Farsi in quattro n 3 marzo 2010

489 views
424 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
489
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Farsi in quattro n 3 marzo 2010

  1. 1. PER F in arsi ZONA QUATTRO È NECESSARIO REAGIRE farsin4@gmail.com 4 N. 3 marzo 2010V I SONO DUE QUESTIONI che ci inducono ad una seria riflessione:la questione morale e come Governo, scita sostenibile. Il nucleare imposto dal Governo in alcune realtà del paese è un clamoroso passo indietro. Nei pros- sono persi più di 25 mila posti di lavoro. A sostegno delle famiglie vi è l’impegno di arrivare entro il 2015 ad almeno alRegione ed Enti locali stanno affrontan- simi cinque anni si dovrà realizzare un 30% di copertura dei posti negli asili ni-do la crisi economica ed i suoi riflessi grande piano dinvestimento per trasfor- do (oggi è poco sopra il 15%). Per controsull’occupazione e la crescente difficoltà mare la Lombardia nella più importante il Comune di Milano sta pensando didelle famiglie. E’ opinione diffusa che piattaforma produttiva del paese per chiudere a settembre diversi micronidi.gli italiani prestino poca attenzione alla quanto riguarda le energie rinnovabili. Garantire il diritto alla salute e all’assi-questione morale. Non credo sia così. Produrre e consumare energia pulita do- stenza è uno dei punti fondamentali delVi può essere, forse, unitamente all’in- vrà diventare facile e quotidiano, con programma di Penati. L’istituzione deldignazione, che ogni persona per bene beneficio anche dell’aria che respiriamo. fondo per la non autosufficienza e di unprova, una sorta di pericolosa rassegna- La tutela del lavoro autonomo e dipen- albo regionale delle badanti, per la lorozione. Ma fortissima è la preoccupazio- dente è una priorità assoluta. È neces- formazione e per il sostegno economicone per l’emergere di un diffuso sistema sario costruire e avviare un modello spe- alle famiglie sono alcune delle propostedi arricchimenti illeciti ai danni della rimentale per cui chi perde il posto di migliorative della situazione socio-sa-collettività che mostra anche intrecci tra lavoro abbia una retribuzione più vicina nitaria. Si tratta di irrobustire la rete deimalaffare e politica. Anche la Zona 4 è al salario e possa trovare un’altra occu- servizi socio-sanitari e di predisporre unstata interessata da uno scandalo di que- pazione entro un anno. Questo è possi- piano per diffondere e sviluppare la retesta natura in merito ai lavori di bonifica bile. Così come sono possibili interventi territoriale dei servizi a partire dall’as-dell’area Montecity - Santa Giulia. A concreti a favore di quei ceti produttivi, sistenza domiciliare e dalla medicina difronte dei milioni spesi vi è l’abbandono professionisti con partite Iva, artigiani, territorio.di un progetto ambizioso e la cancella- piccoli imprenditori, dove in un anno si Il fallimento dei 15 anni di governo For-zione di una struttura, come il Centro migoni sui trasporti pubblici è evidenteCongressi, che, vergognosamente, Mi- FORMIGONI: se si pensa anche solo allo stato pietosolano, a dispetto delle sue ambizioni, an- «Il Lambro?» delle ferrovie lombarde. La condizionecora non ha. La stagnazione economica nella quale si trovano quei cittadini cheha colpito pesantemente anche la Lom- «Non l’avevo ogni mattina si recano a Milano per mo-bardia. Per contrastare questo momento ancora tivi di lavoro è mortificante. Servonodi difficoltà ci sarebbe voluto un efficace inaugurato» investimenti rapidi per il sistema ferro-piano di intervento regionale a favore viario regionale, mentre per il trasportodi piccole e medie industrie e dell’arti- privato è indispensabile la realizzazionegianato. Ci rimane invece la delusione della Pedemontana, della Tangenzialeper come si sono concluse le vicende Esterna milanese e della Bre.be.mi. VedoAlfa Romeo di Arese e Alitalia–Mal- con preoccupazione le difficoltà con lepensa, con l’aeroporto più importante quali si misura la nostra città e il grigioredi Milano abbandonato a se stesso. Un dell’iniziativa politica e l’immobilismofallimento. Per questo è necessario rea- di questa Giunta e del Sindaco. Il rischiogire, avviare nuove politiche, nuovi pro- di vanificare l’occasione, che si presentagetti e dare dinamismo alla guida della con l’EXPO 2015, di rilanciare MilanoRegione. Le proposte programmatiche si fa sempre più minaccioso.di Filippo Penati, candidato alla Presi- Opponiamoci a questo declino soste-denza della Regione Lombardia, indi- nendo le ragioni del nostro program-cano la strada da percorrere. Ne cito al- ma e votando PD il 27-28 marzo.cune. In Lombardia è possibile aprire Sergio Poggiouna nuova via per lo sviluppo e la cre- Coordinatore PD zona 4 NOTIZIE A CURA DEL PARTITO DEMOCRATICO DELLA ZONA 4 1
  2. 2. IL CIELO SOPRA MILANOM OLTI DI VOI ricorderanno che esattamente un anno fa è stata av-viata una procedura di infrazione da par- nale già si sarebbe bloccato il traffico, ma Formigoni ha ritenuto che non vi fosse più la necessità di una normativa Dall’opposizione, oltre alle proteste e alle occupazioni dell’area consiliare, giungono anche precise proposte: Mau-te della Commissione Europea nei con- emergenziale per cui a fronte di questo rizio Baruffi e Pierfrancesco Maran delfronti dell’Italia per il livello di polveri superamento continuo le leggi non pre- gruppo consiliare PD chiedono con for-sottili, per la carenza di piani finalizzati vedono alcunché e la politica del Pdl in za: l’estensione dell’ecopass agli euro4al risanamento dell’aria nelle Regioni e Lombardia nemmeno. diesel, tre giorni di blocco della circo-per la totale mancanza di un piano na- La maggioranza di centro destra in Co- lazione urbana, l’imposizione tempora-zionale. La norma europea prevede che mune qualcosa ha fatto: ha silurato l’as- nea del limite degli 80 km l’ora sulleil nostro Paese debba rientrare nei limiti sessore Croci che, da tecnico, ipotizzava autostrade lombarde, la rinuncia al pro-di qualità entro il 2011, altrimenti saremo di estendere l’applicazione dell’Ecopass getto del tunnel e la devoluzione dellecostretti a pagare l’ennesima multa. e si che il bilancio del primo anno di risorse ai progetti di estensione della reteÈ invece notizia di cronaca recente, che ecopass si poteva dire positivo con la metropolitana.un avviso di garanzia è stato inviato al diminuzione del 67% degli ingressi di Italia Nostra e Legambiente, insiemegovernatore della Regione Lombardia auto inquinanti e dell’8,4% nell’intero con alcuni consiglieri comunali di op-Formigoni, al sindaco di Milano Letizia territorio cittadino. A fronte di ciò le posizione e con l’ex assessore EdoardoMoratti, ed ai presidenti della Provincia concentrazioni di pm10 sono calate del Croci, hanno presentato una lista di ar-per il superamento dei livelli di guardia 21% e quelle di anidride carbonica (co2) ticolate proposte che ricomprendono edel pm10 senza che fossero state prese dell’11%, ma il “partito dell’auto” vince