Farsi in quattro n 5  giugno 2010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
522
On Slideshare
522
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. F in arsi 4 farsin4@gmail.comN. 5giugno 2010 PER ZONA QUATTROCONSULTORI PEDIATRICIUNA RIORGANIZZAZIONE ANNUNCIATAA LLA ASL DI MILANO è prevista una riorganizzazione dei servizisocio-sanitari alla famiglia, che com- triche dal 1° luglio 2010 in poi. Però le proteste dei cittadini, del personale dei consultori, delle rappresentanze sinda- di “ambulatori pediatrici di primo livel- lo”, che saranno aperti anche il sabato mattina, in modo da evitare ricorsi alprende anche i consultori pediatrici (o cali e l’attivarsi di comitati di genitori in pronto soccorso a fronte di necessitàpresidi territoriali). Nella riforma in cor- raccolte di firme contro la chiusura dei specialistiche e non urgenti.so di attuazione, è prevista la chiusura consultori pediatrici, sembra ne stiano In conclusione al momento non c’è an-degli attuali consultori pediatrici, con rallentando l’attuazione, ed in effetti è cora nulla di certo, tutto sembra sospe-accorpamento dei relativi servizi ai con- stato ripreso il servizio di prenotazio- so, ma sicuramente la situazione nonsultori famigliari di zona, che divente- ne delle visite nelle strutture esistenti è né da sottovalutare né da perdere diranno “centri integrati”. Ciò comporte- senza più nessun limite temporale. vista.rà una riduzione del numero di strutture Inoltre la direzione dell’Asl di Milano Per chi volesse dare maggior forza allapresenti in ogni zona, rendendo così più ha emesso un comunicato stampa il 14/ protesta è possibile firmare la petizionedifficoltoso, lento e disagevole l’acces- maggio scorso, che si può trovare sul online all’indirizzo http://www.petizio-so ai servizi pediatrici per i cittadini. sito dell’ASL di Milano, in cui si nega nionline.it/petizione/no-al-taglio-dei-Un anticipo di tale silenziosa riforma la riduzione dei servizi e anzi si annun- consultori-pediatrici-di-milano/1276è in corso ormai da due anni, con un ciano novità positive come l’attivazione Loredana Bigattidepotenziamento lento e progressivodei servizi dei consultori pediatrici esi-stenti, attraverso la riduzione di orari diapertura e di personale. Uno dei servizidi cui è previsto l’annullamento pressoil consultorio pediatrico è il serviziovaccinale, che verrà eseguito solo pres-so i 6 centri vaccinali (generici) presentia Milano. Ciò comporterà l’eliminazio-ne dell’accurata visita prevaccinale, cheil pediatra di turno effettua sul bambinoprima della vaccinazione, allo scopo diappurarne le idonee condizioni di sa-lute e di valutare l’eventuale necessitàdi rimandare la somministrazione a unmomento più adatto. Non sarà più pos-sibile nemmeno il colloquio dei geni-tori con il medico stesso, per appuraregli eventuali effetti collaterali, a voltegravi anche se in rari casi, che possonomanifestarsi dopo la somministrazionedel vaccino stesso.La conclusione di questa riorganizza-zione avrebbe dovuto concretizzarsinel corso del 2010, e già erano statesospese le prenotazioni di visite pedia- L’elenco delle prestazioni somministrate nel consultorio di via Fantoli... NOTIZIE A CURA DEL PARTITO DEMOCRATICO DELLA ZONA 4 1
  • 2. Il PD per una mobilità ecosostenibileA NCORA UNA VOLTA il Gazebo del Partito Democratico si è recatoin viale Ungheria e ancora una volta il ve postazioni di biciclette a noleggio (bike sharing) nelle periferie, nello spe- cifico in viale Ungheria e via Forlani- comune per favorire anche i pendolari. Forse si rende necessaria una precisa- zione cos’è il Bike Sharing? Si tratta diriscontro è stato favorevole: questo ci ni, questo a fronte del successo che sta un servizio di biciclette a noleggio of-insegna ancora una volta l’importanza riscuotendo in Milano questo servizio ferto a partire dal 2008 a Milano dopodi avvicinare i cittadini con le nostre di noleggio delle due ruote e in sintonia il successo riscontrato in altre capitaliproposte. con le decisioni delle autorità Sindaco