Le nuove frontiere farmacologiche nella terapia della diarrea (l. galleli)

  • 1,940 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,940
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide
  • L’AZIONE DEI PROBIOTICI L’attività dei microrganismi probiotici si esplica principalmente attraverso la loro adesione agli enterociti. Viene così inibito il potenziale “attaccamento” da parte di altri ceppi enteropatogeni (esclusione competitiva). I probiotici inoltre sono in grado di: produrre acidi grassi a corta catena e batteriocine (sostanze che inibiscono la moltiplicazione dei patogeni) stimolare la sintesi di IgA aumentare la sintesi di citochine antinfiammatorie
  • My talk will be consisting of two parts. Initially I will discuss the physiological role of serotonin and the role of its type 4 receptors in GI functions and secondly I will review for you the evidence for the effects of tegaserod, a 5HT 4 receptor agonist, and its pharmacodynamic effects in the GI tract. Next slide, please

Transcript

  • 1. Le nuove frontiere farmacologiche nella terapia della diarrea Luca Gallelli Cattedra di Farmacologia UO Farmacologia Clinica e Farmacovigilanza, Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro
  • 2. Meccanismi di trasporto degli elettroliti nella mucosa intestinale apice del villo cripte
    • Assorbimento “neutro” NaCl
    • Assorbimento elettrogenico Na+
    • Assorbimento Na accoppiato a nutrienti (glc/gal, aminoacidi)
    • Canali selettivi per K (sul lato luminale nel colon)
    • Canali selettivi per Cl
    • Pompa Na/K ATP dipendente
    • Trasporto accoppiato Na/K/Cl
  • 3.  
  • 4.  
  • 5.  
  • 6.  
  • 7. Secrezione assorbimento Normale Escrezione fecale di acqua
  • 8. DIARREA ACUTA Secrezione assorbimento > Escrezione fecale di acqua
  • 9. Mortalità infantile – cause (%) (Lancet 2003;361:2226-34)
  • 10. MORTALITA’ DA DIARREA WHO, 2005
  • 11. Definizione di medicinale:
  • 12. "sostanza che ottiene un effetto terapeutico". “ Sostanza capace di provocare nell'organismo umano e animale modificazioni funzionali mediante un'azione chimica o fisica”
  • 13. dal "The Wit of Medicine” Un medicinale è una sostanza che quando viene iniettata in una cavia produce un articolo scientifico
  • 14.  
  • 15. Il trattamento della diarrea acuta 1) Terapia reidratante
    • L’aggiunta di K+ va fatta con molta attenzione
    • solo dopo la ripresa della diuresi (2-4 mEq/Kg).
    • In caso di acidosi : bicarbonato di sodio (B.E. * Kg) / 3
    • Terapia reidratante di mantenimento (nei giorni
    • successivi): 60-100 ml/Kg/die o 1800 ml/m 2
    • (anche per os).
  • 16. Il trattamento della diarrea acuta 1) Terapia reidratante Soluzione casalinga: 1 litro di acqua, 1 cucchiaio di zucchero (19 g), 1 cucchiaino di sale (3 g), una puntina di bicarbonato (0,5 g).
  • 17. Il trattamento della diarrea acuta 2) Rialimentazione Prima fase (12-24 ore): dieta idrica Seconda fase : rialimentazione relativamente precoce (la ricostruzione dei villi è facilitata dalla presenza del cibo all’interno del tubo digerente). Bambino < 6 mesi: o alimentazione con latte materno o con latte artificiale diluito (a 1/3-1/2) o con latte in polvere a diluizione crescente (5-10-15 %). A volte latti speciali a base di idrolisati proteici (Nutramigen). Bambino > 6 mesi: semolini di riso o di grano + carote + proteine della carne o del parmigiano + olio (di oliva o di mais) + frutta (mela, banana). Altri cibi: patate
  • 18. I probiotici competono con i patogeni per l’adesione alla mucosa intestinale , inibendone lo sviluppo . The Lancet 2004; 363: 641–53
  • 19. Probiotici Supplementi dietetici che contengono micro-organismi vivi in numero sufficiente da migliorare l’ambiente microbico intestinale SCHREZENMEIR et al. 2001 Lactobacilli L. acidophilus L. casei L. delbrueckii subsp Bulgaricus L. reuteri L. brevis L. cellobiosus L. curvatus L. fermentum L. plantarum L. rhamnosus L. salivarius Bifidobacteria B. bifidum B. infantis B. longum B. thermophilum B. adolescentes
  • 20. Prebiotici
    • Sono oligosaccaridi non digeribili che possono stimolare selettivamente la crescita dei bifidobacteria di circa 10 volte riducendo il numero di Clostridia e Enterobacteria.
