• Save
G.tammaro, il progetto flexiscope
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

G.tammaro, il progetto flexiscope

on

  • 1,550 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,550
Views on SlideShare
1,540
Embed Views
10

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

1 Embed 10

http://www.santeugenioroma.it 10

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • Le inchieste epidemiologiche condotte in Italia negli ultimi 20 anni con la partecipazione di numerosi Centri di endoscopia distribuiti su tutto il territorio nazionale hanno evidenziato un significativo aumento della prevalenza di esofagite (dal 2.3 al 16%) ed una corrispondente diminuzione del numero di diagnosi di ulcera duodenale (dal 15 al 6%). Pressoché invariata appare la prevalenza di ulcera gastrica e di esofago di Barrett.

G.tammaro, il progetto flexiscope G.tammaro, il progetto flexiscope Presentation Transcript

  •  
  •  
  •  
  •  
  • www.santeugenioroma.it
  • Progetto Flexiscope per l’appropriatezza delle prestazioni endoscopiche nella Roma C L’endoscopia digestiva al momento giusto
  • L’equivoco delle liste di attesa
    • Le liste d’attesa rappresentano una caratteristica strutturale di tutti i sistemi sanitari pubblici dove il cittadino non è chiamato a pagare le prestazioni
    • … . a patto però che il sistema sia in grado di selezionare la domanda e consentire tempi di attesa appropriati ai bisogni
  • Medico Medicina Generale Paziente Recup Specialista
  • “ first come , first served basis”
  • Aumento della “produttività” nella Regione Lazio (endoscopia digestiva )
    • Indagini endoscopiche
    • 1993 86.113
    • 2003 178.455
    • Indagini Medico / anno
    • 1993 581
      • 2003 766
    • Indagini infermiere/anno
    • 1993 610
    • 2003 700
    Censimento strutture endoscopiche Regione Lazio 2005
  • “ Crescono prestazioni e tempi d’attesa” 24 ORE Sanità 21- 28 Maggio 2007 – Rapporto dell’area statistiche Regione Lazio
    • Questo aumento della produttività non ha sortito alcun effetto sulla lunghezza del tempo d’attesa per ricevere la prestazione richiesta, anzi le cose sono peggiorate in modo uniforme su tutto il territorio.
    • Va detto però che nell’area metropolitana di Roma parte degli erogatori delle prestazioni endoscopiche non afferiscono al RECUP bensì a sistemi di prenotazione autonomi.
  • Endoscopia di libero accesso
  • Progetti per l’abbattimento delle liste di attesa 2005-2006
    • Sono stati stanziati 5 milioni e 500 mila euro nel 2007 per prestazioni critiche senza riferimenti all’appropriatezza delle prestazioni né, tantomeno, alle priorità.
  • Non Progetti ma Prestazioni Aggiuntive extra orario di lavoro
  • Progetto “Abbattimento liste d’attesa”
    • Nell’Aprile 2006 abbiamo partecipato al progetto “Abbattimento liste d’attesa” che ha preso il via nella nostra UOC di Gastroenterologia a seguito dell’intesa Stato Regioni del 2006 .
    • Dopo 1 anno di attività questo progetto ha prodotto un incremento del 20 % di prestazioni ambulatoriali) senza ridurre le liste d’attesa (superiori ai 3 mesi)
    • Oltre il 40% degli esami sono risultati inappropriati (secondo linee guida nazionali e internazionali)
  • Piani regionali per il contenimento delle liste d’attesa 2007:obiettivi
    • Individuare non delle prestazioni ma “pacchetti di prestazioni” relativi a precisi percorsi diagnostico-terapeutico assistenziali
    • Adottare criteri di priorità per stratificare la domanda
    • Monitorare l’attività prescrittiva sulle prestazioni richieste (appropriatezza)
  • Il progetto Flexiscope Background I RAO (Raggruppamenti di Attesa Omogenei)
  • I RAO Definizione
    • Gruppi di sintomi/segni che devono garantire una Priorità di accesso ad una prestazione specialistica
  • RAO come modello universale
    • Rao cardiologia (visita)
    • Rao pneumologia (visita)
    • Rao Radiografia torace (escluse costole)
    • Rao broncoscopia
    • Rao Tac Torace
    • Rao Tac Encefalo-cranio
    • Rao RM Torace
    • Rao RM Encefalo-cranio
    • Rao ortopedia (visita)
    • Rao dermatologia (visita)
    • Rao oculistica (visita)
    • Rao EcoColor Doppler
    Mariotti 2006
  • RAO come modello dinamico
