Farsi in quattro n 17 maggio 2012

1,036 views
972 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,036
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Farsi in quattro n 17 maggio 2012

  1. 1. F in arsi 4 farsin4@gmail.comN. 17 anno 3maggio 2012 PER ZONA QUATTROINTERVISTA AL REGISTA CLAUDIO CIPELLETTIDiscutiamo di OMOFOBIAma anche del rapportoGENITORI-FIGLIS arà alla Palazzina Liberty di Lar- confrontano non solo sul tema dell’omo- dei giovani omosessuali. Dal punto di go Marinai d’Italia, domenica 13 sessualità ma anche sui mille “coming vista di un ragazzo o di una ragazza i maggio, la giornata clou della out” che accompagnano le scelte auto- genitori stanno dalla parte del mondomaratona contro l’omofobia che, dal nome dei figli e le reazioni dei genitori. che non capisce o rifiuta la loro scelta,17 aprile al 17 maggio (Giornata Perché due volte genitori? poi ci siamo resi conto della fragilitànazionale) coinvolge tutte le nove zo- Il film parte dal terrore di aver perso il dei genitori e della loro solitudine dine di Milano. proprio figlio o la propria figlia - perché fronte a quello che vivono come unQui sarà proiettato dalle 20.30 il film è questo il modo in cui viene vissuto trauma, spesso improvviso. Perché an-“Due volte genitori” di Claudio Cipel- l’annuncio dell’omosessualità - e si sno- che chi crede di non avere pregiudiziletti, racconto del vissuto di madri e da in un viaggio in cui ‘i nostri eroi’, non capisce l’orientamento del figlio.padri dal momento in cui hanno saputo una quindicina di genitori, recuperano Per i figli è un momento di liberazionedell’omosessualità del figlio o della fi- il rapporto con i figli accettando il loro il dichiarare la propria situazione quan-glia, il famoso ‘coming out’. E qui sarà essere adulti. In questo senso è un rico- do ormai diventa insostenibile, mentrepossibile, dalle 18.30, discutere di “Buo- minciare a essere genitori. per i genitori è l’inizio di un processo,ne pratiche per contrastare l’omofobia”: È un’inchiesta, una raccolta di testi- spesso doloroso, ma alla fine ugual-con i genitori di Agedo (l’associazione monianze? mente liberatorio che culmina con ildei genitori di omosessuali), i rappre- Lo definirei piuttosto una storia, un rac- desiderio dei genitori di fare il loro co-sentanti della Giunta Pisapia (gli asses- conto in cui ci sono persone che parla- ming out e di dire apertamente ‘miosori Majorino e Benelli, la presidente no ma non nella forma dell’intervista. figlio è gay, mia figlia è lesbica’.Pari Opportunità Anita Sonego) e quel- E’ significativo il modo in cui lo abbia- Che reazioni incontrate nel pubblico?li della Giunta di Torino, città dove da mo realizzato. Siamo entrati con la ci- Chi vede il film in genere è entusiastadieci anni funziona un servizio comu- nepresa nelle case, nelle famiglie. In- e se le prime proiezioni sono state solonale per superare le discriminazioni sieme a una psicologa e a un formatore per eventi gay, ora sempre di più il pub-legate all’orientamento sessuale. abbiamo riattivato l’esperienza di quel blico si allarga e si allargano i temiAbbiamo parlato del film con il regista coming out avvenuto magari anni prima. della riflessione che suscita. Per esem-Cipelletti, che da tre anni e mezzo lo Un evento che fa rivivere la stessa emo- pio, preparando una serata con gli stu-porta in giro per festival, sale cinema- zione, arricchita dalla capacità di riela- denti e i genitori del liceo milanesetografiche, scuole, raccogliendo premi borarla. Volta, abbiamo chiesto ai ragazzi: “die riconoscimenti ma soprattutto le emo- Perché avete deciso di occuparvi dei fronte ai vostri genitori, voi vi sentitezioni del pubblico. Una platea sempre genitori?diversa, fatta di giovani e adulti che si Avevamo già fatto un film sul vissuto continua alla pagina seguente NOTIZIE A CURA DEL PARTITO DEMOCRATICO DELLA ZONA 4 1
  2. 2. OMOFOBIA C’è differenza tra le diverse zone molto bene dalle testimonianze che rac- d’Italia? cogliamo. Noi speriamo che il film siadavvero voi stessi?” Ne è uscita una Sostanzialmente no, tranne forse tra uno strumento in più e la sensibilità chemappa di timori, di incertezze, di scar- grandi città e piccoli centri. I tabù sono abbiamo raccolto nell’amministrazioneti tra i desideri dei figli e le aspettative molto radicati, il ruolo della Chiesa nei comunale milanese e nelle zone del de-degli adulti che ha creato grande coin- confronti della sessualità dei ragazzi lo centramento è un buon segno.volgimento. conosciamo, anche la scuola non esce Grazia Longoni2