ampliano la proposta del PD comunale:misure adeguate di contrasto. comunque perché “i voti sono voti” e 1) estendere l’Ecopass a tutti i mezziForse è proprio per questo che il presi- De Corato può affermare che l’inquina- che accedono ai Bastioni; 2) applicaredente della Provincia Guido Podestà ha mento non incide sulla salute dei citta- il concetto di “zona a bassa emissione”poi cercato di “smarcarsi” proponendo dini “la verità è che a dispetto di tanti in tutta la provincia e oltre; 3) al terzoil blocco delle auto o almeno provvedi- luoghi comuni a Milano si vive di più giorno di superamento della soglia d’al-menti di targhe alterne. che in altre città della Lombardia e d’Ita- larme: consentire l’ingresso ai 67 varchiIn realtà in molti sembrano aver compreso lia”, (salvo poi ordinare il blocco del dalle 7.30 alle 9.30 soltanto alle vettureche l’emergenza è sanitaria prima ancora traffico per otto ore la domenica). con almeno due persone a bordo, di-che ambientale, come dimostrano tanti E mentre si presentano alla stampa alcuni vieto di circolazione di giorno per iautorevoli studi pubblicati sull’argomen- prototipi di bus ad idrogeno, che saranno mezzi pesanti in tutta la città, bloccoto.Nel rapporto 2010 prodotto da Legam- disponibili nei prossimi anni, l’insipienza circolazione nel fine settimana dalle 10biente sull’argomento si dice: “Nel 2006 della classe dirigente Pdl del Comune ri- alle 18, validità giornaliera del bigliettol’Organizzazione Mondiale della Sanità schia di far perdere 15 milioni di finan- ATM da un euro; 4) ridurre la velocitàha dimostrato, con uno studio sulle prin- ziamento in assenza dei progetti per la a 80 km/ora sulle strade e 90 km/oracipali città italiane, che riportando i valori realizzazione di tre itinerari urbani di piste sulle autostrade nei giorni di supera-medi annui di polveri sottili al di sotto ciclabili, come già aveva fatto non parte- mento dei limiti di qualità dell’aria; de-della soglia stabilita dalla legge (40 mi- cipando al bando regionale da 4,5 milioni pennamento del tunnel Linate-Rhocrogrammi/metro cubo) si potrebbero di euro, mentre nelle casse comunali giac-evitare oltre 2000 morti l’anno”. ciono 6,5 milioni stanziati nel 2009 e nonUno studio del Centro nazionale per la ancora spesi, per assenza di progetti. (continua alla pagina seguente)prevenzione e il Controllo delle Malattieha messo invece in relazione la presenzadi questi inquinanti in atmosfera e gli ef-fetti negativi a breve termine sulla salutein Italia, dimostrando come le conseguen-ze immediate dell’esposizione ad elevatilivelli di inquinamento atmosferico sianomolto gravi, soprattutto nei soggetti piùsensibili, come dimostra il forte incre-mento (+9%) dei ricoveri di bambini, perasma, in relazione all’aumento del bios-sido di azoto (NO2) in atmosfera.Intanto a Milano si susseguono supera-menti della soglia prevista dalle norma-tive: tutto è cominciato dall’11 gennaio,da allora il pm10 (particelle microsco-piche inquinanti), si è collocato sopra i50 picogrammi/m3; nel frattempo a feb-braio sono stati superati i 35 giorni disuperamento dall’inizio dell’anno, sogliaoltre alla quale Milano rischia di incor-rere nella infrazione comunitaria. Solo Formigoni è convinto che tutto sia nella norma. Ecco Milano in un giorno di sole.Secondo la precedente normativa regio- 2
  3. 3. IL CIELO SOPRA MILANO negli spazi comuni dei condomini; 8) balbetta e si affida ai soli rimedi naturali: rimuovere gli ostacoli burocratici e fa- vento e pioggia!dall’agenda dei lavori pubblici; 5) po- cilitare gli investimenti di risparmio Nel frattempo cardiopatici ed asmaticitenziamento della ciclabilità, estensione energetico; 9) moratoria su tutti i par- possono aspettare... se ce la faranno. An-delle biciclette a noleggio con posta- cheggi con posti a rotazione. che per tutto questo chiediamo al can-zioni di bicilette in tutte le principali Il Partito Democratico e le altre forze didato per le regionali del PD in Lom-stazioni ferroviarie; 6) potenziamento politiche di opposizione sono in campo, bardia, Filippo Penati, un impegno fortedei mezzi pubblici; 7) riscaldamento: con proposte e strategie di contrasto al- per l’ambiente che passi, tra l’altro, conriduzione da 14 a 12 ore giornaliere nei l’inquinamento che stanno ottenendo la riconferma ed estensione dell’Ecopass1.500 immobili comunali, fare rispet- sempre più consenso tra esperti e citta- a Milano.tare il divieto regionale di riscaldamento dini milanesi, la maggioranza in comune Sergio Saladini Via Longhi, via Negroli: CHI SALVERÀ LE NOSTRE CASE?È IN VIA DI APPROVAZIONE la co- struzione di un palazzo all’internodel cortile di via Longhi 16/a di settepiani fuori terra per un’altezza di oltre25 metri (superiore a tutte le case pre-senti) e tre sotto terra adibiti a 112 postiauto a contatto con la falda idrica (situataa 8 metri - dati Provincia di Milano). Fi-nora il progetto (richiesta del 2007) haavuto due dinieghi dagli uffici dello spor-tello unico dell’edilizia del Comune per-chè ritenuto a rischio per il quartiere edi volumetria eccessiva.Il costruttore è l’Immobiliare La Mar-tesana di Foresto Sparso (BG).I pericoli cui le famiglie del quartiere an-drebbero incontro, se l’approvazione perla costruzione fosse concessa, sono i se-guenti: 1) elevato rischio di stabilità pergli edifici e per i muri delle case che sonocostruite su terreno alluvionale con faldaacquifera superficiale a 8 metri. Gli im-mobili costruiti all’inizio del Novecento La via Negroli è a due passi da via Longhi, ecco la dimostrazione della cementificazione selvaggia.hanno scarse fondamenta. Lo scavo delsottofondo per la costruzione dei 112 box chiuso e ristretto come quello dove il can- tizione popolare (www.sosvialonghi.it)risulterebbe di 13/14 metri interessando tiere dovrebbe sorgere; 6) aumento della rivolta al Sindaco e alla giunta per attivarela falda. Gli assestamenti e le crepe sono densità abitativa in un quartiere già molto il progetto del centro sportivo, che po-assicurati come sono confermate dalle re- congestionato e con pochi spazi verdi, trebbe essere realizzato da un noto ope-lazioni di due ingegneri strutturisti. Non molto traffico e nessuna struttura sportiva ratore del settore palestre e benessere pre-vogliamo pensare situazioni più gravi co- per i giovani o punti di incontro per gli sente nell’area. In tal modo cancellare lome crolli; 2) il palazzo toglierà luce ai anziani. spettro di un ecomostro che arrecherebberesidenti e tutto il complesso di case re- Cosa chiediamo che si faccia gravi danni a questa parte della città.sterà in ombra per molte ore al giorno con Una riqualificazione dell’area che porti L’idea di una Milano di qualità e vivibileconseguente aumento di consumo ener- un vero vantaggio agli abitanti del quar- è l’obiettivo che si deve affermare e coin-getico e di spese; 3) rumore, polvere, di- tiere e non solo pericoli per le loro case, volgere il maggior numero di cittadini.sagi alla