Your SlideShare is downloading. ×
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Storia contemporanea – seconda parte
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Storia contemporanea – seconda parte

2,055

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,055
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
88
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Storia Contemporanea – Seconda ParteCrisi e stabilizzazione in Europa centro-occidentale[L’interruzione della produzione bellica e il ritorno dei combattenti all’attività civile determinarono fortissimi squilibri nell’economiaeuropea, che tra il 1920 e il 1925 attraversò una fase di ristagno; una grave inflazione colpì duramente i piccoli e medi risparmiatorie i possessori di rendite; la dipendenza dell’economia europea da quella degli Stati Uniti divenne ancora più netta]• Movimenti d’indipendenza nelle coloniePrima guerra mondiale: gli Inglesi fomentano (nei territori del Canale di Suez) la ribellione e la guerriglia degli Arabi contro l’imperoturco1916: accordo (segreto) Sykes-Picot prevedeva la spartizione dei territori arabi tra Gran Bretagna e Francia; in questo modorisultava ingannevole la promessa fatta nel 1917 dagli inglesi di libertà e indipendenza per gli Arabi.1917: il governo inglese promette di concedere all’India una certa autonomiaDopoguerra: l’agitazione indipendentista riprende sotto la guida di Mohandas Karamchand Gandhi → in risposta il governo ingleseemana il Rowland Act col quale fu istituita la legge marziale in alcune province e furono drasticamente ridotte le libertà civili degliindiani.1919: prima campagna di disubbedienza civile contro il Rowland Act → il paese è completamente paralizzato durante la giornatadell’hartal (astensione generale da ogni attività)3 aprile - la campagna non risulta completamente pacifica → rappresaglia inglese che culmina nel massacro di Amritsar1922: in Egitto si era formato un movimento indipendentista, sotto la direzione del partito del Wafd → sotto la pressione di questomovimento il governo inglese dovette riconosce l’indipendenza (formale, in quanto la Gran Bretagna conservava una serie di dirittie di poteri, tra i quali anche l’occupazione militare nel territorio attorno al Canale di Suez)1925: in Indocina si costituisce un Partito Comunista; il partito nazionale del Vietnam (sotto l’influenza del Kuomintang) promosseuna violenta agitazione antifrancese.1925-1926: nella propria zona d’influenza la Francia creò il Libano e la Siria; quest’ultima fu agitata da continue rivolte, figlie dellosviluppo del più forte e moderno movimento nazionalista → nel 1920 i siriani aveva proclamato un regno indipendente (primadell’occupazione militare francese)1930: la resistenza del governo francese ad ogni iniziativa di riforma e l’opera organizzata e politica dei comunisti suscistarono unaserie di rivolte militari e contadine senza sbocco politico; nello stesso periodo in Palestina la Gran Bretagna permise l’insediamentodi una comunità israelitica che cominciò ad organizzarsi e ad impiantare attive comunità agrarie (kibbutz).Inghilterra1921: il governo di Lloyd George riconobbe lo Stato libero d’Irlanda, dal quale si distaccò la regione settentrionale dell’Ulster,protestante e industriale, che continuò a far parte del Regno Unito.1922: le elezioni mandano al governo i conservatori, ai quali spettò il compito di far fronte al disagio provocato dalladisoccupazione e dalla crisi economica.1926: sciopero generale → presentato dal governo come un tentativo rivoluzionario di cui si cercò di rigettare la responsabilità sulpartito comunista → le misure repressive adottate dal governo trovarono debole opposizione nel partito laburista3-12 maggio - dopo 9 giorni i lavoratori furono costretti a cedereFrancia1920: il congresso socialista di Tours proclama l’adesione alla Terza Internazionale, fondando così il partito comunista[grave crisi finanziaria, dovuta in parte all’aumento degli oneri dello Stato per la ricostruzione]1924: reso impopolare per gli aumenti delle imposte, il governo Poincaré fu battuto nelle elezioni → repubblicani e socialisti siunirono in un <<cartello delle sinistre>> che portò alla presidenza dello Stato il repubblicano moderato Gaston Doumergue e allapresidenza del Consiglio dei ministri il radicale Edouard Herriot, con l’appoggio dei socialisti1925: la crisi finanziaria e il successivo tentativo di colpire i detentori di grandi capitali suscitano le reazioni della destra e del centro→ Herriot viene messo in minoranza al Senato → nuovo ministero di <<unione nazionale>>1926: il rientro di capitali, un moderato aumento delle imposte e una politica amministrativa più accurata favorirono ilristabilimento dell’equilibrio finanziario → ripresa attività industriale e delle esportazioni1929-1930: la Francia fu colpita dalla grande crisi mentre era in piena espansione economicaRepubblica di WeimarPrima Guerra mondiale: si distaccano dal partito social-democratico due nuovi raggruppamenti di sinistra: i socialisti indipendenti ela lega di Spartaco, fondata nel 1917 da Karl Liebknecht e Rosa Luxemburg19199-12 gennaio - tentativo insurrezionale della lega di Spartaco, che si era trasformata in partito comunista, fu soffocato con unasanguinosa repressione, durante la quale furono catturati e assassinati dai <<corpi franchi>> (Frekorps) Liebknecht e la Luxemburg19 gennaio - elezioni per l’Assemblea costituente, alle quali non parteciparono i comunisti → sede dell’Assemblea fu la città diWeimarFebbraio - un tentativo di formare un governo socialista in Baviera fu stroncato con l’assassinio del suo presidente e con unsuccessivo massacro, a Monaco, nel quale operai cattolici caddero vittime insieme agli esponenti della sinistra socialistaAgosto - l’Assemblea conferì ad Friedrich Ebert la carica di presidente della Repubblica → promulgazione di una Costituzioneispirata ai principi della democrazia[Due condizioni resero particolarmente difficile la trasformazione democratica della Germania: la durezza materiale e morale delleclausole del trattato di pace; il peso che nella società tedesca mantenevano le tendenza autoritarie, ostili alla democrazia e allarepubblica]
  • 2. Settembre - si forma il Partito Operaio Tedesco, al quale aderì un reduce austriaco, Adolf Hitler, che ne cambiò il nome in PartitoNazionalsocialista Operaio Tedesco → al nuovo partito si affiancò anche un’organizzazione paramilitare, le SA (Sturm-Abteilungen,“Reparti d’assalto”), sotto il comando del capitano Roehm (note come Camicie Brune)1920Marzo - un’organizzazione politica capeggiata dal generale Walter Luttwitz e dall’alto funzionario prussiano Wolfgang Kapp tentò diattuare un colpo di Stato; le truppe dei golpisti marciarono su Berlino mentre il governo riparava a Dresda e poi a Stoccarda → larepubblica fu salvata da un forte e compatto sciopero generale promosso dalle organizzazioni dei lavoratori e dalla mancataadesione al putsch dei comandi militari[dopo l’episodio di Kapp, l’agitazione nazionalista continuò virulenta, facendo largo ricorso al terrorismo][il successo dello sciopero generale fece riprendere fiducia presso i comunisti che organizzarono agitazioni nella Ruhr → ilpresidente della Repubblica dovette rivolgersi agli stessi militari che erano rimasti inattivi di fronte al tentativo di destra]Giugno - nelle elezioni i 3 partiti della coalizione governativa (socialdemocratici, centro e partito democratico) subirono una gravesconfitta → diventano necessari i governi di coalizione1923: dopo una fase di inflazione galoppante, il crollo del marco avvenne in coincidenza con l’occupazione francese e belga dellaRuhr, decisa per costringere il governo tedesco al pagamento delle riparazioni → il governo di Wilhelm Cuno reagì decidendo diorganizzare la resistenza passiva: i funzionari e gli operai della Ruhr si astennero dal lavoro, decisione che aggravò ulteriormente lasituazione finanziaria.Agosto - cancelliere è Gustav Stresemann, fondatore e leader del partito popolare tedesco, che pone fine alla resistenza passivanella Ruhr e giunge ad un accordo sulle riparazioni.Autunno: il ricorrente rivoluzionarismo comunista esplode in Sassonia e Turingia → azione repressiva di Stresemann che coinvolgeanche i socialisti ed ha quindi ripercussioni sul piano generale8 novembre: in Baviera, diventata il centro dei gruppi e delle organizzazioni armate di destra, avviene il putsch detto della Birreria(o Putsch di Monaco), in cui Hitler, sostenuto dal generale Ludendorff, fece il suo primo e prematuro tentativo di impadronirsi delpotere → l’impresa gli costò un anno di prigione, nel corso del quale egli mise a punto il suo programma politico e precisò le sueidee di lotta ad oltranza contro il bolscevismo e contro gli Ebrei, di espansione ed esaltazione della nazione tedesca, di rifiuto delsistema liberal-democratico1924: piano Dawes, che prevedeva la concessione di rivelanti prestiti americani e inglesi alla Germania e stabiliva una primaregolamentazione dei pagamenti tedeschi.1925-1927: pubblicata in due parti il Mein Kampf (La mia battaglia) → al centro dell’ideologia nazista era l’idea dell’unità biologicadella razza come fondamento della nazione1925: patto di Locarno, garantisce le frontiere francesi e belghe con la Germania, il riconoscimento da parte tedesca del trattato diVersailles e il ritiro delle truppe d’occupazione della Renania.15 maggio - alle elezioni avvenute dopo la morte di Ebert, successo del maresciallo Hindenburg (che diventa così Presidente),sostenuto dai partiti di destra, reso possibile dal rifiuto del candidato comunista Thalmann di ritirarsi nel secondo turno e diriversare i suoi voti sul candidato del Centro e del partito socialdemocratico1926: ingresso della Germania nella Società delle Nazioni1928: patto Kellog-Briand (USA e Francia), poi sottoscritto da numerose altre nazioni, tra le quali URSS e Germania: la guerra fusolennemente messa al bando e i firmatari si impegnarono a rinunciare ad essa <<come strumento di politica nazionale>>1925-1930: oculata politica di ricostruzione finanziaria portò alla ripresa dell’industria industrialeFascismoDopoguerra: una grande parte delle classi popolari era rimasta ai margini dello Stato; nel 1917 di fronte alla minaccia dellacatastrofe, era stata fatta balenare al contadino-soldato l’idea che alla fine della guerra la sua fame di terra sarebbe stata appagata;solo con la guerra si era riusciti ad allargare la coscienza della propria identità nazionale; la lotta politica e sociale divenneparticolarmente aspra, soprattutto nel tentativo di passare dal regime liberale alla democrazia.Lo sviluppo economico non aveva contribuito a rendere più omogenea e unita la borghesia italiana; al contrario, ne avevaesasperato il senso di insicurezza e i contrasti interni; i privilegi che l’industria aveva nei confronti dei consumatori e degli altrisettori dell’economia vennero ulteriormente ad accrescersi, aggravando i contrasti non solo tra <<classi povere>> e ceti abbienti,ma anche tra i diversi settori della classe dirigente.1919Gennaio - nasce il Partito Popolare Italiano ad opera del prete siciliano Don Luigi Sturzo; un carattere di massa, anche se nonraggiunse un’interna omogeneità → uno dei primi successi fu la riforma elettorale (si passò al sistema proporzionale)23 marzo - a Milano si costituiscono i “Fasci italiani di combattimento” capeggiati da Benito Mussolini: misto di dichiarazionirivoluzionarie antiborghesi e di esaltazione nazionalistica, che incontrava i favori di una piccola borghesia irrequieta, delusa epreoccupata dalla duplice pressione proletaria e capitalistica, di ex combattenti che non si adattavano al rientro nella vita civile enella pacifica routine del grigio lavoro quotidiano.12-14 Aprile – venne fondata l’Unione Anarchica Comunista d’Italia (UCAd’I); tra i fondatori anche Luigi FabbriAprile - nasce il mito della <<vittoria mutilata>>, Orlando e Sonnino abbandonano per protesta la conferenza della pace, quando ilpresidente Wilson si dimostrò favorevole alle richieste jugoslave a proposito della linea di confine tra i due paesiMaggio - nasce a Torino, in senso al socialismo, attorno ad una rivista, <<Ordine Nuovo>>, un movimento politico guidato dal sardoAntonio Gramsci → esso vide nei consigli di fabbrica il nucleo organizzato e politico della lotta proletaria per la conquista del poteree indicò la prospettiva di un sistema di alleanza delle classi popolari (operai e contadini) e delle forze intellettuali, di un nuovo<<blocco storico>> da contrapporre al blocco liberale-borghese.