  3. 3. CONSULTORIPRIVATI LAICITra laicità, intercultura e accoglienzaVENERDÌ 11 MAGGIO9.30 - 17.00CONSULTORIOe salute di genere CONSULTORIO e salute di generecon il patrocinio di PROGRAMMA h.8.45 Registrazione partecipanti Coordina: Marina Mariani h. 12.30 DIALOGO TRA PUBBLICO E PRIVATO h. 9.15 Saluti istituzionali Confronto/dibattito tra alcuni operatori dei consultori privati laici, dei consultori pubblici e h. 9.45 Apertura lavori dei consultori privati accreditati sul tema: Lella Costa presidente CEMP Prospettive operative in rapporto ai nuovi Francesca Zajczyk delegata del Sindaco alle bisogni emergenti. Pari Opportunità – docente di sociologia urbana, Caterina Fallanca psicologa CED Università Bicocca, Milano Cristina Piga pedagogista CEAF Manuela De Vito presidente AIED Bergamo Imma Arcadu ostetrica consulente ASL Milano Manuela Zaltieri assistente sociale ASL Bergamo Coordina: Lia Lombardi Dibattito h.10.15 LAICITA’ salute e diritti individuali h. 13.30 pausa pranzo Roberta Sala ricercatrice confermata di filosofia politica, Università Vita - Salute, S.Raffaele, Milano Coordina: Marina Mariani h. 14.30 TAVOLA ROTONDA h.10.45 PREVENZIONE Consultori Familiari: quale futuro? il mondo degli adolescenti Aurelio Mosca direttore Dipartimento ASSI – Daniela Fantini ginecologa Cemp ASL Milano Anna Arcari psicologa Minotauro Chiara Cremonesi consigliere Regione Marisa Lanzi assistente sociale Dipartimento Lombardia ASSI – ASL Milano Anita Sonego presidente Commissione P.O. Comune Milano h.11.30 pausa Marilisa D’Amico vicepresidente Commissione P.O. Comune Milano h.11.45 INTERCULTURA Luciana Barbarano Tavolo Salute/Consultori uno sguardo su diverse realtà socio-culturali Comune Milano Pina Sardella vice Presidente ICEI Cittadini nel Daniela Fantini consultorio CEMP mondo Eleonora Cirant Unione Femminile Cecilia Perez psicologa . CPD h. 16 Dibattito h. 16.30 Conclusione lavoriSala “ALESSI” INFO E CONTATTI CONSULTORI PRIVATI LAICIPalazzo Marino Sala “Alessi” Palazzo Marino Comune Milano AIED Associazione italiana educazione P.zza della Scala ( MM 1 Duomo – tram 1) demografica via A. Maj 16, Bergamo - tel. 035.232600Comune Milano Ingresso gratuito, previa registrazione via Cefalonia 49, Brescia - tel. 030.220169 inviando una mail a: consultoriprivatilaici@ viale R. Giovanna 36, Milano - tel. 02.66714156 gmail.com o un sms al 349.2501251 CED Centro educazione demografica In collaborazione con associazione via Amedei 13, Milano - tel. 02.8690078 BLIMUNDE – sguardi di donne su salute e CEMP Centro educazione matrimoniale e medicina prematrimoniale via Eugenio Chiesa 1, Milano - tel. 02.54102020 Sono stati chiesti i crediti formativi all’OrdinePIAZZA DELLA SCALA regionale Assistenti Sociali Regione Lombardia CPD Centro problemi donna via Silvio Pellico 6, Milano - tel. 02.861145(MM 1 Duomo - tram 1) www.consultoriprivatilaici.net 3
  4. 4. 24 febbraio - Palazzo Pirelli: SEMINARIO DI STUDIOINDIETRO NON SI TORNA Le donne del Partito Democratico lombarde e milanesi hanno discusso di democrazia paritaria.C os’è la democrazia paritaria? È uno dei presupposti- forse il prin-cipale- della democrazia: la presenza La democrazia paritaria non è solo più giusta ma biennio 1999-2000 può insegnarci mol- to: si comincia dal livello di governo più vicino al cittadino (gli Enti locali,paritaria di donne e uomini nella for- conviene al paese perché leRegioni) per poi arrivare al Parla-mazione delle leggi. Non si tratta di un paese dove ci sono più mento nazionale e, infine, a quello“quote rosa” ma di una “necessità sto- donne al potere è un pae- europeo.rica”: i soggetti sono due, di cui per se meno corrotto e più ric- [Brunelli 2006].secoli, uno- l’uomo - ha negato visibi- co. È una questione di ci-lità all’altro, la donna. viltà. L’aula del Senato ha approvato una mo-E’ il rivendicare il 50/50 nelle candida- L’Italia è al 74° posto al zione unitaria, presentata dalle senatri-ture per le rappresentanze istituzionali: mondo per numero di don- ci di tutti i gruppi parlamentari, cheParlamento nazionale ed europeo, Con- ne in parlamento. impegna il governo “a sostenere, nelsigli regionali, assemblee consiliari de- Le donne sono penalizzate corso dell’esame dei disegni di legge digli Enti Locali, Organi collegiali eletti- dagli alti costi delle campa- riforma del sistema elettorale, iniziativevi a tutti i livelli, commissioni d’esame gne elettorali: una regola- parlamentari finalizzate all’introduzio-nei concorsi pubblici…. le sedi, insom- mentazione/moralizzazio- ne di un principio di non discriminazio-ma, dove avviene la formazione di leg- ne dei costi favorirebbe le ne che assicuri un’equilibrata rappre-gi e delibere che riguardano la qualità donne. sentanza di entrambi i generi”.della nostra vita di cittadini e cittadine. È necessario chiedere ri- Cuore della proposta è la doppia pre- spetto della parità di gene- ferenza di genere. Ciascun elettore/Il principio della democrazia parita- re anche nelle tribune elet- trice potrà indicare nella scheda un no-ria nella Costituzione italiana: la Co- torali e nei talk-show per minativo maschile e un nominativostituzione italiana del 1948 si pone, garantire pari possibilità di femminile ( la libertà dell’elettore/tricechiaramente, da un lato l’obiettivo di essere elette. non viene scalfita in quanto si può vo-garantire un’ effettiva eguaglianza tra i tare anche un solo nominativo, o nessuncittadini, dall’altro di favorire l’affer- nominativo. Unica preclusione l’indi-mazione dei cittadini di sesso femmi- Proposte per favorire la democrazia cazione di due nominativi dello stessonile in contesti tradizionalmente carat- paritaria: Da un lato si potrebbero in- sesso).terizzati da una forte presenza/influen- centivare, con un sistema premiale ba- Si tratta nulla più che di un incentivoza maschile. sato su cospicui finanziamenti, quei (altri ne sono previsti nella proposta diCome è noto l’art. 3 della Costituzione partiti che riescano ad eleggere (non legge), ma è “un passo avanti”, una sor-italiana, nel garantire la pari dignità solo a candidare) donne; dall’altro si ta di prosecuzione di un 50/50 vittorio-sociale e giuridica