L'accessibilità dei contenuti sul web
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

L'accessibilità dei contenuti sul web

on

  • 1,206 views

Accorgimenti redazionali per la realizzazione di contenuti web accessibili

Accorgimenti redazionali per la realizzazione di contenuti web accessibili

Statistics

Views

Total Views
1,206
Views on SlideShare
1,197
Embed Views
9

Actions

Likes
1
Downloads
34
Comments
0

1 Embed 9

http://www.slideshare.net 9

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

L'accessibilità dei contenuti sul web L'accessibilità dei contenuti sul web Presentation Transcript

  • L’accessibilità dei contenuti sul web Alcuni testi sono tratti da: Requisiti e suggerimenti per realizzare siti ed applicazioni web accessibili per la Regione Emilia-Romagna
  • Di cosa parleremo
  • La normativa italiana sull'accessibilità
    • In Italia è in vigore dal 2004 la Legge Disposizioni per favorire l’accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici
    • La Legge 4/2004 prevede l' obbligo per tutti i siti delle amministrazioni pubbliche di essere accessibili ai disabili
    • La finalità della Legge è di garantire ai disabili il diritto di accesso a tutte le fonti di informazione ed ai relativi servizi della Pubblica Amministrazione
  • Perché realizzare un sito accessibile
    • Con il termine accessibilità si intende la caratteristica di un sito web di permettere l'accesso ai suoi contenuti e funzionalità a tutti gli utenti, indipendentemente dalla presenza di disabilità e dalle eventuali tecnologie assistive utilizzate
    • Un sito web accessibile quindi:
      • è maggiormente fruibile da parte di tutti gli utenti, non solo disabili
      • può essere consultato più facilmente anche da chi utilizza dispositivi mobili come i palmari o i cellulari
      • utilizza gli standard web
  • Cosa sono le tecnologie assistive
    • Le tecnologie assistive sono strumenti hardware e/o software che permettono ai disabili di accedere alle informazioni e ai servizi erogati dai sistemi informatici, compresi i siti web
  • Quali sono gli obblighi della Legge 4/2004
    • La normativa si applica a tutte le Pubbliche Amministrazioni e agli enti pubblici economici, ma anche alle aziende private concessionarie di servizi pubblici e alle aziende appaltatrici di servizi informatici
    • La Legge 4/2004 obbliga tali soggetti a prevedere nei contratti che si stipulano con i fornitori di servizi web il rispetto dei requisiti tecnici previsti dal Decreto Ministeriale 8 luglio 2005
    • Il primo livello di accessibilità dei siti web è accertato previo esito positivo della verifica tecnica che riscontra la conformità delle pagine dei medesimi siti ai 22 requisiti tecnici
  • Accessibile
  • Il nuovo sito del Formez
    • A livello di impatto visivo si è cercato di modificare il meno possibile la vecchia versione del sito
    • Alcune modifiche sono state però indispensabili per migliorare la leggibilità dei contenuti , ad esempio è stato eliminato lo scorrimento automatico delle notizie
    • Raggiungere un buon grado di accessibilità riguarda tutti i soggetti coinvolti nella pubblicazione dei contenuti, tecnici e redattori
  • Flessibilità e leggibilità dei contenuti
    • Il nuovo sito si adatta alle varie risoluzioni dello schermo
    • La dimensione del testo può essere modificata per venire incontro alle esigenze di lettura degli utenti
    • Il sito può essere visualizzato anche su un palmare o un cellulare senza perdita di informazioni
    • Inoltre:
      • migliore posizionamento sui motori di ricerca
      • maggiore facilità di gestione del sito nel tempo
      • ampliamento dei potenziali utenti del sito
      • migliore immagine dell’ente
  • L’editor HTML di Drupal
  • L’importanza della struttura di una pagina
    • L´ 80% dei navigatori non legge riga per riga , ma scorre la pagina rapidamente. Generalmente se non trova quello che gli interessa nei primi 30 secondi… abbandona il sito!
  • Migliorare la struttura della pagina
    • Rendere immediatamente chiaro di cosa si parla
    • Cominciare dalle conclusioni per scendere via via verso i dettagli secondo la logica della piramide invertita
    • Evidenziare il contenuto della pagina tramite testi brevi scanditi da titoli e sottotitoli chiari
    • Utilizzare sempre la stessa struttura perché l’utente possa orientarsi e ritrovarsi
    • Controllare il corretto ordine delle intestazioni
    • Evitare le pagine troppo lunghe
  • La piramide invertita
  • Migliorare l’usabilità dei testi
    • Scegliere titoli di pagina brevi (40 caratteri), semplici ed efficaci
    • Allineare i testi a sinistra
