• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Sistema Produttivo E Occupazione  In Liguria  Rev5  Marzo 2010slim
 

Sistema Produttivo E Occupazione In Liguria Rev5 Marzo 2010slim

on

  • 1,135 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,135
Views on SlideShare
1,135
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
4
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Sistema Produttivo E Occupazione  In Liguria  Rev5  Marzo 2010slim Sistema Produttivo E Occupazione In Liguria Rev5 Marzo 2010slim Presentation Transcript

    • SISTEMA PRODUTTIVO E OCCUPAZIONE IN LIGURIA febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 1
    • PREMESSA DA “ Alice nel paese delle meraviglie ….“ …… Puoi dirmi per favore quale strada dovrei prendere?” Chiese Alice. dipende da dove vuoi andare”, rispose il gatto Non lo so”, disse Alice Allora non ha importanza che strada prendi” • sul lavoro è necessario avere un progetto strategico di ampio respiro orientato allo SVILUPPO; non si può solo guardare all’emergenza perché questa ci abitua ad una visione miope, all’assistenza, al parassitismo; comunque non va dimenticata perché si vive giorno per giorno. febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 2
    • IL SISTEMA PRODUTTIVO NEL SUO COMPLESSO 1. La Liguria è una Regione marginalmente industriale: 2. L’ industria manifatturiera rappresenta : IMPRESE E OCCUPATI PER SETTORE in % 2007 settore imprese occupati • Il 10% delle imprese liguri;a livello nazionale agricoltura 9,7 2,5 l’industria rappresenta il 12,3% industria 10 12,7 costruzioni 18,4 7,5 • Assorbe ( anno 2007 ) il 12,7% degli occupati servizi 61,6 77,1 ( 86.500 unità) , contro un 21,7% a livello totale 100 100 nazionale e il 26,8% del Nord Ovest; 3. Il settore industriale ( manifattura e costruzioni ) con un 28,4% delle imprese assorbe il 20,3%; 4. Il 61,6% delle imprese appartiene al settore terziario che assorbe il 77% degli occupati; 5. Oltre 55% delle imprese industriale sono collocate a Genova 1. Le imprese artigiane rappresentano oltre il 28% del totale imprese della Regione; 2. Il turnover delle imprese- iscrizioni e cessazioni - nel 2008 ha un saldo positivo; 3. Nel 2008 vs il 2007 lo stock di imprese è diminuito di oltre 1.000 unità. febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 3
    • DIMENSIONI DELLE AZIENDE UNITA' LOCALI PER CLASSE DIMENSIONALE E OCCUPATI DIPENDENTI LIGURIA E 1. Il 95,4% delle imprese ha meno di 10 CONFRONTI 2007 ISTAT dipendenti e assorbe il 57,3% dell’ valori assoluti in occupazione; migliaia LIGURIA NORD OVEST NORD EST CLASSE DIMENSIONALE IMPRESE DIPENDENTI IMPRESE DIPENDENTI IMPRESE DIPENDENTI 2. Nelle altre classi dimensionali il peso è più 1a 9 138,7 275 1.349 2.644 988 2.019 basso rispetto sia al Nord ovest che Nord 10 a 19 4,3 55 51 674 42 556 Est. 20 a 49 1,6 49 23 685 19 563 oltre 50 0,7 99 12 1.686 8 1.111 totale 145,4 479 1.435 5.689 1.057 4.249 peso % 1. Tra il 2000 e il 2008 il n. delle 1a9 95,4 57,3 94,0 46,5 93,4 47,5 10 a 19 2,9 11,6 3,6 11,9 4,0 13,1 imprese è cresciuto del 4,8%, 20 a 49 1,1 10,3 1,6 12,0 1,8 13,3 anche se nel 2008 vs 2007 vi è oltre 50 0,5 20,8 0,8 29,6 0,8 26,1 stata una riduzione dello 0,7%; 2. I settori in crescita sono stati: NUMERO DI IMPRESE 