-I in vista dell’arrivo di un possibile za anche che esiste un piano eu- stema multibeam e di reti inte- meni vulcanici sul monte Marsi- l mio no al nucleare nel no- maremoto. Gli Usa hanno avuto ropeo per il rischio tsunami nel grate di monitoraggio per osser- li sono tuttora attivi e sui fianchi stro Paese nasce da tan- serissimi danni nella West coast. Mediterraneo che vorrebbe por- vazioni oceaniche. è stato trova- si stanno sviluppando numero- te motivazioni. Ma oggi mi Allarme francese per la Poline- re in atto tutti gli studi e gli stru- to che il Marsili costituisce il più si apparati vulcanici satelliti. Si preme sottolinearne una so- sia francese. C’è preoccupazio- menti preventivi per avvisare in grande vulcano d’Europa, essen- stima che l’età d’inizio dell’attivi-la: Viviamo in un Paese che non ne. Ma vorrei sottolinearVi che tempo le popolazioni. Tutti i pa- do esteso per 70 km in lunghez- tà vulcanica del Marsili sia infe-ha costruzioni antisismiche in proprio in Giappone a causa del- esi che si affacciano nel Mediter- za e 30 km in larghezza. Il monte riore a 200mila anni. Sono statequasi tutte le Regioni, e siamo lo tsunami il pericolo nucleare raneo sarebbero a rischio tsuna- si eleva per circa 3000 metri dal inoltre rilevate tracce di collassia rischio sismico e siamo anche è notevole. è infatti cresciuto di mi. Ma ciò che si evince è che il fondo marino, raggiungendo con di materiale dai fianchi di alcu-nel Mediterraneo che è a rischio molte volte, chi dice 100, chi dice Marsili è nel mar Tirreno e non la sommità la quota di circa 450 ni dei vulcani sottomarini i qua-Tsunami. La mia considerazio- 1000 volte oltre la soglia normale molto distante, seppure som- metri al di sotto della superficie li potrebbero aver causato mare-ne parte dalla straziante noti- il livello di radioattività registra- merso, dalle coste della Campa- del mar Tirreno. L’area batiale moti nelle regioni costiere tirre-zia proveniente dal Giappone. to nella centrale nucleare di Fu- nia. Senza allarmarsi molto, ba- costituita dal bacino del Marsili niche dell’Italia meridionale. As-Il terremoto del Giappone e lo kushima. Quello che voglio dir- sta leggere Wikipedia. Il Marsili è caratterizzata da un basamen- sieme al Magnaghi, al Vavilov eTsunami che ne è derivato, han- Vi è che esistono rischi di Tsuna- è un vulcano sottomarino loca- to a crosta oceanica (o pseudo- al Palinuro, il Marsili è inseritono creato morti, feriti, distruzio- mi anche nel Mediterraneo. In- lizzato nel Tirreno meridionale fra i vulcani sottomarini perico-ne di città, incendi, devastazioni fatti esiste nel Mediterraneo un e appartenente all’arco insulare losi del Mar Tirreno. Nel febbraiodi aeroporti. Nei prossimi gior- vulcano sottomarino molto ri- Eoliano. Si trova circa 140 km a Nel mare Nostrum 2010 la nave oceanografica Ura-ni e mesi si assisterà a numerose schioso: Il Marsili. Enzo Boschi, nord della Sicilia e circa 150 km il pericolo si chiama nia, del Cnr, ha iniziato una cam-scosse di assestamento dovute il più noto vulcanologo italiano a ovest della Calabria. Scoperto Marsili, il più grande pagna di studi sul vulcano som-ai movimenti della crosta terre- ci dà notizie non proprio confor- negli anni venti del XX secolo e vulcano d’Europa. merso. Sono state rilevate pre-stre. Insomma serissimi ed enor- tanti su un mostro marino che battezzato in onore dello scien- occupanti frane che testimonia-mi danni umani e materiali. In- si trova a relativamente poca di- ziato italiano Luigi Ferdinando è sottomarino ed è esteso no una notevole instabilità.tanto le autorità del Cile hanno stanza dalle coste campane, che, Marsili, questo vulcano sotto- per 70 km in lunghezza Giuseppe Bernardo,aumentato ad allarme il siste- pare, si stia risvegliando dal suo marino è stato studiato di recen- e 30 in larghezza Consulenze Italia, Napoli
  • 12. 12 Terra Emilia Romagna A cura di Arianna Bianchi e Paolo Galletti giovedì 17 marzo 2011 www. verdiemiliaromagna.orgGreen economy/1 Dal Festival di Bologna rilanciato l’allarme per il settore delle rinnovabili dopo il decreto “ammazza-incentivi”«Giù le mani dall’energia pulita»Marino Cavallo aleggiano sul settore dopo gli in- dell’Expo di Milano. Tutti han- se, per intenderci. Dieci anni fa gia. Gli stessi giorni del decre-C terventi sciagurati del Governo no messo in evidenza la crucia- abbandona quella società e co- to del governo contro le rinno- ominciano a vedersi gli di questi giorni, gettano una lu- le fase di cambiamento che sta mincia a lavorare nel settore del- vabili. In Giappone in queste ore effetti pesantemente ne- ce poco rassicurante sul futuro. vivendo la nostra economia ed le energie rinnovabili. «Qui - ha siamo tutti in ansia per i possi- gativi del recente decre- Le banche e gli investitori finan- evidenziato le possibilità colle- detto Zappacosta - è