    HAYAKAWA et al. Microb Ecology Health Dis1990 fructo-oligosaccaridi; inulina; galacto-oligosaccaridi; lactulosio lactilo
  • 21. SIMBIOTICI
    • Per migliorare la sopravvivenza dei batteri probiotici durante il passaggio nel tratto intestinale, e per incrementare la crescita dei ceppi batterici endogeni ed esogeni
    HAYAKAWA et al. Microb Ecology Health Dis1990 Bifidobacteri + fructo-oligosaccaridi; Lactobacilli + lactilolo; Bifidobacteria + galacto-oligosaccaridi
  • 22.  
  • 23. Efficacia dei probiotici con o senza gli antibiotici nella diarrea da antibiotici Sazawal e coll., Lancet infect Dis, 2006 Mc Farland e coll., Am J Gastroentrology 2006 Documentato rischio di infezioni severe (polmoniti, batteriemie, endocarditi e meningiti) se somministrati in neonati o bambini immunocompromessi o debilitati Land e coll., Pediatrics, 2005
  • 24.  
  • 25.  
  • 26.
    • 8 DBPCs
    • 988 pts
    • Parametri analizzati
      • Frequenza scariche  Nessun Effetto
      • Volume feci  Nessun effetto
      • Durata diarrea  Moderato effetto
    • Conclusioni
      • L’uso del lattobacillo GG ha “moderate clinical benefits” nel trattamento della diarrea acuta
    Szajewska H et al Meta-analysis : Lactobacillus GG for treting acute diarroea in children. Aliment Pharmacol Ther 2007 April
  • 27.  
  • 28.  
  • 29. Inibisce la secrezione pancreatica. Ha effetto antisecretorio e riduce la motilità. Utilizzato occasionalmente nella sindrome dell’intestino corto EC steatorrea,colelitiasi, iperglicemia Octreotide
  • 30. Diosmectite e psyllium
    • Sostanze naturali, migliorano l'aspetto delle feci ma le capacità antitossiche specifiche sono ancora da dimostrare.
    • > rischio occlusioni intestinali
  • 31.  
  • 32.  
  • 33.  
  • 34. I RECETTORI OPPIOIDI morfina nalorfina pentazocina encefaline petidina naloxone Mu Analgesia, depressione respiratoria, euforia, dipendenza, Stipsi +++ - - + +++ --- Kappa Stipsi + + + + + - Sigma Psicotomimetica 0 + + 0 0 0 Delta Analgesia , Ridotta secrezione intestinale ++ - - +++ + -
  • 35.  
  • 36.  
  • 37. ENCEFALINE Recettore  cAMP
  • 38. a) met-enkefalina b) leu-enkefalina c) octa peptide d) epta peptide a) Globus pallidus a) Ipofisi posteriore b) Gangli della base b) Ganglio celiaco c) Amigdala c) Ganglio superiore cervicale d) Ipotalamo d) Ghiandole salivari e) Cervelletto e ) Tratto gastro-intestinale f) Substantia nigra f) Midollare del surrene g) Talamo g) Sangue h) Corteccia h) Liquor
  • 39. ENCEFALINE Recettore  cAMP
  • 40. ENCEFALINE Recettore  cAMP
  • 41.  
