Storia della scienza

1,470 views

Published on

Breve e sintetico percorso sulla storia della scienza. Utilizzato per l'accoglienza delle classi prime

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,470
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
778
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Storia della scienza

  1. 1. Storia della scienzaStoria della scienza ……e della matematica…e della matematica…
  2. 2. Un animaletto curiosoUn animaletto curioso Forse il primo animaletto curioso è stato proprio un anfibio che stanco di vivere in acqua ha provato ad esplorare la terraferma… La curiosità è una caratteristica che distingue spesso i piccoli dagli adulti e questo dipende dal fatto che è uno dei modi migliori per imparare a vivere. 350milioni di anni fa
  3. 3. Un animaletto curiosoUn animaletto curioso Perché?...Perché?... Perché?... L’uomo ha da sempre cercato di spiegare perché qualcosa accade Forse dietro tutto questo ci sono gli dèi? pioggia, fulmini, stelle, nascita di un bambino… Gli dèi vivono in cielo in cielo e in cielo ci sono le stelle…
  4. 4. Il cielo…dimora egli dèi e origineIl cielo…dimora egli dèi e origine della scienza…della scienza… La maggior parte dei fenomeni terrestri appare imprevedibile, le stelle, invece, forniscono una sensazione di stabilità. •Sorgono e tramontano a orari stabiliti; •Non cambiano il loro aspetto; •Durante i raccolti sono presenti sempre le medesime stelle… Per questo nel cielo risiedono gli dèì Uno dei primi scopi per cui gli uomini utilizzarono la scrittura fu proprio annotare le osservazioni sulle stelle e pianeti5000 anni fa
  5. 5. La matematicaLa matematica Saper contare è utile. Questo è uno dei motivi per cui venne inventata la matematica. Circa 5 mila anni fa, i Sumeri cominciarono a costruire grandi città vicino ai fiumi Tigri ed Eufrate. Questo comportò la nascita di tutta una serie di problemi organizzativi: le tasse, la costruzione di edifici, il commercio… Questi problemi vennero risolti quando i sumeri inventarono il primo sistema numerico e stabilirono delle regole sui modi in cui i numeri possono essere addizionati e sottratti, moltiplicati e divisi. Nacque così l’Aritmetica cioè l’arte di contare o di enumerare
  6. 6. La matematica è utileLa matematica è utile Se per costruire un edificio pubblico erano necessari 200 giorni e 500 operai dovevano ricevere 2 scodelle di cibo al giorno, un costruttore sumero poteva facilmente calcolare che doveva procurarsi un approvvigionamento di 200 mila scodelle di cibo. Grazie all’arte del calcolo si può predire il futuro.
  7. 7. Tutto nasce dall’osservazioneTutto nasce dall’osservazione 4000 anni fa i babilonesi conquistarono il regno dei sumeri. Migliorarono la matematica e resero possibile prevedere l’aspetto del cielo nel futuro. Inventarono anche la geometria. Un popolo che abitava vicino ai babilonesi si trovò spesso ad affrontare problemi che potevano essere risolti grazie alle conoscenze geometriche 4000 anni fa
  8. 8. Il primo scienziatoIl primo scienziato Talete è considerato il primo scienziato. Nacque nella città greca di Mileto il 625 a.C.; pronosticò un’eclisse di sole il 585 a.C. e suggerì ai marinai di usare la costellazione dell’Orsa Minore per orientarsi in mare aperto. Ragionare da scienziato significa trovare una spiegazione a fenomeni complessi Talete credeva che tutto l’esistente avesse origine dall’acqua. Tutto quando vediamo in natura si trova nello stato liquido, solido e gassoso e solo l’acqua è presente sulla Terra in tutte e tre queste forme. 2500 anni fa
  9. 9. ……ancora i greci…ancora i greci… Quando gli antichi greci cominciarono ad interessarsi alla natura la matematica era diffusa in tutto il Merio Oriente. Ai greci piaceva dire di aver inventato tutto loro, e per questo affermavano anche che Talete era stato il primo matematico. Tuttavia non possiamo dimenticare tra i grandi pensatori greci Pitagora, che nacque nell’isola di Samo il 570 a.C.
  10. 10. PitagoraPitagora Fu Pitagora ad introdurre i termini matematica e matematico Questi termini derivano da máthema che significa “apprendimento” La matematica era quindi la materia di studio per eccellenza e il matematico l’apprendista, cioè colui che studiava sotto la guida del maestro.
  11. 11. La matematica è necessariaLa matematica è necessaria Pitagora si convinse che dietro ogni evento naturale ci fossero i numeri. I numeri costituivano il “principio” che regolava tutto l’esistente Questa idea può sembrare strana, ma è vero che la maggior parte delle cose che accadono in natura segue leggi matematiche Chi voglia affrontare lo studio della natura senza conoscere la matematica, finirebbe dunque per “aggirarsi vanamente in un oscuro labirinto” Saggiatore di Galileo
  12. 12. Si parte sempre dagli elementiSi parte sempre dagli elementi Per non perdersi c’era bisogno di un nuovo tipo di Matematica, e la svolta si verificò nel 300 a.C. con Euclide che scrisse gli Elementi. Con Euclide si introduce il concetto di “dimostrazione”. La dimostrazione serve a provare che ciò che viene affermato in una regola è vero. Come faccio a dimostrare che ciò che affermo è vero? Euclide risponde a questa domanda dicendo che non è necessario dimostrare le cose in assoluto, ma solo relativamente ad alcune ipotesi di partenza chiamate assiomi
  13. 13. Matematica…maestra di vita…Matematica…maestra di vita… La matematica ci insegna laLa matematica ci insegna la tolleranzatolleranza cheche deriva dal rifiuto degli assoluti, e ci obbligaderiva dal rifiuto degli assoluti, e ci obbliga alal confrontoconfronto che impone l’onere dellache impone l’onere della provaprova
  14. 14. ……e noi…e noi… Anche noi se vogliamo possiamo partecipare alla ricerca della verità nella natura. Sicuramente siamo dotati di una buona dose di curiosità, e questo per uno scienziato è un ottimo punto di partenza, ci serve imparare ancora qualcosa di più di questo alfabeto matematico per poi dedicarci alla lettura di questo bellissimo libro che è la Natura. Buona lettura a tutti!

×