A.colombo 2 settembre parte1

823 views
756 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
823
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

A.colombo 2 settembre parte1

  1. 1.
  2. 2. Adalgisa Colombo<br />Formatrice AID<br />DSA<br />DISCALCULIA<br />2 settembre 2011<br />
  3. 3. Settembre<br />primo<br />giorno <br />di scuola …<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa <br />3<br />
  4. 4. PROMEMORIA …<br />Primum non nocere <br />“Le difficoltà di apprendimento” <br />A cura di Giovanni Campana, Associazione Docenti Italiani, ops 045<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa 4<br />4<br />
  5. 5. Hans Freudenthal è morto il 13 ottobre 1990, Carlo Felice Manara il 6 maggio 2011.<br />Questo libro tradotto da C.F. Manara espone il pensiero definitivo di Freudenthal. <br />Libro affascinante non solo conduce gli insegnanti ad ampliare l’orizzonte delle loro idee sulla matematica, ma costituisce una lettura essenziale per tutti coloro che sono interessati all’educazione matematica.<br />Il lettore, con la scorta di idee e di linguaggio appropriati, viene condotto a contemplare il panorama dell’educazione matematica.  <br />
  6. 6. Cosa devo saper insegnare?<br /><ul><li>Una matematica RAGIONEVOLE cioè FORMATIVA</li></ul>“Nella mente della maggioranza, abita una immagine distorta della matematica, che è vista come <br /><ul><li>un paniere di formule
  7. 7. un pacchetto
  8. 8. di procedure
  9. 9. di algoritmi memorizzati </li></ul>non motivati e non compresi<br />immagine che, si accompagna spesso ad incubi produce nei più delle reazioni di allergica ripugnanza e di frustrazione”<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa <br />6<br />
  10. 10. David Hilbert<br />http://www.matematicamente.it/storia/Di_Saverio-La_crisi_dei_fondamenti.pdf<br />Contesti ricchi<br /><ul><li>Sono i fondamenti sui quali si impianta la costruzione del grande edificio della matematica
  11. 11. La nostra matematica non esisterebbe se non esistessero la fisica e la meccanica
  12. 12. Occorre riconoscere lo stimolo insostituibile che le scienze della realtà fisica hanno sempre esercitato sulla matematica
  13. 13. Qual è il primo capitolo della fisica?</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa <br />7<br />
  14. 14. Cosa devo saper insegnare?<br />Qual è il primo capitolo della fisica?<br /><ul><li>La geometria: il primo passo per introdurre una struttura razionale nell’universo che ci circonda</li></ul>È il primo momento in cui l’uomo ordina in modo razionale le proprie osservazioni riguardanti il mondo esterno<br />COME?<br /><ul><li>enunciando senza dimostrazione le cose che egli ritiene evidenti
  15. 15. dimostrando razionalmente le altre</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa 8<br />8<br />
  16. 16. LA DIDATTICA DELLA MATEMATICA<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa 9<br />9<br />
  17. 17. Hans Freudenthal<br />Matematica come attività di reinvenzione<br />Una reinvenzione che:<br /><ul><li> deve essere guidata
  18. 18. non può essere imposta
  19. 19. Qui sta il fondamento principale del lavoro dell’insegnane, nella appropriazione: </li></ul>egli deve costantemente trarre dalle sue conoscenze, e dalla osservazione di se stesso e dei discenti la regola per il proprio lavoro <br /> Discalculia - Colombo Adalgisa <br />10<br />
  20. 20. Carlo Felice Manara<br />Matematica come attività di reinvenzione<br /><ul><li>L’operazione di re-invenzione e di ri-creazione avviene a tutti i livelli di cultura matematica </li></ul> Anche noi utilizziamo questa operazione, quando vogliamo veramente appropriarci delle idee, e fare in modo che diventino nostre<br />http://www.ilsussidiario.net/News/Scienze/2011/5/6/PROTAGONISTI-Ricordo-di-Carlo-Felice-Manara-matematica-cultura-per-tutti-/174500/<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa <br />11<br />
  21. 21. Carlo Felice Manara<br />Cosa deve possedere un insegnante?<br /><ul><li>L’insegnante deve essere in grado di possedere il quadro generale della materia </li></ul> Solo così sarà in grado di:<br /> guidare quella reinvenzione che Freudenthal considera come un momento essenziale dell’apprendimento della matematica<br /> soltanto vedendo dall’alto la meta finale si può scegliere la strada giusta e guidare gli altri alla sua scelta autonoma<br />12<br />
