Regno unito turismo

921 views
658 views

Published on

Cenni storici e risorse turistiche del Regno Unito

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
921
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Regno unito turismo

  1. 1. Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda del Nord Cenni storici e risorse turistiche
  2. 2. Popolazione 60.441.457 Galles 2.938.000 Inghilterra 49.855.700 Irlanda del Nord 1.702.600 Scozia 5.057.400 Superficie 244.110 kmq
  3. 3. Cenni storici per immagini
  4. 4. Il più celebre monumento megalitico dell'antica Britannia, Stonehenge, fu costruito in tre fasi, dal 3200 al 1000 a.C. Era composto da cerchi concentrici di enormi pietre squadrate, e le sue rovine testimoniano la straordinaria abilità tecnica raggiunta dagli uomini del Neolitico.
  5. 5. Il complesso monumentale di Stonehenge, il più celebre e imponente dell'età neolitica in Europa, era costituito da giganteschi triliti disposti in circolo intorno a un altare centrale. La funzione che esso svolgeva presso le popolazioni preistoriche è tuttora ignota agli archeologi: una delle ipotesi più accreditate è che Stonehenge fosse un sito di osservazioni astronomiche o un tempio in cui avevano luogo rituali religiosi in coincidenza con particolari momenti dell'anno, come i solstizi e gli equinozi
  6. 6. La Britannia celtica era popolata da un gran numero di tribù, ciascuna stanziata su un territorio ben definito. Grazie agli storici latini, tra cui Strabone, Giulio Cesare e Diodoro, i nomi delle diverse tribù ci sono noti, ma solo in forma latinizzata.
  7. 7. Nei pressi di Dorchester, nel Dorset, si trova la struttura di una fra le più interessanti fortificazioni preistoriche della Gran Bretagna. Si tratta di Maiden Castle, utilizzato come roccaforte a partire dal 500 a.C., ed espugnato dai romani nel 43 d.C. L'abitato originario, circondato da imponenti bastioni e provvisto di due entrate laterali, era composto da capanne circolari, magazzini e luoghi di culto. Il suo accesso era consentito da una articolata rete stradale. Questo scudo venne recuperato dalle acque del Tamigi, a Battersea, presso Londra, nel 1857. I suoi intarsi a spirale, in bronzo e smalto, sono tipici dell'arte celtica. Armi, armature e oggetti di uso comune presentano analoghi motivi decorativi
  8. 8. Il Vallo è un sistema di fortificazioni fatto erigere nell'Inghilterra settentrionale dall'imperatore Adriano intorno al 122 d.C. Costellato nell'antichità da fortezze e torri di guardia, serviva a difendere i territori romani della Britannia dalle incursioni dei pitti, stanziati in Scozia.
  9. 9. Statua di Guglielmo il Conquistatore conservata nella cattedrale di Wells, nel Somerset. Guglielmo duca di Normandia si dimostrò valente condottiero durante le guerre combattute contro il re francese Enrico I nel 1054 e 1058. Nel 1066, sbarcò in Inghilterra determinato a reclamare il trono che gli spettava di diritto. Sconfitte nella battaglia di Hastings le forze sassoni comandate da Aroldo di Wessex, si insediò sul trono come primo re normanno.
  10. 10. Arroccato sulle scoscese e suggestive bianche scogliere che dominano il porto, il castello di Dover fu costruito nel Medioevo dai Normanni di Guglielmo il Conquistatore sul sito di una fortificazione preesistente.
  11. 11. La splendida cattedrale normanna di Norwich fu costruita con pietre importate direttamente da Caen, in Normandia. Nel 1095 il sito venne occupato da un gruppo di monaci benedettini, che costruirono l'edificio nel corso dei 50 anni successivi. Lo stile della cattedrale è rimasto sostanzialmente normanno, anche se nella seconda metà del XV secolo al complesso originario furono aggiunte delle guglie gotiche che danno un tocco di leggerezza all'austero edificio romanico.
  12. 12. La copia manoscritta della Magna Charta, conservata nella cattedrale di Lincoln, porta il sigillo (al centro in basso) e lo stemma (al centro in alto) del re Giovanni Senzaterra, che sottoscrisse il documento nel 1215. La Charta, che regolava i rapporti fra la monarchia e l'aristocrazia, definiva i limiti del potere del re, affermava il diritto degli uomini liberi di essere giudicati da una giuria di propri pari in un equo processo e tutelava l'individuo contro l'arresto arbitrario e la privazione dei beni.