europee, facile, pratico ed ecologico.Questa volta la motivazione era di ap- in testa, di far scattare nel prossimo Nato per favorire la mobilità dei cit-poggiare la raccolta firme, a fronte di futuro la fase due del progetto, ovvero tadini è da intendersi come un vero eun’idea dei residenti, scrivente incluso, l’estensione del servizio anche fuori dal proprio sistema di trasporto pubblicoper richiedere più piste ciclabili e nuo- centro cittadino e addirittura fuori dal da utilizzare per brevi spostamenti in- sieme ed in alternativa ai tradizionali mezzi di trasporto ATM. Da notare che questo progetto, secon- do le intenzioni dell’allora Assessore Croci, doveva essere affiancato da una decisa politica di estensione delle piste ciclabili che nel giro di un paio d’an- ni doveva portare da 67 km a 120 km; purtroppo poco è stato fatto in questo senso. Da qui, dicevamo, la richiesta dei cittadini di più piste ciclabili e posta- zioni di noleggio biciclette che hanno portato sabato 5 giugno alla raccolta in poche ore di circa 200 firme. Probabilmente nei prossimi giorni con- tinuerà la raccolta firme che saranno poi consegnate alle autorità di competenza da Marco Cormio Consigliere Comu- nale PD, sempre pronto a recepire e appoggiare significative iniziative dei cittadini volte a migliorare le condizioni di vita dei quartieri.Immagine che vorremmo vedere tradotta in realtà anche nelle nostre periferie. Enrico MattioliEnnesimo sgombero in piazza del SuffragioM ATTINA DEL 21 GIUGNO, en- nesimo sgombero compiuto dalleforze dell’ordine alla presenza del vice- po l’edificio troverà nuovi “inquilini” creando nuove situazioni di degrado. Diciamo subito ben vengano interven- ci che i figli di questi irregolari proba- bilmente saranno un domani “italiani” ed è nostro compito e credo dovere ga-sindaco di Milano Riccardo De Corato, ti di questo tipo per sanare situazioni rantire loro un futuro e pari opportunità,nello stabile ormai ridotto veramente di tensione sociale e di abusivismo ai ribadisco ancora una volta, nel rispettomale, di piazza Santa Maria del Suffra- danni dei residenti, ma ricordiamo che reciproco e nell’osservanza dei principigio al civico numero 3, a due passi dal queste iniziative devono essere struttu- garantiti dalla nostra Costituzione.centro di Milano. rate, deve esserci un poi, una soluzione Anche a Milano in vista delle elezioniLo stabile lo ricordiamo versa in con- un‘idea. Dove andranno questi sfolla- amministrative del 2011, ritengo che ildizioni precarie ormai da anni, la pro- ti? Nessuno lo sa e forse nessuno se lo tema della sicurezza connessa all’inte-prietà più volte sollecitata non ha mai chiede. grazione nel rispetto delle regole debbafatto nulla per metterlo in sicurezza, ed Speriamo che le autorità lo sappiamo o essere un argomento importante dellaè ciclicamente abitato abusivamente quantomeno abbiano in mente qualche nostra campagna elettorale, difficileda irregolari di varie etnie (Marocchi- soluzione seppur temporanea. Ecco il sì ma sicuramente diverso dall’attualeni. Cingalesi ecc) spesso con problemi PD secondo me si deve porre invece modo di intendere la sicurezza vistacon la legge. queste domande, deve avere un progetto solo come repressione, che ci potrebbeLo sgombero momentaneamente ha che parte dalla lotta, giusta, all’abusi- portare ad avere un’identità precisa eportato all’allontanamento di undici nu- vismo e alla microcriminalità che ne quindi un’alternativa, insieme al restoclei familiari, dico momentaneamente consegue per arrivare poi del nostro programma, all’attuale go-perche probabilmente, come già avve- a una vera politica di integrazione e in- verno della città.nuto in passato, trascorso un po’ di tem- serimento sociale. Non dimentichiamo- Enrico Mattioli2