di tutti i cittadini, potrebbero sanzionare quei partiti che so, come “ un secondo tempo” in cuisancisce il divieto di discriminare in non candidano donne. dalla candidatura “certa”, si possa pas-relazione al sesso, alla razza, alla lingua, Ogni strumento volto a garantire una sare a un’ elezione almeno “più proba-alla religione, alle opinioni politiche e reale democrazia paritaria deve essere bile”…alle condizioni personali e sociali. calato in un preciso contesto, giuridico Un passo avanti ancora insufficiente,La Costituzione garantisce l’assoluta e politico. ma importantissimo, se solo ci soffer-parità tra uomo e donna nel mondo del Serve a poco prevedere che nessuno dei miamo a scorrere i vari progetti di leg-lavoro (pari diritti e, a parità di lavoro, due sessi possa essere rappresentato ol- ge elettorale, nei quali- neppure in quel-identica retribuzione), e, dall’altro, il tre i 2/3 in una medesima lista, se poi la li elaborati da amici e compagni!- si fadiritto ad accedere agli uffici pubblici lista è «bloccata» e i nomi «deboli» so- mai cenno a una presenza paritaria…e alle cariche pubbliche in condizioni no posti nelle parti ultime della stessa. Luciana Barbaranodi eguaglianza. L’esperimento francese avviato nel Consigliere PD Zona 44
  5. 5. Verdi coroned’alloroal Corvetto…e noi qui ancora a festeggia- re la Resistenza? Sì, e conmaggior determinazione; un anno fa il consentito alle donne di superare i ruo- li subalterni della retorica familista, ma a duro prezzo personale.governo precedente voleva cancellare Queste cicatrici dolgono ancora se pen-il 25 aprile, e peggio ancora, equipara- siamo alla situazione di oggi che pro-re i repubblichini ai caduti per la liber- duce arretramento per le donne, toglietà e per la democrazia. speranza ai giovani, ci costringe ancoraAl Corvetto la ricorrenza ha avuto a lottare per la dignità del lavoro e del- gazzi uccisi a 17 o 18 anni. Ad ogniquest’anno un sapore anche affettivo la persona. Il processo per la strage di sosta il coro “Suoni e l’ANPI” ha into-nel ricordo di Nori Brambilla di recen- Piazza della Loggia a Brescia si è ap- nato una canzone partigiana, coinvol-te scomparsa; ricorderete su queste pa- pena concluso con un nulla di fatto, gendo i presenti, ma purtroppo il quar-gine un articolo di Claudio De Biaggi. anche se è inequivocabile la matrice tiere non si è smosso dal suo torporeAl Consiglio di Zona 4, sabato 21 l’ha fascista. A Milano si aprono nuove sedi domenicale.celebrata il sindaco Pisapia, personal- di gruppi di estrema destra. A Roma è Il corteo si è concluso davanti alla cap-mente commosso, perché era amico suo stato offeso in una scuola, con provo- pelletta di Via S.Dionigi, dedicata aie del marito Giovanni Pesce, medaglia cazioni negazioniste, un vecchio parti- primi martiri di queste vie. Qui Massi-d’oro della Resistenza. Tiziana Pesce, giano venuto a porre la sua testimonian- mo Castoldi (figlio di Concetta Princi-con grande sobrietà, ha ricordato come za. In tutta Europa serpeggia il razzismo, pato, l’altra “nostra” eroina della Resi-per tutta la vita la mamma abbia lottato dimostrato purtroppo dal grande suc- stenza) ha raccontato gli eventi cheper la dignità della donna e la parità cesso di Marine Le Pen al primo turno hanno portato al sacrificio di quei gio-salariale , portando nelle scuole la sua delle elezioni in Francia. Siamo pieni vani, e ha ricordato il medico Onofrioesperienza, trovando risposta nei gio- di cicatrici; ci servano di spinta a lavo- Porcelli, torturato e ucciso dai fascistivani. Sono molti in zona quelli che rare, nonostante tutte le delusioni, per dalla Xma Mas in una famigerata sedehanno avuto il privilegio di conoscere un oggi e un futuro dignitoso per tutti. di viale Lucania.da vicino Nori, personaggio di punta Per questo abbiamo partecipato, con le C’è una ragione di civiltà per festeggia-dell’A.N.P.I Belojannis. Tiziana ha ci- nostre bandiere e in un’aria di festa, al re la Resistenza e un motivo di speran-tato le parole della mamma “Siamo corteo per rinnovare le corone d’alloro za nel verde brillante dell’alloro sullepieni di cicatrici”, cioè di prove ed espe- sulle numerose lapidi che ricordano i opache case del Corvetto.rienze che dopo la guerra avrebbero partigiani di zona Corvetto, perfino ra- Anna KemenyFinalmente aperto:sottopasso Toffetti-VarsaviaM ercoledì 2 maggio è stato aperto al traffico il sottopasso che colle-ga le Vie Toffetti e Sulmona con la Via la Via Mecenate che abitualmente sono molto trafficate. tropolitana milanese che inizialmente, entro il 2015, collegherà l’aeroporto di Linate con la Stazione Forlanini F.S.Varsavia. Questo collegamento sarà anche molto che sorgerà in Via Ardigò (e precisa-Con questa nuova viabilità, gli automo- utile per alleggerire il Viale Forlanini mente su una piazza che si vorrebbebilisti che vogliono raggiungere l’auto- dal traffico diretto all’Ortomercato, se chiamare Piazza Acquabella).strada A1 e la tangenziale est possono si considera che prossimamente, surapidamente effettuare il nuovo percor- detto Viale, verrà aperto il cantiere per Emmamaria Guja Colomboso anziché utilizzare il Viale Puglie o la realizzazione della linea 4 della me- Consigliere PD Zona 4 5
