Corso di formazione docenti in saperi, tecniche e metodi per l'apprendimento attivo

917 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
917
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Corso di formazione docenti in saperi, tecniche e metodi per l'apprendimento attivo

  1. 1. ALLEGATO ACORSO DI FORMAZIONE DOCENTI IN SAPERI, TECNICHE E METODIPER L’APPRENDIMENTO ATTIVOQuanto più entriamo a far parte dell’era della conoscenza, tanto più cambia il nostromodo d’intendere l’apprendimento, i suoi contesti, le sue forme e le sue finalità.La sfida oggi più feconda nei paesi sviluppati consiste non soltanto nel renderesempre più efficace lapprendimento, riducendo i tempi e ottimizzando i programmi,ma anche nel formare persone che siano capaci di organizzare il proprioapprendimento in modo autonomo, capaci di interagire con la conoscenza elinformazione con successo e con senso critico.Per chi opera nell’ambito della formazione e dell’educazione si tratta di assumere unatteggiamento di costante attenzione metacognitiva che permetta di valorizzare ladidattica quotidiana, da un lato rendendo visibili e consapevoli i momenti chepossono assumere valenze metacognitive e dall’altro, progettando situazioni e attivitàche possano facilitare ed enfatizzare l’osservazione e la riflessione sui processimentali utilizzati.In questa nuova tensione educativa tra l’insegnante e l’allievo, il centro di interessediventa la persona e la metodologia utilizzata, che si centra sulle strutture e sulledinamiche attraverso le quali le persone possono autogestire il loro processo disviluppo. In questo, occorre spostare l’attenzione dai contenuti dell’apprendimentoalle modalità attraverso le quali questo avviene, prestando e facendo prestareattenzione alle azioni mentali esperite, facendole riconoscere e rappresentare.Sia la scienza cognitiva che la ricerca empirica condotta in aula hanno dimostratoripetutamente che, condotte correttamente, queste tecniche motivano gli studenti adimparare, aumentano la quantità e la qualità dell’apprendimento con un maggiorcoinvolgimento nei programmi accademici e migliorano gli atteggiamenti verso laloro formazione.Significa quindi, concedersi lo spazio temporale e mentale per ragionare sul come enon solo sul cosa, sul processo e non solo sul prodotto.La finalità del corso è di fornire a coloro che operano in contesti di educazione eformazione i saperi, le tecniche e i metodi che facilitano la metacognizionerealizzando un apprendimento attivo e partecipato.
  2. 2. La durata del corso è di 400 ore suddivise nei seguenti Moduli didattici:Teorie costruttiviste dell’apprendimento(30 ore)Contenuto:Il pragmatismo di J. DeweyLa zona di sviluppo prossimale di L. VigotskijLa costruzione del reale nel bambino di J. PiagetLa psicologia dei costrutti personali di G. KellyObiettivi del modulo:Conoscere le teorie costruttiviste tramite lo studio degli autori principali, e comequeste cambiarono fondamentalmente l’epistemologia moderna.Il ruolo degli insegnanti nell’insegnamento-apprendimento attivo(20 ore)Contenuto:L’apprendimento come fenomeno sociale (la teoria sociocognitiva)L’insegnante nella storia della pedagogia e l’insegnante nella società dellaconoscenzaObiettivi del modulo:Riflettere sul proprio stile relazionale nel rapporto insegnante-alunnoMigliorare lo scambio comunicativoIl gruppo-classe come comunità di costruzione della conoscenza(15 ore)Contenuto:Come promuovere lidentità degli studentiCome favorire lo sviluppo di un sentimento di fiduciaCome promuovere le relazioni interpersonaliObiettivi del modulo:Comprendere le fasi naturali della formazione di un clima adatto alla comunità dellaconoscenza
