Segnalazione esposto su pista ciclabile

1,443 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,443
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1,059
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Segnalazione esposto su pista ciclabile

  1. 1. Spett. le Corte dei Conti Procura Regionale della Puglia Via Matteotti, 56 70121 Bari Ba p.c. Assessorato ai Trasporti Regione Puglia Via de Ruggiero, 58, 70121 Bari Ba p.c. Sindaco Comune di Gioia del Colle Sede p.c. Dott. Erasmo Mancino Liquidatore Comunità Montana Murgia Barese Sud Est Consigliere Comunale Comune di Gioia del Colle SedeOGGETTO: Gioia del Colle, intervento di euro 284.757,26 per la realizzazione di una pista ciclabile mai omologata, in attuale stato di abbandono. Segnalazione per eventuale valutazione in merito alla fattispecie del danno erariale.I sottoscritti Donato Lucilla, nato a Gioia del Colle, il 03/03/1980, ed Enzo Cuscito, nato aGioia del Colle il 18/06/1975, nella loro qualità di consiglieri comunali del Comune di Gioiadel Colle, intendono sottoporre alla Vostra attenzione i fatti relativi alla realizzazione dellapista ciclabile nel Comune di Gioia del Colle ad opera della Comunità Montana MurgiaBarese Sud Est e mai omologata dal Comune di Gioia del Colle che, pertanto, versa instato di abbandono. 1. PREMESSA a) Nel corso del Consiglio Comunale del Comune di Gioia del Colle in data 27 novembre 2012 il Vice Sindaco (sig. Franco Ventaglini per altro già Vice Presidente della Comunità Montana Murgia barese Sud – Est all’epoca dei fatti in oggetto) relazionava l’Assemblea circa l’attuale situazione di non omologazione della citata pista ciclabile. Nel suo intervento, il Vice Sindaco affermava “che la pista ciclabile fa schifo, sia venuta male, forse è stata progettata malissimo sono d’accordo (…) però dire che la colpa è o della Comunità Montana o dei progettisti o dei due sindaci che si sono succeduti (…) ce ne corre e ce ne corre parecchio. Forse un po’ tutti hanno sbagliato, forse ha sbagliato la politica. È chiaro che adesso è facile additare qualcuno di responsabilità” (all. estratto del verbale del consiglio comunale) È opinione degli scriventi che non sia facile ricercare eventuali responsabilità, ma che l’attività di ricerca di eventuali responsabilità sia un dovere da svolgere nel caso in cui la spesa di somme pubbliche, tra l’altro considerevoli, non realizzi gli
  2. 2. effetti attesi. Nella fattispecie, il fatto che la stessa pista fosse stata collaudata positivamente dalla Comunità Montana ma mai omologata dal Comune di Gioia del Colle, in quanto carente delle caratteristiche richieste dalla normativa vigente, riteniamo possa rappresentare un indice significativo della presenza di gravi mancanze nella progettazione / realizzazione dell’intervento, con possibili profili di danno erariale. A dimostrazione di quanto sostenuto si fa riferimento al foglio prot. 25952 del 13 settembre 2011 con cui l’Ufficio Tecnico Comunale - Servizio del Traffico (allegato n.1) nella persona del Responsabile Tecnico comunicava al Sindaco di Gioia del Colle che “ ..non essendo (la pista ciclabile) in linea con i dettami previsti dal C.d.S. per la realizzazione delle piste ciclabili, come si evince dalla relazione del Sottoscritto in data 14 aprile 2009 n. prot. 251 che si allega in copia, non è stata mai omologata e presa in consegna da questa Amministrazione Comunale”. La relazione cui si fa riferimento conclude affermando che “..la pista ciclabile unidirezionale in esame, non è stata realizzata secondo quanto previsto dalla normativa vigente”. Dopo approfondita valutazione della documentazione allegata, i sottoscrittori sono del convincimento che:  La finalità del progetto “Interventi di miglioramento funzionale della mobilità e del trasporto urbano a livello interno, ai fini della riduzione dell’inquinamento atmosferico, attraverso la realizzazione di viabilità ciclistica con annessa velo stazione per il noleggio dei mezzi dei Comuni di Gioia del Colle ..” è stata totalmente disattesa