  • 3. I nuovi coordinatori del PD milaneseL O SCORSO MESE di maggio ha visto l’avvicendamento di alcuniesponenti ai vertici del PD milanese. suo sfidante il 20,9% dei voti. Una competizione tutta interna ai Cir- coli PD che ha visto un’affluenza al Tassara nella nostra zona. Milanese classe 1960, sposata, una figlia di 15 anni, Marina Tassara la-Per l’elezione del nuovo coordinatore voto pari all’80,6% (potevano votare vora al DMU e Scienze Biomedichecittadino si sono presentati, con tanto i membri dei direttivi dei circoli e gli dell’Università Statale di Milano; èdi programma, due giovani trentenni: eletti nelle varie istituzioni – 759 aventi laureata in Filosofia e per molto tempoFrancesco Laforgia e Pierfrancesco diritto). si è occupata di bioetica e dell’impattoMaran. Contestualmente all’elezione di Fran- della medicina sulle nostre scelte indi-Nella competizione elettorale di dome- cesco Laforgia, che succede al profes- viduali e collettive; è stata ricercatricenica 23 maggio, Francesco Laforgia, sor Stefano Draghi, a cui va anche il presso il Centro di Educazione Ricerca32 anni, ricercatore milanese all’Uni- nostro ringraziamento per l’impegno e Informazione su Scienza e Societàversità Bocconi, è stato eletto Coordi- profuso, sono stati rinnovati anche i partecipando a progetti finanziati dal-natore dei Circoli PD di Milano, bat- coordinatori delle nove zone della cit- la UE sulla percezione pubblica e glitendo il 30enne consigliere comunale tà, e in due zone sono state elette per aspetti etici, sociali e ambientali dell’in-PD Pierfrancesco Maran. Laforgia ha la prima volta due nuove coordinatrici: novazione in campo biotecnologico; siottenuto il 79,1% dei voti, mentre il Mariangela Rustico in zona 9 e Marina è inoltre occupata di disagio sociale e psichico dei minori e progetti di coope- razione internazionale con associazioni di volontariato; di recente ha conseguito un Master per insegnare l’italiano agli stranieri, per contribuire in maniera produttiva alle difficoltà scolastiche dei bambini immigrati. Marina Tassara subentra a Sergio Pog- gio che, dopo aver coordinato l’atti- vità politica dei Circoli della Zona 4 in un momento particolarmente im- portante per la vita del nostro partito, proseguirà l’attività mettendo a di- sposizione della segreteria cittadina la sua esperienza politica, dedicandosi in particolare ai rapporti con i consigli di zona. In tutto ciò possiamo cogliere un segna- le positivo di cambiamento e di apertura verso i giovani e soprattutto le donne, che dimostrano sempre più capacità po- litiche e organizzative da valorizzare, affidando loro ruoli e responsabilità che meritano, alle quali sapranno rispondere con l’entusiasmo, la volontà e il prag- matismo di cui sono dotate.Da sinistra: Marina Tassara, Sergio Poggio, Francesco Laforgia, Roberto Rossi. Claudio De Biaggi PARCO NORICO-BERLESE Essendo a conoscenza che quest’anno partiva il nuovo piano triennale di spesaRichiesta di altalene per i bambini per il periodo 2010-2012 ho sollecitato il settore al fine di inserire detta richie-I BAMBINI RESIDENTI nelle vie Norico e Berlese che frequentano ilparco sorto nel 2002 con le otto palaz- nel 2006 era anche stata promossa una raccolta firme, però essendoci delle ne- cessità più urgenti in altri parchi della sta. La domanda è stata accettata e i lavori verranno eseguito nel corso dell’annozine, da parecchi anni avevano espres- zona 4 (rifacimento Parco Alessandrini, 2011.so il desiderio di avere delle alta- modifica, messa in sicurezza e sostitu- Emmamaria Guja Colombolene. zione giochi al Parco Galli), non avan- Consigliere di Zona 4La richiesta era stata inoltrata al settore zavano fondi da mettere a disposizione per il Partito Democraticodi competenza del Comune di Milano e del parco Norico-Berlese. emcol@libero.it 3