viabilità, inquinamento da gas maggior inquinamento atmosferico e di- La via Negroli è a due passi da via Lon-di scarico delle ruspe, gru e del passaggio sagi e speculazione immobiliare. ghi, ed ecco qui evidente la dimostra-di 1500/ 2000 camion che dovrebbero per I residenti hanno richiesto all’assessore zione della cementificazione selvaggiamolti anni entrare e uscire dal cantiere, il Masseroli, che ha fatto un sopralluogo, la cui questo quartiere è sottoposto. Unocui accesso è un sottopasso all’interno di creazione di un centro sportivo d’eccel- scempio abitativo in fase di ultimazione,un palazzo abitato; 4) aumento dei rischi lenza (0-16) che riempia il vuoto di servizi costruito all’interno del cortile al civicoper la sicurezza e per l’ordine pubblico in questa zona dove anche le strutture sco- n. 12, in una zona dalla già alta densitàa causa della presenza di ponteggi davanti lastiche esistenti sono sprovviste di pale- abitativa e di traffico e con una spiccataalla nostre finestre, con relativa diminu- stre e impianti sportivi. Le scuole pubbli- mancanza di servizi e spazi verdi.zione della nostra privacy; 5) aumento che di zona (viale Mugello, via Cipro, Beh, comunque ci sarà chi lì nei pianidei rischi per l’incolumità personale in viale Campania) sono prive di strutture alti godrà di un bel panorama della cit-presenza di qualsiasi emergenza (incendi, idonee per praticare attivita’ sportive. tà… loro!crolli) che si possa verificare in uno spazio È in corso la raccolta di firme per una pe- Marina Tassara e Nino Bosco 3
  4. 4. ELEZIONI REGIONALI: ecco le nostre due candidate della ZONA 4 Marina TASSARA Albizzati e Maria Grazia FULCO zione pubblica e gli aspetti etici, sociali Nonostante la Lombardia sia una delle e ambientali dell’innovazione in campo aree più ricche e produttive d’Europa la biotecnologico. Mi sono inoltre occupata qualità della vita non rispecchia tale gra- di disagio sociale e psichico dei minori e do di benessere per questo voglio diri- progetti di cooperazione internazionale gere il mio impegno: con associazioni di volontariato. Di re- nell’emergenza educativa come funzione cente ho conseguito un Master per inse- sociale nella crescita culturale e umana gnare l’italiano agli stranieri per contri- dei giovani che si traduce in politiche buire in maniera produttiva alle difficoltà di pari opportunità e di recupero delle scolastiche dei bambini immigrati. eccellenze scolastiche, di sostegno alle Mi sono affacciata alla politica attiva in famiglie e di incremento di attività ex- seguito alla nascita del Partito Democra- trascolastiche; tico per canalizzare il mio impegno sociale nell’emergenza ambientale: la salva- e civile in un progetto comune e mettere guardia della qualità’ dell’aria passa at-Marina TASSARA ALBIZZATI, mi- a disposizione le mie esperienze, il mio traverso una seria e severa politica sullalanese classe 1960, sposata, una figlia sapere e il mio tempo libero. Sono con- mobilità sostenibile e di investimentidi 15 anni. vinta che il vero cambiamento passa at- per le energie alternative;Lavoro al DMU e Scienze Biomediche traverso la volontà e l’impegno concreto in una maggior efficienza della spesadell’Università Statale di Milano. delle persone. Oggi faccio parte del di- assistenziale e nel ripristino di una reteLaureata in Filosofia mi sono a lungo oc- rettivo del Circolo Mecenate- Lomellina- sanitaria territoriale che intercetti i sog-cupata di bioetica e dell’impatto della me- Ponte Lambro zona 4 Milano, e della di- getti più fragili, minori, anziani, disabili;dicina sulle nostre scelte individuali e col- rezione provinciale. A Milano seguo in in una maggior valorizzazione del ruololettive. Sono stata ricercatrice presso il particolare i problemi del quartiere, del della ricerca nelle politiche di svilup-Centro di Educazione Ricerca e Informa- territorio, della scuola ma soprattutto della po.zione su Scienza e Società partecipando cultura che considero il fondamento del- Perché c’è una Regione migliore!a progetti finanziati dalla UE sulla perce- l’agire politico e sociale. pdtassara@gmail.comMi chiamo Maria Grazia FULCO, so- cità e di forte volontà. Queste mi hannono nata a Milano il 28 settembre del stimolato ad accrescere il mio impegno1966, sono sposata da 17 anni, ho due politico e sociale.figlie, rispettivamente una di 13 e l’altra Credo nell’entusiasmo del lavorare in-di 9 anni. sieme per costruire una società che mettaMi sono laureata nel 1994 a Milano in in primo piano i valori della cultura,Medicina e Chirurgia e specializzata in della solidarietà, e della sicurezza.Medicina del Lavoro nel 1998. Dal 2009 Soprattutto in questo tempo credo si deb-sono anche medico agopuntore. ba fare fronte comune per riaffermareDal 1998 ho lavorato come Medico Com- principi fondamentali come il diritto alpetente sul territorio di Milano fino al lavoro e la tutela dei lavoratori, il diritto2003 presso diverse aziende come libera alla salute ed il diritto all’istruzione.professionista. Dal 2003 lavoro come di- Credo che la politica debba garantire paripendente presso la A.S.L. di Milano sem- opportunità a tutti i cittadini e che si debbapre come Medico del Lavoro. Dal 2007 convincere con urgenza che questi valorisono impegnata come volontaria presso sono indispensabili e che non possono Per ribaltare queste logiche è necessariala Caritas della mia parrocchia. Nel 2007, essere sottomessi alla logica del miglior la partecipazione di tutti, ed è per questosempre come volontaria, ho collaborato profitto e o all’interesse di pochi. che parto da me stessa.insieme ad alcune amiche all’ avvio dellascuola di italiano per donne straniere.Dal 2007 con la nascita del Partito De-mocratico sono impegnata presso il Cir- Circoli in movimentocolo di via di Monte Palombino a Ro-goredo. In questi tre anni mi sonoimpegnata con costanza insieme agli I L CIRCOLO del Partito Democratico Romana-Calvairate si trasferirà dalla storica sede in via Tommei in un nuovo esclusivamente su argomenti strettamen- te e tradizionalmente "politici". Ma non solo questo: perché l’idea è quella di unamici e compagni del circolo ad affron- spazio in via Tito Livio 27. luogo nel quale si possa andare magaritare alcune tematiche legate al quartiere Già da tempo, tra gli iscritti al Circolo, per leggere i giornali, scambiare dueche ci hanno portato a far aprire un Po- si era aperta una discussione sulla ne- chiacchiere, far presente un problema.liambulatorio ed alla fondazione del- cessità di essere più "visibili" nel quar- Una sede, dunque, a contatto con la re-l’Auser nel 2008. L’esperienza a Ro- tiere. Nella nuova sede sarà possibile altà della zona e con i cittadini che vigoredo mi ha permesso di conoscere ospitare iniziative di approfondimento abitano.molte persone generose, di grandi capa- e di discussione aperte al pubblico e non Laura Guerrini 4