    • Dividere il testo in più paragrafi  facendoli precedere da titoli significativi
    • Schematizzare il testo usando liste puntate o numerate
    • Fare in modo che ogni paragrafo sia auto-consistente
    • Fornire la dicitura completa di acronimi e abbreviazioni
  • Un esempio di pagina ben strutturata
    • La leggibilità della prima pagina è migliore perché contiene punti di ancoraggio visivo posti a diverse "altezze", a partire dai titoli fino ad arrivare ai grassetti all'interno di paragrafi ben spaziati
  • Aggiungere un titolo ad una pagina
  •  
  •  
    • Informazioni aggiornate su musei, mostre, attrazioni turistiche, consigli di viaggio, consulenza per conoscere i propri diritti di viaggiatore, aiuto e pronto intervento in caso di disagio (disservizi o servizi turistici non conformi al contratto, richiesta di intervento medico, delle forze dell'ordine, etc.), collegamento diretto con le reti informative dei vari territori e un'assistenza speciale per i diversamente abili. In breve, tutto cio' di cui il turista ha bisogno per rendere piu' facile e sicura la propria vacanza. L'assistenza telefonica multilingue permette di superare in modo veloce le difficolta' linguistiche e culturali, offrendo una risposta immediata ed efficace ai diversi bisogni che si possono manifestare durante il soggiorno nel nostro Paese.
    • Questo il commento del ministro: “Con Easy Italia abbiamo voluto realizzare un punto di riferimento unico su tutto il territorio nazionale al quale il viaggiatore possa rivolgersi per ogni esigenza. Non solo un contatto per avere informazioni, ma un valido interlocutore per ricevere assistenza qualificata. Gli operatori che risponderanno si faranno, infatti, carico della richiesta del turista e lo accompagneranno fino alla risoluzione del problema''.
    • ''L'Italia è la meta più desiderata da gran parte dei turisti del mondo - ha detto ancora la Brambilla - ed e' ovunque famosa per la grande cultura dell'ospitalità e dell'accoglienza. Mettere al centro il turista e le sue necessità, rendere il suo soggiorno nel nostro Paese ancora più facile e piacevole, rappresenta per noi una priorità assoluta. La stessa attenzione riserviamo ovviamente ai turisti italiani, perché le loro vacanze siano davvero un momento di svago, senza pensieri”.
    • Quali servizi offre Easy Italia ai turisti
    • I turisti possono chiamare Easy Italia per avere:
    • informazioni aggiornate su musei, mostre e attrazioni turistiche,
    • consigli di viaggio,
    • consulenza per conoscere i propri diritti di viaggiatore,
    • aiuto e pronto intervento in caso di disagio (disservizi o servizi turistici non conformi al contratto richiesta di intervento medico, delle forze dell'ordine),
    • collegamento diretto con le reti informative dei vari territori,
    • assistenza speciale per i diversamente abili.
    In breve, tutto ciò di cui il turista ha bisogno per rendere più facile e sicura la propria vacanza . L'assistenza telefonica multilingue permette di superare in modo veloce le difficoltà linguistiche e culturali, offrendo una risposta immediata ed efficace ai diversi bisogni che si possono manifestare durante il soggiorno nel nostro Paese. “ Un valido interlocutore per il turista” Questo il commento del ministro Brambilla: “Con Easy Italia abbiamo voluto realizzare un punto di riferimento unico su tutto il territorio nazionale al quale il viaggiatore possa rivolgersi per ogni esigenza. Non solo un contatto per avere informazioni, ma un valido interlocutore (…)
  • Le immagini
    • Fornire un’ alternativa testuale equivalente per ogni immagine
    • Si può omettere una descrizione solo per le immagini puramente decorative
    • Sono vietati oggetti e scritte lampeggianti o in movimento
    • Testi in forma di immagini sono ammessi solo per loghi o banner
    • Nel caso di grafici è opportuno fornire la stessa quantità di informazioni in modo alternativo, ad esempio riassumendo in un blocco di testo i dati
    • Il peso di un’immagine dovrebbe essere di pochi decine di KB per non appesantire troppo la pagina web
  • Aggiungere un testo alternativo a un’immagine
  • Esempio 1: logo o immagine che contiene testo
    • Nel caso di un logo l’equivalente testuale deve corrispondere al testo presente nell'immagine
    • <img alt=“Governo italiano - Presidenza del Consiglio dei Ministri” src=“governo.jpg” />
  • Esempio 2: immagine decorativa
    • Quando l'immagine non aggiunge nulla al contenuto, è possibile omettere il testo alternativo
    • <img alt=“” src=“easyitalia.jpg” />
  • Esempio 3: grafici
    • Nel caso di un grafico il testo alternativo corretto è il nome della tabella che rappresenta