2000-2008 NEI PRINCIPALI SETTORI • Costruzioni • Alberghi&ristoranti SETTORE 2000 2008 DELTA • Attività immobiliari AGRICOLTURA 16.584 13.601 -2.983 MANIFATTURA 16.511 15.917 -594 • I settori in decrescita sono: COSTRUZIONI 21.278 28.176 6.898 COMMERCIO 48.025 45.753 -2.272 • Commercio ALBERGHI 12.018 13.500 1.482 • Agricoltura TRASPORTI E • Manifattura COMUNICAZIONI 7.582 7.364 -218 ATTIVITA' IMM& INFORMATICA 16.299 20.022 3.723 SERVIZI PUBBLICI & SERVIZI 7.445 7.676 231 ALTRI 11.056 12.521 1.465 TOTALE 158.798 166.538 7.740 febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 4
    • EXPORT 1. Export: l’ 1,3-1,4 % del totale Nazionale; 2. Le esportazione periodo 2006-2008 son cresciute del 22%, quelle nazionali del 10%; 3. Il settore manifatturiero rappresenta il 91% dell’export e nel periodo è cresciuto del 22,5%; Ciò è dovuto al grande dinamismo delle poche e grandi aziende ancora presenti sul territorio. 1. oltre l’85% delle imprese ha la forma giuridica di società di persone o ditta individuale ( Snc,SaS..),con punte di oltre 90% per Imperia e Savona contro un dato nazionale di 81,3% . febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 5
    • INVESTIMENTI ESTERI IDE 1. gli investimenti diretti in entrata oscillano tra lo 0,6- 0,8% del totale Italia; al netto dei disinvestimenti circa il 4%. COMUNQUE IN DECRESCITA. 2. Livello mondo : 1500 mld di cui oltre 50% investiti in UE LIGURIA AL 7° POSTO TRA LE REGIONI I principali fattori di attrazione degli investimenti esteri sono spesso variabili legate al territorio: ITALIANE dimensione del mercato, capitale umano, specializzazione, infrastrutture. Non sono solo i Paesi ma anche le regioni a competere tra loro nell'attrarre nuovi investimenti febbraio 2010 6 sistema produttivo e occupazione in Liguria
    • INVESTIMENTI ESTERI IDE Gli investitori esteri sono importanti perché creano opportunità di occupazione ma è determinante saperli indirizzare; se guardiamo i risultati italiani si vede nettamente la nostra collocazione. 1. I settori nei quali gli investimenti esteri DISTRIBUZIONE DEGLI IDE PER SETTORE E PER PAESE IDE si orientano in Italia sono: NORD/ SETTORE CENTRO SUD ITALIA UK GERMANIA FRANCIA SPAGNA POLONIA UNGARIA • Customer services ,comune a tutti HIGH SKILLS 9 4 6 17 13 12 10 5 6 i paese, per il 49%; • Business service per un 17%; BUSINESS SERVICES 17 4 15 15 16 13 9 6 9 MANIFATTURA 9 20 10 6 16 11 9 39 31 2. Bassi investimenti nei settori INFRASTRUTTURE 9 33 16 4 4 4 17 11 12 industriali ad alta tecnologia 6% , CUSTOMER SERVICE & RETRAIL 49 35 48 53 44 51 7 30 35 contro il 17% di UK , 13 % della D,il 12% di F; LOGISTICA 7 4 5 5 7 9 40 9 7 TOTALE 100 100 100 100 100 100 92 100 100 1. Medio –bassi gli investimenti nel fonte intervento prof Barba Navaretti 18 giugno 2009 Centro studi manifatturiero , mentre è evidente confindustria l’attrazione di paesi come Polonia e Ungheria; febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 7
