Social Network: YouTube, Facebook, Twitter, FriendFeed, Giorgiotave
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Social Network: YouTube, Facebook, Twitter, FriendFeed, Giorgiotave

on

  • 9,125 views

Social Network e Marketing.

Social Network e Marketing.
Verranno illustrate le principali caratteristiche dei migliori social, i consigli per un uso migliore ed il loro rapporto con i motori di ricerca.

Statistics

Views

Total Views
9,125
Views on SlideShare
9,071
Embed Views
54

Actions

Likes
7
Downloads
266
Comments
2

3 Embeds 54

http://www.giorgiotave.it 31
http://www.slideshare.net 21
http://giorgiotave.it 2

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Social Network: YouTube, Facebook, Twitter, FriendFeed, Giorgiotave Social Network: YouTube, Facebook, Twitter, FriendFeed, Giorgiotave Presentation Transcript

  • Social Network Da un pò mi interrogo su che tipo di mercato ci sarà in Italia per le Web Agency che offriranno ai propri clienti servizi legati ai Social Network. Leggendo il blog di Marco Loguercio mi ha colpito un suo post dove dice di notare dei "piani di attività che invitano le aziende, in nome del Web 2.0 e del Social Media, a produrre tonnellate di contenuti multimediali (foto, audio, video, commenti, twitter...) e a segnalarli, iscrivendosi, in migliaia di network sociali" senza domandarsi dell'utilità che questi possano avere. Questa tendenza che sta arrivando la paragona un pò all'iscrizione su 100.000 motori di ricerca. Due giorni fa Marco twitta un'altra osservazione: Ormai tutti i "guru" predicano "le aziende devono usare il web 2.0 per conversare"... ed ecco il risultato;-) http://twitclicks.com/y1py Posso confermare una cosa: nel forum gt stanno arrivando parecchie richieste molto simili a quella fatte direttamente da Web Agency per conto di grossi brand. Questa non è conversazione, nè è buzzmarketing, passaparola o altro. A parte rari casi, la presenza nei Social Network deve essere un'operazione fatta dall'interno dell'azienda stessa con una comunicazione sentita e naturale, non forzata e artificiale. Per questo motivo credo che il futuro riservi alle Web Agency un ruolo da consulenti esterni alla guida di persone che stanno all'interno dell'azienda, la vivono, la sentono.
  • Arrivare prima di altri Certo, arrivare prima di altri nell'uso, nella diffusione, nella formazione di un determinato strumento sul web si ha un vantaggio enorme. E' noto che i primi blog interessanti, che informavano anche sull'argomento blog, hanno avuto migliaia di lettori abbonati agli RSS. Così come i primi utenti Twitter, hanno oggi migliaia di followers. Chi arriva prima ha un grande vantaggio :-)
  • I Social L'obiettivo di questa sessione non è quello di lanciarvi nel mondo dei Social, ma vorrei fornirvi delle idee, delle esperienze che ho vissuto. Infatti credo fortemente che l'uso dei Social debba essere: - personale e sentito: anche se ci sono guide e consigli, bisogna costruirsi un proprio modo di usare i Social. Bisogna viverli in modo umano e non meccanico o forzato. - assolutamente naturale ed utile. I profili che oggi hanno successo sono quelli che hanno realmente qualcosa da dire e partecipano ai social in modo naturale.
  • Ottimizzazione
  • Ottimizzare per YouTube: Titolo : molto importante come nel posizionamento. Gli utenti lo guardano molto ed in alcuni casi lì si mettono indicazioni che fanno completamente cambiare volto agli accessi: High Quality, Parte 1, Integrale Descrizione : la descrizione sta diventando sempre più importante e gli utenti guardano sempre di più a questo pezzo del video. Appare a destra, può contenere link (c'è il nofollow) e parecchio testo (lo useranno un giorno anche per l'accesibilità?). Tag : le chiavi che rappresentano il video. I tag sono formati da una sola parola (altri servizi offrono più parole). Per cercare di ottenere lo stesso risultato, possiamo unire le parole con alcuni simboli come “_” o “+”. Esempio: gt_study.