  • 42.  
  • 43. encefalinasi encefaline Normale assorbimento di Sodio e Acqua
  • 44.
    • Racecadotril, agonista indiretto dei recettori 
  • 45.  
  • 46. R
  • 47. encefalinasi encefaline Normale assorbimento di Sodio e Acqua
  • 48. encefalinasi encefaline Aumentato assorbimento di Sodio e Acqua con riduzione della eliminazione fecale Racecadotril
  • 49. Proprietà cliniche di un agente antidiarroico ideale Inibizione della secrezione fluida o stimolazione del riassorbimento di fluidi dalla mucosa intestinale Buon assorbimento e Rapido inizio di azione Scarsi effetti sul tempo di transito intestinale Ridotti effetti collaterali Alto indice terapeutico Scarsi effetti sul sistema nervoso centrale Ridotto potenziale di abuso
  • 50. Proprietà cliniche di un agente antidiarroico ideale Inibizione della secrezione fluida o stimolazione del riassorbimento di fluidi dalla mucosa intestinale Buon assorbimento e Rapido inizio di azione Scarsi effetti sul tempo di transito intestinale Ridotti effetti collaterali Alto indice terapeutico Scarsi effetti sul sistema nervoso centrale Ridotto potenziale di abuso
  • 51. Baumer e coll., Gut 1992; 33:753-8
  • 52. 300mg Hinterleitner e coll., Eur J Gastroenterol Hepatol 1997;9:887–91.
  • 53. Aliment Pharmacol Ther. 1999 Dec;13 Suppl 6:3-7. Racecadotril demonstrates intestinal antisecretory activity in vivo. Primi MP , Bueno L , Baumer P , Berard H , Lecomte JM . BACKGROUND: Racecadotril (acetorphan), a potent enkephalinase inhibitor, protects endogenous enkephalins from degradation. Racecadotril exhibits experimental and clinical antidiarrhoeal activity without any effect on intestinal motility, suggesting selective antisecretory activity. The antisecretory effect of racecadotril was directly assessed in the present study. METHODS: A 1 m, jejunal, Thiry-Vella loop was created in six mongrel dogs , and water and ionic fluxes were evaluated during infusion (2 mL/min) of Tyrode solution labelled with 14C-polyethylene glycol. Fluxes were determined both in the basal state and 5-6 h after commencement of a 2-h infusion of cholera toxin (0.4 microgram/mL). Racecadotril (10 mg/kg) or vehicle was given orally with and without prior intravenous administration of naloxone (0.1 mg/kg) or phentolamine (0.2 mg/kg). RESULTS: Basal absorption remained unchanged following racecadotril administration; however, racecadotril significantly decreased (P = 0.01) cholera toxin-induced water, sodium, and potassium hypersecretion, from 0.73 +/- 0.15 to 0.37 +/- 0.13 mL/min; from 125.0 +/- 16.1 to 14.7 +/- 9.5 microMol/min; and from 3.41 +/- 0.66 to 1.66 +/- 0.61 microMol/min, respectively. This antisecretory activity of racecadotril was suppressed by naloxone but not by phentolamine. CONCLUSIONS : This study directly demonstrates the antisecretory activity of racecadotril in relation to the protection of endogenous enkephalins .
  • 54. L’inibizione delle encefalinasi è DOSE DIPENDENTE Con una inibizione del 59% dopo dose di 30mg 76% dopo dose di 100 mg 89% dopo dose di 300 mg Matheson e Nobel, Drugs 2000
  • 55. Proprietà cliniche di un agente antidiarroico ideale Inibizione della secrezione fluida o stimolazione del riassorbimento di fluidi dalla mucosa intestinale Buon assorbimento e Rapido inizio di azione Scarsi effetti sul tempo di transito intestinale Ridotti effetti collaterali Alto indice terapeutico Scarsi effetti sul sistema nervoso centrale Ridotto potenziale di abuso
  • 56.  
