Marzo 2010




                                                                                                           ...
editoriale



Il 2010 stato proclamato dalle Nazioni Unite Anno Internazionale della
Biodiversità.
Anche per questo tornia...
i indice                                                                                                                  ...
6
    in movimento
    CI VEDIAMO IN BOTTEGA
                                                                             ...
inAZIONE! CAMPAGNE ED EVENTI
       movimento                                                                             ...
inAZIONE! CAMPAGNE ED EVENTI
10 IN
      movimento                                                                        ...
vivi solidale
12 PRODOTTI DAL MONDO
                                                                                      ...
vivi solidale
14 PRODOTTI DAL MONDO
                                                                                      ...
vivi solidale
16 PRODOTTI DAL MONDO
                                                                                      ...
vivi solidale
18 PRODOTTI DAL MONDO
                                                                                      ...
vivi solidale
20 PRODOTTI DAL MONDO
                                                                                      ...
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
A L T R O M A G  M A R Z O2010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

A L T R O M A G M A R Z O2010

812

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
812
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

A L T R O M A G M A R Z O2010

  1. 1. Marzo 2010 IN MOVIMENTO VIVI SOLIDALE COSÍ LONTANO, COSÍ VICINO Il 2010 è stato proclamato La sostenibilità è di moda. Biodiversità e commercio dall’Onu Anno Internaziona- Dalla collezione Primavera- equo: progetti ed esperien- le per la Biodiversità, un te- Estate Altromercato ai dol- ze dei produttori del Sud soro da difendere ci per rinnovare la Pasqua del mondo. Giornata Mondiale del Com- Nozze solidali: un sì che è Filippine: un incontro con mercio Equo: gli eventi anche amico dell’ambiente Virginia Sadorra di Ccap Poste Italiane s.p.a. spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L.27/02/2004 n. 46) Art. 1, comma 2, DCB Verona. Biodiversità per un futuro di pace e giustizia
  2. 2. editoriale Il 2010 stato proclamato dalle Nazioni Unite Anno Internazionale della Biodiversità. Anche per questo torniamo a occuparci di questo tema che abbiamo già affrontato in passato e che ci sta molto a cuore, anche alla luce del recentissimo dibattito sui prodotti Ogm nato dall’autorizzazione dell’UE alla coltivazione della patata geneticamente modificata Amflora. Biodiversità significa vita, non solo per l’ambiente naturale, ma anche per l’uomo. Assicurare la sopravvivenza delle diverse specie animali e vegetali significa combattere contro l’impoverimento dei suoli e l’omologazione delle coltivazioni e contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici che si fanno sempre più evidenti. Il modello di commercio equosolidale che Altromercato sostiene ha un ruolo fondamentale, che spesso viene sottovalutato dall’opinione pubblica: appoggia le colture locali che salvaguardano la biodiversità del territorio, vede l’accesso al mercato internazionale come strumento di sostegno all’economia locale e non come meccanismo di dipendenza economica, cerca di assicurare che i contadini che producono cibo siano anche proprietari delle terre e cioè in grado di decidere come esse vadano meglio utilizzate, nell’interesse delle comunità che ci vivono. È una priorità proteggere la biodiversità e combattere la monocoltura, è la base dell’alimentazione quotidiana di molti popoli che altrimenti sarebbero costretti a procurarsi ciò che attualmente possiedono in autonomia. In questo senso crediamo che la biodiversità sia un elemento fondamentale per un futuro di pace e di giustizia sociale. I produttori del Sud del mondo ci aiutano ad arricchire la nostra dieta di varietà, per la nostra salute e per i nostri piatti. Con i loro prodotti (quinoa, guaranà, riso, mais, ecc.) non ci uniformiamo a una dieta basata su un numero sempre più ristretto di varietà vegetali, imposte dai sistemi multinazionali di agricoltura industriale. In questo numero raccogliamo i pensieri, i progetti e le foto di ricercatori, produttori e lavoratori del Consorzio: la riflessione sul legame tra biodiversità e sovranità alimentare, il dibattito sul cosiddetto Km equo, i consigli di lettura e i racconti di viaggio alla scoperta dei nostri partner in Africa, Asia e America Latina. Salutiamo anche l’arrivo della bella stagione con l’anteprima dei prodotti della nuova collezione di artigianato Primavera-Estate 2010, caratterizzata dai colori solari e dalla naturalità e qualità dei materiali. Non mancano, poi, le proposte per una Pasqua all’insegna della gioia e della condivisione e i consigli per chi vuole vivere il giorno del suo matrimonio in modo davvero speciale e aperto al mondo. Vi abbiamo incuriosito? Allora, buona lettura! Pierluigi Traversa Responsabile Marketing e Comunicazione
  3. 3. i indice indice i Arriva il Fair Trade Day La Duri dal colomba Bibliotequa cuore tenero solidale 2010, un anno per Uno sviluppo Raddoppia la biodiversità davvero sostenibile il mango Dietro le quinte Con Libera a Cebu Editoriale del paradiso contro le mafie 1 4 5 7 9 10 13 15 16 21 22 23 24 27 29 31 33 35 36 39 42 in movimento vivi solidale vivi solidale così lontano così vicino La sostenibilità Dal Km zero Conosciamoci è di moda al Km equo meglio Gioie Pasqua in Tempo di Ci vediamo solidali tutto pic-nic in Bottega il mondo A nozze con La biodiversità Biodiversità e il mondo sulla pelle Tranches de vie sovranità alimentare