  13. 13. Durante il suo lungo periodo di regno, Enrico VIII rafforzò l'autorità monarchica e l'unità nazionale. Autentico sovrano rinascimentale, si circondò di uomini di cultura e di artisti, fra cui il pittore tedesco Hans Holbein il Giovane, che dipinse numerosi ritratti del re e della sua famiglia. Enrico facendo approvare dal Parlamento l'Atto di supremazia (1534) si fece proclamare capo supremo della Chiesa d'Inghilterra, sancendone il distacco da quella di Roma
  14. 14. Figlia di Enrico VIII e di Anna Bolena, Elisabetta I fu regina d'Inghilterra dal 1558 al 1603. Il dominio della sovrana segnò un'epoca di prosperità, di vittorie militari, di grande fioritura artistica; l'era elisabettiana viene ricordata come uno dei più grandi e importanti periodi della storia inglese.
  15. 15. Nel 1588 l'Invincibile Armata, la flotta militare spagnola, fu distrutta dalle navi da guerra della Marina inglese. Costretti a tagliare i cavi, perdendo così le ancore, gli spagnoli dovettero fuggire verso nord, doppiando la punta estrema della Scozia.
  16. 16. Costituitosi a partire dal XVI secolo, in seguito alle grandi esplorazioni geografiche, quello britannico fu il più esteso impero coloniale. Tra la fine del XIX secolo e gli inizi del XX raggiunse la sua massima potenza e i suoi territori erano sparsi per tutti i continenti.
  17. 17. Costituita nel 1600, la Compagnia britannica delle Indie Orientali si assicurò, grazie alle navi della marina mercantile e alle numerose stazioni commerciali in tutti i continenti, il monopolio degli scambi con l'Asia, l'Africa e l'America. Nel Settecento acquisì anche potere politico, ma all'inizio dell'Ottocento, perduto il monopolio del commercio con l'India, la Compagnia conobbe un graduale declino che si accentuò quando, nel 1857- 1858, le rivolte in India persuasero il governo di Londra ad assumere direttamente l'amministrazione del paese. La Compagnia cessò la sua attività nel 1874. L'illustrazione mostra una veduta di Port St George a Madras (India)
  18. 18. Nel 1868 l’artista francese Gustav Doré si recò a Londra, per studiarvi gli effetti della rivoluzione industriale sull’organizzazione sociale britannica e sulla condizione delle classi lavoratrici. In pochi decenni l’industrializzazione aveva ridisegnato il volto delle città britanniche, i cui suburbi pullulavano di migliaia di persone strappate alla vita dei campi. Doré rimase vivamente scosso dalle condizioni di estrema miseria in cui viveva la gran parte dei lavoratori dell’industria, traendone spunto per le xilografie (1876).
  19. 19. Il ponte in ferro sul fiume Severn, costruito il 1777 e il 1779, fu un notevole successo dell'ingegneria dell'epoca ed è un simbolo della rivoluzione industriale inglese. Per conservare il ponte, minacciato dal progressivo avvicinarsi delle sponde, è stata realizzata una soletta di calcestruzzo che le mantiene distanti
  20. 20. Inghilter ra
  21. 21. La famose "bianche scogliere di Dover", nell'Inghilterra meridionale, contea di Kent, spiccano durante la navigazione nel canale della Manica. Sono composte da rocce sedimentarie originatesi da enormi accumuli dei gusci calcarei dei foraminiferi, organismi unicellulari appartenenti ai protisti.
  22. 22. Una suggestiva veduta della costa della Cornovaglia presso Land's End, l'estremità sudoccidentale della Gran Bretagna. Il luogo costituisce una delle numerose attrattive turistiche della regione.
  23. 23. Il corso del fiume Avon attraversa l'Inghilterra centrale per 154 km. Il fiume, percorribile con battelli, attraversa la città di Bidford-on-Avon.
  24. 24. Una suggestiva veduta del lago Grasmere, nel Lake District, nell'Inghilterra nordoccidentale. Circondato da fitte foreste e fertili pascoli, il Grasmere, come gli altri numerosi laghi situati in questa regione, è di origine glaciale.