    • LA STRUTTURA PRODUTTIVA TECNOLOGICA STOCK IMPRESE TECNOLOGICHE 1998-2008 fonte infocamere ANNO MANUFATTURIERO SERVIZI imprese imp. Tech. peso % imprese imp. Tech. peso % 1998 4.265 2.097 STOCK DELLE IMPRESE: 1999 4.286 2.194 1. Nel periodo 1998-2008 le imprese manifatturiere “ 2000 4.262 2.286 tecnologiche” sono diminuite del 14,3%; 2001 4.304 2.425 2. Le imprese di servizi “ tecnologici “ nello stesso 2002 4.301 2.505 periodo sono aumentate del 27,5%. 2003 4.280 2.590 3. Nel periodo 1994-2007 in Liguria l’occupazione nel 2004 4.225 2.781 settore manifatturiero a tecnologie medio-alte è 2005 14.075 4.233 30,1 26.863 2.945 11,0 diminuita del 13%; 2006 14.060 4.283 30,5 27.482 2.978 10,8 4. Un arretramento pertanto significativo del sistema 2007 13.979 4.235 30,3 27.945 2.981 10,7 produttivo industria 2008 14.216 3.658 25,7 28.699 2.674 9,3 peso % 2008/2005 1 -13,6 6,8 -9,3 2008/1998 -14,3 27,5 febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 8
    • LA STRUTTURA PRODUTTIVA TECNOLOGICA RICADUTE SULL’OCCUPAZIONE 1. Sul totale occupazione ligure: • Il settore manifatturiero h-tech perde il 2%; • Il settore servizi h-tech perde il 0,4% 2. Confronti con Italia : • Settore manifatturiero: h-tech + 0,4% • Settore servizi: h-tech +0,6% QUESTO ARRETRAMENTO DEL SETTORE INDUSTRIALE E’ CONNESSO ALLA CRISI E OCCUPATI IN ATTIVITA' TECNOLOGICHE MANIFATTURIERE E SERVIZI ALL’EVOLUZIONE DELLE AZIENDE EX IRI , IN MANIFATTURA % SERVIZI % PARTE PRIVATIZZATE, IN PARTE RISTRUTTURATE, E LIGURIA 2007 6,1 2,5 ALLA RICADUTA SULL’INDOTTO NON ANCORA 1994 8,0 2,9 COMPENSATE DALLA CRESCITA E SVILUPPO DI ITALIA 2007 7,5 3,1 AZIENDE PRIVATE. 1994 7,1 2,5 FONTE eurostat dati 2007 valori in % febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 9
    • LA STRUTTURA PRODUTTIVA TECNOLOGICA Distribuzione di imprese attive a medio ed alto Distribuzione di imprese manifatturiere attive contenuto tecnologico sul totale manifatturiere ad alto contenuto tecnologico nelle regioni nelle regioni italiane - Anno 2007 italiane - Anno 2007 25,0 24,3 25,0 Fonte: Elaborazioni Regione Veneto - Direzione Sistema 20,3 22,0 Statistico Regionale su dati Infocamere 20,0 Italia 18,5 20,0 15,0 11,1 15,0 10,0 10,0 9,4 5,0 5,0 0,0 Valle… Trentino… Campania Calabria Piemonte Basilicata Sicilia Lombardia Umbria Veneto Puglia Toscana Liguria Abruzzo Marche Molise Emilia Rom. Friuli V.G. Lazio Sardegna 0,1 0,0 Piemonte Toscana Basilicata Campania Sicilia Molise Valle D'Aosta Lombardia Veneto Lazio Puglia Sardegna Umbria Friuli V.G. Liguria Abruzzo Calabria Emilia Rom. Marche Trentino A.A. febbraio 2010 10 sistema produttivo e occupazione in Liguria
    • RICERCA 1. La Liguria ha investito nel 2006 circa 500 mln di euro in ricerca e sviluppo di cui 50% intervento pubblico, 50% investimenti privati; 2. Tale volume rappresenta circa il 3% del totale investito in Italia. 2. Sono il risultato della presenza sul territorio ligure di: • Grandi imprese a controllo pubblico che generano un indotto anche di qualità; • Strutture pubbliche quali Ist, Gaslini, Cnr, IIT febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 11
    • OCCUPAZIONE IN LIGURIA 1. Gli occupati ( periodo 2001-2008 ) sono aumentati del +3,7% ( +24.600 unità ) in particolare: • Industria e costruzioni +1% ( +5.100 unità) • Servizi +3,9% ( +19.800 unità) • Agricoltura -0,2 ( -300 unità) 1. 71,8% degli occupati ha un rapporto di lavoro da dipendente con punte basse in agricoltura 23%, nelle costruzioni- 2. L’industria manifatturiera assorbe il 12, 7 % degli occupati; 3. servizi assorbono il 77,6%; 4. Nell’ industria il 39% ( 33.600 unità nel 2007 ) è occupato nel settore meccanico-elettrico. 5. Tasso di occupazione in crescita ( periodo 2004-2008 ) dal 60,2% al 63,8% ma è più contenuto rispetto al Nord. febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 12