in quanto la pista ciclabile, non essendo mai stata omologata, non è utilizzabile per la circolazione ciclistica;  Il progetto, nonostante sia stato realizzato in stretto coordinamento tra l’Ufficio Tecnico della Comunità Montana e quello del Comune di Gioia del Colle, non rispetta la normativa vigente in materia, come affermato dai competenti Uffici dell’Ente;  l’Ufficio Tecnico del Comune di Gioia del Colle ha più volte espresso parere favorevole sulla “regolarità Tecnica” del provvedimento senza, presumibilmente, tenere conto delle disposizioni in materia.2. ARGOMENTAZIONI Con fax senza data, protocollo ed intestazione (allegato 2), la Comunità Montana indicata in premessa, ha inviato al Comune di Gioia del Colle, per il tramite di un dipendente (Dott. Santoiemma, alla cui attenzione è inviato il fax) il “Quadro economico intervento finale lavori eseguiti” Servizi per il miglioramento della qualità dell’ambiente nelle aree urbane” relativo al POR2000-2006 – Misura 5.2 “ Il documento stabilisce in euro 284.757,26 l’importo definito per la costruzione della pista ciclabile realizzata nel Comune di Gioia del Colle. Il documento in trattazione è l’atto conclusivo di una complessa e lunga procedura tecnico-amministrativa che di seguito si compone nel suo sviluppo temporale:
  3. 3.  Con la “Delibera di Giunta” del 31 ottobre 2005 la Comunità Montana della Murgia Barese Sud Est approva il “Progetto preliminare di Proposta integrata predisposto dal responsabile del Settore Tecnico dell’Ente, Ing. Carmine Schiattone nell’ambito del POR Puglia Misura 5.2 “ Servizi per il miglioramento della qualità dell’ambiente nelle aree urbane”. Approva, inoltre, l’intervento dal titolo “Interventi di miglioramento funzionale della mobilità e del trasporto urbano a livello interno, ai fini della riduzione dell’inquinamento atmosferico, attraverso la Realizzazione della viabilità ciclistica….” La Delibera (all. 3) è correlata dalla “Planimetria di Progetto del Comune di Gioia del Colle;  Con il foglio prot. 357 del 28 febbraio 2007 la Comunità Montana chiede al Sindaco del Comune di Gioia del Colle l’impegno per una quota di compartecipazione di euro 7.500,00 (Allegato n.4 );  Con deliberazione di Giunta n. 98 del 10 maggio 2007 il Comune di Gioia del Colle prende atto dell’approvazione del progetto definitivo per la partecipazione al finanziamento nell’ambito del POR Puglia 2000-2006 – Mis. 5.2 “Servizi per il miglioramento delle aree urbane…”. La Deliberazione è corredata dal “Parere di Regolarità Tecnica” che di seguito precisa: Sulla scorta dell’istruttoria tecnica espletata in conformità alla normativa, nazionale, regionale e comunitaria, allo statuto ed ai regolamenti comunali, si esprime parere favorevole alla adozione del provvedimento da parte della Giunta….” (Allegato n.5 )  Con Deliberazione di Giunta n:183 del 22 ottobre 2007 il Comune di Gioia del Colle: “  considerato, che il Dirigente dell’UTC appositamente interessato, nell’esaminare la planimetria di che trattasi, ha integrato il percorso previsto con un ulteriore tratto evidenziato in rosso;  Che, pertanto, il predetto Dirigente dell’UTC ha vistato la planimetria di che trattasi nei termini di cui innanzi;  ritenuto di condividere l’operato del Dirigente dell’UTC e pertanto di trasmettere copia della planimetria, come innanzi vistata, alla Comunità Montana per il seguito di competenza  Visto il parere Tecnico, ex art. 49- comma 1 del D.Lvo n. 267/2000;Delibera:  di prendere atto della istanza trasmessa dalla Comunità Montana ….con la quale trasmette copia di planimetria esecutiva riferita alla viabilità ciclistica nell’ambito del POR Puglia 2000- 2006;  Assentire il progetto con l’integrazione proposta dal Dirigente dell’UTC e riportata in rosso sulla predetta planimetria, vistata dal medesimo Dirigente;  di trasmettere copia della presente Deliberazione e copia della planimetria , come integrata e vistata dal Dirigente dell’UTC alla Comunità Montana Murgia Barese Sud Est… (Allegato n.6);” Con il foglio prot. 543 del 21 marzo 2009 la Comunità Montana comunica al Comune di Gioia del Colle di aver “proceduto alla consegna dei lavori alla ICOM spa con sede in Acquaviva delle Fonti” (Allegato n.7);