  • 3. Giugno – è presidente del Consiglio Francesco Saverio Nitti → per il suo atteggiamento di sostanziale rispetto delle regoledemocratiche, fu investito da una violenta offensiva delle destre, esasperate dall’ostilità che il governo dimostrò nei confrontidell’impresa di Fiume compiuta da D’Annunzio.Ottobre - nel congresso nazionale del Partito Socialista Italiano a Bologna emergono i contrasti tra i Riformisti (che aspiravano asolgere la funzione di sollecitare la borghesia sulla via delle riforme e di una graduale evoluzione politica e sociale) e i Massimalisti,che avevano conquistato la maggioranza (ostili al riformismo democratico, ma mancavano di un concreto programma politico)1920:Giugno – Nitti viene travolto dai risultati elettorali e si dimette → gli succede Giolitti che il 12 ottobre 1919 aveva tenuto undiscorso elettorale dove si era dimostrato propenso ad accogliere parzialmente le esigenze e le rivendicazioni popolari1-4 Luglio – venne fondata l’Unione Anarchica Italiana (UAI) dalle ceneri dell’UCAd’ISettembre – gli operai metallurgici dopo una lunga battaglia sindacale decisero l’occupazione delle fabbriche → richiesta diriconoscimento dei consigli di fabbrica e di aumenti salariali → gli scioperi si mossero da Torino a Milano dove furono sostenutidalla FIOM e dove iniziò l’occupazione delle fabbriche.11-12 settembre – i dirigenti del partito socialista e della Confederazione generale del Lavoro si riunirono a Milano per dare unindirizzo al movimento → la maggioranza pur predicando di voler aderire alla rivoluzione socialista, approvò invece la richiesta delcontrollo sindacale delle aziende.[Giolitti, consapevole della debolezza del movimento, rifiutò di intervenire con la repressione militare e si adoperò invece per ilraggiungimento di un accordo → che fu raggiunto e pose fine all’occupazione → questa conclusione aumentò i contrasti all’internodel partito socialista e dei sindacati]12 novembre – trattato di Rapallo, col quale si riconobbe Fiume come città Libera e fu annessa Zara all’Italia, imponendo pocodopo ai legionari dannunziani lo sgombero della città.1919-1920-1921: il gruppo capeggiato da Mussolini si veniva facendo interprete della volontà di una parte della classe dirigente diporta un attacco a fondo contro il movimento operaio; i fascisti organizzarono delle squadre d’azione che scatenarono una spietataguerriglia contro le organizzazioni dei lavoratori (prima socialisti e poi cattolici), i loro partiti, i loro giornali, uccidendo esponentidella sinistra e compiendo spedizioni punitive contro i Comuni in cui l’opinione pubblica era orientata prevalentemente a sinistra.Lo squadrismo fascista si sviluppò inizialmente nella regione bolognese e fu finanziato e sostenuto dagli agrari → un’offensivareazionaria, diretta contro le conquiste dei contadini e degli operai e contro la prospettiva di trasformazione democratica delregime liberale italiano.[l’atteggiamento liberale nei confronti del fascismo è fondato sulla convinzione ce il movimento potesse essere strumentalmenteutilizzato contro i <<sovversivi>> e successivamente messo da parte; i governi permisero che le <<spedizioni punitive>> sisvolgessero liberamente]1921:Primi mesi – le difficoltà economiche divennero più acute e la produzione industriale rallentò, con il conseguente aumento delladisoccupazioneGennaio - Ordine Nuovo unendosi al gruppo socialista napoletano di Amedeo Bordiga, provocò una scissione al congresso socialistadi Livorno e diede vita al Partito Comunista d’Italia, in stretto legame con la Terza InternazionaleLuglio – alle dimissioni di Giolitti seguì la formazione di un governo presieduto da Bonomi; alle elezioni i fascisti avevano inviato allacamera 30 rappresentanti → le forze democratiche, però, erano praticamente paralizzate nel paese dall’iniziativa fascista9 novembre – al congresso dei Fasci Benito Mussolini riuscì a trasformare il vecchio movimento dei Fasci nel Partito NazionaleFascista, che gli fornì un più solido strumento d’azione; mentre gli squadristi spadroneggiavano nel paese, Mussolini utilizzava ilpartita per operare sul piano della legalità politica.1922:Febbraio – il nuovo papa Pio XI, dopo le dichiarazioni favorevoli al Vaticano da parte di Mussolini alla Camera, mostra la suasimpatia verso un fascismo divenuto più rispettabile.Maggio – Settembre – Filippo Turati (riformismo socialista) riteneva che una coalizione governativa tra popolari e socialisti potesseessere in grado di restaurare la legalità e sconfiggere il fascismo → questa prospettiva allarma Mussolini, ne segue un’ondata diterrorismo squadrista → distrutta la sede dell’<<Avanti>>, incendiate le Camere del lavoro, cooperative, sede dei partiti → il nuovoattacco fascista raggiunse lo scopo di aggravere il disorientamento e i contrasti tra le altre forze politichePolitica economica e consolidamento del regime fascista1° ottobre – di fronte all’intensificarsi della violenza squadrista i socialisti riformisti decisero, tardivamente, di appoggiare il debolegoverno di Luigi Facta; sconfessati dalla direzione massimalista, essi diedero vita al Partito Socialista Unitario, il cui primo segretariofu Giacomo Matteotti24 Ottobre – a Napoli, il generale Emilio De Bono, Italo Balbo, Cesare De Vecchi e il sindacalista Michele Bianchi formarono un<<quadrumvirato>> col compito di prepare il colpo di forza contro il governo, la cosiddetta <<marcia su Roma>>; Mussolini, che eraa Milano, si riservò la direzione politica della manovra.28 Ottobre – il Presidente del Consiglio propore al re di decretare lo stato d’assedio → il re rifiuta e offre a Mussolini l’incarico diformare il nuovo governo (fascisti, nazionalisti, liberali, popolari, indipendenti)16 Novembre – discorso di Mussolini al Parlamento in cui dichiara che la presentazione del Governo al Parlamento era solo un attodi <<formale cortesia>> e che solo temporaneamente egli aveva rinunciato a formare un governo di soli fascisti3 Dicembre – una legge approvata alla Camera conferì al governo ampi poteri, che furono usati per dare allo Stato un carattereautoritario → il Gran Consiglio del Fascismo si attribì di fatto funzioni prima appartenenti al Parlamento; creata la Milizia volontariaper la sicurezza nazionale (formata da squadristi); posti limiti alle attività sindacali e politiche e alla libertà di stampa.1923:Aprile – il congresso di Torino del Partito Popolare mette in discussione la politica di collaborazione governativa con il fascismoLuglio – i buoni rapporti col Vaticano da parte del Fascismo portano Sturzo ad abbandonare l’incarico di segretario del partito
  • 4. 1924:6 Aprile – alle elezioni (con la nuova legge elettorale a principio maggioritario detta “Legge Acerbo”) il cosiddetto <<listone>>formato da fascisti e conservatori ottenne il 64,9% dei voti validi e 374 deputati10 maggio – Giacomo Matteotti che aveva denunciato le irregolarità delle elezioni fu rapito da una squadra di sicari comandatadallo squadrista toscano Amerigo Dumini; il cadavere fu ritrovato il 16 agosto in una località di campagna nei pressi di Roma11 giugno - secessione dellAventino → atto di protesta attuato da alcuni deputati dopposizione contro il governo fascista, inseguito alla scomparsa di Giacomo Matteotti: l’iniziativa consisteva nell’astenersi dai lavori parlamentari, riunendosiseparatamente.1925: nel discorso del 3 gennaio Mussolini sfida il Parlamento assumendosi la responsabilità di quel che era accaduto, dando unasvolta radicale alla costruzione del regime dittatoriale → nuovo ordinamento statale, fortemente accentrato, trasferendo lamaggior parte dei poteri nell’esecutivo e soprattutto nel <<duce>> → un tribunale speciale per la difesa dello Stato fu messo infunzione per legalizzare la condanna degli oppositori1928: il Gran Consiglio del Fascismo diventa un organo ufficiale dello StatoPolitica economica e consolidamento del regime fascista1922-1923: fase di ripresa economica generale e di congiuntura internazionale favorevole, nella quale anche l’Italia fu coinvolta;con il ministro delle Finanze Alberto de Stefani, Mussolini adottò una politica economica di ispirazione liberista, fondatasull’incoraggiamento all’iniziativa privata e sull’eliminazione di controlli e condizionamenti da parte dello Stato.1924: difficoltà che si associano al valore del dollaro e della sterlina che aumentano sensibilmente rispetto alla lira; creazionedell’Istituto Luce (produttore dei cinegiornali settimanali che veniva proiettati in tutte le sale cinematografiche)1925-1927: serie di provvedimenti (“leggi fascistissime” ispirate dal giurista Alfredo Rocco) che avevano l’obiettivo di favorire ilrilancio dello sviluppo economico → rivalutazione della lira raggiunta con l’imposizione di una forte riduzione dei salari (il 20% nel1927), l’aumento delle imposte indirette sui consumi, l’istituzione di nuove imposte (come quella del celibato); accentuazione delprotezionismo doganale, concessi sgravi fiscali e agevolazioni alle imprese industriali, lanciata una campagna per la produzionegranaria (la <<battaglia del grano>>).[l’intervento in agricoltura si rivolse verso un’iniziativa ampi e grande, la cosiddetta bonifica integrale]1925: 2 ottobre, si giunse ad un accordo tra la Confederazione e la Confindustria (che prese il nome di Confederazione nazionalefascista dell’industria); l’accordo (patto di palazzo Vidoni), trasformato in legge nel 1926, dava efficacia giuridica ai soli contratti dilavoro stipulati dai sindacati fascisti, impedendo quindi l’azione sindacale ai socialisti, comunisti e cattolici.1926Gennaio – Lione, III Congresso del PCd’I → acquista un ruolo preminente il gruppo <<Ordine Nuovo>>, di cui facevano parteAntonio Gramsci e Palmiro Togliatti: nuova impostazione e stretto legame con l’Internazionale Comunista → Antonio Gramscivoleva il partito comunista come promotore di un ampio sistema di alleanza sociali da contrapporre al blocco fascista3 Aprile - abolizione del diritto di sciopero e delle confederazioni del lavoro; riconoscimento dei sindacati fascisti come soliorganismi sindacali dei lavoratori; essi dovevano confluire insieme con le associazioni dei datori di lavoro, in organismi nazionali dicollegamento, le Corporazioni; la magistratura del lavoro aveva il compito di risolvere le controversie tra lavoratori e datori dilavoro; creazione dell’Opera nazionale Balilla, dei Gruppi universitari fascisti e di varie associazioni direttamente controllate dalpartito31 Ottobre – Mussolini subisce a Bologna un attentato che costituì il pretesto per l’eliminazione degli ultimi, minimi residui didemocrazia8 novembre - Gramsci venne arrestato nella sua casa e rinchiuso nel carcere di Regina Coeli → compilazione dei “Quaderni delcarcere” che costituiscono l’apporto più nuovo e originale dato al marxismo negli anni tra le due guerre1927Aprile - Filippo Turati viene clandestinamente condotto in Francia dove ricostituisce il PSI; con il partito socialista unitario e ilpartito repubblicano e insieme alla Confederazione del Lavoro formarono la Concentrazione d’azione antifascista21 aprile - enunciata la Carta del Lavoro → eliminazione della lotta di classe, della collaborazione tra le classi in nome degli interessinazionali; una <<terza via>> fra capitalismo e socialismo27 novembre - creazione dell’EIAR (Ente italiano audizioni radiofoniche)192911 Febbraio - conciliazione fra Stato italiano e la Santa Sede realizzata mediante i Patti lateranensi → riconosciuta la Città delVaticano come Stato indipendente e fu pagata alla Santa Sede un’indennità per gli espropri fatti dopo l’unificazione → i rapporti traStato e Chiesa furono regolati da un concordato: riconoscimento della validità civile del matrimonio religioso, l’impegno a impartirel’insegnamento religioso cattolico nelle scuole, la negazione dei pieni diritti civili ai sacerdoti dichiarati eretici o che avesserorinunciato allo stato sacerdotale, la proibizione di ogni attività politica all’Azione cattolicaAgosto – creazione del movimento <<Giustizia e Libertà>> per iniziativa di Carlo Rosselli e di Emilio Lussu → riesame critico dellapolitica condotta dal partito socialista: insurrezione popolare contro il fascismo, la repubblica democratica, grandi riforme socialinell’agricoltura e nell’industria1930: creazione dell’OVRA, ovvero della polizia segretaGrande depressione del 1929Premesse: la crisi partita dagli Stati Uniti coinvolse anche i paesi europei; le difficoltà della ricostruzione e la permanenza delleconflittualità nazionalistiche ridussero drasticamente il livello della cooperazione economica e politica internazionale; un carattere<<subalterno>> al capitale americano del capitale europeo, latino-americano, asiatico; delle tendenze prevalenti nel decennio1919-1929 nell’economia dei paesi capitalistici: scarsi investimenti nei maggiori settori produttivi, scarso o fittizio incremento delpotere d’acquisto, permanere di un’estesa disoccupazione o sottocupazione, politica di bassi salari; quasi totale assenza, negli StatiUniti come in Europa, di un efficace controllo da parte dello Stato sul sistema bancario privato.
