La 'roadmap' italiana dell' Open data

  • 1,335 views
Uploaded on

Conversazioni al M.A.D.E.E.: http://www.digitalaccademia.com/ma_de_masterlab.php

Conversazioni al M.A.D.E.E.: http://www.digitalaccademia.com/ma_de_masterlab.php

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
No Downloads

Views

Total Views
1,335
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
1
Likes
6

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. La  via  italiana… all’Open  Datalunedì 2 aprile 12
  • 2. Premessa La   democrazia   digitale,   sinonimo   di   democrazia   elettronica,   e   sinonimo   di   e-­‐democracy   (contrazione   inglese   di   Electronic   Democracy),   è   la   forma   di   democrazia  diretta   in  cui   vengono   utilizzate   le   moderne   tecnologie   dell’informazione   e   della   comunicazione   nelle  consultazioni  popolari. (da  Wikipedia  in  lingua  italiana)lunedì 2 aprile 12
  • 3. Premessa eDemocracy  (a  combination  of  the  words  electronic   and   democracy)   is   a   form   of   direct   democracy   that   uses   information   technologies   and   communication   technologies  and  strategies   for   political  and   governance   processes……..  as  well   as  through  more  participatory  or   direct  forms  of  citizen  involvement   in  addressing  public   challenges.   (da  Wikipedia  in  lingua  inglese)lunedì 2 aprile 12
  • 4. Premessa eDemocracy:   le   nuove   tecnologie   della   rete   a   supporto   dell’utenza   (cittadini   e   imprese),   utilissime  per  stimolare  la   partecipazione  e   abbattere  l’intermediazione burocratico-­‐amministrativa.  lunedì 2 aprile 12
  • 5. Premessa Avere   (approccio   italiano):   La   sensazione   che   lo   status   di   cittadino   digitale   sia   fondamentalmente   una   rivendicazione   di   diritti   o   nuovi  diritti  digitali  (semplificazione   ed   efficentamento,  attraverso la  digitalizzazione  dei  servizi, transazioni  formali  tra  cittadini e  P.A.  molto  più  semplici)lunedì 2 aprile 12
  • 6. Premessa Dare  (approccio   anglosassone):  l’assunzione   che  lo   status  di  cittadino  digitale  sia  anche  un  insieme  di  doveri. Come,   ad   esempio,   la   sperimentazione   di   forme   di   democrazia   diretta  (attraverso  la  partecipazione  dei  cittadini)  con  l’ausilio  dei media   sociali.   Ma,   soprattutto,   l’impegno   in   una   governance   partecipata. J.F.  Kennedy:  “Non  chiederti  che  cosa  fa  lo stato  per  te,  ma  chiediti  cosa  fai  tu  per  lo  stato”lunedì 2 aprile 12
  • 7. eGovernment Per   e-­‐government   (anche   e-­‐gov   o   amministrazione   digitale)   si   intende   il   processo   di   informatizzazione   della   pubblica   amministrazione,  il  quale  unitamente  ad  azioni  di  cambiamento organizzativo  -­‐  consente  di  trattare  la  documentazione  e  di  gestire   i  procedimenti  con  sistemi  digitali,   grazie   all’uso  delle  tecnologie   dellinformazione   e   della   comunicazione   (ICT),   allo   scopo   di   ottimizzare  il  lavoro  degli   enti   e   di  offrire  agli  utenti  (cittadini   ed   imprese)   sia   servizi   più   rapidi,   che   nuovi   servizi,   attraverso   -­‐   ad   esempio  -­‐  i  siti  web  delle  amministrazioni  interessate. (da  Wikipedia  in  lingua  italiana)lunedì 2 aprile 12