  5. 5. SALVIAMO LA SCUOLA PUBBLICA genti contributi alle famiglie che scel- gono le scuole paritarie allargando an- cora di più una forbice evidenziata dagli bilanci in rosso e rischio fallimento squilibri di bilanci in forte attivo (scuole private) e scuole pubbliche che in questiQ UANDO LA REDAZIONE mi ha dato la possibilità di scrivere un ar-ticolo sulla scuola ho risposto con en- zano di tenere in piedi una casa che sta evidentemente crollandogli addosso. Nonostante le dichiarazioni sempre più giorni stanno lottando per approvare il piano annuale tra ingenti difficoltà, van- tando crediti da parte dello Stato pertusiasmo perché credo, che mai come di facciata del ministro Gelmini, i fatti centinaia di migliaia di euro e finanzia-in questo periodo, ci sia bisogno del con- dimostrano che mancano progetti di vera menti ridotti praticamente a zero.tributo di tutti, per far emergere la si- integrazione per alunni disabili e per gli L’inchiesta di Rai 3 ha evidenziato chetuazione critica della scuola pubblica. alunni extracomunitari. lo scorso anno i finanziamenti per laLo faccio riprendendo lo spunto da una Si rafforzano processi di discriminazione scuola della Regione Lombardia sonotrasmissione televisiva, trasmessa da Rai e si ampliano le differenze. stati così ripartiti: per i 980.000 studenti3 domenica 14 febbraio, che ha aperto Di fronte a questa rappresentazione de- della scuola pubblica la spesa pro-capiteuno squarcio nel silenzio che spesso cir- solante emerge con grande contrappo- è stata di 3,38 euro, mentre per ognunoconda l’istruzione. Si tratta di “Presa- sizione il mondo delle scuole private o dei 98.000 studenti delle scuole privateDiretta”, condotta da Riccardo Jacona, paritarie: in Lombardia ci vengono mo- la cifra sale a 475,00 euro.che in modo chiaro ed efficace ha evi- strati esempi di scuole ben attrezzate Vorrei ricordare ai nostri governanti chedenziato la stato di estrema sofferenza con palestre, laboratori, piscine, inse- la nostra Costituzione fa della scuoladella scuola pubblica: la condizione gnamento bilingue, attività per gruppi e pubblica il garante del diritto all’istru-drammatica dei precari, il degrado del- molto altro, per una scuola di qualità in zione pubblica per tutti, mentre l’articolol’edilizia scolastica e la mancanza di ri- grado di fornire obiettivi ed educare con 33 della Costituzione da il diritto ad entisorse per il funzionamento ordinario e competenza. Il costo di iscrizione si ag- e privati di istituire scuole e istituti diper il pagamento delle supplenze. gira sui 7.000 euro all’anno, al di là di educazione, senza oneri a carico delloUn quadro allarmante che mina seria- ogni possibilità per una normale famiglia Stato.mente i progetti didattici dei nostri figli, italiana con reddito da lavoro dipenden- Tutto chiaro Presidente Formigoni?nonostante la buona volontà di docenti, te. Massimiliano Camillidirigenti e tutto il personale che, fatico- In questa situazione la Giunta Regionale Presidente Consiglio d’Istitutosamente e senza mezzi idonei, si sfor- del Presidente Formigoni elargisce in- Madre Teresa di CalcuttaPOVERO LAMBRO: chi ha voluto tutto questo?I L PARTITO DEMOCRATICO denun- cia il grave inquinamento ai danni delfiume Lambro, causato dallo sversamento quantità di idrocarburi stoccabili nello sta- bilimento. Il gravissimo incidente impone però da subito al Consiglio di valutare at- dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo e approvata dal Parlamento il 2 febbraio scorso, che depenalizza il reato di scaricodi migliaia di metri cubi di gasolio e pe- tentamente se tutto è funzionato corretta- industriale nelle acque. In pratica nontrolio, fuoriusciti da un deposito della so- mente. Forse se Formigoni avesse chiesto c’è più un reato penale, e chi scaricheràcietà Lombarda Petroli a Villasanta (Mon- più tempestivamente lo stato di emergen- inquinanti oltre i limiti consentiti dallaza). Si tratta del più grave incidente mai za, gli interventi sarebbero stati più coor- legge se la caverà semplicemente concapitato in Brianza ed è un clamoroso dinati ed efficaci. una multa che va da 3.000 a 30.000 euro,esempio di come l’assenza di controlli Denunciamo con profondo sdegno la una semplice sanzione amministrativa.metta a repentaglio la sicurezza degli ani- legge proposta, tra l’altro, dal ministro Claudio De Biaggimali e dell’ambiente. Un fatto molto al-larmante e potenzialmente devastante perl’ecosistema del corso d’acqua, già pro-vato da anni di inquinamentoI consiglieri regionali del PD hanno chie-sto: 1) l’immediata convocazione di unconsiglio regionale straordinario per af-frontare il problema del risanamento delLambro e del Po e la difesa dei corsi d’ac-qua dalla presenza e dai problemi am-bientali causati delle industrie a rischiodi incidente rilevante come la LombardaPetroli, da cui si sono riversati nel Lambrouna quantità ancora imprecisata di petrolioe gasolio; 2) che i lavori di messa in si-curezza e di ripristino ambientale proce-dano con la massima celerità e si accertinole gravissime responsabilità di chi ha com-messo il fatto e di chi, forse, ma lo accer-terà la magistratura, non ha svolto fino infondo il proprio compito di controllo; 3)di verificare con la massima urgenza le Tecnici nel tentativo di bloccare l’ondata nera nel fiume Lambro. 5
  6. 6. MM4, Linea Blu: sto” ripresa dalle telecamere di RAI3; il giorno seguente erano presenti Marco UN’OPERA ORMAI NECESSARIA Cormio consigliere comunale, Angelo Misani consigliere di zona 4 e SergioI L GAZEBO del PD si sposta da Viale Ungheria, dove il riscontro da parte deiresidenti è stato notevole, per due giorni, città sia l’inquinamento atmosferico che ne deriva. Infatti, grande interesse hanno suscitato Poggio, coordinatore del partito demo- cratico per la zona 4, che hanno dato ri- sposte esaustive a tutti i curiosi.nonostante la temperatura rigida e la neb- i cartelloni raffiguranti la mappa cittadina E’ cosi terminato felicemente un altrobia incombente, sabato 6 febbraio in via con il percorso della nuova linea: la gente incontro tra il Partito Democratico e laPorto di classe e domenica 7 febbraio nello si avvicina numerosa all’uscita dalla mes- cittadinanza, che ha rispecchiato fedel-spiazzo antistante alla Basilica dedicata sa, chiede, discute e soprattutto osserva. mente la direttrice tracciata dal segretarioa San Nereo e San Achilleo. Hanno contribuito poi al successo del- nazionale per una sempre maggior pre-La chiesa, voluta nel 1937 dall’allora l’iniziativa anche la presenza di alcuni senza nel territorio.Arcivescovo di Milano Alfredo Ildefon- amministratori pubblici del Partito De- Termino auspicando di essere nuova-so Shuster, venne progettata dall’archi- mocratico: i consiglieri comunali Andrea mente cronista nel futuro di altre inizia-tetto milanese Giovanni Maggi, che la Fanzago e Pierfrancesco Maiorino e il tive dei nostri circoli.concepì di tipo basilicale romanico. consigliere provinciale Paolo Cova, che Questo è il Partito Democratico tra laL’iniziativa è stata promossa dal circolo assieme a Francesco Laforgia