Stampa lenticolare
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Stampa lenticolare

on

  • 1,491 views

Tipologie di stampa lenticolare

Tipologie di stampa lenticolare

Statistics

Views

Total Views
1,491
Views on SlideShare
1,490
Embed Views
1

Actions

Likes
0
Downloads
8
Comments
0

1 Embed 1

http://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as OpenOffice

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Stampa lenticolare Stampa lenticolare Presentation Transcript

  • LenticolareUNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENOTESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHERELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSICANDIDATO : GIULIANA MATERAANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Stereoscopia Strumento ottico basato su sistema di specchi e prismi, che indirizza correttamente le immagini( leggermente differenti) destinate allocchi La stereoscopia, inventata nel 1832 da sir Charles Wheatstone, è una tecnica direalizzazione e visione di immagini, disegni, fotografie e filmati, atta a trasmettereuna illusione di tridimensionalità, analoga a quella generata dalla visione binocularedel sistema visivo umano. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Percezione stereoscopicacirca 6 cm. luna dallaltra), il cervello unisce queste due immagini ed elabora la profondità.cessario creare una illusione: lillusione stereoscopica. È necessario disporre di due immagini del mstereoscopici o gli occhiali 3-D. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Evoluzione Un "binocolino" dotato di lenti attraverso cui guardare una coppia di fotografie, realizzate con due fotocamere affiancate, poste allaltra estremità dellapparecchio. Lo stereoscopio di Wheatstone non riscontra però un grande successo, poichécomplesso e ingombrante, si dovrà attendere il 1849 quando sir David Brewster, nerealizza uno più leggero e maneggevole. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Diapositivaa diapositiva è unimmagine fotografica positiva in bianco e nero o a colori su un supporto trasparente, per poterla osservare occorre che la luce la attraversi.Sono, montate su un Lo stereoscopio ottocentesco che utilizza stereogrammi su carta scompare quasi dalla scena per via della nascita UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Tru-Vue Il Tru-Vue è un visorestereoscopico che utilizza ilUNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENOTESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHERELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSICANDIDATO : GIULIANA MATERAANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • View-Master Il visore View-Master è costituito da due binocolini dotati di lenti, che permettono dimettere a fuoco a una breve distanza coppie di diapositive montate su appositi dischetti.I dischetti vengono inseriti in un alloggiamento caricandoli comodamente dallalto,mentreuna leva di avanzamento consente di passare alla coppia di diapositive successiva.Lilluminazione viene normalmente fornita da un diffusore opaco, che permette alla lucenaturale di retroilluminare le diapositive. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Visore digitaleLCD è un dispositivo elettronico composto da due piccoli schermi LCD e da apposite lenti, posizionate davanti agli occhi a una ridotta distanza, atte a ingrandire e mettere a fuoco i Si tratta a tutti gli effetti di uno stereoscopio digitale, che utilizza, al posto di un supporto statico (stereogramma o diapositiva), un supporto dinamico rappresentato dai monitor LCD. Il sistema è stato commercializzato dalla Nintendo tra il 1994 e il 1995 attraverso il sistema Nintendo Virtual Boy, che ha però riscosso scarso successo. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Occhiali Real 3Dnale sviluppata da RealD 3D e affermatasi come standard a livello mondiale per il cinema tridimensionale. Al contrario delle precedenti tecnologie per la proiezione stereoscopica, n Il sistema RealD prevede, in sede di ripresa, limpiego di speciali telecamere a doppio obiettivo, così da ottenere UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Realizzazione Esistono diversi sistemi per realizzare immagini stereoscopiche, in quasi tutti i casioccorrono sempre due immagini da unire con varie tecniche. Le doppie immagini stereoscopiche, possono essere create riprendendo la realtàcon un apparecchio ottico (fotocamera, per le immagini fisse, cinepresa ovideocamera, per le immagini in movimento), analogici o digitali, oppuredisegnandole a mano o generandole al computer. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Autostereoscopia Agli inizi del XX secolo si cercano strade per la visione stereoscopica senza lausiliodi alcun dispositivo ottico supplementare, quali lo stereoscopio o gli occhiali,attraverso dei sistemi autostereoscopici: che sfruttino la barriera di parallasse e loschermo lenticolare. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Barriera di parallasse Limmagine viene percepita in 3 dimensioni: gli occhi percepiscono contemporaneamente entrambi i canali cosicché il cervello elaborerà ununica immagine piatta e sdoppiata, grazie ad un filtro che, posto tra il pannello e la sorgente di luce, mostra l’immagine giusta ad ogni occhio, nascondendone l’altra.UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENOTESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHERELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSICANDIDATO : GIULIANA MATERAANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Funzionamento Il sistema si avvale di un secondo strato lcd, posto tra la fonte luminosa di retroilluminazione e il pannello lcd principale, dedicato alla riproduzione delle immagini. Questo pannello lcd aggiunto, crea piccolissime fessure verticali, dalle quali passa la luce diretroilluminazione che indirizzata secondo un preciso orientamento, guida l’immagine verso un UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Applicazione Lutilizzo di display autostereoscopici con barriera di parallasse trova applicazione in svariaticampi: Scienza: monitor autostereoscopici vengono utilizzati nella modellistica molecolare. Aeroporti: display autostereoscopici vengono utilizzati per la visualizzazione di raggi Xtridimensionali per la sicurezza in aeroporto. Automobili: monitor autostereoscopici sono utilizzato in alcuni modelli di Range Rover, adesempio permettendo di vedere la direzione fornita dal GPS. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Lente lenticolareÈ una tecnologia in cui il materiale lenticolare è usato per ottenere immagini chedanno lillusione della profondità, o che cambiano quando limmagine viene vista dadiversi angoli di vista. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Il funzionamento La tecnica lenticolareutilizza le proprietà diUNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENOTESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHERELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSICANDIDATO : GIULIANA MATERAANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • ApplicazioneLa stampa lenticolare viene attualmente utilizzata principalmente comestrumento di marketing e pubblicità, per mostrare prodotti in movimento, o checambiano. I recenti cambiamenti tecnologici inoltre permettono ora di stamparelenticolare anche in grandi formati, per cartelloni e poster. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • L’illusione della 3Dimensionalità Nell’attuale rivoluzione 3D che sta coinvolgendo ilmondo del cinema e della televisione, la tecnica lenticolarepermette di portare l’illusione della 3Dimensionalità instampa, senza l’ausilio di occhiali specifici.Attraverso gli effetti di movimento, come il Flip e ilMultiframe è possibile realizzare un’animazione e ricreareil contenuto di un video, come uno spot televisivo, susupporti stampati quali cartoline, poster o oggetti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHEpromozionali. RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • L’effetto 3DSfrutta la proprietà della lastra lenticolare di offrire all’occhio sinistro un’immaginediversa rispetto a quella vista dall’occhio destro. Si tratta del passaggio netto da un’immagine A ad un’immagine B.In ambito creativo questo effetto è quello che meglio si presta per stupirel’osservatorecon un cambio netto di due soggetti grafici. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Leffetto FLIPSi usa l’effetto Flip in qualsiasi contesto di Comunicazione Visiva, per sviluppareconcetti strategici che ruotano intorno a:“Prima/Dopo”"Acceso/Spento”“Giorno Notte” UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Leffetto MORFING Ci si serve dell’effetto Morphing per rendere in modo fluido in grafica unpassaggio graduale da un’immagine A ad un’immagine B.Si usa l’effetto morphing per tutte le comunicazioni strategiche che riguardanouna evoluzioneo un cambio di immagine aziendale o di un brand. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • L’effetto ZOOM L’effetto Zoom viene utilizzato persorprendere l’osservatore con un ingrandimento UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • L’effetto FLIP MULTIFRAME L’effetto Flip Multiframe ha una capacità di dettagliomaggiore nell’applicazione del cambio immagine.Si tratta del passaggio netto tra più di due immagini in baseal concetto strategico della comunicazione pubblicitaria. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENO TESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHE RELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSI CANDIDATO : GIULIANA MATERA ANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Procedimento: Idea Foto 1 Foto 2 Vengono scelte le foto per la campagna di comunicazione.UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENOTESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHERELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSICANDIDATO : GIULIANA MATERAANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Procedimento: alternare immagini L’effetto finale sarà l’unione delle due immagini con effetto Flip.UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENOTESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHERELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSICANDIDATO : GIULIANA MATERAANNO ACCADEMICO 2011-2012
  • Esempio applicazione LO SCRENING TE LO FACCIO IO!UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTÀ DI ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN DISEGNO INDUSTRIALE E AMBIENTALE SEDE DI ASCOLI PICENOTESI DI LAUREA: DESIGN PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE : NUOVE FORME DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE ONCOLOGICHERELATORE : prof. FEDERICO ORFEO OPPEDISANO CORELATORE: prof. DANIELE ROSSICANDIDATO : GIULIANA MATERAANNO ACCADEMICO 2011-2012