    • OCCUPAZIONE IN LIGURIA 1. Laureati ( Italia ) su occupati il 17%: OCCUPATI INDUSTRIA E SERVIZI PER SCOLARITA’ istat 2007 valori assoluti in migliaiaNELL’ INDUSTRIA E SERVIZI PER SCOLARITA' Istat 2007 k000 • industria il 7,3% SETTORE elementare media diploma laurea totale • Servizi il 21,5%; INDUSTRIA 391 2.027 2.262 368 5.048 • Nord Ovest il 17,3% SERVIZI 750 4.047 7.214 3.284 15.295 • Liguria 20,4% TOTALE (* ) 1.677 7.483 10.342 3.721 23.222 • Nel peso dei laureati nei servizi incide % su industria 7,7 40,2 44,8 7,3 100 significativamente la PA. % su servizi 4,9 26,5 47,2 21,5 100 ( * ) comprensivo di agricoltura 1. laureati Liguria su occupati SONO IL 20,4%: OCCUPATI IN LIGURIA PER TITOLO DI STUDIO ISTAT valori assoluti migliaia 2008 • IL 69,2% degli occupati in Liguria ha un titolo elementare media diploma laurea totale di studio secondario o una laurea contro un LIGURIA 29 170 318 133 651 61,7% nazionale e un 63,3/ del Nord Ovest; ITALIA 1.533 7.424 10.342 3.984 23.405 % LIGURIA 4,5 26,2 48,8 20,4 100 • In Liguria 20,4% persone occupate sono % ITALIA 6,6 31,7 44,7 17 100 laureate ,contro 17% a livello nazionale e % NORD OVEST 5,3 31,5 46,0 17,3 100 17,3 %del Nord Ovest; • Nord Ovest: solo il 14,6% dei laureati è occupato nell’industria ( 175.000), contro un 84,8% nei servizi (1.198.000) febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 13
    • CONFRONTI INTERNAZIONALI Il confronto con altri paesi ci lascia senza parole febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 14
    • OCCUPAZIONE IN LIGURIA • laureati occupati in Italia sono di molto inferiori a quella di altri paesi:  7,3% nell’industria e  21,5% nei servizi. • La maggior parte dello stock dei laureati viene assorbita :  88,2% dai Servizi  9,8% dall’ industria manifatturiera ; • Il divario dei laureati occupati nell’industria manifatturiera italiana rispetto ad altri paesi è ancor più pronunciato ; Perché l’industria italiana assorbe pochi laureati? 1. Predominanza di imprese di dimensioni minori:  non permette alle imprese di sviluppare una articolata divisione del lavoro  hanno una modesta articolazione delle funzione tecniche e manageriali  Scarsa innovazione organizzativa che consentirebbe invece l’assorbimento di personale con elevati livelli di istruzione; 2. Specializzazione produttiva incentrata su produzioni e tecnologie tradizionali a bassa intensità di innovazione e di R&S; 3. Prevalenza di strutture proprietarie a gestione familiare che vede la presenza in azienda di figure dirigenziali esercitate da familiari o dai soci 4 . Limitata articolazione organizzativa dell’impresa. In sintesi la domanda di risorse umane ad alta qualificazione è strettamente correlata alle soluzioni organizzative, gestionali ,tecnologiche e competitive adottate . febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 15
