Training for Excellence    Modellare l’eccellenza per migliorare i risultati
FOCUS:• Padroneggiare gli strumenti chiave per la decrittazione  dei comportamenti umani nell’ambito delle relazioni.• Sci...
FOCUS:• Mostrare in che modo sorpresa, paura, rabbia,  disgusto, felicità e tristezza si traducono in alterazioni  di fron...
FOCUS:• Definire e condividere il concetto di menzogna• Esplorare tutte le modalità utilizzabili da colui che  mente• Deci...
CHI SIAMOL’Associazione Fabricamente nasce con l’intento di far emergere e divalorizzare le energie inespresse presenti ne...
CHI SIAMOPERCHÈ UN NETWORKSiamo un Network di Professionisti della Formazione Aziendale checondividono Vision, Mission e V...
TRAINING FOR EXCELLENCEè un progetto formativoche offre ai suoi partecipantil’integrazione tra modulidi discipline diverse...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Corsi CNV | FACS | METT

313

Published on

Presentati i nuovi corsi Action Training in collaborazione con FabricaMente

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
313
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Corsi CNV | FACS | METT"

  1. 1. Training for Excellence Modellare l’eccellenza per migliorare i risultati
  2. 2. FOCUS:• Padroneggiare gli strumenti chiave per la decrittazione dei comportamenti umani nell’ambito delle relazioni.• Scindere precisamente quanto nel comportamento nostro ed altrui è condizionato dalle regole di comportamento sociali, di appartenenza a gruppi o culture o razze e quanto risulta essere spontaneo, incontrollabile e comune geneticamente all’essere umano in genere.• Ricostruire in modo analitico il feedback che la percezione della realtà provoca in noi e negli altri attraverso la traduzione in gesti, emblemi, messaggi che il corpo invia al di sotto della soglia di coscienza e controllo. Comunicazione Non Verbale | CNVA CHI È RIVOLTO• Tradurre questa esperienza nella capacità di adattare i nostri comportamenti ai segnali non verbali dei nostri interlocutori, per procedere efficacemente verso quell’allineamento comunicativo che è parte fondamentale del rapport e dell’influenza positiva.• Sviluppare l’abilità di scorgere i tentativi di manipolazione, le verità celate e dissimulate, le strategie di controllo del nostro comportamento. PROGRAMMA DIDATTICOA tutti coloro che, per esigenze personali o professionali, intendono imparare l’alfabeto del corpo, acquisendomaggiori e migliori feedback dalle azioni comunicative degli altri e di se stessi. Analisi ed interpretazione dei segnali del corpo NELL’INTERRELAZIONE UMANAData: 06 - 07 luglio 2012 | Quota di Partecipazione: Euro 250,00 + IVA• La scala della CNV • I “segnali di accesso” comunicativo efficace del Espressione patologica, Intensità e durata, Fattori messaggio positivo o negativo culturali I movimenti oculari, I segnali di accesso gestuali, Le alterazioni delle escursioni respiratorie, I mutamenti• Caratteri indicativi della CNV di atteggiamento e di tono muscolare, I mutamenti Aspetto, Andatura ed abbigliamento, di tono di voce e di cadenza, I predicati verbali Comportamento spaziale, Postura, Contatto fisico sensoriali e l’accesso “visivo”, “auditivo”, “cenestesico” • Segni logici della CNV Emblemi, Gesti illustratori  • Altri elementi della CNV I segnali di accettazione, I segnali di opposizione, Gli• Segni alogici (emotivi) della CNV: la “fuga di spazi dell’amore, Altri segnali, I messaggi della informazioni non verbali” sigaretta, La stretta di mano, I messaggi della I gesti inconsci regolatori, Il viso e le manifestazioni cravatta dell’emozione, I gesti inconsci adattatori e manipolatori• Aspetti vocali e non verbali del parlato Segni prosodici e segni paralinguistici, Contenuto emotivo del parlato rilevabile dai segni vocali non verbali