racchiuso bili disastri dovuti a incidenti e to governativo che ta- ziari hanno già cominciato a ri- gate all’innovazione energetica il futuro dell’economia e qui so- guasti negli impianti nucleari lo-glia gli incentivi alle energie rin- tirare la disponibilità di risorse e e al risparmio di risorse. E’ em- no le migliori opportunità di bu- calizzati nei pressi dell’epicen-novabili, mettendo in discussio- credito per la realizzazione de- blematico l’intervento di Pierlui- siness: con il sole, con il vento, tro del terremoto. Cos’altro ser-ne uno dei pochi settori che in gli impianti. L’indeterminatez- gi Zappacosta: negli anni 80 fon- con le energie rinnovabili». Que- ve per decidere di cambiare stra-questa difficile fase economica za costa già oggi denaro sonan- da la Logitech, che ben presto sti sono i fermenti e gli squarci da sull’energia, ora che le ener-aveva mostrato una possibile via te e tassi più alti per coloro che diventa una società chiave del- di futuro che hanno attraversato gie rinnovabili sono considerate,d’uscita dalla pesante crisi con- chiedono aiuti agli istituti ban- la new economy e dell’informa- Bologna e l’Emilia Romagna nei anche dagli economisti e dai bu-giunturale di questi anni. «Due- cari e ai potenziali finanziatori, tica. Di fatto il “papà” del mou- giorni scorsi sul tema dell’ener- sinessman, un ottimo affare?mila imprese e circa 230.000 po- fino a ieri ben disposti. Fotovol-sti di lavoro a vario titolo collega- taico, eolico, centrali a biomasse,ti con il settore dell’energia puli- sistemi di controllo dei consumita». Questi sono i dati che secon- energetici, illuminazione pubbli-do le stime fornite dall’assessore ca a basso consumo, e via dicen-regionale alle attività produttive do. Su questo e su tanti altri pro-e alla green economy, Gian Carlo cessi produttivi stavano nascen-Muzzarelli, caratterizzano il set- do figure professionali, compe-tore. Il rischio è che si cancelli- tenze, saperi e lavori.no esperienze fortemente inno- I maggiori sindacati dell’Emiliavative, capaci di disegnare nuo- Romagna hanno ripetutamenteve traiettorie di sviluppo locale preso posizione in questi giornie un rapporto originale e fecon- per mettere in evidenza come at-do tra sperimentazione, ricerca torno alla green economy stava-e nuova economia verde. no finalmente maturando oppor-Ci crede l’Unione europea, che tunità per uscire dalla crisi e pernei primi documenti sulla socie- dare prospettive e futuro a tantetà europea verso il 2020 parla di famiglie dove cassa integrazio-sostenibilità, intelligenza e inclu- ne e licenziamenti erano dietrosività della società europea futu- l’angolo. L’economia verde nonra. Ci credono le associazioni di è più un settore di nicchia o re-categoria che in modo compatto siduale: grandi gruppi industria-e senza divisioni e distinguo evi- li della nostra regione hanno tro-denziano le potenzialità di grup- vato qui la possibilità di ridefini-pi industriali in grado di investi- re la propria mission aziendalere, produrre e commercializzare e di impostare strategie compe-tecnologie in grado di generare titive in grado di metterle in po-energia dal sole e dal vento. sizioni di vantaggio sul mercato.Non solo, ricercatori e studiosi La Bonfiglioli Riduttori Spa, (ve-sfatano anche il mito delle ener- di articolo nella pagina seguen-gie rinnovabili fatte di tecnologie te), storico gruppo metalmec-costose, che gravano sulle spalle canico di Bologna, per esempio,dei consumatori attraverso bol- aveva quasi dimezzato il fattura-lette esose e veri e propri salas- to nei periodi più duri della cri- Amianto nell’asi appioppati alle famiglie. Dopo si economica. Ha dovuto decide- Salute La Procura diattente analisi e dopo un esame re tra ridimensionarsi, diminuireminuzioso dei dati aggregati su produzione e personale, o invece Reggio Emilia avrebbeconsumi, costi e bilanci energe- rilanciare e scommettere su set- aperto un’inchiestatici, Leonardo Setti, docente ed tori di punta. Ha scelto il settoreesperto di energia dell’Univer- delle energie rinnovabili e oggi èsità di Bologna, fornisce un im- di nuovo un’azienda competiti- Davide Fabbri* e Vito Totire** ceduta dalla “saluberrima” ini- ziò una palese anomalia: l’Azien- C’portante chiarimento: parliamo va. Qualche settimana fa ha ad- ziativa del Consiglio comunale da sanitaria locale indagava (esostanzialmente di poche deci- dirittura ricevuto dal Presiden- è una notizia, anco- di Reggio Emilia che, in maniera indaga) solo sull’area cittadina,ne di euro all’anno per famiglia. te Napolitano il Premio Leonar- ra ufficiosa, che po- unanime, ha impegnato l’azien- mentre i controlli effettuati dalA questo si riduce la quota di so- do, importante riconoscimento trebbe rappresenta- da dell’acqua a bonificare i cir- gestore della rete acquedottisti-vrapprezzo che i cittadini si tro- conferito ai campioni