  6. 6. IL COMUNE DI MILANO Red – Il Comune di Milano incomincerà a sistemare le prime emer- genze nell’edilizia scolastica dalla prossima estate per 15 istituti. È la seconda fase del progetto che interessa circa 200 scuole: Apre i cantieri sono state individuate delle priorità insieme agli ambienti dei quar- tieri e alle scuole. Per stabilire le urgenze si è utilizzata una valu- tazione matematica e i fondi saranno distribuiti equamente, circa 3 milioni di euro per 15 edifici su 12 milioni complessivi. Gli edi- per sistemare fici sono già stati individuati nella zona 3 e 4: tra i lavori più ur- genti da sistemare ci sono gli infissi, finestre e bagni; nelle zone 1, 5, 6, ci sono da fare lavori per 17 milioni, ma i tecnici hanno ristretto a 6.5 milioni per 17 scuole, ancora troppi per rifare la 15 SCUOLE copertura, le grondaie e le facciate e bonificare i sottotetti. Altri 6 milioni sono stati stanziati per bonificare le scuole dall’amian- to e per rifare da capo un’ intera scuola di via Pisa, a cui il terre- moto ha dato il colpo di grazia, occorrono 8 milioni sia per de- molirlo entro quest’anno che per ricostruirlo. la prossima I soldi sono pochi, occorrerebbero almeno 200 milioni per rifare 26 prefabbricati; il PD ha presentato un ordine del giorno in con- siglio per chiedere uno stanziamento straordinario e una deroga al patto di stabilità. Il comune gestisce 527 plessi: 261 sono vecchi estate tra i 30 e i 60 anni e 99 lo sono ancora di più. Carlotta Bassano (da Corriere della Sera) non è più totalmente nel- pendenza energetica che li lega alla le sue mani. Russia. Tuttavia se ci fosse un’evolu- Queste elezioni erano se- zione democratica in Russia, Usa ed UE, gnate da tempo ma para- probabilmente, ne sarebbero ben felici: dossalmente l’opposizio- basti pensare al nucleare Siriano ed Ira- ne nonostante la sconfit- niano, punti focali dell’agenda politicaC ome tutti si aspettavano il 4 marzo Vladimir Putin ha ricevuto al pri-mo turno il suo terzo mandato presiden- ta esce rafforzata dopo questa tornata elettorale: Putin dovrebbe stare molto attento alle sue prossime mosse perche dei grandi leader mondiali, che tuttavia sono protetti dal veto russo (sospettato di essere il principale fornitore di uranioziale. Secondo quanto certificato dalla i russi dopo un lungo periodo di torpo- all’Iran e di armi alla Siria).Commissione elettorale, Putin ha otte- re hanno capito che possono e devono Per il tre volte inquilino del Cremlinonuto il 64% dei consensi, davanti al volere di più e i venti della primavera i pericoli derivanti da questioni internecomunista Zyagomov, seguito dal mi- araba sembrano spirare anche in Russia. alla propria fazione sarebbero superio-liardario Prokhorov, dal nazionalista Durante la “gestione Putin” la Russia ri a quelli provenienti dall’esterno. PerZhirinovsky e il socialista Minov. ha indubbiamente consolidato il suo questo motivo avrebbe concesso mag-Sia l’Ocse sia i partiti di opposizione potere e la sua posizione economica, giore spazio ai suoi avversari elettora-denunciano massicci brogli in quanto ma a tale rafforzamento si è accompa- li e avrebbe lasciato svolgere variegli osservatori internazionali sono stati gnata la negazione dei diritti umani manifestazioni all’opposizione nono-allontanati al momento dello spoglio nelle situazioni di conflitto, alla repres- stante siano concluse sempre con cen-delle schede, testimoniata da filmati mol- sione di ogni tipo di protesta, ad una tinaia di arresti, per i motivi più dispa-to chiari, facilmente reperibili sul web, stretta forte sui mezzi d’informazione, rati. L’amore per la democrazia deveche mostrano un solo uomo depositare che hanno visto l’imprigionamento, e a spingere le opposizioni a continuare ildecine di schede nelle urne ,vengono volte l’uscita di scena in circostanze loro lavoro di sensibilizzazione dellaanche denunciate casi di persone che poco (o forse troppo)chiare ,di opposi- popolazione russa, viceversa Putin po-hanno votate più volte e la sparizione di tori politici e giornalisti, come la Poli- trebbe ricominciare con il lento lavoroalcune urne elettorali. Il dato più con- tkovskaja, assassinata nel 2006. Il nuo- di “pulizia”, come è successo in Irantraddittorio è il 99.76% ottenuto da Pu- vo presidente russo deve quindi deci- dove l’opposizione abbagliata delletin in Cecenia: come tutti sappiamo il dere se continuare sulla strada intrapre- promesse di Khamenei ha abbandona-rapporto tra Mosca e la Cecenia è sem- sa vent’anni fa o aprire alle opposizio- to la piazza: dopo mesi di agitazionepre stato costellato da forti ni e alle riforme perché, come dimo- oggi, in Iran, tutto tace, con i princi-tensioni,soprattutto negli ultimi anni e strano i casi di Gheddafi e Ali, la situa- pali capi dell’opposizione (Moussavi equesto plebiscito suona particolarmente zione può sfuggire di mano improvvi- Kharrubi) in prigione ed ogni movi-strano. Probabilmente il dato più signi- samente. mento del singolo cittadino posto alficativo e reale è il 47% ottenuto da Pu- Putin è stato, negli ultimi anni, forte vaglio dei servizi segreti.tin a Mosca,ed ha una grossa rilevanza dell’appoggio di Stati Uniti ed Europa, Circolo Giovani Democraticipolitica perche significa che la capitale spesso vincolati nel muoversi dalla di- “Il Caffè” Zona 46