  • Ottimizzare per YouTube: Categoria : importante perchè sarà in questa che potremo iniziare a scalare le classifiche. Più la categoria è popolata, meno possibilità avremo. E' importante scegliere la categoria più adatta, meglio pensare agli utenti ;) La miniatura del video incide tanto la scelta della visualizzazione di un video rispetto ad un altro.
  • Ottimizzare per YouTube: Opzioni di diffusione : di default sono attive le migliori
  • Ottimizzare per YouTube: data e mappa. Importanti dati per il futuro, per le ricerche storiche.
  • Ottimizzare per YouTube: Annotazioni : ottime per lanciare messaggi o call to action
  • Ottimizzare per YouTube: Sottotitoli : (dalla guida di Youtube) i sottotitoli sono i dialoghi di un video riportati in forma scritta. Possono essere nella stessa lingua del video oppure tradotti in un'altra lingua. Talvolta includono anche informazioni per aiutare gli utenti a seguire i dialoghi, come indicazioni relative alla musica, a un telefono che squilla e ad altri suoni nella traccia audio di un video. I sottotitoli (in lingua originale o in altre lingue) rendono i video accessibili a un pubblico più vasto consentendo alla gente che altrimenti non riuscirebbe a comprendere la traccia audio di seguire il discorso. Ciò vale in particolare per chi ha problemi di udito e per chi parla una lingua straniera. I sottotitoli in lingua originale sono nella stessa lingua della traccia audio del video. I sottotitoli sono in un'altra lingua.
  • Ricerche su Youtube Il motore di ricerca è molto usato e ci sono tantissimi filtri da utilizzare che tornano utili in tante occasioni. Oltre la ricerca per canali, video o playlist, abbiamo ricerca per categorie e filtri che ci indicano i più popolari o i più visti in un arco temporale (oggi, settimana, mese, sempre). E' possibile ricercare video in alta definizione, solo quelli dei partner, i più commentati, in ascesa, del momento, i più recenti, con più risposte, più preferiti o votati. Oppure è possibile impostare la ricerca avanzata. Vediamola.
  •  
  • E' importante quindi ottimizzare ogni aspetto del nostro video rendendolo accessibile alle persone giuste. Vediamo come promuovere un video.
  •  
  • Abbiamo visto come un video senza alcuna attività poi fa fatica anche ad uscire nei risultati interni di YouTube: http://www.giorgiotave.it/forum/social-media-marketing/106564-problemi-di-posizionamento-su-youtube.html E' importante riuscire a far aggiungere ai preferiti, votare e commentare un video (oltre che fargli arrivare link).
  • Sfruttare gli altri video: video risposte Video risposte utili, che possanno essere accettate e che completino le informazioni del video, aggiungendo contenuto unico ed originale
  • Sfruttare gli altri video: statistiche Capire se ci sono siti, blog, forum che hanno segnalato il video e che portano traffico. Nel caso potremmo segnalare il nostro video.
  • Posizionarlo su Google E' importante riuscire poi a posizionare il video su Google, bisogna aumentare la popolarità facendo arrivare backlink con l'anchor text desiderato
  • Bisogna inventarsi sempre qualcosa
  • Quando si verifica un evento di un certo tipo le persone iniziano a cercare video per tante ragioni, poi lo condividono, lo pubblicano nei siti.
  • Questo video ha portato 0 iscrizioni al mio canale, perchè i video sono tutti fuori tema e perchè gli utenti interessati al video erano tutti per una consultazione rapida
  • Fidelizzazione & Community
  • E' importante partecipare alla community di YouTube iscrivendosi ai canali altrui, aggiungendo i propri amici, commentanto i video, creando playlink, votando ed aggiungendo ai preferiti, creando gruppi. Gli utenti inizieranno a visitare il nostro canale non solo quando faremo video di qualità e utili, ma anche quando partecipiamo alla community. In questo modo inoltre aumentiamo le probabilità che un utente ci segua. Instaurando infatti un rapporto con gli altri utenti, ci avviciniamo a loro. E' importante riuscire ad avere tanti iscritti al nostro canale...perchè in questo modo il nostro video arriverà agli utenti iscritti. Vediamo