dell’inno- re un’autentica svol- ca 300 km di amianto delle tuba- ca erano estesi all’ambito provin-vano sulle bollette per incentiva- vazione. E nel caso della Bonfi- ta: la Procura della Repubbli- zioni a partire dal 2012. Dalla fi- ciale. Stando ai dati il campiona-re le energie rinnovabili. E si trat- glioli si tratta di innovazione nel ca avrebbe aperto un’inchiesta ne degli anni ‘90 del secolo scor- mento peggiore sarebbe quel-ta di cifre ben inferiori a quelle di settore dell’energia verde. sull’amianto nell’acqua a Reggio so denunciamo il rischio di pre- lo di Budrio, dove però non pa-altri paesi europei, che dell’inve- La tradizione meccanica emilia- Emilia. Il condizionale è d’obbli- senza di amianto nell’acqua “po- re essere stato mai ripetuto no-stimento sulle energie rinnova- na che si coniuga perfettamen- go, ma se dovvesse essere con- tabile” a cominciare da Bologna. nostante le nostre sollecitazio-bili hanno fatto la chiave di volta te con la nuova economia basa- fermata, questa decisione sareb- Le tubazioni in cemento-amian- ni pubbliche. Via via raccoglie-dello sviluppo economico. Tanto ta sul sole e sul vento. Nel Gre- be sicuramente positiva, per di- to ammontavano all’epoca, per vamo dati relativi ad altre città:è vero che l’orizzonte a cui pun- en Social Festival che si è svol- verse ragioni che proveremo a la rete di competenza della pro- Ravenna e Ferrara (per quel cheta la Germania prevede una pro- to nei giorni scorsi a Bologna spiegare. Anzitutto va chiarito vincia di Bologna a 1.650 kilome- riguarda i campionamenti), Ve-duzione dell’80% di energia at- hanno sfilato alcuni tra i più im- che questa notizia è stata pre- tri; l’amianto poi, si focalizzò su- nezia, Cesena, Bari per quel chetraverso fonti rinnovabili entro il portanti player della nuova gre- bito, era non solo crisotilo ma riguarda la presenza di tubazio-2050. E si tratta del cuore indu- en economy: Roberto Vigotti , anche di tipo anfibolo; com’è no- ni. Hera spa in Romagna gesti-striale dell’Europa, ricordiamolo. responsabile Fonti rinnovabili Dopo la decisione del to che gli amianti sono tutti can- sce oltre 2.000 km di conduttu-Dell’economia che sta trainan- dell’Agenzia Internazionale per Comune di bonificare le cerogeni e che gli anfiboli (cro- re idriche in cemento amianto.do la ripresa e che costituisce il l’Energia, Fabio Patti Sales, Ma- tubature, un’altra buona cidolite, amosite, ecc.) siano più Ogni volta che abbiamo “strap-più dinamico e reattivo sistema nager di Yingli Solar Italia, Clau- notizia, in attesa di aggressivi. Subito dopo una pri- pato” un dato lo abbiamo comu-produttivo dell’economia euro- dio Mazzini, Responsabile Inno- ma tornata di esami commis- nicato all’opinione pubblica. Ov-pea. Purtroppo la normativa pa- vazione e Valori di Coop Italia, conferme. Gli errori sionati dall’azienda dell’acqua, viamente abbiamo cercato di si-sticciata e confusa sulle energie Adriano Gasperi, Segretario Ge- di chi vuole minimizzare l’Usl cominciò ad effettuare ulte- stematizzare la raccolta dei dati,rinnovabili, e le incertezze che nerale del Comitato Scientifico il problema riori campionamenti. Si eviden- ma gli ostacoli incontrati sono
  • 13. Terra Emilia Romagna giovedì 17 marzo 2011 13 Green economy/2 Così la Bonfiglioli è diventata un’azienda leader mondiale nelle tecnologie per gli impianti eolici e fotovoltaici L’impresa che vince è sempreverde Lou Delbello lioni di euro ed è diventata lea- me produzioni del 1956 di uni- val di Bologna, tenutosi a palaz- territorio in cui si sta operando, S der mondiale del settore con ol- tà di trasmissione elettrica, ai ri- zo Re Enzo la scorsa settimana per massimizzare i profitti e mi- onia Bonfiglioli, presiden- tre il 30% della quota di mercato. duttori da applicare a dispositi- e che ha avuto tra i proganistici nimizzare l’impatto ambienta- te e amministratore dele- I motoriduttori, si chiamano co- vi fotovoltaici fino, appunto, alle proprio Sonia Bonfiglioli. le. Non esiste un modello pre- gato del gruppo Bonfiglio- sì, della Bonfiglioli, sono presen- tecnologie sviluppate per l’eoli- «Le energie rinnovabili sono un costituito, ma bisogna mettere li, è alla guida di una delle ti, solo per fare un esempio, nel co. Un mercato in crescita, la cui settore eterogeneo che non può in campo una serie di strategie eccellenze emiliano romagnole più grande arco eolico offshore temuta battuta d’arresto a segui- trovare applicazione ovunque che vanno valutate di caso in nel campo della tecnologia ver- del mondo, nel mare del Nord, il to dell’interruzione degli incen- nello stesso modo – ha afferma- caso. Ora, per quanto riguarda de. L’azienda di famiglia, che dal famoso “Alpha ventus”che conta tivi statali potrebbe essere miti- to Bonfiglioli - Per trarre il me- le strategie industriuali, il no- 1985 realizza sistemi per il con- 