Mariani Marina. Razionale dell'impiego delle proteine isolate dal siero di latte. ASMaD 2011

1,476 views
1,342 views

Published on

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,476
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
11
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Mariani Marina. Razionale dell'impiego delle proteine isolate dal siero di latte. ASMaD 2011

  1. 1. Marina Mariani Unita Operativa Nutrizione Clinica Ospedale S.Eugenio – Roma Roma 10 Giugno 2011
  2. 2. <ul><li>L’ALIMENTAZIONE E’ UN BISOGNO </li></ul><ul><li>PRIORITARIO </li></ul>
  3. 3. <ul><li>Realtà ospedaliera: </li></ul><ul><li>Aspetto nutrizionale poco curato </li></ul><ul><li>Malnutrizione per difetto in forte aumento dopo 15 gg di degenza </li></ul><ul><li>Stato di nutrizione indicatore della qualità della degenza </li></ul>
  4. 4. <ul><li>Evoluzione della malnutrizione non trattata </li></ul><ul><li>“ salute” = 100% patrimonio proteico </li></ul><ul><li>Riduzione massa muscolare, liscia , cardiaca </li></ul><ul><li>Riduzione proteine viscerali di trasporto </li></ul><ul><li>riduzione risposta immunitaria </li></ul><ul><li>alterata cicatrizzazione e risposta al trauma </li></ul><ul><li> compromissione funzione organi </li></ul><ul><li>incapacità adattamento biologico </li></ul><ul><li>Morte metabolica= 70 % perdita patrimonio proteico </li></ul>
  5. 5. <ul><li>La manipolazione degli alimenti può influire notevolmente sul nostro stato di salute </li></ul><ul><li>Purtroppo in molte realtà sanitarie l’alimentazione mantiene ancora un connotato assistenziale e non clinico terapeutico </li></ul><ul><li>Come dovrebbe essere </li></ul>
  6. 6. <ul><li>In cartella la mancata registrazione al momento del ricovero del peso e della statura espone il paziente ad un maggiore rischio nutrizionale. </li></ul><ul><li>Importante l’utilizzo di screening nutrizionali (NRS 2002, Must, MNA) </li></ul>
  7. 7. <ul><li>Cartelle cliniche e infermieristiche devono contenere informazioni: </li></ul><ul><li>circa lo stato di nutrizione del paziente </li></ul><ul><li>la tipologia di dieta prescritta </li></ul><ul><li>eventuali intolleranze </li></ul><ul><li>indicazioni circa la mancata assunzione del pasto con anamnesi alimentare e valutazione degli scarti . </li></ul>
  8. 8. <ul><li>Eventuali supporti nutrizionali(NA) devono essere registrati in apposite cartelle clinico nutrizionali </li></ul>
  9. 9. <ul><li>Tutti gli operatori sanitari devono collaborare con il servizio di nutrizione clinica eo il Team di Nutrizione Artificiale per concorrere al migliore trattamento nutrizionale </li></ul>
  10. 10. <ul><li>Monitorare i processi inerenti la nutrizione </li></ul><ul><li>Promuovere attività di sorveglianza nutrizionale </li></ul><ul><li>Osservare degli indicatori clinico nutrizionali </li></ul>
  11. 11. <ul><li>Cartella nutrizionale per il paziente </li></ul><ul><li>a rischio di malnutrizione </li></ul><ul><li>rilevazione misure antropometriche, </li></ul><ul><li>calcolo BMI </li></ul><ul><li>valutazione del calo ponderale negli ultimi tre mesi, </li></ul><ul><li>riduzione apporto alimentare del 50% per i futuri 7 gg, </li></ul><ul><li>monitoraggio parametri biochimici </li></ul>
  12. 12. <ul><li>Valutazione della risposta al piano di trattamento </li></ul><ul><li>Eventuale uso dei supporti nutrizionali (o.n.s.) </li></ul>
  13. 13. <ul><li>Supplementi nutrizionali orali: </li></ul><ul><li>Formule standard </li></ul><ul><li>Formule a composizione specifica </li></ul><ul><li>Integratori modulari </li></ul><ul><li>Diete enterali per sonda: </li></ul><ul><li>Starter </li></ul><ul><li>Standard </li></ul><ul><li>Specifiche per patologia </li></ul><ul><li>Nutrizione pediatrica: </li></ul><ul><li>Supplementazioni nutrizionali orali </li></ul><ul><li>Diete enterali per sonda </li></ul>
  14. 14. <ul><li>Concentrato di proteine isolate </li></ul><ul><li>dal siero di latte ad alto contenuto di cisteina </li></ul>