    • ANDAMENTO PER GRANDE GRUPPO PROFESSIONALE Occupati per Grande Gruppo professionale ITALIA 1. I primi 3 gruppi professionali nel 2008 valori assoluti fonte CNEL 2008 a livello Nazionale rappresentavano il Legislatori, 36,2% del totale occupati dirigenti, Professioni Professioni Artgiani operai Conduttori di Professioni imprenditor Professioni Professioni esecutive vendita specializzati impianti e non Forze Anni i intellettuali tecniche totale 1 amministrative servizi agricoltori macchine qualificate armate Totale 2004 1.063 2.262 4.393 7.718 2.530 3.519 4.269 2.049 2.061 258 22.404 2. Articolazione territoriale dei primi 3 2005 1.040 2.233 4.419 7.692 2.581 3.532 4.300 2.071 2.130 256 22.563 gruppi professionali sul totale 2006 1.154 2.223 4.921 8.297 2.448 3.598 4.279 2.038 2.078 250 22.988 2007 1.143 2.325 5.097 8.565 2.393 3.686 4.260 2.033 2.032 252 23.222 occupati: 2008 1.095 2.433 4.934 8.463 2.518 3.759 4.343 1.950 2.127 245 23.405 • Genova 44% • Roma 45,9% • Milano 43,4% QUESTO E’ PER LA LIGURIA UN IMPORTANTE PUNTO DI FORZA Genova ha una struttura di occupazione ad elevato contenuto di conoscenza che si correla con: 1. Tasso di partecipazione INCIDENZA DEI PRIMI 3 GRUPPI PROFESSIONALI SUL TOTALE OCCUPATI % fonte 2008 istat istruzione secondaria al provincia G1 imprenditori G2 professionisti G3 tecnici totale 94,7%; BOLOGNA 11,5 11,7 19 42,3 BRESCIA 11 6,7 15,3 33 2. Laureati in discipline GENOVA 11,6 12,4 20 44 MILANO 11,4 11,5 20,5 43,4 tecnico-scientifiche 54,3%; NAPOLI 10,6 12,8 17,6 41 PALERMO 9,8 12,7 17,5 40 ROMA 10,3 14,3 21,3 45,9 3. Peso dei primi tre gruppi TORINO 10,3 9,6 18,6 38,5 professionali 44% lavoratori della conoscenza , Torino internazionale 2009 febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 16
    • DISOCCUPAZIONE 1. Tasso di disoccupazione negli ultimi anni è aumentato pur rimanendo sotto la media nazionale; 1. Molto elevata la disoccupazione dei giovani fino a 25 anni e in particolare quella femminile: tra il 19- 26%, con una media leggermente superiore a quella nazionale ( pesa la situazione di La spezia ). STIAMO MEGLIO DELL’ITALIA MA PEGGIO DELLE ALTRE REGIONI DEL NORD febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 17
    • PREVISIONI EXCELSIOR UNIONCAMERE 2009 1. NELLE PREVISIONI EXCELSIOR PER IL 2009 EMERGONO 2 FATTORI I IMPORTANTI : Assunzioni non stagionali previste dalle imprese per il 2009 unioncamere excelsior 2009 • LE ASSUNZIONI PREVISTE DIMINUISCONO DI CIRCA 37% RISPETTO AGLI ANNI PRECEDENTI Assunzioni di cui: (valori %) IN ASSOLUTO CIRCA 300.000 UNITA’ IN MENO; non stagio- • IL PESO DEI LAUREATI SULLE ASSUNZIONI nali 2009 liv istruz universitaria V.A PREVISTE CRESCE PASSA DALL’8,5% ALL’11,9% (v.a.)* DEL 2009; PIEMONTE 36.680 13,4 4.915 • LE PREVISIONI 2009 DI LAUREATI PER TUTTI I LIGURIA 15.370 9,9 1.527 SETTORI ESCLUSO IL PUBBLICO SONO DI GENOVA 8.250 11,7 965 62.460 UNITA’ ; FRIULI VENEZIA GIULIA 12.500 12,0 1.500 EMILIA ROMAGNA 49.630 11,1 5.509 TOSCANA 32.810 9,5 3.117 PREVISIONI PER LA LIGURIA: PUGLIA 28.690 9,7 2.783 NORD OVEST 149.450 15,1 • 15.370 UNITA’ PARI AL 2,9% DEL TOTALE ASSUNZIONI DI CUI LAUREATI 1. 527 UNITA’ PARI AL 9,9%; NORD EST 121.320 11,0 CENTRO 104.680 12,7 • IL 53,6% DELLE ASSUNZIONI E’ PREVISTO A GENOVA SUD ISOLE 148.170 8,9 DI CUI 965 LAUREATI PARI AL 11,7% TOTALE 523.620 11,9 62.460 febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 18