  7. 7. Un pomeriggio in JAZZT utto esaurito in Palazzina Liberty il fenomeno di Raynaud, è una malattia Per maggiori informazioni: lo scorso 15 Aprile per il concer- autoimmune reumatica e cronica. Una to Benefico ‘JAZZ INCONTRO’ particolare importanza riveste la dia- LEGA ITALIANAorganizzato dalla Lega Italiana Sclero- gnosi precoce che consente un interven- SCLEROSI SISTEMICA ONLUSsi Sistemica in collaborazione con l’ to ed un monitoraggio tempestivo Via Mecenate, 6Associazione Culturale MUSICA OG- dell’evoluzione sistemica. 20138 MilanoGI al quale ha partecipato la dott.ssa Molte sono le possibilità di sostenere info@sclerosistemica.info www.scle-Cristina Tajani Assessore alle Politiche quest’ Associazione, dal volontariato rosistemica.infoper il lavoro, Sviluppo economico, Uni- alla sottoscrizione a soci, dalle dona- Tel. 02.898 66 586versità e Ricerca del Comune di Milano, zioni, alla destinazione del 5 x mille alin rappresentanza del nostro Sindaco codice fiscale 97 54 65 30 151. Manuela AloiseGiuliano Pisapia.Introdotti con i loro pezzi dal musico-logo Professor Maurizio Franco, EnricoIntra e Franco Cerri accompagnati daimaestri Lucio Terzano al contrabbassoe Tony Arco alla batteria, hanno coin-volto estimatori della musica Jazz chehanno affollato la sala creando un at-mosfera carica di energia .Coinvolgente l’esibizione del dolce Jaz-ztet trio, un ensemble caratterizzatodalla presenza del flauto dolce comestrumento a fiato solista e da un reper-torio di pezzi originali e standard riar-rangiati. Gianluca Barbaro al flautodolce, EWI, Antonio Vivenzio al pia-noforte e Marco Vaggi al contrabbasso,Il concerto annuale a scopo beneficodella Lega Italiana Sclerosi Sistemicaè sempre un importante evento finaliz-zato a far parlare di sclerosi sistemica,altrimenti detta sclerodermia.Patologia facilmente diagnosticabile,poiché si manifesta primariamente con Il Circolo MECENATE - LOMELLINA - PONTE LAMBRO vuole ricordare con dolore la scomparsa dell’amico e compagno NINO MOLTENI avvenuta il 1° maggio 2012 la redazione di “FarsiIn4” porge alla famiglia, a tutti gli amici e a quanti hanno conosciuto il caro Nino le più sentite condoglianze. 7
  8. 8. Nuova vitaagli spazi in abbandonoLa palazzina cosiddetta “ex chimici” di una data porzione del territorio non avrà zata dal DiAP del Politecnico e da Tem-Rogoredo è un lascito della vecchia ac- alcuna attenzione, né pubblica né pri- poriuso.net, in collaborazione con ilciaieria Radaelli, un interessante manu- vata. Comune di Milano: obiettivo era quel-fatto degli anni trenta che giace in ab- In quella stessa settimana, la città di lo di far conoscere spazi in abbandonobandono da anni in mezzo all’eterno Milano ospitava il Salone del Mobile, o sottoutilizzati, che dall’incontro concantiere del PII Montecity. La sua de- attorno a cui l’intraprendenza di giova- giovani realtà associative e imprendi-stinazione d’uso è in sospeso fra le vec- ni e creativi ha consolidato l’alternativa toriali potrebbero tornare a nuova vita,chie aspirazioni di convenzioni firmate del Fuori Salone. per periodi di tempo più o meno lunghi,e le nuove voragini dei bilanci degli Ecco che ci si è rivelata, per contrasto, ma sufficienti a preservarli dal degrado,enti coinvolti. la vulcanica trasformazione di un’area materiale e sociale.Ci siamo avventurati al suo interno, ex industriale, quale quella della vecchia Numeri alla mano, Milano ha dimostra-questo grazie a un’intraprendente ini- Lambrate, nel rutilante polo del design to di meritarsi il prestigio internaziona-ziativa dei giovani studenti della cat- di via Ventura. L’impresa Ventura Lam- le nel settore della creatività, intesa neltedra di Restauro della Facoltà di Ar- brate, perché di impresa si tratta, è il senso più ampio. Angoli sconosciuti echitettura del Politecnico di Milano, risultato dello sforzo di giovani impren- meravigliosi sono tornati a vivere, comeche alle architetture rogoredesi hanno ditrici olandesi, che per quest’anno so- il cortile di via Friuli 26, alle spalle del-dedicato la loro attenzione. Quello che no riuscite a fare rivivere per una setti- la cascina Cuccagna. Motore di questaha sorpreso tutti, è che un edificio che mana aree in disuso, ospitando novanta dinamicità si sono rivelati ancora unasi credeva tutt’al più un ricetto nottur- espositori. volta i giovani, i creativi, gli studenti,no per pochi disperati, ha rivelato in- La nostra zona, domenica 22 aprile, tutti quei soggetti consapevoli, chevece la presenza di inquilini pratica- giorno conclusivo del Salone, ha ospi- all’entusiasmo creativo uniscono unamente stanziali. I rudimentali allaccia- tato due eventi molto significativi in profonda competenza.menti abusivi alla rete elettrica, gli questo senso: la festa del distretto cre- Gli studenti di architettura in visita allaordinati panni stesi sul terrazzamento ativo numero 28 in via Einstein, che per palazzina da cui è partito il nostro pic-del tetto non possono stemperare il de- l’occasione si è trasformata il “piazza” colo percorso virtuale stanno già stu-grado a cui si sono adattati questi di- Einstein, ovvero uno spazio ridisegnato diando possibili destinazioni d’usosperati. e ripensato per un coinvolgimento con- dell’immobile. I giovani professionistiUn degrado creato dall’abbandono, dal- sapevole degli abitanti. In quello stessola precarietà delle destinazioni, dall’uni- luogo, ha avuto conclusione lo Z4 Tem-ca certezza che, per tempi incalcolabili, poriuso Bike Tour, la pedalata organiz- continua alla pagina seguente8