  • Seguire chi ci interessa e cosa ci interessa. Questi box appaiono di default nella home e quindi accedendo a YouTube vediamo i più recenti. Sono personalizzabili.
  • Consigli generali: http://www.giorgiotave.it/forum/tags/posizionamento-youtube/ http://www.giorgiotave.it/forum/social-media-marketing/ Avere un progetto ben organizzato ed interessante dietro è importante. Possiamo anche riuscire a fare centinaia di migliaia di accessi con un video, ma credo che l'aspetto più interessante sia quello di diventare un Power User in una nicchia particolare (guardate questi ): http://www.youtube.com/user/ClioMakeUp (tutorial per truccarsi) http://www.youtube.com/user/PuntoCellulare http://www.youtube.com/user/cellularmagazine http://www.youtube.com/user/lamentecontorta (scherzi telefonici, 82000 fan su Facebook) Non vi ho messo i soliti Rai, Grillo. Andate su Canali > Pù iscrizioni > Assoluto
  • Approfondimenti: http://www.tubemogul.com/about/whatis.php Statistiche dei video sui social http://www.andreavit.com/blog/web-20/profilo-su-youtube-virale-la-case-history-di-wario-land.html http://www.masternewmedia.org/it/video_online_internet_television/pubblicare-video-online/guida-al-video-publishing-per-chi-inizia-parte-1-20080212.htm http://www.masternewmedia.org/it/video_online_internet_television/pubblicare-video-online/guida-al-video-publishing-per-chi-inizia-parte-2-20080219.htm
  • Su Facebook ci sono tutti. Tutti condividono di tutto, ognuno lo usa a modo proprio ed è difficile riuscire a capire bene gli usi che fanno gli utenti di questo strumenti. Rispetto ad altri Social Network, i contatti possono diventare presto meno profondi che in altri, infatti su Facebook siamo bombardati da ogni tipo di contenuto e gli utenti non gradiscono essere bombardati.
  •  
  • Attenzione che se ci taggano la foto compare qui
  •  
  • Integrazione: Eì possibile integrare Facebook con tanti social, ad esempio io uso l'applicazione Twitter che posta i miei messaggi di Twitter su Facebook nel box Cosa stai facendo. E' possibile integrare Youtube, Flickr, Slideshare e tanti altri Social.
  • Applicazioni sono la grande forza di Facebook, infatti ci sono tanti programmatori attirati da questa opportunità che hanno sviluppato Facebook, lo hanno reso migliore. Un Social che migliora grazie al contributo gratuito di utenti non solo sui contenuti, ma sullo sviluppo tecnico. Creare applicazioni può portare molta visibilità, ma credo che in futuro si possa fare anche business. Ad esempio potrebbe essere integrato un booking, i prodotti di un e-commerce, una libreria. Lo sviluppo di questo Social è sconfinato. http://www.bookingblog.com/nuove-applicazioni-per-facebook-e-uno-speciale-e-book-per-gli-albergatori/
    • Pagine Fan
    • Secondo me sono il miglior strumento di promozione su Facebook.
    • Stanno avanzando molto
    • Progetti a lungo termine
    • Possiamo fare di tutto, specialmente riuscire a raggiungere persone che non conosciamo ma con cui abbiamo interessi in comune.
    • Lanciare offerte speciali per i soli iscritti alla Pagina Fan
    • Dividere il nostro target. Ad esempio avendo un portale sull'Italia potremmo creare delle pagine Fan regionali e quindi inviare aggiornamenti mirati.
    • Gruppi
    • Senso di appartenenza
    • Si discute poco
    • Io li userei per sensibilizzare gli utenti su tematiche che abbiamo a cuore, quindi per sostenere iniziative. C'è stata una delibera del comune che ha influenzato negativamente il turismo nella zona?
    • Non sono un grande strumento di promozione, c'è un uso troppo superficiale.