    • EDUCATION 1. La Liguria ha una dotazione di risorse scolarizzate di elevato profilo: • Tasso di partecipazione nell’ istruzione secondaria del 94,7% • Laureati in discipline tecnico scientifiche del 54,3% 1. laureati Liguria su occupati 20,4%: • IL 69,2% degli occupati in Liguria ha un titolo di studio secondario o una laurea contro un 61,7% nazionale e un 63,3/ del Nord Ovest; • In Liguria 20,4% persone occupate OCCUPATI IN LIGURIA PER TITOLO DI STUDIO valori assoluti migliaia sono laureate ,contro 17% a livello ISTAT 2008 nazionale e 17,3 %del Nord Ovest; elementare media diploma laurea totale LIGURIA 29 170 318 133 651 • Nord Ovest: solo il 14,6% dei laureati è ITALIA 1.533 7.424 10.342 3.984 23.405 occupato nell’industria ( 175.000), % LIGURIA 4,5 26,2 48,8 20,4 100 % ITALIA 6,6 31,7 44,7 17 100 contro un 84,8% nei servizi (1.198.000) % NORD OVEST 5,3 31,5 46,0 17,3 100 febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 19
    • LAUREATI IN LIGURIA 1. I laureati /anno sono tra i 5.600-5.700 unità, circa 14% ISCRITTI E LAUREATI UNIVERSITA' DI GENOVA degli iscritti /anno; 2006 2007 2008 LAUREATI 5.724 5.835 5.648 2. Le facoltà più attrattive con un più alto n. di laureati sono: ISCRITTI 40.987 41.101 41.064 • Economia 12% L/I % ANNO 14 14 14 • Ingegneria 14,5% • Medicina 13,9% • Gli stranieri rappresentano il 2,1% degli iscritti e dei laureati/anno fonte annuario statistico regionale 2009 LAUREATI PER FACOLTA' UNIVERSITA' DI GENOVA ANNO 2008 FACOLTA' V.A % ARCHITETTURA 329 5,8 ECONOMIA 683 12,0 FARMACIA 108 1,9 GIURISPRUDENZA 465 8,2 INGEGNERIA 829 14,5 LETTERE E FILOSOFIA 575 10,1 LINGUE E LETT.STRANIERA 394 6,9 MEDICINA 791 13,9 SCIENZE DELLA FORMAZIONE 583 10,2 SCIENZE MAT. FIS. NATURALI 456 8,0 SCIENZE POLITICHE 308 5,4 INTERFACOLTA' 178 3,1 TOTALE 5.699 100,0 fonte annuario statistico regionale 2009 febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 20
    • 1. Il saldo migratorio negativo di Torino e Genova è in linea con la scarsa attrattività che caratterizza il triangolo industriale; mentre per Milano questo dipende dalla maggior attrattività dei centri urbani vicini ( Lodi, Monza…..) febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 21
    • OCCUPAZIONE IN LIGURIA: ANALISI DELLA DOMANDA Analisi e valutazione del portale miojob-repubblica richieste di lavoro nel periodo dicembre 2009-febbraio 2010, quadro generale: 1. Domande di lavoro presenti nel periodo: 13.257. 2. Ripartizioni richieste di lavoro per Regione : • Lombardia 38% Principali richieste in Liguria ( 315) : • Emilia Romagna 10% • Piemonte 8,1% • Veneto 9,4% • Produzione 62 • Liguria 2,5% • Turismo 45 • Area tecnica 30 3. Funzioni maggiormente ricercate: • Commerciale 78 • Amministrazione e controllo 23,5% • Sanità 35 • Produzione 19,7% • Amministrazione e controllo 65 • Turismo 15% • Area tecnica 12% • Commerciale 8% 4. Tipologia di esperienza: • Nessuna esperienza 90% • 2/3 anni di esperienza 6,3% 5. Titolo di studio : • Diploma 78,4% • Laurea 3 10% • Laurea 5 11% febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 22