  4. 4. 6 in movimento CI VEDIAMO IN BOTTEGA in movimento IN AZIONE! CAMPAGNE ED EVENTI 7 Dal Kerala a un’Italia più solidale Nel mese di febbraio, Tomy Mathew Tomy si è spostato in treno da Nord povertà colpisce soprattutto le popo- Vadakkancheril, direttore di Elements, a Sud, facendo tappa in numerose lazioni rurali. Il Kerala è un’eccezione a una piccola società del Kerala (India) Botteghe e scuole. È stato, inoltre, tra questo paradosso. A partire dagli anni dalla quale Ctm altromercato acqui- i relatori di “Un Veneto più solidale”, la Novanta, il vento della globalizzazione sta caffè e anacardi, ha visitato l’Italia conferenza di presentazione della nuo- ha portato in India politiche liberiste, 2010, un anno per conoscere la realtà delle Botteghe va legge regionale veneta sul commer- ad esempio l’esportazione forzata del- e incontrare volontari e consumatori. cio equosolidale che si è tenuta presso la produzione agricola e l’imposizione l’Università Ca’ Foscari di Venezia. delle famigerate “zone economiche li- bere”, territori senza regole su lavoro per la Biodiversità Tomy, figura di spicco del fair tra- de asiatico, è tra i promotori del Ftk e ambiente e non tassati. Nel Kerala, (Fair Trade Alliance Kerala) e membro però, era radicata una forte politica dell’Expert Group delle Nazioni Uni- egualitaria ed erano attive forti orga- te dedicato alle cooperative, presso il nizzazioni sindacali. Per affrontare an- quale sostiene le istanze del commer- cora meglio la situazione, nel 2005 è stata creata Ftk composta da tre or- cio equo. È, inoltre, presidente dell’Inpc (International Nut Producer’s Coope- ganizzazioni locali di produttori inte- La diversità biologica del nostro pianeta è una grande ricchezza. rative, la piattaforma dei produttori ressati allo sviluppo sociale. Oggi, Ftk Ctm altromercato inaugura la collaborazione con Bioversity International, raggruppa 3.600 famiglie di contadini, di semi oloesi aderenti al commercio equo in Asia, Africa e America Lati- fornisce assistenza tecnica e offre ca- la più grande organizzazione al mondo che si occupa di questo tema. na) e amministratore della Fair Trade nali diretti di vendita per i prodotti, Foundation del Regno Unito. garantendo guadagni stabili e dignitosi Nel corso degli incontri che lo hanno ai lavoratori. Il commercio equo, quindi, La campagna “D(i)ritto al cibo” prose- Settimana della Biodiversità, che si terrà teriale grezzo da cui scienziati e agri- visto protagonista, Tomy ha raccontato si conferma uno strumento di giustizia guirà per tutto il 2010 con momenti di a Roma, presso l’Auditorium Parco della coltori possono sviluppare colture ad l’esperienza del Kerala in materia di di- sociale, ma anche di lotta alla fame e di approfondimento, confronto e dibattito Musica, dal 19 al 23 Maggio 2010. alte rese, con alto valore nutrizionale, ritto al cibo e tutela della biodiversità, tutela della biodiversità. su questioni complesse e importanti che capaci di resistere a parassiti e ma- L’ 1 partendo dal fatto che nel mondo la toccano ogni giorno milioni di persone aria e l’acqua sono fonda- lattie e di adattarsi al cambiamento che nel mondo soffrono per fame o de- mentali per la sopravvivenza climatico. Inoltre, è uno strumento La staffetta delle Botteghe per “M’illumino di meno” nutrizione. Quest’anno al nostro fianco dell’uomo sulla Terra. Tuttavia, efficace per contrastare l’effetto dei Anche quest’anno Ctm altromercato e i nel pedalare su una bicicletta costruita romantica cena composto da un mini abbiamo un nuovo partner che, insieme esiste un’altra risorsa senza la quale mutamenti climatici sull’agricoltura: i suoi soci hanno partecipato a “M’illumi- per produrre l’energia necessaria. Inoltre ricettario e una piccola candela… tutto a Legambiente e Aiab (Associazione non potremmo sopravvivere a lungo. sistemi produttivi con più alto tasso no di meno”, l’iniziativa del programma di all’interno è stata preparata una nutrita equo e solidale ovviamente! Italiana Agricoltura Biologica), ha deciso Questa risorsa è la biodiversità agra- di diversità (intesa come differenti Radio 2 Caterpillar, nata per celebrare la selezione di testi sui temi delle energie di sostenere attivamente la nostra cam- ria, ovvero quella parte della diversità specie di colture o di varietà) sono Giornata Mondiale del Risparmio Ener- rinnovabili, per chi vuole impegnarsi tut- getico, il 12 febbraio 2010, e promuovere to l’anno nel risparmio energetico. pagna: Bioversity. Entusiasti di questa biologica che abbraccia tutti gli ele- quelli che avranno maggiori capacità Equo-à-Porter un uso più consapevole dell’energia. L’Altromercato di Troffarello (TO) ha nuova collaborazione, vorremmo farti menti propri dell’agricoltura, quindi di adattamento ai cambiamenti. Sabato 13 marzo, nell’ambito della Le iniziative promosse dalle Botteghe proposto uno spegnimento consapevo- settima edizione di Fa’ la cosa giusta! – conoscere meglio questo soggetto in- del cibo, grazie ai quali l’uomo si nutre sono state tantissime, da Nord a Sud, le delle luci, anche in questo caso sosti- la fiera del consumo critico e degli stili ternazionale di importanza cruciale nel e si sostenta. La salvaguardia della diversità delle e molto partecipate. Qualche esempio: tuite da candele di vita sostenibili – presso la sezione sostegno alle comunità rurali del Sud del La biodiversità agraria ha in sé una piante alimentari è anche profonda- a Milano, la cooperativa Chico Mendes che hanno riem- Critical Fashion, è stata presentata ha organizzato un critical drink a lume di pito la Bottega di mondo e ci auguriamo di incontrarti alla grande ricchezza. Essa fornisce il ma- mente legata al senso di orgoglio e la nuova collezione Primavera-Estate candela nel via vai della Bottega di Stazio- un’atmosfera cal- Altromercato. Non è stata una semplice Bioversity International è la più grande organizzazione al mondo che si ne Garibaldi. Aperitivo a lume di candela da e accogliente. sfilata, ma una fashion performance occupa di ricerca sull’uso e la conservazione della biodiversità agraria. È un anche presso la Bottega del Mondo di Il Villaggio Globa- artistica che ha raccontato la moda Udine, immersi in un labirinto di candele. le di Monza quel organismo di ricerca indipendente e senza fini di lucro della rete del Cgiar equa e solidale. Protagoniste attrici e (Consultative Group on International Agricultural Research, www.cgiar.org) Le Botteghe di Pace e Sviluppo di Treviso, giorno ha riser- volontarie, accompagnate da musica, invece, hanno voluto stupire con effetti vato una sorpresa il cui scopo primario è la salvaguardia del patrimonio genetico di piante e letture, immagini e filmati. L’evento è speciali: le loro vetrine sono state illumi- un po’ speciale ai animali e lo studio del loro utilizzo in agricoltura a beneficio delle popolazioni stato curato da Chico Mendes Onlus nate da lampade equo e solidali alimen- suoi clienti: un kit dei Paesi in via di sviluppo. e Ctm altromercato e realizzato grazie tate dalla buona volontà e dalla simpatia d’eccezione per al contributo artistico dell’associazione Da oltre 35 anni Bioversity svolge le sue ricerche per creare sistemi agricoli di soci e volontari che si sono alternati organizzare una 2 culturale Nuvola9ve. più produttivi, sostenibili e in grado di reagire di fronte alle calamità. A questo scopo impiega uno staff di oltre 300 persone distribuite in 20 uffici in tutto il mondo. Il suo quartier generale è a Maccarese, Roma. Per saperne di più, visita il sito www.bioversityinternational.org. foto 1: Tomy Mathew Vadakkancheril (di Giorgio Scandiuzzo) di Stefano Padulosi foto 2: M’illumino di meno (di Pace e Sviluppo, Treviso) Senior Scientist di Biodiversity International foto apertura: A. Camacho © Biodiversity International