  3. 3. FOCUS:• Mostrare in che modo sorpresa, paura, rabbia, disgusto, felicità e tristezza si traducono in alterazioni di fronte, sopracciglia, palpebre, guance, naso, labbra e mento• Chiarire la sottigliezza e la complessità dell’espressione mimica, ovvero in che modo un’espressione appartiene ad una famiglia di espressioni e in quale modo emozioni diverse possono fondersi in una sola espressioni• Mostrare i vostri “talenti” inconsapevoli, nel riconoscere le emozioni dalle espressioni del viso;• Allargare il vostro repertorio in tema di codifica delle espressioni, evidenziando le sfumature e le complessità delle espressioni del viso (mimiche Facial Action Coding System | FACSA CHI È RIVOLTO incomplete, mescolanze di espressioni, emblemi, segnali di interpunzione)• Rendervi attenti e consapevoli verso gli “indicatori di menzogna”, sviluppando una sensibilità alle tecniche di modulazione, falsificazione, correzione di un’espressione• Fornire strumenti per comprendere se il vostro modello mimico di espressione delle emozioni è insolito. PROGRAMMA DIDATTICOLiberi Professionisti, Venditori, Insegnanti, Formatori, Managers o a tutti coloro che hanno bisogno di riconoscere isegnali mimici che denotano lo sforzo del loro interlocutore di controllare e/o nascondere i propri sentimenti:l’espressione del viso permette di verificare il suo reale atteggiamento. Come riconoscere le emozioni DALLE ESPRESSIONI DEL VISOData: 14 - 15 settembre 2012 | Quota di Partecipazione: Euro 350,00 + IVA• Che differenza c’è tra i segnali facciali e quelli modulate, false | Menzogne di omissione (inibizione) corporei e di commissione (simulazione) L’universalità della mimica emotiva, che si • Esiste una mimica universale delle emozioni? manifesta esclusivamente sul volto | La specificità L’ipotesi di Darwin | I sei tipi di emozioni: gioia, “sociale” e soggettiva dell’espressione corporea | La tristezza, sorpresa, paura, rabbia e disgusto | La funzione del corpo rispetto all’emozione costruzione del primo modello di Atlante delle• L’interpretazione della mimica delle emozioni: espressioni facciali caratteristiche ed errori frequenti • Le tre zone del viso capaci di movimento I tre tipi di segnali del volto: statici, a variazione indipendente lenta, rapidi | Le emozioni sono rappresentate Fronte e sopracciglia | Occhi, palpebre e radice del esclusivamente dai segnali rapidi, che trasmettono naso | Guance, bocca, la maggior parte del naso ed messaggi emotivi e messaggi emblematici | La il mento differenza tra stato d’animo ed emozione | La distinzione tra mimica dell’emozione, emblemi • Analisi delle emozioni sulla base della emotivi, altri emblemi facciali e segni mimici identificazione dei muscoli coinvolti (AU – Action d’interpunzione Unit) e delle strutture neurologiche responsabili• Ci guardiamo veramente in faccia? Sorpresa | Paura | Disgusto e Disprezzo | Rabbia | Felicità | Tristezza La difficoltà nel cogliere le “micro-espressioni” | Perché non ci guardiamo in faccia | Abitudini • La finzione coltivate già dall’infanzia • Quattro ragioni per controllare la mimica del viso• Il viso, meglio delle parole, trasmette informazioni • Tecniche di controllo della mimica emotiva sullo stato emotivo • Le fonti degli indizi rivelatori Il viso trasmette segnali: veri – falsi | Espressioni: • Test di fine corso autentiche, incontrollate, involontarie, rettificate,
  4. 4. FOCUS:• Definire e condividere il concetto di menzogna• Esplorare tutte le modalità utilizzabili da colui che mente• Decifrare tutti gli “indicatori di menzogna” che il visoA CHI È RIVOLTO ed il corpo inviano inconsapevolmente (parole, voce, gesti, espressioni del volto)• Considerare con consapevolezza i pericoli che si corrono e le precauzioni che vanno messe in atto durante la “caccia alle bugie”A tutti coloro che sono interessati a conoscere, per Micro Expression Training Tools | METTprofessione o per necessità personali, quando le personementono (loro stessi compresi, ovviamente) PROGRAMMA DIDATTICOData: 09 - 10 novembre 2012 | Quota di Partecipazione: Euro 350,00 + IVA Come riconoscere le menzogne: ESPRESSIONI FACCIALI E COMPORTAMENTO NON VERBALE• Bugie ed indizi che trapelano • Menzogna circa i sentimenti • Una definizione di menzogna  • Le tre emozioni principali: la paura di essere scoperto | il senso di colpa per• I due modi principali di mentire: dissimulare e aver mentito | la soddisfazione di aver beffato falsificare qualcuno La dissimulazione (caratteristiche) | La falsificazione (caratteristiche) • Riconoscere l’inganno dalle parole, dalla voce e dai gesti• Altri modi di mentire • Il sistema neurovegetativo• Due tipi di indizi di menzogna Indizi rivelatori | Indizi di falso • Indizi di menzogna nel viso• Perché le bugie fanno fiasco? • Pericoli e precauzioni Il pensiero | Le emozioni • Analisi del prontuario• Errori strategici • Test di fine corso
