I Nostri Laboratori Creativ Ibis

949 views
896 views

Published on

progetti scolastici

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
949
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
55
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

I Nostri Laboratori Creativ Ibis

  1. 1. I NOSTRI LABORATORI CREATIVI SCUOLA MEDIA “RONCHETTI” A cura di Gisella Malagodi
  2. 2. LABORATORIO TEATRALE <ul><li>Le lezioni svolte durante un quadrimestre hanno una cadenza settimanale di due ore ciascuna. </li></ul><ul><li>Gli allievi svolgono esercizi diversificati sul controllo del corpo, sulla concentrazione, sulla memorizzazione e, più in generale, sul movimento in uno spazio definito. </li></ul><ul><li>Si procede con prove sull’espressività resa attraverso il suono vocale, la tonalità e l’impostazione della voce. Si passa poi all’allestimento dello spettacolo vero e proprio, partendo dalla lettura e dall’analisi del testo prescelto e appositamente adattato; successivamente sono selezionati gli allievi e le scene a ciascuno più adatte per preparare ogni momento dello spettacolo. </li></ul><ul><li>Al termine dei lavori si presenta lo spettacolo presso il Teatro Flores di Vanzago. Gli anni scorsi (98-99) abbiamo riscosso un grande successo. </li></ul>
  3. 3. I nostri lavori degli anni scorsi <ul><li>Motu-Iti –delicata rappresentazione dell’origine mitologica delle statue di pietra dell’isola di Pasqua </li></ul><ul><li>L’isola che non c’è – liberamente tratto dalla storia di Peter Pan </li></ul><ul><li>Il colombre - dal racconto di Dino Buzzati </li></ul><ul><li>Pinocchio – rielaborazione della famosa favola di Collodi </li></ul><ul><li>Teatromania - testo creato dal nostro esperto William Medini </li></ul>
  4. 4. LABORATORIO MURALES Il nostro progetto di Laboratorio Artistico intende portare avanti un discorso iniziato nel corso dell’anno scolastico 1997/98 su richiesta del Comune di Pogliano e della ditta di vernici Marbo, che si è concluso con la produzione di grandi “murales” sulla facciata esterna della ditta in questione (Progetto Scuola e Industria Chimica). Incentivati dal successo ottenuto, abbiamo deciso durante l’anno scolastico 1998/99, su richiesta del sindaco di Vanzago, di estendere l’intervento artistico anche alla nostra scuola ed al sottopasso pedonale di Vanzago, “affrescando” complessivamente una superficie di circa 90 mq., comprendente una parete del sottopasso e due pareti di due aule adibite all’educazione artistica. Quest’attività, che si è protratta per molti mesi, ha suscitato un grande entusiasmo tra gli alunni, l’abbiamo pertanto riproposta anche l’anno scorso finalizzandola alla decorazione, mediante trompe-l’oeil, di una parete della nostra aula di musica che viene utilizzata sia dai ragazzi che dagli insegnanti durante i collegi e che appariva, quindi, tra i vari spazi, quello più idoneo perché maggiormente frequentato. Quest’anno intendiamo decorare le colonne dell’atrio, “rivisitando” alcune opere di Klimt.  
  5. 5. ALCUNI ESEMPI DEI NOSTRI LAVORI 1) AULA DI ARTISTICA 2) AULA DI TEATRO 2) AULA DI TEATRO
  6. 6. PARTICOLARI DELL’AULA DI MUSICA
  7. 7. Laboratorio di scrittura creativa <ul><li>Iniziato l’anno scorso, ha coinvolto molte classi della scuola in un’attività di creazione di testi poetici di vario tipo, dalle semplici filastrocche agli acrostici, ai nonsense, ai limerick, alle litanie, agli haiku ed ai versi liberi. A lavori ultimati, le nostre “produzioni” scritte in italiano, in inglese ed in tedesco sono state recitate presso l’Auditorium di Pogliano di fronte ad un pubblico numeroso. </li></ul><ul><li>Quest’anno l’attività continua……. </li></ul>
