• Like
Farsi in quattro n 6  ottobre 2010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

Farsi in quattro n 6 ottobre 2010

  • 430 views
Published

 

Published in News & Politics
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
430
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. F in arsi 4 farsin4@gmail.comN. 6ottobre 2010 PER ZONA QUATTROBONIFICHE SANTA GIULIA IL PUNTO DELLA SITUAZIONEA seguito delle indagini per le presunte irregolarità nella bonifica dell’areaSanta Giulia, il 19 luglio 2010 la Pro- da è posta a una profondità di circa 6-7 metri, scorre solo nell’area Montedison e per l’orografia di Milano si dirige in pescata nelle tre centrali Martini, Ovi- dio e Linate che si trovano tutte a monte dell’area Montedison, pescano dalla se-cura di Milano ha emesso una richiesta direzione sud-est verso Peschiera Bor- conda falda, posta dai 50 ai 100 metri didi sequestro cautelare preventivo per romeo; non si sono quindi riscontrati profondità, e dotate di trattamento ai car-l’area di Rogoredo Santa Giulia non an- pericoli di inquinamento dell’aria. Le boni attivi, specifici per eventuali conta-cora edificata. A seguito di ciò nei giorni analisi effettuate sulla prima falda, po- minazioni chimiche. Vari controlli sonosuccessivi si è parlato di inquinamento sta a 30 metri di profondità, riscontrano stati fatti sull’”acqua al rubinetto” daigrave dell’acqua erogata alle abitazioni, un inquinamento del tutto simile a quel- residenti e dal consorzio cooperative, dadi inquinamento del terreno sottostante lo esistente in tutta Milano e non risulta luglio 2010 ad oggi, e sempre i risultatil’area di Santa Giulia edificata dal 2008 contaminato dagli inquinanti della falda delle analisi sono risultati ampiamentee di possibile inquinamento dell’aria. In sospesa. nella norma. Inoltre MM da luglio 2010realtà la situazione non è “pulita”, ma L’acqua erogata alle abitazioni in effettua un controllo settimanale sullanemmeno così tragica come è stata de- tutta Rogoredo (e a Milano) è assolu-scritta, analizziamola punto per punto. tamente potabile e non inquinata; viene continua alla pagina seguenteL’area del progetto Santa Giulia po-sta sotto sequestro cautelativo è quella anord-est di Rogoredo, relativa all’anticaoccupazione della Montedison e NONancora edificata. Gli illeciti gravi, glisversamenti di terra inquinata e di pro-venienza sconosciuta riguardano SOLOquest’area. Per la precisione concerno-no i terrapieni lungo la tangenziale est,i riempimenti di alcune buche sparse ealcuni sversamenti sulle colline fonoas-sorbenti lungo la Paullese. Quest’areaera stata bonificata totalmente negli an-ni ’90, con relativa certificazione, dal-le proprietà precedenti con la tecnica“all’olandese”, cioè con scavi multiplie la creazione delle colline suddette; erastata messa in sicurezza e monitoratacostantemente dalle stesse, fino alla ces-sione a Risanamento nel 2006. Dagliatti della Procura sembra che a partireda quel momento tali controlli siano ve-nuti a mancare e ci sia stato un riportoillegale di terra inquinata, con conse-guente danneggiamento e inquinamentodella falda acquifera sospesa; tale fal- Ecco come si presenta oggi il famoso fiore all’occhiello (S. Giulia) della giunta di destra di Milano. NOTIZIE A CURA DEL PARTITO DEMOCRATICO DELLA ZONA 4 1
  • 2. Santa Giulia: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE lavori di edificazione delle fondamenta, giustamente andare a fondo e prima di rendendo quindi impossibile l’eventuale dissequestrare anche una sola porzionecentrale Martini (la più vicina all’area riporto illecito di materiali inquinanti. di area vuole la certezza dell’avvenutainquinata) e ne pubblica il risultato Inoltre, secondo le analisi che ARPA e bonifica secondo “norma”.sul sito www.metropolitanamilanese.it i periti del tribunale hanno fatto negli Per concludere, ad oggi Comune, Pro-sotto la voce “Informazioni sull’acqua ultimi 6 mesi tale area NON presenta vincia, Regione e Arpa hanno chiestopotabile a Santa Giulia”. nessun