  9. 9. NUOVA VITA... zionismo, dell’artigianato e piccola alla città una competenza finalmente impresa, dell’accoglienza temporanea disinteressata.del DiAP stanno consolidando il pro- per studenti e turismo giovanile, con Non occorre costruire ex novo la Mila-getto Temporiuso, che permetta di uti- contratti ad uso temporaneo a canone no del futuro: essa è già presente, nellizzare il patrimonio edilizio esistente calmierato. suo patrimonio trascurato. I soli volumie gli spazi aperti vuoti, in abbandono o Crediamo fortemente che sia questa la che le servono, sono quelli delle ideesottoutilizzati di proprietà pubblica o direzione giusta, che sia un dovere per capaci di farlo rivivere.privata, per riattivarli con progetti le- la nostra amministrazione affiancare e Alessandro Nardingati al mondo della cultura e associa- sostenere le iniziative di chi può offrire Consigliere PD Zona 4A spasso con ATMa ROGOREDOQuantodell’84? Sono sicuroalla fer- mata sarà che sono qui che siapassata ormai una mezzora. Anzi, dono comunque, ‘mi avvisa lei?’. L’au- tista cortese abbozza una, due tre volte, poi lo vedo indicare l’aria, borbottadev’esser un’ora. qualcosa “c’è l’annuncio” e subito siLa signora con il cane ha già fatto il becca dell’incivile, ma-guarda-questi-giro delle 7 e mezza e il mio vicino è chi-si-credono-di-essere....passato in macchina con i ragazzi diret- Ma i viaggiatori, loro sono tutti a posto?to alla scuola lanciandomi un sorriso Da quando sono salito non ho visto nes-beffardo. suno timbrare il biglietto. Tutti tessera-Poi, il fondo della strada viene invaso ti? Mi viene il dubbio che le cose nonda un enorme parallelepipedo arancio- siano così rosee. (i dati ufficiali me lone su ruote, inclinato innaturalmente confermeranno più tardi: nel 2010 sononella curva. state verbalizzate 375mila multe, qual-La mia fermata è invasa dalla grossa cosa come il 10% di coloro che viag- – sorride – i ‘nostri anziani’ ci insegna-macchina nera di un tamarro che par- giano in superficie non fa il biglietto). no come ci si avvicina ad una fermata,cheggia sempre sulla scritta “BUS”, per Alla fermata, affronto finalmente l’au- come si frena, come si riparte senzacui sono costretto ad andare incontro tista. scossoni. Come si naviga in questo – miall’84 in mezzo alla carreggiata. “Non le ho risposto prima”- mi dice - scusi – casino di città.”Frenata lunga, accosta e le porte si apro- “perchè non mi posso distrarre. Ha visto “Per fortuna – continua – con l’AreaCno all’altezza dei miei piedi. Interessan- quanti incagli?” molto è cambiato: adesso dai bastionite. Molto bravo… “Poi, guardi, io qui mica mi posso per- in poi il traffico è più scorrevole e tuttiMentre l’84 si inarca tutta in una curva mettere di fare una frenata secca o una possono contare su un servizio più pun-occupata da una fila di auto in divieto accelerazione brusca, trasporto persone, tuale”di sosta, affronto l’autista. molti anziani, ci devo stare attento, non Penso: effettivamente, stamattina allaÈ giovane, mi sembra abbronzato. è mica uno scherzo....”. fermata avrò perso forse dieci minuti,Mi guarda, sorride ma mi dice, “non Vorrei dirgli dell’orario, dell’attesa, ma molto meno del tempo che lascerò og-ora, sto guidando” e punta con decisio- lui sembra saperlo, attacca per primo: gi tra caffè e chiacchiere con i mieine e dolcezza una ragazza alla palina “tutti arrabbiati, tutti nervosi con noi colleghi.successiva, il tempo di averla a bordo che guidiamo perchè tardiamo cinque Quei cinque/dieci minuti che diventanoe spunta una mamma, un figlio davanti minuti, che nella fantasia diventano un tempo infinito nella fantasia. Pecca-proteso a fermarci, l’altro quasi appeso un’ora; mica nessuno che si chieda per- to, se ci fossero più paline elettroniche,al suo braccio e le dita dell’autista sfio- ché, magari stiamo bloccati nel traffico se nel quartiere fosse possibile sapererano i tre bottoni rossi, rimaniamo tutti oppure c’è una signora con la carrozzi- con anticipo fra quanto passerà l’auto-sospesi per un lungo minuto fino a quan- na da far salire e scendere...”. bus, forse ci arrabbieremmo di meno.do l’intera combriccola non è a bordo. E mi parla della formazione che ogni E se AreaC decollerà, sarà il classicoProseguiamo così, in mezzo ad una autista deve fare, per imparare a dialo- circolo virtuoso: meno auto, più fluidi-quantità di ostacoli, macchine lasciate gare con un pubblico esigente e varie- tà, servizio migliore, più clienti, menonelle posizioni più assurde, gente che gato, sempre tutti affannati, ma tutti auto…..sembra attendere apposta l’ultimo istan- comunque da servire con cura, con ri- Domani sarò di nuovo lì, alla mia pali-te per attraversare davanti al muso del spetto, che siano educati o meno. na.bus. “Perché - continua convinto - noi auti- Pronto a farmi scarrozzare per Milano.La voce dell’annuncio elettronico snoc- sti, noi dell’ATM siamo al servizio del- Più consapevole della rude gentilezzaciola con precisione le fermate, ma le la gente, le persone sono i nostri clien- dei nostri autisti.persone si avvicinano all’autista e chie- ti e dobbiamo starci attenti. Per questo Federico Rappelli 9