  5. 5. inAZIONE! CAMPAGNE ED EVENTI movimento in movimento 9 8 IN IN AZIONE! CAMPAGNE ED EVENTI identità che nasce dalla comprensio- biodiversità agraria nella nostra vita. e artisti di fama mondiale saranno Biodiversità e ne del valore dei propri cibi tradizio- È per questo motivo che Bioversity coinvolti per spiegare come e quan- nali. Ritrovare e valorizzare il legame International, la più grande istituzione to la biodiversità permei ogni settore tra l’uomo e la sua cultura alimentare internazionale dedicata alla conser- della vita umana e ne sia una compo- sovranità alimentare significa contribuire a rafforzare quel- vazione e all’uso dell’agrobiodiversi- nente fondamentale. le tradizioni che rendono ogni nazio- tà, sta promuovendo la campagna di ne e ogni comunità una realtà unica. comunicazione Diversity for Life, con Le attività di Diversity for Life si ri- l’obiettivo di creare un forte movi- volgono anche ai ragazzi delle scuole: Purtroppo, mai come oggi la biodi- mento globale a sostegno della biodi- in Italia e in Kenya è attualmente in versità agraria è minacciata di scom- versità agraria. svolgimento il progetto Cibi e Parole Sono concetti strettamente legati ed essenziali per un futuro di pace e giustizia. parire dai nostri campi e dalle nostre In collaborazione con partner nazio- dal Passato, che coinvolge gli studenti Luca Colombo della Fondazione Diritti Genetici ci spiega perché. tavole: la diffusione delle monocol- nali e internazionali, Diversity for Life tra i 10 e i 12 anni perché raccolgano ture, la corsa alla produ- testimonianze dai propri zione di biocarburanti, nonni e dagli anziani su D – Sovranità alimentare: cos’è? storali e della pesca definiti da pro- rappresenta il miglior punto di par- l’omologazione di stili come sono cambiati le R – La più completa definizione è duttori e utilizzatori locali. La sovra- tenza per produrre cibo. A loro volta, Per capire quanto la biodiversità agraria sia alimentari, l’abbandono abitudini alimentari e i quella redatta nel 2007 in Mali, nel nità alimentare riconosce priorità a gli alimenti sono espressione diretta una risorsa vitale per l’uomo, basti pensare alla delle aree rurali sono cibi che troviamo in ta- corso di un incontro organizzato da economie e mercati locali e nazionali; della biodiversità perché derivano alcuni dei fenomeni che grande carestia che colpì l’Irlanda nel 1845, vola negli ultimi 50 anni. La Via Campesina (è un movimento promuove un commercio trasparen- da diverse specie, razze e cultivar stanno contribuendo alla causata proprio dalla mancanza di diversità Le storie raccolte sa- internazionale che raggruppa organiz- te che garantisca redditi equi a tutte (dall’inglese cultivated variety, varietà scomparsa di un numero genetica. In quegli anni, la patata era l’alimento ranno inserite in un’en- zazioni contadine di svariate parti del le persone così come il diritto dei coltivata), e ciò garantisce equilibrio sorprendente di varie- principale di gran parte della popolazione ciclopedia elettronica mondo, che ha come obiettivo prin- consumatori al controllo sulla propria nutrizionale, sostenibilità produttiva e tà coltivate. Dal 1900 a irlandese. La coltivazione di una sola varietà disponibile su Internet, cipale la lotta per politiche agricole nutrizione. Assicura che i diritti d’uso democraticità dell’offerta alimentare. oggi, in base a stime della di questo tubero aumentò la vulnerabilità alle che costituirà una risorsa e alimentari più giuste, solidali e so- e gestione di terre, territori, acque, Tutto ciò si contrappone al modello Fao (Food and Agricultu- malattie: quando le coltivazioni furono colpite per gli studenti di tutto stenibili. Per saperne di più, http://via- semi, mandrie e biodiversità siano nel- agroalimentare dominante, in cui il re Organization), circa il da un fungo (Phytophthora infestans), la quasi il mondo volta a far co- campesina.org) al quale hanno parte- le mani di coloro che producono cibo. cibo è semplicemente una commo- 75% della diversità gene- totalità dei raccolti andò persa. noscere e salvaguardare cipato centinaia di rappresentanti del La sovranità alimentare implica nuove dity, una materia prima standardizza- tica delle colture è anda- Ne derivò una grave carestia che fu anche tra le tradizioni alimentari mondo dei produttori di alimenti e di relazioni sociali libere da oppressione ta sottoposta a una trasformazione to perduto. Nei prossimi le cause della grande emigrazione di Irlandesi nelle diverse culture del Ong che ne sostengono l’operato. e ineguaglianze fra uomini e donne, industriale che cancella le differenze, anni, l’agricoltura dovrà verso gli Stati Uniti. mondo. Per sapere di più La sovranità alimentare è stata defini- popoli, gruppi etnici, classi economi- impoverendo la nostra dieta. affrontare sfide sempre sulla campagna Diversity ta come il diritto dei popoli a un cibo che e generazioni. più ardue, e molto di più for Life o contribuire at- salubre, culturalmente appropriato, D – Qual è l’importanza della biodi- deve essere fatto per tivamente, scrivi a diver- prodotto attraverso metodi sosteni- D – Biodiversità: qual è la sua relazio- versità per il consumatore del Nord salvaguardare la biodiversità agraria comprende iniziative in vari paesi del sityforlife@cgiar.org. n bili ed ecologici, in forza del loro dirit- ne con la sovranità alimentare? del mondo? se vogliamo garantire un futuro alla mondo, tra cui Kenya, Perù e Italia. to a definire i propri sistemi agricoli e R – Sono due concetti strettamente R – Riappropriarsi del principio cardi- nostra sicurezza alimentare e alle tra- In Italia, l’evento centrale della campa- alimentari. Pone le aspirazioni e i biso- legati: la sovranità alimentare, infatti, ne della diversità – naturale, dietetica, dizioni gastronomiche. gna sarà la Settimana della Biodiversi- gni di coloro che producono, distribu- si realizza tutelando e valorizzando culturale – significa garantire a se stes- tà, che si svolgerà dal 19 al 23 maggio iscono e consumano alimenti al cuore la diversità biologica sia naturale che si e al resto della comunità umana e Per questo è giunto il momento di presso l’Auditorium Parco della Mu- dei sistemi e delle politiche alimentari. agraria. Un ambiente integro, dove biologica quella ricchezza di opzioni puntare i riflettori su questa risorsa di sica di Roma, un festival internazio- Difende gli interessi e contempla le le risorse naturali – quelle biologi- che rappresenta un’assicurazione sul primaria importanza. Il 2010 è stato nale della biodiversità che prevede future generazioni. Offre una strategia che, quelle non viventi (come acqua futuro. Il caos climatico e l’inaffidabi- dichiarato dalle Nazioni Unite Anno lectio magistralis di grandi scienziati e di resistenza rispetto all’attuale regime e aria) e quelle frutto dell’interazio- lità delle scelte economiche correnti Internazionale della Biodiversità: una personalità, tavole rotonde, concerti, commerciale alimentare sostenuto ne tra materiali inerti e vita (come il rendono indispensabile preservare la straordinaria opportunità per pro- mostre e laboratori per bambini. Ac- dalle corporation, e un orientamento suolo) – sono mantenute nella loro diversità agraria e aiutare quei colti- muovere l’importanza e il valore della cademici, economisti, scrittori, cuochi per i sistemi alimentari, agricoli, pa- condizione di equilibrio ecologico, vatori e allevatori che la difendono di Ilaria Favè foto apertura: © Biodiversity International
  6. 6. inAZIONE! CAMPAGNE ED EVENTI 10 IN movimento in movimento METTITI IN RETE 11 dinamicamente nelle loro aziende. soddisfare il fabbisogno alimentare è ora concluso il percorso di riforme Le colture standardizzate come il di circa 12 miliardi di persone, ben del Comitato Sicurezza Alimentare frumento, il mais o l’orzo, alla base al di sopra dell’attuale popolazione della Fao (Csa), iniziato per garantire dei sistemi agrozootecnici del mon- mondiale. La produzione di cereali – una maggiore partecipazione della so- Torna la Giornata mondiale do occidentale, sono state oggetto che rappresentano circa la metà delle cietà civile. Cosa ne pensa? nel corso degli ultimi decenni di gravi calorie ingerite in media da un uomo R – Il controllo delle decisioni sul- del commercio equo patologie: soltanto il ricorso a varietà – equivale a circa un chilo pro capite le politiche agricole e alimentari si è più rustiche ancora coltivate in alcune al giorno: il problema che lascia con lo dimostrato strategico, soprattutto aree marginali del mondo ha permes- stomaco vuoto un miliardo di perso- dallo scoppio della crisi alimentare so di ottenere nuovi incroci resistenti ne sul pianeta non è dunque legato a del 2007-2008. Questo controllo è P a quelle malattie che si sono abbat- un’incapacità produttiva, ma al manca- conteso tra governi, istituzioni inter- rosegue la campagna “D(i) con la cooperativa Chico Mendes di fABRICAS di Alma Rosé e da una tute severamente sulle coltivazioni to riconoscimento del diritto al cibo nazionali, settore privato e organizza- ritto al cibo” di Ctm altro- Milano organizza un evento speciale cena equosolidale. Per i dettagli del estensive dei paesi industrializzati. La di ogni essere umano, alla mancanza zioni sociali, e la riforma del Csa si è mercato con il sostegno di Le- per accendere i riflettori sulle tema- programma, visita il sito www.chico- biodiversità, inoltre, è collegata allo di democrazia politica ed economica, dimostrata un banco di prova molto gambiente, Aiab (Associazione Italiana tiche della sovranità alimentare e sul mendes.it. sviluppo dell’agricoltura: molte piante alla convinzione che il mercato si au- importante e dall’esito considera- Agricoltura Biologica) e Biodiversity contributo che il commercio equo Anche le altre Botteghe in tutta Italia di cui ci nutriamo sono state selezio- toregoli anche nel soddisfare bisogni to positivo dalle organizzazioni della International. In occasione della Gior- può dare alla lotta alla fame e alle organizzeranno appuntamenti par- nate e si sono differenziate nel corso primari come quello alimentare (o società civile. La riforma, infatti, man- nata mondiale del commercio equo e disuguaglianze sociali che la causano. ticolari, per conoscerli nel dettaglio, dei millenni, e questo processo con- dell’acqua), che la povertà, soprat- tiene questa governance nell’ambito solidale, che si celebrerà il prossimo 8 Si partirà con un incontro dedicato visita il sito: tinua nelle attività di molte aziende e tutto quella rurale, sia determinata delle Nazioni Unite, assegnandola maggio, per la giornata del 9 maggio a queste tematiche per poi passare www.altromercato.it alla voce eventi. agricoltori che si affiancano agli istituti da sfavorevoli condizioni ambientali alle Agenzie specializzate in agricol- Ctm altromercato in collaborazione all’aperitivo, seguito dallo spettacolo di ricerca che si occupano del miglio- e non dall’ingiustizia storica e attuale tura con sede a Roma (non solo la ramento genetico. Se poche multina- che mina i processi di sviluppo. Nelle Fao, ma anche l’Ifad – International Nell’Anno Internazionale della Biodiversità arriva un’edizione speciale del Festival zionali delle sementi potessero con- aree rurali, che ospitano il 75% del nu- Fund for Agricultural Development Internazionale Audiovisivo della Biodiversità. Arrivato alla settima edizione, il Festi- trollare questo processo, sul mercato mero di affamati mondiale, non si ha – e il Pam – Programma Alimentare val è organizzato dal Centro Internazionale Crocevia (CIC), un’organizzazione di resterebbero solo poche varietà ri- accesso al cibo perché non si ha ac- Mondiale) e riconosce alle organizza- solidarietà e cooperazione internazionale senza fini di lucro nata nel 1958. Si occupa gidamente controllate: è un pericolo cesso alle risorse con cui produrlo: zioni sociali un ruolo nei processi de- in particolare di agricoltura, comunicazione sociale ed educazione, settori in cui in- che incombe su tutti noi, indipenden- terra, acqua e sementi vengono ogni cisionali: hanno responsabilità e diritti terviene in appoggio a comunità indigene, associazioni