    • Azioni Il piano di iniziative si articolerà su due macro aree, ognuna delle quali potrà avere fasi temporali anche differenziate :  Azioni dirette all’occupazione  Azioni orientate al sistema produttivo 1. Azioni per l’occupazione 1.1 fase di emergenza o di accompagnamento all’uscita dalla stessa  Conferma di massima degli incentivi all’ imprese che assumono, previa verifica con le aziende, tramite loro associazioni, dei risultati finora ottenuti e apportando se necessari i dovuti correttivi;  Sostegno alla cassa integrazione in deroga;  Confronto attivo con imprese in difficoltà per capire cause , soluzioni, proposte;  Confronto dinamico con altre regioni sulle “ buone pratiche di successo “; 1.2 fase strutturale  Costruire un sistema per la pianificazione/ programmazione del mercato del lavoro : sapere in anticipo le esigenze delle aziende è essenziale; ciò avverrà con il supporto delle associazioni imprenditoriali, Unioncamere /Excelsior, i centri per l’impiego, l’agenzia regionale del lavoro…. ; non verrà costituita alcuna nuova struttura , ma si tratterà di far funzionare quelle esistenti.  Costruire un portale ( quello attuale non funziona!!!!) di servizio unico per tutta la regione dove devono affluire tutte le richieste di lavoro a disposizione di chi cerca; oggi questo non è affatto possibile, nessuno ha una conoscenza completa della domanda, tutto è frantumato in mille rivoli e siamo nella nebbia assoluta. febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 23
    • Azioni  Uso forte della formazione finanziata e finalizzata come accompagnamento alle richieste di lavoro ma anche come supporto alle situazioni aziendali di crisi o di ristrutturazione proponendosi con parte attiva nel sostegno occupazionale;  Rafforzare i collegamenti e le collaborazioni con le università e con le scuole secondarie per razionalizzare il percorsi di orientamento al lavoro .  In sintesi sul versante dell’offerta di lavoro si tratta solo di lavorare per rendere più efficiente il complesso della rete pubblica a ciò dedicata composta da centinaia di persone di uffici dislocati sul territorio, di competenze distribuite tra decine di enti territoriali e istituzionali, tutti orientati al procedimento amministrativo- burocratico ma poco orientati o sensibili ad offrire servizi colui che cerca lavoro. febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 24
    • AZIONI 2. Azioni orientate al sistema produttivo.  Aiutare le aziende a crescere  Attirare investimenti in Liguria  Predisporre tutte le iniziative di politica industriale e territoriale che aiutano questi due obiettivi a realizzarsi . 2.1 Salto dimensionale delle strutture produttive  La struttura produttiva deve crescere facendo un salto dimensionale; ricerche economiche hanno evidenziato che la crescita dimensionale contribuisce alla crescita della produttività e della competitività; se l’industria italiana avesse la struttura industriale media della Francia, Germania e Regno unito la produttività potrebbe salire fino al +20%. Se le strutture produttive non crescono avremo una dimensione occupazionale fragile che con il tempo peggiorerà;  Il salto dimensionale aiuta infatti a mettere in atto quelle strategie che possono essere determinanti nell’attuale contesto competitivo:  Fa crescere l’occupazione e soprattutto della di qualità;  processi produttivi più complessi  Maggior sviluppo tecnologico di prodotto e di processo febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 25
