Open@BNCF

2,338 views

Published on

Opensource nella Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze - LinuxDay 2011 a Pisa - Cristiano Corsani e Giovanni Toraldo

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,338
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
481
Actions
Shares
0
Downloads
14
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Open@BNCF

  1. 1. Open @ BNCF Open-Source in Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Cristiano Corsani – Giovanni Toraldo http://www.bncf.firenze.sbn.it http://www.libersoft.it
  2. 2. [email_address] <ul><li>La Biblioteca Nazionale Centrale Firenze (BNCF) ha origini nei 30.000 volumi della biblioteca privata di Antonio Magliabechi lasciata in eredità nel 1714 alla città di Firenze.
  3. 3. Nel 1861 la Biblioteca Magliabechiana fu unificata con la Biblioteca Palatina (creata da Ferdinando III di Lorena) e assunse il nome di Biblioteca Nazionale e, nel 1885, quello di Biblioteca Nazionale Centrale.
  4. 4. Dal 1870 la BNCF ha il deposito legale di tutta la produzione editoriale italiana. </li></ul>
  5. 5. Compiti <ul>La BNCF ha come compito la raccolta, la conservazione, la documentazione e la valorizzazione della memoria storica italiana attraverso: <li>il deposito legale in coordinamento con BNCR e le istituzione depositarie regionali
  6. 6. la produzione della Bibliografia Nazionale Italiana (BNI)
  7. 7. la cooperazione al Servizio Bibliotecario Nazionale
  8. 8. l'attività di studio e ricerca nel campo della conservazione nel lungo periodo delle risorse digitali </li></ul>
  9. 9. Numeri <ul>Le raccolte della Biblioteca si sviluppano su oltre 120 chilometri di scaffali con un aumento annuo di quasi 2 chilometri e comprendono: <li>4.000 incunaboli
  10. 10. 25.000 manoscritti
  11. 11. 68.000 incisioni
  12. 12. oltre 6 milioni di libri
  13. 13. oltre 120.000 testate di periodici. </li></ul>
  14. 14. Digitalizzazioni <ul>Manoscritti: <ul><li>Unità bibliografiche: 11.104
  15. 15. Immagini: 166.728 </li></ul>Libro antico: <ul><li>Unità bibliografiche: 53.466
  16. 16. Immagini: 433.151 </li></ul>Libro moderno: <ul><li>Unità bibliografiche: 77.330
  17. 17. Immagini: 2.276.848 </li></ul></ul>
  18. 18. Servizi (informatici) <ul><li>Servizi di catalogazione (SBN, …)
  19. 19. Servizi al pubblico (OPAC, prestito, consultazione)
  20. 20. Digitalizzazione
  21. 21. Servizi amministrativi, backoffice (circa 150 postazioni)
  22. 22. WIFI pubblico, postazioni pubbliche (circa 50 postazioni) </li></ul>
  23. 23. Magazzini Digitali
  24. 24. MUSA
  25. 25. Nebula <ul><li>Software amministrativo
  26. 26. OPAC
  27. 27. Teca digitale
  28. 28. Web
  29. 29. Mail
  30. 30. SBN, Sebina, …
  31. 31. DNS
  32. 32. Servizi interni
  33. 33. ... </li></ul>
  34. 34. Musa Desktop <ul><li>Migrazione Utenti Software Aperto </li><ul><li>Postazioni Desktop minimali (Acer Veriton N281G, CPU Atom, 1GB RAM, HD 160 GB)
  35. 35. SO: Ubuntu 10.04 LTS
  36. 36. Installazione/Ripristino via sistema minimale bootabile via rete (PXE), sistema di bash scripts per partizionamento, ripristino partimage, configurazione post-ripristino
  37. 37. /home condivise via MooseFS
  38. 38. Login e Password su OpenLDAP
  39. 39. Chat interna con Pidgin con Bonjour </li></ul></ul>
  40. 40. Musa Server <ul><li>Quad-core con 4 GB di RAM, 4x500GB in RAID1+0 (mdadm)
  41. 41. MooseFS con replica 2
  42. 42. Servizi ausiliari virtualizzati con Proxmox (LDAP, PXE/NFS, Template Desktop “madre”) </li></ul>
  43. 43. MooseFS Filesystem di Rete, Distribuito e Fault-Tolerant. <ul><li>File/Cartelle in un'unica struttura gerarchica;
  44. 44. Attributi File POSIX (permessi, data c/m/a)
  45. 45. Symlink a Hard Links
  46. 46. Accesso tramite password o regole IP