  • 4. Scuola: tra SFACELO E RESISTENZE Proteste di piazza sì o no?I N QUEST’ULTIMO mese di apertu- ra delle scuole sono accaduti alcuniavvenimenti che hanno imposto una de- politica sulla scuola sicuramente discu- tibile con i ministri Berlinguer e Fioroni negli anni dei governi Prodi. Per concludere vi lascio alcuni nume- ri: l’ICS Madre Teresa di Calcutta per l’anno scolastico 2010/11 perderà 1cisa accelerazione delle dinamiche che La campagna di distruzione che il bino- assistente di segreteria, 3 collaboratoricircondano l’istruzione. mio Gelmini/Tremonti ha messo in atto scolastici (commessi), 3 maestre e gran-La prima è stata l’assegnazione dell’or- contro la scuola pubblica deve darci un de incertezza sui docenti di sostegno eganico per la scuola primaria, che per la nuovo slancio su questo tema. i docenti facilitatori. Tutto ciò significaprima volta ha visto ridurre in manie- Dobbiamo però mettere in campo le ri- che da 50 insegnanti per 25 classi di pri-ra significativa il numero dei docenti: sorse di un partito vivace, dinamico e maria passeremo a 47 con conseguentein Lombardia, più specificatamente in soprattutto credibile, capace di essere addio al tempo pieno con 2 maestre perprovincia di Milano ci saranno 706 in- un riferimento chiaro per una protesta classe (la matematica non è un’opinio-segnanti in meno. che se deve essere di piazza non dob- ne…), ma se possiamo provare, anziQuesto dato ha comprensibilmente sca- biamo avere il timore di abbandonare dobbiamo, ridisegnare la scacchieratenato le proteste delle componenti sco- in nome di logiche e di equilibri che ci degli insegnanti, chiaramente con unalastiche che il 5 Giugno hanno occupato hanno posto in una condizione di diffi- qualità inferiore a quella attuale, qual-gli uffici dell’Ufficio Scolastico Pro- denza da parte di molti, che non guarda- cuno dovrà spiegare ai genitori come sivinciale in via Ripamonti: insegnanti e no a noi come un’effettiva guida per il farà a garantire sicurezza e servizi congenitori hanno protestato contro questo cambiamento, ma che ci vedono ancora tre commessi per plesso distribuiti suennesimo colpo inferto all’istruzione e come un partito lontano dai problemi e un orario 8,00/19,00? Se un bambinoquel giorno è stato importante anche per dalle difficoltà quotidiane. dovrà essere accompagnato in bagnoil Partito Democratico perché finalmen- Nella zona 4 gli Istituti si stanno mo- chi garantirà il controllo dell’ingressote si trovava tra i manifestanti per so- bilitando con fermezza e proprio ieri della scuola?stenere la protesta portando in piazza alla consegna delle pagelle nella media Ad oggi ci chiedono fotocopie e cartamilitanti e Consiglieri del Comune di “Meda-Ferrarin” di via Mondolfo, i pro- igienica, domani la vigilanza e le pu-Milano. fessori si sono raggruppati all’esterno lizie?Abbiamo fatto del volantinaggio pro- inscenando una protesta con maschere Caro PD credo proprio che sia l’oraponendo il nostro modello di scuola e neutre e cartelli con scritto: “Non ab- di guidare la protesta, anche quellale nostre iniziative. La nostra “sorpren- biamo più parole”, facendo una piccola di piazza.dente presenza” ha raccolto molti con- recita che metteva in scena una versionesensi anche se talvolta accompagnata di Pinocchio attualizzata con le bugie Massimiliano Camillida qualche rimprovero per la perdurante sempre più frequenti che il ministro Presidente Consiglioassenza nel recente passato e per una Gelmini e soci ci vogliono raccontare. d’Istituto Madre Teresa di CalcuttaAtleticaMente per tuttiD OPO UN LUNGO lavoro, durato parecchi mesi, è nata l’Associa-zione sportiva dilettantistica affiliata all’intraprendenza e alla caparbietà di alcuni genitori è potuta diventare realtà. I corsi partiranno con l’inizio del pros-U.I.S.P. “AtleticaMente” sita in Viale simo anno scolastico 2010/2011 e siUngheria, collegata con l’ICS Madre terranno nelle palestre delle scuole deiTeresa di Calcutta. plessi Ungheria/Sordello/Ponte Lam-Si tratta di una società nata senza sco- bro/Mondolfo; gli istruttori saranno tuttipo di lucro, i cui introiti derivanti dalle laureati o laureandi.iscrizioni verranno totalmente reinve- Il costo d’iscrizione sarà “popolare”,stiti nella stessa società o potrebbero infatti, lo scopo è poter offrire a tutti lafinanziare attività delle scuole, che possibilità di fare sport.come sappiamo versano in situazioni Sottolineo con piacere poi che “Atle-economiche disastrose grazie ai tagli ticaMente” parla soprattutto al femmi-prodotti dal Ministero dell’istruzione nile, donna è, infatti, la Presidente Cri-nei confronti della scuola pubblica. stina Segalini e numerose donne fanno Per maggiori informazioni potete tro-L’associazione, infatti, è nata in accordo parte del consiglio direttivo, sono state vare i membri del consiglio direttivo aicon la dirigenza scolastica del nostro Isti- loro con il loro entusiasmo il vero mo- seguenti numeri:tuto Comprensivo, ed è stata fortemente tore che ha portato alla realizzazione del 345.7103763 – 345.9398389voluta dalle famiglie residenti e grazie progetto. Enrico Mattioli4