    • Facciamo un test: a quali gruppi sei iscritto? Quanti te ne ricordi? A quali partecipi?
  • Case History 1. Struttura ricettiva Il caso: Essendo la zona da promuovere turisticamente vicino Roma, abbiamo puntato sulle “gite fuori porta”, pertanto abbiamo scelto come target questi profili: 1. Residenti a Roma 2. Età 30-50 3. Persone coinvolte o sposati/e 4. Persone che parlano italiano 5. persone a cui piace… Abbiamo comunque optato per “turismo” e “Roma”. Il badget giornaliero stabilito è stato di 1€. Il costo del clic (CPC) è stato di 0.08€ La pagina di destinazione della campagna è stata direttamente l’home page del sito. Probabilmente questo può essere stato un errore di valutazione, ma come test il fine non era solamente convertire ma anche capire le potenzialità di una campagna pubblicitaria su Facebook. Seguire le Case History per imparare http://www.webmanagement.it/2009/04/fare-marketing-su-facebook/
  • Risultati riscontrati. Abbiamo tenuto attiva la campagna con questi parametri, per circa 15gg, il risultato ottenuto è stato un accesso al sito proveniente da Facebook di circa 200 unici, con un numero costante di giornalieri esclusi i sabati. Prezzo totale della campagna: 13€ Numero di conversione (prenotazione di una struttura): 0 Singolare notare che nello stesso periodo, con il mio account di Facebook e le relazioni personali, hanno portato a circa il doppio di visitatori unici e 4 conversioni. A questo punto, sembra evidente la mia conclusione, la fiducia non viene dai bannerini che Facebook espone nella barra laterle, ma attraverso la personalizzazione e la relazione umana del messaggio che si vuole inviare. Seguire le Case History per imparare
  • Case History 2. Un bar: non ha un sito web, ora hanno una bella base utenti http://www.mauriziopetrone.com/blog/web-marketing-su-facebook/ Informati a cose fatte dell’iniziativa, a settembre, i titolari hanno stampato ed esposto nel bar gli screenshot con gli elenchi degli iscritti al gruppo: i frequentatori si riconoscono e sentono di far parte di una comunità di elite, che è inserita all’interno nella cerchia più ampia di chi frequenta il First, tra cui alcuni (ma non tutti) si conoscono da anni. Il locale premia i membri di Facebook offrendo il 10% di sconto su tutti gli scontrini, ed ascolta la loro voce, che si leva ora per orgnanizzare un raduno, ora per aprire un sondaggio. In meno di tre mesi si sono iscritte oltre 250 persone, a fronte dei circa 100 posti a sedere disponibili nel locale, e il trend è ancora in crescita. Il gruppo ha richiamato l’attenzione di diversi ex-frequentatori, riportandoli nel locale e permettendo a tutti di organizzare eventi ed incontri: la prima “pizzata del gruppo Facebook” è stata un successo! I gestori ora dispongono di una potente cassa di risonanza per promuovere le proprie iniziative. Il sistema funziona perché è interattivo, perché ci sono incentivi, e perché non nasce con intenti esclusivamente commerciali.
  • Facebook Adv
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1. Rendi Twitter una parte della tua vita online Nel tuo blog, in firma, in calce in email, negli altri social network. Ovunque c’è il tuo nome fai in modo che ci sia il link al tuo profilo Twitter. 2. Cerca gli account dei tuoi contatti Cerca le persone che conosci e già usano Twitter attraverso gli strumenti che Twitter stesso mette a disposizione. 3. Cerca gli argomenti Trova le twittate di tuo interesse usando la ricerca avanzata e tutte le sue opzioni più interessanti. In questo modo potrai trovare le persone che parlando dei temi che ti interessano, seguirle, rispondere. 4. Partecipa e comunica Twitter non è una chat. Pensalo come uno strumento di comunicazione “aperta”, partecipa rispondendo alle domande degli utenti interagendo con loro, facendo domande, coinvolgendo le persone nei tuoi progetti ed iniziative. http://blog.giorgiotave.it/index.php/twitter-consigli/
