Comunità Virtuali e Crowdsourcing. Parte II.

780 views
691 views

Published on

Comunità Virtuali e Crowdsourcing. Parte II. Progettare e sviluppare una comunità virtuale.

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
780
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Quello che vorrei comunicare oggi è che il pcv non è un high tecnoloogico, ma è una risposta a cambiamenti profondi della nostra società.
    Non esistono maestri e non esistono lezioni scritte. E' un continuo learning by doing.
    Il mio obiettivo non è di trasmettere delle conoscenze profonde, ma ispirare delle azioni.
    Io vorrei che qualcuno di voi uscisse da questo incontro non solo con una idea, ma con la volontà di applicarla.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Crowdsourcing da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività
    Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet.
    Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
  • Comunità Virtuali e Crowdsourcing. Parte II.

    1. 1. Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche Comunità Virtuali & Crowdsourcing Parte II Progettare e Sviluppare una Comunità Virtuale
    2. 2. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Contenuti Definizione di Scopi e Benefici per i Membri Definizione del modello di sostenibilità Costruzione della Base di Conoscenza Definizione della Struttura Organizzativa Redazione di Accordi e Regolamenti Avvio, Gestione e Monitoraggio della Comunità
    3. 3. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Definizione degli Scopi della Comunità Es. Obiettivo dichiarato di Kublai "Kublai è un ambiente di progettazione pensato per i creativi e orientato allo sviluppo locale, promosso dal Dipartimento per le politiche di sviluppo del Ministero dello Sviluppo Economico. Il suo obiettivo principale è di sviluppare e rafforzare progetti creativi che abbiano un impatto in termini di sviluppo locale, e cioè sul territorio nel quale vengono proposti." Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    4. 4. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Definizione dei Benefici per i Membri Es. Benefici offerti da Kublai ai potenziali Membri "Cosa fa Kublai? Crea una community di creativi. Aiuta i creativi a produrre progetti che abbiano impatto sul proprio territorio e ne aiutino lo sviluppo. Offre assistenza alla progettazione da parte di economisti del Dipartimento di Politiche di Sviluppo (DPS). Consiglia gli autori di progetti meritevoli nel reperimento di risorse finanziarie – Kublai non offre risorse finanziarie." Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    5. 5. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Definizione del modello di AxV www.angeliperviaggiatori.comObiettivi Modello di Sostenibilit à Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    6. 6. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Definizione della conoscenza comunitaria Tra le motivazioni che spingono le persone ad iscriversi ad una comunità c'è l'opportunità di attingere a documenti a informazioni e documenti utili e qualificate Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenz a Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    7. 7. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Oggetti Cognitivi Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenz a Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    8. 8. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Guide e FAQ Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenz a Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    9. 9. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Struttura Organizzativa La struttura organizzativa della comunità si configura come un insieme di ruoli, caratterizzati da specifiche competenze, che collaborano sinergicamente al raggiungimento degli obiettivi dichiarati (Salis et al., 2002). Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    10. 10. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Struttura Organizzativa La struttura organizzativa coinvolge Figure di Staff della comunità Figure Esterne (consulenti, esperti di dominio, docenti, ecc.) Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    11. 11. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Struttura Organizzativa Semplice Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    12. 12. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Struttura Organizzativa www.progettokublai.net Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    13. 13. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Accordi e Regolamenti Numerose sono le problematiche di natura legale associate alla evoluzione delle tecnologie nella Società dell'Informazione. La stessa Comunità Europea, nell'ambito del 6° Programma Quadro, ha sostenuto il progetto LEGAL-IST - LEGAL Issues for the advancement of the Information Society Technologies Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolament i Avvio Gestione Monitoraggio
    14. 14. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Accordi e Regolamenti VC “Bylaw” Membership Agreement Netiquette Carta dei Servizi Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolament i Avvio Gestione Monitoraggio
    15. 15. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Ciclo di Vita Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    16. 16. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Linee guida per l'avvio di una comunità La fase di avvio di una comunità virtuale rappresenta sicuramente un momento fondamentale e questo richiede l'esecuzione di una serie di attività cruciali. Ecco le quattro suggerite da De Pietro e Micelli: Dimensionamento della comunità Definizione di una guida per i partecipanti Assegnazione dei ruoli chiave e loro formazione Meeting iniziale e consolidamento del gruppo Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    17. 17. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Gestione della comunità In questa fase lo staff deve preoccuparsi di: Curare l'accoglienza Curare il processo di orientamento Alimentare l'interazione fra i membri della comunità Fare in modo che l'interazione si mantenga interessante Sviluppare il senso della comunità Creare un ambiente privo di severità Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    18. 18. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Accoglienza e Orientamento
    19. 19. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Sviluppare il senso della Comunità
    20. 20. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Creare un ambiente privo di severità Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    21. 21. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. I principi di gestione Il governo di una CV dovrà sempre essere effettuato nel rispetto dei seguenti principi fondamentali: Empowerment. Voluntary Approach. Self-organization Peer-assessment Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    22. 22. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. I processi di gestione Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    23. 23. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. I processi di gestione Process # G4 Process name Member qualification Process description The members are qualified according to an established qualification criteria. The process is managed by dedicated “Peer Committees” Process actors Member+ Peer qualification committee Process preconditions Process input formal request for membership by a prospective member Process output qualified/rejected member Process ICT support services on-line registration/qualification facility Process support material/documents Membership agreement /Stakeholder agreement Process activation the process is activated by a request from a prospective member Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    24. 24. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Scopi della Valutazione Gli scopi della valutazione variano a seconda dell'ottica in cui ci si pone Singolo partecipante Comunità Contesto Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    25. 25. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Strumenti: Key Performance Index (KPI) Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    26. 26. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Strumenti: Key Performance Index (KPI) Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    27. 27. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Strumenti: Key Performance Index (KPI) Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    28. 28. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Strumenti: Key Performance Index (KPI) Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    29. 29. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Strumenti: Key Performance Index (KPI) Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    30. 30. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Strumenti: Key Performance Index (KPI) Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio
    31. 31. Marco Palazzo, “Comunità Virtuali e Crowdsourcing”, 18 Ottobre 2010 Documento ad uso del corso “Social Media Marketing - CARSA”. Ne è vietata la distribuzione al pubblico e la riproduzione, anche parziale. Strumenti: Key Performance Index (KPI) Obiettivi Modello di Sostenibilità Base di Conoscenza Struttura Organizzativa Accordi & Regolamenti Avvio Gestione Monitoraggio

    ×