  22. 22. Pietro Abelardo<br />http://it.wikipedia.org/wiki/Pietro_Abelardo<br />Cosa deve possedere un insegnante?<br />“Scitsibi non aliis qui nescit scita docere;<br />tamquamnihilscienstalishabendus est”<br /> La pienezza della conoscenza di una dottrina si misura dalla capacità di saperla trasmettere<br />perché chi sa soltanto per se stesso <br /> è da considerarsi come se non sapesse nulla<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />13<br />
  23. 23. Come considero i discenti?<br />Una opinione corretta<br /> “il valore che si attribuisce ai discenti come esseri umani determina poi il modo in cui ci si aspetta che essi imparino la loro matematica”<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa 14<br />14<br />
  24. 24. Come considero i discenti?<br />Quale didattica<br /><ul><li>Didattica che persegue l’addestramento e usa algoritmi da impiegare
  25. 25. Didattica che prescrive di partire da concetti i più generali ed i più astratti possibili, per costruire artificialmente un mondo di rapporti logici schematici
  26. 26. Didattica che persegue la sostituzione del docente utilizzando piani didattici con procedure prescrittive minuziose, stabilite nei minimi particolari, insegnanti come macchine programmate</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />15<br />
  27. 27. IL PROCESSO DI APPRENDIMENTO DELLA MATEMATICA<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />16<br />
  28. 28. Teoria dei livelli mentali<br />CAPIRE QUALE DIDATTICA<br />Attraverso i salti nell’apprendimento, <br />il discente raggiunge vari livelli di conoscenza matematica<br /> Ciò che a un determinato livello di apprendimento è pratica, diventa oggetto di studio ad un livello superiore, che risulta essere metateorico rispetto al precedente<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa <br />17<br />
  29. 29. Riassumendo<br />Secondo Freudenthal<br />Il “fare matematica” è essenzialmente una attività<br />ma<br />non si deve fare del suo insegnamento un<br /><ul><li> insaccamento di nozioni
  30. 30. addestramento all’impiego di algoritmi
  31. 31. addestramento all’uso di procedure</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  32. 32. Didattica<br />Secondo Freudenthal<br /> Dal punto di vista didattico, l’attività della nostra mente nel costruire la matematica mediante la formazione di strutture è favorita quando, nell’operazione di matematizzazione, si parta da quelli chiamati <br />contesti ricchi<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  33. 33. Didattica<br />Secondo Freudenthal<br /> Dal punto di vista del matematico puro, può apparire seducente la procedure di costruire la matematica partendo da:<br />contesti poveri<br /><ul><li>un insieme non strutturato
  34. 34. fabbricando via via degli insiemi più ricchi
  35. 35. fino ad arrivare alla matematica tradizionale</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  36. 36. MATEMATICA MODERNA: Anti - Didattica<br />Secondo Freudenthal<br /> Per esempio: l’insiemistica<br /> Questa pratica di far cadere dall’alto una dottrina generalissima e preformata, insieme con:<br /><ul><li>il suo vocabolario tecnico
  37. 37. la sua struttura formale</li></ul>incarna un atteggiamento antididattico<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  38. 38. MATEMATICA MODERNA: Anti - Didattica<br />Secondo Freudenthal<br /> La cosiddetta Matematica Moderna non fornisce l’atteggiamento didattico adatto<br /> Secondo questo atteggiamento, l’insegnamento dovrebbe partire dalla presentazione di strutture:<br /><ul><li>generalissime
  39. 39. molto astratte</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  40. 40. MATEMATICA MODERNA: Anti - Didattica<br />Secondo Freudenthal<br />Questa costruzione della matematica è:<br /><ul><li>elegante nelle sue intenzioni
  41. 41. stimolatrice di progresso per la ricerca</li></ul>ma<br />non è applicabile “sic et simpliciter” alla didattica<br />Non è detto per nulla che ciò che è concettualmente più semplice sia accettato e soprattutto ritenuto con maggiore facilità<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  42. 42. Didattica<br />Secondo Freudenthal<br /><ul><li>La costruzione della matematica deve partire da contesti molto ricchi</li></ul>Infatti <br />sono proprio i contesti molto ricchi quelli che suscitano l’interesse del discente<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  43. 43.
