• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Comunicare negli anni dieci
 

Comunicare negli anni dieci

on

  • 971 views

Offerta di una strategia compresa per la PMI per muoversi nel mondo del marketing e della comunicazione a prezzi ragionevoli e con un elevato standard professionale

Offerta di una strategia compresa per la PMI per muoversi nel mondo del marketing e della comunicazione a prezzi ragionevoli e con un elevato standard professionale

Statistics

Views

Total Views
971
Views on SlideShare
957
Embed Views
14

Actions

Likes
0
Downloads
11
Comments
0

2 Embeds 14

http://www.certezzeinforse.it 12
http://www.slideshare.net 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Comunicare negli anni dieci Comunicare negli anni dieci Presentation Transcript

    • COMUNICARE L’IMPRESA NEGLI ANNI DIECI Marco Fossi e Giovanni Medioli Aprile 2010
    • Indice
      • Contesto
      • Tre azioni
      • Definire l’identità
      • Definire gli interlocutori
      • Comunicare
      • Un’idea di allocazione di budget
      • Chi siamo
    • Contesto 1
      • Le autostrade della comunicazione sono intasate;
      • Strategie e mezzi tradizionali faticano a raggiungere lo scopo del “viaggio” di comunicazione;
      • Molte imprese sono “bloccate nel traffico”, consumano benzina e pagano pedaggi senza arrivare alla meta che si sono prefisse.
    • Contesto 2 L’ingorgo stampa
      • Quotidiani
      • Free Press
      • Riviste
      • Specializzati
      • Televisioni
      • Radio
      • Oltre 5.000 testate presenti nelle edicole italiane
      • Senza contare le riviste a diffusione gratuita e in abbonamento
      • Con il digitale terrestre almeno 30 canali in ogni famiglia, + di 100 per chi ha Sky
      • Almeno 12 canali nazionali, oltre 400 locali
    • Contesto 3 Altri motivi di ingorgo
      • Affissioni
      • Lettere, brochure, pieghevoli
      • SMS, Mms
      • Eventi
      • INTERNET
      • Una giungla. Comuni e regioni non hanno leggi recenti, la maggior parte delle affissioni sono abusive
      • Saturazione elevatissima, tariffe postali agevolate in via di estinzione
      • La “nuova frontiera” del tormento, a rischio Privacy
      • Sempre più difficile ottenere partecipazione
    • Contesto 4 La rete, l’ingorgo degli ingorghi
      • Il MIT di Boston stima che già nel 2004 il numero di pagine presenti in Internet abbia superato la popolazione mondiale (7 Miliardi),
      • Oggi si stimano circa 20 milioni di siti in Italiano e circa 350/400 milioni di pagine internet nella nostra lingua.
      • Come diamine si fa a farsi trovare in questo labirinto?
    • Definire l’identità 1
      • Il primo passo per farsi trovare è avere un’identità definita e facilmente riconoscibile;
      • Questa identità deve colpire l’occhio e rimanere impressa: in un’autostrada con molto traffico non notiamo una berlina grigio metallizzata, una Ferrari rossa sì;
      • Per essere visibili nelle autostrade della comunicazione non bisogna essere omologati, bisogna ragionare da fuoriserie .
    • Definire l’identità 2 le domande chiave
      • Come fa la tua azienda a differenziarsi dai concorrenti?
      • Sei sicuro che tutti i componenti della tua azienda comunichino gli stessi valori e le stesse caratteristiche?
      • E la rete di vendita come comunica il tuo prodotto e il tuo marchio?
      • Perché i clienti devono comperare da te e non da un altro?
      • Tutto quello che produci (non solo i prodotti, ma anche lettere, e-mail, brochure, eccetera) è riconoscibile come prodotto da te?
      • Quali sono le caratteristiche della tua azienda che metti in risalto verso l’esterno?
      • I tuoi fornitori e collaboratori sanno chi sei, cosa fai e come vuoi essere definito?
    • Definire l’identità 3 Cosa possiamo fare per Voi
      • Aiutarvi a capire come siete visti all’esterno;
      • Definire gli elementi strategici e pratici dell’immagine da dare all’esterno (disegnare la fuoriserie);
      • Verificare la condivisione di questi elementi all’interno della Vostra organizzazione;
      • Definire e produrre gli strumenti per affermare la vostra immagine (costruire la fuoriserie);
      • Aiutarvi a lanciare e affermare la nuova immagine all’interno e all’esterno dell’organizzazione (rodare la fuoriserie).
    • Definire gli interlocutori1
      • Le autostrade della comunicazione sono intasate;
      • Mettersi in macchina (impiegare risorse) tanto per fare un giro non ha senso;
      • Le mete che si vogliono raggiungere devono essere chiarissime;