di contadini, gruppi organiz- temente dalla nostra nazionalità o dal giorno di più privatizzati dalle grandi e possono lottare per riavvicinare le zati della società civile e associazioni di base. Dal 19 al 23 maggio si susseguiranno nostro ceto sociale. multinazionali che operano a condi- politiche di sicurezza alimentare alle proiezioni di documentari e film per riflettere su di noi, la nostra salute e quella del zioni di favore sul mercato, “rubando” realtà dei diversi territori. La riforma mondo: testimonianze di agricoltori, storie di popoli in difesa delle loro terre, espe- D – Fame nel mondo: il problema non letteralmente alle popolazioni locali le del Csa deve ora divenire operativa, e rienze dirette di tutela dell’ambiente. Il Festival si terrà a Roma, presso l’Auditorium è legato alla quantità di cibo prodot- terre fertili, l’acqua potabile e irrigua e questo rappresenta un’ulteriore sfida: Parco della Musica. www.mediatecadelleterre.it/festival-della-biodiversita to, ma alla distribuzione e all’accesso le risorse genetiche. verificare la capacità di dare gamba al cibo. Ci può spiegare perchè? Quali solide a un corpo di istituzioni troppo sono i problemi concreti nell’accesso D – Spesso accusiamo le istituzioni spesso incapace di muoversi con l’ef- al cibo? sovranazionali di essere troppo lon- ficacia e rapidità necessaria a sfidare Sabato 20 marzo 2010 Milano ospiterà le celebrazioni della Dopo il successo dello scorso anno la cooperativa Altrove R – Secondo le stime della Fao, la tane dall’esperienza quotidiana della quel moloch che è la fame. n XV Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo del- di Arese torna in piazza per la giornata della Festa del Bio- produzione agricola è in grado di gente. Dopo due anni di negoziati si le vittime delle mafie. Il giorno prima si terrà l’incontro tra logico! Domenica 2 maggio sarà un appuntamento da non i familiari delle vittime e a seguire momento ecumenico di perdere per gli appassionati del vivere sano e dei prodotti ricordo. La giornata del 20 si aprirà con una marcia al mattino e servizi sostenibili, per chi è interessato al consumo critico, Luca Colombo lavora presso la Fondazione Diritti Genetici, interdisciplinare della scienza, consapevole del ruolo sociale seguita da seminari di approfondimento e una festa finale. La alla cosiddetta filiera corta e ai prodotti del commercio un organismo di ricerca e comunicazione sulle biotecnologie della ricerca e della necessità di creare modelli condivisi di manifestazione vuole accendere i riflettori sulla dimensione equo e solidale. Parteciperanno agricoltori certificati bio e che promuove e organizza ricerca scientifica indipendente innovazione. finanziaria del problema delle mafie che da anni non riguarda rispettosi dell’ambiente, produttori di giochi e abbigliamen- e comunicazione sociale sul tema dell’innovazione biotec- Per saperne di più sui temi delle politiche alimentari a livello solo il Sud Italia. Nel Nord, infatti, esistono importanti centrali to ecologici, rappresentati dei GAS (Gruppi di acquisto nologica, riservando particolare attenzione alle sue implica- globale puoi leggere: “Diritti al cibo! Agricoltura sapiens e di riciclaggio e milioni di euro di provenienza illecita vengono solidale) della zona. www.coopaltrove.org zioni ambientali e sociali. Con attività di studio, informazione, governance alimentare” di Luca Colombo e Antonio Onorati investiti nell’edilizia e nel commercio. L’iniziativa è organizzata progettazione, si propone inoltre di diffondere una cultura (Jaca Book, 2009, 280 pp, 24 euro). da Libera in collaborazione con avviso pubblico. www.libera.it foto di apertura: David Savino Berno
  7. 7. vivi solidale 12 PRODOTTI DAL MONDO vivi solidale 13 PRODOTTI DAL MONDO E leganza e femminilità: sono sonalità a ogni look e può essere queste le parole d’ordine utilizzato anche come coprispalla della collezione Primave- o elegante fusciacca sul punto ra-Estate 2010 Altromercato, che vita. propone abiti dalla linea incon- fondibile, pensati per chi non ama Bodhi e Creative Handicraft, l’omologazione e vuole testimo- in India, sono due dei gruppi di niare anche nell’abbigliamento il produttori che si occupano delle proprio interesse per le culture e lavorazioni con cura artigianale. i Paesi del mondo. I nuovi model- Bodhi è nata dall’impegno dei li nascono dalla collaborazione coniugi Mala e Pradeep Shina, tra le designer di Altromercato designer specializzati nel settore e i gruppi di produttori in India, tessile, che nel 1984 fondarono Vietnam, Thailandia e Bangladesh, una piccola attività di creazione frutto di una positiva contamina- e vendita unendo la tradizione zione che arricchisce entrambi i indiana alle tendenze più moder- partner, nel Nord come nel Sud ne. Per loro, infatti, la tradizione del mondo. non è qualcosa da conservare in un museo, ma qualcosa di vivo, in L’ispirazione è quella dello stile continua evoluzione, e per que- anni Cinquanta, sobrio ma spi- sto viene costantemente rivalu- ritoso, con un pizzico di roman- tata e arricchita dalle più varie ticismo, perfetto per esprimere influenze. Oggi il loro laboratorio l’allegria della bella stagione. Via è cresciuto e occupa circa cento libera, dunque, a tessuti leggeri, persone, sia artigiani che lavora- trasparenze, forme morbide e no nella struttura, soprattutto alla arrotondate, colori soft come stampa su tessuto, sia donne che acqua marina e corallo, ma anche presso le loro case realizzano i la- La sostenibilità qualche tocco degli intramonta- vori di ricamo. A tutti è garantita bili bianco e nero. una giusta retribuzione, buone condizioni contrattuali e ambienti Abiti in crêpe di cotone, panta- di lavoro adeguati. è di moda loni in stile afgano, gonne con in- serti in paillettes, top e magliette Creative Handicraft è nata alla in cotone organico: il look più metà degli anni Ottanta per inizia- ‘giusto’ per la bella stagione è tiva di una religiosa che ha scelto fatto di capi semplici e originali, di condividere le difficili condizio- ricercati nei dettagli e facili da ni di vita della popolazione dello abbinare, in cui nulla è lasciato al slum Mahakali Caves di Mumbai. caso. Tra gli accessori coordinati Colpita dalla difficile situazione 1 Scopri la nuova collezione Primavera-Estate 2010: c’è un gradito ritorno: il foulard. delle donne – spesso disoccupate, In cotone ricamato o seta stam- sfruttate e sottoposte a violenza – originale, elegante e ricercata, perché commercio equosolidale significa pata artigianalmente, aggiunge ne ha coinvolte alcune in una so- anche materiali naturali, lavorazioni artigianali e accurato design. una pennellata di colore e per- cietà cooperativa per la produzio- di Laura M. Bosisio foto apertura: artigiana di Craft Resource Centre, India (di Sandra Endrizzi)
