Short WorkshopSocial Communication, Viral e Social Video                   Lancellotti Durazzo s.r.l.           Idee di Ma...
Social Communication
Web 1.0, 2.0 e Social MediaIl Web 1.0Insieme di siti web statici, senza alcuna possibilità di interazione con lutente ad e...
Il marketing è fatto, ormai, dalla rete8 Milioni di italiani si relazionano con community legate a brand!Una campagna di m...
Obiettivi nel Social Business1. Favorire il dialogo (la comunicazione)2. Promozionare l‟advocacy (patrocinio)3. Favorire i...
KPI per l‟analisi del Social Business 11. FAVORIRE IL DIALOGO:- Conversation reach: misura se abbiamo ottenuto la  convers...
KPI per l‟analisi del Social Business 22. PROMOZIONALE L‟ADVOCACY:- Active Advocates: identifica e misura i sostenitori  (...
KPI per l‟analisi del Social Business 33. FAVORIRE IL SUPPORTO (social care on line):- Resolution rate: misura la capacità...
KPI per l‟analisi del Social Business 44. SPINGERE L‟INNOVAZIONE:- Topic trends: misura gli argomenti di tendenza,- Sentim...
- Un miliardo di utenti dichiarati, presente il 127 su 137 paesi nel mondo.- 23 milioni di utenti italiani (11°posto al mo...
Perché diventare fan su Facebook?Perchè così tante persone diventano fan di brand su Facebook e Twitter?1. per accedere a ...
- Quasi 200 milioni di utenti attivi (il dato dichiarato di 500 citato da varie fonti èdiscutibile).- Quasi tre milioni e ...
- 200 milioni di utenti registrati dichiarati- 4 milioni utenti registrati in Italia.- Quasi tre milioni e trecentomila ut...
- Secondo motore di ricerca al mondo con 800 milioni di utenti unici al mese dichiarati.- più di 17 milioni i visitatori u...
Il futuro: il mondo Mobile- Interagiamo con il nostro smartphone in media tra le 40 e le 80 volteal giorno.- Gli smartphon...
Mobile Marketing        Gli individui Smartphone “addicted”(60% dei 20 mio in Italia) sono divoratori di info real-     ti...
Attività di comunicazione attraverso i Mobile Sono 3 le aree principali per lo sviluppo delle attività Mobile: - Mobile Ad...
Caratteristiche dei Content Mobile- Formati Adv IMPATTANTI ED INCISIVI (maibanalizzare, sempre innovazione e design), atte...
Quale tipologia di video è più condivisa da Mobile Il 92% degli intervistati condivide video: su Facebook 56%, sul proprio...
Qr codes- Oggi sono disponibili anche strumenti, molto semplici ma efficacissimi, per l’accessoimmediato alla visione di v...
E-commerce e M-commerce- Il mercato è diventato globale e rapidissimo ed a corto raggio: il web annulla le distanze!A conf...
Punti di forza della social                  communication- Rapidissima diffusione dei contenuti che devono per questo ess...
Viral e Social Video
Cos‟è un Video Virale?- Un Virale è un video che si vede e si distribuisce attraverso internet e che riesce a ottenereuna ...
Obiettivi raggiungibili con Video Virali- I Video virali vengono utilizzati in primo luogo per creare ATTENZIONALITA’, EMP...
Che caratteristiche devono avere i video on line              per essere efficaci? 1. Informare mostrando qualcosa di util...
Video Virale Amatoriale e Social Video- I Video Virali, possono essere:1. di natura Amatoriale2. realizzati per finalità C...
Video Virale AmatorialeYouTube - JK Wedding Entrance Dance- Nelle sue prime 48 ore, il video è stato visualizzato oltre 3,...
SOCIAL VIDEOYouTube - JK Divorce Entrance DanceLa Indigo Productions, società di produzioni video di New York ha creato un...
SOCIAL VIDEO 2Si producono SOCIAL VIDEO di due principali tipologie:- in cui è citato in maniera evidente il brand,YouTube...
Social Video: indicazioni e consigli- Prima pensare all‟IDEA che possa colpire la vostra audience poi a comeinserire il vo...
Visual Storytelling- Utilizzate il Visual StorytellingYouTube - TC Bank- Dream RangersYouTube - VW Polo DadYouTube - ProDa...
Errori da evitare: limiti alla diffusione dei videoFattori comuni che limitano la visione e la diffusione di un video:- ba...
Diffusione dei video:              coinvolgimento vs. visualizzazioni- Per la diffusione immediata di un video nella rete ...
Ingredienti di successo nella creazione di     un Video Virale o Social VideoEsempi di alcuni elementi “epici” che determi...
Situazioni divertenti- Importante sempre l‟uso di immagini e stile di regia credibile e naturale come indicato per l‟“amat...
Situazioni divertenti o emozionanti con               finalità sociali…- Situazioni divertenti, emozionanti e finalità soc...
Come gestire critiche on line-Tutti i commenti negativi devono avere una risposta nel minore tempo possibile. Datesempre r...
Tutti i settori possono usare i Social video?- Si, la cosa principale è avere un’idea ed utilizzare gli ingredienti corret...
Tutti i settori possono usare i Social Video?Realtà locali?YouTube - Drunk ValetYoutube - TEMPEST FREERUNNING ACADEMY - GY...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Short Workshop Social Communication, Viral e Social Video 20.02.13.