  • 8. eGovernment e-­‐Government  (short  for   electronic  government,   also   known   as  e-­‐ gov,   digital   government,   online   government,   or   connected   government)  is  digital  interaction  between  a  government  and citizens   (G2C),   government   and   businesses   (G2B),   and   between   government  agencies  (G2G). This   digital   interaction   consists   of   governance,   information   and   communication   technology(ICT),   business   process   re-­‐ engineering(BPR),   and   e-­‐citizen   at   all   levels   of  government   (city,   state/provence,  national,  and  international). (da  Wikipedia  in  lingua  inglese)lunedì 2 aprile 12
  • 9. eDemocracy Cosa  non  va? -­‐  Troppo  rumore  (overload) -­‐  Poca  cultura  (Netiquette  questa  sconosciuta) -­‐  Falsi  miti  (la  rete  è  pericolosa  a  prescindere) -­‐  Scarso  appeal  della  “cosa  pubblica” -­‐   I   public   servant   non   hanno   stimoli   a   reinventarsi   “community   manager”  perché  manca  il  senso  di  appartenenza Sfide -­‐  l’eDemocracy  si  può  fare  anche  senza  l’istituzione? -­‐  La  partecipazione  fa  bene  o  male  alla  politica? -­‐  Il  web  sociale  è  un  opportunità  o  un  pericolo? -­‐  Il   cittadino  sarà  in  grado  di  aggregare  e  miscelare  i  dati  da  solo,   senza  l’ausilio  di  noiosi  portali  governativilunedì 2 aprile 12
  • 10. eGovernment Cosa  non  va? -­‐  Poca  comunicazione -­‐  Progettazione  senza  ascolto  e  coinvolgimento  (UX) -­‐  Troppo  potere  ai  fornitori -­‐  Non  viene  misurata  e  presa  in  considerazione  la  soddisfazione  dei  cittadini -­‐  Costi  e  tempi  eccessivi Sfide: -­‐   Si   può   fare   meglio   con   meno,   grazie   ai   servizi   già   fidelizzati   e   al   web   sociale  (Consumerizzazione) -­‐   Cogliere   l’opportunità   dei   business   mash-­‐up   per   connettere   i   sistemi   di   back-­‐end  al  word  wide  web -­‐   Mancano   ancora   veri   sistemi  di  CRM   (Citizen   Relationship   Management)   per  misurare,  davvero,  la  soddisfazione  dei  cittadini.....  Twitter? -­‐  Semplificare   significa  diminuire  la   complessità  dei  processi,   non   riproporla   on-­‐linelunedì 2 aprile 12
  • 11. Paradigmi  emergenti Consumerization Il  fenomeno  in  base  al  quale  luso  e  lo  stile  delle   tecnologie  in  ambiente   lavorativo  viene  dettata, in  sostanza,  dallevoluzione del  profilo  privato  degli individui  e  dal  loro  utilizzo   delle  tecnologie  personalilunedì 2 aprile 12
  • 12. Paradigmi  emergenti User  Empowerment Lo  ‘user-­‐empowerment’  (potere  al  consumatore)  è   reso  possibile  attraverso la  disentermediazione  dei rapporti  e  ai  nuovi  canali di    comunicazione uno  a  molti. L’utente/cliente  è  in  grado di  soddisfare  o  indirizzare i  propri  bisognilunedì 2 aprile 12
  • 13. Paradigmi  emergenti Civic  &  Urban  Hacking Citizens  developing  their  own  applications  which   give  people  simple,  tangible  benefits  in  the civic  and  community aspects  of  their  lives.lunedì 2 aprile 12
  • 14. Paradigmi  emergenti Civic  Hacking “Civic  hacking”  is  creative  use  of  technology  to   innovate  our  civic lives,  especially our  participation in  government. Joshua  Taubererlunedì 2 aprile 12
  • 15. Civic  Hacking MySociety   è   l’   ONG   che   meglio   rappresenta   il   "civic   hacking" Dal  2003  ha  realizzato  diversi  progetti.  Fra  i  più  famosi: •FixMyStreet   •TheyWorkForYou.com •e-­‐Petitionslunedì 2 aprile 12
  • 16. Civic  Hackinglunedì 2 aprile 12
  • 17. Civic  Hackinglunedì 2 aprile 12