12 torri alte tra i 148 ed i 155 me- gata dallo sviluppo tecnologico e glio dagli impianti, ad esempio stro gruppo, per fare un esem- trollo della movimentazione dei tri. Ma non è l’unica “punta di da un’installazione mirata degli fotovoltaici o eolici, si devono pio, sta concentrando la propria generatori di energia eolica, ha diamante” di un’impresa che ha impianti. Se ne è discusso mol- studiare in profondità gli aspet- attenzione, oltre che sull’eolico, raggiunto un fatturato di 700 mi- una lunga tradizione: dalle pri- to durante il Green Social Festi- ti paesaggistici e ambientali del sui componenti per la tecnolo- gia fotovoltaica». Quella rap- presentata dal gruppo Bonfi- glioli è una realtà pioniera in un settore ancora poco presidia- to dall’industria ma in fortissi- ma espansione: una chance per l’Italia di ridurre il gap che ne- gli ultimi anni l’ha vista allonta- narsi da Paesi altamente indu- strializzati e tecnologicamente avanzati come la Germania e la Cina. Una scommessa che, co- me è emerso dall’ampio dibat- tito in occasione del Green So- cial Festival, va raccolta con en- tusiasmo ma anche con serie- tà, senza ignorare la gravità del- la questione energetica che l’in- tera umanità dovrà affrontare nei prossimi anni, strettamente connessa a quella dei cambia- menti climatici. E che riguar- da tutti, non soltanto le impre- se «Chiaramente sarà necessa- rio un cambio nello stile di vi- ta – ha commentato Sonia Bon- figlioli – ma riducendo gli spre- chi e sfruttando in modo intel- ligente l’opportunità delle ener- gie pulite, possiamo veramente sperare in un futuro più vivibile per noi e per i nostri figli».cqua, la svolta che penetra per via orale non namenti con lettura in Tem so- tutte le altre città italiane fareb- preoccupa»: si tratta di un’argo- no stati misurati fino a 2,5 mi- be opera utile e meritoria nell’av- mentazione incongrua in quan- lioni di fibre (a Ravenna); sem- viare le indagini; la necessità ed to l’amianto delle tubazioni de- pre a Ravenna peraltro, si è regi- urgenza dell’intervento sta nella termina anche un inquinamen- strato il picco più alto anche in inerzia e nell’atteggiamento di ri- to dell’aria nelle abitazioni servi- microscopia Sem (56.600 fibre il mozione dei gestori e dei deciso- te. «Le acque non sono suffi- 13.12.1995). «Negli Usa questa ri politici che finora hanno volu- cientemente acide da diveni- presenza di amianto si tolle- to evitare di affrontare il proble- re corrosive»: anche queste è ra»: non vero, in quanto le com- ma. A meno che i Sindaci, riven- un’argomentazione incongrua in missioni scientifiche incarica- dicando finalmente il loro ruolo quanto il problema non sta nella te di studiare il problema hanno di autorità sanitaria locale, non corrosione ma nella rottura del- concluso a favore della necessità decidano di adottare i provve- le tubazioni e nella troppo eleva- di bonificare l’amianto (gruppo dimenti necessari per la bonifi- ta pressione dell’acqua in alcuni di consulenza al DHHS 1987). In- ca delle tubazioni dell’acquedot- punti (in particolare dove ci so- fine, è evidente che la questione to in cemento-amianto. Fareb- no brusche variazioni di pressio- amianto va presa in esame an- bero bene, insomma, tutti gli en- ne interna). «L’amianto rinve- che per le sinergie con altri noti ti gestori degli acquedotti e i Sin- nuto è poco». Un’altro errore inquinanti potenzialmente can- daci dei Comuni dell’Emilia-Ro- e per due motivi: il primo è che cerogeni delle acque, ad esem- magna e seguire l’impegno poli- per i cancerogeni non esiste una pio, alcuni organoalogenati. An- tico del Comune di Reggio Emi- soglia di esposizione, per quan- che per queste ragioni la magi- lia: elaborare e mettere in atto to bassa, che possa essere consi- stratura di Reggio Emilia e di un piano teso a bonificare inte- derata sicura; il secondo è che le gralmente le reti acquedottisti- stati enormi. Ripercorriamo al- i tumori gastroenterici sono su- letture in Italia vengono fatte in che del territorio emiliano-ro- lora brevemente le ragioni per le periori a quelli dei gruppi di con- microscopia Sem (microscopio L’appello ai Sindaci magnolo. Noi siamo a disposi- quali le “motivazioni” che indu- trollo); la Iarc classifica l’amian- elettronico a scansione) e non e alle aziende zione di chi intenda lavorare per cono a “chiudere un occhio” sul- to potenzialmente canceroge- possono essere paragonate con che gestiscono la la salute pubblica. le tubazioni in amianto sono in- no, anche, per l’apparato gastro- le letture in Tem (microscopio distribuzione: elaborare * Verdi per la Costituente fondate. «L’amianto non è no- enterico, già dal 1978; questio- elettronico a trasmissione) fat- Ecologista (davide.fa@virgilio.it) civo per l’apparato gastroen- ne peraltro ribadita dall’UE con te ad esempio negli USA; va det- e mettere in atto ** Presidente Associazione terico». Sbagliato: in quasi tut- la sua direttiva in Gazzetta Uffi- to che quando, in Emilia-Roma- un piano per risanare Esposti Amianto e Rischi per te le coorti di esposti ad amianto ciale del 16.1.2009. «L’amianto gna, sono stati fatti dei campio- tutta la rete regionale la Salute (vito.totire@unive.it)