  3. 3. Autoefficacia personale e collettiva in ambito educativo(15 ore)Contenuto:Il senso di efficacia percepita in Bandura:Perché valutare lautoefficacia;Fonti esperienziali dellautoefficacia;Sviluppo e misura delle convinzioni di autoefficacia;Obiettivi del modulo:Conoscere come la percezione, le credenze, le esperienze influenzino la prestazionedi singoli o gruppi e come si valuta l’autoefficaciaL’orientamento alla relazione e l’interdipendenza partecipata(10 ore)Contenuto:I diversi tipi di orientamento: al compito; alla relazione; al potereObiettivi del modulo:Il riconoscimento dei diversi orientamenti, il loro effetto sulle dinamiche del gruppo eil potenziamento dell’orientamento alla relazioneLa motivazione ad apprendere e lo stimolo emozionale(20 ore)Contenuto:La teoria freudiana delle pulsioniLa piramide dei Bisogni di Maslow A.Le motivazioni cognitive e secondarie di McClelland D.Obiettivi del modulo:Conoscere le diverse teorie motivazionali e i diversi fattori della motivazione: ilcontesto, l’insegnante, l’allievoLa metamemoria(20 ore)Contenuto:I diversi processi di memoriaStrutture cerebrali coinvolte nella memoriaMetodi di studioLe strategie di memoriaObiettivi del modulo:Conoscere le modalità, la struttura, e i diversi modi di memorizzare, al fine di averedegli strumenti utili a compensarne la potenziale debolezza.
  4. 4. La gestione partecipativa e la risoluzione dei conflitti(10 ore)Contenuto:Metodologie di mediazione efficaceLa NVC. Comunicazione non violentaObiettivi del modulo:Saper attuare la conduzione, la gestione, la risoluzione dei conflitti del gruppo dilavoro partecipato mediando una leadership distribuita.Variabili psicologiche sottese ai processi di apprendimento(20 ore)Contenuto:Le tre dimensioni di Weiner:Locus of control (variabili esterne vs interne)Stabilità (variabili stabili vs instabili)Controllabilità (variabili controllabili vs incontrollabili)Obiettivi del modulo:Comprendere come il soggetto può riconoscere le proprie attribuzioni, cioè leinterpretazioni che ogni individuo si dà relativamente alle cause degli eventi che loriguardanoIl Cooperative learning e il Brainstorming(30 ore)Contenuto:Johnson & Johnson e le prime esperienze di Cooperative LearningLewin K. La teoria del campo e la teoria dei climi di apprendimentoBion. La relazione tra affettivo e cognitivo, tra emozioni e apprendimentoMugny e il concetto di intelligenza al pluraleM. Deutsch e il concetto di interdipendenzaLe varie fasi del Brainstorming e le sue regole (presentazione dell’obiettivo;creazione delle idee individuali; raccolta e registrazione delle idee; l’organizzazionedelle idee; la valutazione delle idee)Obiettivi del modulo:Facilitare ed organizzare le attività scolastiche, strutturando “ambienti diapprendimento” in cui gli studenti, possano trasformare ogni attività in un processo di“problem solving di gruppo”
  5. 5. Le mappe concettuali nella didattica(15 ore)Contenuto:Minsky M.., Novak J.D., Schank R. Gli autori delle mappe concettualiLe mappe come motivazione intrinseca ad imparareLe idee chiaveMappe per diversi scopi (esplorare le preconoscenze; scrivere un testo; comprendere;spiegare; riorganizzare/sintetizzare).Obiettivi del modulo:Conoscere i principali studi sulle mappe concettuali e applicarli in maniera ottimalesecondo i diversi scopiTecniche di ascolto attivo(25 ore)Contenuto:Rogers C. e la relazione d’aiutoLe regole fondamentali dell’ascolto empaticoTecnica della riformulazione (semplice; parafrasi; riepilogo; eco; delucidazione;rispecchiamento empatico; uso del silenzio)Risposte ostacolo al dialogo (valutazione; interpretazione; sostegno; soluzione;investigazione)Obiettivi del modulo:Comprendere a fondo l’importanza del clima e della relazione d’aiutonell’insegnamento-apprendimentoConoscere e saper applicare le tecniche di ascolto attivoTecniche di Problem solving(20 ore)Contenuto:Gordon. W.J.J. La sinettica e le diverse fasi (Definizione del problema - AnalisiGlobale; Fase creativa; Selezione delle idee; Fase di definizione; Perfezionamentodelle idee; Soluzioni possibili)I 6 cappelli per pensare di E. De Bono (bianco, nero, rosso, giallo, verde, blu)Zwicky F. L’analisi morfologicaLe strategie euristicheL’analogiaLa visualizzazioneLa combinazioneObiettivi del modulo:Conoscere e saper utilizzare le tecniche e le strategie di Problem Solving di successo.