  • 5. Quartiere Molise-Calvairate UN PROBLEMA APERTOV IALE MOLISE, via Calvaira- te, via Ciceri Visconti, via degliEtruschi: quattro vie che delimitano il alcuni interventi, come per esempio la sistemazione dei giardini di piazza Insu- bria e di piazza Martini (pur con il pro- (soprattutto anziani ma non solo) per il timore di non poter più rientrare nelle loro case, vuoi per la presenza di abi-grande quadrilatero delle case popolari blema legato alla drastica diminuzione tanti abusivi insediatisi nelle centinaiadel “quartiere Molise-Calvairate”. Qui di circa 600 posti auto e alla necessità di appartamenti rimasti vuoti.abitano oltre 2500 persone. È uno dei di intervenire con alcune modifiche, che È evidente che si tratta di problemi disedici quartieri di edilizia popolare di sono state successivamente realizzate notevole complessità, per i quali la so-Milano. Per dare un’idea dell’entità del grazie all’intervento pressante dei con- luzione non è semplice. D’altra partebisogno di case nella nostra città, ba- siglieri di zona del Partito Democratico) le indecisioni, la mancanza di sceltesti dire che vi sono circa 15000-16000 ancora non è stato possibile intervenire precise e risolutorie da parte dell’am-domande per avere un’abitazione po- sulle abitazioni. ministrazione comunale fanno sì chepolare e circa 10000 sfratti. Attraverso Per la ristrutturazione delle case, infatti, la situazione si deteriori ulteriormente,lo strumento dei “contratti di quartiere” è previsto un piano di allontanamento aggravando il disagio degli abitanti edovrebbe avviarsi un’operazione di ri- temporaneo di coloro che vi abitano. rendendo sempre più difficile una so-qualificazione delle case e dei quartieri Questa operazione si è rivelata inattua- luzione.stessi. bile vuoi per le resistenze degli abitanti Laura GuerriniIl quartiere Molise-Calvairate ha visto,nel tempo, modificarsi via via la tipo-logia di residenti. Vi sono, infatti, nu- Non mi risulta che Anemone,merose persone anziane e, accanto ad Balducci, Bertolaso, Scajolaesse, nuove famiglie. Purtroppo anche I clandestini siano clandestini !?qui si registra il fenomeno delle occu- prima o poipazioni abusive e di situazioni palese- delinquono!!!mente illegali. Mancando ormai nellaquasi totalità dei casi la presenza e lapossibilità di controllo da parte di figureistituzionali e autorevoli come potevanoessere in passato i portieri, la situazio-ne è andata via via deteriorandosi, congrave disagio di tutti coloro che hanno ilgiusto desiderio di vivere in condizionidi sicurezza e serenità. La mancanzadi un controllo sociale su questi grandiagglomerati di case ha dunque portatoall’estendersi di situazioni di abusivi-smo e di insicurezza.L’attuazione del “contratto di quartiere”,che avrebbe dovuto portare a una riqua-lificazione delle abitazioni e dell’interazona, si è fermata. La realizzazione di Con questo numero di FARSIN4, il giornale va in vacanza: Augura a tutti serene giornate di riposo e un arrivederci a SETTEMBRE! 5