inquinamento di tipo ambienta- a Risanamento, che ha accantonato 80Per quanto riguarda l’area sud per- le. Il sequestro preventivo emesso a ca- milioni per eventuali interventi, di effet-tinente le Acciaierie Redaelli, Santa rico dell’area da edificare prospiciente tuare un’analisi a tappeto di tutte le areeGiulia Montecity edificata tra il 2006 e Sky, del Parco Trapezio e del giardino sequestrate e preparare un piano di bo-il 2008 e concernente la zona compre- dell’asilo nido/scuola materna è dovuto nifica; Risanamento stessa ha incaricatose tra le vie del Futurismo, Pizzolpasso al riscontro in alcune aree di materiale di Arpa ed ERM di procedere alla carat-e Manzù, risulta bonificata secondo la riempimento non a norma, composto da terizzazione delle aree per poi definirelegge vigente 471 (molto restrittiva) materiali di risulta da cantiere (mattoni, un piano di intervento. Non c’è alcunae certificata nel 2006 dalla Dirigente piastrelle, cemento, laterizi vari); quindi indicazione sui tempi di realizzazioneBonifiche Ambientali del Comune di materiale NON pericoloso o inquinan- ma, sperando che non siano eccessiva-Milano Annalisa Gussoni insieme ad te, ma illecito. Le aree di conseguenza mente lunghi, continueremo a seguireArpa, Provincia e Regione. Immedia- non risultano “a norma” e per questo attentamente l’evolversi della situazione.tamente dopo la bonifica sono partiti i sono state sequestrate; il PM vuole Loredana Bigatti Non aprite quella porta LA POLITICA DELLA PAURA AL CORVETTOD a agosto si notano insoliti passaggi di vigili, polizia, finanza, esercitoin zona Corvetto e in corso Lodi fino in zona è stato ridotto a un terzo, man- cano gli insegnanti di sostegno. Ma le paure, spontanee o indotte, tappano gli e non c’è nessun taxi in giro. Preferiamo trovare tutto buio, nessuno a cui rivol- gerci, o vedere che ancora la città offreall’incrocio con viale Brenta: durerà occhi. All’assemblea in CdZ 4 su que- un volto umano? Siamo un’infermieraquanto la delibera Moratti, che ha este- sta ordinanza, il pubblico presente ha o una donna che torna tardi dalla curaso anche qui la chiusura anticipata dei chiesto entusiasta di prolungarla all’in- a un parente, che cosa chiederemmo alocali. La manovra appare strettamente finito. Roberto Poli del circolo Corvetto una “grande metropoli europea”? I lo-elettorale e di conio leghista. Lo dimo- e il consigliere PD Aldo Dall’Oro, in cali pubblici, anche fossero frequenta-stra il fatto che intanto i problemi annosi quel momento i soli a impostare un ra- ti da gente modesta di tutte le lingue,del quartiere non sono stati scalfiti; ci gionamento, sono stati investiti da un sono comunque una forma di controllosono famiglie (italiane) che da genera- putiferio. “Siamo invasi dagli stranieri sociale, una luce accesa dove rifugiarsizioni spacciano droga e gestiscono il e non si vive più, una volta la zona era in caso di necessità.racket delle occupazioni abusive, ben una bomboniera” (ma quando mai?), Molti gestori stanno facendo ricorsoda prima che arrivassero gli extracomu- gli hanno urlato contro, impedendo un contro l’ordinanza, che toglie lavoro enitari; hanno perfino picchiato un vigi- normale dibattito. manda a casa baristi e pizzaioli, in un pe-le, ma sono sempre là. Il poliziotto di Da parte nostra occorre una riflessio- riodo di crescente disoccupazione. Nellequartiere, quello che vorremmo vedere ne. Supponiamo di essere costretti, non periferie occorre integrazione culturale,sempre, è rimasto sulla carta, dato che importa per quale ragione, a percorrere incentivazione economica, controllo del-i vigili in città sono la metà del fabbi- queste vie dopo mezzanotte o l’una, la criminalità, un impegno paziente disogno. E intanto qualcuno ha tranciato quando anche le forze dell’ordine si ri- lunga portata che costa, ma serve più dile catene che chiudevano i divisori tra ducono a due soli e distanti posti di con- momentanee esibizioni repressive.i cortili dell’isola Mompiani-Polesine trollo; magari non abbiamo il telefonino Anna