  • 14. >>Commenti>> giovedì 17 marzo 2011 15Nicola Capone* Diritti, la lunga marcia gislatori a partire dal 1990, unS obbligo comunitario. e noi volessimo dare una Potremo, dunque, ripensa- definizione non profes- re la possibilità di reintro- sorale dei diritti umani, potremmo dire che que-sti sono ciò che garantisconoall’uomo di restare fedele alla verso l’acqua pubblica durre l’Azienda municipaliz- zata nell’ordinamento nazio- nale, unica garanzia per la ge- stione pubblica dell’acqua. Unasua natura. E l’essenza della na- Se vincerà il sì al referendum contro la privatizzazione non ci sarà un vuoto Azienda in cui sia prevista latura umana è la libertà. Toglie- legislativo. Ecco come fermare le mani dei predatori delle lobbies sull’“oro blu” partecipazione dei cittadinite all’uomo la possibilità di au- nella gestione dei bilanci. Po-todeterminarsi e lo avrete mes- tremo auspicare ad un governoso in catene, lo avrete fatto tri- zo rispetto all’ente pubblico, e e successive modifiche che pre- enti locali a privatizzare i ser- pubblico, democratico e parte-ste e corrotto, col cuore guasto. – cosa ancora più importante vede la completa privatizzazio- vizi pubblici e l’articolo 154 del cipato di un diritto universale.Il Lavoro, la formazione, la sa- – acquista autonomia impren- ne dei servizi pubblici, compre- codice ambientale, che impo- Potremo, ma non è detto chelute, i beni essenziali sono una ditoriale. Dunque, pur restando so il servizio idrico entro il 31 ne la “remunerazione del capi- faremo, perché le forze osti-garanzia per il destino di una un ente strumentale della Pub- dicembre del 2011. La s.p.a. è tale investito” mediante la tarif- li a questo progetto sono tantepersona libera. Se questi dirit- blica Amministrazione, il nuo- la logica conclusione del prin- fa imposta ai cittadini. e determinate. L’oro blu, cometi vengono trasformati in sem- vo statuto giuridico proietta cipio economicistico introdot- oggi viene definito dai preda-plici bisogni da soddisfare, in l’azienda speciale fuori dal re- to nel nostro paese con la mo- La Corte Costituzionale, il 26 tori dell’acqua, è stato valuta-merce da mendicare o barat- cinto della Pubblica Ammini- difica dello statuto giuridico gennaio, ha depositato le sen- to come l’industria più redditi-tare allora avremo gettato nel- strazione e l’abilita a perseguire dell’Azienda municipalizzata e tenze che dichiarano ammissi- zia con un valore di 403 miliar-la disperazione milioni di esseri una propria politica industria- pone la gestione dell’acqua sal- bili i propositi dei referendari e di di euro l’anno. Questo men-umani. Nel nostro paese abbia- le attraverso una logica priva- damente sul terreno del dirit- in primavera si andrà a votare. tre l’innalzamento del livellomo mercificato il bene più es- tistica. Ma questo non è tutto: to privato. A diritto vigente, la Contro ogni aspettativa se vin- del mare, l’inquinamento dellesenziale: l’acqua! Abbiamo da- con specifico riferimento al ser- sentenza n. 325 del 2010 della cerà il “Sì” non avremo un vuo- falde e il prosciugarsi dei fiumito a questa “sostanza” rilevan- vizio idrico, con la legge Galli Corte Costituzionale sui servizi to legislativo, come molti pa- e dei laghi stanno diminuendoza economica. Abbiamo eretto del 1994, la tariffa – “corrispet- pubblici locali impedisce finan- ventavano, né, come molti spe- drasticamente le riserve di ac-la concorrenza a principio uni- tivo del Servizio Idrico Integra- che di affidare la gestione del ravano, si determinerà la revivi- qua dolce disponibili e migliaiaversale. Tutto ciò è stato reso to” – non deve solo limitarsi a servizio idrico ad una azienda scenza delle discipline anterio- di uomini e di donne abbando-possibile mediante vere e pro- rendere possibile la copertura ri in materia, che avrebbe per- nano terre ormai deserte.prie leggi criminose. Nel 1990 dei costi con i ricavi, ma deve messo nel migliore dei casi, vi-con l’approvazione della leg- addirittura “remunerare il capi- Serve la reintroduzione sta la sentenza 325/2010 della Già oggi, a causa di questage n. 142 venne profondamen- tale investito”. Questa disposi- delle municipalizzate Corte Costituzionale, di costi- progressiva carestia, 1,1 mi-te modificato lo statuto giuridi- zione, oggi trasfusa nell’articolo nell’ordinamento, tuire società per azioni in hou- liardi di esseri umani non bene-co dell’Azienda pubblica o mu- 154 del Codice Ambientale, D. se a totale capitale pubblico. ficia di acqua potabile e 5 milio-nicipalizzata, istituita