  • 18. Open  Data Di  cosa  stiamo  parlando? I   dati   pubblici   (ma   non   solo)   vengono   resi   liberamente  accessibili  a  tutti,   senza  restrizioni  di   copyright,   brevetti   o   altre   forme   di   controllo   che   ne  limitino  la  riproduzione.lunedì 2 aprile 12
  • 19. Open  Data Di  cosa  stiamo  parlando? Il   formato   con   cui   i   dati   vengono   resi   disponibili   deve   essere   grezzo   (RAW),   ossia   leggibile   dalle   persone  e  dalle  macchine.lunedì 2 aprile 12
  • 20. Open  Data Di  cosa  stiamo  parlando? E’   una   filosofia,   un   paradigma   e   al   tempo   stesso   una  pratica  che  si  sta  diffondendo  in  ogni  parte  del   mondo.lunedì 2 aprile 12
  • 21. Open  Data Di  cosa  stiamo  parlando? Liberare  i  dati  in  modo  giusto  significa: http://wiki.opengovdata.org/index.php?title=OpenDataPrincipleslunedì 2 aprile 12
  • 22. Un  po’  di  storialunedì 2 aprile 12
  • 23. Un  po’  di  storia In  un  suo  articolo  del  2006,  Tim   Berners-­‐Lee  propone  lutilizzo  di  dati   in  formato  aperto  sul  web:   http://www.w3.org/DesignIssues/ LinkedData.html   Successivamente  modifica  il  suddetto   articolo  aggiungendo  un  sistema  di   valutazione,  basato  su  5  stelline,  utile   per  attribuire  un  punteggio  alle  varie   modalità  di  esposizione  di  dati  sul   web.lunedì 2 aprile 12
  • 24. Un  po’  di  storia In  the  fall  of  2008,  DC’s  Office  of  the  Chief   Technology  Officer  asked    iStrategyLabs   how  it  could  make  DC.gov’s  revolutionary   Data  Catalog  useful  for  the  citizens,  visitors,   businesses  and  government  agencies  of   Washington,  DC.  The  Data  Catalog  contains   all  manner  of  open  public  data  featuring   real-­‐time  crime  feeds,  school  test  scores,   and  poverty  indicators,  and  is  the  most   comprehensive  of  its  kind  in  the  world. http://www.appsfordemocracy.org/about/  lunedì 2 aprile 12
  • 25. Un  po’  di  storia ….ha   fatto   vedere   una   slide   simile   a   questa.   Ad   essa   sottostavano   tutta   una   serie   di   dati   OK,   i   dati   sono   noiose  scatole  marroni,  ed   è  così  che   ce   li   immaginiamo,   no?   Perchè   i  dati   di   per   sé   non   sono   di   immediata   applicazione   Ma   in   realtà,   i   dati   determinano   tantissime   cose   nelle   nostre   vite   e   ciò   accade   perchè   c’è   qualcuno  che  prende   quei  dati   e  ne   fa   qualcosa.Speech  di  Tim  Berners  Lee  al  TED  2009:  http://www.ted.com/talks/view/lang/eng//id/484/  lunedì 2 aprile 12
  • 26. Un  po’  di  storia http://www.ted.com/talks/lang/it/tim_berners_lee_on_the_next_web.html/  lunedì 2 aprile 12
  • 27. Open  Government  Directive: Within  45  days,  each  agency  shall  identify  and   publish  online  in  an  open  format  at  least  three   high-­‐value  data  sets  and  register  those  data   sets  via  Data.gov.  These  must  be  data  sets  not   previously  available  online  or  in  a  downloadable format.  Within  60  days,  each  agency  shall  create  an   Open  Government  Webpage  located  at  http:// www.[agency].gov/open  to  serve  as  the   gateway  for  agency  activities  related  to  the   Open  Government  Directive  and  shall  maintain   and  update  that  webpage  in  a  timely  fashion. http://www.whitehouse.gov/open/documents/open-­‐government-­‐directivelunedì 2 aprile 12