  • 5. 1929: anno della Grande Depressione negli Stati Uniti; le cause sono molteplici e difficili da individuare, ma sicuramentefondamentale fu la sovraproduzione e di conseguenza la progressiva accumulazione di scorte invendute24 ottobre - Inizia la Grande Depressione → crisi del New York Stock Exchange (la borsa di Wall Street), conosciuto anche comegiovedì nero29 ottobre - definitivo crollo della borsa valori (martedì nero), dopo anni di boom azionario.Fine anno – centinaia di banche americane ed europee fallirono e moltissime aziende industriali, commerciali e agricole chiusero ibattenti.1931: John M. Keynes si reca negli Stati Uniti e vide con i suoi occhi la distruzione di ricchezza che la crisi stava provocando; ritenevaurgente non solo la <<ripresa>> ma anche la riforma dell’economia → aumento dell’occupaizone, aumento del potere d’acquistonazionale, possibilità per le banche di dare denaro in prestito a basso tasso di interesse, aumento della fiducia dei cittadini nelleobbligazioni e nelle azioni pubbliche, politica di grandi lavori pubblici e di alti salari.1932: in Novembre è eletto come presidente degli Stati Uniti Franklin Delano Roosevelt fautore di una svolta che impresse allapolitica economica e generale degli Stati Uniti → il New Deal fu decisamente in contrasto con la dottrina e con la pratica delliberismo puro: svalutazione del dollaro del 40% per rialzare il livello dei prezzi; riassorbimento della disoccupazione mediante un ampio piano di lavori pubblici, finanziati dallo Stato, che andava dalla costruzione di dighe gigantesche fino alla decorazione dei monumenti; aumento dei salari e riduzione dell’orario di lavoro nelle fabbriche; fissazione di prezzi minimi dei prodotti e blocco della concorrenza sleale in campo commerciale; riconoscimento dei sindacati nelle aziende e obbligo per gli imprenditori di trattare con essi; controllo e riorganizzazione, da parte dello Stato, del sistema bancario, sorveglianza sulle borse e sul mercato azionario; incoraggiamento alal riduzione della coltura di prodotti agricoli di cui esistevano scorte non facilmente smerciabili e assunzione a carico dello Stato delle ipoteche gravanti sugli agricoltori creata la Tennessee Valley Authority, gestita direttamente dallo Stato, per produrre e fornire a prezzi convenienti energia elettrica in un’area economicamente depressa.Nazismo1928: accordo tra socialdemocratici e Centro consentì la formazione di un governo di <<grande coalizione>> sotto la presidenza delsocialdemocratico Hermann Muller1929: la crisi americana corrisponde in Germania ad una pressione degli industriali e degli esponenti del mondo finanziario, checercavano di riversare sui lavoratori il peso delle prime difficoltà economiche → si sgretola il già precario compromesso su cui si erabasata la grande coalizione e rese più acuto il contrasto tra governo e sindacati.1930: Muller lascia il posto ad un esponente del Centro, Heinrich Bruning → che riteneva che la crisi economica e l’instabilitàpolitica potessero essere sanate con una politica di difesa ad oltranza del marco, di aumento delle imposte e di riduzione dellaspesa pubblica → il suo programma fu bocciato dal Reichstag, ma egli lo attuò per decreto presidenziale14 settembre – Bruning scioglie il Parlamento e indice nuove elezioni → la propaganda di destra e dei nazisti contro la repubblica ela democrazia raggiunse il culmine, tanto che la maggior parte dei voti dei liberali e dei conservatori si riversarono sul partitonazista.[sempre più rilevante la presenza nazista, che si esplica in massicce sfilate di SA che da quel momento in poi dominarono le stradedelle città tedesche, creando uno stato permanente di disordine e di violenza]1931: le élite economiche e militari incominciarono a guardare con interesse alla NSDAP; Alfred Hugenberg, leader della Dnvp, ilprincipale partito della destra conservatrice, strinse un alleanza con Hitler e nel 1932 un gruppo di importanti uomini d’affari inviò aHidenburg un appello perché nominasse Hitler cancelliere193210 aprile - alle elezioni presidenziali (Hidenburg 53%, Hitler 37%, il comunista Thalmann 10%) l’equilibrio su cui poggiava il governoBruning non potè più essere mantenuto30 maggio – Bruning da le dimissioni, lasciando ad altri il compito di fare i conti con la crescente pressione della destra.2 giugno – diventa cancellerie un nobile cattolico Fritz von Papen; convinto che affidando una funzione di governo al partito nazista,sarebbe stato possibile eliminarne lo spirito eversivo → tregua con l’opposizione parlamentare nazista in cambio della promessa dinuove elezioni e della soppressione delle timide misure che il precedente governo aveva adottato per contenere il terrorismonazista → tenne un discorso in cui si facevano larghe concessioni alle idee e al linguaggio dei nazisti*Hitler arrivò a rifiutare l’offerta di diventare vice-cancelliere → egli mirava all’esautoramento e alla distruzione delle altre forzepolitiche]Novembre – il partito nazista subisce una sconfitta perdendo 2 milioni di voti ma ciò non fu sufficiente a creare una nuovaprospettiva politica nell’ambito degli schieramenti democratici1933:30 gennaio - dopo le dimissioni di von Papen e il breve governo del generale di fantaeria Kurt von Schleicher, il presidenteHindenburg diede a Hitler l’incarico di formare il nuovo governo27 febbraio – la sede del Reichstag fu distrutta da un incendio → i nazisti accusarono il partito comunista e approfittaronodell’incidente per scatenare una nuova campagna di terrorismo e di violenza28 febbraio – un decreto del presidente sospende i diritti dei cittagini, dando una veste di legalità al terrore che fu diffuso nel paese5 marzo – nuove elezioni in cui il partito nazista ottenne il 43% dei voti e raggiunse, con l’8,8% dei voti dell’alleato partito nazional-popolare, la maggioranza parlamentare[con la minaccia di un ulteriore aggravamento delle violenze ottenne, con i voti del Centro e l’opposizione dei socialdemocratici,l’approvazione di una legge che gli conferiva pieni poteri]
  • 6. 13 Marzo – venne fondato il Reichsministerium für Volksaufklärung und Propaganda (Ministero del Reich per listruzione pubblicae la propaganda), noto anche come Propagandaministerium, creato per diffondere lideologia del Partito nazista in Germania econtrollare le espressioni culturali nel paese; il ministero venne affidato a Joseph Goebbels e fu incaricato di controllare la stampa ela cultura nazionale20 Marzo – venne costituito a Dachau il primo campo di concentramento per prigionieri politici26 aprile – venne creata la Gestapo (Geheime Staatpolizei, “Polizia Segreta di Stato”), sotto il comando di Hermann GoringMaggio – roghi dei libri e pubblica condanna delle opere d’arte definiti <<degenerate>>Ottobre – Hitler decide l’uscita della Germania dalla Società delle Nazioni1934: Hitler assume anche la presidenza della Repubblica30 giugno – nella famosa <<notte dei lunghi coltelli>>, Roehm e migliaia di appartenenti alle SA (che avevano conservatore unarelativa autonomia rispetto al regime) furono prelevati e uccisi nelle prigioni e nei campi di concentramento → sostituite dalle SS(Schutz-Staffeln, “Squadre di protezione”), che erano state create nel 1925, e poste sotto il comando di Heinrich Himmler.[molti esponenti della scienza, della letteratura e dell’arte andarono in esilio; gli Ebrei furono privati della cittadinanza, sottoposti acrescenti violenze, esclusi da tutte le pubbliche attività; l’obiettivo iniziale era la loro espulsione dalla Germania; alla vigilia dellaguerra, il progetto fu sostituito dalla <<soluzione finale>>, il genocidio della razza ebraica in Germania e nei paesi in cui i nazisti siaccingevano ad imporre il loro dominio]14 luglio – il governo emanò una legge che dichiarava disciolti tutti i partiti, salvo quello nazionalsocialista24 ottobre - costituito il Fronte del Lavoro che sostituiva i sindacati e comprendeva padroni e lavoratori193511 marzo - Hermann Goring fondò la Luftwaffe, l’aviazione da guerra, di cui venne nominato comandante capo.15 settembre – Leggi di Norimberga → che privavano i non ariani della cittadinanza del Reich e proibivano i matrimoni fra ariani edebreiOrganizzazione/espansione fascista → guerra di Etiopia1929: la depressione economica in Italia provocò una crisi della grandi banche a cui seguì la caduta della produzione industriale eun aumento della disoccupazione → il governo reagì con la creazione di due grandi enti pubblici: IMI e IRI[con la statilizzazione di una parte rilevante del sistema economico e finanzario, la bonifica integrale, la riduzione dei salari e ilcontrollo dei prezzi, l’Italia riuscì ad evitare le conseguenze più gravi della crisi]1935: convegno di Stresa → accordo, in funzione anti-tedesca, siglato tra il ministro degli esteri francese Pierre Laval, il primoministro britannico Ramsay MacDonald e il leader italiano Benito MussoliniOttobre 1935-maggio 1936: conquista dell’Etiopia, contrastata soprattutto <<moralmente>> dalla Società delle Nazioni, checomminò all’Italia sanzioni economiche poco efficaci, rivelando in tal modo la marginalità della sua funzione politica internazionale1936: viene proclamata ufficialmente l’Autarchia, già insita nella politica economica del regime1937: l’iscrizione al partito fascista divenne obbligatoria per i dipendenti pubblici ed era comunque un requisito per ottenereimpieghi e promozioni (tanto che al tessera del partito venne chiamata “tessera del pane”)Urss negli anni ‘301928 - 1932: Varo del primo piano quinquennale, trionfo delleconomia pianificata (anche se più a breve termine che a lungo): avviodellindustrializzazione pesante dellUnione Sovietica (il che significava abbandono della NEP) e, in agricoltura, oltre lameccanizzazione e la collettivizzazione, Stalin dà il via ad una vera e propria (1930) lotta ai kulaki (contadini ricchi) e alla loro"eliminazione come classe"1929-1930 & 1932: collettivizzazione forzata delle terre che inizialmente è segnata dalla resistenza contadina che poi verràdefinitivamente spezzata → metà anni 30 collettivizzazione completata1932: i consumi contadini diminuirono al punto da provocare una <<carestia artificiale>> e un altissimo numero di vittime1934-1938: persecuzioni e repressioni che portarono alla morte o ai campi di concentramento centinaia di migliaia di cittadinisovietici → la svolta nelle persecuzioni e nelle <<purghe>> si verificò dopo l’assassinio (1934) di uno dei collaboratori di Stalin, Kirov→ il partito, la cultura, l’esercito, furono spietatamente falcidiati.Fronte popolare in Francia19346 febbraio - le destre francesi (la più famosa l’Action Francaise) tentarono un putsch, assalendo il palazzo del Parlamento eingaggiando una battaglia a colpi di arma da fuoco con l’esercito intervenuto.[uno sciopero generale di protesta contro la pressione della destra paralizzò la Francia; il presidente della Repubblica, Lebrun,patrocinava un governo di <<unione repubblicana>> comprendente vari esponenti del <<centro>> politico francese]31 maggio – il partito comunista francese fece appello ad un fronte comune con i socialisti e le altre forze democratiche → nascevail Fronte Popolare1936: alle elezioni politiche di aprile-maggio vi è la formazione di un governo di coalizione, presieduto dal socialista Léon Blum, il cuiprimo atto fu lo scioglimento dei partiti di destra1937-1938: l’alleanza comincia a deteriorarsi per i contrasti tra comunisti e socialistiGuerra civile spagnola1931: la Spagna a seguito della vittoria elettorale delle sinistre nelle elezioni amministrative si era data una Costituzione repubblicademocratica → tutte le forze di sinistra si erano impegnate in un’azione di rinnovamento.1932: fallito colpo di Stato da parte delle destre1933: i partiti di destra, guidati dal conservatore cattolico Gil Robles, ottennero la maggioranza nelle elezioni e ripresero le redinidel governo1936Febbraio – il Fronte Popolare di Manuel Azana ottiene la vittoria alle elezioni con 278 deputati contro i 134 della destra
  • 7. [l’apertura democratica del governo mobilitò e spinse all’unione i possidenti, gli industriali e tutta la destra conservatrice finoall’organizzazione fascista della Falange]13 luglio – viene assassinato il capo della coalizione di destra, Calvo Sotelo18 luglio – contingenti dell’esercito guidati dai generali Francisco Franco, Goded, Mola, Sanjurjo, si ribellarono contro il governo invarie località della Spagna → il governo tentò di ricondurre all’ordine i rivoltosi, senza spargimento di sangue, ma, visti inutili itentativi diede ordine di distribuire le armi al popolo → inizio della guerra civile[Mussolini e Hitler decisero di inviare aiuti militari all’esercito franchista; l’URSS intervenne a sostegno del governo repubblicano;Francia e Gran Bretagna decisero di non intervenire]1937: la Chiesa fu spinta dalle violenze contro i religiosi e dalle manifestazioni di intolleranza anticlericale a prendere posizioneostile al governo repubblicano ed a riconoscere la giunta franchista insediata a Burgos → sconfitta delle truppe fasciste in marzo aGuadalajara1939: in gennaio il <<caudillo>> Francisco Franco poteva entrare a Barcelona e mettere fine al conflitto[stretto rapporto con la Chiesa, partito unico (Falange), nazionalismo, anticomunismo e avversione al liberalismo e alla democrazia,concezione rigidamente centralistica dello Stato, spirito militaresco, controllo sulla cultura, negazione del libero esercizio dei dirittisindacali]La Seconda Guerra Mondiale1935: in Cecoslovacchia il partito filonazista di Konrad Henlein reclamava il distacco dei Sudeti dalla Cecoslovacchia e aveva trovatoun solito alleato nel Partito Popolare Slovacco del prete Andrej Hlinka19367 marzo - In aperta violazione al trattato di Versailles, Hitler ordinò alle truppe tedesche di rioccupare la Renania; Hitler scommisesul fatto che le potenze occidentali non sarebbero intervenute → sia la Gran Bretagna che la Francia condannarono ufficialmentequellatto, ma non fecero nulla per far osservare il Trattato.24 ottobre - Asse Roma-Berlino che sancisce l’alleanza italo-tedesca1937Luglio – aggressione del Giappone alla Cina5 novembre – il Fuhrer, in una riunione con il ministro della Guerra, il ministro degli Esteri e i più alti capi militari disse che la<<razza germanica>> aveva diritto ad uno <<spazio vitale più grande che non altri popoli>> e che questo problema poteva essererisolto soltanto con la guerra (spazio vitale = Lebensraum)25 novembre - inserito nell’Asse del Giappone nel patto anti-CominternDicembre – l’Italia esce dalla Società delle Nazioni1938Marzo – annessione dell’Austria (Anschluss) realizzata da Hitler con un’invasione militare, malgrado le preoccupazioni e leincertezze di una parte dei suoi collaboratori, e con il consenso di Mussolini18 settembre – vengono lette per la prima volta le Leggi razziali fasciste, rivolte prevalentemente contro, ma non solo, le personedi religione ebraica29 settembre – Hitler richiede i sudeti; Chamberlain si dimostrò disposto ad accettare le richieste (in nome dell’Appaesement, della“moderazione pacifica”, della conservazioni della pace a ogni costo) ma il Fuhrer accrebbe le sue pretese → conferenzaquadripartita (Gran Bretagna, Francia, Germania e Italia) di cui è promotore Mussolini e che sie tenne a Monaco: la richiestahitleriana di separazione dei Sudeti fu accolta e sembrò che gli accordi avessero creato le condizioni per la stabilizzazionedell’Europa9-10 Novembre – “Notte dei Cristalli” → durante la quale si scatenò in tutta la Germania la furia antisemita contro i negozi e lesinagoghe ebraiche. Quella notte furono attaccati e distrutti migliaia tra sinagoghe, negozi, uffici e abitazioni di ebrei e quasiduecento persone furono uccise. Il regime nazista utilizzò come pretesto per scatenare questa furia antisemita lassassinio,avvenuto a Parigi il 6 novembre, del diplomatico tedesco Ernst von Rath da parte di un giovane esule ebreo, Hirsch Grynszpan.1939Marzo – Hitler decide di invadere la Cecoslovacchia, che termine la sua esistenza e viene smembrata: la regione dei Sudeti allaGermania; Boemia e Moravia trasformate in un protettorato tedesco; la Slovacchia divenne uno Stato apparentemente autonomoma sotto la reale tutela tedesca (monsignor Josef Tiso)21 marzo – Hitler presenta 3 richieste al Governo Polacco: 1)restituzione di Danzica (il famoso <<corridoio di Danzica>>);2)consensoalla costruzione di una autostrada e di una ferrovia extra territoriali che consentano il collega mento tra la Germania e la PrussiaOrientale attraverso il Corridoio di Danzica;3)garanzie, a lunga scadenza,del nuovo assetto territoriale.23 marzo – Hitler occupa la città di Memel in Lituania31 marzo - In una dichiarazione congiunta Francia e Gran Bretagna annunciano che garantiranno l’indipendenza e l’integritàterritoriale della Polonia contro eventuali aggressori.Aprile – l’Italia occupa l’Albania22 maggio – nonostante gran parte dell’opinione pubblica italiana e numerosi collaboratori dello stesso Mussolini (tra questi ilgenero, ministro degli Esteri Galeazzo Ciano) misero in guardia il duce sulla reali potenzialità belliche italiane, quest’ultimo decise difirmare il patto di alleanza con la Germania per l’inseparabilità dei destini in guerra (patto d’acciaio)27 maggio – Mussolini redige il <<memoriale Cavallero>> facendo presente a Hitler che l’Italia non era ancora preparatamilitarmente e politicamente per la partecipazione alla guerra e non avrebbe potuto esserlo prima del 194320 agosto – era intanto in atto una guerra russo-giapponese; battaglia decisiva lungo il confine tra la Mongolia e Manciuria che sisarebbe conclusa alla fine del mese con una vittoria russa.