Kemenye ora gli affari loschi si spalmano in unlabirinto fuori dalla vista delle rondemotorizzate. Del resto neanche in via-le Padova, ha denunciato il consiglierecomunale del PD Andrea Fanzago, ilcoprifuoco ha impedito nuovi fatti didelinquenza.Il risanamento dovrebbe partire da unaiuto ai giovani e agli anziani, a cui pen-sa soltanto il volontariato. Le istituzioniinvece tagliano i fondi ed è alto l’allar-me, sottolinea il consigliere provincialePD Paolo Cova: la giunta Moratti non fanessun investimento per il sociale e perla scuola, ma si limita alla propaganda;lo stanziamento per il diritto allo studio2
  • 3. UN TEMPORALE...e la Milano dell’Expo NAUFRAGA miseramenteD a alcuni anni ormai i temporali di forte intensità sono un fenomenometeorologico che interessa sempre più degli argini e degli alberi che vi cresco- no accanto, delle chiuse e dei canali che ne consentono il prelievo delle acque. e box, bloccando ogni attività. Giunto sul posto il vicesindaco De Corato, si è limitato a costatare, per l’ennesimala nostra città, e la loro frequenza è in Così come vanno rispettati i bacini di volta, la gravità della situazione.costante aumento. Sono bastati alcuni esondazione, preziose valvole di sfogo Risposte concrete alle legittime aspet-giorni di pioggia intensa nella settima- naturali di cui i fiumi hanno bisogno, tative dei cittadini, stanchi di temerena ferragostana e il fiume Lambro ha pena le alluvioni di cui poi siamo i primi ad ogni temporale in arrivo, nemmenoallagato il Parco Lambro risparmiando, a lamentarci quando accadono. l’ombra. Al Consiglio Comunale di lu-questa volta per poco, l’abitato di Ponte La presenza ventennale di uno sche- nedì 20 non si è presentato nemmeno unLambro, di solito tra i primi, insieme a letro di albergo, costruito in occasio- assessore a spiegare l’accaduto, sia perNiguarda, ad essere interessato a feno- ne dei “mondiali 90”, è incompatibile la zona di Niguarda, gravemente colpi-meni alluvionali causati dalle piogge. con l’area golenale del fiume Lambro. ta dal nubifragio, sia per il quartiere diL’ondata di piena del Lambro, rimasta Lasciarlo in quelle pietose condizioni, Ponte Lambro, ancora una volta finitofortunatamente appena al di sotto degli o peggio pensare di cambiare la desti- sott’acqua. Brillava per l’assenza ancheargini, ha comunque allarmato gli abi- nazione dell’area invece di obbligare il sindaco Moratti, che ha dichiarato aitanti di via Camaldoli e Vittorini, e nella la proprietà ad abbatterlo, sarebbe una suoi collaboratori di essere “contrariatagiornata di ferragosto ha trasportato un scelta miope oltre che grave per l’inco- da tutti questi avvenimenti negativi”, egrosso albero che si è incagliato sotto lumità dei cittadini. a visitare Niguarda c’è andata 5 giornile arcate del ponte. Lunedì mattina sono Altrettanto per il sistema dei corsi d’ac- dopo, all’alba, per evitare l’incontro conarrivati i Vigili del Fuoco, attrezzati con qua sotterranei e delle nostre fognature, i cittadini del quartiere.una potente autogru e una squadra di che ancora sabato 18 settembre, a causa Nel frattempo mancano gli interven-sommozzatori, che hanno provveduto del forte temporale, è andato in tilt, cau- ti necessari per evitare le alluvioni: ila rimuoverlo. Il loro intervento è stato sando l’esondazione del fiume Seveso progetto per il raddoppio dello scolma-davvero encomiabile, e a loro va il no- e l’alluvione della zona nord della città tore di Nord Ovest viene continuamen-stro ringraziamento. Sarebbe stato evi- (oltre 70 milioni di euro di danni), men- te rimpallato tra Comune e Provincia,tabile, però, se la Regione, la Provincia tre in serata i tombini di via Vittorini a mentre quello dello scolmatore di Norde il Comune si fossero dotati di adeguati Ponte Lambro sono letteralmente saltati Est gira nei cassetti di Palazzo Marinostrumenti per la tutela e il controllo dei per aria, e l’acqua ha nuovamente in- da una decina d’anni.nostri fiumi: sullo stato del loro alveo, vaso il quartiere, allagando scantinati Claudio De BiaggiUn grosso tronco d’albero che si era incastrato sotto il ponte in località Ponte Lambro 3
