Conversation: sources of influence   monitoraggio business intelligence resources communication SMS Twitter Facebook purch...
I won’t say that adv is dead I won’t claim you did miss the point I won’t tell you need a Web 2.0 guru
 
From a letter to complain…
… to TV audience …
… to the web.
Conversation: the new CRM
Conversation: is there anything more human?
From the conversation to knowledge and
The most challenging goal for corporations? Metrics
How much does it costs a conversation between friends?  Or better say  what is its value?
<ul><li>Target or People </li></ul><ul><li>Consumers or Clients </li></ul><ul><li>Roi or Benefits </li></ul>?
Conversation is human so it has to be listening and not algorithms driven
The human touch
@Buzzdetector we believe in the huma factor Our monitoring platform and the data analysis process are built on this assump...
Web Report Set di keyword Motori Sito/i Consumers’ insight Azioni Monitoraggio
Web Report Set di keyword Motori Sito/i Consumers’ insight Azioni Monitoraggio
Web Report Set di keyword Motori Sito/i Consumers’ insight Azioni Monitoraggio
Web Report Set di keyword Motori Sito/i Consumers’ insight Azioni Monitoraggio
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

The human touch en

514
-1

Published on

Published in: Technology, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
514
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Vi dirò invece, come titola Huxley nel 1932, che sono molti cambiamenti, molti sono già avvenuti, molto stanno avvenendo, altri ci saranno nel futuro. Un contesto nel quale i processi e le modalità di relazione si sono amplificate.
  • One to one, private claim
  • Alla spettacolarizzazione del reclamo, quasi come una gogna pubblica.
  • Un reclamo teso a far sentire la propria voce per ottenere un risultato con una platea di spettatori/contributori di milioni di persone.
  • Si aferma un nuovo principio: il crm esce dagli ambiti tradizionali, ambiti riservati, per divenire pubblico e per divenire esso stesso una forma di comunicazione efficace
  • La conversazione è antica come l’uomo ed è uno stimolo naturale.
  • Ci sono vari di tipi di conversazione: quelle più frivole e quelle più coinvolgenti. Se si è capaci di ascoltare, la nostra capacità di apprendere e approfondire ciò che sappiamo aumenta a dismisura e conoscere è potere!
  • Come misurare il potere che deriva dalla conoscenza? Come misurare se la conversazione è stata utile o meno? Qui il problema è che le aziende non hanno più metriche standard da utilizzare ma devono inventarsi modelli di misurazione propri legati agli obiettivi che hanno le azioni stesse.
  • Metriche che non sono necessariamente quantitative ma che dovrebbero essere qualitative.
  • Tali da permettere di implementare dei passaggi sostanziali nelle definizione di base.
  • Componente essenziale della conversazione è la capacità di ascoltare e capire per poter continuare la conversazione. Oggi, questa capacità non è delegabile ad algoritmi. La lettura e l’interpretazione di ciò che viene detto/scritto è un processo manuale gestito da un umano. Oneroso, faticoso ma ineludibile, ad oggi.
  • Componente essenziale della conversazione è la capacità di ascoltare e capire per poter continuare la conversazione. Oggi, questa capacità non è delegabile ad algoritmi. La lettura e l’interpretazione di ciò che viene detto/scritto è un processo manuale gestito da un umano. Oneroso, faticoso ma ineludibile, ad oggi.
  • Componente essenziale della conversazione è la capacità di ascoltare e capire per poter continuare la conversazione. Oggi, questa capacità non è delegabile ad algoritmi. La lettura e l’interpretazione di ciò che viene detto/scritto è un processo manuale gestito da un umano. Oneroso, faticoso ma ineludibile, ad oggi.
  • Proprio per questa onerosità è necessario che il processo sia strutturato correttamente sin dall’inizio. Quattro sono i passaggi chiave delle operazioni di monitoraggio perché siano operazioni in grado di dare dei risultati. Il primo passaggio è quello dell’analisi delle parole della rete, delle parole dei motori di ricerca e delle parole del sito. La sintesi di questa prima analisi ci porta ad avere un set di parole chiave mirate ed efficaci sulle quali impostare il lavoro di monitoraggio.
  • Da questo lavoro, si ottiene il report che fotografa la situazione attuale: un report che contiene sia qualitative sull’oggetto della ricerca, indicazioni di percezione, indicazioni utilizzo del prodotto, indicazioni semantiche, che quantitative, quanto se ne parla, se in termini positivi o negativi. Il report consente poi di verificare se siano necessari interventi sul/i sito/i per modificare il linguaggio usato che sui motori di ricerca.
  • Inoltre si elaborano i consumers’ insight: tutte le indicazioni che possono provenire dagli utenti, attuali o potenziali, vengono sintetizzate in macro indicazioni che generano, a loro volta, delle azioni che possono essere intraprese per andare incontro a queste indicazioni.
  • Ovviamente, questo processo non è one shot ma è continuo perché continue sono le modifiche all’ambiente che circonda le aziende, i marchi, i prodotti, le modalità di fruizione, la concorrenza e gli strumenti con i quali gli utenti si possono scambiare informazioni. Inoltre, questa tipologia di analisi consente di agire con più tempestività in situazioni di crisi, cercando di anticiparle con una analisi anche delle voci apparentemente più insignificanti.
  • The human touch en

    1. 1. Conversation: sources of influence monitoraggio business intelligence resources communication SMS Twitter Facebook purchase influence social networking brand reputation You Tube Web 2.0 review online codice a barre
    2. 2. I won’t say that adv is dead I won’t claim you did miss the point I won’t tell you need a Web 2.0 guru
    3. 4. From a letter to complain…
    4. 5. … to TV audience …
    5. 6. … to the web.
    6. 7. Conversation: the new CRM
    7. 8. Conversation: is there anything more human?
    8. 9. From the conversation to knowledge and
    9. 10. The most challenging goal for corporations? Metrics
    10. 11. How much does it costs a conversation between friends? Or better say what is its value?
    11. 12. <ul><li>Target or People </li></ul><ul><li>Consumers or Clients </li></ul><ul><li>Roi or Benefits </li></ul>?
    12. 13. Conversation is human so it has to be listening and not algorithms driven
    13. 14. The human touch
    14. 15. @Buzzdetector we believe in the huma factor Our monitoring platform and the data analysis process are built on this assumption
    15. 16. Web Report Set di keyword Motori Sito/i Consumers’ insight Azioni Monitoraggio
    16. 17. Web Report Set di keyword Motori Sito/i Consumers’ insight Azioni Monitoraggio
    17. 18. Web Report Set di keyword Motori Sito/i Consumers’ insight Azioni Monitoraggio
    18. 19. Web Report Set di keyword Motori Sito/i Consumers’ insight Azioni Monitoraggio
    1. A particular slide catching your eye?

      Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

    ×