497 views
442 views

Published on

Un estratto del Workshop sulla Social Communication attraverso l'analisi e la visione di numerosi Video: Viral e Social. Informazioni e spunti sul Web 2.0, il Mobile Marketing, i Social Media ed il futuro che ci aspetta.

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
497
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
19
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Short Workshop Social Communication, Viral e Social Video 20.02.13.

  1. 1. Short WorkshopSocial Communication, Viral e Social Video Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione Via Falloppio, 5 – 20129 Milano - Tel.: +39 02 2615629- Fax: +39 02 36752224- Email: info@lancellottidurazzo.it
  2. 2. Social Communication
  3. 3. Web 1.0, 2.0 e Social MediaIl Web 1.0Insieme di siti web statici, senza alcuna possibilità di interazione con lutente ad eccezione dellanormale navigazione tra le pagine di un sito, l‟uso delle email e dei motori di ricerca.Il Web 2.0Evoluzione Web 1.0.Insieme di tutte quelle realtà online che permettono un livello di interazione sito - utente ed utente -utente, con la formazione di relazioni e di contenuti condivisibili, e condivisi, attraverso i SocialMedia.Social MediaRealtà che nel Web 2.0 offrono l‟opportunità di creare relazioni e condividere contenuti quali:video, file audio, immagini, testi, etc.I Social Media sono: social network, siti di interscambio video e foto, software di instantmessaging, blog, feed rss, wiki e podcast.YouTube - Social Media video 2013 Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  4. 4. Il marketing è fatto, ormai, dalla rete8 Milioni di italiani si relazionano con community legate a brand!Una campagna di marketing e comunicazione “ormai” non può prescindere da quelloche avviene in rete per cui per ottenere buoni risultati si devono svolgere le seguentiattività:- Ascoltare (Web Listening) il proprio target di riferimento ed Analizzare quantoemerso dai dati (Insights) ottenuti,- Studiare il Sentiment emerso dalle analisi che ci indicherà anche la BrandReputation,- Ricercare ed identificare le motivazioni che potrebbero generare il desiderio deinostri consumatori per prodotti e servizi.- Realizzare Strategy e Content per le campagne marketing e comunicazione cherispettino le regole di ogni differente Media. Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  5. 5. Obiettivi nel Social Business1. Favorire il dialogo (la comunicazione)2. Promozionare l‟advocacy (patrocinio)3. Favorire il supporto (social care on line)4. Spingere l‟innovazioneYouTube - David Meerman Scott, How to Measure Social Media ROI ?Per ognuno di questi obiettivi indicheremo 3 KPI (Key Performance Indicator) Fonte: report Social Marketing Analytics - Altimeter Group e Web Analytics Demystified Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  6. 6. KPI per l‟analisi del Social Business 11. FAVORIRE IL DIALOGO:- Conversation reach: misura se abbiamo ottenuto la conversazione,- Share of voice (sov): misura quale peso/volume ha la voce del brand nel dialogo con la propria audience (analisi quantitativa),- Audience engagement: misura (anche attraverso la sov) quale livello di coinvolgimento si è ottenuto (analisi qualitativa). Fonte: report Social Marketing Analytics - Altimeter Group e Web Analytics Demystified Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  7. 7. KPI per l‟analisi del Social Business 22. PROMOZIONALE L‟ADVOCACY:- Active Advocates: identifica e misura i sostenitori (fan, follower, blogger, influencer, etc.) del brand,- Advocate influence: misura quanto sono influenti i sostenitori (analisi quantitativa),- Advocacy impact: misura l‟impatto globale dei sostenitori (attivi + influencers) in forma quantitativa e qualitativa. Fonte: report Social Marketing Analytics - Altimeter Group e Web Analytics Demystified Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  8. 