  • 4. ! ... anche il PD parla di Scuola lm e nte!! fina pubblica ai primi posti del programma dell’opposizione esprimendo in modo comuni e dai comuni alle zone, ci è stato risposto. netto e preciso la nostra posizione per Come se il sindaco non si chiamasse una scuola di qualità, per una scuola per Moratti e il Presidente del ConsiglioD opo mesi passati ad occuparsi del rinnovo degli organismi nazionalie locali, per quello che riguarda Milano tutti senza distinzioni di razza e di clas- se, una scuola che abbini studio e labo- ratori, che investa realmente sul merito. Berlusconi… Sarebbe ora che questi signori si assu- messero le responsabilità dei danni chee provincia, il PD ha finalmente trovato Purtroppo anche a fronte di 8 miliardi fanno. Dopo le nostre proteste e quelleun assetto stabile e la differenza, per chi di euro tagliati, anche perpetrando il dei Dirigenti la cifra a nostra disposi-come me si occupa del tema scuola, è più grande licenziamento di massa di zione è stata rivista e portata a 60.000stata subito tangibile. lavoratori precari mai fatto al mondo, euro, che distribuita ad ogni Istituto faIn tutti i miei interventi avevo spesso la scuola anche quest’anno riaprirà i circa 5 euro ad alunno.sottolineato la distanza tra la base e i battenti. Sogno un giorno di poter scrivere unnostri dirigenti nazionali, spesso si dava Grazie al grande senso deontologico e articolo in cui parlo delle eccellenzel’idea di un partito che faceva fatica a la sconfinata passione degli insegnati della nostra scuola, per ora, con questeprendere una posizione chiara e decisa. “fannulloni”, grazie alle competenze di cifre noi genitori continueremo a porta-Durante i miei volantinaggi davanti al- Dirigenti “disfattisti”, saremo ancora in re carta igienica e sapone, fare fotocopiele scuole, in tanti mi rimproveravano grado di offrire un servizio seppur ridot- e pagare l’assicurazione.la perdurante assenza del nostro par- to, ma comunque ancora sufficiente a Vi immaginate voi una scuola con untito dalle lotte dei comitati spontanei garantire una parvenza di scuola. bel cartello appeso fuori che ne dichiaridi genitori, insegnanti e personale del Noi, non è questo quello che vogliamo. il fallimento??comparto scuola, nati per contrastare il Lo abbiamo detto con forza al dott. La lotta e la resistenza sono appena ini-disegno d’impoverimento della scuola Zanichelli, Presidente del Consiglio di ziate…pubblica del duo Gelmini-Tremonti. Zona 4, quando ci ha comunicato che i Massimiliano CamilliFinalmente ora vedo realizzate le mie fondi per il “ Diritto allo Studio” pas- Presidente Consiglio d’Istitutoaspettative: un segretario che inserisce savano da 166.000 euro a 29.000 euro!! Madre Teresa di Calcuttala difesa e la valorizzazione della scuola Colpa dei tagli operati dal Governo ai Referente scuola PD zona 4 Uno, due, tre... 100 PASSI DAL DUOMOS abato 11 settembre, al teatro Delfi- no di piazza Ovidio, Giulio Cavalliporta in scena il suo nuovo testo “A 100 politici fanno finta di non vedere: una Milano in cui la criminalità organizzata esiste da almeno un trentennio e che è fonderla tramite la sua arte in maniera capillare. Il compito di tutti è quello di non lasciarlo solo: finché il “silenzio”passi dal Duomo”, scritto in collabo- ormai totalmente presente in ogni attivi- non calerà su Giulio, non gli succederàrazione con il giornalista Gianni Bar- tà economica della nostra città. Accom- niente, se il “silenzio” calerà, allora labacetto, direttore di OMICRON, l’Os- pagnato sulla scena da un bravissimo mafia colpirà come la storia ci insegnaservatorio Milanese sulla Criminalità musicista qual è Gaetano Liguori, che (Ambrosoli, Falcone, Borsellino, ……).Organizzata. riesce a creare un’atmosfera sonora di Massimo LiguoriEntro nella sala ancora semi vuota, elevata intensità, Giulio Cavalli ci ri-incontro alcuni amici, parlo con loro. porta alla memoria la figura dell’avvo-Che gioia! Sono