da Gio- Lgs. 152 del 2006, recita: «La ta- favorendo anche la Dalle motivazioni esposte dal- ni di persone muoiono ogni an-litti nel 1903. riffa [...] è determinata tenendo partecipazione dei la Corte Costituzionale in me- no per malattie legate all’acqua, conto della qualità della risor- cittadini nella gestione rito all’ammissibilità dei quesiti un numero che supera dieci vol-È utile esaminare quali furo- sa idrica e del servizio fornito, referendari emergono due dati te quello delle vittime dei con-no le novità introdotte allora delle opere e degli adeguamen- fondamentali. In primo luogo, flitti. A chi converrà gestire l’ac-e quali ulteriori, decisive modi- ti necessari, dell’entità dei costi speciale, per cui ci troviamo di- in Italia sarà possibile imme- qua potremo deciderlo andandofiche sono state apportate negli di gestione delle opere, dell’ade- nanzi all’assurdità che solo una diatamente applicare il diritto a votare e votando “Sì”. Il nostroanni a seguire. L’Azienda mu- guatezza della remunerazione Società per azioni può gestire comunitario, che ancora per- referendum è solo l’inizio di unanicipalizzata agiva all’interno del capitale investito». l’acqua. Sul diritto alla vita, che mette – nonostante contempli lunga battaglia per la riappro-della Pubblica Amministrazio- è di tutti, si è imposto il diritto la logica della rilevanza econo- priazione dei diritti e occorre es-ne, era diretta emanazione di Tutta la legislazione succes- alla “remunerazione del capita- mica e del profitto per la gestio- sere in tanti: una catena infinitaessa, agiva, dunque, come una siva non è che uno svilup- le investito”. Per queste ragioni ne dei beni comuni − l’affida- di occhi, mani e bocche che do-sua interna articolazione. Do- po progressivo, potremmo di- mediante referendum si chiede mento diretto dei servizi essen- vranno guardare, toccare e gri-po il 1990 l’azienda pubblica di- re una razionalizzazione, del- l’abrogazione di due vere e pro- ziali. In secondo luogo, la pri- dare con gioia la vita.venta “speciale”, assume, cioè, lo stesso principio: dalla Bassa- prie metastasi giuridiche: l’arti- vatizzazione del servizio idrico *Segretario generalepersonalità giuridica, divenen- nini per finire all’articolo 23 bis colo 23 bis del cosiddetto De- non è, contrariamente a quan- delle Assise della città di Napolido un soggetto giuridico ter- del Decreto Legge 112 del 2008 creto Ronchi, che obbliga gli to fu fatto credere dai nostri le- e del Mezzogiorno d’Italia Organo ufficiale d’informazione Bonaccorsi dalla prima Siamo male attrezzati per com- Ragione e sogni nel compleanno d’Italia della Federazione dei Verdi Reg. Trib. di Roma n. 34 del 7/2/2005 petere col mondo globalizzato, Sped. in Abb. Post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 c. 1 DCB - Roma perchè produciamo, da troppo La testata fruisce dei contributi di cui alla legge 7/10/ 1990 n. 250 tempo, pochissima innovazio- via del Porto Fluviale, 9/a - 00154 Roma tel. 06.45.47.07.00 - fax 06.42.01.31.31 ne. In questi giorni stiamo viven- info@terranews.it - www.terranews.it do la più palese delle dimostra- Direttore responsabile: Luca Bonaccorsi Condirettore: Enrico Fontana zioni di incongruità tra il futuro le della Lega ricalca, in controlu- mediatico al settore delle rinno- Panebianco fa davvero schifo. Direttore editoriale: Giovanni Nani Vicedirettori: Vincenzo Mulè e la classe politica dominante. Di ce, quella dell’egoismo nostrano vabili. Ieri poi ci è toccato legge- Forse perchè per sognare qual- Valerio Ceva Grimaldi Redazione: Rossella Anitori, Diego Carmignani, fronte al disastro giapponese, e con relativa involuzione cultura- re pure Panebianco, che ha divi- cosa di diverso (da questa osce- Susan Dabbous, Pierpaolo De Lauro, Alessandro De Pascale, Alessia Mazzenga, al globale spostamento verso l’al- le bunghista. Nel breve periodo so il mondo tra i “razionali” che na realpolitk e realeconomics) bi- Alessio Nannini, Paolo Tosatti, Federico Tulli ta tecnologia e le fonti energeti- poi l’Italia dovrà affrontare la dif- accettano i rischi del nucleare e sogna essere, almeno un po’, “ir- Grafica: Andrea Canfora, Alessio Melandri, Gianluca Rivolta, Monica Di Brigida che rinnovabili, il governo italia- ficile uscita dalla crisi dei debiti gli “irrazionali” che per paura lo razionali”. Illustrazioni: Alessandro Ferraro no insiste nell’imbarcarsi in una sovrani in Europa, e i rischi con- osteggiano. Che regalo ci ha fat- Perchè certo sognare di vivere Web content management: Francesca Ricci Comitato scientifico: Vanni Bianchi, Valerio costosissima avventura nuclea- seguenti di crisi dell’euro. Dovrà to Panebianco. Perchè il suo “ra- grazie all’energia che viene da Calzolaio, Marcello Cini, Franco Corleone, Derrick de Kerckhove, Anna Donati, re. Nel Paese in cui andando in affrontare l’inflazione che