LETTERAAPERTAAL COMUNE DI GIOIADEL COLLE
La rete intercomunale delle Associazioni e dei Comitati Cittadini dell’ARO Bari 5...
Andrebbe spiegato perché, proprio al termine della redazione del piano industriale, ed in
prossimità dell'affidamento del ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Comunicato aro 05 giugno 2014 documenti google

662 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
662
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
515
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Comunicato aro 05 giugno 2014 documenti google

  1. 1. LETTERAAPERTAAL COMUNE DI GIOIADEL COLLE La rete intercomunale delle Associazioni e dei Comitati Cittadini dell’ARO Bari 5 esprime la sua ferma contrarietà in rapporto all'inaspettato rallentamento dei tempi di predisposizione degli atti di gara del servizio di raccolta, trasporto e spazzamento dell’ARO Bari 5, causata dalla mancata presa d’atto del piano industriale da parte del Consiglio Comunale di Gioia del Colle. Tale decisione scaturisce dal tentativo da parte del Comune di Gioia del Colle, la cui volontà si è manifestata soltanto nell’ultimo Consiglio Comunale, di far acquisire alla SPES le quote private affinché il capitale della stessa sia detenuto al 100% dal Comune. In tal maniera si realizzerebbero le condizioni per poter affidare in house il servizio di igiene urbana, svincolandosi dagli altri Comuni dello stesso ARO. Questa volontà giunge oltremodo tardivamente, dopo più di un anno di lungo lavoro, e soprattutto CONTRAVVIENE a quanto DELIBERATO all’UNANIMITA’ il 4 luglio 2013 dall’Assemblea dell’ARO Bari 5, ovvero “di scegliere, quale modalità per l’affidamento del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto rifiuti urbani ed assimilati ad unico gestore sul territorio, quella della procedura ad evidenza pubblica col criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa”. In seguito a tale delibera si è dato mandato alla Società ESPER di predisporre il piano industriale e gli atti di gara del nuovo servizio di igiene urbana secondo la modalità suddetta. In tutti questi mesi il Comune di Gioia, nella persona del sindaco e Presidente dell’ARO, Sergio Povia non ha MAI espresso volontà di rettificare tale delibera. Nel frattempo, a fine maggio, tutti gli altri Consigli Comunali dell'ARO Bari 5 hanno preso atto del “Piano Industriale” proposto, accettandone l'impostazione e le risultanze economiche e finanziarie e dando il via libera alla predisposizione del bando di gara. La mancata presa d’atto da parte del Comune di Gioia causerebbe il rifacimento del piano industriale con conseguente forte rallentamento dei tempi di predisposizione degli atti di gara, perdita della premialità regionale, pari a 10 milioni di euro che consentirebbe a tutti i Comuni che riescono ad ottenerla di alleviare i maggiori costi da sostenersi, slittamenti dei tempi, maggiori costi di servizio per tutti i Comuni. Tale azione da parte del Comune di Gioia del Colle, dopo più di un anno di lavoro dell’ARO, sottaciuta fino alla vigilia dell’approvazione del piano industriale, appare, dunque, assolutamente grave e fortemente irresponsabile nei confronti dei gioiesi e degli abitanti di tutto l’ARO!!! Andrebbe inoltre spiegato come può pensare la SPES in futuro di poter, servendo solo i 28.000 gioiesi, offrire un servizio più economico, ma agli stessi standard qualitativi del gestore unico il quale dovrà servire invece ben 80.000 abitanti, e che per questo motivo avrà maggior poter contrattuale, maggiore economia di scala, dunque assolutamente più competitivo sul mercato. A tale riguardo è bene ricordare che oggi invece, il servizio che rende la SPES ai cittadini gioiesi comporta la TARSU più alta di tutto l’ARO!!! Andrebbe spiegato, se effettivamente esiste un piano economico-finanziario per rendere la SPES competitiva sul mercato, perché essa non partecipi invece alla gara ad evidenza pubblica come soggetto esterno, confrontandosi con altre aziende.
  2. 2. Andrebbe spiegato perché, proprio al termine della redazione del piano industriale, ed in prossimità dell'affidamento del servizio al gestore unico la SPES emana un AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L’ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO O DETERMINATO, DI N°6 OPERATORI ECOLOGICI. Insomma comportamenti incoerenti dei quali i componenti del Consiglio Comunale di Gioia del Colle farebbero bene a chiedere conto dapprima al loro Sindaco e poi al capo servizio della SPES, nonchè loro collega consigliere, Ottavio Giannico, il cui conflitto di interesse è fin troppo evidente. Auspichiamo che le parti politiche e istituzionali facciano il possibile per scongiurare tali gravosi ritardi; auspichiamo che Venerdì 6 giugno siano presenti alla seduta del Consiglio Comunale di Gioia del Colle tutti i SINDACI dei Comuni componenti dell’Assemblea dell’ARO Bari 5, in modo da dare seguito, peso e valore al comunicato che nei giorni scorsi i Sindaci hanno condiviso in merito all'inspiegabile rinvio della presa d’atto del Piano Industriale da parte del Comune di Gioia del Colle. Auspichiamo che Venerdì 6 giugno il Consiglio Comunale gioiese faccia un passo indietro rispetto a tale vicenda, deliberando, senza ulteriori indugi, la presa d’atto del piano industriale e permettendo il prosieguo della predisposizione degli atti di gara, al fine di giungere quanto prima al nuovo servizio. Tali premesse ci inducono ad auspicarci una forte partecipazione da parte della società civile al prossimo Consiglio Comunale di Gioia del Colle venerdì 6 giugno alle ora 10,00 e invitiamo tutti i cittadini appartenenti all’ARO BA5 a partecipare. Invitiamo tutte le forze politiche, movimenti ed associazioni che condividono il contenuto e lo spirito di questo comunicato a sottoscriverlo e farlo proprio, dandone la massima diffusione. Rete intercomunale delle Associaizoni dei Comitati cittadini dei Movimenti dell’ARO Bari 5

×