Brighi frosinone pptx

  • 1,273 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,273
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
3
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. MODELLI ORGANIZZATIVI PER L’URGENZA ENDOSCOPICA NEL LAZIO
    S.I.E.D.
    L’urgenza endoscopica nella Regione Lazio : esperienze a confronto
    OSPEDALE “FABRIZIO SPAZIANI” - FROSINONE
  • 2. ASL DI FROSINONE
    • Comuni : 91
    • 3. Superficie : 3.241,88 Kmq
    • 4. Popolazione : 491.299
    ASL FR. Atto Aziendale 2005
  • 5. ASL DI FROSINONE
    Atto Aziendale 2005
    POLO C
    104.717 ab.
    POLO A
    88.498 ab.
    P.O. SORA - P.S.
    S.S.D. Endoscopia
    App. Digerente
    P.O. ANAGNI – P.S.
    Amb. Endoscopia
    P.O. ALATRI – P.S.
    S.S.D. Endoscopia
    Interventistica
    POLO B
    183.793 ab
    POLO D
    114.291 ab.
    • P.O. FROSINONE – DEA 1°
    U.O.C. Gastroenterologia
    Urgenza H 24
    • P.O. CECCANO
    Amb. Endoscopia
    • P.O. PONTECORVO – P.S.
    U.O.C. Gastroenterologia 20 p.l.
    Urgenza H 24
    • P.O. CASSINO – DEA 1°
    Servizio Endoscopia Digestiva
  • 6. ASL DI FROSINONE
    Organizzazione in caso di urgenze endoscopiche al di fuori dell’orario di servizio
    POLO C
    104.717 ab.
    POLO A
    88.498 ab.
    P.O. ANAGNI – P.S.
    Amb. Endoscopia
    P.O. SORA – P.S.
    S.S.D. Endoscopia
    App. Digerente
    P.O. ALATRI – P.S.
    S.S.D. Endoscopia
    Interventistica
    POLO B
    183.793 ab
    • P.O. FROSINONE – DEA 1°
    U.O.C. Gastroenterologia
    Urgenza H 24
    • P.O. PONTECORVO
    U.O.C. Gastroenterologia 20 p.l.
    Urgenza H 24
  • 7. ASL DI FROSINONE
    Organizzazione in caso di urgenze endoscopiche al di fuori dell’orario di servizio
    P.O. ALATRI – P.S.
    S.S.D. Endoscopia
    Interventistica
    Protocollo per
    le urgenze
    endoscopiche
    P.O. SORA – P.S.
    S.S.D. Endoscopia
    App. Digerente
    P.O. ANAGNI – P.S.
    Amb. Endoscopia
    • P.O. FROSINONE – DEA 1°
    U.O.C. Gastroenterologia
    Urgenza H 24
  • 8. OSPEDALE “FABRIZIO SPAZIANI” - FROSINONE
    Organizzazione in caso di urgenze endoscopiche al di fuori dell’orario di servizio
    Richiesta Esame Endoscopico
    in urgenza altri PP.OO.
    (anche pz. ricoverati)
    Paziente trasferito
    DEA 1° Frosinone
    Endoscopista reperibile
    • valuta il pz.
    • 9. esegue la procedura
    Paziente viene sempre ricoverato P.O. Frosinone con l’eccezione :
    • rimozione bolo alimentare
    • 10. rimozione oggetti non acuminati nè taglienti
  • OSPEDALE “FABRIZIO SPAZIANI” - FROSINONE
    U.O.C. GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA
    Organizzazione attuale
  • 11. OSPEDALE “FABRIZIO SPAZIANI” - FROSINONE
    U.O.C. GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA
    Organizzazione attuale
    • n. 1 D.M. 2 livello
    • 12. n. 1 D.M. 1 livello a contratto
    • 13. n. 1 S.U.M.A.I.
    • 14. n. 2 DD.MM. area chirurgica “part-time”
    Medici :
    Infermieri inseriti reperibilità : n . 7 (n. 1 inf. reperibile / turno)
  • 15. OSPEDALE “FABRIZIO SPAZIANI” - FROSINONE
    U.O.C. GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA
    Urgenze Effettuate : tot. 118
    %
    6 %
    26,5 %
    Fascia oraria
  • 16. OSPEDALE “FABRIZIO SPAZIANI” - FROSINONE
    U.O.C. GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA
    Criticità
    Personale medico insufficiente
    Necessaria la seconda unità infermieristica dedicata
    Ammodernamento - implementazione strumenti
    Condivisione dei protocolli interni
  • 17. MODELLI ORGANIZZATIVI PER L’URGENZA ENDOSCOPICA NEL LAZIO
    S.I.E.D.