  8. 8. vivi solidale 14 PRODOTTI DAL MONDO vivi solidale 15 PRODOTTI DAL MONDO ne di manufatti e abiti. Il progetto troverai le gonne con baschina e è cresciuto nel tempo ed oggi of- i top incrociati realizzati con i tra- fre i propri articoli sia al mercato dizionali saree indiani in cotone. internazionale che a quello inter- Freschi e colorati, sono ognuno un no, acquistando in loco le mate- pezzo unico, modellato con cura rie prime. Ma Creative Handicraft artigianale dalle sarte di Sasha non è solo artigianato, è un’orga- (Sarba Shanti Ayog), una rete di Dietro le quinte nizzazione che ha finalità sociali e produttori che coinvolge oltre gestisce progetti di sviluppo co- 5.000 persone, occupate non solo munitario, come asili nido, scuole nel settore dell’abbigliamento ma del paradiso materne, dispensari, programmi di anche in quello dell’oggettistica e salute, di educazione degli adulti e nella coltivazione, raccolta e con- di risparmio e credito. Commer- fezionamento delle spezie. Scopri cio equo, poi, significa anche riciclo tutto sulla nuova collezione sul e attenzione all’ambiente. Nella sito www.altromercato.it/it/pro- collezione Primavera-Estate 2010 dotti/collezione-pe n Non solo spiagge bianche e palme: Mauritius significa anche monocoltura per l’esportazione e laboratori tessili in cui i diritti dei lavoratori non sono Accessori a tutto colore rispettati. Un progetto equosolidale cerca di invertire la tendenza. In Bottega trovi gli accessori per un look solare e amico P dell’ambiente. I materiali naturali, infatti, trionfano in borse, ensare a Mauritius, piccolo settimane all-inclusive, questo lem- tessili, due produzioni tutt’altro portafogli, foulard e fasce per capelli, tutti eleganti e pratici. Paese perso nell’oceano bo di terra sospeso fra l’Africa (il che tipiche, frutto della presenza Per le borse potrai scegliere tra canapa, fibra, cotone, seta e Indiano, a cavallo fra Africa Madagascar è relativamente vici- coloniale prima francese e poi in- pelle, in tanti modelli lavorati con tecniche tradizionali. Nelle ed Asia, significa immaginare asso- no) e l’India, che si respira massic- glese. E se zucchero e tessile de- foto a fianco ti proponiamo la borsa e il pareo della col- lati paesaggi tropicali. ciamente in una cultura pregna di vono essere, perché non possono lezione mare “Tere”, prodotti dagli artigiani di Aj Quen in Arrivati qui con in testa lo stere- chapati e templi indu? essere equosolidali? Guatemala. Aj Quen fornisce servizi di sostegno a gruppi di otipo di una natura lussureggiante produttori di discendenza maya che vivono in comunità ru- e paradisiaca siamo bruscamente L’industria tessile forse, avvan- Sull’isola incontriamo Gabriel, rali. Sono la parte più debole della società, per lungo tempo riportati alla realtà: l’ora o poco taggiata dalla politica di abbatti- un rappresentante di Craft Aid, discriminati e perseguitati. Riunendosi in Aj Quen hanno un più di viaggio che separa l’estre- mento dei dazi che il governo ha un’organizzazione che dal 1985 1 accesso diretto al mercato, sono pagati in modo equo e usu- fruiscono di formazione e consulenze utili al miglioramento mo Sud dell’isola, dove si trova promosso per attirare le aziende offre possibilità di impiego a sog- del loro lavoro (Su Aj Quen, leggi l’articolo a pagina 36). l’aeroporto, dall’estremo Nord, europee, e che ha infatti favorito getti particolarmente deboli della All’insegna dell’ecologia anche la linea “Fish” di borse, be- dove alloggeremo, ci mostra una il loro proliferare. Sì, perché l’isola società. Craft Aid si occupa del auty e portafogli realizzati riciclando le fish bag, i sacchetti terra piatta, dove le coltivazio- si può fregiare di ospitare imprese confezionamento dello zucchero in plastica chiamati in questo modo perché vengono usa- ni di canna da zucchero hanno che confezionano per note griffe prodotto sull’isola: la proprietà ti nei mercati vietnamiti. Sono stati prodotti in Vietnam soppiantato la vegetazione nativa. anche italiane, nonché di innume- delle terre è pubblica e anche dagli artigiani di Mai Handicraft. L’organizzazione è nata Anche quel poco di vegetazione revoli outlet, che solo nel nome l’impresa di trasformazione è a nel 1990 per aiutare le persone più povere del Paese, in che resta a difesa del mare e delle fanno a gara con quelli nostrani. controllo statale, per questo Craft particolare i ragazzi di strada, a migliorare le loro condi- vacanze di mezza Europa ci delu- Aid, socio di Wfto (World Fair zioni di vita attraverso la formazione e il lavoro. Ancora de, forse soltanto perché fa a gara La cartolina ideale per rappre- Trade Organization) di lunga data, oggi il suo interesse si rivolge in particolare all’artigianato, in altezza con i bassi edifici degli sentare questa realtà avrebbe sul si occupa soltanto del confezio- dando aiuto ai piccoli gruppi con corsi di formazione e hotel che il governo mauriziano retro di una bella spiaggia sabbio- namento e della commercializza- assicurando loro un accesso diretto al mercato e prezzi ha deciso di contenere. sa contornata da palme, l’immagi- zione del prodotto equosolidale. equi per i loro prodotti. Particolare attenzione è data alle Cos’altro avrà da offrire, oltre alle ne dello zucchero e dei prodotti Craft Aid ha da alcuni anni diffe- donne, soprattutto a quelle in difficoltà, e agli abitanti degli slum urbani e delle aree rurali isolate. foto 1: sarta di Sasha, India (dall’archivio Sasha) di Lorenzo Boccagni foto apertura: Flickr CC Matze Ott
