Your SlideShare is downloading. ×
Bari sgominata banda di trafficanti
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Bari sgominata banda di trafficanti

874

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
874
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Procura della Repubblica Bari Ufficio del Procuratore BARI: SGOMINATA DAI CARABINIERI BANDA DI NARCOTRAFFICANTI CHE IMPORTAVANO COCAINA IN ITALIA SULL’ASSE COLOMBIA – SPAGNA. I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Bari hanno tratto in arresto 9 persone in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Bari su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia. L’accusa è quella di aver importato su canali internazionali attraverso l’asse Colombia – Spagna – Italia ingenti quantitativi di cocaina che venivano riversati sulle piazze di spaccio dell’intera provincia di Bari e di Andria – Barletta - Trani. Le indagini sono partite da PASCULLI Giuseppe, andriese classe 56, detto “u 12”. A dispetto della non più giovane età, il PASCULLI era particolarmente attivo nel gestire i contatti con i trafficanti napoletani e baresi, ai quali si rivolgeva per acquistare all’ingrosso cocaina per poi rivenderla a livello locale. Si vantava nelle numerose conversazioni intercettate di essere sempre riuscito a farla franca con la giustizia. Ignorava però che i Carabinieri del Nucleo Investigativo fossero sulle sue tracce da tempo. In particolare, le indagini hanno avuto una svolta quanto PASCULLI, rimasto a secco di cocaina dai propri fornitori napoletani, decide di rivolgersi a soggetti vicini al clan mafioso “PARISI”, imperante nel quartiere “Japigia” di Bari. Entrano quindi in ballo altri soggetti i quali si danno da fare per rifornire di cocaina il PASCULLI, sfruttando i loro collegamenti internazionali. Spunta a questo punto la figura di “Marta”, narcotrafficante colombiana, che sarà poi arrestata dalla Polizia francese per traffico internazionale di droga. La donna era il contatto che faceva arrivare la cocaina dalla Colombia in Spagna attraverso dei corrieri locali, da li fidati camionisti pugliesi la portavano a Bari, dove altri componenti del gruppo la smistavano all’ingrosso e al dettaglio. 1

×