hanno dato gente per la gente.Mecenate/Lomellina/Ponte Lambro con vita ad una conferenza stampa “sul po- Enrico Mattiolila collaborazione di amici del circoloXV Martiri in Via Marcona.Il presidio ha avuto lo scopo di portareall’attenzione dei cittadini il progettodella metro MM4 (linea BLU), progettoricordiamo nato già sotto il governo Pro-di e pronto da qualche tempo, offrendoun’ampia documentazione in merito:una mappa con evidenziato tutto il per-corso, fotografie con i progetti delle fu-ture stazioni, fogli informativi con i costie i tempi di realizzazione, mettendo an-che in risalto la pressione dei rappresen-tanti del Partito Democratico in tutte lesedi istituzionali per sollecitare Il Sin-daco e tutta l’amministrazione Comunalee Provinciale a dare l’avvio ai lavori tro-vando i fondi necessari, peraltro già stan-ziati ma non ancora arrivati.Ribadiamo ai residenti l’assoluta impor-tanza di questa infrastruttura in vistadell’Expo 2015 e ormai necessaria perridurre sia l’enorme afflusso automobi-listico quotidiano che da Est entra in Gazebo in viale Argonne del Circolo Mecenate-Lomellina-Ponte Lambro a favore della MM4. LA MAFIA NON ESISTE? giunti in questo campo. Come ha sostenuto il procuratore Gian Carlo Caselli, “per combattere la mafiaI L PROGRAMMA del Teatro Oscar di via Lattanzio prevedeva per sabato 6febbraio la messa in scena dello spettacolo passi dal Duomo", in cui egli racconta gli intrecci tra economia, politica e mafia in Lombardia, ha evidentemente colto non bastano la magistratura e le forze dell’ordine: serve un’antimafia sociale”. Il massimo sostegno deve essere dato a“L’apocalisse rimandata, benvenuta ca- nel segno. tutte quelle persone coraggiose che de-tastrofe", con l’attore Giulio Cavalli. Al- Gli "avvertimenti" mafiosi hanno un lato nunciano e ci fanno conoscere aspettil’ultimo momento la rappresentazione è patetico e ridicolo con la loro ovvia tea- della realtà che troppo spesso, sbaglian-stata annullata e le ragioni di una deci- tralità (è il caso di dirlo) ma proprio per do, consideriamo lontani da noi, dallasione così grave e inconsueta sono assai questo non possono assolutamente essere nostra vita.preoccupanti. Poche ore prima dell’inizio sottovalutati. Perché evidentemente se la In solidarietà con Giulio Cavalli, il Par-dello spettacolo, infatti, sono stati rinve- mano dell’esecutore è stupida, molto pe- tito Democratico ha organizzato venerdìnuti 23 proiettili, tanti quante sono le re- ricolosi sono i mandanti che non possono 12 febbraio a Palazzo Marino una mo-pliche previste. tollerare di avere i riflettori puntati sui bilitazione antimafia che ha visto la par-Giulio Cavalli è da tempo bersaglio di loro illeciti interessi e sulle loro attività tecipazione dell’attore stesso, di magi-minacce e intimidazioni per le sue rap- criminose. strati, di forze dell’ordine e di Walterpresentazioni antimafia e vive da anni Con buona pace delle trionfali dichia- Veltroni e Nando Dalla Chiesa.sotto scorta. Il suo spettacolo "A cento razioni del governo sui successi rag- Laura Guerrini 6
  7. 7. È aperto il tesseramento 2010 Iscriviti anche tu al PARTITO DEMOCRATICOI l Coordinamento dei Circoli del Partito Democratico della Zona 4 di Milanosi rivolgono a tutti coloro che nel nostro esperti su specifiche tematiche (Pietro Ichino, Gherardo Colombo, Consiglieri Regionali, Senatori, Deputati, Europar- Babila, il Policlinico. Chiediamo che vengano completate le opere viabili- stiche che sono state avviate da mesiterritorio hanno partecipato in prima per- lamentari) abbiamo arricchito le nostre e che sono incompiute, e la manuten-sona alla nascita del PD per invitarli al- conoscenze. zione dei manti stradali, e che i fondil’iscrizione per il 2010 al Partito De- Abbiamo affrontato in collaborazione dell’Expo abbiano qualche ricadutamocratico e a partecipare direttamente coi comitati spontanei dei cittadini i pro- utile nei prossimi anni anche per chiall’attività del circolo più vicino a casa blemi dei parcheggi e dell’edilizia più vive nella nostra parte della città.loro, o in cui si sentono maggiormente o meno selvaggia. Ci siamo invece opposti al maxitunnela loro agio. Alcuni Circoli hanno contatti con realtà a pagamento che il sindaco Moratti vuo-Negli ultimi 12 mesi sono successe tante che nella zona si prendono cura di chi è le fare, dallo svincolo Forlanini dellacose nel nostro Partito, come ad esempio in condizioni di bisogno (es. con un Cen- Tangenziale a Rho.il rinnovo di tutti gli incarichi direttivi tro di ascolto Caritas, per guardare ad E’ solo iscrivendosi e partecipando al-a livello nazionale, regionale, provinciale occasioni di incontro tra chi cerca lavoro l’attività dei circoli che possiamo “fare”,e locale (di circolo). e chi potrebbe offrirlo). col nostro modo di agire diverso, il PDDopo le discussioni congressuali circa il Abbiamo posto l’attenzione ai problemi nuovo che vogliamo. Non ci sono altrimodo migliore per rilanciare il PD è giun- del lavoro che viene meno e a quello a cui delegare questo compito!to il tempo in cui ciascuno collabora con che è precario, particolarmente per i gio- Per questo vi attendiamo per l’iscrizionechi è stato scelto a dirigere il Partito. vani; a quello della scuola pubblica, al PD nei locali di uno dei circoli dellaSi è ripreso a “fare politica”, ognuno al cui la riforma Gelmini dà sempre meno Zona 4 (nella sede che è più comoda):proprio livello. guardando ai problemi risorse. Sono in cantiere iniziative anche la quota minima 2010 che dobbiamoconcreti delle persone. Siamo convinti sui problemi che le famiglie e gli studenti versare per ogni iscritto alla segreteriache i nostri eletti devono essere onesti, devono affrontare. Per quanto riguarda provinciale è di € 30 (€ 15 se ha fino atrasparenti, rispettando il mandato rice- la viabilità abbiamo ottenuto, grazie 29 anni); chiediamo a chi può farlo divuto, lavorando solo per il bene comune, all’azione dei nostri consiglieri comu- dare un contributo addizionale nella mi-e nel nostro territorio questo già succede: nali Cormio e Comotti, l’attivazione sura che ritiene giusto, con cui coprirenel Consiglio di Zona 4 ed in Comune ci della nuova linea 88, un autobus che da le spese che dobbiamo sostenere per faresono due squadre coese di eletti del PD, Fantoli-Ungheria porta a Rogoredo FS- le attività politiche del Circolo (stamparee con loro i circoli lavorano bene e con M3, e l’avvio dei lavori in via Pestagalli volantini e manifesti, pagare le salecontinuità. La Zona 4 è sta la più attiva per collegare via Zama con Rogoredo quando facciamo manifestazioni pub-di Milano e ha fatto eleggere ben tre con- FS-M3. bliche, far fronte alle spese logistichesiglieri provinciali di valore coi quali sia- Con un gazebo stiamo informando la delle sedi, ecc.).mo costantemente in contatto. Uno di cittadinanza circa la Linea 4 della Contiamo che anche tu sia dei nostriloro è, tra i vicesegretari provinciali, quel- metropolitana, che andrà dall’aeroporto