DICHIARAZIONI PROGRAMMATICHE             2012-2017           Sergio Povia     Sindaco di Gioia del Colle
Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017         2                                                            Sergio Povia...
Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017         3                                                            Sergio Povia...
Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017         4                                                             Sergio Povi...
Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017         5                                                              Sergio Pov...
Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017         6                                                           Sergio Povia ...
Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017         7                                                              Sergio Pov...
Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017         8                                                            Sergio Povia...
Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017         9                                                            Sergio Povia...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Sindaco sergio povia dichiarazioni programmatiche

536 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
536
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Sindaco sergio povia dichiarazioni programmatiche

  1. 1. DICHIARAZIONI PROGRAMMATICHE 2012-2017 Sergio Povia Sindaco di Gioia del Colle
  2. 2. Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017 2 Sergio Povia sindaco di Gioia del CollePremessaIl risultato elettorale, ponendo alla guida della città la Coalizione che ha sostenuto la miacandidatura a sindaco, evidenzia come i cittadini abbiano condiviso le istanze dicambiamento e accolto visioni, obiettivi, metodi del nostro progetto amministrativo.Vorrei pertanto sottoporre alla Vostra attenzione gli indirizzi e i contenuti essenziali delprogramma che la mia Coalizione unitamente alla mia persona ha elaborato per ilprossimo quinquennio.Il programma è frutto di un’intensa fase di ascolto e confronto, tenutasi già nellesettimane precedenti alle consultazioni elettorali, che ha visto protagoniste le moltepliciespressioni della società gioiese: rappresentanti delle associazioni, esponentidell’imprenditoria locale, commercianti, artigiani, professionisti, rappresentanti delmondo della scuola e del lavoro.Abbiamo voluto aprire alle realtà locali non solo per recepirne le istanze, ma soprattuttoper operare un’analisi approfondita della città che ci veniva consegnata dalle precedentiesperienze amministrative.Tale osservazione si è resa particolarmente utile a delineare obiettivi e priorità nel medioe lungo termine.Vogliamo lavorare ad un rilancio globale della città affinché Gioia del Colle mantenga lacompetitività raggiunta nel campo del Welfare e dei servizi alla cittadinanza  e crescamaggiormente sul piano delle attività economiche, produttive e culturali. Sentiamo l’esigenza di instaurare nuovamente un dialogo fecondo con le realtà sociali,economiche e culturali, ispirato a principi di corresponsabilità e cittadinanza attiva. Soloristabilendo questo circolo virtuoso di comunicazione sarà possibile lavorareconcretamente al progresso della città nei diversi ambiti.Risorse e metodiNegli ultimi anni il trasferimento di risorse economiche da parte dei governi nazionali afavore delle autonomie locali ha subito drastiche riduzioni. Nonostante questo, i Comunisono ugualmente chiamati a garantire il corretto funzionamento della macchinaamministrativa con grandi sforzi e con l’ulteriore vincolo di rispettare il patto di stabilitàimposto dalla normativa comunitaria.Pertanto si rendono necessarie politiche mirate a compensare l’esiguità delle risorsepubbliche a disposizione, in particolare:  Spending review: rivedere i capitoli di spesa consente di ottimizzare l’impiego dei fondi a disposizione reinvestendo quanto si è riuscito a risparmiare in servizi al cittadino.  Attrazione di capitale: promuovere e incentivare politiche di concertazione tra amministrazione pubblica e investitori privati può contribuire in maniera sostanziale al superamento di limitazioni economiche, mediante l’uso di opportuni