  • 8. 23 agosto – patto Molotov-Ribbentrop tra Germania e Unione Sovietica → patto di non aggressione cui è allegato un protocollosegreto relativo alla futura(e quindi data come certa)spartizione della Polonia; Berlino poteva offrire a Mosca su un piatto d’argentoquello che mai Francia e Inghilterra avrebbero potuto consentire, e cioè mezza Polonia, la Bessarabia e gli Stati baltici29 agosto – Mussolini pose come condizione per l’intervento in guerra la fornitura da parte tedesca di ingenti quantità di materialebellico e strategico → Hitler rispose dichiarando l’impossibilità di fornire il materiale richiesto e autorizzando l’Italia a mantenereuna posizione di non belligeranza nell’ormai imminente conflitto1° settembre – le truppe tedesche varcarono il confine polacco → il 3 settembre la Francia e l’Inghilterra dichiararono guerra allaGermania[le operazione tedesche in Polonia rivelarono un tipo nuovo di strategia basato sull’impiego massiccio e coordinato di divisionecorazzate, fanteria motorizzata e aerei; i centri nevralgici del sistema difensivo polacco furono colpiti e scompaginati dabombardamenti aerei]18 settembre – la Polonia capitola; i Russi sulla base degli accordi con i Tedeschi, occuparono una parte del territorio polacco [sul fronte occidentale l’esercito francese, schierato sulla Linea Maginot di fronte all’opposto e analogo sistema di fortificazionitedesco (Linea Sigfrido), rimase sulla difensiva, mentre la Polonia veniva annientata; l’Inghilterra contava di contribuire alla guerrasoprattutto con il blocco economico nei confronti della Germania]Dicembre 1939-marzo 1940: campagna dell’Unione Sovietica contro la Finalandia19403 aprile-9 maggio – massacro di Katyn, esecuzione di massa, da parte dellArmata Rossa, di soldati e civili polacchi.9 aprile – occupazione tedesca della Danimarca e della Norvegia10 maggio – offensiva contro la Francia, che fu condotta secondo il <<piano Manstein>> → l’attacco al Belgio e l’occupazionedell’Olanda furono attuati per attirare verso il Nord le forze franco-inglesi mentre l’azione principale si svolgeva in un punto deboledella linea difensiva francese, tra Namur e SedanIn Inghilterra Chamberlain fu sostituito da Winston Churchill29 maggio-3 giugno – per sfuggire alla morsa tedesca, 340mila soldati inglesi e francesi si imbarcarono per la Gran Bretagna aDunkerque10 giugno – il successo tedesco contro i francesi spinse Mussolini ad abbandonare il suo atteggiamento iniziale di cautela: in talmodo l’Italia entrò in guerra dichiarando guerra contro la Francia e l’Inghilterra14 giugno – le truppe tedesche entrarono a Parigi → due tendenze nel governo francese: una che faceva capo al presidente PaulReynaud, propugnava il proseguimento della guerra col trasferimento del centro politico e militare in Africa del Nord; l’altra,sostenuta dal vicepresidente maresciallo Pétain, era per la richiesta d’amistizio18 giugno – il generale Charles De Gaulle lanciò da radio Londra un appello alla continuazione della lotta25 giugno – prevale la tesi di Petain, dimissioni di Reynaud, e firma dell’armistizio con i tedeschi[i tedeschi imposero un regime di occupazione nella parte nord-occidentale del territorio francese → nella parte rimanente siinsediò un governo dittatoriale di destra con sede a Vichy e come capo dello Stato Pétain; di contro si creò l’organizzazione<<Francia Libera>> garantendo la continuità del contributo francese alla guerra contro la Germania]Luglio-Novembre – il tentativo tedesco di indurre la Gran Bretagna alla resa incontrl una resistenza decisa e senza esitazioni; gliattacchi della Luftwaffe (l’aviazione tedesca) avrebbero dovuto creare le condizioni favorevoli ad uno sbarco → ma la resistenzamorale della popolazione, la solidarietà e il sostegno di mezzi e uomini dei dominions e le gravi perdite inflitte dalla RAF (Royal AirForce) all’aviazione tedesca, grazie anche all’uso del radar, fecero fallire il piano di HitlerAgosto-Settembre – le offensive italiane nella Somalia britannica e in Egitto, dopo qualche iniziale successo, furono bloccate dagliinglesi, il cui contrattato, anzi portò alla perdita della Cirenaica (dicembre 1940-febbraio 1941)Settembre – il Giappone aderì al patto tra Italia e Germania, che divenne così il patto tripartito → ad esso aderirono poi anche laRomania, l’Ungheria e la Slovacchia28 ottobre – Mussolini decise di attaccare improvvisamente la Grecia; ma l’attacco corrispose ad una controffensiva greca chepenetrò in Albania[in Africa settentrionale le truppe inglesi avanzarono fino a Bengasi, mentre in Grecia fallì un nuovo tentativo italiano di ripresaoffensiva; l’esercito britannico penetrò anche in Africa Orientale → la Germania dovette così impegnarsi sia in Africa Settentrionale,dove fu inviato un corpo di spedizione (Afrikakorps) sotto il comando del generale Erwin Rommel che ricacciò gli Inglesi dallaCirenaica, sia in Grecia e nei Balcani]Novembre – incontro tra Molotov e Ribbentrop, che si era svolto a Berlino, emersero contrasti tra i due paesi a proposito delcontrollo militare che la Germania aveva instaurato in Romania per assicurarsi lo sfruttamento dei giacimenti petroliferi edell’offensiva italo-tedesca nei Balcani.1941Primi mesi – le armate tedesche occuparono la Bulgaria e, insieme a quelle italiane, la Jugoslavia, la Grecia e l’isola di Creta.11 marzo – legge affitti e prestiti → da parte degli Stati Uniti, in base al quale il governo era autorizzato a fornire materiale bellicoagli Stati stranieri la cui protezione rappresentava un <<interesse vitale per gli Stati Uniti>>6 aprile – con un attacco fulmineo i tedeschi invasero la Jugoslavia e si ricongiunsero con gli italiani: respinti gli inglesi, la Greciavenne occupata e posta sotto amministrazione italo-tedescaAprile – nell’Africa Orientale, le truppe britanniche, rafforzate da contingenti indiani, ebbero la meglio, arrivando ad occupareAddis Abeba, capitale dell’EtiopiaAgosto – Churchill e Roosevelt si incontrarono nell’isola di Terranova e redassero la <<Carta Atlantica>> → la lotta contro i paesidell’Asse acquistò sempre più nettamente un’impronta ideologica di lotta contro il nazismo e il fascismo22 giugno – Hitler lanciò contro l’Unione Sovietica le sue armate, a cui si affiancarono subito truppe italiane, rumene, ungheresi,slovacche, finlandesi e volontari spagnoli e francesi → <<piano Barbarossa>>.
  • 9. [più di 3 milioni di uomini, con l’appoggio di 10.000 carri armati e 3000 aerei, su un fronte di 1400 km, sferrarono una serie dioffensive dilagando nell’immensa pianura ucraina, nei paesi baltici e nel nord della Crimea e giungendo fino ai sobborghi di Mosca edi Leningrado]4 settembre – Leningrado, importante anche come centro industriale, rimase isolata dal resto del paeseDicembre – mentre un’accanita guerriglia partigiana operava tra le maglie delle forze corazzate e della fanteria tedesca, una primacontroffensiva (esercito russo riorganizzato sotto la direzione del generale Zukov) costrinse i tedeschi a retrocedere in più punti →poi l’inverno russo, congelò per diversi mesi, la situazione7 Dicembre – l’aviazione giapponese attaccò la flotta statutinense nel Pacifico, alla fonda nella rada di Pearl Harbor, nelle Hawaii,infliggendole gravi perdite8 Dicembre – Stati Uniti e Gran Bretagna dichiararono guerra al Giappone12 Dicembre – i governo di Roma e Berlino dichiararono guerra agli Stati Uniti[l’estensione del suo dominio alla quasi totalità dell’Europa diede ad Hitler la possibilità di applicare su larga scala le teorie razzistee di impostare la <<soluzione finale>> del problema ebraico in termini di totale annientamento → milioni di Ebrei vennero avviati aicampi di sterminio, a Buchenwald, Dachau, Mathausen, Auschwitz, per essere uccisi nelle camere a gas e distrutti nei fornicrematori, insieme a civili e prigionieri russi e polacchi]1942Primavera – cominciarono a manifestarsi gli effetti della riorganizzazione militare-industriale compiuta dai paesi dell’alleanzaantinazista con l’aiuto americano → gli stessi Stati Uniti riconquistarono il dominio del mare infliggendo gravi perdite alla flottagiapponese, e poco dopo iniziarono la controffensiva su grande scalaEstate – i tedeschi giunsero fino al Don e al Volga e penetrarono nel Caucaso23 ottobre – il primo intervento delle forze statunitensi fu in Africa Settentrionale → l’offensiva italo-tedesca venne arrestata a ElAlamein dagli inglesi del generale Montgomery, che iniziarono poi a respingere le forze dell’Asse verso occidente → gli italo-tedeschi dovettero retrocedere perdendo l’intera LibiaA-Novembre – sbarco americano in Marocco e Algeria, le forze dell’Asse vennero prese fra due fuochiR-Novembre – i Russi lanciarono una poderosa controffensiva sul fronte meridionale: un’armata tedesca, comandata dal generalevon Paulus, fu annientata nella battaglia di Stalingrado (novembre 1942-gennaio 1943)1943Marzo – il fallimento militare, i bombardamenti alleati, le sempre più difficili condizioni economiche distrussero la credibilità delregime → gli scioperi nelle principali città del nord ne furono un chiaro segnoMaggio – ultima resistenza italo-tedesca in Tunisia venne piegata → la guerra sul fronte nordafricano era finita10 Luglio – con la vittoria sul fronte dell’Africa settentrionale si apriva per gli Alleati la possibilità di realizzare uno sbarco in Sicilia,che ebbe luogo il 10 luglio 194325 luglio – dopo una violenta discussione in seno al Gran Consiglio del fascismo, la maggioranza, in contatto con la corte, votò unamozione di sfiducia contro Mussolini ; Vittorio Emanuele III colse l’occasione per destituirlo e per farlo arrestare → il governo fuaffidato al maresciallo Badoglio, che costituì un ministero di <<tecnici>>3 settembre – viene firmato a Cassabile, in Sicilia, un armistizio con gli alleati8 settembre – viene reso noto l’armistizio firmato con gli anglo-americani → le truppe alleate dalla Sicilia erano sbarcate sullapenisola, in Calabria, mentre i Tedeschi si preparavano a prendere direttamente sotto il loro controllo la situazione in Italia centro-settentrionale → il re e il governo abbandonaro Roma, la cui occupazione da parte dei Tedeschi fu per breve tempo contrastata dagruppi di militari e di civili che spontaneamente si erano posti a difesa della capitale[l’esercito abbandonato a se stesso si sbandò: i reparti italiani all’estero che tentarono di resistere ai tedeschi furono massacrati,come accadde a Corfù e Cefalonia]9 settembre – formazione dei Comitati di Liberazione Nazionale → composti da sei partiti (democratico-cristiano; comunista;socialista; d’azione; liberale; democratico del lavoro), i quali in Italia centro-settentrionale, promossero la guerra contro i tedeschi ei fascisti12 settembre – Mussolini viene liberato da una squadra di paracadutisti tedeschi; fondò la Repubblica Sociale Italiana, con capitalea Salò e un governo di fatto sottomesso a quello tedesco → ebbe inizio in Italia la lotta di liberazioneOttobre – gli Alleati non avevano escluso che i rapporti con l’Italia e il regime di occupazione potessero essere modificati inrelazione ad un eventuale contributo italiano alla guerra contro la Germania → su questa base il governo Badoglio dichiarò guerraalla Germania28 novembre-1° dicembre – Churchill, Roosevelt e Stalin decisero l’apertura di un “secondo fronte” in Europa1944Inizio anno – i Russi portarono a compimento la liberazione dell’Ucraina e della CrimeaGennaio – richiesta dell’abdicazione del Re fatta da comunisti, socialisti e partito d’azione nel congresso dei partiti antifascisti che sitenne a Bari → provocò l’irrigidimento del governo Badoglio e degli altri partiti e acccentuò le preoccupazioni degli Alleati per lecaratteristiche che stava assumendo il movimento della Resistenza24 marzo - eccidio delle Fosse Ardeatine, massacro compiuto a Roma dalle truppe di occupazione della Germania nazista ai dannidi 335 civili e militari italiani, come atto di rappresaglia in seguito allattentato di via Rasella compiuto contro le truppe germanicheavvenuto il giorno precedente.Giugno – cominciano a piovere sull’Inghilterra le bombe volanti V1 e V2, razzi a reazione teleguidati4 Giugno – Roma è liberata dagli Alleati, la loro lenta avanzata verso il Nord venne arrestata lungo la Linea Gotica, che andava daRimini a La Spezia (linea difensiva creata dal feldmaresciallo tedesco Albert Kesselring)6 giugno – viene aperto un “secondo fronte” con lo sbarco in Normandia, un’imponente quanto sanguinosa operazione aeronavalecomandata dal generale Dwight Eisenhower, che travolse le difese tedesche e condusse alla liberazione del Belgio e di quasi tutta laFrancia
  • 10. 9 giugno – grazie all’intervento di Palmiro Togliatti si riuscì ad arrivare ad un accordo tra partiti e istituzioni e venne istituito ilCorpo dei volontari della libertà, sotto il comando del generale Cardona, di Ferruccio Parri (partito d’azione) e Luigi Longo (partitocomunista) → la direzione politica della guerra partigiana fu assunta dal CLNAI (Comitato di liberazione nazionale dell’Alta Italia)20 luglio – fallito attentato contro Hitler da parte di un gruppo di ufficiali (operazione Valchiria)Agosto – sanguinoso fallimento dell’insurrezione antinazista di Varsavia, che scoppiò mentre le truppe dell’Armata Rossastazionavano a breve distanza dalla città19-25 agosto - Parigi insorse contro i tedeschi; i soldati di De Gaulle, dopo un riuscito sbarco in Provenza, riconquistarono lacapitale franceseSettembre – Ungheria, Romania e Bulgaria firmano l’armistizio con i sovietici29 settembre-5 ottobre - eccidio di Monte Sole (più noto come strage di Marzabotto, dal maggiore dei comuni colpiti) fu uninsieme di stragi compiute dalle truppe naziste in Italia nel territorio di Marzabotto e nelle colline di Monte Sole in provincia diBologna, nel quadro di unoperazione di rastrellamento di vaste proporzioni diretta contro la formazione partigiana Stella Rossa.Ottobre – in Jugoslavia, Belgrado insorse vittoriosamente contro i tedeschi, che dovettero lasciare anche la Grecia, occupata dagliinglesiNovembre - Proclama Alexander → gli Alleati chiedono la sospensione delle attività partigiane.Dicembre - Protocolli di Roma → accordo fra CLNAI e Alleati, che riconoscono il CLNAI come unico rappresentante della Resistenzain Alta Italia.1945Febbraio – nuova conferenza dei tre grandi (a Yalta, in Crimea) mise a punto la fase finale dell’attacco alla GermaniaMarzo – devastante bombardamento di Tokyo da parte degli Stati Uniti → nella primavera le vittorie di Iwo Jima e Okinawa miserogli americani in condizione di bloccare i rifornimenti al Giappone7 marzo – gli Alleati attraversarono il Reno13 aprile – l’Armata Rossa entrò in Austria e occupò Vienna24 aprile – il Clnai, attraverso un comitato formato dal socialista Sandro Pertini, dal comunista Emilio Sereni e dall’azionista LeoValiani, lanciò un appello all’insurrezione; mentre le forze alleate, sfondata la linea gotica, avanzavano nella pianura padana, lamobilitazione degli operai e il