  44. 44. http://www.ma-pes.it/<br />
  45. 45. http://www.ilsussidiario.net/News/Educazione/2011/6/15/SCUOLA-I-falsi-miti-che-hanno-oscurato-il-cervello-dei-nostri-piccoli-matematici/186531/<br />
  46. 46. http://www.mathesisnazionale.it/index.html<br />
  47. 47. MATEMATICA<br />INDICAZIONI NAZIONALI 2007<br />La matematica ha uno specifico ruolo nello sviluppo della capacità generale di operare e comunicare significati <br /><ul><li>per rappresentare e costruire modelli di relazioni fra:</li></ul>oggetti <br />eventi<br /><ul><li>la matematica dà strumenti:</li></ul>per la descrizione scientifica del mondo<br />per affrontare problemi utili nella vita quotidiana<br /><ul><li>contribuisce a sviluppare la capacità:</li></ul>di comunicare e discutere<br />di argomentare in modo corretto<br />di comprendere i punti di vista e le argomentazioni degli altri <br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  48. 48. MATEMATICA<br />OCSE - PISA 2003<br />La competenza matematica è la capacità di un individuo di:<br /><ul><li>identificare
  49. 49. comprendere</li></ul> il ruolo che la matematica gioca nel mondo reale<br /><ul><li>operarevalutazioni fondate
  50. 50. utilizzare la matematica e confrontarsi con essa </li></ul> in modi che rispondono alle esigenze della vita di quell’individuo <br /> in quanto cittadino esercita un ruolo costruttivo, basato sulla riflessione <br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  51. 51. L’ambiente di apprendimento<br />di André Giordan<br /> a margine di PISA 2006 <br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />31<br />
  52. 52. Insegnanti efficaci<br />32<br />Il nucleo essenziale della professione docente è finalizzato all’efficacia dell’apprendimento degli allievi.<br />Tab. 1 – Gli insegnanti efficaci: una check-list dell’OCSE<br />Fonte: Documento MIUR-ARAN-<br />Organizzazioni sindacali, 18-12-2003.<br />
  53. 53. - accuratezza nella preparazione delle lezioni;<br />- selezione appropriata dei materiali;<br />- definizione chiara di obiettivi agli studenti;<br />- mantenimento della disciplina in classe;<br />- costante verifica del lavoro degli studenti;<br />- ripetizione della lezione in caso di difficoltà;<br />- buon uso del tempo;<br />fiducia nelle capacità di apprendimento degli studenti;<br />- convinzione nella propria responsabilità nell’apprendimento degli studenti;<br />- condivisione degli scopi dell’istruzione con i colleghi;<br />- essere d’accordo sul fatto che lo scopo della scuola sia promuovere l’apprendimento degli studenti;<br />- forte impegno nel successo accademico degli studenti;<br />- strette relazioni collegiali;<br />- flessibilità, creatività, adattamento delle proprie capacità di insegnamento ai bisogni degli studenti;<br />33<br />
  54. 54. 34<br /><ul><li>- uso di diverse strategie di insegnamento;
  55. 55. - uso di diversi stili di interazione,
  56. 56. - chiarezza espositiva ed argomentativi;
  57. 57. - comportamento orientato all’impegno;
  58. 58. - uso dei suggerimenti e delle idee degli studenti.
  59. 59. Se l’insegnante è un professionista “colto, riflessivo, ricercatore, progettista”, come si possono utilizzare gli spazi offerti dall’autonomia di ricerca e sviluppo, per operare nella prospettiva dello “sviluppo professionale” continuo?