  3. 3. Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017 3 Sergio Povia sindaco di Gioia del Colle strumenti finanziari come il project financing. Reperire inoltre fondi attraverso bandi regionali, nazionali e comunitari messi a disposizione per il settore dell’economia, dell’iniziativa privata, del Welfare e della cultura costituisce un’ utile modalità di attrazione di capitale. Rilanciare infine la presenza del Comune negli organismi di programmazione negoziata può contribuire ad attrarre investimenti pubblici per la dotazione di infrastrutture e servizi oltreché attivare singoli soggetti produttivi e la loro organizzazione in rete. DICHIARAZIONI PROGRAMMATICHEAffari generali, bilancio e contenzioso  Ottimizzazione del sistema amministrativoSono tre gli aspetti che devono caratterizzare l’impianto amministrativo dei prossimianni. Prima di tutto efficienza, intesa come capacità dei singoli dipartimenti di svolgereal massimo della professionalità i propri compiti nonché come capacità di coordinarsi traloro e con gli organi di governo (Consiglio comunale e Giunta).Il secondo aspetto è la trasparenza degli atti e delle informazioni ai cittadini: vogliamoche questi ultimi si sentano sempre più soggetti attivamente partecipi all’azione digoverno.Infine vogliamo lavorare alla modernizzazione della macchina amministrativa. Ènecessario snellire la burocrazia, migliorare la fruibilità del sito Internet istituzionale,incentivare l’uso della PEC (posta elettronica certificata), dei documenti elettronici epromuovere l’uso di archivi digitali in luogo di quelli cartacei al fine di rendere servizimigliori, riducendo considerevolmente la spesa pubblica.Non secondariamente, il ridotto turnover e la sempre crescente complessità del sistemaamministrativo, impongono l’individuazione di figure apicali e delle mansioni di lorocompetenza per far fronte al maggior impegno necessario all’espletamento delle variefunzioni.  Bilancio partecipativoQuesta maggioranza intende inoltre avvalersi del bilancio partecipativo, qualestrumento di coinvolgimento attivo dei cittadini alla programmazione e all’elaborazionedell’azione amministrativa. La partecipazione si realizza su base territoriale attraversoriunioni pubbliche orientate all’ascolto in cui singoli cittadini, associazioni, categorieprofessionali o studentesche sono invitati a precisare bisogni e stabilire priorità nei varicampi e settori. L’avanzamento delle proposte dovrà tuttavia realizzarsi in un’ottica dipiena promozione del ruolo e delle competenze di Assessori e Consiglieri.
  4. 4. Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017 4 Sergio Povia sindaco di Gioia del Colle  ContenziosoSi rendono infine necessari interventi di gestione dei contenziosi in atto individuando lemigliori strategie possibili atte a fornire una soluzione definitiva alle questioni legalipendenti. Per quanto attiene la SPES vogliamo promuovere un maggiorecoinvolgimento del Comune, in qualità di socio di maggioranza, nella definizione degliindirizzi aziendali per dare luogo a politiche più coerenti rispetto all’ambito territoriale diappartenenza.Attività produttiveLa politica economica dei prossimi anni non può esimersi dall’attivare, in via preliminare,un’analisi puntuale dello stato dell’arte. Una fase di questo tipo si rende necessaria perdelineare con precisione gli indirizzi della futura politica economica, per consentire uneffettivo rilancio delle attività produttive cittadine. I dati statistici evidenzianoessenzialmente due aspetti: il primo è che l’economia gioiese nell’ultimo decennio è statacaratterizzata da un trend negativo. Se