  15. 15. <ul><li>Definizione: </li></ul><ul><li>Alimento a fini medici speciali per regimi alimentari con grave deficit proteico eo di glutatione </li></ul>
  16. 16. <ul><li>Nutraceutica </li></ul><ul><li>Studio di alimenti che hanno una funzione benefica sulla salute umana. </li></ul><ul><li>Gli alimenti nutraceutici detti anche alimenti funzionali. </li></ul><ul><li>Alimento –farmaco (alimento salutare- proprietà curative- riconosciuta efficacia) </li></ul>
  17. 17. <ul><ul><ul><ul><ul><li>Nutraceutici: </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>sostanze nutraceutiche derivano </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>piante , alimenti anche di origine </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>animale e fonti microbiche </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>Vengono utilizzate per prevenire malattie croniche </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>Migliore lo stato di salute </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>Aumentare l’aspettativa di vita </li></ul></ul></ul></ul></ul>
  18. 18. <ul><li>USO MIRATO NEI DEFICIT NUTRIZIONALI CON AUMENTATO FABBISOGNO EO CONSUMO DI GLUTATIONE E IN TUTTI I CASI IN CUI SI DEVE SUPPORTARE IL SISTEMA IMMNUNITARIO CON NUTRIENTI SPECIFICI </li></ul>
  19. 20. <ul><li>IL GLUTATIONE: </li></ul><ul><li>è UN FORTE ANTIOSSIDANTE </li></ul><ul><li>AZIONE RILEVANTE CONTRO I RADICALI LIBERI </li></ul><ul><li>AZIONE IMPORTANTE NEI GLOBULI ROSSI </li></ul><ul><li>Proteggendo tali cellule da pericoli ossidativi </li></ul>
  20. 21. <ul><li>Uso mirato in specifiche condizioni: </li></ul><ul><li>Oncologia </li></ul><ul><li>Neurologia </li></ul><ul><li>Gastroenterologia </li></ul><ul><li>Nefrologia </li></ul><ul><li>Fibrosi cistica </li></ul><ul><li>Nei trattamenti pre e post chirugici </li></ul>
  21. 22. TOSSICITA’ da RT/CT MUCOSITE DOLORE DISFAGIA MALNUTRIZIONE <ul><li>dimagrimento </li></ul><ul><li>riduzione massa muscolare scheletrica, liscia, cardiaca </li></ul><ul><li>riduzione proteine viscerali e di trasporto </li></ul><ul><li>riduzione risposta immunitaria </li></ul><ul><li>alterate cicatrizzazione e risposta al trauma </li></ul><ul><li>compromissione funzionale organi </li></ul><ul><li> </li></ul>
  22. 23. GESTIRE LA TOSSICITÀ mucosite <ul><li>Igiene del cavo orale (l’acqua ossigenata diluita e bicarbonato ) </li></ul><ul><li>Sciacqui con colluttori ( soluzioni muco adesive con carbo-polimeri, benzidamina,aloe) </li></ul><ul><li>Profilassi antifungina </li></ul><ul><li>Liquidi!!! Per os o parenterali </li></ul>dolore <ul><li>Preparazioni topiche contenenti anestetici locali( lidocaina, benzocaina) </li></ul><ul><li>ANTIDOLORIFICI (FANS,MORFINA rr) per os o trandermica </li></ul><ul><li>Steroidi </li></ul>neutropenia <ul><li>fattori di crescita </li></ul><ul><li>ev. copertura antibiotica se NEUTR.< 500 </li></ul>tossicità cutanea <ul><li>*** Cetuximab </li></ul><ul><li>Creme idratanti-lenitive ( the verde,aloe,benzidamina,steroidi) </li></ul>
  23. 25. <ul><li>Concordanza degli operatori affinchè la nutrizione artificiale sia la scelta </li></ul><ul><li>terapeutica più </li></ul><ul><li>appropriata </li></ul>
  24. 26. <ul><li>Dietoterapia appropriata, supplementazione con alimenti a fini medici speciali, oppure NA sono la risultanza di diversi processi clinico nutrizionali </li></ul><ul><li>Inappetenza, basso gradimento del vitto sono il presupposto per carenze nutrizionali che incidono nel determinismo della malnutrizione ospedaliera </li></ul>
  25. 27. <ul><li>Conclusioni: </li></ul><ul><li>Importanza della Direzione Aziendale per la dovuta attenzione alle attività clinico nutrizionali </li></ul>
  26. 28. <ul><li>Council of Europe: </li></ul><ul><li>raccomanda analisi dei costi per il potenziale costo delle complicanze e delle prolungate degenze dovute alla malnutrizione ospedaliera </li></ul>
  27. 29. <ul><ul><ul><ul><ul><li>Grazie </li></ul></ul></ul></ul></ul>

×