  • 5. Guarda la lista degli altri Per trovare persone con i tuoi stessi interessi, una volta che hai deciso di seguire una persona, controlla nei suoi contatti se ci sono persone che conosci o che hanno i tuoi stessi interessi. 6. Fuori da Twitter Quando leggi un blog interessante, segui uno status su Facebook, ricevi un’email, controlla se la persona dichiara di essere su Twitter. 7. Segui solo chi ti interessa Mi raccomando però, segui solo le persone che realmente ti interessano e non aggiungere 34723984723 persone con la speranza che loro poi aggiungano te. Twitter è molto utile sia per farsi leggere, che per leggere. Aggiungendo tante persone non riuscirai a seguire le cose interessanti che hanno da dire. 8. Discuti di Twitter su Twitter Quando parli di tuoi interessi, non tutte le persone che ti seguono possono essere interessate. Se invece parli di Twitter, sono tutti interessati all’argomento. Quindi se hai idee, argomenti, domande o altro…twitta! http://blog.giorgiotave.it/index.php/twitter-consigli/
  • 9. @, Direct Messages, Favorites Non ti limitare ad un uso semplice dello strumento. Rispondi, invia messaggi diretti per comunicazioni private e aggiungi ai favoriti i migliori tweets che leggi in giro. 10. Usa sempre lo stesso avatar E’ importante usare sempre lo stesso avatar in tutti i posti dove ne usi uno, in modo da aumentare il tuo “brand”. Se è la tua faccia è meglio, alle persone piace sapere con chi stanno parlando. 11. Trova le applicazioni Usa http://twitdom.com/ per trovare le applicazioni che possono servirti per migliorare l’uso che fai di Twitter. E se sei in grado…sviluppale ;-) 12. Dai qualcosa di speciale a chi ti segue Offri qualcosa di speciale a chi ti segue su Twitter, questo aumenterà sia la tua visibilità sia la tua reputazione. 13. Partecipazione ad eventi Se sei ad un evento interessante per chi ti segue, potrebbe essere utile fare Live MicroBlogging attraverso Twitter. http://blog.giorgiotave.it/index.php/twitter-consigli/
  • 14. Dai valore ai tuoi Tweets Quando posti su Twitter argomenti interessanti, offri qualcosa di realmente importante agli utenti. Informazioni che non possono trovare da nessuna altra parte. 15. Usa un’immagine di sfondo per il tuo profilo Inizia a muoverti nei meandri dello sfondo del tuo profilo. Prova con http://www.mytweetspace.com/ 16. Twitter Mobile Usa Twitter dal cellulare, se ci riesci. Ecco qui 20 applicazioni per Twitter con tanto di descrizione. 17. Statistiche su di te e su gli altri Usare http://tweetstats.com/ può aprire la mente. Offre statistiche interessanti su un singolo utente, i trends, gli usi e replies. 18. Crea sondaggi Creare dei sondaggi e coinvolgere le persone è un modo molto interessante per invogliare le persone a discutere con te. Usa http://twtpoll.com/ :-) http://blog.giorgiotave.it/index.php/twitter-consigli/
  • 19. Seguimi http://twitter.com/giorgiotave :D Nel post in alto nel mio blog ho raccolto altri post su Twitter: 1. Utlizzare Twitter sul sito dell’Hotel, 4 suggerimenti 2. Twitter è uno strumento per blogger e webmaster? 3. Quali URL passano su Twitter? 4. Twitter: come utilizzarlo per fare marketing 5. Tool e Plugin per Twitter: guida completa 6. I 26 migliori client per Twitter per Win, Mac e Linux 7. Ha Senso Usare Twitter Per Promuovere i Tuoi Contenuti? 8. Il futuro del giornalismo è arrivato, chi non è pronto scenda adesso 9. Come aumentare i tuoi contatti su Twitter 10. Twitter: a cosa serve Twitter e come usare Twitter 11. Il Mio Decalogo per Twitter 12. Layout avanzati per Twitter 13. Twitter può cambiarti la vita 14. Twitter, io, le persone e le aziende 15. Guida al marketing su Twitter http://blog.giorgiotave.it/index.php/twitter-consigli/