da un lato questo dato può essere interpretato –dal punto di vista macroeconomico – facendo riferimento al periodo di crisigeneralizzata che l’Italia intera sta vivendo, dall’altro occorre evidenziare che alcuni paesilimitrofi, dati alla mano, hanno saputo meglio di Gioia del Colle far crescere i volumidelle loro attività produttive e conseguentemente gli utili da esse derivanti. Il secondoaspetto da evidenziare è che a Gioia del Colle sembra mancare un’adeguata culturad’impresa. Innovazione, integrazione nel sistema economico-sociale, capacità di porsiobiettivi ulteriori al profitto, sono aspetti fondamentali per il rilancio del territorio.  Valorizzazione del nostro know-howIn primis vogliamo lavorare alla promozione delle eccellenze del nostro territorioattraverso progetti che puntino all’internazionalizzazione dei nostri prodotti agro-alimentari, allo sviluppo dell’apprendistato professionalizzante, alla valorizzazione deimestieri, al “saper fare” oltre che al sapere.Vogliamo inoltre completare e ampliare la zona artigianale al fine di rilanciare l’economiae il commercio, favorendo con provvedimenti di stimolo l’insediamento di nuoveaziende.UrbanisticaIl settore dell’edilizia residenziale è caratterizzato da un’offerta ampia e soddisfacente.Occorrono politiche urbanistiche che, codificando la domanda del cittadino e i nuovibisogni che essa sottende, si impegni a dotare la città dei servizi più opportuni, operandoscelte che garantiscano diritti e interessi collettivi. Analizzare i nuovi bisogni delcittadino, pianificare i servizi occorrenti e avviare conseguentemente progetti orientati
  5. 5. Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017 5 Sergio Povia sindaco di Gioia del Colleallo sviluppo dei medesimi, sono gli obiettivi a medio e lungo termine delle nostrepolitiche urbanistiche. Un territorio che progredisce dal punto di vista dei servizi offerti,vede innalzarsi proporzionalmente i profili di vivibilità e benessere ovvero, in ultimaanalisi, gli stili di vita dei cittadini.  Piano traffico, trasporto pubblico e parcheggiSi rende necessario rivedere il Piano Urbano del Traffico (PUT) mediante un’analisidei flussi e dei sensi di marcia, in modo da abbattere la congestione e drenare loscorrimento veicolare verso i principali assi viari centro-periferia.Vogliamo inoltre istituire zone a traffico limitato (ZTL) nel centro cittadino con ticketa pagamento (eccetto per i mezzi pubblici e quelli provvisti di particolari esenzioni) inmodo da ridurre il flusso veicolare e disincentivare l’uso spropositato dell’automobile.Nel contempo vogliamo ottimizzare il trasporto pubblico, preferibilmente con mezzia metano o elettrici, in modo da agevolare gli spostamenti centro-periferia con unservizio efficiente e continuativo.Inoltre vanno favorite politiche di concertazione con i privati per la costruzione diautosili e/o parcheggi di scambio, consentendo il parcheggio in strada solo per brevisoste.Vogliamo infine mettere in sicurezza le strade di ingresso alla città mediantedissuasori o indicatori di velocità al fine di garantire l’ingresso in città a velocità moderataper la tutela e l’incolumità dei cittadini.  Manutenzione ordinaria dell’arredo urbanoUna delle priorità di questa maggioranza sarà la verifica periodica delle condizionistradali e l’attuazione dei necessari interventi conservativi per garantire alla città ordine edecoro: bitumazione, eliminazione delle buche, estirpazione delle sterpaglie e dellavegetazione aggettante, manutenzione di giardini, aiuole, segnaletica, messa in sicurezzadegli edifici pubblici. Vogliamo inoltre migliorare l’aspetto e la sicurezza delle nostrecontrade rurali mediante un’accurata bonifica della vegetazione presente lungo la viabilitàextraurbana.  Piano Regolatore Generale e normativa tecnicaNell’approvare il nuovo Piano Urbanistico Generale, si rende necessario rivedere leNorme Tecniche di Attuazione (NTA) per regolamentare, tra laltro, l’uso delle zonedestinate a servizi.