  • 57. Lecomte. International Journal of Antimicrobial Agents, 2000: 14; 81–87
  • 58.  
  • 59. Proprietà cliniche di un agente antidiarroico ideale Inibizione della secrezione fluida o stimolazione del riassorbimento di fluidi dalla mucosa intestinale Buon assorbimento e Rapido inizio di azione Scarsi effetti sul tempo di transito intestinale Ridotti effetti collaterali Alto indice terapeutico Scarsi effetti sul sistema nervoso centrale Ridotto potenziale di abuso
  • 60.  
  • 61. Studio randomizzato, controllato doppio cieco 62 pz con diarrea acuta Racecadotril 100 mg/8h – Loperamide 2 mg/12 h Le 2 molecole sono ugualmente rapide ed efficaci ma la loperamide si associa ad un incremento dello sviluppo di effetti indesiderati
  • 62. Rogè et al. 1993
  • 63. Prado et al. 2002
  • 64. Prado et al. 2002
  • 65. Bergmann e coll., Aliment Pharmacol Ther 1992; 6:305-13
  • 66.  
  • 67. Proprietà cliniche di un agente antidiarroico ideale Inibizione della secrezione fluida o stimolazione del riassorbimento di fluidi dalla mucosa intestinale Buon assorbimento e Rapido inizio di azione Scarsi effetti sul tempo di transito intestinale Ridotti effetti collaterali Alto indice terapeutico Scarsi effetti sul sistema nervoso centrale Ridotto potenziale di abuso
  • 68. Matheson e Noble, Drugs 2000; 59:829-35
  • 69. Proprietà cliniche di un agente antidiarroico ideale Inibizione della secrezione fluida o stimolazione del riassorbimento di fluidi dalla mucosa intestinale Buon assorbimento e Rapido inizio di azione Scarsi effetti sul tempo di transito intestinale Ridotti effetti collaterali Alto indice terapeutico Scarsi effetti sul sistema nervoso centrale Ridotto potenziale di abuso
  • 70.
    • Adulti: livelli plasmatici mantenuti per dose di 100 mg/8 h.
    • Bambini dal 3° Mese: livelli plasmatici mantenuti per dose di 1.5 mg/kg ogni 8 h.
  • 71. Nei primati Racecadotril non produce effetti tossici a dosi 100 volte superiori per 12 mesi rispetto a quelle normalmente usate Lecomte e coll., Int J Antimicro Agents 2000; 14:81-87
  • 72. Nei primati Racecadotril non produce effetti tossici a dosi 100 volte superiori per 12 mesi rispetto a quelle normalmente usate Lecomte e coll., Int J Antimicro Agents 2000; 14:81-87 Negli uomini Racecadotril alla dose di 2 gr, equivalente a una dose 20 volte maggiore rispetto a quella normalmente utilizzata non ha prodotto lo sviluppo di nessun effetto avverso
  • 73.  
  • 74.  
  • 75.  
  • 76. Proprietà cliniche di un agente antidiarroico ideale Inibizione della secrezione fluida o stimolazione del riassorbimento di fluidi dalla mucosa intestinale Buon assorbimento e Rapido inizio di azione Scarsi effetti sul tempo di transito intestinale Ridotti effetti collaterali Alto indice terapeutico Scarsi effetti sul sistema nervoso centrale Ridotto potenziale di abuso
  • 77. L’attività dell’encefalinasi nel fluido cerebrospinale è immutata dopo trattamento con racecadotril Lecomte e coll., Int J Antimicro Agents 2000; 14:81-87 Ratti e scimmie trattate con metadone o cocaina mostrano dipendenza dopo trattamento con racecadotril Knisely e coll., Drug Alcohol Depend 1989; 23:143-51
  • 78.  
  • 79.  
  • 80.  
  • 81. Cezard, et al/Archives de pediatrie 14 (2007) S169-S175
  • 82.  
  • 83.