  • 6. Giunta Moratti: addio Biblioteca Europea L’ipotesi: VENDERE I TERRENIM ENTRE NEW YORK stanzierà in un decennio oltre un miliardo didollari per l’ammodernamento della sua Padoa Schioppa, da sempre fervente sostenitore della Biblioteca Europea, il quale afferma che la delibera del Comu- rata ed aperta al pubblico in tempo per l’Expo 2015. Tutto questo denaro in caso di retro-già splendida City Library, e che la città ne del 2007 fissava il termine di tre anni marcia da parte del Comune andrebbedi Birmingham ha stanziato 200 milioni per la eventuale revoca della conces- sprecato, e ciò sarebbe inaccettabile indi sterline per il rifacimento della sua sione, con decorrenza dalla firma della ogni caso, ma lo è ancor di più oggi, inBiblioteca civica, nella nostra città il convenzione con la Fondazione BEIC. una fase come l’attuale, in cui è dovero-progetto della BEIC, la grande Biblio- Ma la convenzione non è stata ancora so non sprecare alcuna risorsa pubblica.teca europea di Informazione e Cultu- firmata, in quanto una parte dell’area Di fronte a queste scelte il Gruppo Consi-ra, sta per tramontare. Nell’area dell’ex destinata alla BEIC è stata nel frattem- liare del Partito Democratico ha già fattoscalo ferroviario di Porta Vittoria do- po occupata dal cantiere dei privati che sentire la sua netta opposizione, richia-veva sorgere un vero e proprio tempio stanno costruendo sull’area confinan- mando la Giunta e il sindaco Moratti adell’informazione digitalizzata, con i te (gruppo Coppola), i cui lavori sono mantenere gli impegni presi. Lo stessosuoi 900mila volumi in consultazione e fermi da tre anni per le note vicende dicasi per il presidente Formigoni, che il50mila documenti audiovisivi, ma dopo giudiziarie del titolare. Per cui i tre anni 6 aprile 2006 aveva firmato un protocolloanni di attesa, la Giunta Moratti sta pen- stabiliti dal Comune non sono ancora d’intesa per sollecitare il finanziamentosando seriamente di riprendersi il ter- decorsi. pubblico della nuova biblioteca.reno che nel 2001 decise di concedere Nel frattempo, con i finanziamenti di Rinunciando alla Biblioteca Europeaal prestigioso progetto. Sostiene Carlo diversi milioni di euro (circa 32) stan- il nostro Paese – non solo Milano e laMasseroli, assessore all’Urbanistica del ziati dal Parlamento nel 2005, il piano Lombardia – perderebbe un’occasioneComune, “il problema è che per farla è andato avanti: sono iniziati i lavori di storica per collocarsi degnamente inci vogliono ingenti finanziamenti di cui digitalizzazione del patrimonio librario, Europa in un settore essenziale: quellonon vediamo traccia”. sono state acquistate due importanti della cultura e della conoscenza, oltreDi fronte a una situazione di stallo che collezioni, è stato realizzato il progetto che della ricerca interdisciplinare deldura dal 2007, il Comune ha deciso di ri- esecutivo dell’edificio e la Biblioteca prossimo futuro.prendere in mano la pratica della Biblio- potrà dunque essere costruita, inaugu- Claudio De Biaggiteca europea, ma in tutt’altra direzione:rientrare in possesso di circa 30mila me-tri quadrati accanto a viale Molise, atanto ammonta l’area in questione, percambiarne destinazione d’uso, inseren-dola fra i progetti di riqualificazione de-gli scali ferroviari dismessi, previsti nelPiano di governo del territorio. Oppurevendendola ai privati per fare un po’ diquattrini, viste le difficoltà economichein cui si dibattono i Comuni grazie allamanovra finanziaria del governo Ber-lusconi. Lo stesso governo – sostieneancora Masseroli – dal quale abbiamoricevuto tante promesse, ma non c’èstata traccia di finanziamento.Di tutt’altro parere è il presidente dellaFondazione BEIC, il professor Antonio Il plastico della Biblioteca Europea, che rimarrà per sempre un bel sogno. pompa di calore; il relativo impianto si Bioarchitettura a Ponte Lambro ammortizzerà nel giro di 7 anni, dopo di che il riscaldamento e l’energia elettricaM ARTEDÌ 18 MAGGIO durante la commissione edilizia del Consi-glio di Zona 4, è stato trattato l’argo- il piano interrato ed il piano terra saran- no occupati da 12 boxes (dimensioni di m. 3 per m. 5, per un totale di 13 posti saranno gratuiti. Il costo al mq. sarà di € 2 500,00. Tempo di costruzione 10 mesi: i lavo-mento riguardante il parere di compe- auto). La palazzina, che verrà costru- ri inizieranno nei primi mesi del 2011tenza per la concessione edilizia di una ita in classe energetica A, sarà dotata e termineranno nel mese di dicembrepalazzina in Via degli Umiliati, 23. Si di una buona insonorizzazione; l’acqua 2011.tratta di bioarchitettura. calda verrà prodotta per mezzo di pan- Emma ColomboVerranno costruiti 12 bilocali di 65 mq : nelli solari, mentre il riscaldamento con Consigliere di Zona 4 del PD6