    • Il modello è sostenibile e quindi valido solo con una verifica continua fra prescrittori e erogatori che permetta di ridurre al minimo la discordanza di attribuzione del livello di priorità fra i due gruppi di professionisti
    Hadorn et al. 2003 Feinstein. 1987
  • I RAO (Raggruppamenti di Attesa Omogenei) in Endoscopia Digestiva Esperienza pilota in Friuli dal 2005 A.Meggio et al Atti Convegno FIMAD 2007
  • Il progetto Flexiscope Razionale
    • Modello di concertazione della domanda e dell’offerta tra il MMG e lo specialista ospedaliero.
    • Da un lato si responsabilizza il primo ad una richiesta motivata e appropriata, dall’altro si obbliga lo specialista ad una risposta tempestiva e per questo più efficace.
    • Risposta flessibile perché basata sulle necessità diagnostiche e non sul semplice ordine di richiesta telefonica (first come, first served basis)
  • Progetto Flexiscope Medico Medicina Generale Paziente Recup Specialista
  • Progetto Flexiscope Preparazione
    • Lista di 120 medici del distretto 12 da cui abbiamo ricevuto 79 adesioni
    • Incontri e riunioni in Ospedale e nel Distretto.
    • Opera di raccordo da parte degli Informatori del farmaco
    • Distribuzione di oltre 100 copie plastificate del progetto Flexiscope.
    • Articoli sul giornale dell’Asl Roma C
  •  Sanguinamento non valutato come urgente: rettorragia non grave, diarrea muco-ematica non infettiva  Anemia sideropenica di primo riscontro con HB < 10 g/dl  Sintomi d’allarme :vomito significativo o persistente,disfagia, calo ponderale importante ( > 10% negli ultimi mesi ), massa addominale  Sospetto radiologico di neoplasia  Anemia sideropenica cronica , perdite ematiche minori: saliva ematica, emottisi dubbia, tracce ematiche sulla carta igienica  Sindrome dispeptico-dolorosa minore in pazienti di età > 45 anni , non investigata con endoscopia  Diarrea cronica, stipsi di recente insorgenza o eventi sub-occlusivi  Riscontro radiologico di polipi Priorità A entro 15 giorni Priorità B entro 30 giorni
  • Progetto Flexiscope Metodi
    • Mezzo preferenziale di risposta è la posta elettronica per poter accludere la preparazione intestinale più idonea , per eventuali suggerimenti (es.sospensione di farmaci prima dell’endoscopia) e per poter sfruttare a pieno il data base dedicato al progetto
    • Risposta via fax o posta elettronica entro 72 ore con la data dell’appuntamento e con istruzioni per l’esame.
  • Flexiscope Data Base 2007-2008 Gastroenterologo InvioRichiesta Appuntamento Medico di MG
  • Sperimentazione Settembre 2007-Dicembre 2008
    • 248 richieste MMG (103 Egds/155Cs) da 48 medici
    • 37 patologie significative
    • ( 7 CRC avanzati, 2 CRC precoci,2 polipi diam.> 3cm, 10 polipi
    • diametro > 1 cm, 2 coliti attiniche, 4 RCU ,6 ulcere duodenali acute,2 esofagiti erosive
    • 49(20%) richieste inappropriate
  • Da dove siamo partiti
    • Diffidenza e difficoltà di comunicazione fra Ospedale e Territorio
    • Scarsa propensione al cambiamento per diffusa demotivazione
    • Mancanza automatismi aziendali per i percorsi della qualità.
  • Dove siamo
    • Dal Gennaio 2009 attivo Flexiscope CUP Distretto 12.
    • Hanno aderito inviando pazienti con richiesta “progetto Flexiscope” che consente una prenotazione prioritaria 80 MMG.
    • Inappropriatezza salita al 30% dal 20% del 2008
  • FLEXISCOPE: UNA BUONA IDEA MA……..
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • Piano Regione Lazio 2007 per la riduzione delle liste d’attesa
    • Classi di priorità (tempi massimi)
    • Classe A 10 giorni
    • Classe B 60 giorni (diagnostica)
    • Classe D 180 giorni
  • Lista appuntamenti endoscopia digestiva
    • Orario Nome Esame Priorità
    • 8,30 Rossi Mario EGDS U
    • 9,00 Rossi Bruno Colon U
    • 9,30 Bianchi Mario Colon U
    • 10,00 Bianchi Bruno EGDS B
    • 10,30 Verdi Mario EGDS B
    • 11.00 Verdi Bruno Colon D
    • 11,30 Neri Mario Colon D
    • 12,00 Rossi Maria Colon P
    • 12,30 Rossi Bruna EGDS P
    • 13,00 Bianchi Valeria Colon P
  • ABOLIZIONE RECUP PER LE ENDOSCOPIE DIGESTIVE
    • Sistemi di prenotazioni autonomi per ogni centro erogatore, pubblico, convenzionato, policlinico universitario.
    • Questi potranno adottare un sistema “open access”, o visita filtro, o sistema di priorità