  8. 8. Un breve saggio delle nostre creazioni <ul><li>ACRONIMO </li></ul><ul><li>E’ un componimento nel quale le lettere iniziali di ciascun verso formano una parola o una frase: il nome del poeta, della sua donna ecc. </li></ul><ul><li>(es. FIAT= Fabbrica Italiana Automobili Torino) </li></ul><ul><li>  </li></ul><ul><li>  (Tiziana) </li></ul><ul><li>T utti </li></ul><ul><li>I mitano </li></ul><ul><li>Z orro </li></ul><ul><li>I nsieme </li></ul><ul><li>A i </li></ul><ul><li>N onni </li></ul><ul><li>A nziani </li></ul><ul><li>HAIKU </li></ul><ul><li>Componimento di origine giapponese, molto breve, ma con regole metriche precise </li></ul><ul><li>Gocce di rugiada </li></ul><ul><li>l’autunno è arrivato </li></ul><ul><li>foglie cadenti </li></ul><ul><li>(E.Lombardi, F.Scammacca) </li></ul><ul><li>  </li></ul><ul><li>Scende la pioggia </li></ul><ul><li>i tuoi lunghi capelli </li></ul><ul><li>labbra baciate </li></ul><ul><li>(E.Lombardi, F.Scammacca </li></ul>
  9. 9. ALTRI COMPONIMENTI POETICI <ul><li>IL LIMERICK </li></ul><ul><li>  </li></ul><ul><li>Ed ora eccoci alle prese con il limerick, </li></ul><ul><li>un nonsense con uno schema ben preciso: </li></ul><ul><li>cinque versi, all’interno dei quali il primo, </li></ul><ul><li>il secondo e il quinto rimano tra loro, così </li></ul><ul><li>come il terzo e il quarto. </li></ul><ul><li>LE FARFALLE </li></ul><ul><li>Se vuoi correre nel vento </li></ul><ul><li>Cerca farfalle, a dieci, a cento, </li></ul><ul><li>scoprirai vari colori, </li></ul><ul><li>dolci profumi e buoni sapori </li></ul><ul><li>da disperdere nel vento. </li></ul><ul><li>  </li></ul><ul><li>VERSI LIBERI </li></ul><ul><li>Sono componimenti che lasciano ampio spazio alla creatività individuale, non avendo vincoli né metrici, né di rima. </li></ul><ul><li>SORRISO </li></ul><ul><li>Mi specchio </li></ul><ul><li>Negli occhi tuoi </li></ul><ul><li>Di cielo </li></ul><ul><li>Mentre un sorriso </li></ul><ul><li>Inonda di luce </li></ul><ul><li>I tuoi capelli. </li></ul>
  10. 10. LABORATORIO DI INFORMATICA <ul><li>Negli ultimi due anni, grazie agli interventi della nostra ex Preside, prof. Conti, dei Comuni e dei Proff. Bianchi e Farioli, è divenuto uno dei più efficienti del territorio </li></ul><ul><li>Come e’ stato sottolineato nel nostro POF, le attrezzature informatiche, utilizzate pressoché in tutte le discipline all’interno della nostra programmazione, hanno in molti casi confermato una crescita di motivazione in quei ragazzi che si sentono spesso emarginati durante le lezioni di tipo tradizionale. </li></ul><ul><li>Il computer e’ diventato strumento per l’interdisciplinarietà ed e’ riuscito in molti casi a sintonizzarsi con le aspettative dei ragazzi che hanno potuto per suo tramite esplorare realtà a loro ignote, programmare figure L’informatica e’ quindi diventata un mezzo per recuperare, consolidare e potenziare l’insegnamento e l’apprendimento. </li></ul><ul><li>     Il potenziamento del Laboratorio d’Informatica attraverso l’acquisto di un Notebook Acer, 6 PC , una stampante e uno scanner A3 e di un video proiettore, consentira’ anche agli alunni di veder pubblicizzati i lavori da loro prodotti. </li></ul>
  11. 11. LA PRIMA PAGINA DI UN GIORNALINO DI CLASSE da me REALIZZATO AL COMPUTER

×