arrivate almeno 200 cato Giorgio Ambrosoli, un milanese,persone (pensavo che come al solito si assassinato da un sicario ingaggiato dalsarebbe presentata pochissima gente). banchiere siciliano Michele SindonaSta quasi per cominciare lo spettaco- nella sua (nostra) Milano in un giornolo e mia moglie mi dice: “Quelle due d’estate nel “silenzio” di una città vuota.persone ai lati della sala sembrano due “Silenzio” questa è la parola che Giulioguardie del corpo in borghese”. Sì, sono Cavalli ci ripete con cadenza regolare.proprio delle guardie del corpo. Ma di Anche la musica s’interrompe spessochi? Chi c’è di così importante in sala in lunghi silenzi. Il “silenzio” spiana lache ha la scorta a suo seguito? Un alto strada alla criminalità e ai suoi orribiliesponente di partito? L’amministrato- atti. “Silenzio” è molto più di una pa-re delegato di una grande società? No, rola, è molto più di mancanza di suonouna persona, una persona qualunque che e rumore. Giulio Cavalli interrompedietro ad una grande abilità recitativa questo silenzio facendo nomi e cogno-cela un uomo che, con un senso civi- mi. Esorta tutti a fare lo stesso. Giulioco altissimo, denuncia quello che tutti è stato ripetutamente minacciato per lanoi e soprattutto tutti gli amministratori sua denuncia e la sua capacità di dif-4
  • 5. La legge aurea delle PISTE CICLABILIRobert Metcalfe: chi è costui? E co- il numero di interruzioni (NI) sulla pista da traffico continua a colpire. Secon-sa c’entra con le piste ciclabili di e la formula risultante, che potremmo do uno studio dell’Università StataleMilano? Una cosa alla volta. Robert chiamare legge aurea delle piste cicla- coordinato dal Prof. Mannucci, muo-Metcalfe è considerato l’ideatore delle bili, diventa iono a Milano per inquinamento, cau-reti Ethernet, e per quanto ci interessa sato all’80% dalle auto, 160 personeha formulato una legge che stabilisce il valore di utilizzo = K ________ all’anno, una ogni due giorni a cui si valore di utilizzo =valore economico di una rete, definen- valore di utilizzo = (NI)2 – (NI) affiancano le affezioni e complicazionidone la crescita di tipo esponenziale polmonari più o meno gravi, asma edcon il numero di utenti (n) secondo Dove K è una costante che dipende, tra allergie varie. Come è noto a tutti, re-la formula: l’altro, dalla lunghezza della pista, dal sidenti a Milano e non, l’inquinamento numero di biciclette disponibili e dal da polveri sottili e da gas di scaricovalore economica di una rete = n2 – n colore della giunta. che affligge la città e la nostra zona,In una rete di telefonia mobile isolata, Se sulla pista ho un’unica interruzione, non è una condanna biblica, ma il pro-se c’è un unico telefono (n=1), il valo- quando sono arrivato, il valore della pi- dotto di una gestione sciagurata dellare economico, è uguale a zero: un solo sta ciclabile è massimo. Man a mano mobilità che aggiunto alle sfavorevolitelefono cellulare non serve a nulla. che aumentano le interruzioni lungo i condizioni geo ambientali, genera unaAll’aumentare del numero dei telefoni, percorso, allora il valore tende a calare, situazione prossima all’irrespirabilitàil valore della rete aumenta in modo più fino a diventare prossimo a zero, come dell’aria per almeno un terzo dei giorniche proporzionale. Interessante, ma co- sperimentano continuamente quelli che dell’anno.sa c’entra con le piste ciclabili tutto ciò? si avventurano lungo i quasi (?) cento Vorremmo che tutte le strade secondarieNel marzo di quest’anno il sindaco km di piste oggi esistenti a Milano. fossero trasformante in strade a sensoLetizia Moratti, a proposito del nuovo Cosa ci insegna Metcalfe? Che prima unico, e che le carreggiate non utiliz-piano sulle piste ciclabili, affermava: (o accanto) alla progettazione di nuo- zate, delimitate da apposite strisce di-“Questo Piano porterà Milano a rag- vi tratti ciclabili, sarebbe opportuno ventassero altrettante piste ciclabili, congiungere i 131 km di piste ciclabili. raccordare tra loro quelli esistenti. dispositivi a