  5. 5. CHI SIAMOL’Associazione Fabricamente nasce con l’intento di far emergere e divalorizzare le energie inespresse presenti nel tessuto sociale, attraversoeventi formativi che fanno leva sulla capacità dell’uomo di emozionarsi.Tali eventi nascono da una progettazione focalizzata su formulefortemente innovative e sperimentali.Fabricamente si propone inoltre di ideare e realizzare momenti formativiin grado di creare occasioni di aggregazione tra le persone, che nefacciano emergere il potenziale e stimolino nuove idee, creando ilpresupposto per la strutturazione di un network di relazioni durevole neltempo.Fabricamente ha specializzato le proprie attività organizzative eprogettuali principalmente nell’ambito delle libere professioni, conparticolare riferimento ai professionisti appartenenti all’area legale e aquella medica. In questi settori, l’associazione si propone di integrarel’apporto di formatori provenienti da aree diverse e di favorirel’introduzione della formazione esperienziale in contesti dove ancoraprevalgono formule di tipo tradizionale, basate prevalentemente sulmodello della lezione frontale.L’associazione si propone infine di ampliare il ventaglio dei mezziformativi a disposizione del professionista, offrendogli gli strumenti dellaformazione one to one. Attraverso il coaching, ad esempio, è possibileaccelerare il proprio processo di sviluppo personale, migliorando il livellodi performance.
  6. 6. CHI SIAMOPERCHÈ UN NETWORKSiamo un Network di Professionisti della Formazione Aziendale checondividono Vision, Mission e Valori.Formatori, Coach, Psicologi, Progettisti, Professionisti di vari settori e convarie specializzazioni che mettono a disposizione del Network il proprioknow how ed il proprio saper fare.Sfruttare le potenzialità di un Network di Professionisti della formazionesignifica:• Poter confrontare differenti approcci Integrando tra loro diversi modelli e Aree Professionali;• Contare sulla specializzazionePERCHÈ ACTION Grazie all’alto livello di competenza che ciascun Professionista del Il Viaggio dell’Eroe V o dell’Eroe Er r Network può offrire;• Valorizzare l’investimento globale Progetti formativi ottimizzati per il Cliente mantenendo un alto livello qualitativo.PERCHÈ TRAINING• Ampia scelta di opzioni possibili Unico obiettivo: il risultato desiderato. LUmorismo come risorsa per creare relazioni efficaci, HumorLa formazione in cui crediamo è basata fortemente sull’esperienzialità, parlare in Pubblico, in Actioncioè sulla possibilità da parte del partecipante di assumere un ruolo attivo Experiential Learning gestire i Conflitti, Vivere professionalmentee da protagonista nel processo di apprendimento. in assenza di gravità rafforzare la Leadership ®La nostra idea di formazione è intesa non come una forma di induzioneda parte del docente sui partecipanti, che si limitano a subire, ma comeun continuo processo di allenamento mentale. S Swing Action Training A Training Il Viaggio dell’EroeTale allenamento comporta l’impegno attivo del partecipante perraggiungere obiettivi di auto-sviluppo ed è stimolato e supportato dalformatore/trainer. Experiental Training! ! Experential Training Experential Training
  7. 7. TRAINING FOR EXCELLENCEè un progetto formativoche offre ai suoi partecipantil’integrazione tra modulidi discipline diverse,con percorsi specialisticie di approfondimentoe con l’obiettivodi modellare l’eccellenzaper migliorare i risultati,sia nelle attività professionaliche nelle relazioni interpersonali.• Comunicazione Non Verbale | CNV Prima Edizione | 09 - 16 giugno 2012 22 - 23 giugno 2012 Seconda Edizione | 06 - 07 luglio 2012• Facial Action Coding System | FACS 06 - 13 luglio 2012 Prima Edizione | 14 - 15 settembre 2012 15 - 22 settembro 2012 Seconda Edizione | 28 - 29 settembre 2012• Micro Espression Training Tools | METT 29 sett - 6 ottobre 2012 Prima Edizione | 09 - 10 novembre 2012 06 - 16 novembre 2012 Seconda Edizione | 23 - 24 novembre 2012 24 nov - 01 dicembre 2012 FABRICAmente Via Reggio Emilia, 52 00198 Roma www.fabricamente.it info@fabricamente.it www.actiontraining.it

×