  • 28. Perché  conviene? Trasparenza My  Administration  is  committed  to  creating  an  unprecedented   level  of  openness  in  Government.    We  will  work  together  to   ensure  the  public  trust  and  establish  a  system  of  transparency,   public  participation,  and  collaboration.  Openness  will   strengthen  our  democracy  and  promote  efficiency  and   effectiveness  in  Government. La  mia  amministrazione  è  impegnata  a  creare  un  livello  di   apertura  senza  precedenti  nella  gestione  del  Governo.  Noi   lavoreremo  insieme  per  assicurare  la  fiducia  del  pubblico  e   realizzare  un  sistema  di  trasparenza,  partecipazione  pubblica  e   collaborazione.  L’apertura  rafforzerà  la  nostra  democrazia  e   promuoverà  l’efficienza  e  l’efficacia  del  Governo. http://www.whitehouse.gov/the_press_office/TransparencyandOpenGovernment/  lunedì 2 aprile 12
  • 29. Perché  conviene? Trasparenza Government  should  be  transparent.  Transparency  promotes  accountability   and   provides   information   for   citizens   about   what   their   Government   is   doing.     Information   maintained   by   the   Federal   Government   is   a   national   asset.   My   Administration   will   take   appropriate   action,   consistent   with   law   and   policy,   to   disclose   information   rapidly   in   forms   that   the   public   can   readily   find   and   use.   Executive   departments   and   agencies   should   harness   new   technologies   to   put   information   about  their  operations  and  decisions  online   and  readily  available   to   the   public.   Executive   departments   and   agencies   should   also   solicit   public   feedback  to  identify  information  of  greatest  use  to  the  public. L’azione   di  Governo  dovrebbe  essere   trasparente.  La   trasparenza  promuove  la   responsabilità   e   fornisce   informazioni   ai   cittadini   su   ciò   che   il   loro   governo   sta   facendo.  Le  informazioni   gestite   dal  governo  federale  sono  un  bene   nazionale.  La   mia  Amministrazione   adotterà   le   misure   del   caso,   compatibili   con   il   diritto   e   le   normative  vigenti,  atte   a   divulgare   rapidamente   le   informazioni   in   modo   che   la   gente   possa   facilmente   trovarle   e   utilizzarle.   I   Dipartimenti   e   le   agenzie   dello   Stato   dovrebbero   sfruttare   le   nuove   tecnologie   per   divulgare   on-­‐line   le   informazioni   sulle   loro   attività   e   sulle   loro   decisioni.   Gli   stessi   Dipartimenti   e   Agenzia  dovrebbero  inoltre  sollecitare  il   feedback  dei   cittadini   per  identificare  le   informazioni  di  maggiore  interesse  e  utilità  per  loro. http://www.whitehouse.gov/the_press_office/TransparencyandOpenGovernment/  lunedì 2 aprile 12
  • 30. Perché  conviene? Economia As   you   know,   transparency   is   at   the   heart   of   our   agenda   for   Government.   We   recognise  that  transparency  and   open   data  can   be   a   powerful   tool   to   help   reform   public   services,   foster   innovation   and   empower   citizens.   We   also   understand   that   transparency   can   be   a   significant   driver   of   economic   activity,   with   open   data   increasingly   enabling  the  creation  of  valuable  new  services  and  applications. Come  sapete,  la  trasparenza  è  al  centro  della  nostra  agenda  di  governo.   Siamo  consapevoli  che  trasparenza   e  dati  aperti  possano  rappresentare   uno   strumento   potente   per   riformare   i   servizi   pubblici,   promuovere   linnovazione   e  dare  potere   ai  cittadini.   Ci   rendiamo  anche  conto  che  la   trasparenza   può   essere   un   volano   importante   per   lo   sviluppo   economico,   grazie   alla   disponibilità   di   dati   aperti   che   favoriscono   la   creazione  di  nuovi  servizi  e  applicazioni  di  valore. http://www.number10.gov.uk/news/letter-­‐to-­‐cabinet-­‐ministers-­‐on-­‐transparency-­‐and-­‐open-­‐data/  lunedì 2 aprile 12