rastrelliera per posteggiareUna crescita importante che conferma Come? Utilizzando diversamente le e con le famose telecamere, che tantoMilano all’avanguardia nelle politiche strisce stradali, che l’attuale ammini- piacciono a questa amministrazione,di sostenibilità ambientale”. Roba da strazione utilizza quasi esclusivamente per colpire gli automobilisti che entranofare concorrenza a Reggio Emilia che per aumentare le zone di posteggio a nella zona riservata o come deterrentedetiene il primato in Italia con quasi 150 pagamento. Il famoso “paga e stai”, a possibili atti vandalici contro le bici-Km di piste. secondo la logica che basta pagare e clette posteggiate.Proviamo rivedere le affermazioni del far pagare per risolvere tutto, dalla mo- E’ una proposta che costa poco, e dop-sindaco alla luce della legge di Metcal- bilità ai condoni ai bilanci comunali. piamente vincente: per aumentare ilfe: basta assimilare un sistema di piste Così l’ecopass viene superato non se valore di utilizzo dei centinaio di chi-ciclabili ad una rete. In fondo si parla possiedi un auto che non inquina, ma lometri delle piste cittadine e per ridurredi rete viabile no? Sostituiamo al valore se paghi la tassa d’accesso. Per chi il traffico e l’inquinamentoeconomico l’interesse per l’utente e ad n può permetterselo. E l’inquinamento Antonio Zaoppo MESE DELLE CULTURA deoconferenza con dibattito via web i cui temi sono: La cultura si fa in...4 • In quale Milano ed in quale zona oggi viviamo; • I valori che creano cultura; D omenica 19 settembre si è aperta la seconda edizione del “Mese della cultura”, organizzata dal Consi- opere che sono state giudicate da una giuria e successivamente premiate. – il Festival Andino, a cura del Centro • In quale Milano ed in quale zona domani vivremo glio di Zona 4 in collaborazione con integrazione rappresentanza Comuni- e per ultima tutte le realtà presenti in Zona, che si tà Latino-americana, che si è svolto al • Milano chiama Expo – Expo chia- concluderà domenica 17 ottobre con Politeatro di viale Lucania. ma Milano. il Forum delle Associazioni. Per ogni giorno del mese è prevista una Per consultare il cartellone delle ma- Il programma della prima giornata manifestazione che può essere una mo- nifestazioni ci si può collegare al sito prevedeva: stra di pittura, uno spettacolo teatrale, www. Mi-quattro.com che prevede un – la 12a edizione dell’Expo Arte Cor- incontri culturali su temi diversi come aggiornamento ogni due giorni. vetto, che si è tenuta sul parterre di la matematica, la musica, la storia, l’ali- Emmamaria Guja Colombo corso Lodi, alla quale hanno parte- mentazione. Consigliere di Zona 4 cipato numerosi pittori con le loro Ogni giovedì è anche prevista una vi- per il Partito Democratico 5
  • 6. VECCHIE E NUOVE LEGGENDE METROPOLITANEÈ una gara ad inseguimento quella tra Matteo Salvini e Riccardo DeCora-to. “Basta con le inserzioni pubblicitarie e pubblicità d’ogni specie, senza l’ap- provazione dell’Autorità Comunale”. Le leggende devono essere in corretta schierati? Non solo i parrucchieri per signora: in via Oltrocchi trovo “quick sec” fusion anglofrancese. Sarà per con-incomprensibili” scriveva Salvini in una lingua italiana. Si può tuttavia aggiun- fondere le idee a chi deve applicare illettera di fine luglio, per chiedere che gere la traduzione in lingua straniera regolamento di Polizia? Probabilmentevenga imposto l’obbligo di traduzione purché in caratteri meno appariscenti. è un sistema che funziona. Mi viene inin lingua italiana (”e magari anche in Chiaro no! mente la insegna di un negozio di otticomilanese”). Sono in piazza Insubria. Sul lato nord in viale Abruzzi “Occhial House”. E’ un“Ho ricevuto diverse lamentele da parte della piazza campeggia un’insegna non nome che dal punto di vista lessicale èdei cittadini del quartiere”- ribatte De proprio italianissima “Cariparma cre- nulla. “Occhial” al più può essere consi-Corato– “relativamente alle insegne dit agricole”con lettere di un bel ver- derato una storpiatura di qualche