  60. 60. …</li></li></ul><li>La discalculia è un problema di automatismo<br />riconducibile a …<br />calcolare il numero giusto!<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />35<br />
  61. 61. LA CONOSCENZA STRUTTURALE <br />del numero <br />deve portare l’insegnante a:<br /> saper aiutare i ragazzi discalculici<br /> non essere rigido<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />36<br />
  62. 62. LO SAPEVATE?<br />12 <br />è più difficile di<br />52<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa 37<br />37<br />
  63. 63. LO SAPEVATE?<br />24 <br />è costruito sintatticamente in modo molto chiaro<br />14<br />non è chiaro sintatticamente <br /> Discalculia - Colombo Adalgisa <br />38<br />
  64. 64. Regole sintattiche<br />I numeri primitivi<br />permettono di costruire<br />gli altri numeri<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  65. 65. Costruiamo i numeri<br />14<br />14 uso un primitivo <br /> sul piano linguistico:<br />dico l’unità “4”<br /> poi <br />la decina “dici”<br />cioè semplicemente inverto<br />dico 14 (4 unità e poi, dici, decina)<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  66. 66. Costruiamo i numeri<br />24 <br />20 primitivo <br />4 primitivo<br />regola additiva <br />costruisco 24 <br />semplicemente:<br />dico 20 (decina) e poi 4 (unità )<br />41<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  67. 67. Costruiamo i numeri all’indietro<br />16<br /> Venti<br />Diciannove<br />Diciotto<br />Diciassette<br />Diciassei poi si corregge: sedici<br />Quindici<br />Quattordici <br />42<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  68. 68. 43<br />Costruiamo i numeri in avanti<br />Possiamo far contare facilmente bambini di 5 anni <br />da 1 a 10<br />poi con difficoltà <br />da 11 a 20<br />e poi <br />da 30 con aiuto <br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  69. 69. 44<br />Come conta<br />Sa contare da 30 in poi in quanto la struttura con la quale costruiamo i numeri, gli ha bloccato la componente decina<br />Sa contare da uno e conta correttamente e dice tutto bene fino al 39<br />poi continua dicendo: <br />30<br />cioè torna alla decina<br />Oppure:<br />trentadieci <br />perché dopo il 9 c’è il 10<br />
  70. 70. La reiterazione dell’unità mantenendo ferma la decina <br />e una caratteristica di tipo strutturale: <br />cioè arrivati alla decina si usa ancora un primitivo<br />Cubelli e Biancardi<br />Ricerca sulla difficoltà a contare all’indietro dei bambini DSA e discalculici:<br />45<br />Costruiamo i numeri all’indietro<br />33 32 31 20 29 28 27 <br />31 20 30 29<br />
  71. 71. Cambia la struttura di tipo sintattico<br />11 – 12 – 13 – 14 - 15 - 16<br />17 – 18 - 19<br /><ul><li>Dici - sette
  72. 72. Dici – otto
  73. 73. Dici – nove </li></ul>decina e unità<br /><ul><li>Dici – uno
  74. 74. Dici – due
  75. 75. Dici – tre
  76. 76. Dici – quattro
  77. 77. Dici – cinque
  78. 78. Dici – sei</li></ul>la regola, decina e unità,<br />non vale più anzi si inverte!<br /> DA DOMINARE<br />46<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  79. 79. 2 componenti<br />Componente<br /> “additiva”<br />Componente <br />“moltiplicativa”<br />Costruiamo i numeri<br /> DA DOMINARE<br />47<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  80. 80. Costruiamo i numeri <br />codici di rappresentazione<br />Alfabetico orale<br />Alfabetico scritto<br />Il codice arabico<br />Il codice pittografico<br />Il codice dei numeri Romani<br /><ul><li> la parola detta < nove >
  81. 81. la parola scritta “ nove”
  82. 82. l’ideogramma “9”
  83. 83. °°°°°°°°°
  84. 84. segni alfabetici: “IX”</li></ul> DA DOMINARE<br />48<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  85. 85. Costruiamo i numeri <br />transcodifica<br /><ul><li> Seimilasettecentosettantasei
  86. 86. Tremilacinquecentocinquantasette
  87. 87. Settemilauno
  88. 88. Duemilacentonove
  89. 89. Milleduecentocinquantaquattro </li></ul>6.776<br />3.587<br />7.001<br />2.109<br />1.254 <br /> DA DOMINARE<br />49<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  90. 90. Errori <br />transcodifica<br />Seicentosettantasei<br />trecentocinquantotto/sette<br />settecentouno<br />duecentonove<br />cent…milleduecentocinquantaquattro<br />6.776<br />3.587<br />7.001<br />2.109<br />1.254 <br />