  47. 47. Copie multiple configurabili per file/directory
  48. 48. Scalabilità
  49. 49. Snapshot </li></ul>
  50. 50. MooseFS Architecture
  51. 51. MooseFS - Installazione <ul><li>Scarico il pacchetto sorgenti e compilo con debuild </li><ul><li>Mfs-master
  52. 52. Mfs-metalogger
  53. 53. Mfs-chunkserver
  54. 54. Mfs-mount </li></ul><li>Ogni demone ha un file di configurazione minimale: /etc/mfs-*.cfg </li></ul>
  55. 56. Virtualizzazione - Proxmox <ul><li>Basato su Debian (1.x Lenny, 2.x Squeeze)
  56. 57. Installazione semplice (sources.list)
  57. 58. Supporta KVM e OpenVZ
  58. 59. Interfaccia Web con applet VNC
  59. 60. Supporto cluster management (minimale nella 1.x, buono nella 2.x) </li></ul>
  60. 64. Magazzini Digitali <ul><li>3 Datacenter (2 attivi + shadow copy) </li><ul><li>Due Firewall
  61. 65. Due Switch GigaEth (LAN+DMZ)
  62. 66. 2 nodi frontend (8-core, 8G ram, HD 2 x 512G)
  63. 67. 8 nodi storage (4-core, 2G ram, HD 4 x 2T)
  64. 68. 2 Linee elettriche separate </li></ul><li>Spazio disco aggregato con GlusterFS (64T totali, 32T utilizzabili) </li></ul>
  65. 69. GlusterFS Filesystem di Rete, Distribuito e Fault-Tolerant. <ul><li>Brick in mirroring, striping, mirroring+striping
  66. 70. Completamente decentralizzato (no single-point of failure)
  67. 71. Load-balancing in-file
  68. 72. Client cache </li></ul>
  69. 73. GlusterFS Architecture
  70. 74. GlusterFS – Server <ul><li>Installo il pacchetto su tutti i nodi
  71. 75. Avvio il servizio glusterd: </li><ul><li># /etc/init.d/glusterd start </li></ul><li>Faccio fare amicizia ai server: </li><ul><li># gluster peer probe hostname </li></ul><li>Configuro lo storage via CLI: </li><ul><li># gluster volume create nomevolume transport tcp server1:/mnt/vol1 server2:/mnt/vol2 .. </li><ul><li>Replica: Aggiungo parametro replica N
  72. 76. Striping: Aggiungo parametro stripe N </li></ul></ul><li>Avvio il volume: </li><ul><li># gluster volume start </li></ul></ul>
  73. 77. GlusterFS - Client <ul><li>Client FUSE: </li><ul><li># mount -t glusterfs server1:/nome-volume /mnt/glusterfs </li></ul><li>Client NFS (più compatibile ma supporto locks parziale) : </li><ul><li># mount -t nfs server1:/test-volume /mnt/glusterfs </li></ul><li>Client CIFS ( per sistemi sensibili a virus ): </li><ul><li>Connetti unità di rete.. -> server1test-volume </li></ul></ul>
  74. 78. GlusterFS - Manutenzione <ul><li>Aggiungo un nuovo nodo: </li><ul><li># gluster volume add-brick nome-volume server4:/mnt/vol4 </li></ul><li>Migro un nodo verso un altro: </li><ul><li># gluster volume replace-brick nome-volume server3:/mnt/vol3 server5:/mnt/vol5 start </li></ul><li>Ribilancio i dati dopo un cambio nel layout: </li><ul><li># gluster volume rebalance nome-volume start </li></ul></ul>
  75. 79. GlusterFS – Altre features <ul><li>Geo-replication (rsync best-effort)
  76. 80. Quota
  77. 81. ACLs
  78. 82. Automount in /etc/fstab </li><ul><li>hostname:/volume /mnt/gluster glusterfs defaults,_netdev 0 0 </li></ul></ul>
  79. 83. Virtualizzazione - OpenNebula <ul><li>Strumento Open-Source per la gestione di infrastrutture virtualizzate: Private Cloud, Public Cloud, Hybrid Cloud
  80. 84. Utilizza standard industriali aperti (EC2, OCCI)
  81. 85. Scalabile fino a migliaia di nodi fisici, decine di migliaia di istanze virtuali
  82. 86. Gestione tramite CLI, web-gui o API Java o Ruby. </li></ul>
  83. 87. OpenNebula Architecture
  84. 88. OpenNebula Features
  85. 89. EOF <ul><li>Cristiano Corsani </li><ul><li>[email_address]
  86. 90. http://www.bncf.firenze.sbn.it/ </li></ul><li>Giovanni Toraldo </li><ul><li>gt@libersoft.it (o me@gionn.net)
  87. 91. http://libersoft.it
  88. 92. http://gionn.net </li></ul></ul>

×