  25. 25. Il Parco nazionale Peak District, il primo parco nazionale istituito in Gran Bretagna, è situato tra Manchester e Sheffield, e include i vasti altipiani di brughiera della contea dello Staffordshire. Una fitta rete di sentieri permette di effettuare gradevoli passeggiate a piedi o a cavallo all'interno del parco.
  26. 26. Residenza principale della famiglia reale inglese, il castello di Windsor è ubicato su una collina lungo il Tamigi, a ovest di Londra. Venne fondato da Guglielmo il Conquistatore intorno al 1070, ma il suo assetto odierno risale al XIX secolo.
  27. 27. La prestigiosa Università di Oxford, la più antica della Gran Bretagna, è costituita da una federazione di 36 college, ciascuno dotato di struttura e attività proprie. Nella foto, l'All Souls College.
  28. 28. Fra il 1664 e il 1669, quando era docente di astronomia all'Università di Oxford, il celebre architetto inglese Christopher Wren progettò lo Sheldonian Theatre, a sinistra nella foto. Nell'edificio circolare, che vediamo sulla destra, si svolgono le cerimonie ufficiali della prestigiosa istituzione accademica.
  29. 29. La Oxford University è il più antico istituto di istruzione superiore del mondo anglosassone. Nelle università britanniche più rinomate, le cerimonie e i riti che fanno parte della tradizione accademica e studentesca, formatasi nel corso dei secoli, vengono tuttora fedelmente rispettate. I drappi di seta colorata che decorano le toghe degli studenti indicano le rispettive facoltà di provenienza.
  30. 30. Fondata nel XIII secolo, l'università di Cambridge è una delle più antiche e prestigiose istituzioni accademiche del mondo. Tra le maggiori personalità che vi compirono gli studi, si annoverano Charles Darwin, John Maynard Keynes, Oliver Cromwell e John Milton.
  31. 31. La cappella del King's College di Cambridge è l'unica sezione del collegio che sia stata interamente eseguita secondo il progetto stabilito da Enrico VI nel 1441. Ultimata verso il 1515, costituisce uno dei massimi esempi di architettura gotica in Gran Bretagna. Vetrate policrome e volte a ventaglio arricchiscono l'interno.
  32. 32. Fin dal Medioevo, Canterbury fu un importante centro religioso. Nella cattedrale della città venne ucciso nel 1170 l'arcivescovo Thomas Becket; la tomba dell'arcivescovo, poi divenuto santo, fu meta di pellegrinaggi dal XII al XVI secolo. Uno di questi pellegrinaggi fa da cornice ai Racconti di Canterbury, capolavoro della letteratura medievale inglese, scritto da Geoffrey Chaucer alla fine del XIV secolo. Oggi la città è sede del primate anglicano d'Inghilterra.
  33. 33. La cattedrale di Canterbury è uno dei più importanti esempi di architettura gotica in Inghilterra: costruita sul finire del XII secolo, è meta di pellegrinaggi perché vi sono conservate le reliquie di san Thomas Becket. Il luogo in cui il santo fu ucciso è contrassegnato da una lapide. Nella cattedrale è sepolto anche Edoardo del Galles, detto il Principe Nero, una delle figure più importanti della guerra dei Cent'anni.
  34. 34. Uno dei migliori esempi di gotico inglese, la cattedrale di Salisbury, venne costruita fra il 1220 e il 1260; gli archi rampanti e la guglia di transetto furono aggiunti nel XIV secolo.
  35. 35. Le terme romane sono le più spettacolari tra quelle che si trovano nella città termale di Bath, nell'Inghilterra sudoccidentale. Cadute in disuso in seguito al ritiro dei romani, rimasero sepolte per secoli finché furono portate alla luce e riattivate, nel 1755: fu allora che venne aggiunta la cosiddetta Pump Room, nella quale le persone si ritrovavano per fare conversazione e bere le acque terapeutiche pompate appunto dalla sorgente sottostante. Oggi dalla sorgente sgorga oltre 1 milione di litri d'acqua al giorno alla temperatura di 46 °C.
  36. 36. L'abbazia di Bath, eretta in una delle piazze del centro cittadino, è una delle meraviglie architettoniche della Gran Bretagna. La facciata occidentale (nella foto), reca sculture di angeli che ascendono al Paradiso lungo la scala di Giacobbe della tradizione biblica.