  91. 91. Tre sottoinsiemi<br />memorizzazione<br />attribuzione<br />corrette procedure di calcolo<br />fatti aritmetici, accesso senza calcolo<br />procedure di calcolo o dell’algoritmo<br /> DA DOMINARE<br /><ul><li> sommare se appare </li></ul>+<br /><ul><li> moltiplicare se appare </li></ul>x <br /><ul><li> le tabelline
  92. 92. semplici calcoli a mente
  93. 93. Il muro del 10
  94. 94. l’ordine di svolgimento delle sotto operazioni
  95. 95. l’incolonnamento
  96. 96. i prestiti
  97. 97. i riporti</li></ul>51<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  98. 98. Caratteristiche<br />Discalculia <br />Dislessia per le cifre<br />Difficoltà nell’acquisizione dei processi lessicali sia nel sistema di comprensione del numero che di produzione del calcolo<br />Discalculia procedurale<br />Difficoltà nell’acquisizione delle procedure e degli algoritmi del calcolo<br />Discalculia per i fatti aritmetici<br />Difficoltà nell’acquisizione dei fatti aritmetici all’interno del sistema del calcolo<br />52<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  99. 99. COME FUNZIONANO I NEURONI?<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  100. 100. 54<br />
  101. 101. Dehaene ha l’ambizione di dare il via ad un vero e proprio studio scientifico dei meccanismi cerebrali che si attivano nel corso della lettura.<br />Il testo spiega come “nel corso dell’acquisizione della lettura i nostri circuiti corticali originariamente destinati al riconoscimento degli oggetti si sono “riciclati” per decifrare caratteri dalle più diverse dimensioni e fogge”.<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  102. 102. http://www.uth.tmc.edu/clinicalneuro/dyslexia.htm<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />56<br />
  103. 103. MOVIMENTI OCULARI DI UN NORMOLETTORE<br />MOVIMENTI OCULARI DI UN DISLESSICO<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />57<br />
  104. 104. La conoscenza del sistema attentivo e delle funzioni esecutive consente di approfondire e comprendere maggiormente i meccanismi sottostanti alla lettura. <br /> Un manuale che spiega come riconoscere i segni premonitori della dislessia e con quali strumenti intervenire, sia in ambito clinico sia scolastico, e quale giusta interpretazione dare. <br />Una visione strutturata:<br /><ul><li>linguistico
  105. 105. visuo-percettivo
  106. 106. attentivo </li></ul> e loro interazione.<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  107. 107. http://www.polobozzo.it/index.php/pagine-contatti/42-staff/1-francesco-benso<br />
  108. 108. http://www.psy.unipd.it/~tressold/cmssimple/uploads/includes/PCS01.pdf<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa <br />60<br />
  109. 109. 61<br />Daniela Lucangeli 1/5.mov<br />
  110. 110. 62<br />Caratteristiche<br /><ul><li>Neurone
  111. 111. Neurone</li></li></ul><li>IL PROCESSO DI VALUTAZIONE<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />63<br />
  112. 112. Discalculia - Colombo Adalgisa<br />64<br />
  113. 113. Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  114. 114. Tra i discalculici<br />Differenti potenzialità matematiche <br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />66<br />
  115. 115. Presupposti teorici<br />i profili di discalculia evolutiva<br /><ul><li> esistono
  116. 116. è possibile individuarli</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa <br />67<br />
  117. 117. Presupposti teorici<br />riconoscere<br />utilizzare<br />&<br /><ul><li>le potenzialità compensative</li></ul> sulle quali innestare <br /><ul><li>il percorso di apprendimento </li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />68<br />
  118. 118. Potenzialità compensative<br />strumenti<br />strategie<br />&<br />Uso corretto delle<br /><ul><li>compensazioni</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />69<br />
  119. 119. Cosa andrò a fare<br />assistere<br />permettere<br />&<br /><ul><li> l’evoluzione</li></ul> della consapevolezza <br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />70<br />