      • Devono essere alla portata delle risorse a disposizione;
      • Nessuna meta interessante nell’ambito delle risorse disponibili deve essere tralasciata.
    • Definire gli interlocutori 2
      • Tradizionalmente per l’impresa comunicare è un’azione che va in un unico senso:
      • AZIENDA CLIENTE
    • Definire gli interlocutori 3
      • Questa impostazione non è oggi più sostenibile perché:
      • Il flusso di informazioni azienda – cliente è il percorso più ingorgato dell’intera autostrada della comunicazione;
      • Il cliente è tendenzialmente sempre meno sensibile all’informazione commerciale diretta e sempre più sensibile ad informazioni indirette che gli arrivano da un contesto allargato (mercato ma anche società);
      • La relazione fornitore cliente non esaurisce le esigenze di comunicazione dell’impresa;
      • L’identità dell’impresa non è a senso unico, ma ha più dimensioni che vanno comunque presidiate. Non farlo comporta rischi anche gravi.
    • Definire gli interlocutori 4
      • Oggi il flusso di comunicazione d’impresa assomiglia più a uno schema del genere:
      AZIENDA Fornitori CLIENTI (attuali e potenziali) Interlocutori interni (dipendenti, collaboratori, consulenti , sindacati, ecc.) FINANZIATORI (SOCI, BANCHE, INVESTITORI) Istituzioni, territorio, associazioni, eccetera Nuovi mercati
    • Definire gli interlocutori 5
      • Governare questi flussi di informazione non è semplice;
      • Occorre sempre considerare gli effetti indiretti di una comunicazione verso un interlocutore sugli altri (in particolare i clienti);
      • E’ necessario definire chi sono gli interlocutori ;
      • E’ necessario definire che cosa si vuole dire a ogni categoria di interlocutori fissando per ognuno uno schema di messaggi chiave;
      • E’ necessario controllare il flusso di informazioni per evitare informazioni non coordinate, contrastanti, complessivamente negative.
    • Definire gli interlocutori Cosa possiamo fare per Voi
      • Aiutarvi a mappare gli interlocutori;
      • Aiutarvi a definire i messaggi chiave per ogni categoria di interlocutori;
      • Progettare e implementare i flussi e i sistemi di comunicazione “normali” verso gli interlocutori;
      • Progettare e implementare i sistemi di comunicazione “straordinaria” (prevenzione e gestione delle crisi);
      • Progettare e implementare i sistemi di monitoraggio dell’efficacia delle azioni di comunicazione e i relativi ritorni in termini reputazionali diretti e indiretti.
    • Comunicare 1
      • L’autostrada della comunicazione è intasata:
      • Ma non è impossibile raggiungere le mete che ci si prefigge se si studiano percorsi ragionevolmente “scorrevoli”;
      • Difficilmente un percorso di comunicazione che contempla una sola strada arriva facilmente (e in maniera economica) alla meta;
      • Comunicare richiede la capacità di utilizzare percorsi “misti” sia in chiave tattica che strategica.
      • Obiettivi e strade vanno sempre “pesati” in funzione della capacità che danno di arrivare più facilmente a una meta altrimenti difficile da raggiungere.
    • Comunicare 2
      • La pubblicità:
      • E’ il modo più facile (ma non necessariamente il più economico) per comunicare il prodotto al potenziale cliente;
      • Funziona in ambito B2C, più difficilmente in ambito B2B;
      • La qualità del messaggio è essenziale per farsi sentire/notare in un contesto molto affollato;
      • Non ha effetti diretti sulle categorie di interlocutori diverse dai clienti, ma può averne di indiretti anche notevoli. Li avete mai considerati?
      • Difficile misurare se e quanto ha funzionato se non dopo averci provato…
    • Comunicare 3
      • Internet:
      • E’ essenziale ma non sufficiente (non basta il sito);
      • Deve essere sostenuto da forme di indirizzo (pubblicità, azioni sui media, comunicazione cartacea, eccetera);
      • Deve essere molto chiaro che cosa si vuol fare attraverso il sito (l’e-commerce non nasce per caso, inutile mettere un “contattateci” se nessuno risponde alle e-mail, inutile usarlo come catalogo prodotti se non viene aggiornato, eccetera);
      • Qualsiasi azione si voglia fare attraverso il sito deve essere supportata da risorse (nel senso di personale) adeguate. Così come non funziona un call center senza telefonisti, un sito non è interattivo se le e-mail che raccoglie vanno solo a intasare la casella di una persona che non è competente a rispondere …
    • Comunicare 4
      • Rapporti con i media:
      • Funzionano solo se l’azienda ha qualcosa di interessante da dire (per i media, non per l’azienda) e qualcuno disponibile a dirla. Inutile suscitare interviste se si vuole parlare solo del prodotto o se non si ha tempo per farsi intervistare;
      • E’ un’attività che richiede molto tempo (per i vertici aziendali, non solo per il consulente di comunicazione);
      • E’necessario che siano presenti in azienda persone a)disponibili a parlare con i giornalisti, b) preparate;
      • Non è un’attività che si improvvisa: va costruita e seguita nel tempo. I risultati possono arrivare alla fine di un processo di costruzione, difficilmente all’inizio.
    • Comunicare 5
      • Comunicare in più direzioni:
      • Ogni azione di comunicazione, attraverso qualsiasi strumento, non va valutata da sola. L’effetto complessivo in relazione alle altre azioni impiegate sarà sempre superiore alla semplice somma delle parti:
      • Internet e media tradizionali sono necessari l’uno all’altro. Nessun sito internet viene visitato se non è anche segnalato dai media come interessante;
      • Le uscite sulla stampa spesso hanno effetti maggiori di quanto la semplice diffusione possa lasciare pensare. Se vanno a integrare una buona campagna pubblicitaria l’effetto viene moltiplicato;
      • Sconti, promozioni, concorsi, eventi e altre iniziative commerciali hanno poco senso se non entrano in un programma di comunicazione che renda noto al pubblico che ci sono…
    • Comunicare Cosa possiamo fare per Voi
      • Comunicazione istituzionale, scrittura, strategie, posizionamento;
      • Comunicazione marketing, strategie prodotto, scrittura;
      • Preparazione ai contatti con la stampa/media training;
      • Uffici stampa, strategie media;
      • Pubblicità, ideazione e realizzazione campagne, definizione di strategie, monitoraggio risultati;
      • Internet: definizione, strutturazione e promozione siti, preventivi e budget;
      • Un approccio olistico alla comunicazione, definizione delle strategie, implementazione delle azioni necessarie anche in maniera modulare secondo esigenze e budget.
    • Un’idea di allocazione di budget 1
      • Costruire l’immagine:
      • Tre settimane di lavoro di un consulente senior + staff;
      • Materiale didattico personalizzato;
      • Manuale di immagine sintetico;
      • Due giorni di training sul personale interessato;
      • Stress test e follow up del programma.
      • A partire da € 5.000
    • Un’idea di allocazione di budget 2
      • Definire gli interlocutori:
      • Mappatura dei target;
      • Monitoraggio reputazionale presso i target di interesse;
      • Definizione dei messaggi chiave per ogni categoria di interlocutori;
      • Definizione di strategie per migliorare la reputazione verso i target definiti;
      • A partire da € 4.000
    • Un’idea di allocazione di budget 3
      • Costruire l’immagine + Definire gli interlocutori:
      • A partire da € 8.000
    • Un’idea di allocazione di budget 4
      • Comunicare
      • Attività di ufficio stampa comprensivo di:
      • Realizzazione di una cartella stampa;
      • Training personale interno deputato ai contatti con la stampa;
      • Definizione database testate/giornalisti target;
      • Scrittura comunicati;
      • Un’azione stampa mensile proattiva.
      • Sei mesi: a partire da € 8.000
      • Un anno: a partire da €14.000
    • Un’idea di allocazione di budget 5
      • Pacchetto completo (Costruire l’immagine + Definire gli interlocutori + Ufficio stampa)
      • Un anno: a partire da €20.000
    • Un’idea di allocazione di budget 6
      • Altri servizi:
      • Conferenze stampa*
      • Media training
      • Incontri one to one con giornalisti chiave
      • * Esclusi costi vivi
      • A partire da € 5.000
      • A partire da € 4.500
      • A partire da € 2.000
    • Un’idea di allocazione di budget 7
      • Altri servizi:
      • Creatività pubblicitaria tradizionale e BTL;
      • Progettazione e realizzazione eventi;
      • Realizzazione chiavi in mano di strumenti (brochure, corporate magazine, siti web, libri)
      • Viaggi stampa (incentive).
      • Preventivi personalizzati
    • Chi siamo Marco Fossi : “Panorama/Mondadori”, Giovanni Rana, e-planet, Merloni Termosanitari/Ariston Termogroup; Rcs Mediagroup, Distillerie Branca Giovanni Medioli : “Il Mondo/Rcs Media”, KPMG, Coldiretti, Marina Militare, British American Tobacco, P&G, Nestlé, Telecom Italia, Sole 24 Ore
    • Contatti Marco Fossi : [email_address] + 39 3393506853 Giovanni Medioli : [email_address] + 39 335460289