  37. 37. Il grande poeta e drammaturgo inglese William Shakespeare morì il 23 aprile 1616 e fu sepolto nella chiesa della Santa Trinità a Stratford-upon-Avon, sua città natale. L'epitaffio posto sulla lapide della tomba recita: "Buon amico, per amore di Cristo, non rimuovere la polvere che è qui racchiusa. Sia benedetto colui che rispetta queste pietre, sia maledetto chi rimuove le mie ossa".
  38. 38. Anne Hathaway sposò William Shakespeare nel 1582; nella foto, il suo cottage, situato alla periferia di Stratford-upon-Avon, città natale del poeta.
  39. 39. La città inglese di Chester vanta diversi esempi di architettura del passato, tra cui le case del periodo di Giacomo I (1603-1625) che si affacciano su Bridge Street. Sullo sfondo, la chiesa di St Peter.
  40. 40. Nel XIX secolo il porto di Liverpool era al secondo posto in Gran Bretagna dopo quello di Londra per importanza e per traffici di merci, che si svolgevano tutti nell'ampio estuario del fiume Mersey. Compreso tra la città, a nord, e la penisola di Wirral, a sud, questo tratto di fiume - lungo 32 km e largo circa 5 - è oggi sottopassato da due tunnel stradali e ferroviari che uniscono Liverpool a Birkenhead.
  41. 41. La cattedrale anglicana di Liverpool, progettata da George Gilbert Scott, fu iniziata nel 1904 e completata nel 1978. Questo edificio massiccio è costruito in pietra arenaria rossa, in un austero stile neogotico. Progettata nel 1953 dall'architetto Frederik Gibberd, la cattedrale cattolica di Liverpool fu consacrata nel 1967. Ha una base circolare, al centro della quale si trova l'altare, illuminato attraverso i vetri che lo sovrastano.
  42. 42. Il più attivo e poliedrico tra gli ex Beatles, Paul McCartney non ha mai smesso di comporre e di pubblicare dischi dopo lo scioglimento del gruppo nel 1970. Dopo un lungo periodo con i Wings, il musicista britannico ha continuato da solo o in collaborazione con diversi artisti, spaziando in generi diversi. Chitarrista dal suono inconfondibile, George Harrison compose e interpretò, con i Beatles, alcuni dei grandi successi del gruppo di Liverpool. Dopo lo scioglimento dei Beatles, nel 1970, Harrison proseguì la sua carriera come solista o in collaborazione con altri musicisti. Nel 1971 organizzò, con Bob Dylan ed Eric Clapton, il concerto per il Bangladesh.
  43. 43. York, una pittoresca cittadina dell'Inghilterra settentrionale, ha conservato ancora intatte le sue mura medievali. Quattro grandi porte dominano le principali arterie di accesso alla città; nella foto Micklegate, che sovrasta la strada diretta a sud.
  44. 44. Scozia
  45. 45. Un tipico scorcio delle Highlands, nella Scozia settentrionale. Quest'area, di formazione geologica piuttosto antica, è caratterizzata da numerosi rilievi e da un gran numero di laghi, a cui fa da cornice il desolato paesaggio della brughiera.
  46. 46. Le rovine di un castello dominano la riva orientale del lago di Loch Ness nelle Highlands scozzesi. È ciò che resta di un più grande castello scozzese, costruito nel XIII secolo e abbattuto nel 1692 per impedire che i sudditi scozzesi fedeli a Giacomo VII di Scozia (Giacomo II d'Inghilterra) se ne impadronissero.
  47. 47. Edimburgo, capitale e seconda città della Scozia, dopo Glasgow, sorge ai piedi delle colline del Pentland, nei pressi della costa meridionale di Firth of Forth. La città ha una grande importanza artistica e culturale: conserva infatti pregevoli edifici dell'epoca georgiana ed è sede del celebre Festival internazionale di Edimburgo.
  48. 48. La Georgian Charlotte Square, nel quartiere di New Town, a Edimburgo, fu progettata nel 1791 dall'architetto Robert Adam. Nella foto, una veduta del lato settentrionale della piazza.
  49. 49. Affettuosamente chiamata dagli abitanti Auld Reekie ossia "la vecchia puzzolente", a causa del fumo che un tempo fuoriusciva dalle migliaia di comignoli della città, Edimburgo possiede un ricco patrimonio architettonico e culturale. Capitale della Scozia e capoluogo della regione del Lothian, ospita fra l'altro lo Scottish National Museum, lo Scottish National Zoological Park e la National Gallery of Scotland. I giardini di Princes Street (nella foto), che è il cuore della città nuova e la principale arteria sulla quale si aprono numerosi negozi, la separano dall'imponente Edinburgh Castle e dalla città vecchia.