    • Azioni  È tutto il sistema che deve fare un salto di qualità a prescindere dal settore merceologico, non è credibile infatti che il settore industriale si possa sostanzialmente modificare rispetto alla attuale situazione; Le leve riguardano pertanto:  La valorizzazione di tutte le risorse presenti del territorio come importante fonte dei vantaggi competitivi  La rimozione o correzione di quei fattori normativi, burocratici, fiscali ….. che ostacolano e rendono non conveniente il salto dimensionale;  Interventi per ricapitalizzare e patrimonializzare le aziende attraverso iniziative specifiche ( vedi accordo di Confindustria con Borsa italiana). 2.2 Attrarre investimenti esteri (IDE )  per attrarre investimenti esteri ( IDE ) è necessario un forte presenza pubblica di politica industriale nel creare le condizione favorevoli individuando e definendo anche mediante indagini internazionali le condizioni più specifiche e più appropriate per rendere concreta questa azione.  La Liguria, con investimenti diretti in entrata che oscillano tra lo 0,6 e 0,8% del totale Italia ( circa 900 ml euro), non può pensare ragionevolmente di mutare sostanzialmente questo quadro; basterebbe puntare:  su alcune specializzazioni settoriali/aree  su aree alta intensità di competenze e conoscenze ( compatibili pertanto con la scarsità di aree industriali attrezzate )  darsi come obiettivo nei prossimi 5 anni di una presenza doppia rispetto ad oggi febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 26
    • Azioni Costituzione alle dipendenze del Presidente una staff tecnica di alta specializzazione che dovrà su questi aspetti maggiormente strutturali ed impegnativi mettere a punto il piano operativo delle azioni e i relativi aspetti realizzativi; a titolo solo di esempio: Servizi a supporto dell’export Piano di marketing territoriale Accordi con il sistema bancario e banche d’affari , Filse ….per captare i grandi fondi internazionali Valorizzazione del sistema tecnico –scolastico ligure: Politecnico e Scuola di alta formazione internazionale ( Finmeccanica ) Reti telematiche a banda larga e collegamenti veloci ridisegno di tutti gli aspetti normativi-legislativi burocratici di competenza finalizzandoli Forte raccordo e collaborazione con i ministeri a ciò interessati Aree industriali disponibili o da riqualificare, o ampliamenti dell’esistente se finalizzato all’occupazione e compatibile con il tessuto urbano. febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 27
    • Azioni in sintesi : innovazione, internazionalizzazione,integrazione 1. Innovazione  Favorire l’innovazione collaborativa tra imprese,università e centri di ricerca  Agevolare gli investimenti in tecnologia  Agevolare gli investimenti in capitale organizzativo e umano 2. Internazionalizzazione  Favorire l’internazionalizzazione di tutti i fattori della catena del valore: sistemi di produzione, reti commerciali,reti distributive, logistica…. 3. Integrazione  Superare il problema dimensionale e la frammentazione produttiva  Integrare manifattura e servizi per un approccio integrato al mercato  Favorire sviluppo di reti di servizi febbraio 2010 sistema produttivo e occupazione in Liguria 28