convergere delle brigate sui grandi centri accelerarono la disfatta dei tedeschiTra 24-26 aprile – si liberarono Genova, Torino e Milano e poi via via tutte le città del nord, ove il Clnai assunse i poteri civili emilitari25 APRILE (ITALIA) – il 25 aprile 1945 è la data ufficiale della liberazione dell’Italia; si calcola che circa 50mila partigiani siano cadutinel corso della guerra di liberazione, mentre 10mila furono le vittime civili.25 aprile – anglo-americani e russi si incontrarono sul fiume Elba28 aprile - Mussolini che aveva tentato di fuggiere in Svizzera fu catturato e fucilato a Dongo per ordine del Comitato di Liberazione30 aprile – a Berlino, investita dalle armate sovietiche Hitler si suicidò insieme ad altri esponenti del regime2 maggio – i Sovietici entrarono a Berlino7 magggio-8 maggio - l’ammiraglio Doenitz, che Hitler aveva designato come suo successore, dovette firmare la resa senzacondizioni, che fu pubblicamente annunziata il giorno successivo17 luglio-2 agosto – conferenza di Postda; nel corso dellincontro i leader delle potenze vincitrici della Seconda guerra mondiale(Stati Uniti, Inghilterra e Unione Sovietica) discussero e raggiunsero accordi sulla gestione dellimmediato dopoguerra.6 agosto – il presidente americano Harry Truman dopo aver lanciato un ultimatum che fu respinto, decise di impiegare in Giapponela nuova arma che era stata messa a punto nei laboratori nucleari americani → il 6 agosto una bomba atomica distrusse quasicompletamente la città di Hiroshima e il 9 agosto un secondo ordigno fu gettato sulla città di Nagasaki8 agosto – l’Unione Sovietica aveva dichiarato guerra al Giappone e aveva iniziato l’invasione della Manciuria e della Corea14 agosto – il Giappone accettò la resa senza condizioni che fu firmata il 2 settembre sulla corazzata Missouri nella rada di TokyoGuerra Fredda[I governi avevano finanziato la guerra stampando enormi quantità di carta moneta, che non avevano nessun rapporto né con leriserve auree né con la produttività dei sistemi economici, ed aumentando più o meno forzatamente il debito pubblico: il risultatofu un’inflazione selvaggia che praticamente distrusse i risparmi dei cittadini; i paesi sconfitti dovettero inoltre contribuire almantenimento degli eserciti occupanti]194525 aprile-26 giugno - alla conferenza di San Francisco nasce l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU)Luglio – in Inghilterra alle elezioni sconfitta per Churchill e partito laburista al governo con Clement Attlee che attuò un vastoprogramma di nazionalizzazione e di intervento pubblico in alcune aree deboli dell’economia nazionale; sul piano sociale furonocreate importanti strutture del Welfare State (servizio sanitario nazionale, assistenza pubblica ai disoccupati ecc)20 novembre(fino al 1° ottobre 1946) – processo di Norimberga → i capi superstiti del regime furono processati e condannati19465 marzo - lungo discorso di Winston Churchill tenuto a Fulton (Missouri):<<… Da Stettino nel Baltico a Trieste nellAdriatico unacortina di ferro è scesa attraverso il continente.…>>Maggio – venne creato un Fondo monetario internazionale (FMI), finanziato con i contributi dei paesi aderenti, fu istituito con ilcompito di intervenire, fornendo prestiti nei casi di squilibrio della bilancia dei pagamenti; contemporaneamnete fu istituita unaBanca internazionale per la ricostruzione e lo sviluppoLuglio-Ottobre - <<conferenza dei ventuno>> che servì per la definizione dei trattati13 Ottobre – nasce la Quarta repubblica francese, inizialmente con governi provvisori di De Gaulle1947
  • 11. 10 febbraio – trattati con i paesi ex alleati della Germania (Italia, Romania, Finlandia, Ungheria e Bulgaria) → adottato il principiodel ritorno alla situazione del primo dopoguerra, ma non senza notevoli rettifiche:- l’Italia dovette cedere le isole del Dodecaneso alla Grecia, una parte della Venezia Giulia alla Jugoslavia e due piccoli territori diconfine (Briga e Tenda) alla Francia; dovette riconoscere l’indipendenza dell’Albania e rinunciare alle colonie → la controversaquestione di Trieste fu risolta con la creazione di un territorio libero, diviso in due zone amministrate rispettivamente daAngloamericani e dagli Jugoslavi; di fatto poi Trieste tornò all’Italia nel 1954- la Romania dovette cedere la Bessarabia all’Unione Sovietica recuperando a sua volta dall’Ungheria la Transilvania- l’Unione Sovietica ottenne anche la cessione della Rutenia subcarpatica dalla Cecoslovacchia ed alcune zone di confine dallaFinlandia; riacquistò inoltre i territori baltici perduti dopo la rivoluzione del 1917 e una parte della Prussia Orientale- la Polonia cedette all’Unione Sovietica i territori bielorussi e ucraini che le aveva tolto nel 1921 ed acquistò le regioni tedesche adest della linea Oder-NeisseMarzo-Aprile – alla conferenza di Mosca non si riesce a trovare un accordo per la Germania che fu quindi divisa in quattro zone dioccupazione12 Marzo – Harry Truman prese l’iniziativa di dichiarazione della guerra fredda con un discorso tenuto al Congresso5 giugno – contemporaneamente all’inizio della guerra fredda, gli Stati Uniti elaborarono un piano di aiuti, il Piano Marshall, chemirava ad estendere e rafforzare i legami politici con l’Europa e favorirne la ripresaSettembre – nasce il COMINFORM, un ufficio internazionale dei partiti comunisti → i rapporti tra i <<partiti fratelli>> furonoimprontati al duro autoritarismo del partito guida e alla subalternità delle altre componenti[modo autoritario e violento con cui i Sovietici cominciarono ad imporre la formazione di regimi comunisti nei paesi dell’Esteuropeo che erano sotto la loro influenza]194816 aprile - per elaborare il programma delle ripresa fu creata l’Organizzazione europea per la cooperazione economica (OECE)23 giugno – l’Unione Sovietica bloccò le vie d’accesso a Berlino che era divsa in quattro settori di occupazione e si trovavaall’interno della zona sovietica → il blocco durò fino al 12 maggio dell’anno successivo e fu di fatto neutralizzato da un ponte aereoamericano che assicurò alla città i rifornimenti28 giugno – la Jugoslavia di Tito esce dal Cominform (scima jugoslavo)1949Gennaio – i paesi del blocco orientale, sotto l’egida dell’Unione Sovietica, diedero l’avvio ad un autonomo processo di integrazionee di cooperazione economica che scofiò nella creazione di un Consiglio per l’aiuto economico reciproco (Comecon)Aprile – venne creato il Patto Atlantico e alla connessa organizzazione militare (la NATO, North Atlantic Treaty Organization)aderirono inizialmente 12 paesi5 maggio – venne creato il Consiglio d’Europa, formato da 142 rappresentanti dei parlamenti dei paesi aderenti, con poteriesclusivamente consultivi7 settembre – viene proclamata la Repubblica Federale Tedesca, con funzione di cancelliere il cristiano-democratico KonradAdenauer e con capitale Bonn1° ottobre – in Cina, la rivoluzione guidata da Mao Tse-Tung si concluse con l’abbattimento del regime di Ciang Kai-Scek, sostenutodagli Stati Uniti → alla proclamazione della Repubblica Popolare Cinese seguì il trattato di alleanza e di reciproca assistenza anchesul piano militare con l’Unione Sovietica (trasformata, però, in conflitto nel 1960)7 ottobre – proclamata la Repubblica Democratica Tedesca, con capitale Pankov1950-1953: Guerra di Corea → la penisola coreana era stata divisa in due parti in seguito alle vicende della guerra in EstremoOriente, con un governo comunista al nord e un governo filo-occidentale nella parte a sud del 38° parallelo; l’urto tra i due governiprovocarono l’intervento degli Stati Uniti sotto l’egida dell’Onu che dichiarò a maggioranza la Corea del Nord paese aggressore → insostegno dei Nord-coreani intervennero truppe della Repubblica popolare cineseLa guerra si protrasse a lungo con alterne vicende; quando le truppe del generale americano MacArthur giunsero al confire con laRepubblica popolare cinese e questa rispose con un’offensiva che respinse Americani e Sud-coreani olre il 38° parallelo si ebbel’impressione che una nuova catastrofe potesse abbattersi sul mondo intero e si profiò perfino la minaccia dell’uso della bombaatomica → dopo lunghe trattative fu raggiunto un armistizio nel 19531951: in Inghilterra i laburisti furono sostituiti da un governo conservatore; in Francia le correnti conservatrici prevalsero sui radicaliprogressisti; in Unione Sovietica il potere dittatoriale e l’intolleranza di Stalin si fecero sentire più aspramenteItalia194521 giugno-8 dicembre – primo governo del dopoguerra che fu affidato ad uno dei principali capi della Resistenza, Ferruccio Parri ecomposto da tutti i partiti del Comitato di Liberazione nazionale, compresi comunisti e socialisti, che erano legati ad un patto diunità di azioneDicembre – fermo restando la composizione pluripartitica del governo, Parri fu sostituito da Alcide De Gasperi19462 giugno – si tennero contemporaneamente le elezioni per l’Assemblea costituente e il referendum istituzionale, che diede lamaggioranza alla soluzione repubblicana; l’acquisizione del diritto di voto delle donne fu una delle manifestazioni del nuovo clima[l’elaborazione della Costituzione e l’accordo generale delle forze politiche sui principi fondamentali della democrazia e dellasolidarietà sociale fu un elemento importante anche per la ripresa e il consolidamento dell’identità nazionale]19481° gennaio - proclamazione della Costituzione18 aprile – alle elezioni la Democrazia Cristiana si assesta al 48,5% dei suffragi contro il 35% del Fronte popolare, in cui eranoschierati comunisti e socialisti
  • 12. [Fattore K: Democrazia cristiana al governo con i suoi alleati e il partito comunista all’opposizione, senza possibilità di mutamento ealternanza]1953: alla riorganizzazione dell’IRI, destinato ad incrementare le aziende di proprietà dello Stato, seguì la costituzione dell’Entenazionale idrocarburi (ENI)Tramonto del sistema Coloniale[ondata rivoluzionaria che percorse i popoli coloniali: conquista dell’indipendenza dell’India, imposta nel 1947 dalla forza e dalgrande prestigio che aveva acquistato il movimento indipendentista negli anni precedenti sotto la guida di Gandhi; l’Inghilterraconcesse l’indipendenza a Ceylon e alla Birmania (1948) e l’Olanda fu costretta a riconoscere la repubblica indonesiana (1949)]• Vietnam: la Francia oppose una resistenza accanita al movimento di liberazione nazionale del Vietnam che era guidato dacomunisti e dal loro capo Ho Ci Minh; la guerra tra francesi e vietnamiti si concluso dopo che quest’ultimi costrinsero allacapitolazione la guarnigione di Dien Bien Phu (marzo-aprile 1954) → nella conferenza internazionale di Ginevra il governo francesedi Mendès-France riconobbe l’indipendenza degli Stati indocinesi (i risultati non furono però accettati dagli Stati Uniti)• Egitto: formalmente indipendente dal 1922, si ribellò nel 1952 alla monarchia di Faruk, tradizionalmente asservita agli interessiinglesi e profondamente corrotta; la Gran Bretagna dovette riconoscere l’indipendenza del Sudan, che si unì all’Egitto → nelprogramma di indipendenza politica e di sviluppo del nuovo regime rientrava anche la nazionalizzazione della Compagnia delCanale di Suez; la nazionalizzazione fu effettuata dal presidente Gamal Abdel Nasser nel 1956• Algeria: cospicua presenza di coloni francesi residenti che si opponevano alla concessione dell’indipendenza; il tentativo distroncare con la forza il movimento indipendentista algerino scatenò, a partire dal 1954, una lunga e violenta guerra.Nel 1958 la crisi sfociò in un mutamento di regime in senso presidenzialista, promosso dal generale De Gaulle; assunta lapresidenza del Consiglio dei ministri, propose una nuova Costituzione e una riforma elettorale → De Gaulle fu eletto presidentedella Repubblica e in questa veste proseguì l’azione politica per la soluzione della questione algerina → mentre il Fronte diliberazione nazionale algerino continuava la guerra un movimento di estrame destra, l’Organisation de l’armée secrète (OAS), cercòdi interrompere con una serie di attentati le trattative tra la Francia e il Fronte Algerino; dopo un armistizio (13 marzo 1962), letrattetive si conclusero in aprile con gli accordi di Evian e con il riconoscimento dell’indipendenza algerina•Unione Sudafricana: già indipendente dal 1910 nel quadro del Commonwealth britannico; qui la minoranza bianca perseguendouna politica di rigida segregazione razziale (apartheid) e di sfruttamento ad oltranza della popolazione nera, si mise in contrastocon la Gran Bretagna e si staccò dal Commonwealth nel 1961. Nel 1963 il Consiglio di sicurezza dell’ONU votò all’unanimità unarisoluzione in cui si chiedeva ai paesi membri di ridurre le attività di scambio con la nuova Repubblica sud-africana fino a che questanon avesse posto fine alla sua politica razzista → in risposta, il governo sud-africano inaugurò una nuova fase di inasprimento delleleggi dell’apartheid; i principali dirigenti politici africani, tra i quali Nelson Mandela, furono arrestati e condannati all’ergastolo.Si sviluppò in opposizione all’apartheid un movimento politico (African National Congress) che acquistò via via prestigio e influenza;le campagne di protesta e di disobbedienza civile promosse dall’ANC ottennero risultati soltanto dopo molti anni di durissimiscontri; solo nel 1989 con l’elezione di Fredrik de Klerk e la liberazione dei dirigenti africani incarcerati e dello stesso Mandela, siaprì la via al definitivo superamento di un contrasto che era apparso fino allora insuperabile.•Congo: nel 1960 il Belgio concesse l’indipendenza la Congo, ma le società che possedevano le ricchissime miniere del Katangasfruttarono i contrasti interni promuovendo la secessione di quella regione e fomentando sanguinose lotte tra gli stessi Congolesi;Patrice Lumumba, leader del movimento di indipendenza e primo presidente del Consiglio congolose, fu imprigionato e ucciso daisecessionisti• Palestina: rimaneva aperto il problema della sistemazione degli Ebrei immigrati. La proposta di creare due Stati, sostenuta dallaGran Bretagna non fu accolta dai Palestinesi.Il conflitto tra Arabi ed Ebrei si svolse inizialmente sotto forma di attività terroristiche; un attentato sionista distrusse nel 1946 ilKing David Hotel di Gerusalemme, provocando lo sterminio del quartier generale inglese che vi era insediato → la Gran Bretagnadecise di metter fine al proprio mandato il 19 maggio 1948; nello stesso giorno il governo provvisorio ebraico diretto da David BenGurion proclamò lo Stato di Israele, immediatamente riconosciuto dagli Stati Uniti e dall’Unione Sovietica → all’indomani, le forzemilitari dell’Egitto, dell’Iraq e della Transgiordania attaccarono il nuovo Stato; le operazione militari si svolsero tra il maggio 1948 eil gennaio 1949 e si conclusero con la sconfitta delle truppe della lega araba.Lo stato di Israele si estese allora oltre i confini stabiliti precedentemente dall’ONU; il regno hascemita di Giordania fu poi occupatoda Israele, insieme alle alture di Golan e alla striscia di Gaza, nella guerra arabo-israeliana del 1967 (<<guerra dei sei giorni>>, 5- 10giugno) che si concluse con un’ulteriore sconfitta degli Stati Arabi (in quest’occasione il governo di Israele procedetteunilateralmente anche all’incorporazione del settore arabo di Gerusalemme).L’Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP) ha acquistato lentamente, sotto la presidenza di Yasser Arafat e fino allasua morte (2004), il ruolo di maggiore e più autorevole rappresentante politico della nazione palestinese.Crusceev e la condonna dello stalinismo → repressione dei movimenti di riforma e di liberazione nel blocco sovietico19531° marzo - muore Stalin e si apre il problema della successioneGiugno – scoppiò una rivolta a Berlino Est, propagandosi in altri centi della Germania; altro episodio analogo si verificò poco dopo aPilsen, un centro industriale della CecoslovacchiaDicembre - viene condannato a morte Lavrentij Pavlovic Berija convinto sostenitore della fine dei gulag e dello strapotere dellapolizia → convinto sostenitore delle riforme economiche e della revisione della politica estera allarmò gli altri membri delPresidium1953-1955: il premier dell’Unione Sovietica Georgi Maksimovic Malenkov porta un duro attacco alla burocrazia del partito cheaccusava di immobilismo e di corruzione → ne prende le difese Nikita Sergeevic Chruscev ( il segretario del partito )1955