  50. 50. Una veduta del castello di Edimburgo, che si erge sulla sommità di uno dei colli cittadini. Al castello appartengono strutture architettoniche risalenti a epoche differenti. La più antica è la St Margareth Chapel, risalente al XII secolo; seguirono la David's Tower (1368), la Constables Tower e la St Mary's Church (XV secolo).
  51. 51. In Scozia, accanto alle grandi distillerie industriali, esistono ancora piccole distillerie artigianali. Come è noto, la Scozia è uno dei più importanti paesi produttori di whisky del mondo. Nella foto, la distilleria di Strathisla, la più antica della Scozia settentrionale.
  52. 52. Del tipico tessuto scozzese in lana a quadri chiamato tartan esistono moltissime varietà che si distinguono per motivi e per colori. Originariamente ogni tipo di tartan era associato a un clan o a un distretto; oggi gli indumenti realizzati con questo tessuto vengono indossati soprattutto in occasioni formali
  53. 53. Le Cuillin Hills sono il rilievo più elevato dell'isola di Skye, nell'arcipelago delle Ebridi, situato nell'oceano Atlantico, a ovest della Scozia.
  54. 54. La regione amministrativa scozzese delle Western Isles è formata dal gruppo insulare delle Ebridi Esterne. Le isole dell'arcipelago sono disseminate di piccoli laghetti, chiamati localmente lochs, come quello qui raffigurato.
  55. 55. L'isola di Staffa si trova al largo della costa nordoccidentale della Scozia, e fa parte del gruppo delle Ebridi Interne. L'isola è ricca di grotte marine: a destra nella foto si nota l'ingresso della grotta di Fingal, scavata dal mare milioni di anni fa in una colonna di basalto formata da lava vulcanica. L'atmosfera mistica e misteriosa di questa cattedrale di roccia ha condotto a Staffa molti illustri visitatori, tra cui il poeta John Keats, oltre al pittore J.M.W. Turner.
  56. 56. L'insediamento neolitico di Skara Brae, nelle isole Orcadi, fu scoperto nel 1850, quando una violentissima tempesta rimosse parte della sabbia che aveva tenuto sepolte e nascoste le rovine per circa cinquemila anni. La prima campagna di scavi, condotta negli anni Venti del Novecento. Sebbene il villaggio fosse stato fondato lontano dal litorale, oggi, a causa dell'erosione costiera, il mare si è avvicinato moltissimo e minaccia la conservazione dei resti archeologici.
  57. 57. Le isole Shetland si trovano nell'oceano Atlantico, a nord-est della Scozia. Delle 100 isole che compongono l'arcipelago, solo 19 sono abitate. La popolazione locale è occupata perlopiù nell'allevamento del bestiame, in particolare di pecore e cavalli.
  58. 58. Galles
  59. 59. Nel verdeggiante paesaggio gallese, fra pascoli e brughiere, è possibile imbattersi in antiche costruzioni e suggestive rovine. Nella foto sono ripresi i resti di un castello del XII secolo, circondato da una cinta di mura, attorno a cui è cresciuto il villaggio di Skenfrith. Sorge nel Galles sudorientale, una delle aree più fertili di questa regione della Gran Bretagna.
  60. 60. Il massiccio dello Snowdon, citato nelle leggende di re Artù, è composto da cinque cime principali disposte a forma di stella. A un'altitudine di 1.085 m, la vetta principale è la più alta del Galles. I picchi sono connessi tra loro da affilate dorsali, risultato della potente azione dei ghiacciai. Situato entro i confini del Parco nazionale Snowdonia, il massiccio è accessibile agli alpinisti attraverso numerosi sentieri o per mezzo di una ferrovia che lo percorre fino alla sommità.
  61. 61. Edificato nel XII secolo, il castello di Cardiff è oggi al centro di un parco cittadino. Nel corso dell'Ottocento al corpo principale del castello vennero apportate cospicue modifiche interne, ispirate al gusto esotizzante di moda all'epoca: famosa era la Sala Araba, concepita come la stanza di un harem, dalla ricca decorazione in lapislazzuli.