  • 31. Perché  conviene? Interoperabilità L’interoperabilità  è  uno  dei  vantaggi  più  importanti   del  modello   Open   Data.   I   dati,   se   isolati,   hanno   poco   valore;   viceversa,   il   loro  valore  aumenta   sensibilmente   quando   data   set   differenti,   prodotti  e   pubblicati   in  modo  indipendente   da   diversi  soggetti,   possono  essere  incrociati  liberamente  da   terze  parti.  Questo  è   alla  base  del  processo  di  creazione  di  valore  aggiunto  sui  dati:  le   applicazioni.   Le   applicazioni,   di   valore   sociale   e/o   economico,   sfruttano  quello  che  può  essere   visto  come   un  grande  database   aperto  e  distribuito  per  offrire  viste  e  servizi.  L’interoperabilità  è   dunque   un  elemento  chiave  di   uno   degli   aspetti   più   innovativi   offerti   dagli   open   data:   l’uso   dei   dati   in   modi   e   per   scopi   “inattesi”,   nuovi   in   quanto   non   previsti   dai   singoli   enti   e   soggetti  che  pubblicano  i  “dati  grezzi”. http://www.linkedopendata.it/semantic-­‐web  lunedì 2 aprile 12
  • 32. I  contestlunedì 2 aprile 12
  • 33. Esempi  applicativi Trasporti http://traintimes.org.uk/map/tube/  lunedì 2 aprile 12
  • 34. Esempi  applicativi Trasporti http://www.wayfindermobile.com/  lunedì 2 aprile 12
  • 35. Esempi  applicativi Sicurezza http://areyousafedc.com/  lunedì 2 aprile 12
  • 36. Esempi  applicativi Salute  e  ambiente http://www.breathingearth.net/  lunedì 2 aprile 12
  • 37. Esempi  applicativi Urbanistica  e  architettura http://be-­‐part.info/lunedì 2 aprile 12
  • 38. Esempi  applicativi Qualità  della  vita http://bikes.oobrien.com/lunedì 2 aprile 12
  • 39. Esempi  applicativi Trasparenza Distribuzione  dei  fondi,  controllo  della  spesa http://wheredoesmymoneygo.org/  lunedì 2 aprile 12
  • 40. Esempi  applicativi Economia Distribuzione  dei  fondi,  controllo  della  spesa http://www.recovery.gov/  lunedì 2 aprile 12
  • 41. Come  si  fa? Rendere  disponibili  i  dati  sul  web  in   qualsiasi  formato,  ma  con  una  licenza   aperta,  utile  per  il  riuso  degli  stessi. http://lab.linkeddata.deri.ie/2010/star-­‐scheme-­‐by-­‐example/  lunedì 2 aprile 12
  • 42. Come  si  fa? Rendere  disponibili  i  dati  in  forma   “strutturata”  e  leggibile  dai  computer (per  esempio  Excel  invece  dell’immagine   scannerizzata  di  una  tabella). http://lab.linkeddata.deri.ie/2010/star-­‐scheme-­‐by-­‐example/  lunedì 2 aprile 12
  • 43. Come  si  fa? Rendere  disponibili  i  dati  in  un  formato   non  proprietario  (ad  esempio  CSV  –   Comma  Separated  Value)  al  posto  di  un   formatoproprietario  come  Excel. http://lab.linkeddata.deri.ie/2010/star-­‐scheme-­‐by-­‐example/  lunedì 2 aprile 12
  • 44. Come  si  fa? Utilizzare  URI  (Uniform  Resource   Identifier)  e  specifiche  W3c  (RDF  e   SPARQL)  per  identificare  i  contenuti  (le   cose  di  cui  si  parla)  in  modo  che  gli  altri   possano  puntare  (linkare  o  trovare)  ciò  che   pubblichiamo. http://lab.linkeddata.deri.ie/2010/star-­‐scheme-­‐by-­‐example/  lunedì 2 aprile 12