  • 13. Gennaio: Malenkov perde la guida del governo, pur rimanendo vice-primo ministro e nel presidium del partito → nuovo capo delgoverno è Nikolaj Aleksandrovic Bulganin14 maggio: i paesi satelliti firmano un accordo comune di difesa il Patto di Varsavia15 maggio: trattato di pace con l’Austria, in base al quale le truppe di tutte le potenze occupanti si ritiravano dal territorio dellarepubblica austriaca ricostituita nei confini precedenti all’annessione alla Germania nazista → vincolata alla neutralità26 maggio: visita in Jugoslavia di Cruscev e Bulganin in cui vengono ammesse le colpo di Stalin nell’aver cacciato Tito dalla famigliacomunista1956: al XX Congresso del PCUS venne letto ai delegati ed ai rappresentanti dei partito comunisti fratelli un rapporto sulleepurazioni criminose compiute da Stalin dopo il 1934 nei confronti dei membri innocenti del partito, sulle divergenze di Stalin eLenin, su come Stalin avesse edificato il culto della sua persona, sugli errori da lui compiuti nella conduzione della guerra con laGermania → effetto esplosivo nei quadri del partito e nei paesi satelliti dell’URSSOttobre: in Polonia si sviluppa un movimento riformatore e sui luoghi di lavoro nascono i consigli operai che si oppongono allescelte del partito → viene chiesto dalla folla che a capo del partito venga messo Wladislaw Gomulka che fu abile nel rassicurare isovietici sul pieno mantenimento del potere nelle mani del Partito Operaio Unificato Polacco ( il partito comunista ) e sullaindiscutibile scelta della Polonia di appartenenza al campo socialista → il patto ( accettato ) prevedeva la fine della collettivizzazionedelle terre e l’esercito polacco libero dal controllo sovietico28 ottobre: in Ungheria vi è la formazione di un nuovo governo con a capo Imre Nagy e il passaggio della segreteria del partito aJanos Kadar1 novembre: l’ondata anticomunista pervade il paese e spinge Nagy a dichiarare la fine del monopartitismo e l’uscita dall’Ungheriadal Patto di Varsavia e la sua neutralità4 novembre: Crusceev chiede ed ottiene l’aiuto di Tito contro l’anticomunismo ungherese → le truppe sovietiche rientravano inazione contro gli insorti ungheresi e nel giro di poco più di una settimana l’insurrezione era domata e Kadar era posto a capo di ungoverno1959: visita di Crusceev negli Stati Uniti, con i colloqui di Camp David (settembre) e incontro che si svolse a Parigi nel maggio del19601961: in Agosto costruzione del muro di Berlino, espendiente adottato dopo il fallimento dei tentativi sovietici di trovare accordicon gli ex Alleati.1961-1962: Fidel Castro aveva instaurato un governo nell’Isola di Cuba (1959) in seguito alla vittoriosa rivoluzione contro il tirannoFulgencio Batista, mantendo inizialmente un indirizzo politico incerto per poi finire con l’orientarsi verso il comunismo e stringerelegami di amicizia con l’Unione Sovietica; il programma che enunciò all’inizio del 1961 il nuovo presidente americano, John F.Kennedy, comprendeva anche il tentativo di impostare una nuova politica di collaborazione con gli Stati latino-americani →l’accordo di Cuba con l’Unione Sovietica e la prospettiva di espansione del rivoluzionarismo castrista appavero all’amministrazioneKennedy come un grave ostacolo alla realizzazione del difficile compito; appoggio statunitense al tentativo di invasione dell’isolafatto da esuli cubani addestrati in Florida (aprile 1961) → lo sbarco nella Baia dei Porci fu un clamoroso insuccesso; il governosovietico decise di installare nell’isola un sistema di missili e di inviare una guarnigione militare → Kennedy annunciòpubblicamente la decisione di impedire l’accesso a Cuba alle navi sovietiche che trasportavano gli armamenti; la gravissimatensione che ne nacque fu risolta con la rinunzia sovietica all’installazione dei missili e l’impegno a non invadere Cuba → fuprobabilmente una contropartita anche il successivo ritiro dei missili americani che erano stati installati in Turchia.1962: grave crisi della produzione agricola → aumento dei prezzi di alcuni generi di prima necessità1964: dimissioni ( chieste dai suoi uomini Leonid Ilijc Breznev e Michajil Andeevic Suslov ) di Cruscev1964: il nuovo segretario del partito è Leonid Ilic Breznev1968Gennaio: in Cecoslovacchia, abbandonato da Breznev, Novotny è costretto a dimettersi nel gennaio e sostituito alla guida delpartito dallo slovacco Aleksander Dubcek → inizio della cosiddetta Primavera di PragaAprile: nel Programma di azione vengono affrontate delle questioni cruciali: rapporto tra comunisti e non comunisti; tra cechi eslovacchi; i diritti del cittadino; le riforme economiche → viene affermata la libertà di associazione e di assemblea; la fine dellacensura preventiva; la limitazione dell’attività dei servizi segreti nel controllo della vita privata dei cittadini → “ socialismo dal voltoumano “ e soprattutto la volontà di democratizzare il partito abbandonando il modello lenin-staliniano27 giugno: con il “ Manifesto delle 2000 parole “ un ampio schieramento di intellettuali chiedevano l’estromissione del partito deicolpevoli delle repressioni passate e facevano appello alla popolazione perché si mobilitasse a questo fine.3 luglio: Breznev dichiara “ non possiamo restare indifferenti al destino del socialismo in un altro paese “20-21 agosto: le truppe sovietiche assieme a quelle polacche, tedesche orientali, ungheresi e bulgare invadono la Cecoslovacchia →la popolazione cecoslovacca accoglieva l’appello del partito e del governo per una assoluta resistenza passiva e per un isolamentototale dell’invasoreAutunno: l’unica reale riforma di Dubcek dopo l’invasione fu quella della trasformazione della Cecoslovacchia in una repubblicafederale composta di una repubblica ceca e una slovacca1969: Dubcek è costretto a lasciare il posto del partito e perdere il posto nel Presidium → il nuovo segretario è Gustav Husak che sifa interprete di una dura restaurazione rimuovendo dai posti di responsabilità dei comunisti coinvolti nella primavera di praga e sidimostra refrattario a qualsiasi politica riformatrice[ teorizzato il principio della Sovranità Limitata degli stati appartenenti al patto di Varsavia → dottrina Breznev ]1970: in Polonia rivolta di massa ( in dicembre ) contro un insopportabile aumento dei prezzi dei generi alimentari voluto daGomulka per frenare la domanda → la rivolta venne momentaneamnete repressa dall’intervento della polizia che causò centinaiadi morti → Gomulka sostituito da Edward Gierek che non riuscì comunque a trovare una soluzione
  • 14. 1974: per far fronte alla fuga del contadino dalle campagne e per la perdurante crisi delle azienede agricole, la dirigenza sovieticaera costretta a rilasciare ai colcosiani il passaporto pur impedendo loro di risiedere nelle città1977: Costituzione che pone l’Unione Sovietica come “ stato di tutto il popolo “→ di contro emerge sempre di più una intransigenzaverso le manifestazioni di dissenso politico1980: in Polonia il governo è costretto dalla crisi economica a misure di austerità → riparte la protesta operaia sostenuta in modocongiunto dall’organizzazione laica del KOR e dalla Chiesa cattolica → in settembre nasce il libero sindacato di Solidarnosc guidatoda Lech Walesa e riconosciuto come legale nel dicembreEuropa Occidentale: integrazione, sviluppo economico, crescima democratica e <<Welfare State>>1950: a Roma vede la luce ad opera del governo presieduto da Alcide de Gasperi la Cassa del Mezzogiorno, per finanziare iniziativeindustriali tese allo sviluppo economico del meridione dItalia, allo scopo di colmare il divario con le regioni settentrionali.1951: in aprile viene istituita la Comunità Europea del carbone e dell’acciaio (CECA); al significato economico dell’accordo siaggiungeva anche un fatto nuovo e straordinario dal punto di vista politico, due delle nazioni che aveva partecipato alla creazionedella comunità era Germania e Francia1951-1971: in Italia vi è una fortissima onda migratoria che coinvolse oltre 4 milioni di lavoratori, per la maggior parte contadini1952: la Convenzione europea per la protezione dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali riconobbe (art. 25) il diritto deicittadini degli Stati firmatari di ricorrere anche contro il proprio Stato alla Commissione e alla Corte di Giutizia europea1957: il 25 maggio viene firmato dagli stessi 6 Stati che avevano aderito alla CECA il trattato di Roma, dal quale nacquero laComunità economica europea (CEE) e un Istituto per la ricerca sull’uso pacifico dell’energia nucleare (EURATOM)1959: al congresso del partito socialdemocratico tedesco a Bad Godesberg, il partito abbandonò il marxismo, facendo propri iprincipi dell’economia mista; rinuncia della neutralità per la Germania e l’accettazione dell’alleanza atlantica.1969: è cancellerie della Repubblica Federale Tedesca, Willy Brandt che enuncia la Ostpolitik; una politica di distensione verso ipaesi dell’Est Europa, per sviluppare rapporti economici, politici e culturali e di superare gradualmente i motivi di tensione → irisultati principali furono i trattati con l’Unione Sovietica e la Polonia nel 19721972-1975: grazie alla politica di distensione di Brandt si potè convocare una Conferenza sulla sicurezza e la cooperazione in Europacon la partecipazione di tutti i paesi europei (esclusa l’Albania che era diventata una piccola roccaforte del maoismo nel continente)insieme al Canada e agli Stati Uniti; aperta ad Helsinki il 22 novembre 1972, la Conferenza si svolse attraverso un lungo negoziatoche si concluse con un Atto finale sottoscritto il 1° luglio 1975 → i Sovietici dovettero accettare una serie di enunciazioni sui <<dirittiumani>> → il principio della difesa dei <<diritti umani>> aveva indubbiamente un valore universale ed era applicabile alle piùdiverse situazioni politiche e sociali, ma era anche in evidente contrasto con le discriminazioni e la repressione politica largamentepraticate nei paesi del <<socialismo reale>> → ciò portò ad un’accentuazione della crisi del sistema sovietico1974: in seguito alla scoperta che uno dei suoi pià stretti collaboratori era al servizio della polizia segreta della Germania Orientale(Stasi) Brandt aveva dovuto dimettersi.1969-1979: accordi SALT (Salt 1 e Salt 2) contro la proliferazione degli armamenti nucleari, fortemente voluto dal presidentedemocratico Jimmy Carter; il trattato stipulato con l’Unione Sovietica non ottenne, però, l’approvazione del Congresso degli StatiUniti1980: alle successive elezioni il fallimento della spedizione di un comando inviati in Iran per liberare un gruppo di Americani tenutida molti mesi in ostaggio accentuò il distacco tra l’elettorato e il presidente Carte e contribuì alla sua sconfitta e all’elezione delrepubblicano Ronald ReaganItalia1956: dopo il fallimento del tentativo di stabilizzare la situazione politica con una riforma elettorale, la rottura del patto di alleanzatra il partito socialista, diretto da Pietro Nenni, e i comunisti fu la premessa, insieme alla flessione elettorale della DemocraziaCristiana, della formazione di una coalizione di centro-sinistra e della realizzazione di alcune riforme tendenti a meglio garantirel’esercizio dei diritti politici ed assicurare un migliore equilibrio sociale26 luglio 1960-21 giugno 1963: Governo di Amintore Fanfani → nazionalizzazione dell’industria elettrica, riforma della scuola media(innalzamento dell’obbligo scolastico a 14 anni), programma di edilizia popolare4 dicembre 1963-22 luglio 1964: Primo Governo Aldo Moro → primo governo di centro-sinistra con la partecipazione dei socialisti;il partito comunista rimase all’opposizione[problemi e difficoltà: permanenza di zone e settori arretrati dell’economia, della società e dell’amministrazione pubblica,trasferimento di una gran parte della popolazione agricola dalle campagne alle città → crescita della richiesta di partecipazionedemocratica, di miglioramento delle condizioni di lavoro, di sviluppo dei servizi pubblici e del sistema previdenziale e assistenziale,di modernizzazione dell’amministrazione pubblica, di garanzie della libertà e dei diritti civili, di espansione e rinnovamento dellascuola, di sviluppo e rafforzamento delle autonomie locali]1967: scandalo SIFAR (Servizi di informazione delle forze armate) → si scoprì che per parecchi anni i servizi segreti avevanocooperato con uomini politici di estrama destra per ostacolare la politica di riforme e addirittura per preparare un colpo di Stato1968: il Partito Comunista Italiano (che appunto aveva cambiato la denominazione nel 1943) critica sempre di più l’operatodell’Unione Sovietica; in questo stesso periodo riscuote notevoli successi elettorali[Gruppi e movimenti <<extraparlamentari>> o di <<ultra-sinistra>> fortemente ostili al <<democratismo>> comunista,accentuarono la loro attività in nome dell’idea di una rivoluzione proletaria e senza compromessi → analogamente il pur cautoriformismo della Democrazia Cristiana provocò reazioni negative in una parte del suo elettorato, che si orientò verso i partiticonservatori o di estrema destra (partito liberale e Movimento Sociale Italiano)]1969-1984: strategia della tensione → teoria interpretativa che accomuna in un unico disegno politico linsieme delle stragi e degliattentati terroristici avvenuti in Italia1969: il 12 dicembre gruppi neofascisti, probabilmente con appoggi esterni in Grecia e in Spagna e sostegni anche all’interno deiservizi segreti italiani, compirono un attentato a Milano nella sede di Piazza Fontana della Banca dell’Agricoltura; vi furono 12 mortie decine di feriti.