  • 7. Mozione urgente sul DECENTRAMENTOIl Decreto Legge n.78 del 31 maggio contestualmente all’adeguamento ai seguenti domande alla giunta Moratti:2010 del governo Berlusconi-Bossi sensi di legge degli emolumenti spet- • la giunta Moratti condivide il con-segna praticamente la fine del decen- tanti ai consiglieri di zona; tenuto del decreto legge sul decen-tramento comunale e dei Consigli cir- 2. adeguare, nell’ambito delle rispettive tramento?coscrizionali in Italia dopo oltre 40 anni competenze del Regolamento, l’or- • se non lo condivide, quali iniziativedalla loro introduzione. dinamento degli Uffici e dei Servizi politiche intende perseguire?Un semplice rigo (Nessuna indennità è del Comune di Milano ad una forma Come consiglieri del centro-sinistra deldovuta ai consiglieri circoscrizionali) maggiormente decentrata dell’ammi- Consiglio di Zona 4 siamo perfettamen-all’interno del punto 6 dell’art. 5 del nistrazione stessa; te consapevoli che gli attuali ConsigliCAPO II RIDUZIONE DEL COSTO 3. specificare meglio il criterio di ga- di Zona stanno attraversando una faseDEGLI APPARATI POLITICI ED AM- rantire la presenza di tutti i gruppi di grave crisi; le competenze ridotte, leMINISTRATIVI, nessuna riflessione politici presenti in Consiglio nelle prospettive inesistenti, se non addirittu-approfondita, nessuna discussione sui Commissioni in modo da evitare di- ra peggiorative, la mancanza di qualsia-limiti e sulle funzionalità di tale organi- storsioni nella definizione numerica si discussione prospettica sul loro ruolo,smo elettivo: semplicemente un brutale dei componenti delle Commissioni la crescente sfiducia dei cittadini nelletaglio di spese, come se i Consigli circo- relativamente alla rappresentanza loro capacità di risposta e soluzione deiscrizionali fossero parte rilevante della proporzionale dei singoli gruppi, alla problemi della zona sono fattori chespesa pubblica italiana e i consiglieri validità ed all’efficace funzionamen- concorrono ad una valutazione negati-parte importante della casta politica. to delle Commissioni stesse; va sul loro funzionamento, mettendoneCome consiglieri del centro-sinistra del 4. dotare ogni Commissione di un fun- in discussione persino la loro esistenza.Consiglio di Zona 4, già nell’aprile del zionario, che svolga il ruolo di se-2002, al momento del parere sulla pro- gretario della stessa, preparando il Noi crediamo che i Consigli di Zonaposta di deliberazione consiliare avente verbale ed attestando la presenza dei possano svolgere un ruolo molto im-per oggetto l’approvazione dei criteri e Consiglieri. portante nell’amministrazione cit-degli importi relativi alla corresponsio- Naturalmente la nostra proposta fu re- tadina, soprattutto nel caso di cittàne del gettone di presenza ai consiglie- spinta e niente di quanto da noi richiesto grandi o, meglio ancora, di città me-ri circoscrizionali per la partecipazione fu attuato dalla giunta Albertini. tropolitane come Milano.alle commissioni di zona di cui all’art. La successiva, e attuale, giunta Moratti Il rilancio è possibile però solo all’inter-19 del regolamento del decentramen- si è presentata alle ultime elezioni co- no di una ridefinizione complessiva delto territoriale, avevamo presentato una munali dell’aprile 2006 con il seguente governo della città e non attraverso unamozione, respinta dalla maggioranza programma sul decentramento: legislazione improvvisata come quelladel consiglio, in cui sostenevamo che: “Verrà rilanciata la politica del de- dell’attuale governo Berlusconi – Bos-• L’estensione del gettone di presenza centramento per avvicinare sempre più si, attento esclusivamente ai tagli indi- alle attività di Commissione è un atto l’azione del Comune ai cittadini. scriminati di spesa (eliminazione totale dovuto ad ogni Consigliere