1
al SINDACO di GIOIA del COLLE
Sig. SERGIO POVIA
al SEGRETARIO GENERALE
Dott. GIUSEPPE DIOGUARDI
al RESPONSABILE UFFICIO ...
2
preveda 15 giorni affinché giungano ai Consiglieri le risposte scritte da parte degli uffici
competenti, ad oggi, non ci...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Interrogazione palazzo serino

845

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
845
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Interrogazione palazzo serino

  1. 1. 1 al SINDACO di GIOIA del COLLE Sig. SERGIO POVIA al SEGRETARIO GENERALE Dott. GIUSEPPE DIOGUARDI al RESPONSABILE UFFICIO LAVORI PUBBLICI Geom. ROCCO PLANTAMURA al PREFETTO DI BARI Dott. ANTONIO NUNZIANTE OGGETTO: Lavori di ristrutturazione immobile comunale (Palazzo Serino – Biblioteca Comunale) da adibire a centro interculturale e sportello per l’integrazione socio sanitaria culturale per gli immigrati. Interpellanza consiliare con risposta scritta ai sensi dell’Art. 82 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale. I sottoscritti Enzo Cuscito e Donato Lucilla, nella loro qualità di Consiglieri Comunali del Comune di Gioia del Colle e ai fini dell’espletamento del loro mandato: PREMESSO CHE in data 29.08.2013 è stata aggiudicata alla Ditta EDIL BAT srl di TRANI la gara per i lavori di ristrutturazione immobile comunale (Palazzo Serino) da adibire a centro interculturale e sportello per l’integrazione socio sanitaria culturale per gli immigrati; CHE data 10.10.2013 i sottoscritti Consiglieri hanno protocollato un’interrogazione scritta inerente proprio i lavori presso Palazzo Serino, chiedendo, nello specifico: “a) se il progetto definitivo redatto dall’ufficio tecnico comunale, posto a base di gara aveva il parere della Soprintendenza, come previsto dalla vigente normativa D.Lgs. 163/2006 (diversamente non poteva andare in gara); b) se corrisponde al vero che il progetto esecutivo, predisposto dalla Ditta aggiudicataria (atteso che la gara era con l’offerta economicamente più vantaggiosa) non risulta ancora approvato dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici della Provincia di Bari;” CHE alla suddetta interrogazione, nonostante la nota prot. n. 26769 dell’11.10.2013 indirizzata dal Segretario Generale Dott. Giuseppe Dioguardi al Dirigente dell’UTC Ing. N.B. Laruccia con la quale si invitava quest’ultimo a produrre risposta ai sottoscritti e nonostante l’Art. 17 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale
  2. 2. 2 preveda 15 giorni affinché giungano ai Consiglieri le risposte scritte da parte degli uffici competenti, ad oggi, non ci è giunta alcuna risposta; CHE con Prot. n. 0010400 in data 09.04.2014 perveniva, a mezzo Fax, presso il Comune di Gioia del Colle nota dello Studio Legale LOFOCO di Bari, in nome e per conto della Ditta SAD srl (Ditta che, evidentemente, aveva partecipato senza esito positivo alla gara in oggetto, ricorrendo al Tar come previsto per legge) con la quale i Consiglieri Comunali venivano informati che: 1. In data 26.06.2014 è fissata l’udienza al Tar di Bari “in esecuzione della nota ordinanza del Consiglio di Stato n. 4329/13;” 2. Che il Comune di Gioia del Colle, nonostante precedenti note dell’Avv. LOFOCO, viene nuovamente invitato a “non dare corso ad alcun tipo di lavoro e/o affidamento, specie se a seguito di modifiche anche parziali del progetto utilizzato in gara”; 3. Il Sindaco di Gioia del Colle veniva nuovamente diffidato, insieme al Dirigente dell’UTC “a sospendere la gara con atto formale e/o ad interrompere immediatamente e senza indugio alcuno ogni tipo di lavoro in corso intrapreso e relativo alla gara di appalto de qua illegittimamente aggiudicata, quanto meno fino all’esito della causa di merito…”; TUTTO CIO’ PREMESSO si invitano il Signor Sindaco Sergio Povia, il Responsabile dell’Ufficio Lavori Pubblici Geom. Rocco Plantamura ed il Segretario Generale Dott. Giuseppe Dioguardi, a relazionare con urgenza, per quanto di competenza, in merito ai seguenti punti:  Motivi che a tutt’oggi, dopo quasi 5 mesi, hanno impedito l’omessa risposta ad un’interpellanza di due Consiglieri Comunali, in violazione dell’Art. 17 del regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale;  Informazioni urgenti in merito alla vicenda narrata. Motivi del ricorso al Tar della Ditta SAD srl e perché, nonostante un ricorso in atto, si è proceduto all’aggiudicazione e all’inizio dei lavori presso Palazzo Serino, esponendo, in caso di ricorso perso da parte dell’Ente, a cospicui risarcimenti danni che graverebbero sul bilancio del Comune di Gioia del Colle. In attesa di un rapido riscontro alla presenta, si porgono distinti saluti. Gioia del Colle, 5 maggio 2014 Enzo Cuscito Donato Lucilla Consigliere Comunale Consigliere Comunale Solidarietà e Partecipazione Pro.di.Gio

×