  • 45. Come  si  fa? Collegare  i  nostri  dati  ai  dati  che  espongo-­‐ no  gli  altri,  per  produrre  contenuti  più   ampi,  interessanti  e  utili.  Allargare  il   contesto  e  rendere  le  aggregazioni  di  dati   più  sexy. http://lab.linkeddata.deri.ie/2010/star-­‐scheme-­‐by-­‐example/  lunedì 2 aprile 12
  • 46. Nel  Mondolunedì 2 aprile 12
  • 47. USA http://data.govlunedì 2 aprile 12
  • 48. REGNO  UNITO http://data.gov.uk/  lunedì 2 aprile 12
  • 49. CANADA http://www.data.gc.ca/  lunedì 2 aprile 12
  • 50. KENIA http://opendata.go.ke/  lunedì 2 aprile 12
  • 51. WORLD  BANK http://data.worldbank.org/lunedì 2 aprile 12
  • 52. La  road  map  italianalunedì 2 aprile 12
  • 53. I  pionieri http://dati.piemonte.it/  lunedì 2 aprile 12
  • 54. I  pionierihttp://www.comune.udine.it/opencms/opencms/release/ComuneUdine/progetti/open_data/bilanci.html/  lunedì 2 aprile 12
  • 55. Prima  fase  -­‐  aziende http://data.enel.com/  lunedì 2 aprile 12
  • 56. Prima  fase  -­‐  aziende http://www.ontologiapa.it/  lunedì 2 aprile 12
  • 57. Prima  fase  -­‐  associazioni http://www.datagov.it/  lunedì 2 aprile 12
  • 58. Prima  Fase  -­‐Gruppi  di  cittadini http://www.spaghettiopendata.org/  lunedì 2 aprile 12
  • 59. Prima  fase  -­‐  Strumenti  utili http://www.formez.it/iodl/  lunedì 2 aprile 12
  • 60. Prima  fase  -­‐  Strumenti  utili http://it.ckan.net/  lunedì 2 aprile 12
  • 61. Prima  fase  -­‐  Strumenti  utili http://www.scribd.com/doc/55159307/Come-­‐Si-­‐Fa-­‐Opendata-­‐Ver-­‐2/  lunedì 2 aprile 12
  • 62. Il  risveglio http://dati.gov.itlunedì 2 aprile 12
  • 63. Il  risveglio http://dati.camera.it/it/lunedì 2 aprile 12
  • 64. Il  risveglio http://dati.veneto.it/lunedì 2 aprile 12
  • 65. Il  risveglio http://opendata.comune.fi.it/lunedì 2 aprile 12
  • 66. Il  risveglio http://www.dati.gov.it/iodl/2.0/lunedì 2 aprile 12
  • 67. Leggi  regionali http://g.co/maps/xhz59lunedì 2 aprile 12
  • 68. Il  primo  contest http://www.appsforitaly.org/  lunedì 2 aprile 12
  • 69. E  adesso?lunedì 2 aprile 12
  • 70. E  adesso?lunedì 2 aprile 12
  • 71. E  se  non  li  liberano?lunedì 2 aprile 12
  • 72. DATA  SCRAPINGlunedì 2 aprile 12
  • 73. DATA  SCRAPING Normally,  data  transfer  between  programs  is   accomplished  using  data  structures  suited  for   automated  processing  by  computers,  not   people.  Such  interchange  formats  and  protocols   are  typically  rigidly  structured,  well-­‐ documented,  easily  parsed,  and  keep  ambiguity   to  a  minimum.  Very  often,  these  transmissions   are  not  human-­‐readable  at  all. fonte  Wikipedialunedì 2 aprile 12
  • 74. DATA  SCRAPING https://scraperwiki.com/about/lunedì 2 aprile 12
  • 75. DATA  SCRAPING http://www.festivaldelgiornalismo.com/programme/2012/scraping-­‐data-­‐cracking-­‐pdfslunedì 2 aprile 12
  • 76. E  se  non  ci  son  fondi  per  le  app?lunedì 2 aprile 12
  • 77. HACKATHONlunedì 2 aprile 12
  • 78. HACKATHON A  hackathon  (also  known  as  a  hack  day,  hackfest  or   codefest)  is  an  event  in  which  computer  programmers   and  others  in  the  field  of  software  development,  like   graphic  designers,  interface  designers  and  project   managers,  collaborate  intensively  on  software-­‐related   projects. fonte  Wikipedialunedì 2 aprile 12
  • 79. gigi.cogo@gmail.com http://webeconoscenza.net http://www.facebook.com/gigicogo http://twitter.com/webeconoscenza -­‐-­‐-­‐>    In  uscita:  Cittadini  e  Social  Medialunedì 2 aprile 12