Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
Barrotta
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Barrotta

  • 676 views
Published

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
676
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
3
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Interoperabilità e implementazione di servizi webgis all'interno di un Sistema Informativo Geografico Gianni Barrotta Sinergis
  • 2. Mash- Mash-up Google Maps / Earth, Microsoft Bing Maps, Yahoo!Maps, Map24 hanno avuto molta importanza per la conoscenza di massa di mappe digitali e tecnologie di georeferenziazione. Tutti questi servizi fanno uso di dati geospaziali pubblici (sopratutto per le imagery). Google Maps ha destato molto interesse perchè era “hackable”; programmatori senza alcuna conoscenza di cartografie possono costruire i loro servizi sopra google-maps.
  • 3. Mash- Mash-up Negli ultimi anni abbiamo assistito al boom di servizi basati su google-maps Con questi servizi possiamo realizzare “Mash-up”, applicazioni web di tipo ibrido che integrano informazioni alfanumeriche e contenuti gis I Mash-up realizzati con Goole-maps spesso non utilizzano gli standard internazionali sull’interoperabilità e pubblicano dati proprietari, sia per le foto aeree che per le mappe stradali (DigitalGlobe, Teleatlas,…)
  • 4. Mash- Mash-up Google and others affect (or “disrupt”) the direction and future of the geospatial community (∗) In realtà ora Google è partner principale di OGC In oltre Google e Yahoo usano Telecontar, che implementa la specifica OLS di OGC (location based services) ma non WMS, WFS o SLD (∗) ISO/TC211 , STANDARDS GUIDE, http://www.isotc211.org/Outreach/ISO_TC%20_211_Standards_Guide.pdf
  • 5. Problematiche affrontate … mai sentito parlare di Telcontar ?? Yahoo, Google,Msn Live Local, … sono sviluppati su Telcontar Drill Down Server platform … http://www.telcontar.com/ … che implementa lo standard OGC Location Services (OLS) 1.0 … ma non OGC WMS 1.x Quasi tutti i vendor di api webgis hanno cercato di supportare gli standard OGC, spesso in modo parziale e frammentario
  • 6. Problematiche affrontate Esistono poche soluzioni per soddisfare milioni di utenti webgis GoogleMaps API (Telcontar) + KML (oppure) PushPinTM API … per avere qualcosa come GoogleMap senza gli svantaggi di google Inserire i propri layer wms in GoogleMaps o BingMaps CubeWerx OGC WMS Connector per integrare un connettore wms all’interno di Google Maps
  • 7. Problematiche affrontate Ci hanno chiesto di sviluppare qualcosa come GoogleMaps … … senza tutti i suoi “svantaggi” … con dati che non fossero di Teleatlas o Navteq … ISO-OGC compliant (es. WMS) … per utenti poco esperti … pubblica e naviga … personalizzabile (nuove funzionalità)
  • 8. Problematiche affrontate Sviluppo di SDI su scala regionale o comunale Requisiti (1) fornire servizi OGC WMS/WFS/SLD compliant mediante APIs riutilizzabili disponibili e integrate all’interno di pagine web create da un CMS senza licenze, senza pubblicità senza limiti sul numero di interrogazioni possibilità di inserire loghi e copyright supporto
  • 9. Problematiche affrontate Requisiti (2) riutilizzo dei dati della SDI (GoogleMaps? … no, grazie!) orientamento all’utente web multi-map / multi-service multi-purposes Regione Emilia-Romagna “Bookshop” (see SDIC) Regione Autonoma Sardegna “Navigatore Semplificato” Comune di Bologna, progetto ELI-CAT multi-piattaforma / multi-browser alto livello di usabilità (navigazione, ricerca, …)
  • 10. La soluzione: OpenLayers Nel 2005 MetaCarta lancia il progetto OpenLayers; il primo rilascio risale a Giugno 2006 OpenLayers è rilasciato con licenza Clear BSD Supporta gli standard WMS, WFS, TMS, GeoRSS, … Api Javascript object-oriented Permette di integrare sulla stessa mappa “layers” provenienti da fonti dati differenti (Google, KaMap, MapGuide, MapServer, TMS, WMS, TileCache, Yahoo, WorldWind, VirtualEarth, GML, GeoRSS, WFS, …) Smart Web Mapping (Tiling, Pan Continuo,…)
  • 11. Estendere OpenLayers: ROJA E’ possibile estendere gli oggetti OpenLayers, per supportare servizi specifici della PA a livello regionale o comunale: Geocoding degli indirizzi Calcolo percorsi Ricerca toponimi Editing web Geocoding di dati catastali … Roja (RAS OpenLayers Javascript API) è un framework di api javascript che estendono OpenLayers permettendo di caricare i dati ed interrogare i servizi di una infrastruttura di dati territoriali (IDT)
  • 12. Perché il GIS L’utilizzo di API Javascript dà la possibilità di integrare contenuti fra loro molto lontani con il territorio generando conoscenza e riducendo i livelli di astrazione necessari per comprendere la realtà La presenza di una mappa spesso permette una comprensione immediata del contenuto informativo di una pagina web. Separazione completa dei ruoli; la geometria viene gestita nel SIT, i contenuti sono gestiti esternamente, si interopera attraverso servizi web
  • 13. Tecniche GIS utilizzate Standard OGC OGC WMS OGC WFS OGC GML OGC SLD EN-ISO19115 “metadata” EN-ISO19106 “profile” EN-ISO19125 “simple feature access” OGC GeoRSS …
  • 14. Tecniche GIS utilizzate Openlayers Geoserver PostGIS Oracle Spatial MySql Mapfish GDAL MapNik
  • 15. Applicazioni (1)
  • 16. Applicazioni (2)
  • 17. Applicazioni (3)
  • 18. Applicazioni (4)
  • 19. Applicazioni (5)
  • 20. Applicazioni (6)
  • 21. Applicazioni (7)
  • 22. Applicazioni (8)
  • 23. Applicazioni (9)
  • 24. Applicazioni (10) Progetto ELI-CAT ELI- Editing web delle geometrie