  4. 4.  Con Determina di spesa n. 69 del 8 aprile 2008 il Responsabile del Centro Servizio n° 4 ( UTC) premette che…”con successiva deliberazione della G.M. n. 183 del 22 ottobre 2007, esecutiva ai sensi di legge, è stata approvata la Planimetria esecutiva riferita alla viabilità ciclistica con le determinazioni di questo Comune propedeutiche alla approvazione definitiva del progetto esecutivo” (Allegato n. 8 );  Con il foglio prot 2462 del 23 ottobre 2008 l’Ufficio Tecnico del Comune di Gioia del Colle chiede alla Comunità Montana alcune modifiche al progetto definitivo (Allegato n.9 );  Con il foglio prot. N. 342 del 19 marzo 2009 la Comunità Montana quantifica l’importo delle varianti richieste dall’ufficio Tecnico del Comune di Gioia del Colle (Allegato n. 10);  Con il foglio prot. 514 del 22 aprile 2009 la Comunità Montana comunica che “i lavori sono stati ultimati e collaudati” (Allegato n.11 );  Con il foglio prot. N. 862 del 9 luglio 2009 la Comunità Montana richiede un incontro tecnico allo scopo di dirimere il contenzioso instauratosi a seguito di una nota datata 27 aprile dell’Ufficio Tecnico di Gioia del Colle (non allegata) dovuto probabilmente ad alcune contestazioni relative al progetto eseguito( Allegato n.12 );  Con il foglio 909 del 23 luglio 2009 la Comunità Montana contesta le eccezioni rappresentate dal Comune di Gioia del Colle ribadendo che “Tracciato del progetto, ai vari livelli di esecuzione, è stato indicato ai progettisti, a suo tempo incaricati da questo Ente, da tecnici ed amministratori del Comune di Gioia del Colle che hanno seguito i lavori anche nel corso della realizzazione….” (Allegato n.13 );  Con il foglio prot. 25952 del 13 settembre 2011, già citato in premessa, il Responsabile Tecnico del Servizio Tecnico del Traffico dichiara la “la pista ciclabile non in linea con i dettami previsti dal Codice della Strada per la realizzazione delle piste ciclabili” e che la stessa “non è mai stata omologata e presa in consegna da questa amministrazione Comunale” (Allegato n. 1 ).3. CARENZE PROGETTUALI Dalla lettura delle documentazioni allegate non può non rilevarsi che il progetto della pista ciclabile denota alcune carenze progettuali che, se affrontate per tempo, avrebbero potuto evitare l’evento dannoso verificatosi. A titolo esemplificativo si fa presente che:  Non si è tenuto conto della tipologia stradale interessata dalla Pista Ciclabile;  Non si è tenuto conto del raggio di curvatura orizzontale che deve essere commisurato alla velocità di progetto e deve essere superiore a 5 metri misurato dal ciglio interno della pista;  Non è stato segnalato il senso di marcia.4. CONSIDERAZIONIDa quanto è stato argomentato emerge, senza alcun dubbio, che la mancataomologazione e presa in consegna da parte dell’Amministrazione Comunale diGioia del Colle della “Pista Ciclabile” è dovuta essenzialmente ad una
  5. 5. progettazione che non ha tenuto in alcun conto i dettami della normativa invigore, così come attestato dallo stesso Ufficio Tecnico –Servizio Tecnico trafficocon la Relazione Prot 251 del 14 aprile 2009 (Allegato n.1 ).Il danno provocato alla comunità gioiese consiste essenzialmente nella mancatafinalizzazione del POR Puglia Misura 5.2 che stanziava le consistenti risorse (euro284.757,26) per i “ Servizi per il miglioramento della qualità dell’ambiente nellearee urbane”.A completamento della documentazione, dimostrativa del danno provocato, siallega una documentazione fotografica relativa allo stato di totale attuale degrado,inutilizzazione ed addirittura pericolosità della pista realizzata a Gioia delColle.Tanto si rappresenta per le azioni di competenza di codesto Alto Consesso.Gioia del Colle, 05/04/2013 Donato Lucilla Enzo CuscitoConsigliere di “Pro.di.gio”. Consigliere di “Solidarietà e Partecipazione” Coalizione “Per il Bene Comune”

×