quest’anno!lo con delega alla città di Milano. di Linate alla stazione FS S. Cristoforo Coordinamento dei Circoli della Zona 4Sono in arrivo le elezioni Regionali e attraverso viale Forlanini, Argonne, S.per la prima volta è stato chiesto ai Cir-coli di proporre alla segreteria regionaledei candidati. Abbiamo in lista due can-didate provenienti da nostri Circoli, mol-to impegnate nell’area Lomellina, Ma-rina Tassara, ed in quella di Rogoredo,Maria Grazia Fulco. Per le prossime ele-zioni Comunali del 2011 vorremmo ave-re ancor più voce in capitolo.Sul fronte dell’informazione abbiamo av-viato il notiziario “Farsi in 4 per Zona4” frutto della collaborazione tra i Circolidella zona, che per ora è distribuito solovia e-mail, ma che presto sarà anche stam-pato su carta e inviato a chi non ha Inter-net. Sta per decollare anche il sito internet(di cui diffonderemo il link) in cui cia-scuno dei Circoli avrà lo spazio per le suenotizie. Coloro che ci hanno fornito l’in-dirizzo e-mail sono stati informati circale iniziative che abbiamo messo in can-tiere, o che abbiamo già fatto.Attraverso incontri con personaggi 7
  8. 8. Per consentire a tutti di aderire al PD abbiamo deciso di tenere aperte tutte le nostre sedi con i seguenti orari: Circolo ROMANA-CALVAIRATE via Tommei 3/4 - tel. 327/3399963 pd.romanacalvairate@gmail.com http://pdromanacalvairate.blogspot.com/ domenica 10,00-12,00 • martedì 21,00-23,00 DO GORE ino 2 o RO lomb @tisca li.it l Circo nte Pa pdrog oredo o • via M /1770533 9 tel. 33 ,00-12,30 9 sabato Circolo CORVETTO via Mompiani 10 - tel. 380/2640398 pdcorvetto@alice.it giovedì 15,00-18,00 • domenica 14 marzo ore 11,00 aperitivo con festa del tesseramento INELLI C ircolo CARM - tel. 339/7493923 e 13 via Archimed mail.com p dcarminelli@g blogspot.com/ elli. http://pdcarmin ,00 martedì 21,00-23Circolo MECENATE - LOMELLINA - PONTE LAMBROvia Mecenate 25 - tel. 333/9057484 •pd.circolomecenate@gmail.comvia Mecenate, 25 (presso Arci): sabato 9,30-12,00via Lomellina, 14 (presso Coop. Liberazione) 1° piano: mercoledì 18,00-19,00via Vittorini, 24 (presso Coop. Ponte Lambro): domenica 9,30-12,00
  9. 9. Rogoredo 2010: PENATI IN TOUR ELETTORALEI L 14 FEBBRAIO Filippo Penati, can- didato alla presidenza della RegioneLombardia, nell’ambito del tour elet- ospedaliera a livello nazionale, ma non ha più ricevuto sostegno a livello di unità periferiche e decentrate, che tanto investimenti nei trasporti. Non si sente più parlare del vero federalismo fiscale con compartecipazione al gettito fiscale:torale, ha fatto visita al quartiere di Ro- servirebbero ai cittadini dislocati sul una parte delle tasse nazionali dovrebbegoredo, nella sede del circolo del PD, territorio. La sanità infine funziona “a restare direttamente in Lombardia. Fi-in una sala gremita di sostenitori e gente due velocità”: per fare analisi specia- nora ci sono state tante promesse, macomune desiderosa di conoscere da vi- listiche con il servizio sanitario, si at- soluzioni non se ne sono viste.cino lui e le idee che vuole portare avan- tendono diversi mesi, se si fanno a pa- Infine Penati ha affrontato il tema delti in ambito regionale e nazionale. Inizia gamento nelle stesse strutture, i tempi nucleare: non è la scelta giusta per ilriflettendo su Formigoni, che non ha sono cortissimi. Così non si ha ugua- nostro paese e mentre il governo Ber-ragione di essere rieletto: da quindici glianza tra i cittadini, punto cardine del- lusconi a Roma la propone come l’unicaanni governa e ormai pensa più a con- le idee di sinistra. soluzione possibile, a livello regionalesolidare il proprio sistema di potere I temi affrontati sono stati i più svariati: i suoi candidati la rifiutano. Formigonipiuttosto che rivolgersi ai cittadini. E’ richiamando l’appena accaduto episodio stesso afferma che in Lombardia il nu-democraticamente inaccettabile che di Via Padova, Penati ha evidenziato cleare non serve. La scelta del PD in-chiunque governi per quattro legislature l’abbandono dei quartieri periferici da vece, è di spingere sulle energie rinno-di seguito: il rischio è che si finisca col parte della Pubblica Amministrazione, vabili, che hanno meno impattoperdere di vista i problemi reali della e il bisogno dell’alternativa politica an- ambientale e sono ugualmente efficaci.popolazione. Infatti, a fronte della crisi che in ambito comunale dall’anno pros- I problemi e le soluzioni prospettateeconomica in Lombardia, sono stati au- simo, visto il rinnovo di Palazzo Marino. sono stati molteplici e Penati ha dav-mentati gli affitti delle case popolari e Per il doppio problema traffico/inqui- vero saputo catturare l’attenzione e so-chiusi servizi territoriali, aggravando namento non si fa nulla: l’88% dei la- prattutto la fiducia degli uditori che lola situazione sanitaria a discapito del voratori metropolitani è costretto a muo- sosterranno entusiasticamente per lepubblico malato. Inoltre è vero che la versi con l’automobile e non usa i mezzi prossime elezioni.sanità lombarda ha ricevuto l’eccellenza pubblici e ciò avviene perché mancano Rita FerrieriFilippo Penati espone il suo programma nell’ambito del suo tour che lo ha portato a Rogoredo. 9
  10. 10. IL NUOVO SEGRETARIO METROPOLITANO DEL PD Cormano nel gruppo dei Democratici di Sinistra e Presidente della Commissione ROBERTO CORNELLI Cultura, Sport, Tempo Libero, Lavoro e Attività produttive; in seguito, nel 1999, ha ricoperto il ruolo di AssessoreS ERENO sempre puntuale e sorridente determinato a rilanciare l’area metro-politana milanese come protagonista della nel 2003 un Dottorato Internazionale di Ricerca in Criminologia. Oggi è Docente di Criminologia e Ricercatore all’Univer- all’Urbanistica ed Edilizia Privata. Nel 2004 viene eletto per la prima voltarinascita politica del riformismo demo- sità di Milano-Bicocca. Svolge la propria Sindaco del Comune di Cormano, rie-cratico, Roberto Cornelli ha già dimostrato attività scientifica nei Settori della Giu- letto nel 2009 con il 66,11% dei voti.di saper ben coniugare elaborazione teo- stizia Penale e della sicurezza urbana. La sobrietà l’impegno e lo stile mostratirica, prassi politica e capacità ammini- Ha sempre affiancato alla carriera acca- in queste prime battute come responsa-strative con la sua rielezione a sindaco di demica l’impegno sociale e per i diritti bile della segreteria provinciale dimo-Cormano nelle elezioni amministrative civili – Associazione "Macondo" di con- strano che la fiducia accordatagli è bendel 6 e 7 giugno 2009. sulenza legale per cittadini stranieri; riposta.Nato a Milano nel 1974, è sposato dal Commercio Equo e Solidale e GAS – e A lui il nostro sostegno e un augurio di2001 ed è padre di tre figli. Laureato in quello politico-istituzionale: dal 1995 buon lavoro.Giurisprudenza nel 1999, ha conseguito al 2000 è stato Consigliere Comunale a Marina Tassara GIORNATA DELLA MEMORIA... TRA TESTIMONIANZA E REVISIONISMO dirigenti). Durante la trattazione provoM ERCOLEDÌ 27 gennaio