    • <img alt=“Organizzazione di consultazioni pubbliche tramite Web o e-mail” src=“grafico.jpg” />
    In Italia, rispetto ad altre nazioni europee, la tendenza ad utilizzare le consultazioni pubbliche dei cittadini tramite internet è ancora molto scarsa ( consulta i dati ).
  • Qual è il testo alternativo più corretto?
    • “ Una mela appoggiata alla sommità di un grattacielo e sullo sfondo una città”
    • “ Panorama di New York”
    • “ La Grande Mela (The Big Apple)”
    • “ Una mela”
    • “”
    • I link sono elementi testuali che devono esprimere in poche parole la destinazione a cui portano
    • Un link è come un cartello stradale : si deve vedere e deve indicare la meta in modo inequivocabile
    • Devono essere evitate diciture troppo generiche come approfondisci , continua , clicca qui
    I link
  • Rendere i link accessibili
    • Usare  testi significativi anche se letti al di fuori del proprio contesto
    • Assicurarsi che il testo del link sia chiaro e breve
    • E’ auspicabile che i link rispettino sempre le stesse convenzioni tipografiche
    • È sconsigliato utilizzare solo simboli grafici cliccabili , ad esempio freccine o iconcine
  • Aggiungere un titolo a un link
  • Link a documenti da scaricare
    • A volte è necessario fornire contenuti che non vengono visualizzati direttamente dal browser , ma da altri programmi (documenti PDF, Word, Powerpoint, ecc.)
    • Quando un link punta ad un file, indicare anche il tipo di documento e le sue dimensioni in modo da permettere all’utente di valutare se è il caso di aprirlo oppure scaricarlo prima in locale
  • Quale di questi link è più efficace?
    • Clicca qui per partecipare al nostro sondaggio e vincere un premio
    • Clicca qui per partecipare al nostro sondaggio e vincere un premio
    • Partecipa al sondaggio e vinci
  • I colori
    • Rendere disponibili tutti gli elementi informativi anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli
    • Garantire un sufficiente contrasto tra i colori utilizzati per lo sfondo e il testo
    • Descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne
    • Prevedere sempre un sommario e un titolo della tabella
    • Per tabelle dati complesse , utilizzare altri elementi ed attributi quali tbody , thead , tfoot , col , colgroup
    Le tabelle di dati
  • Rendere accessibile una tabella di dati Intestazioni di righe e colonne Sommario e titolo della tabella
  • I video
    • Nel caso di contenuti multimediali indispensabili per la completezza dell’informazione, aggiungere:
    • un riassunto
    • una trascrizione
    • un equivalente sincronizzato (sottotitoli e/o audiodescrizioni)
  • Chi parla male, pensa male
    • La comprensibilità di un testo è parte integrante dei principi di trasparenza e accesso richiesti a una Pubblica Amministrazione
    • Un’amministrazione che parla e scrive in modo burocratico rimane distante e ostile alla maggioranza dei cittadini
  • Rendere comprensibile il testo Parole della lingua naturale Parole del gergo burocratico Parole intere Abbreviazioni e sigle Soggetti animati Soggetti inanimati Affermazione Doppia negazione Forme verbali attive e personali Forme verbali passive e impersonali Frasi brevi con costruzioni coordinate Frasi lunghe con costruzioni subordinate Titoli e sottotitoli brevi e concreti Titoli e sottotitoli lunghi e astratti Testo articolato Testo continuo
  • Testo articolato anziché continuo
    • Un testo lungo scritto in modo continuo risulta ostile anche alla percezione immediata e non invoglia alla lettura
    • E’ consigliabile articolare i testi di una certa consistenza in brani scanditi da titoli ed eventualmente sottotitoli, che fanno un po’ da linea guida per la lettura
    • Serve anche a chi scrive per dare un migliore ordinamento logico ai contenuti
  • Titoli brevi e concreti anziché lunghi e astratti
    • Un difetto tipico della burocrazia è quello di scrivere titoli lunghissimi che pretendono di riassumere tutto quello che dice un testo
    • Un titolo deve essere la sintesi estrema di un contenuto e si può sempre esprimere in poche parole, chiare e concrete
    Esempi invece di Identificazione beneficiari dei contributi a carico del fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione è meglio Contributi per l’affitto della prima casa a famiglie o persone a basso reddito invece di Richiesta di inclusione ai sensi dell’art. 9, legge 30 aprile 1999, n. 120 nell’Albo unico delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale è meglio Albo degli scrutatori: richiesta di inserimento
  • Frasi brevi anziché lunghe