  • 15. 1970:in maggio la coalizione del centro-sinistra riuscì ad ottenere l’approvazione dello Statuto dei lavoratori, che introdussecambiamenti sostanziali nei rapporti di lavoro1974: netta sconfitta dei gruppi cattolici conservatori che, con l’appoggio della Democrazia Cristiana, promossero il referendum perl’abrogazione della legge sul divorzio → la legge sul divorzio e la sconfitta del referendum che chiedeva la sua abrogazione diederola misura della contraddizione tra la permanente centralità della DC nel sistema politico e le trasformazioni che si stavanorealizzando nella società.1974: il 28 maggio avvenne la strage di Piazza della Loggia, a Brescia, in cui morirono 8 persone e altre 102 rimasero ferite.1974: Il 4 agosto avvenne lattentato al treno Italicus a San Benedetto Val di Sambro, in provincia di Bologna, in cui morirono 12persone e altre 105 rimasero ferite.1980: Il 2 agosto avvenne la strage di Bologna, in cui morirono 85 persone e furono ferite oltre 200[parallelamente all’offensiva del terrorismo neofascista cominciarono ad assumere ad assumere proporzioni allarmanti anche gliattentati rivendicati da organizzazioni clandestine di estrema sinistra (Brigate Rosse, Prima Linea) che, con diverse motivazioni, siproponevano gli stessi obiettivi di destabilizzazione e rovescimaneto dello Stato]Francia1958: nasce con la nuova Costituzione la Quinta Repubblica1972: l’alleanza delle sinistre e il programma comune elaborato da socialisti e comunisti posero le premesse per il cambiamentodella direzione politica del paese1981: successo delle sinistre nelle elezioni del 1981 che portò alla presidenza il socialista Francois MitterrandInghilterra1956: l’insuccesso di impedire la nazionalizzazione del Canale di Suez dimostrò che la decadenza dell’Inghilterra al ruolo di potenzaminore era ormai inarrestabile1963: l’Inghilterra si mantenne fuori al processo di integrazione europea, tanto che fallì la proposta di aderire alla ComunitàEuropea1972: il governo conservatore di Edward Heath riuscì a far entrare l’Inghilterra nella Comunità Europea1978-1979: la sinistra del partito laburista, guidata da Tony Benn, in collegamento con i sindacati, mantenne nei confronti delgoverno una costante pressione che culminò nelle grandi agitazioni dell’inverno 1978-1979 e costrinse James L. Callaghan, il primoministro laburista alle dimissioni[aggravamento delle tensioni e dei violenti contrasti tra cattolici e protestanti nell’Irlanda del Nord (Ulster); l’IRA (Irish RepublicanArmy), una formazione terroristica aveva messo in atto una lunghissima serie di attentati in Inghilterra, rivendicando l’unificazionedell’Irlanda → l’invio di un corpo di spedizione inglese per impedire gli scontri fra i gruppi armati dell’IRA e dei protestanti raggiunsesoltanto parzialmente il suo scopo]Portogallo1974: il 25 aprile una rivoluzione guidata da ufficiali dell’esercito mise fine in portogallo alla dittatura fascista che durava dal 1932→ nella nuova situazione politica emerse il ruolo del partito socialista guidato da Mario SoaresGrecia1967: Colpo di Stato dei Colonnelli, appoggiato dai servizi segreti, per contrastare l’avanzata delle formazioni di centro e di sinistracoalizzate sotto la guida di Andreas Papandreu1974: rovesciata la dittatura e caduta la monarchia che l’aveva sostenuta (tramite referendum), il nuovo governo fu diretto fino al1980 da Kostas Karamanlis, leader di Nuova Democrazia → la maggioranza fu poi conquistata dal partito socialista panellenico diPapandreu (PASOK)Spagna1939-1975: regime franchista → l’opposizione clandestina contro il franchismo era stata sempre attiva e forte, ma la capacità diadattamento del regime, l’inserimento nel sistema militare della NATO, l’appoggio della Chiesa, la pressione poliziesca e il timore diuna nuova guerra civile avevano mantenuto la continuità del potere del caudillo Francisco Franco1969: ebbe inizio un periodo di tensione e di conflitti interni provocati da motivi diversi: gli scioperi degli operai e di altre categoriedi lavoratori, lo sviluppo di movimenti clandestini di opposizione, la protesta degli studenti ecc → ripresa del terrorismo degliindipendentisti delle province basche1975: la morte di Franco fa precipitare la situazione → la funzione di capo dello Stato fu assunta dal giovane re Juan Carlos; laSpagna iniziò allora la creazione di un nuovo regime democratico1977: grazie all’azione del Re alle elezioni il partito neofranchista (Alleanza popolare) ottenne soltanto 15 seggi in Parlamento su350; riuscirono vincitori il Centro Democratico di Adolfo Suarez (34,3%) e il partito socialista (28,5%)1978: nuova Costituzione approva dalle Cortes il 30 ottobre1986: la Spagna ha aderì alla Comunità europeaCultura, morale e società1958: l’Unione Sovietica realizzò la prima impresa spaziale con il lancio di uno sputnik → 1961 primo volo umano oltre l’atmosferaterrestre, compiuto dal sovietico Yuri Gagarin, che diede inizio ad una gara spaziale proseguita poi con lo sbarco dei cosmonautiamericani sulla Luna (luglio 1969)1958: venne eletto al soglio pontificio Angelo Maria Roncalli col nome di Giovanni XXIII → la volontà di dialogo e di superamento diantiche barriere e fratture, che trovò la sua espressione nelle encicliche Mater et Magistra e Pacem in terris, imponeva unripensamento della dottrina e dell’organizzazione interna della Chiesa, che fu affrontato con il Concilio Vaticano II, annunciato daGiovanni XXII il 25 gennaio 19591963: tocca a Paolo VI il compito di proseguire l’ampio dibattito conciliare → ripensamento del ruolo del cristianesimo e dellaChiesa cattolica nel mondo sulla bse del principio dell’unità di tutto il genere umano e dell’appartenenza di tutti gli uomini al<<popolo di Dio>> → costituzione dogmatica Lumen gentium (1964) e con la costituzione pastorale Gaudium et spes (1965) il
  • 16. Concilio intese delineare un nuovo umanesimo cristiano e sollecitare i fedeli ad affrontare, in collaborazione con i credenti di altrefedi religiose e con i non credenti, i grandi problemi del nostro tempoI movimenti del ‘681961: John Kennedy nel suo discorso (gennaio) sullo stato dell’Unione colpì l’opinione pubblica di tutto il mondo e soprattutto perla parte che riguardava i problemi interni; anziché esaltare il modo di vita e la podenza degli Stati Uniti aveva richiamatol’attenzioen sulle sperequazioni sociali e sulla discriminazione razziale, rivolgendo un appello agli Americani ad unirsi <<in una lottacontro i comuni nemici dell’uomo: la tirannide, la miseria, la malattia e la guerra>>.1963: il 22 novembre a Dallas, un attentato porta all’assassinio di Kennedy → ad esso seguirono gli assassini di Robert Kennedy,ministro della Giustizia e fratello del presidente ucciso, e del pastore protestante Martin Luter King, premio Nobel per la pace22 novembre 1963-20 gennaio 1969: Presidenza di Lyndon Johnson → allargamento dell’assistenza pubblica e una serie di leggicontro la discriminazione razziale, la più importante delle quali fu il Voting Rights Act, che eliminò gli ostacoli giuridici all’esercizio divoto da parte della popolazione di colore1964: escalation dell’intervento militare americano in Vietnam → primo impegno era stata la spedizione di un contigente di<<berretti verdi>>, truppe specializzate nelle operazioni antiguerriglia, durante la presidenza Kennedy → nel 1964, in seguito ad unincidente avvenuto nel golfo del Tonchino, Johnson ottenne dal Congresso l’autorizzazione ad usare tutti i mezzi ritenuti necessariper potenziare e difendere le forze americane presenti in Vietnam; nel corso di 4 anni furono mandati 500mila soldati1965: uno dei leader della corrente più radicale del movimento <<Potere nero>>, Malcom X, fu assassinato1968: la continua intensificazione dell’intervento statunitense non riuscì a piegare la resistenza di Nord-vietnamiti e Vietcong che,con l’<<offensiva del Tet>>, lanciata in gennaio, dimostrarono la loro capacità di riprendere e mantenere l’iniziativa → leripercussioni all’interno della società americana furono enormi: intrecciandosi con gli altri motivi di protesta sociale diedero originealle gravi sommosse che scoppiarono nei quartieri neri di alcune grandi città.[la critica e la lotta che si svilupparono soprattutto nelle università si rivolsero, oltre che contro l’intervento nel Vietnam, control’azione politica ed economica svolta dal governo o da grandi imprese commerciali ed industriali statunitensi nei confronti del TerzoMondo ed in particolare in America Latina.Una notevole influenza sui movimento giovanili esercitò anche l’esperienza della Cina popolare e in particolare la rivoluzioneculturale promossa da Mao Tse-Tung → in una parte dei movimenti giovanili di opposizione ci fu una componente estremistica eantidemocratica, ma non mancarono nel complesso le rivendicazioni che riguardavano l’ampliamento della libertà e dei dirittipolitici e civili]Aprile – il movimento giovanile in Europa si concentra di più sulla critica degli ordinamenti scolastici, per giungere a progetti piùgenerali di riforma politica e sociale → sorto a Berlino, si esaurì rapidamente dopo l’attentato contro il leader studentesco RudiDutschkeMaggio – la rivolta studentesca esplose nelle università e nelle strade di Parigi e delle altre città francesi → l’agitazione generalecessò dopo che il governo accolse le rivendicazioni degli operai e il presidente De Gaulle comunicò la sua decisione di indire nuoveelezioni1969: neanche in Italia il movimento ottenne risultati politici → gli aspetti della rivolta giovanile che incisero in modo più durevolenella realtà riguardarono specialmente il costume e i valori culturali, l’allargamento della sfera della libertà e dei diritti individuali1973: il superramento del conflitto vietnamita contribù all’esaurimento della contestazione studentesca → il presidente americanoRichard Nixon (1968) attuò il definitivo sganciamento degli Stati Uniti dall’impegno militare in quella regione a seguito di unaccordo firmato a Parigi1975: i guerriglieri comunisti della Cambogia, i khmer rossi, entrarono nella capitale cambogiana Phnom Pen, rovesciando ilgoverno del generale Lon Nol, fino ad allora sostenuto dagli Stati Uniti, e diedero inizio ad una radicale trasformazione della società→ il sanguinario regime cambogiano di Pol Pot fu rovesciato nel 1978 da una invasione militare vietnamitaDifficile cammino della cooperazione mondialeAnni ’70: crisi petrolifera e prosettiva del progressivo esaurimento delle riserve di petrolio e di gas naturale hanno notevolmenteaccelerato la realizzazione di installazioni per la produzione di elettricità1972: un’associazione internazionale di studiosi, il Club di Roma, pubblicò un libro, intitolato “I limiti dello sviluppo”, in cui siaffermava l’insostenibilità dei livelli di produzione e di consumo che erano in atto e si prevedeva, nel giro di alcuni decennil’esaurimento di alcune fondamentali risorse naturali dui cil mondo poteva disporre1978: marea nera dell’Amoco Cadiz in marzo, che contaminò circa 200km di coste della Bretagna.1986: disastro della centrale nucleare di Cernobyl in Unione Sovietica (25 aprile)1989: disastro in Alaska in seguito alla fuoruscita del petrolio trasportato da una superpetroliera della compagnia americana Exon1997: Protocollo di Kyoto, elaborato per iniziativa dell’ONU in dicembre, ha fissato un programma di limitazione delle emissioi digas, indicando per 39 paesi industrializzati le quote entro le quali devono essere mantenute nei prossimi anni.2000: in estate enormi danni provocati su 450km della costa occidentale della Francia dell’affondamento nel golfo di Biscaglia dellanave Erika che trasportava petrolio per conto della società Total-FinaEuropa, crisi degli anni ’70 e i rapporti tra il Nord ed il Sud del mondo[Terzo Mondo può essere quasi sempre sinonimo di paese che ha subito il dominio coloniale o semicoloniale dell’Europa; se siescludono i casi in cui il movimento di liberazione nazionale si svolse sotto la guida dei comunisti, la maggior parte delle ex coloniecercò di seguire una <<terza via>> e di conciliare il capitalismo e il socialismo sovietico, assumendo dalla realtà sovietica il principiodella pianificazione e cercando di promuovere nello stesso tempo lo sviluppo delle borghesie nazionali e dell’iniziativa privata]1949 in poi: la Cina ha conquistato un ruolo di grande potenza, continua ad avere al suo interno vastissime aree economicamentedepresse, ma ha avviato nel corso degli anni Novanta un intenso sviluppo industriale nelle province di Pechino e di Shangai e nelGuandong → il riacquisto di Hong-Kong del 1999 ha ulteriormente rafforzato la parte sviluppata della sua economia