ore 21, en- tro nella sala del circolo PD di viaMecenate al 25. Penso di trovare poca una sensazione nuova che anni di dibattiti sull’argomento non mi hanno mai fatto Maria mi fa entrare nei dolori, nelle an- gosce, nelle paure della sua vita, della vita degli altri che pur non essendo de-gente ma la sala è piena. Stanno arrivando provare: riesco a sentire le strade che per- portati continuarono a cercare spasmo-altre persone. Corro subito a procurare corro ogni giorno non come semplici dicamente, senza sapere neanche dove,altre sedie. Fortuna ce ne sono un bel po’ manti di asfalto ma come elementi intrisi i loro cari. Ma allora quando si parla dinel locale sottostante. Davanti a tutti scor- di vita vissuta con forte intensità di amore vite spezzate è sbagliato annoverare sem-go tre persone. Uno tra questi è il mio e morte. Solo un attimo di respiro per me pre e solo il numero dei deportati: mol-amico Claudio De Biaggi che apre la se- e Maria Panizza incomincia a raccontare tiplichiamo questo numero per 10,20,100rata con una trattazione storica della de- la storia del fratello 17-enne reo di che perché la deportazione non ha spezzatoportazione avvenuta nella nostra zona cosa? Reo solo di aver partecipato ad una solo la vita del deportato ma ha ucciso(nella stragrande maggioranza operai del- manifestazione, carcerato e successiva- anche la vita di tutte persone a lui care.la ditta Caproni e non solo, anche molti mente deportato a Mauthausen. La parola passa a Dario Venegoni presi- dente della sezione milanese dell’Asso- ciazione Nazionale Ex Deportati politici nei campi nazisti. Dario mi fa inquietare. Si, mi fa inquietare enormemente: parla di revisionismo storico in atto! Si sta’ ten- tando di far passare l’idea che solo gli ebrei furono deportati ma a Milano, su 1800 uomini, circa la metà furono depor- tati politici. I deportati politici erano co- loro che esprimevano la loro contrarietà alla dittatura ed essendo scomodi furono consegnati dai fascisti ai tedeschi. Il re- visionismo messo in atto dalla destra ten- de a non far collegare il fascismo alle de- portazioni in modo da eliminare la caratteristica di crudeltà del regime. Questo incontro fatto di elementi storici relativi alla nostra zona, elementi di vita parallela vissuta dai familiari dei depor- tati ed elementi di vita attuale con il re- visionismo da combattere con forza mi fanno uscire dalla sala con un qualcosa in più che, senza ombra di dubbio, mi ha fatto maturare e crescere. Un grazie agli organizzatori.Dario Venegoni durante il suo intervento al Circolo Mecenate nel giorno della Memoria. Massimo Liguori 10
  11. 11. da denunciano ancora una volta la po- Via Padova litica di accoglienza della sinistra o ad- dirittura annunciando perquisizioni e Prima l’abbandono poi la violenza sgomberi casa per casa, dimenticando che la regione e la città è da loro gover- nata da vent’anni.P URTROPPO il degrado, l’indifferenza e il non vedere portano la violenza.Questo è successo in via Padova. E’ da stano le telecamere, le pattuglie e i militari se manca una vera politica, una cultura che si occupi realmente dei problemi del E’ qui che il Partito Democratico deve dire la sua, inserirsi nel dialogo tra isti-anni che via Padova vive una situazione territorio in modo capillare, zona per zona, tuzioni e cittadini, promuovendodi grande disagio a causa di un forte in- cha sappia intuire e capire i problemi, le un’azione antidegrado delle periferie,sediamento di cittadini stranieri, regolari necessità dei residenti, dalla scuola alla far sentire la sua voce per prevenire fo-e no, e di un’insofferenza dei residenti religione per arrivare in questo momento colai di odio e intolleranza tra i diversiitaliani; tutto questo porta a una quoti- di crisi alle difficoltà economiche generate gruppi intraprendendo iniziative culturalidiana sopportazione. dal problema occupazionale. e popolari volte al superamento degliTra le varie etnie e anime della via che Sarebbe ora che il Sindaco e tutto il con- steccati sociali e delle barriere, far sentireabbandonate a loro stesse sfociano ap- siglio comunale uscisse dai suoi salotti all’italiano che questo è ancora il suopunto in episodi di violenza causati anche e scendesse in strada nelle periferie a quartiere e la sua città e al nuovo arrivatoda motivi futili. Il problema vero, come vedere come veramente si è sviluppata che qui può trovare il riscatto socialedicevo, è l’abbandono da parte delle au- la città e quali problematiche nascano che sta cercando. Insomma in breve im-torità cittadine del quartiere, infatti, non da insediamenti di nuovi cittadini. maginare una città diversa, più acco-esiste un quadro a livello cittadino, un di- Fanno sorridere le dichiarazioni della gliente e più bella affinché episodi disegno, per risolvere il problema degli im- maggioranza, Ministro Gelmini in testa, questa natura non si verifichino più.migrati e dei quartieri popolari. Non ba- che cavalcando furbescamente la vicen- Enrico Mattioli LA CRISI... ...come ce la raccontano (o come ce la nascondono)I L 4 FEBBRAIO scorso alla Palazzina Liberty, si è tenuto un incontro sul te-ma “La crisi, è globale o locale? Comè, quella di Francesca Balzani di una vi- sione che proprio dall’Europa parte. Ter- ragni ha espresso l’opinione di chi, più contrapposti, ma si sono integrati per- mettendo al pubblico (interessato e di- sponibile a domande e richieste di ap-come ce la raccontano e come si può ri- legato al tessuto delle piccole e medie profondimento) di avere una visione delsolvere”, un incontro dedicato al con- imprese della regione, percepisce un’Eu- problema della crisi da punti di vista di-fronto tra politica, economia e comuni- ropa che non ha una visione del peso versi.cazione in relazione proprio alla crisi di che questa realtà ha per il nostro Paese: L’intervento di Marco Marturano ha sot-questi anni. un tessuto capillare e diffuso su cui si tolineato come la crisi venga completa-All’appuntamento, organizzato dai Cir- regge una parte importante della nostra mente nascosta dal governo di Berlu-coli del Partito Democratico di Zona 4 economia e che deve confrontarsi ogni sconi sia attraverso un oscuramentoin collaborazione con il Gruppo Consi- giorno con molti problemi senza neppure scientifico su giornali e televisioni, sialiare del PD, hanno partecipato France- avere il tempo di costruire un progetto – ancora più grave – attraverso la siste-sca Balzani, deputata al Parlamento Eu- di sviluppo futuro. matica negazione da parte del Presidenteropeo, membro della commissione Francesca Balzani ha sottolineato come del Consiglio e del Ministro dell’Eco-bilanci e relatore ombra al Bilancio 2010 proprio le istituzioni europee e soprat- nomia.per l’Alleanza Progressista dei Demo- tutto l’istituzione e l’adozione della Purtroppo anche gli ultimi dati ISTATcratici e dei Socialisti, Fabio Terragni moneta unica, un obiettivo che è costato confermano la gravità della crisi e comeamministratore