  120. 120. Capacità di distinguere<br />dispensare<br />riabilitare<br />compensare<br /><ul><li>Azioni diverse
  121. 121. fare
  122. 122. non fare </li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />71<br />
  123. 123. Riabilitare <br />potenzio<br /><ul><li>aspetto carente
  124. 124. Procedo con l’introduzione di esercizio mirato</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />72<br />
  125. 125. Se c’è fatica <br />ti faccio esercitare<br /><ul><li>Investo e lavoro su funzioni o aspetti carenti
  126. 126. es: occhio pigro, sforzo l’occhio pigro coprendo l’altro occhio sano
  127. 127. es: non discrimini alcuni suoni, investo sull’esercizio di discriminazione
  128. 128. es: non sai le tabelline, investo sulla memorizzazione delle tabelline</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />73<br />
  129. 129. Compensare <br />elimino<br /><ul><li>aspetto carente
  130. 130. Procedo con l’introduzione di compensazione</li></ul>STRUMENTI e STRATEGIE<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />74<br />
  131. 131. Se c’è fatica <br />ti faccio usare strumenti compensativi<br /><ul><li> Non significa RIDURRE la difficoltà
  132. 132. Investo e lavoro su funzioni o aspetti efficienti, </li></ul>sulle funzioni integre non in difficoltà<br /><ul><li> es: applico un monocolo sull’occhio che vede meglio
  133. 133. es: uso la dentiera per chi non ha i denti
  134. 134. es: uso la calcolatrice per chi non ha accesso al risultato </li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa <br />75<br />
  135. 135. Dispensare <br />prendo atto<br /><ul><li> La difficoltà esiste
  136. 136. Procedo per evitare quelle nozioni e quelle richieste che la difficoltà specifica incontra</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />76<br />
  137. 137. Se c’è fatica <br />ti tolgo la possibilità di incontrarla<br /><ul><li>Non investo, non lavoro
  138. 138. La difficoltà è tale da coinvolgere i livelli motivazionali
  139. 139. Mal gestita diventa un insuccesso formativo su tutto il percorso scolastico
  140. 140. es: semolino per chi non ha i denti
  141. 141. es: il risultato di un algoritmo fornito da altri</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa <br />77<br />
  142. 142. La compensazione <br />riassumendo<br />“Vediamo <br />se riesci a realizzare questa consegna, <br />nonostante tutto …!”<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />78<br />
  143. 143. 79<br />
  144. 144. Riabilitare, compensare e dispensare<br />sono difficili da applicare <br /><ul><li> con consapevolezza</li></ul>alla didattica <br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />80<br />
  145. 145. Aspetto orientativo<br />Insegnare<br /><ul><li>a fare
  146. 146. tutto nella scuola è concentrato su questo aspetto
  147. 147. a compensare
  148. 148. la compensazione è solo tollerata, non perseguita</li></ul> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  149. 149. Discalculia - Colombo Adalgisa<br />82<br />
  150. 150. http://www.ritabartole.it/public/RiTabella.pdf<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  151. 151. Vedi sito <br />www.ritabartole.it<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />84<br />
  152. 152. Strumenti <br />pronti per l’uso<br />http://www.ilmelograno.net/home<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  153. 153. http://www.ilmelograno.net/home<br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  154. 154. 87<br />http://www.ivana.it/j/<br />
  155. 155. http://disabilita.istruzioneveneto.it/wp/wp-content/uploads/2010/06/Mestre_CTS_maggio_2010_FF.pdf<br />88<br />
  156. 156. 89<br />
  157. 157. 90<br />
  158. 158. Tecnologie compensative <br />utilizzo<br /><ul><li>PC/calcolatrice
  159. 159. competenze strumentali
  160. 160. affinate
  161. 161. utilizzate con sicurezza</li></ul>meglio e prima dei compagni <br /> Discalculia - Colombo Adalgisa<br />91<br />
  162. 162. 92<br />
  163. 163. Discalculia - Colombo Adalgisa<br />
  164. 164. Discalculia - Colombo Adalgisa<br />

×