  6. 6. Peer education e Peer tutoring(20 ore)Contenuto:Differenza tra peer education e peer tutoringIl tutorLa comunicazione tra pariObiettivi del modulo:Saper formare gruppi di peer education all’interno della classe. Saper individuare itempi giusti per proporre la peer education e la durata stessa del metodo.Simulazioni e Role-playing(25 ore)Contenuto:Linterazionismo simbolico di Mead G.H.Il funzionalismo di Parsons T.Il disincanto di Goffman E.Il gioco simbolico di Piaget J.Teoria del ruoloObiettivi del modulo:Saper pensare, organizzare e gestire role playng di successoI questionari sociometrici(25 ore)Contenuto:I diversi questionari sociometriciI legami sociali (le relazioni sociali; le linee di comunicazione; i canali di influenza)La somministrazione del questionarioInterpretazione dei datiStrategie di recuperoCoefficienti sociometrici dei singoliCoefficienti sociometrici di gruppoObiettivi del modulo:Conoscere, saper somministrare e valutare i diversi questionari sociometrici (per lacui somministrazione non è necessario il titolo abilitante di psicologo)
  7. 7. Tecniche e metodi di autovalutazione(20 ore)Contenuto:Scale di valutazione, check list e questionariStudent Progress CardsDiaries Learner e Riviste DialogVideoObiettivi del modulo:Acquisire le conoscenze di base sulle tecniche e i metodi di autovalutazione piùflessibili ed utilizzatiLe tecniche individuali di studio(30 ore)Contenuto:Lidea e la sua strutturaCome si associano le ideeLa lettura accelerataTecniche per ricordareI ripassiLe parole chiaveGli appunti ad elenco, a tabella, a blocchi, a diagramma.Obiettivi del modulo:Acquisire conoscenze avanzate sulle varie tecniche di studio e su come generalmentesi studia.Modelli teorici e strategie per l’attenzione(20 ore)Contenuto:I modelli teorici dell’attenzione (Attenzione selettiva; Filtro di Broadbent; Teoria delfiltro attenuato della Treisman; Deutsch e Deutsch; La teoria di Norman; Selezioneprecoce e selezione tardiva; Attenzione divisa; Attenzione sostenuta)Lo sviluppo dell’attenzione secondo Mackworth A.K. e Piaget J.Le diverse strategie operative per l’insegnante (comprendere l’incoerenza; gli spazifisici, gli spazi temporali; utilizzo di segnali univoci; i rumori di fondo; la risoluzionedei compiti senza premi o punizioni; uso pianificatori quotidiani, come diari oagende;Obiettivi del modulo:Conoscere i diversi modelli teorici dell’attenzione. Capire come si sviluppaautonomamente l’attenzione e saper applicare le diverse strategie per facilitarel’attenzione dei soggetti con particolari difficoltà.
  8. 8. Frame e Script(10 ore)Contenuto:I Frame. Cosa sono e come si costruiscono (funzione; relazione; caratteristiche;attributi)Gli script. Le azioni principali e secondarie nei copioniObiettivi del modulo:Acquisire le conoscenze di base per utilizzare i Frame e gli Script nel gruppo-classe.

×