  9. 9. vivi solidale 16 PRODOTTI DAL MONDO vivi solidale PRODOTTI DAL MONDO 17 Gioie solidali renziato la propria attività apren- un ruolo interessante nel settore do un laboratorio di confezioni della confezione, soddisfacendo tessili. La materia prima, il cotone, anche le esigenze di clienti appar- non viene prodotto sull’isola – tenenti al mercato tradizionale: ormai dedicata alla sola canna da un risultato importante, conside- Sono leggeri e coloratissimi i bijoux Altromercato per l’estate. zucchero e al turismo – ma arriva rata la difficoltà del commercio Ognuno è un pezzo unico, realizzato in materiali naturali e atossici. dall’India, da Agrocel, un’impresa equo a competere nel settore con certificazione equosolidale e dell’abbigliamento casual con i Materiali eco-compatibili come ta- I produttori bio. Craft Aid lo acquista in tela e colossi internazionali e i loro gua, legno e ceramica danno vita Ctm altromercato acquista i co- lo lavora nel suo grande laborato- processi incentrati solo sul rispar- a gioielli dalle linee essenziali, inte- loratissimi bijoux in tagua da rio di Rose Hill, dove offre lavoro mio a qualunque prezzo. ramente realizzati a mano, che ci Tienda Camari (“Camari” in lin- a 80 persone sordomute o con regalano i colori della natura e gio- gua quechua significa “dono”), problemi psicologici e sociali. La forte presenza manageriale cano con la luce grazie agli inser- una rete di economia solidale assicurata da Gabriel, la bontà ti di vetro e metallo. Nel rispetto attiva dall’Ecuador all’Europa. Grazie a questa attività Craft Aid del semilavorato naturale pro- dell’ambiente e della sicurezza di Tienda Camari, che cura la com- è riuscita a coinvolgere un seg- veniente dall’India, l’impegno e consumatori e artigiani, le collane, mercializzazione e l’esportazione mento di popolazione altrimen- la formazione degli artigiani han- i bracciali e gli orecchini Altromer- dei prodotti, è nata all’inizio de- ti escluso, in un’isola in cui si gli no fatto di Craft Aid un partner cato sono realizzati con materiale gli anni Ottanta e ha promosso indici di sviluppo non sono bassi, importante anche per Ctm al- nickel free e colori atossici. l’apertura di negozi (tiendas) in ma dove di certo ben pochi si sa- tromercato, che importa maglie, varie città dell’Ecuador. rebbero occupati di piccoli gruppi t-shirt e top (li trovi nella nuo- La tagua di persone diverse, destinate alla va collezione Primavera-Estate La tagua (Microcarphas Phitele- L’inizio della collaborazione con il marginalizzazione. 2010). Il Consorzio ripone molta phas) è una noce prodotta da vari commercio equosolidale risale al fiducia nella capacità e nell’im- tipi palme che crescono nei boschi 1986: Camari sostiene i produt- Il grande successo di Craft Aid prenditorialità di questa organiz- tropicali. La resistenza di questo tori nelle loro attività, aiutandoli sta nell’essere riuscita a dimo- zazione, che ha saputo crescere materiale e la sua somiglianza con a renderle più efficienti e so- strare come l’abnegazione e l’im- e migliorarsi costantemente nel l’avorio sono conosciute da anni, stenibili anche con corsi di for- pegno non sono virtù delle sole corso degli ultimi anni. n e prima dell’avvento della plastica, mazione professionale e servizi persone cosiddette “normali”. Il negli anni Trenta del secolo scor- di microcredito e offre loro un 1 laboratorio, infatti, si è ritagliato so, i paesi tropicali ne esportavano collegamento diretto al mercato grandi quantità negli Stati Uniti e e un giusto pagamento per i loro in Europa. Oggi questo materiale è prodotti, che oltre alla tagua sono La Repubblica di Mauritius è un Paese africano in- economia con elezioni libere e regolari. Dopo l’in- stato riscoperto per le sue caratte- candele, ceramiche, manufatti in 1 sulare situato nell’oceano Indiano, circa 900 chilome- dipendenza, passa da un’economia agricola a basso ristiche di bellezza e versatilità. legno, cuoio e tessuto. n tri al largo del Madagascar. È composto da quattro reddito a una più diversificata, caratterizzata da un isole di origine vulcanica delle quali Mauritius è la tasso di crescita annua superiore al 5% e dal secon- Set “Bottoni” in tagua e cocco di Bracciali rigidi “Primavera” in Bracciali rigidi “Ricami” in legno maggiore, e forma l’arcipelago delle Mascarene as- do PIL pro capite in Africa (dopo quello della Guinea Camari - Ecuador metallo e resina di Asha - India laccato di Silence - India sieme a Rodriguez e all’isola francese di Réunion. Equatoriale, sostenuto però dal petrolio). La canna Disabitata fino alla colonizzazione olandese, nel XVII da zucchero è la coltivazione prevalente e rappre- secolo, passa poi ai francesi e agli inglesi, fino all’indi- senta circa un quarto delle esportazioni; il settore pendenza nel 1968. Oggi Mauritius è una repubblica manifatturiero è in crescita anche grazie a una politi- parlamentare sul modello britannico, membro del ca di agevolazioni fiscali. La popolazione di Mauritius Commonwealth. Al contrario di molte ex-colonie è multietnica, con una spiccata componente indiana, africane, Mauritius ha sempre goduto di una stabile oltre che cinese, inglese e francese. foto 1: confezionamento degli abiti, Craft Aid, Mauritius (di Lorenzo Boccagni) foto 1: lavorazione della tagua, Camari, Ecuador (dall’archivio Camari)
  10. 10. vivi solidale 18 PRODOTTI DAL MONDO vivi solidale 19 PRODOTTI DAL MONDO Con la primavera e la nuova collezione cipazioni, bomboniere, confetti e articoli Altromercato arrivano le proposte per per lista nozze; su queste pagine, inve- le nozze solidali, un modo per condi- ce, troverai le storie di alcuni produttori videre con il mondo intero la gioia di tra quelli coinvolti nei nostri progetti: un momento unico e per sostenere Mitra Bali, in Indonesia, e Ccap, nelle un’economia più giusta. Fai un salto in Filippine, due esempi preziosi di econo- Bottega per toccare con mano parte- mia a misura d’uomo. Mitra Bali: un artigianato amico dell’ambiente I l nome dell’isola di Bali evoca im- ne sulle nuove tecniche e usufruisco- mediatamente scenari da sogno no di programmi di carattere sociale. fatti di spiagge bianche e mare in- Oltre alla formazione, hanno a dispo- contaminato. Per l’economia dell’isola sizione un centro di design gratuito e indonesiana, infatti, il turismo è molto libero dove possono consultare libri e importante e lo è principalmente per riviste, incontrare stilisti ed elaborare gli artigiani. In questo settore la con- insieme nuovi prodotti. correnza è spietata: gli intermediari o i grossisti acquistano dai produttori – Gli artigiani collegati a Mitra Bali crea- in genere famiglie – gli oggetti lavorati no oggetti decorativi in legno, bambù, e li pagano pochissimo, non esitando cocco, ceramica e metallo. La mate- a rivolgersi altrove se qualcuno cerca ria prima più utilizzata è il legno, in di far valere i propri diritti. particolare quello di blalu (o Albesia falcatara), un albero locale a crescita A nozze Mitra Bali (“Bali insieme”) è