  10. 10. Zona 4 Cominciamo a conoscere i nostri eletti GIORGIO CORRADI Con i suoi 26 anni, che ne fanno uno dei consiglieri più giovani, Giorgio Corradi è come una pila sempre carica. Vice capogruppo dei consiglieri del Pd, partecipa con entusiasmo alle Commissioni Cultura, Politiche Sociali, Decentramento e Territorio. Dopo una militanza nei Verdi è entrato nel Pd, dove è responsabile della comunicazione per la Zona 4. Per il Consiglio di Zona ha parteci- pato in prima persona a diverse battaglie, come quella contro l’ampliamento del campo da golf nel parco Forlanini. “Diversamente da quanto accadeva in passato, la Giunta Pisapia consulta i Consigli di Zona e tiene presente le nostre indicazioni” spiega Giorgio “così siamo riusciti a bloccare il progetto e a salvare un terzo del parco che, se non fossimo intervenuti, sarebbe stato mangiato dal campo da golf, e quindi sottratto ai citta- dini. Le intenzioni dalla giunta sono positive e condivisibili, ma la strada per un effettivo decentramento, che renda le zone dei piccoli Municipi, autonomi nelle decisioni che riguardano i problemi locali e con un budget a disposizione, è ancora lunga. Ma io ci credo”. Corradi è molto impegnato anche nel Circolo Arci 5 Giornate, di cui è presidente: “Con un gruppo di sei ragazzi siamo riusciti a ristrutturare quasi totalmente questo spazio, e a tenerlo aperto tutti i giorni dalle 15 alle 19. Il Circolo ospita un’aula studio per gli studenti e una sala aperta alle Associazioni di quartiere che la usano per incontri e presentazioni di libri. In più, due sere a settimana, mercoledì e sabato, facciamo delle serate dove si gioca, si ascolta musica e si balla. Ma è solo l’inizio… Lavoriamo perché il Circolo Arci 5 Giornate diventi un centro di cultura e di socialità capace di attrarre i ragazzi della zona”. F ilo di rett o ... dal Consiglio di Zona QUALE SCUOLA DOPO LA TERZA MEDIA Una adeguata scelta della scuola superiore sta alla base del successo formativo. Va affrontata perciò con la maggior consapevolezza possibile, per poter individuare il percorso scolastico più adatto agli interessi, alle attitudini e alle capacità di ciascuno studente. La Commissione Educazione del CdZ4 vuole sostenere i genitori in un momento così importante della vita dei loro figli. Pertanto organizza un incontro rivolto ai genitori degli studenti di seconda media col dottor France- sco Dell’Oro (responsabile del Servizio Orientamento del Comune di Milano), che affronterà i seguenti temi: • l’adolescenza e i processi decisionali • i criteri di valutazione e la scelta scolastica • il consiglio orientativo. Per facilitare la partecipazione del maggior numero di persone, la Commissione propone l’iniziativa in tre punti diversi della Zona e in tre differenti date: 1. giovedì 17 maggio presso la Sala Consiglio di via Oglio 18, ore 17:15 2. lunedì 21 maggio presso l’ICS Francesco d’Assisi, via Dalmazia 4, ore 17:15 3. martedì 29 maggio presso l’ICS Morosini Manara, via Bezzecca 20, ore 17:15 Nello stesso periodo, su richiesta delle singole scuole, l’équipe del Servizio Orientamento del Comune di Mi- lano incontra gli studenti di seconda media (in orario scolastico) e affronta gli stessi temi con i ragazzi. Nell’autunno 2012, in prossimità delle pre-iscrizioni alla scuola secondaria di secondo grado, verranno ripro- posti gli incontri con i genitori (e con gli studenti di terza media nelle scuole) per affrontare più specificamente la conoscenza dei vari indirizzi di studio. Agnese Mangia Consigliere PD Zona 410
  11. 11. F ilo di rett o ...EVENTI di Dal 12 al 20 maggio 2012: La Commissione Cultura del Consiglio di zona 4, in collaborazione con il Gruppo Artistico Forlanini Monluè e l’Associazione Centesimus Annus, è lieta di promuove la realizzazioneMAGGIO una mostra fotografica dal titolo “La persistenza del tempo”, che conter- rà la sezione “La mia nuova città” dedicata agli ospiti della Casa Mon-in 4 luè. Scopo dell’iniziativa è di promuovere incontri culturali e di espres- sione artistica con realtà del volontariato e dell’immigrazione.ZONA L’esposizione si terrà presso la Casa Monluè di via Monluè 65, all’inter- no della quale è ospitata una comunità di seconda accoglienza. L’inaugurazione è prevista per sabato 12 maggio alle ore 11. L’evento è gratuito ed aperto alla cittadinanza.Sabato 12 Maggio ore 21.00 - Rassegna CORI IN CORO: Presso la Chiesa della B.V. Imma-colata e S. Antonio in Viale Corsica 68. La manifestazione giunta alla seconda edizione, è una mani-festazione che coinvolge i principali cori presenti nel territorio della Zona 4. L’evento vedrà la parte-cipazione di 250 coristi, e si concluderà con l’esecuzione di due brani cantati da tutti i coristi parte-cipanti alla manifestazione. La manifestazione è aperta a tutta la cittadinanza ed è gratuitaDomenica 13 maggio 2012 dalle ore 9.00 alle ore 19.00 - 14° Edizione della manifesta-zione Expo Arte Corvetto 2012: La manifestazione si svolgerà lungo il parterre centrale di corsoLodi nel tratto compreso fra piazzale Corvetto e Viale Brenta/Bacchiglione. Come nelle precedentiedizioni, l’Expo sarà aperta alla partecipazione dei soci del Centro Artistico Lucania, insieme ad altriartisti, con particolare riguardo a quelli residenti in zona 4. Al termine della manifestazione un’appo-sita commissione premierà le opere ritenute più meritevoli per contenuto inventivo e padronanza sti-listica. L’evento è gratuito ed aperto alla cittadinanza.Lunedì 14 maggio 2012 ore 21.00: “Le nuove regole per il lavoro” ne discutiamo con PietroIchino senatore del