viene zionale” mondo è incastrato tra vento, acqua e sole è una pro- Gianluca Felicetti, Vincenzo Ferrara, Paolo Galletti, Marco Gisotti, Carlo Alberto treno da Roma a Milano la linea dal petrolio, e tassi d’interesse nucleare e petrolio, tra radiazio- spettiva tecnologica che ha una Graziani, Umberto Guidoni, Giulio Marcon, Stefano Masini, Gianni Mattioli, Giorgio telefonica cade 10 volte e non che salgono. Con quali idee, con ni e conflitti fossili, condito da sua cifra “poetica”. Parisi, Francesca Sartogo, Eddy Salzano, Danilo Selvaggi, Massimo Serafini, Alex c’è un wi-fi degno di questo no- quali persone? una approssimazione scientifica E allora, tanti auguri Italia, cento Sorokin, Mario Tozzi undicidue srl me per lavorare, l’armata Bran- imbarazzante. Per il corsivista di di questi “irrazionali” sogni. via del Porto Fluviale, 9/a - Roma caleone del premier procede con L’Italia è vecchia, dentro. E l’in- via Solferino “bisogna pur accet- Presidente: Luca Laurenti i suoi pseudo progetti a base di carnazione migliore della sua in- tare qualche rischio”, in fondo la Che paura che fa il Amm. delegato: Roberto Presciutti Consiglieri: Luca Bonaccorsi, Roberto Presciutti cemento, asfalto, radiazioni e ta- capacità di entrare nel futuro si vita oggi è meglio di 50 anni fa. Stampa: New Poligraf Rome srl Stabilimento: via della Mola Saracena gli alla ricerca scientifica. trova oggi nel pressapochismo E allora di cosa ci lamentiamo? futuro dello Stivale, in Fiano Romano Distribuzione: S.E.R. srl - Tel. 081-5845742 Siamo anche impreparati al- del Corriere della Sera di Ferruc- Probabilmente le stesse paro- mano a cementificatori, nuclearisti, bunghisti E-mail: sersrl@editoria.it Concessionaria di pubblicità: la inevitabile ondata migratoria cio de Bortoli. Lo storico quoti- le venivano rivolte anni fa ai mi- e reazionari. Poster pubblicità & P.r. srl Sede legale, direzione generale: che sarebbe arrivata comunque, diano (tornato alla preveggenza natori che chiedevano misure di via Angelo Bargoni, 8 - 00153 - roma rivoluzioni o no. L’impoverimen- delle crociate contro la minigon- sicurezza, per non morire come Tel.06 68896911 - Fax 06 58179764 E-mail: poster@poster-pr.It to del Paese ha scatenato da an- na degli anni ‘60) ha scomodato topi nei tunnel del carbone che Contro la “razionalità” Chiuso in redazione alle ore 19.00 ni ormai la lotta per quel poco firme del calibro di Stella, Rizzo serviva al “progresso”. del Corsera ci vorrebbe che resta. La parabola elettora- e Mucchetti per sferrare l’attacco Questo mondo del “razionale” un sogno vero
  • 15. 16 giovedì 17 marzo 2011 >>Ecostyle>>Eventi Il 150° anniversario è all’insegna della sostenibilità con “La strada Biodiversitàgiusta”, bici-staffetta da Marsala a Torino, tra i luoghi del RisorgimentoL’Unità d’Italia Zoom, la natura fuori dalle gabbie Baie popolate da pinguini, felini retta. Membro di Eaza (European che si aggirano tra le rovine in- Association of Zoos and Acqua-sulle due ruote diane, fauna e flora intorno a un ria), associazione che riunisce le grande baobab. Habitat natura- più importanti strutture zoologi- li lontani da noi, ma ricostruiti e che europee, il nuovo nato Zoom visitabili da oggi nel nostro Pae- mette in cantina lo zoo tradizio- se, a Torino, dove è nato Zoom, il nale e rappresenta la sua naturale primo bioparco immersivo d’Ita- evoluzione, condizionata dai pro- lia. Un percorso di 180.000 metri blemi di salvaguardia della biodi- quadrati attraverso cui è possibile versità, ormai globalizzati. Con esplorare e conoscere veramente la partecipazione costante di ad- gli animali del pianeta, tirati fuori detti ai lavori, keeper e veterina- Comune di Chiaravalle (AN) dalla restrizione coatta di gabbie ri, incaricati di dare spiegazioni ai e reti e collocati all’interno di luo- visitatori, la didattica e lo svago siDiego Carmignani ghi e barriere naturali, come ce- incontrano così a Torino, cuoreN spugli e vasche d’acqua. Una le- pulsante di due continenti, l’Afri- ello sventolio di zione di rispetto volta soprattut- ca e l’Asia, e della serie di attrazio- bandiere di que- to alla conservazione delle spe- ni che compongono la struttura: sti giorni celebra- cie a rischio e al sostegno della dalla giungla asiatica abitata dal- tivi (e nell’utilizza- ricerca, laddove siano centrali le le antilopi all’anfiteatro dominatore parole come valori, me- Da Marsala a Torino in bicicletta tematiche ambientali, spesso di- dai rapaci, passando per i surica- per i 150 anni dell’unità d’Italiamoria e patria), è utile for- stanti dalla nostra esperienza di- ti del Kalahari.se tornare indietro nel tem-po, per ricordare chi eranoquesti famosi “nostri padri”: come Fronte Da Marsala a Torino in bicicletta per i 150 anni dell’unità d’Italiaagivano, come parlavano e, per-ché no, come si muovevano. E ilpercorso storico e