• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Lezione 21 del 10 aprile 2012 - COSA PUO' FARE L'INFORMATICA PER LE CITTA' INTELLIGENTI
 

Lezione 21 del 10 aprile 2012 - COSA PUO' FARE L'INFORMATICA PER LE CITTA' INTELLIGENTI

on

  • 1,571 views

SOCIAL MEDIA WEB E SMART APPS (6 cfu) [CT0323]

SOCIAL MEDIA WEB E SMART APPS (6 cfu) [CT0323]
http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=94258&af_id=136309

Statistics

Views

Total Views
1,571
Views on SlideShare
911
Embed Views
660

Actions

Likes
2
Downloads
0
Comments
0

5 Embeds 660

http://webeconoscenza.net 453
http://socialmediaunive.wordpress.com 193
http://feeds.feedburner.com 9
http://feeds2.feedburner.com 4
http://flavors.me 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n

Lezione 21 del 10 aprile 2012 - COSA PUO' FARE L'INFORMATICA PER LE CITTA' INTELLIGENTI Lezione 21 del 10 aprile 2012 - COSA PUO' FARE L'INFORMATICA PER LE CITTA' INTELLIGENTI Presentation Transcript

  • Università degli Studi di Venezia – Corso di Laurea in Informatica Codice Insegnamento: CT0323 Social media web e smart apps (A.A. 2011/2012) Gianluigi Cogo Cosa può fare l’informatica per le città intelligenti Lezione 21 del 10 aprile 2012lunedì 9 aprile 12
  • Il contesto L’informatica può offrire vantaggi per: •l’individuo •le organizzazioni •il pianetalunedì 9 aprile 12
  • Vantaggi che l’informatica offre agli individui •accesso alle informazioni •sistemi di comunicazione •domotica •ebanking, ecommerce •ecc.lunedì 9 aprile 12
  • Vantaggi che l’informatica offre alle organizzazioni •accesso alle informazioni •meccanizzazione dei processi •gestione dei progetti •archiviazione •interoperabilità •ecc.lunedì 9 aprile 12
  • Vantaggi che l’informatica offre al pianeta •informazioni disponibili ovunque •spostamenti più veloci •risparmio di energia •riduzione dell’ l’inquinamento •robotizzazione di meccanismi complessi •ecc.lunedì 9 aprile 12
  • Le città sono diventate una somma di problemi Solo due secoli fa il 3% della popolazione mondiale viveva in città. Attualmente una persona su due vive in città. Nel 2050 la percentuale potrebbe toccare il 70%. ✓sprecano energia ✓inquinano ✓allungano i tempi di percorrenza ✓peggiorano i servizi ✓ecc.lunedì 9 aprile 12
  • Si parla ora di ‘città inteligenti’: SMART CITIES Una città intelligente non spreca, non inquina, è coordinata e digitalmente connessa per sfruttare l’intelligenza dei suoi abitanti.lunedì 9 aprile 12
  • Cosa può fare l’informatica per una città smart? ✓rendere i dati disponibilità ✓garantire le connessioni ✓gestire regole e protocolli di interoperabilità Potremmo dire che una città digitale non è detto che sia «smart», mentre di sicuro una «smart city» dovrà per forza essere «digital». Il digitale come condizione necessaria, anche se non sufficiente, per essere «smart». fonte JC De Martin su La Stampa: http://www3.lastampa.it/ambiente/sezioni/ ambiente/articolo/lstp/445717/lunedì 9 aprile 12
  • Cosa può fare l’informatica per una città smart? ✓disponibilità dei dati (aperti) ‣dati grezzi ‣dati leggibili dalle macchine ‣dati pubblici ‣dati privati ‣dati disponibili ‣dati completi ‣dati accessibili ‣dati non proprietari ‣dati primarilunedì 9 aprile 12
  • Cosa può fare l’informatica per una città smart? ✓connessioni (gratuite) ‣NGN (dati/voce/media) ‣larga banda nelle case ‣Wi-Fi nei mezzi di trasporto ‣Wi-Fi nelle scuole ‣Wi-Fi nei luoghi pubblici ‣NGN-mobile ‣GPS e sensorilunedì 9 aprile 12
  • Cosa può fare l’informatica per una città smart? ✓regole e protocolli (web) ‣open protocols ‣ogni oggetto ha un IPv6 ‣ogni luogo ha un IPv6 ‣internet of things ‣cloud computing ‣etichette (Rfid e QRcode) ‣web semantico ‣web sociale ‣social networkinglunedì 9 aprile 12
  • Una città intelligente è gestita da comunità intelligenti ✓Città partecipata ‣eDemocracy ‣Civic Hacking ‣Hurban Hacking ‣Open Government ‣Contest ‣Challange ‣Hackathon ‣Social networking ‣Creativitàlunedì 9 aprile 12