    • Frasi molto lunghe e complesse sono più difficili da padroneggiare per chi scrive e più faticose per chi legge
    • E’ consigliabile frazionare i concetti in frasi di 20/30 parole e dare ai concetti una sequenza logica in un’ottica utente
    Esempi invece di A seguito dell’entrata in vigore della legge n.123 del 30/12/2000, al fine di semplificare i rapporti tra amministrazione pubblica e cittadino, è stata istituita la Tessera Elettorale a carattere permanente che, fino a quando non verrà sostituita dalla Carta d’Identità Elettronica, consentirà l’esercizio del diritto di voto per le prossime diciotto consultazioni elettorali, sia politiche che amministrative che referendarie, senza che sia necessario il recapito del certificato elettorale. è meglio La Tessera elettorale personale è un nuovo documento e sostituisce il tradizionale certificato elettorale che veniva consegnato a casa prima di ogni elezione. Questa tessera consentirà a ogni cittadino di andare a votare nelle prossime 18 consultazioni elettorali (elezioni politiche, amministrative, referendum). Resterà valida fino a quando non sarà sostituita dalla Carta d’identità elettronica. La Tessera è entrata in vigore con la legge n. 123 del 30 dicembre 2000.
  • Forme verbali attive anziché passive
    • Le frasi risolte con verbi in forma attiva anziché passiva o impersonale sono più immediate
    • Costringono chi scrive a esprimere il soggetto dell’azione e questo è sempre un elemento di chiarezza
    Esempi invece di La presente autorizzazione è soggetta a revoca da parte dell’Amministrazione è meglio L’Amministrazione può revocare l’autorizzazione invece di Si è prevista un’azione formativa mirata agli operatori è meglio L’Amministrazione ha previsto un percorso formativo per gli operatori
  • Affermazione anziché doppia negazione
    • La doppia negazione è un modo contorto di affermare qualcosa , cioè si vuole affermare una cosa attraverso la negazione del contrario
    Esempi invece di Non si accettano moduli non compilati in ogni loro parte è meglio Si accettano solo moduli compilati in ogni loro parte
  • Soggetti animati anziché inanimati
    • I soggetti animati sono quelli che rimandano a persone (cittadini, pensionati, contribuenti, studenti...) che vengono chiamati a fare qualcosa
    • Usando un soggetto inanimato , in genere si deve fare ricorso a verbi in forma passiva e tutto diventa più rarefatto e distante
    Esempi invece di E’ fatto obbligo ai soggetti partecipanti alla gara di presentare le domande è meglio Le ditte che partecipano alla gara devono invece di Il versamento va effettuato dai soggetti interessati entro il è meglio Le persone interessate devono fare il versamento entro
  • Parole intere anziché abbreviazioni e sigle
    • Evitare un utilizzo eccessivo di sigle e abbreviazioni
    • Spesso le sigle vengono scritte in modi diversi , anche nel corso di un unico testo (tutto maiuscolo o alto-basso, con punti separatori o senza, ecc), rendendo la comprensione ancora più ostica
    • Fatta eccezione per le sigle di indiscusso dominio pubblico, nella maggioranza dei casi è buona regola sciogliere sempre la sigla la prima volta che compare nel testo
    • Evitare quando è possibile le abbreviazioni
  • Lingua naturale anziché gergo burocratico
    • La lista di parole o espressioni burocratiche , che dovrebbero lasciare il posto a parole di uso comune, è davvero lunga
    • A fronte di una parola burocratica, le opportunità di sostituzione sono diverse, ma dipende sempre dal contesto … senza contare le opportunità di eliminazione pura e semplice
  • Due proposte di lettura
    • Destinazione web Un viaggio verso siti pubblici di qualità http://www.regionedigitale.net/pubblicazioni/collana-emilia-romagna-digitale/volume-11/
    • Usabilità e scrittura dei testi per il web
    • http://www.slideshare.net/giacomo.mason/usabilita-e-scrittura-dei-testi-per-il-web
  • Riferimenti normativi sull’accessibilità
    • Legge 9 gennaio 2004, n. 4 Il testo della legge sulle &quot;Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici“
    • Decreto del Presidente della Repubblica, 1 marzo 2005, n.75 Regolamento di attuazione della legge 9 gennaio 2004, n.4 per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici
    • Decreto Ministeriale 8 luglio 2005 Requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilità agli strumenti informatici
    • Legge 1 marzo 2006, n. 67 Misure per la tutela giudiziaria delle persone con disabilità vittime di discriminazioni
  • Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese. Articolo 3, Costituzione della Repubblica Italiana Opera rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/it/