commemorati-vo per riscoprire l’Italia unita può Retroessere meglio compreso se rifat-to alla velocità giusta e dalla po- Ivrea, dal 15 giugno. L’arrivo a To-sizione migliore, l’unica che per- rino vedrà i partecipanti dei cin-mette di attraversare e osservare que itinerari convergere verso unlo Stivale guardando avanti, a de- unico punto, per una manifesta-stra e a sinistra: vale a dire dal sel- zione pubblica alla presenza del-lino della bicicletta. Non è un ca- gnata fuori porta: più di 40 tappe, le autorità. Il senso dell’eventoso dunque se il nome dell’iniziati- 2.800 chilometri, tutte e 20 le re- è tutt’altro che competitivo. Ba-va che andrà in scena questa pri- gioni italiane coinvolte, partendo sta dire che i ciclisti sono invita-mavera si chiama “La strada giu- da Marsala e salendo su fino a To- ti a segnalare i luoghi attraversa-sta”. Ad organizzarla è il Comune rino. Il via alla bici-staffetta, è fis- ti che meritino di essere annove-marchigiano di Chiaravalle, con sato per il 26 aprile dalla località rati fra quelli “slow-look”, cioè dala collaborazione dell’associazio- simbolo dei Mille, con la parten- gustare lentamente, segno di co-ne ciclistica amatoriale Bicipiù za del primo percorso, e l’arrivo a me la valenza storico-culturale(affiliata alla Federazione italiana Firenze il 5 maggio. Il secondo iti- della celebrazione possa essereamici della bicicletta) e della Fon- nerario partirà il 14 maggio da rafforzata sposandosi con quel-dazione Chiaravalle-Montessori, Trieste, con destinazione Mila- la ambientale, di cui sono porta-e la sponsorizzazione dell’azien- no. Sarà poi la volta di Olbia-Ca- tori sani gli amanti del pedale, ida General Building, specializza- gliari-Genova, dal 2 giugno, e Ba- più rispettosi e i meno impattan-ta in pannelli fotovoltaici. L’iti- ri-Reggio Emilia, dal 4 giugno. In- ti in assoluto sul territorio italia-nerario non è certo una scampa- fine Aosta-Torino, passando per no e sulle sue bellezze. Scaffale di Diego Carmignani Hi-tech L’ecologia viaggia sulle onde medie C’è Frankenstein nel nostro piatto Ecco come iniziare bene la cata all’interno del dispositivo giornata. Una doccia ristora- è in grado di produrre l’ener- trice, la vostra stazione pre- gia necessaria per far funzio- ferita sintonizzata e un gesto nare la radio e per consentire G per ridurre gli sprechi ed aiu- ad essa di autoricaricarsi. tare l’ambiente. Azioni sinte- Il prodotto, ovviamente im- iornalista e opinionista per gerito l’animale, come viveva e come è tizzate in un unico semplice permeabile, è compatibile con Nella nuova grandi testate americane, stato ucciso, come è arrivata sin qui la oggetto: la radio da doccia che tutte le docce, riceve l’inte- professore all’Università di sua carne, e molti altri ancora. Le rispo- si alimenta con il getto dell’ac- ro range di frequenze Fm ed è versione del Berkeley, indicato tra le cen- ste sono i pezzi di un puzzle, ricostruito qua. Il gadget che coniuga tec- progettato per durare pratica- libro-inchiesta to personalità più influenti da questo ironico e appassionato food nologia ed ecologia è stato lan- mente all’infinito. Grande 131 “Il dilemma del 2010 dal Time, Michael Pollan, oltre detective, capace di rivelare ed illustra- ciato sul mercato dall’azien- x 74,5 x 42,5 millimetri, pesan- dell’onnivoro”, ad essere decisamente attendibile, è un re con semplicità tutte le insospettabi- da H2O, specializzata in ap- te 272 grammi e disponibile in lo scrittore signore piuttosto curioso, uno di quelli li e agghiaccianti modalità con cui l’uo- parecchiature water proof, e diversi colori, la Water power che non si accontenta della spiegazione mo moderno sta corrompendo la sacra per funziona- shower radio e giornalista più logica e razionale, ma che si propo- catena alimentare di cui fa parte. L’indi- re va collega- è acquistabile americano ne di andare a fondo, perché sa che ogni gesta storia, in equilibrio tra inchiesta, ta ad un tubo on-line sul si- Michael Pollan fenomeno manifesto è causato da altri autobiografia e saggistica, è messa ne- standard attra- to dell’azienda indaga sulle mille fenomeni soggiacenti. Un modus ro su bianco in Il dilemma dell’onnivoro verso cui scor- H2O (o su uno indigeste operandi che, applicato alla quotidiana (pagine 336, euro 13,50), testo del 2006 re l’acqua della dei link pre- verità che si pratica umana dell’alimentazione, si tra- che Giunti editore ripropone ora in una doccia: un’ap- senti sul sito duce nella domanda: “Da dove viene la nuova versione rivolta al pubblico dei posita micro- stesso) al prez- nascondono bistecca che ho nel piatto?” Che inclu- “giovani adulti”. Quelli cioè, almeno ne- turbina collo- zo di 42 euro. dietro al cibo de una serie di interrogativi: ad esem- gli Stati Uniti, cresciuti a dosi massicce che mangiamo pio, quali alimenti e quali farmaci ha in- di happy meal.