di Zona Saranno date nuove deleghe e respon- – dei Consigli di zona, riduzione insen- nel quadro di un vero decentramento sabilità ai Consigli di Zona, che costi- sata del numero dei consiglieri circo- dotato di risorse economiche, perso- tuiscono la principale rete del Comune scrizionali – in particolare nelle grandi nale, poteri e responsabilità di rilievo; sul territorio e che dovranno sempre più città –, abolizione di ogni indennità per i• Deliberare in via prioritaria esclusi- divenire i luoghi di rappresentanza de- consiglieri) e privo di una qualunque vi- vamente sul tema degli emolumenti, gli interessi e dei bisogni dei cittadini, sione strategica del governo delle città. ancorché previsto dalla Legge, manda punti attivi di rilevazione e di controllo un segnale indiscutibilmente corpo- della qualità e dell’efficacia degli inter- A TALE SCOPO CHIEDIAMO: rativo agli occhi della cittadinanza; venti dell’amministrazione comunale. • un impegno della giunta Moratti• Avere Zone del Decentramento con I Consigli di Zona saranno messi nelle e dell’intero Consiglio Comunale pochissimi poteri e Consiglieri, che condizioni di gestire competenze più a porre immediatamente al centro complessivamente percepiscono più ampie. dell’attenzione politica la discussio- risorse finanziarie di quelle che i Con- I Consigli di Zona saranno ancor più di ne sul futuro del decentramento e sigli medesimi gestiscono, risulta diffi- quanto lo siano ora luoghi di partecipa- dei Consigli di Zona a Milano; cilmente sostenibile, sul piano politico zione dei cittadini alla vita pubblica e • un impegno della giunta Moratti e morale; alla definizione delle politiche del Co- e dell’intero Consiglio Comunale, mune e a tale scopo saranno ridefiniti unitamente a tutti i parlamentariE CHIEDEVAMO: i loro spazi d’intervento, i loro compiti eletti nella circoscrizione di Milano,con riferimento alla proposta di deli- e le loro funzioni. a contrastare efficacemente il Decre-berazione in oggetto, di esprimere un Il Consiglio Comunale sarà convocato to Legge n. 78/2010, relativamenteparere FAVOREVOLE CONDIZIO- due volte all’anno per sedute specifica- al punto sui Consigli di Zona, pro-NATO alle seguenti decisioni della tamente dedicate ai Consigli di Zona e muovendone sostanziali modificheGiunta Comunale: alle loro proposte per la città.” nella direzione di un loro concreto1. procedere in tempi rapidi e con moda- A parte la facile constatazione che nul- rilancio. lità precise all’attribuzione di poteri la è stato realizzato in oltre 4 anni di Consiglieri Partito Democratico e risorse ai Consigli di Zona in ragio- consigliatura di quanto indicato sopra La Sinistra – Verdi – IDV ne della loro dimensione territoriale, nel programma, sorgono spontanee le Milano Civica della Zona 4 7
  • 8. cir colo MECENATE - LOMELLINA PONTE LAMBRO il PART ITO Milano via Mecenate 25 telefono 3339057484 DEMOCRAT ICO (pd.circolomecenate@gmail.com) per la ZONA i tagli del governo BERLUSCONI colpiscono anche i BAMBINI di Milano A causa dei pesanti tagli imposti dal Governo, i Consigli di Zona hanno ridotto fortemente i fondi destinati al “Diritto allo studio” per le nostre scuole.In questo modo non sarà possibile assegnare alle scuole – dalle maternealle superiori – la quota destinata ad ogni singola scuola calcolatasul numero degli alunni, dei disabili, degli stranieri e delle famiglie disagiate,e per finanziare i progetti didattici proposti dai docenti. il PARTITO DEMOCRATICO nel denunciare la situazione inaccettabile per la Zona 4, dove dai 166.000 euro stanziati nel 2009 si passa ai 29.000 euro per i 2010 chiede al Presidente ZANICHELLI del C.d.Z.4 di rivedere la propria decisione, e all’Assessore al Decentramento MASCARETTI di convocare i Presidenti delle Zone per trovare soluzioni alternative. Il mondo della scuola è già colpito da riduzioni finanziarie e di personale a tutti i livelli. Se il centrodestra taglia anche i fondi per il Diritto allo Studio, ancora una volta a pagare saranno i bambini, i giovani, gli studenti milanesi.8