formascritte solo in cinese. Una situazione de sgargiante (uso improprio del sacro dialettale. E’ là da oltre vent’anni senzache oltre a provocare disagio, crea pro- colore?) incorrere nelle ire di DeCorato. E poiblemi di legalità e sicurezza. C’è un Re- Più avanti sopra quello che sembra un ancora: “Batick pub”, “Flower cafè”,golamento comunale di Polizia Urbana” modaiolo parrucchiere per signora, leg- Dountown travel”, “Golden Hair”,continua il vicesindaco” che lo vieta”. Il go: “Hair top stylist”. E poi “Styling by Kitchen store”, un enigmatico “NailsRegolamento comunale di Polizia Ur- Ambra”, “Hair team Marisa”, “Hairmo- Avenue” in via Cadore. Ritorno versobana nel Titolo III denominato, in modo de” per finire con un promettentissimo casa attraversando piazza Imperatoreun po’ inquietante “ordine e decoro”, “Hairfashion”. I negozi di parrucchiere Tito. Finalmente trovo una “leggenda”all’ articolo 87: Iscrizioni sulle insegne, per uomo sembrano più sobri; vanno da che piacerebbe a Salvini: “El Tasinin delecc., recita: “Acconciature maschili Santo” a “Sa- Cafè”. L’articolo è sicuramente lombar-“È vietata qualunque esposizione d’in- lone da Pino” al classicissimo “Valerio do, il resto potrebbe esserlo. Faccio persegne, vetrine, cartelli, frontoni, ditte parrucchiere”. Che siano politicamente entrare: una simpatica ragazza orientale mi sorride da dietro il banco. Una bella gara si diceva all’inizio. Tra chi confezione il format “garantista” che garantisce più di tutti. I format pe- rò (anche se creati per nascondere i ve- ri problemi) hanno delle precise leggi da rispettare e devono creare emozioni sempre più forti per le esigenze dell’au- ditel. E così si negano i pasti a bambini che non pagano la retta, si paventano messaggi terroristici dietro la scritta di un negozio, posti riservati ai soli mila- nesi sui mezzi pubblici ….fino che la fantasia degli sceneggiatori, o l’imbe- cillità umana hanno raggiunto il limite. Milano si meriterebbe degli amministra- tori più seri, oltre che un Regolamento comunale di Polizia Urbana aggiornato. Antonio Zaoppo persona, di accoglienza del prossimo, ROM ennesimo sgombero dell’accettazione dell’altro. Auspico e ne sono certo, che i nostri8 settembre 2010, Via Rubattino so- lito sgombero da parte delle forzedell’ordine e soliti problemi conseguen- sone dei loro diritti e aspirazioni e che questi bambini ora “scacciati” una volta cresciuti diventeranno presto o tardi cit- candidati alle primarie, tutte autorevoli personalità, abbiano dentro di se ben chiaro questo concetto, peraltro insitoti. I bambini. Lo sgombero non si ferma tadini italiani, Milanesi! E che esempio in un moderno partito centrosinistraneanche davanti ai minori, colpevoli di avranno avuto? Con quali criteri e va- come il Partito Democratico, laico maessere nati, secondo noi, dalla parte dei lori saranno cresciuti scacciati da tutto di ispirazione anche cattolica illumi-cattivi. Infatti in quell’insediamento e da tutti? Queste sono le domande cui nato e progressista da sempre attentovi erano numerosi bambini che da li a dobbiamo dare risposta. Anche la chiesa a questa problematica, sappiano risol-qualche giorno avrebbero dovuto, in Diocesana con le parole dell’Arcivesco- vere questo non facile problema. Sevoce di un diritto sacrosanto, iniziare a vo Tettamanzi condanna questi sgombe- sapranno fare questo, una volta vintefrequentare la scuola; e ora non sapran- ri indiscriminati puntando il dito contro le elezioni, avremo finalmente vintono neanche dove andranno a dormire. il Governo della città reo di non vedere una battaglia di civiltà e forse elevatoIl vero problema è questo! Certo vi è “ciò che è scomodo” e di non veder “le Milano da una dimensione provincialela sicurezza, giusto, del rispetto delle attuali ferite della città” senza risolve- al rango di grande e moderna metropolileggi, giustissimo, ma l’errore è quello re quindi veramente il problema che è europea.di ignorare che stiamo parlando di per- il riconoscimento della dignità della Enrico Mattioli6