    L’urgenza endoscopica nella Regione Lazio : esperienze a confronto
    OSPEDALE “FABRIZIO SPAZIANI” - FROSINONE
  • 18.
  • 19. ASL DI FROSINONE
    Organizzazione in caso di urgenze endoscopiche al di fuori dell’orario di servizio
    A) Paziente affetto da Emorragia Digestiva Alta Varicosa e Non Varicosa
    Il paziente ricoverato in un reparto di degenza o che afferisce al P.S., una volta stabilizzato, può essere sottoposto ad Gastroscopia d’urgenza entro le 6-12 ore; qualora la procedura non possa essere eseguita nell’Ospedale, il paziente deve esseretrasferito presso il DEA di Frosinone. Sarà compito del medico del DEA contattare l’endoscopista reperibile per pianificare con lui l’intervento.
    • Tale “percorso” è motivato dal fatto che talvolta in presenza di pazienti “critici” e/o fallimento e/o complicanza del primo trattamento endoscopico, può rendersi necessario un second-look; il paziente quindi non può far ritorno, dopo la procedura operativa, all’Ospedale di provenienza.
    Una volta eseguita la procedura endoscopica d’urgenza, il paziente verrà ricoverato presso un reparto di degenza del P.O. di Frosinone
  • 20. ASL DI FROSINONE
    Organizzazione in caso di urgenze endoscopiche al di fuori dell’orario di servizio
    B) Paziente affetto da Emorragia Digestiva Bassa
    Il paziente ricoverato in un reparto di degenza o che afferisce al P.S. una volta stabilizzato può essere sottoposto, dopo adeguata preparazione, a Colonscopia d’urgenza entro le 24 ore; qualora la procedura non possa essere eseguita nell’Ospedale, il paziente deve essere trasferito presso il DEA di Frosinoneove sarà compito del medico di guardia contattare l’endoscopista reperibile per pianificare con lui l’intervento.
    Una volta eseguita l’endoscopica d’urgenza, verrà attivata la procedura prevista nel punto 2 del paragrafo A.
    C) Paziente con Ingestione di Caustici
    • Il paziente ricoverato in un reparto di degenza o che afferisce al P.S., una volta stabilizzato, può essere sottoposto a Gastroscopia d’urgenza entro le 4-12 ore; qualora la procedura non possa essere eseguita nell’Ospedale, il paziente deve essere trasferito presso il DEA di Frosinone ove verranno attivate le procedure previste nel punti 1 e 2 del paragrafo A.
  • ASL DI FROSINONE
    Organizzazione in caso di urgenze endoscopiche al di fuori dell’orario di servizio
    D) Paziente con Ingestione di Corpi Estranei
    Al paziente che afferisce al P.S., una volta stabilita la tipologia e l’effettiva presenza del corpo estraneo, verrà richiesta la consulenza dell’endoscopista il quale pianificherà il timing della Gastroscopia secondo linee guida specifiche. Qualora la procedura non possa essere eseguita nell’Ospedale, il paziente deve essere trasferito presso il DEA di Frosinone. Sarà compito del medico del DEA di contattare l’endoscopista reperibile per pianificare con lui l’intervento.
    Una volta eseguita la procedura endoscopica il paziente :
    a)può far ritorno all’Ospedale di appartenenza(con relazione
    scritta ove viene riportato l’eventuale follow-up) nei seguenti casi :
    Rimozione bolo alimentare
    Rimozione oggetti non acuminati (o passaggio oltre il piloro)
    Rimozione oggetti non taglienti (o passaggio oltre il piloro)
    b)il paziente viene ricoverato presso un Reparto di Degenza
    del P.O. di Frosinonenei seguenti casi :
  • ASL DI FROSINONE
    Organizzazione in caso di urgenze endoscopiche al di fuori dell’orario di servizio
    E) Paziente con Corpi Estranei Introdotti Nel Retto
    • Al paziente che afferisce al P.S., una volta stabilita la tipologia e la presenza del corpo estraneo, verrà richiesta la consulenza dell’endoscopista il quale pianificherà il timing del Colonscopia secondo linee guida specifiche. Qualora la procedura non possa essere eseguita nell’Ospedale, il paziente deve essere trasferito presso il DEA di Frosinone. Sarà compito del medico del DEA di contattare l’endoscopista reperibile per pianificare con lui l’intervento.
    • 24. Una volta eseguita la procedura endoscopica il paziente :
    a)può far ritorno all’Ospedale di appartenenza(con relazione
    scritta) in caso di successo terapeutico
    b)il paziente viene ricoverato presso un Reparto di Degenza
    del P.O. di Frosinone in caso d’insuccesso