  • 1. Iniziare il Tweet con le parole chiave che vi interessa posizionare su Google. 2. Per posizionare l'account di Twitter su Google è importante inserire le parole chiave dentro Name che trovate dentro Settings 3. Per cercare di sapere quali Tweet Google vi ha indicizzato, basta cercare site:http://twitter.com/vostroaccount 4. Con un Name corto Google darà più valore alle parole chiave che inserirete all'inizio dei vostri Tweet 5. Quando collegato a FriendFeed può avere dei Tweet nei risultati supplementari. Su Google usciranno i post di FriendFeed 6. Bing indicizza Twitter dando una rilevanza importante. Per ora è limitato a "pochi" account http://twitpic.com/bfvei 7. Attualmente su Twitter c'è il nofollow per i link esterni. Ma i Tweet possono finire in siti dove il nofollow non c'è 8. In futuro è molto probabile che Google, dia importanza ai link Twittati e ReTwittati, anche se c'è il nofollow 9. La Biografia può avere 160 caratteri. Sfruttateli bene per descrivere il profilo con parole correlate al nome che avete scelto Twitter & SEO
  • 10. Inserendo gli ultimi Tweet fatti nei propri siti/blog è possibile aumentare la link popularity per ogni singolo Tweet 11. Per aumentare il RT dei Tweets, cerca di non usare 140 caratteri, perchè con il RT superano il limite e alcuni ci rinunciano 12. Per agevolare il RT, un Twett dovrebbe essere lungo 140 caratteri meno 4, meno il numero di lettere del nick 13. Segnalando qualcosa su Twitter consiglio di incuriosire realmente gli utenti, coinvolgendoli ed interagendo con loro. Altri consigli qui. 14. Per scoprire quanto un utente è considerato da chi usa Twitter, cerca su Google: site:http://twitter.com/ @nomeutente 15. In home (in basso a destra) controlla "Trending Topics" ed usa le stesse parole se parli di quegli argomenti Twitter & SEO
  • 16. Se hai domande sull'uso di Twitter, non esitare a chiedere nella sezione dedicata http://www.giorgiotave.it/forum/twitter/ 17. Per cercare argomenti o tweet interessanti usa http://tweetmeme.com/ http://twitturly.com/ o http://www.twittl.com/ 18. Per aumentare la popolarità di un account Twitter, scrivi articoli su Twitter nel tuo blog o in altri blog, e poi linkalo 19. Statistiche su account Twitter qui: http://tweetstats.com/ . Su account FriendFeed qui: http://www.feedstats.info/ Twitter & SEO
  • http://hootsuite.com/
  •  
  •  
  •  
  • Su FriendFeed possono nascere discussioni realmente interessanti, questa ad esempio è una delle ultime che ho seguito, si parla dell'uso poco accurato dei Gruppi di Facebook. Ma ce ne sono tantissime altre. http://friendfeed.com/pandemia/11af9f30/lasciamelo-dire-pi-giro-per-i-gruppi-popolari-in
  • Il servizio è ancora in Beta. Un unico account per tutti i nostri servizi (per ora Social, Forum, Directory). Possibilità di avere un sottodominio proprio dove poi contenuti che siano indicizzati sui motori di ricerca (blog, foto , video, gruppi, discussioni, sondaggi, annunci). In questo modo è possibile riuscire a creare un profilo tematico e poi posizionarsi su Google e altri motori di ricerca, indicizzando contenuti che in altri Social è difficile raggiungere.
  •  
  • Ci sono tanti altri Social, da Linkedin a Flickr e tanti minori ma molto specifici (cani, alla pesca, ect). Oggi si parla molto di conversazione, ma guai a perdere di vista il ROI ed il Target. E' possibile fare molto con i Social e quando integrati bene con il nostro progetto web possono essere un valido supporto alle nostre iniziative. Bisogna saper ascoltare. Ad esempio per il lancio del sito dei gt study day ho usato i Social per un test, mi sono arrivati via Twitter, FriendFeed e Facebook una serie di feedback ed errori che abbiamo corretto prima di lanciare la campagna marketing. Però bisogna stare molto attenti perchè per usarli bene e curare i vari profili ci vuole tempo e quindi prima di lanciarsi a testa bassa è bene riuscire a ragionare prima su tutto il Web Marketing del nostro progetto.
  • Grazie ;-) Mio Blog: http://blog.giorgiotave.it/ Cercate Giorgiotave nei Social ;)