  6. 6. Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017 6 Sergio Povia sindaco di Gioia del ColleVogliamo inoltre introdurre politiche di perequazione urbanistica per superare i limitidisuguaglianti tipici della suddivisione in zone del piano regolatore, al fine di perseguiremaggiore giustizia sociale, legalità e rispetto delle regole.Infine vogliamo aggiornare il regolamento relativo ad altezze e cubature degliedifici in zona artigianale per aggiornarlo alle moderne necessità di utilizzoaumentando fra l’altro la superficie adoperabile per il commercio.Ambiente ed ecosostenibilitàQuesta maggioranza individua nella difesa dell’ambiente e nella salvaguardia delpatrimonio naturalistico un punto fondamentale della propria azione politico-amministrativa. Vogliamo promuovere in tutti gli ambiti, attenzione ai temi dellasostenibilità ambientale e della difesa del paesaggio al fine di educare e sensibilizzare lacittadinanza a questioni così cruciali per la salute e il benessere della collettività e deiposteri.In tal senso vogliamo potenziare le politiche a sostegno del risparmio energetico,della raccolta differenziata, del riciclo e dell’impiego di energie da fonterinnovabile attraverso l’introduzione di opportuna normativa comunale che facciariferimento ai più avanzati progetti realizzati in Europa (ad esempio edifici ad altaautonomia energetica, costruzione di isole ecologiche per la raccolta differenziata nellearee da edificare contestualmente alla realizzazione delle urbanizzazioni primarie).Si rende infine prioritario dare una soluzione al problema del Depuratore medianteinterventi di manutenzione dell’apparato e del sistema di drenaggio adiacente di concertocon le agenzie di riferimento.Politiche giovanili ed occupazionaliLa disponibilità di giovani laureati e di profili professionali di alto livello tendedrasticamente alla saturazione. Al contrario si vanno via via estinguendo tutta una seriedi professionalità manuali o a vocazione artigianale, per le quali si riscontra una semprecrescente domanda, alla quale non si riesce a far fronte con un’altrettanta soddisfacenteofferta. Le politiche occupazionali da noi proposte sono volte alla riscoperta e allarivalutazione del grande patrimonio delle maestranze e dell’artigianato. Vogliamo offrireai giovani percorsi di realizzazione professionale alternativi, come risposta concreta alladisoccupazione.In questo senso pensiamo a progetti di formazione per giovani orientati alla praticae all’acquisizione di un mestiere, in collaborazione con le maestranze della città e dipartner privati e istituzionali (ad esempio agenzie formative, Università) con cuiinstaurare un percorso di dialogo e collaborazione.
  7. 7. Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017 7 Sergio Povia sindaco di Gioia del ColleL’altro aspetto riguarda il potenziamento dei canali informativi da e versol’amministrazione pubblica (Ufficio Informagiovani e URP) in modo che quest’ultimapossa essere sempre più percepita come soggetto dialogante attivo nonché comeinterlocutore capace di orientare i giovani verso i più opportuni percorsi esistenti (bandi,normativa ecc.).CulturaLa Cultura riveste un ruolo nevralgico nella connotazione di una terra e nell’identità diun popolo, configurandosi come un’importante risorsa nel rilancio delle attivitàproduttive ed economiche del territorio. Sono tre i punti sui quali abbiamo costruito inostri progetti a proposito di cultura.Il primo è la difesa e la promozione dell’identità della città attraverso lavalorizzazione dei prodotti e delle professionalità che la caratterizzano, rendendolaimmediatamente riconoscibile a tutti. Vogliamo valorizzare tali aspetti mediante progettiorganici e ben strutturati che non si esauriscano nella produzione di piccoli eventiestemporanei ma che concorrano proficuamente alla riqualificazione della tradizioneculturale gioiese nel territorio circostante.Il secondo principio che ci ispira è la difesa della memoria. Desideriamo riattivare unprocesso di identificazione intima tra cittadino e città che possa stimolare e accrescere laconoscenza del territorio, della storia e delle tradizioni, rivalutando forme diapprendimento attivo e circolante.Vogliamo inoltre lavorare ad una valorizzazione piena dei nostri giacimenti culturali(polo archeologico di Monte Sannace, Castello Normanno Svevo) e degli spazi adibitiall’azione culturale. In primis il Teatro Rossini, le cui produzioni – esportate in passatoin Italia e nel mondo – rappresentavano la cifra del prestigio e della credibilità dellaproposta culturale gioiese. Occorre inoltre una ridefinizione della “Distilleria Cassano”,che ne consenta una fruizione da parte della collettività, ma non al ribasso e alla