  62. 62. Questi edifici ai piedi di un mucchio di detriti carboniferi erano un tempo abitati dalle famiglie dei minatori di Mountain Ash, centro di estrazione del carbone del Galles centromeridionale. Avviata nell'Ottocento e molto florida sino agli anni Sessanta del Novecento, negli ultimi decenni l'attività di estrazione del carbone, tra le principali risorse minerarie del paese, ha conosciuto una pesante flessione e molti dei villaggi minerari sono ora disabitati.
  63. 63. Una miniera di carbone del Galles; in questa regione si estrae il 10% del carbone prodotto dalla Gran Bretagna. Le attività commerciali e industriali sono alla base dell'economia del paese; numerosi centri abitati si sono sviluppati attorno ai giacimenti minerari e ai centri di produzione dell'energia, che forniscono le materie prime per le industrie.
  64. 64. Un allevamento di ovini vicino al piccolo villaggio di Llanuwchllyn, sulle alture del massiccio di Snowdon, nel Galles nordoccidentale. La qualità zootecnica di questo stato britannico è stata riconosciuta dall'Unione europea nel luglio 2003 con l'attribuzione del marchio IGP all'agnello gallese ("welsh lamb"). Il sistema di controllo della filiera produttiva, applicato dagli ovinicoltori gallesi, è denominato FARM (Farm Assured Welsh Livestock), e garantisce uno standard particolarmente elevato.
  65. 65. Il castello di Caerphilly (15 km a nord di Cardiff) è il maggiore del Galles, e il secondo nel Regno Unito dopo quello di Windsor.
  66. 66. Irlanda del Nord
  67. 67. Un piccolo villaggio sulla costa del canale del Nord, nella contea nordirlandese di Antrim. Alle sue spalle si elevano le Antrim Mountains, rilievi collinari che sorgono su un antico altopiano basaltico coperto di brughiere e di torbiere, che si affaccia sul mare con le sue coste altissime e spettacolari
  68. 68. Secondo la leggenda, le colonne di basalto di questa suggestiva formazione geologica sarebbero i gradini di pietra usati da alcuni giganti mitologici per attraversare il mare dall'Irlanda alla Scozia. In realtà la Giant's Causeway ("selciato del gigante") si è generata per raffreddamento e contrazione di materiale lavico.
  69. 69. Il 30 gennaio 1972, nel corso di quella che venne poi denominata la Bloody Sunday (domenica di sangue), le truppe britanniche aprirono il fuoco contro una folla di manifestanti provocando 13 morti. Nella foto, un momento degli scontri tra manifestanti e polizia.
  70. 70. Sui muri dei quartieri popolari di Belfast e delle altre città dell'Irlanda del Nord campeggiano grandi murales. Nella foto a sinistra un murales che invita a votare per il Sinn Féin, la componente politica più radicale del movimento repubblicano nordirlandese, vicina all'Esercito repubblicano irlandese (IRA); a destra un murales dell'Ulster Volunteer Force, una delle formazioni paramilitari della comunità protestante e unionista.
  71. 71. Alla fine del 1993 il premier britannico John Major aprì la strada a un accordo politico sull'Ulster tra Londra e Dublino. Pochi mesi dopo, l'IRA, l'Esercito repubblicano irlandese, proclamò una tregua incondizionata che consentì l'inizio delle trattative tra i governi di Londra e di Dublino e i rappresentanti delle due comunità nordirlandesi: quella protestante unionista e quella cattolica repubblicana. Tra i protagonisti della ripresa del dialogo vi fu Gerry Adams, presidente del Sinn Féin. Nella foto, Adams durante un meeting del suo partito dopo l'annuncio della tregua. Lo striscione nero alle sue spalle esorta a operare per la pace, dopo 25 anni di drammatico conflitto civile.
  72. 72. Firmato il 10 aprile del 1998 a Belfast, l'accordo del Venerdì Santo: patto tra i governi inglese, irlandese e gli otto partiti politici dell'Irlanda del Nord che avevano partecipato alle trattattive. Il mese successivo l'accordo venne approvato a larga maggioranza da un referendum svoltosi contemporaneamente nell'Irlanda del Nord e nella Repubblica irlandese. Nella foto, il primo ministro Tony Blair e il primo ministro irlandese Bertie Ahern firmano l'accordo.

×