  • Riflessioni: Le caratteristiche di una città smart Lesempio dellinfomobilità illustra chiaramente il problema che sta alla base della realizzazione di una smartcity: lintegrazione e la fruizione di dati e servizi scambiati da una molteplicità di attori pubblici e privati. È dalla integrazione e condivisione di dati e servizi che possono nascere funzioni evolute. Perché la condivisione avvenga, è vitale definire e promuovere un sistema multipolare, aperto e paritario che consenta a chiunque sia abilitato a farlo di interagire con gli altri attori presenti nella smartcity. Per esempio, il sistema di infomobilità richiede lo scambio e lintegrazione dei dati delle utilities, delle municipalizzate, di singoli cittadini o di imprese quali le società di antifurto satellitari che possono fornire utili informazioni sui flussi di mezzi privati. Alfonso Fuggetta: http://www.lavoce.info/articoli/pagina1002932.htmllunedì 9 aprile 12
  • Riflessioni: Le caratteristiche di una città smart La città resiliente. Il 4 novembre, a seguito dellemergenza causata dal nubifragio a Genova, Twitter è stato utilizzato dai cittadini stessi per dare informazioni di pubblica utilità e, a fronte delle difficoltà di sovraccarico della rete cellulare, per invitare le famiglie ad aprire laccesso ai router wifi domestici così da mettere la comunicazione su internet a disposizione della popolazione in generale. Lhashtag utilizzato su twitter è stato rilanciato dalle tv, a cominciare da Rainews24, creando così una rete di comunicazione formale-informale a disposizione della cittadinanza. E stato un classico esempio di comunità resiliente in grado, cioè, di reagire a una calamità esterna condividendo informazioni. Una città resiliente è quindi una città che aiuta i cittadini a meglio comprendere i rischi del proprio territorio, soprattutto legati ai cambiamenti climatici, tramite la formazione e la sensibilizzazione, e a condividere le informazioni in caso di eventi minacciosi. G i a n n i D o m i n i c i : h t t p : / / w w w. k e y 4 b i z . i t / N e w s / 2 0 1 2 / 0 3 / 2 8 / Te c n o l o g i e / Smart_Cities_mart_communities_Gianni_Dominici_forum_pa_209491.htmllunedì 9 aprile 12
  • Riflessioni: Le caratteristiche di una città smart Oggi affermiamo il concetto secondo il quale un edificio è intelligente perché la sua vita è scandita dall’uso del web, soprattutto perché tutte le attività generano conoscenza, perché uomini e cose dialogano producendo intelligenza. Oggi, lo stesso edificio diventa una smart community. Michele Vianello: http://www.michelecamp.it/archives/2697lunedì 9 aprile 12
  • Riflessioni: Le caratteristiche di una città smart 1. La città si aggiusta alla contemporaneità, anche, digitalizzandosi. Ma una città non diventa certo smart solo spendendo tanti soldi per digitalizzarsi. La digitalizzazione ha delle conseguenze e il suo progetto va indirizzato in modo che porti a una piattaforma urbana generativa. 2. In sintesi, significa che la piattaforma deve essere semplice - è fatta di connessioni, dati aperti e sensori. E che è regolata in modo neutrale nei confronti delle applicazioni e dei contenuti. E se possibile la sua interfaccia è disegnata in modo da ispirare la consapevolezza del bene comune, almeno tanto quanto apre alla competizione tra le idee e i servizi. 3. La metafora narrativa della smart city sarebbe quella di SimCity se non fosse che non esisterà come nel gioco un sindaco onnipotente: significa che aprirà grandi vuoti di potere e che questi saranno probabilmente riempiti dai cittadini, dalle imprese, dai gruppi sociali. Luca De Biase: http://blog.debiase.com/2012/04/che-cosa-ce-di-smart-nelle-cit.htmllunedì 9 aprile 12
  • Riflessioni: Le caratteristiche di una città smart http://youtu.be/us5PvaD5BEElunedì 9 aprile 12
  • Solo chiacchere? MIUR ha emanato il bando “Smart Cities e Communities” (http://www.ponrec.it/bandi/smartcities.aspx). La scadenza per presentare i progetti è il 30/4/2012. ■ Azione integrata per la Società dell’Informazione 100.348.410,50 euro ■ Azione integrata per lo Sviluppo Sostenibile 100.348.410,50 euro In particolare, i settori di intervento individuati sono: • Smart mobility • Smart health • Smart education • Cloud computing technologies per smart government • Smart culture e Turismo • Renewable energy e smart grid • Energy Efficiency e low carbon technologies • Smart mobility e last-mile logistic • Sustainable natural resources (waste, water, urban biodiversity)lunedì 9 aprile 12
  • Grazie! gigi.cogo@gmail.com http://webeconoscenza.net http://www.facebook.com/gigicogo http://www.unive.it/persone/gianluigi.cogolunedì 9 aprile 12