  • 17. 1955: conferenza di Bandung (Giava) in aprile, nel corso della quale furono adottate da alcuni paesi asiatici e africani risoluzionicontro il colonialismo e la discriminazione razziale e furono poste le basi della politica di <<non allineamento>>, cioè diindipendenza sia dal blocco americano che da quello sovietico → tra il 1956 e il 1983 i paesi <<non allineati>> organizzaronoconferenze mondiali alle quali partecipò un numero sempre più grane di Stati.1970: il confronto tra i paesi <<non allineati>> si spostò sulle questione connesse con il commercio mondiale delle materie prime,che costituivano la parte di gran lunga più importante delle esportazioni del Terzo Mondo verso i paesi industrializzati1973: durante la quarta guerra arabo-israeliana, i paesi arabi, padroni dei maggiori giacimenti mondiali di petrolio, iniziarono unapolitica di revisione e aumento periodico dei prezzi del prodotto. Le ripercussioni nell’economia mondiale furono profonde egenerali → alla recessione produttiva e all’instabilità dei cambi monetari, si aggiunsero forti spinte inflazionistiche e difficoltà nellaproduzione agraria.1974: in maggio l’Assemblea generale dell’ONU approvò una <<Dichiarazione sull’instaurazione di un nuovo ordine economicomondiale>>, che rispecchiava le esisgenze del Terzo Mondo (la Svezia fu però il solo paese industriale ad accettarla)1980: accordo di Ginevra per la creazione di un fondo per la materie primeMedio Oriente1973: nella guerra Arabo-Siriana l’Egitto e la Siria dimostrarono la capacità di far fronte, sul piano militare, all’esercito israeliano;altro fatto nuovo fu la decisione del presidente egiziano Anwar Sadat, di giungere, dopo la fine delle operazioni militari, ad unapace separata con Israele che fu realizzata con la mediazione americana nel 1979 → Sadat fu ucciso nel 1981 in un attentatoorganizzato dal gruppo estremista dei Fratelli musulmani al Cairo. La sua linea politica fu mantenuta dal suo successoreMuhammad Hosni Mubarak1975: Guerra civile tra musulmani e cristiani alla quale seguì un intervento militare siriano nella zona settentrionale;successivamente, con l’obiettivo di colpire le basi dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP), gli Israeliani invaserola parte meridionale del Libano fino alla capitale Beirut e costrinsero i reparti armati dei profughi palestinesi a disperdersi in altripaesi del medio oriente e dell’Africa settentrionale1978: ebbe inizio in Iran la rivoluzione contro lo scià Reza Pahlevi, che fu costretto ad abbandonare il paese nel gennaio del 1979 →sotto la direzione dell’ayatollah Khomeini, la rivoluzione prese un indirizzo fortemente antioccidentale, carattere marcatamentereligioso1979: in novembre viene occupata l’ambasciata di Teheran; i 52 funzionari, tenuti in ostaggio dagli Iraniani, furono liberati soltantonel gennaio 1980 dopo 44 giorni di prigionia.1980: in settembre l’Iraq, per conquistare territori di frontiera a proposito dei quali esistevano vecchie controversie tra i due paesi,aprì le ostilità militari con l’Iran1987: il presidente americano Reagan prese l’iniziativa di inviare una potente flotta per tutelare la navigazione mercantile dagliattacchi dei guerriglieri iraniani (pasdaran) e liberare dalle mine le acque del golfo; Gran Bretagna, Francia, Italia e Belgio inviaronoanch’essi navi da guerra e cacciamine, che rimasero nella zona fino a quando la mediazione del segretario generale dell’ONU Pérezde Cuéllar riuscì a far accettare un armistizio ai due paesi in guerra (1988)1988: si sviluppa, nei territori occupati da Israele (Cisgiordania e Striscia di Gaza) un movimento di protesta (intifada) che promossequotidiane manifestazioni dei Palestinesi contro l’occupazione israeliana → la repressione attuata dai militari israeliani fececentinaia di vittime specialmente tra i giovani1993: ebbero inizio trattative tra l’Organizzazione per la liberazione della Palestina, presieduta da Yasser Arafat, e lo Stato di Israele→ in seguito ad un primo accordo (Oslo), la Striscia di Gaza e una parte della Cisgiordania furono poste sotto l’amministrazionepalestinese.1995: la destra estremistica israeliana reagì con l’assassinio del protagonista dell’accordo, il primo ministro Yizhak Rabin (4novembre).America Latina1965: intervento militare statunitense a Santo Domingo per rovesciare il regime progressista che si era liberamente costituito1970: in Cile la coalizione dei partiti (Unidad Popular) capeggiata da Salvador Allende (comunisti, socialisti, radicali e sinistracristiana) ottenne la maggioranza relativa nelle elezioni, superando la destra e la Democrazia Cristiana → la politica di riformaavviata subito dal governo procedette senza gravi contrasti fino a quando fu annunciata l’espropiazione delle compagnie minerarieamericane che monopolizzavano l’estrazione e la vendita del rame → l’opera di destabilizzazione svolta da agenti statunitensi trovòil terreno favorevole non solo nell’opposizione dei conservatori e della destra ma anche nell’agitazione dell’estrame sinistra; unprolungato sciopero dei camionisti diede il colpo di grazia al regime1973: l’11 settembre con un Colpo di Stato fu instaurata la dittatura militare del generale Augusto Pinochet (che cadrà soltanto nel1989 con l’elezione del democristiano Patrio Aylwin)1973-1974: in Argentina, il regime militare, dopo un effimero ritorno del vecchio dittatore Peron, cominciò a vacillare sotto laprotesta sollevatasi in tutto il mondo per la vicenda dei desaparecidos → il governo decise di occupare le isole Mlavine (Falkland);fallita l’ipresa per il deciso intervento di una forte spedizione militare inglese, il governo argentino non fu più in grado di resisterealla protesta popolare1983: libere elezioni portano alla presidenza il democratico radicale Raul Alfonsin1988: le elezioni presidenziali mandarono alla presidenza un esponente del movimento giustizialista, di matrice peronista, CarlosMenemGorbacev e il crollo del sistema sovietico1985: capo del partito è Michail Gorbacev[3 parole d’ordine: uskorenie → accelerazione da imporre al sistema produttivo; glasnost → trasparenza o meglio la possibilità diconoscere quanto fino a quel momento era vietato perché ostile al partito; perestrojka → ristrutturazione cui doveva esseresottoposto il sistema per consolidare la proposta socialista]
  • 18. 1985-1989: Gorbacev sollecita le leadership dei diversi paesi a intraprendere la via delle riforme che la stessa Unione Sovieticaaveva intrapreso1986Marzo: XXVII congresso del PCUS → necessità di una ristrutturazione, di una perestrojka, del processo produttivo (inizialmenteconcepita come ristrutturazione dell’esistente, venne poi intesa come una riforma radicale) → occorreva poi glasnost (trasparenza),dar libero corso alle voci di denuncia degli intellettuali, del popolo26 aprile: tragedia di Cernobyl → Gorbacev ne parlò alla TV solo a metà maggio1987Aprile: a Riga in occasione dell’anniversario delle deportazione sovietiche degli oppositori all’annessione del1941 ci fu una grande manifestazione di protestaEstate: si apre una drammatica frattura nell’ufficio politico → non difeso da Gorbacev era escluso dall’Ufficio Politico El’cin →denuncia la lentezza del processo riformatore → capo dell’opposizioneLuglio: i Tatari organizzano a mosca un pubblico comizio per reclamare il loro rientro nelle loro terre in CrimeaAgosto: a quella di Riga seguono manifestazioni di protesta nei paesi balticiNovembre: a seguito di 2 incontri con il presidente Reagan ( Ginevra, novembre 1985 e Rejavik, ottobre 1986 ) si arriva allosmantellamento delle testate nucleari a medio raggioDicembre: in Armenia circoli intellettuali con il sostegno di amministratori locali comunisti sollevano il problema dell’enclavearmena della provincia del Nagorno-Karabas posta entro i confini dell’Azerbajgian per volontà di Stalin → una delegazione arriva aMosca nel gennaio 1988 → i disordini che ne seguono portarono all’esodo della popolazione azera e alla fine dello stesso mese digennaio 1988 al pogrom antiarmeno di Sumgait ( Azerbajgian ) → 1989 nasceva il Movimento Nazionale Armeno che richiedeval’indipendenza della repubblica[in assenza di un significato miglioramento delle condizioni di vita lo sviluppo della critica al sistema staliniano sollevòun’opposizione dal basso a Gorbacev → a questa opposizione dal basso corrispondeva un crescente dissenso ai vertici del partitosulle scelte di Gorbacev → opposizione ben rappresentata da Egor Ligacev ( per coloro che erano stati colleborati di Gorbacev ) e daBoris El’cin ( per coloro che invece non volevano salvare nulla del sistema nato con Stalin]1988: riforma della costituzione approvata in ottobre assegnava il potere legislativo al Congresso del popolo e al Soviet Supremo →il Congresso eleggeva un Presidente dell’Unione, che aveva ampi poteri in politica estera e difesa, nonché designava il capo delgoverno[nel 1988 vi è un mutamento nella politica economica sovietica verso i paesi del Patto di Varsavia → l’Unione Sovietica non volevapiù pagare per mantenere alta la cortina di ferro → rovesciamento della dottrina Breznev]1989: cala la crescita fino ad arrestarsi e ad avere saldi negativi negli anni successivi → forte spinta inflattiva → la produzioneagricola cala vertiginosamenteAprile: grandi manifestazioni in Georgia per l’indipendenza1989-1991: crollo dei regimi comunisti dell’Est Europeo1989Gennaio-marzo: prime elezioni al Congresso dei Deputati del Popolo → nel congresso si formò un gruppo parlamentare diopposizione, il Gruppo Interregionale, premessa per la formazione di veri e propri partiti → leader dei democratici fu AndrejSacharov, che sarebbe morto il 14 dicembre[primi embrioni di partito → all’interno del PCUS si forma la Piattaforma Democratica – i comunisti della Russia già nel 1989cominciarono ad organizzarsi in Partito Comunista Russo anche in vista delle elezioni repubblicane del marzo 1990]Luglio-agosto: grande sciopero dei minatori che viene sostenuto da El’cin e dallo schieramento radicale e democraticoAutunno: crolla il muro di Berlino e comincia a traballare la stessa stabilità dell’Unione Sovietica sotto i colpi dei nazionalismicentrifughi199011 gennaio: il parlamento armeno vota in contrapposizione a Mosca a favore dell’unificazione del Nagorno-Karabas all’Armenia →seguono una serie di pogrom antiarmeni in Azerbajgian il più grave fu il pogrom di BakuMarzo: elezioni per il parlamento della repubblica russa → vittoria dei democratici di El’cin15 marzo: Gorbacev è eletto presidente dell’Unione Sovietica29 maggio: El’cin è eletto presidente della Repubblica Federativa Socialista Sovietica Russa12 giugno: il parlamento russo approva la dichiarazione di sovranità della repubblica russa → le leggi dell’Unione non avrebberopotuto prevalere laddove fossero in contrasto con quelle republicaneGiugno: XXVIII congresso del paritto → il fronte conservatore pone sotto accusa Gorbacev e tutta la dirigenza → Gorbacev riesceancora prevalere mentre El’cin abbandona il congresso ed esce dal partitoEstate: si fronteggiano due programmi di riforma economica → uno patrocinato dai riformatori moderati e l’altro dai radicali diEl’cin199113-14 gennaio: prova di forza dei conservatori in Lituania e in parte in Lettonia con intervento di unità del KGB e di milizie delMinistero degli interni22 gennaio: El’cin condannava il ricorso all’uso della forza in Lituania, volava a Tallin per incontrare i 3 presidenti baltici e firmava anome della Russia un documento a sostegno della sovranità delle repubbliche17 marzo: referendum per il mantenimento dell’Unione Sovietica riformata → voto favorevole dei ¾ dei votanti, che però votaronoallo stesso tempo in modo contraddittorio anche sui provvedimenti necessari perché l’Unione fosse mantenuta23 aprile: dichiarazione di Novo-Ogarevo dei 9 + 1 → si intende dare vita ad un’Unione delle repubbliche sovietiche sovrane in cuiogni repubblica avrebbe adovuto godere di piena sovranità in quasi ogni campo delegando al centro solo i compiti di interessegenerale
  • 19. 12 giugno: le elezioni presidenziali dirette russe decretano il trionfo di El’cin19 agosto: tentativo di colpo di stato dei conservatori soprattutto contro la nuova Russia di El’cin24 agosto: scioglimento del PCUS in Russia e riconoscimento dell’indipendenza delle repubbliche baltiche → smantellamento dellavecchia struttura del KGB1° dicembre: creazione della Confederazione di Stati Indipendenti ( CSI ) a Minsk21 dicembre: adesione alla CSI delle repubbliche centro-asiatiche e dell’Azerbajgian31 dicembre: scompare l’Unione delle Repubbliche Socialiste SovieticheIl crollo dei regimi comunistiPolonia1981: il generale Wojciech Jaruzelski assueme la guida del governo polacco → il 13 dicembre a nome di un Consiglio Militare diSalvezza Nazionale ( WRON ) Jaruzelski stabiliva la legge marziale in base alla quale esautorava lo stesso partito comunista,decreteva la messa al bando di Solidarnosc e, di conseguenza, la fine degli scioperi1988: l’ondata di scioperi spinge Jaruzelski a prendere contatto con Solidarnosc → con la mediazione della Chiesa e con l’appoggioesterno di Gorbacev si giunge ad una tavola rotonda tra rappresentanti del governo, del partito e di Solidarnosc1989: la tavola rotonda portò ad elezioni totalmente libere per il senato e semilibere per la Camera Bassa, veniva inoltre istituita lacarica di presidente della repubblica → nelle elezioni di giugno vittoria sonante per Solidarnosc con Tadeusz Mazowiecki capo di ungoverno di coalizione in cui i comunisti erano in minoranzaRepubblica Democratica Tedesca1989: il 18 ottobre si dimette Honecker e al suo posto si insedia Egon Krenz → 3 settimane dopo il governo della DDR aboliva ildivieto di movimento verso la Germania Federale → il 9 novembre il muro di Berlino era caduto1990: il 3 ottobre vi è la riunificazione della GermaniaCecoslovacchia1989Gennaio: per far fronte alla cosiddetta rivoluzione di velluto ( che chiedeva il rispetto dei diritti umani e il ripristino dellademocrazia pluripartitica ) il governo fa prima arrestare gli oppositori e poi ( in novembre ) ha un atteggiamento violento contro lemanifestazioni19 novembre: le forze di opposizione si riuniscono nel Forum Civico → l’Assemblea Federale aboliva l’articolo della costituzione chestabiliva il ruolo guida del partito10 dicembre: un nuovo governo di coalizione venne varato → in esso i comunisti erano in minoranza[Vaclav Havel era eletto presidente della Repubblica – Aleksander Dubcek diventava presidente del parlamento]1992: il 29 novembre un accordo intercorso tra il capo del governo di Praga, Vaclav Klaus, e quello del governo di Bratislava,Vladimir Meciar, scioglieva la federazione → nascevano così pacificamente due repubbliche quella di Cechia e quella di SlovacchiaBulgaria1989: il 9-10 novembre dimissioni di Zivkov da segretario del partito e da presidente del Consiglio di Stato → gli subentra il suoministro degli esteri, Petar Mladenov, che assicurava il passaggio ad un sistema multipartitico1990: alle libere elezioni per l’Assemblea costuitente il Partito Socialista Bulgaro ( il partito comunista degli “ innovatori “ ) ottienela maggioranza → le grandi manifestazioni popolari guidate dall’SDS ( Zelju Zelev ) cercano di mettere in crisi gli eredi del partitocomunistaCina1978: riforma economica; erano state create nella parte costiera del paese alcune città <<aperte>> e 5 zone economiche speciali1978-1987: il volume del commercio estero aumentò di quattro volte1989Aprile - gruppi di studenti dell’università di Pechino organizzarono una manifestazione politica occupando la piazza Tienanmen; laprotesta fatta all’insegna della non violenza e originariamente indirizzata contro la corruzione politica e il burocratismo si trasformòin una vasto movimento per la libertà e la democrazia18 maggio – visita di Gorbacev nella capitale cinese per un incontro che avrebbe messo fine alla lunga ostilità tra Cina e UnioneSovietica; l’incontro si svolse mentre sulla piazza si era raccolta una folla di circa 1 milioni di persone3-4 giugno – le autorità di partito e di governo rifiutarono di ricevere le delegazioni di manifestanti; la repressione provocò unnumero imprecisato di morti nella popolazione civile e fu seguita da un’ondata di arresti e fughe all’estero di dirigenti ed esponentidel movimentoRomaniaFine anni ’80: Nicolae Ceasescu, riesce ad arrivare ad un azzeramento del debito estero a costo di sacrifici inumani per lapopolazione, costretta al silenzio da un apparato poliziesco, la Securitate → feroce campagna antiabortista in nome dello sviluppodemografico romeno1987: una improvvisa manifestazione a Brasov, in Transilvania, si era trasformata improvvisamente in una jacquerie contro il partito→ rivendicazioni etniche della minoranza ungherese della Transilvania198917 dicembre: le manifestazioni ungheresi sono represse nel sangue a Timisoara dalla Securitate22 dicembre: un Fronte Nazionale guidato da un esponente comunista emarginato, Ion Iliescu, assumeva il potere25 dicembre: Ceasescu fugge con la moglie elena → raggiunti, dopo un processo sommario, vennero fucilati

×