PD. Presso il Circolo del PD Carminelli via Archimede 13.Mercoledì 16 maggio ore 21: La Commissione Cultura in collaborazione con l’associazione cultu-rale “Il Clavicembalo Verde” promuove, attraverso il patrocinio gratuito, la rassegna musicale “Suo-nare” giunta alla sua terza edizione.Il prossimo appuntamento si svolgerà presso il Politeatro Lucania: Concerto Classico composto dabrani suggestivi tratti dai più bei concerti per pianoforte e orchestra scritti dai grandi della storiadella musica del periodo classico. Si esibiranno al piano ragazzi dai 9 ai 18 anni accompagnati dall’or-chestra filarmonica “Mihail Jora” di Bacau di 40 elementiSabato 19 maggio ore 21: Appuntamento presso la Palazzina Liberty per Concerto sinfonicocomposto da brani suggestivi tratti dai più bei concerti per pianoforte e orchestra scritti dai grandidella storia della musica del periodo romantico. Si esibiranno al piano ragazzi dai 9 ai 18 anni accom-pagnati dall’Orchestra sinfonica Il Clavicembalo Verde di 50 elementiDomenica 27 maggio 2012: “IN BICICLETTA CON ANTONIA POZZI NELLA ZONA 4” inizia-tiva promossa dall’Associazione Farneto Teatro in collaborazione con l’Associazione no profit Ciclob-by Patrocinata dal Consiglio di zona4. Il quartiere Corvetto, la Casa degli Sfrattati in via dei Cinque-cento - ora ospizio per anziani – Porto di Mare a Rogoredo e Chiaravalle, sono stati per la poetessaAntonia Pozzi luoghi chiave, meta dei suoi itinerari dal centro alla periferia, soggetti delle sue com-posizioni poetiche e delle sue fotografie e testimoniano la sua sempre più crescente attenzione allenascenti periferie milanesi. Avrà luogo un “ciclopercorso letterario” in bicicletta sui luoghi predilettie frequentati da Antonia Pozzi, con soste artistico/letterarie che vedranno la partecipazioni di attori escrittori. 11
  12. 12. PROGRAMMA: ore 16,30 ritrovo dei partecipanti in bicicletta davanti al Consiglio di Zona 4: PRESENTAZIONE DEL PERCORSO E DELL’INIZIATIVA TAPPA: “DAL CENTRO ALLA PERIFERIA” via dei Cinquecento - Ex-casa degli Sfrattati, ora Casa di Riposo per Coniugi: Graziella Bernabò, autrice della biografia di Antonia Pozzi Per troppa vita che ho nel sangue, ne tratteggerà il profilo, raccontando in particolare l’esperienza umana e artistica della poetessa nel quartiere Corvetto. L’attrice Elisabetta Vergani reciterà poesie e brani tratti da diari e lettere dedica- ti a via dei Cinquecento. TAPPA: il Nocetum: “IL DONO DI SÉ” Nella cascina, incontro con la Comunità di Consacrate dell’Associazione Nocetum. Letture a cura di Farneto Teatro. L’Associazione Nocetum si prende cura dell’ambiente, delle famiglie disagiate, dei bambini, renden- do così espliciti nella pratica di vita i temi della poesia di Antonia Pozzi. L’Associazione cicloamatoriale Ciclobby curerà il percorso e fornirà informazioni ai partecipanti sull’uso corretto della bicicletta e sui comportamenti da adottare per una circolazione più sicura in città. L’iniziativa è gratuita ed aperta a tutta la cittadinanza. Domenica 27 maggio in tutto il mondo viene celebrata la Giornata Mondiale del Gioco, un’ini- ziativa lanciata con successo nel 2003 dall’Associazione internazionale delle Ludoteche (ITLA), il cui rappresentante italiano è il Centro Internazionale Ludoteche. L’Associazione Nazionale delle Città in Gioco (GioNa), che raggruppa i comuni, le comunità montane e le province che si impe- gnano concretamente per rendere il gioco parte integrante della vita dei cittadini (attuali e futuri) e delle attività e dell’organizzazione delle città italiane, ha deciso di “adottare” la Giornata Mondia- le del Gioco (GMG) promuovendo direttamente eventi e manifestazioni e sostenendo tutte le città che si impegneranno ad organizzare iniziative. Gli organizzatori di verdeFestival hanno deciso di partecipare a questo evento internazionale con l’organizzazione di attività ludiche nei giardini di via Rogoredo. Per l’intero pomeriggio sarà possibile partecipare ad attività ludiche, grandi giochi di piazza, labo- ratori creativi proposti dalle varie associazioni aderenti al progetto. Domenica 27 Maggio - Festa di Primavera nel Quartiere di Santa Giulia Attività dedicate a Adulti e bambini • Percorso di educazione stradale • Attività ludico/ricreative quali Minibasket, mini danza, caccia al tesoro, tennis da tavolo • Presenza di gruppi teatrali e artisti di strada • Presenza del gruppo Arcieri San Bernardo di Rogoredo • Mini marcia podistica non competitiva • Servizio food con preparazione di riso e salamelle • Presenza di alcuni esponenti delle cascine della Provincia con presentazione di prodotti a KM zero e di un percorso di educazione alimentare • Spettacolo “riciclare è una magia” Domenica 27 Maggio - Gara Alianti Autonomy: Il Club Aeromodellismo Milanese presso la sede di Via San Dionigi 113 organizza una dimostrazione di GARA DI ALIANTI, dalle ore 9,30 alle ore 16.00. gara di alianti da termina – prova di Campionato F5J – gara e premiazioni La manifestazione è aperta a tutti i cittadini ed è gratuitaHANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO:Carlotta BASSANO (direttrice e coordinatrice) Giorgio CORRADILuciana GIRUZZI (capo redattrice) Antonio LONETTOManuela ALOISE Grazia LONGONILuciana BARBARANO Anna KEMENYCircolo Giovani Democratici Agnese MANGIAEmma COLOMBO Alessandro NARDINMarino COMINELLI Federico RAPPELLI12

×