un’orga- rapida, utilizzato in modo ecososte- nizzazione nata per liberare i piccoli nibile. Proviene, infatti, da piantagioni artigiani balinesi dallo sfruttamento controllate ed è ottenuto nel rispetto dando loro un accesso diretto al della natura e nella sicurezza dei lavo- mondo mercato, migliorando la loro capacità ratori. Mitra Bali ha promosso un im- produttiva e il loro stile di vita. Fon- portante progetto di riforestazione, con il data nel 1993 da Agung Alit, ha sede che ha permesso a molti piccoli pro- a Ubud, una cittadina a circa un’ora prietari di non cadere trappola degli dal capoluogo dell’isola, Denpasar. Il usurai e di conservare la propria terra. suo staff è composto da trenta per- sone che affiancano gli artigiani in un Nei villaggi lontani dai centri turistici, rapporto paritario, senza discrimina- la povertà rurale è una realtà che co- zioni tra donne e uomini. Gli artigiani stringe molti agricoltori a vendere le Cosa c’entra un paesaggio asiatico con il tuo matrimonio? C’entra perché è vengono pagati in modo giusto per loro terre, spesso per riprenderle poi il loro lavoro, ricevono un prefinan- in affitto. Per spezzare questa catena, proprio qui che vivono e lavorano alcuni dei gruppi di produttori che creano ziamento all’atto dell’ordine, hanno la Mitra Bali ha creato i Green Camp. articoli per la lista nozze, bomboniere e partecipazioni. Per aggiungere possibilità di seguire corsi di formazio- Il progetto pilota, iniziato nel 2004, al tuo giorno più bello il valore della solidarietà. di Stefano Loderi foto apertura: Bali, Indonesia (di Sandra Endrizzi)
  11. 11. vivi solidale 20 PRODOTTI DAL MONDO vivi solidale 21 PRODOTTI DAL MONDO ha coinvolto il villaggio di Abuan, buendo a contrastare la defore- nata per dare un coordinamento ai piedi del vulcano Batur. Qui, il stazione, un problema che in In- ai tanti piccoli gruppi di artigiani proprietario di un terreno che sta- donesia va aggravandosi di anno in che vivono sparsi tra le varie isole, va per venderlo a causa dei debiti anno, e diffondendo un modello di migliorare il loro accesso al mer- accumulati si è accordato con l’or- responsabilità sociale che unisce cato e di conseguenza la loro vita. ganizzazione e ha accettato di im- produttori, distributori e acquiren- Ccap nasce nel 1973 dall’unione piantare una coltivazione di alberi ti in un legame virtuoso che spez- di 21 diverse organizzazioni filip- blalu. Dopo circa 5 anni, quando za i vincoli dello sfruttamento. pine, che, pur diverse tra loro (vi gli alberi sono stati tagliati, il pro- erano sia società di commercializ- prietario ha ricevuto il 70% della Nell’immagine qui a fianco, due zazione di artigianato che Orga- rendita mentre Mitra Bali il 30%. artigiani di Mitra Bali al lavoro nizzazioni Non Governative), sono In questi ultimi anni, altre pianta- e un esempio di bomboniera in unite dal fatto di non avere scopo gioni sono state create, contri- legno. n di lucro e dall’obiettivo comune di 1 contribuire allo sviluppo economi- co del Paese. Nel 1997 Ccap per- mette anche a imprese famigliari e 2 a gruppi di produttori di associarsi, migliorando il livello di partecipa- zione della base produttiva nella Biodiverso è bello! delle risorse e la lotta contro la gestione dell’organizzazione. deforestazione e l’impoverimento Ccap: dalle Mai come oggi sentiamo la neces- dei suoli. Ccap acquista i prodotti pagandoli sità di pensare (e attuare!) la colla- Gli artigiani di Ccap utilizzano le un prezzo giusto, superiore a quello borazione con i produttori nostri fibre ricavate dalla palma di Ma- che ricaverebbero se li vendessero partner nel Sud del mondo non nila, una pianta simile al banano Filippine, i colori a un intermediario, aiuta i gruppi di solo in termini sociali ed economi- originaria proprio delle Filippine produttori nell’organizzazione del ci, ma anche ecologici. Nelle Filip- (il suo nome scientifico è Musa della natura lavoro e promuove la formazione, pine, Ccap rappresenta un ottimo textilis). Il suo tronco è costituito lo sviluppo delle capacità tecniche esempio di produzione artigianale da diversi strati di foglie che for- e di gestione d’impresa. Si occupa, vicina alle esigenze delle persone mano guaine concentriche che inoltre, del design dei prodotti in come a quelle dell’ambiente. contengono fibre lunghe e resi- modo che siano innovativi e al stenti, ricche di cellulosa, lignina e passo con i trend internazionali, Gli oggetti importati da Ctm al- pectina. e del controllo qualità, che viene tromercato, infatti, sono realizzati effettuato sia dai produttori, sia nei con materie prime naturali re- Dagli strati di foglie più ester- Il commercio equosolidale sostiene la biodiversità anche attraverso l’uso di magazzini di Ccap prima della spe- peribili localmente e rinnovabili. ni, più coriacei, si ricava una fi- dizione. In questo modo si tramandano bra chiamata bac bac, con cui si materie prime naturali reperibili localmente e rinnovabili. le lavorazioni tradizionali che la producono manufatti resistenti, Per sapere tutto sull’organizzazio- standardizzazione produttiva ri- stuoie, spago e cordame a prova C esti, lampade, cornici, og- talento e capacità di innovazione. Da anni Ctm altromercato acqui- ne e sulla sua storia, leggi l’intervi- schia di far scomparire, si valoriz- d’acqua salata, quindi ideale per le getti decorativi e piccoli I materiali impiegati sono quelli di- sta oggetti per la casa, artigianato sta alla direttrice, Virginia Sadorra, zano le materie prime locali – in funi di navi e le reti da pesca. La mobili. Le Filippine sono sponibili localmente, quindi l’uso artistico e materiali per confe- a pag. 39, oppure guarda il video questo caso le fibre vegetali – e si fibra tessile vegetale color avorio uno dei maggiori produttori mon- di fibre come l’abacà, il seagrass, il zionare bomboniere da Ccap al link www.altromercato.it/it/pro- protegge l’ambiente da uno sfrut- che si ricava lavorando le fibre diali di artigianato in fibre vegetali sinamay o il buri varia in base alle (Community Craft Association of duttori/interviste. tamento eccessivo e scriteriato, grezze degli strati intermedi del e la produzione unisce tradizione, zone in cui i produttori risiedono. the Philippines), un’organizzazione promuovendo l’uso sostenibile fusto della pianta, invece, si chia- foto 1: artigiane di Mitra Bali, Indonesia (di Sandra Endrizzi) foto 2, 3: produttori di Ccap, Filippine (di Sandra Endrizzi)

×