svendita.Vogliamo inoltre, di concerto con le associazioni cittadine e con gli operatori dellacultura, avviare inderogabilmente percorsi di connessione ampie sul territorio con lerealtà regionali di maggior livello, come ad esempio Puglia Sound, Apulia FilmCommission, Slow Food, affinché la nostra città riacquisti credibilità e importanza nelpanorama culturale locale.Infine ci impegnamo a promuovere in maniera autorevole ed efficace la vitalità culturalegioiese, le sue molteplici risorse intellettuali e materiali nonché della sua industria creativae culturale attraverso una Jam Session delle Arti. Questo evento vedrebbe protagonistala ricchissima scena artistica e creativa cittadina, dove artisti, operatori, istituzioni eassociazioni coinvolgendo ospiti internazionali darebbero vita ad una settimana di
  8. 8. Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017 8 Sergio Povia sindaco di Gioia del Colleperformance con forte vocazione transdisciplinare e multiculturale, mettendo in scenasperimentazioni, contaminazioni, intrecci fecondi.Per il calendario culturale vogliamo introdurre una programmazione annuale conpianificazione di tutti gli eventi e loro dislocazione in tutte le aree della città, compresoquelle periferiche al fine di valorizzare tutte le zone ivi comprese le attività commercialipresenti;Servizi SocialiIn accordo ai profili evolutivi del Welfare nazionale, guardiamo ad un’offerta di serviziche raggiunga tutte le fasce della popolazione, riducendo il gap servizi-cittadino eallontanando sempre più l’idea di un Welfare assistenziale, caratterizzato da unasuddivisione dei cittadini in categorie e prestazioni, senza alcuna finalità preventiva ededucativa.Riteniamo utile accrescere i servizi sociali esistenti e ampliare l’offerta attingendo aiservizi comunitari per disabili, minori e anziani; vogliamo inoltre potenziare il ruolo dicapofila di Ambito Territoriale del Comune di Gioia del Colle migliorando ilcoordinamento, il raccordo e la gestione dei servizi sovra-comunali.Vogliamo lavorare alla creazione di un consultorio legale, strumento utile a fornireassistenza legale a cittadini italiani e stranieri che versino in condizioni di disagioeconomico e sociale.Non secondariamente intendiamo favorire l’accoglienza e l’integrazione degliextracomunitari mediante uno sportello permanente orientato all’intercultura, chepossa porsi come soggetto di riferimento per gli stranieri che abitano la nostra città perquanto riguarda la mediazione culturale e linguistica, l’orientamento al lavoro, ilcontrasto del lavoro nero e del caporalato, i servizi e la tutela in genere.Infine vogliamo potenziare le politiche rivolte ai diversamente abili favorendo larealizzazione sul nostro territorio di strutture private per le attività di recupero,socializzazione, terapia, e gioco.Sport e tempo liberoLe politiche sportive di questa maggioranza sono volte alla salvaguardia delle realtàsportive gioiesi, siano esse grandi, piccole o appena emergenti. Vogliamo garantire l’usodei contenitori dello Sport e dotare Gioia del Colle delle strutture ancora mancanti.
  9. 9. Dichiarazioni programmatiche 2012 - 2017 9 Sergio Povia sindaco di Gioia del ColleSi vogliono inoltre favorire le attività ginniche libere dotando alcune aree della città diattrezzature fitness da poter usare in libertà e predisporre percorsi sicuri deputati allacorsa e all’uso della bicicletta, per esempio reimpiegando i tratti ferroviari dismessi.Per quanto attiene il tempo libero, si vuole promuovere la creazione di spaziorganizzati pubblici, rivolti ai giovani e agli anziani, potenziare i laboratori culturaliesistenti e istituire nuovi spazi ricreativi.Vogliamo infine individuare zone WiFi per la connessione libera ad Internet in quantoriteniamo che una città moderna e a misura di cittadino non possa prescindere dall’essereanche al passo con la tecnologia.ConclusioniSignori Assessori e Consiglieri, i nostri concittadini – con l’esercizio democratico delvoto – ci hanno conferito il mandato di amministrare la nostra città nei prossimi cinqueanni.Ci aspetta un lavoro intenso per il rilancio della nostra città. Auspico che l’interoconsesso, maggioranza e opposizione, ognuno con le proprie specifiche competenze,lavori con impegno alla costruzione di profili di vivibilità e sviluppo sempre crescenti.Vorrei che nei tempi a venire si potesse restaurare a Gioia una sorta di “pace sociale”nella quale le migliori intelligenze, le migliori professionalità, le migliori energie possanolavorare in maniera sinergica e corresponsabile ad obiettivi comuni.Vorrei che si aprisse una stagione di dialogo costruttivo, interprete di una nuovapropulsione a rilanciare, a valorizzare, a costruire.Grazie. Sergio Povia, sindaco

×