    • Tutti i centri con le varie caratteristiche di prenotazione accessibili ai MMG attraverso un portale Web (GastroLazioNet) in condivisione Finmg-Sige-Aigo-Sied.
  • Colonscopia di libero accesso
  • Appropriatezza e screening CRC
  • Campus Biomedico Poliambuatorio S.Caterina della Rosa C.T.O. Alesini
  • Competere o collaborare ?
  • Dalla sola regolamentazione con leggi, regolamenti, top down Verso Autoregolamentazione su obbiettivi di salute da parte delle professioni Passaggio cruciale Government Governance
    • Competere o collaborare ?
    • Government o Governance ?
  • Top Five gastrointestinal diagnosis
    • MRGE 5 M
    • Dolore addominale ricorrente 4 M
    • Gastroenterite 3 M
    • Stipsi 2,5 M
    • Dispepsia 2,2 M
    Position paper ACG 2006
  • Consumo PPI nel mondo
    • 10 miliardi di dollari
    • 2 fra i 5 farmaci + prescritti sono PPI
    • Con l’invecchiamento della popolazione, l’assunzione sempre più frequente di ASA,FANS, antiaggreganti il mercato sarà in futuro dominato dalle terapie di “protezione” rispetto alle terapie “curative”
    • Mercato in crescita nonostante tutti gli sforzi contrari.
    • Avere PPI a basso costo consentirà comunque di non incrementare la spesa ( dati Lazio 2007: - 16 spesa + 18% di confezioni)
  • British Columbia PPI Survey 2003 Introduzione Lansoprazolo come PPI di riferimento
    • 88% dei MMG non pensa che tutti i PPI sono uguali
    • 60% dei MMG si oppone al cambio
    • 66% dei MMg crede che questo comporti aumento del lavoro
    • 38% dei pazienti riferisce effetti collaterali (diarrea)
    • 22% riferisce peggioramento della MRGE
    • 33% riferisce maggior ricorso al MMG
  • Based on the results of this study in the Italian population, an increase of PPI consumption was observed to coincide with a reduction of hospital admissions for gastrointestinal events. Although this was not a cost-effectiveness analysis, and some relevant societal costs were not considered, this study found that for each euro1000 spent for gastroprotective drugs a reduction of euro112 was observed in the expenditure for hospital admissions due to gastrointestinal events. This finding also suggests that there is room for improvement in the utilization of PPIs for public health protection in Italy. Proton pump inhibitors and hospital discharge rates for gastrointestinal events in italy: A national ecological study.Author(s) Russo P , Brutti C  Source Clin Ther 2007 Apr; 29(4):751-8.
  •  
  • Centralità del paziente Lavoro per problemi Decisioni sulla base dei dati Lavoro di squadra Responsabilità di tutti gli attori e del management
  • L’inappropriatezza è trasversale
    • MMG
    • Specialista del settore
    • Altri specialisti
    Br. Col. Canadian PPI Survey 2003
  • Diagnosi endoscopiche su pazienti non selezionati Inchieste nazionali GISMAD – SIED 1981 1993 2003 % Inchiesta 1981 n. 50 Centri, n. 90.000 EGDS Inchiesta 1993 n. 81 Centri, n. 170.000 EGDS Inchiesta 2003 n. 116 Centri, n. 262.000 EGDS 16 12 6 2 % 2 4 6 8 10 12 14 16 0 18 Esofagite UD UG Neoplasie
  • Cancro del colon / stomaco
    • Incremento da 38 mila nuovi casi di CRC nel 1990 a 50000 negli ultimi anni
    • Riduzione significativa del tumore dello stomaco nello stesso periodo
  •  
  • Progetto Flexiscope Metodi
    • Richiesta su ricettario rosa via fax o messaggio di posta elettronica
    • (per casi particolari richiesta consegnata a mano dal paziente o sms ) di prestazione endoscopica (EGDS e/o Colonscopia) contenente:
    • Motivo della richiesta, specificando età, comorbidità, caratteristiche dell’alvo.
    • Priorità attribuita : A - entro 15 giorni, B entro 30 giorni
  • Piano Regione Lazio 2007 per la riduzione delle liste d’attesa
    • Classi di priorità (tempi massimi)
    • Classe A 10 giorni
    • Classe B 60 giorni (diagnostica)
    • Classe D 180 giorni
  • Lista appuntamenti endoscopia digestiva Gastroenterologia S.Eugenio
    • Orario Nome Esame Priorità
    • 8,30 Rossi Mario EGDS A
    • 9,00 Rossi Bruno Colon A
    • 9,30 Bianchi Mario Colon A
    • 10,00 Bianchi Bruno EGDS B
    • 10,30 Verdi Mario EGDS B
    • 11.00 Verdi Bruno Colon C
    • 11,30 Neri Mario Colon C
    • 12,00 Rossi Maria Colon P
    • 12,30 Rossi Bruna EGDS P
    • 13,00 Bianchi Valeria Colon P
  • Dove vorremmo arrivare