delegato di Bic La Fu- molto lavoro e un confronto aperto fra la mancanza di qualsiasi idea e inizia-cina e Marco Marturano, docente di gior- gli Stati e le diverse posizioni, siano tiva da parte del governo per contenerlanalismo politico allo IULM e presidente stati di importanza fondamentale per e contrastarla stiano lasciando un segnodi GM&P, società di comunicazione po- sostenere l’economia della comunità e su tutti i dati fondamentali: dalla cre-litica, oltre a Marco Cormio, consigliere dei paesi che la costituiscono in una si- scita del PIL all’occupazione, dal calocomunale del PD. tuazione di grave crisi come quella che dei consumi alla contrazione dei datiE’ stato interessante il confronto dialet- abbiamo attraversato e stiamo attraver- di importazione, soprattutto di espor-tico tra due visioni; quella di Terragni sando. tazione.di un’Europa vista dall’Italia e dall’altro Le opinioni e i punti di vista non si sono Roberto Fuso Nerini Hanno collaborato a questo numero: Claudio DE BIAGGI (responsabile e coordinatore redazionale); Nino BOSCO; Massimiliano CAMILLI; Emma COLOMBO; Marino COMINELLI; Rita FERRIERI; Roberto FUSO NERINI; Laura GUERRINI; Massimo LIGUORI; Enrico MATTIOLI; Sergio POGGIO; Sergio SALADINI Vignetta di Claudio BAROTTI. 11
  12. 12. rubrica: IL PD AL SERVIZIO DEL CITTADINOFinalmente si apre ai cittadini Case Aler di via Norico e Berlese la via dei Pestagalli. a che punto sono?Il 12 gennaio scorso, durante la seduta della Com- Case ALER di via Norico e Berlese: a che punto sono ?Case ALER ….. saràmissione Territorio del Consiglio di Zona 4 è stato la volta buona o l’ennesima delusione?presentato e discusso il progetto di sistemazione Nonostante tutte le sollecitazioni fatte da cittadini residenti nella zona e indell’area, di proprietà di Assicurazioni Generali adia- special modo dal consigliere comunale Marco Cormio, sino al mese di gennaiocente via dei Pestagalli civico 45, attualmente oc- scorso, l’area che si affaccia in via Norico angolo via Salomone dove ALERcupata da capannoni in cui venivano svolte attività deve costruire sette palazzine (dovevano sorgere contemporaneamente alledi logistica. otto realizzate da privati, sei in via Norico e due in via Berlese, ormai abitateSu un’area di mq. 43 000, sul lato rivolto verso via da più di sette anni) si presentava come un luogo abbandonato al degradoPestagalli sorgeranno edifici di altezza variabile tra e soprattutto oggetto di discarica abusiva.i 4 ed i 7 piani che verranno adibiti ad attività ter- Durante questi anni abbiamo sempre sperato nell’inizio dei lavori quandoziaria; verrà costruita anche una torre di 10 piani, Aler, dopo aver indetto una gara d’appalto, inviava il vincitore della stessama la cosa che più interessa i cittadini già residenti in cantiere per l’esecuzione dei lavori necessari alla bonifica del terreno enelle vie adiacenti di Rogoredo, sarà la presenza all’edificazione.di un supermercato/- centro commerciale di 2500 Purtroppo ogni volta i lavori iniziati venivano interrotti e abbandonati.mq. che dovrà servire anche i futuri insediamenti Verso la fine di gennaio, pochi giorni dopo aver chiesto al presidente delladi Merezzate. commissione edilizia del Consiglio di Zona 4 di sollecitare ALER a riprendereIl Comune di Milano ha ottenuto da Assicurazioni i lavori, sono riapparse le ruspe.Generali, come opera prioritaria, l’apertura della via Visto l’esito del sollecito fatto ad ALER, in data 11 febbraio ho chiesto aldei Pestagalli, che verrà realizzata a doppio senso presidente del Consiglio di Zona 4 e al presidente della commissione ediliziadi marcia e successivamente ceduta da Assicura- di invitare ALER a una commissione in modo che ci venga illustrato il progettozioni Generali al Comune. delle case da costruire e i tempi di realizzazione delle stesse.Con questo intervento tutta la zona Forlanini/Me- Aspettiamo fiduciosi.cenate/Salomone potrà raggiungere Rogoredo FS Emmamaria Guja Colomboe la MM3 percorrendo la via Zama e la via dei Pe- Consigliere di Zona 4 per il Partito Democratico - emcol@libero.itstagalli.Sono previsti 12 mesi di lavoro per l’apertura dellavia Pestagalli, mentre per la realizzazione degli edificisi prevedono 36 mesi.Il Consiglio di Zona 4, nella seduta del 14 gennaioscorso, ha dato parere favorevole al progetto. Emmamaria Guja Colombo Consigliere di Zona 4 per il Partito Democratico emcol@libero.it «Edilizia residenziale» QUARTIERE MEREZZATERendiamo noto quanto emerso durante la recenteriunione avvenuta tra la Commissione Territorio delConsiglio della Zona 4 ed un rappresentante di ECO-POLIS Soc. Coop. per l’esame del progetto di inter-vento di edilizia residenziale, che verrà realizzato nel-l’area della ex-azienda agricola Merezzate situata tra le vie Salomone-Bonfadini,ed il quartiere Santa Giulia.Su un’area di 62.000 metri quadrati verranno costruiti 11 edifici di 6 e 8 piani per un totale di 975 appartamenti (dal monolocale alquadrilocale) dotati ciascuno di box-auto. Le abitazioni saranno così suddivise: 109 appartamenti in affitto a canone sociale, gestitidall’ALER; 158 appartamenti in affitto con canone convenzionato e 708 appartamenti in vendita a prezzo convenzionato.Costi: per l’affitto il 4,5% del valore dell’appartamento e per quello convenzionato il canone di affitto praticato dalle CooperativeECOPOLIS; per l’acquisto un prezzo previsto di € 1.975 al metro quadrato di superficie complessiva.Allacciamenti energetici: il riscaldamento verrà attuato attraverso la centrale termica della Soc. A2A che distribuirà il calore, mentre- non essendo previsto l’allacciamento alla rete del gas metano – per cucinare verranno utilizzate le piastre ad induzione.Tempi di costruzione: inizio dei lavori previsto per l’estate 2010, con una durata di 36 mesi.Servizi di quartiere: un asilo-nido, a gestione privata convenzionata, una scuola media ed un’area per possibili servizi da determinarsiin base alle richieste dei futuri residenti (poliambulatorio, farmacia, ufficio postale, palestra). Vi sarà anche un’area a verde di 24.000metri quadrati, asservita ad uso pubblico.Negozi o Supermercato: non ve ne saranno in loco, perché in vicinanza (zona via Pestagalli) è prevista la realizzazione di un supermercatoo centro commerciale e potranno anche essere utilizzati i negozi da aprire nella zona della vicina Santa Giulia.Allacciamenti viabilistici: dagli Enti costruttori dovrà essere realizzata la strada che collegherà la rotonda di via Manzù con via Medicidel Vascello ed è prevista anche l’apertura della via Pestagalli, che renderà possibile raggiungere la Stazione FS di Rogoredo.Mezzi pubblici di trasporto: si ipotizza la costruzione di una metro-tramvia tra la Stazione di Rogoredo e la via Bonfadini, passandodal quartiere di Santa Giulia. In attesa, ATM ha garantito un servizio di autobus tra Merezzate e le Stazioni FS/MM3 di Rogoredo. Emmamaria Guja Colombo Consigliere di Zona 4 per il Partito Democratico - emcol@libero.it 12

×