8. KPI per l‟analisi del Social Business 33. FAVORIRE IL SUPPORTO (social care on line):- Resolution rate: misura la capacità di risoluzione di una richiesta (SI/NO)- Resolution time: misura con quale velocità è stata evasa una richiesta,- Satisfaction score: misura il livello di soddisfazione del cliente che ha ricevuto supporto. Fonte: report Social Marketing Analytics - Altimeter Group e Web Analytics Demystified Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  9. 9. KPI per l‟analisi del Social Business 44. SPINGERE L‟INNOVAZIONE:- Topic trends: misura gli argomenti di tendenza,- Sentiment ratio: misura relativa alla sentiment analysis (commenti, messaggi, feeling e feedback), per la generazione di contenuti e servizi con idee sempre più positivamente coinvolgenti,- Idea impact: misura l‟impatto globale dell‟idea. Fonte: report Social Marketing Analytics - Altimeter Group e Web Analytics Demystified Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  10. 10. - Un miliardo di utenti dichiarati, presente il 127 su 137 paesi nel mondo.- 23 milioni di utenti italiani (11°posto al mondo) di cui 14 milioni attivi al giorno, 10 milioni ogni meseda Mobile (con 11 dipendenti nella sede italiana…)- Ogni giorno sono pubblicate 300 milioni di foto ed ogni settimana vengono condivisi oltre 3 miliardi emezzo di contenuti.- Il numero di aziende che ritiene Facebook fondamentale o importante per il business è aumentatodel 75% dal 2009.- L‟80% degli utilizzatori di social network preferiscono relazionarsi con i brand attraverso Facebook.- Per la prima volta quest‟anno gli utenti tra i 36/45 anni hanno superato quelli tra i 19/24 anni.Tempo di permanenza per persona in Italia 7 ore 50 minuti al mese . Fonte: Facebook, Simplyzesty, Socialbakers e Audiweb Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  11. 11. Perché diventare fan su Facebook?Perchè così tante persone diventano fan di brand su Facebook e Twitter?1. per accedere a offerte speciali (36,9% su Facebook, 46,5% su Twitter);2. perchè clienti abituali (32,9% su Facebook, 23,5% su Twitter);3. per trovare contenuti interessanti o divertenti (18,2% su Facebook, 22,7% su Twitter);4. per il fatto che altri amici sono fan di alcuni brand (6,2% su Facebook, 6,3% su Twitter);5. per l‟accesso a informazioni di servizio e di assistenza (5% su Facebook, 3,5% su Twitter). Fonte: sondaggio Mashable.com. Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  12. 12. - Quasi 200 milioni di utenti attivi (il dato dichiarato di 500 citato da varie fonti èdiscutibile).- Quasi tre milioni e mezzo di utenti unici al mese in Italia (senza contare gliaccessi da Mobile, scelta privilegiata dagli utenti).- Il 40% degli utenti di Twitter non posta ma legge solamente.- Su una base di utenti paragonabile, gli utenti di Twitter disposti a condividereun contenuto sono 197.3, contro i 41.8 di Facebook, 15.2 di Linkedin e 6 diGoogle+.Tempo di permanenza per persona in Italia 17 minuti al mese. Fonte: Facebook, Simplyzesty, Socialbakers, vincos.it e Audiweb/Nielsen Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  13. 13. - 200 milioni di utenti registrati dichiarati- 4 milioni utenti registrati in Italia.- Quasi tre milioni e trecentomila utenti unici al mese in Italia.- Linkedin è più efficace di Facebook nella generazione di business lead del 277%.- Il 65% dei soggetti B2B intervistati ha acquisito almeno un cliente attraverso Linkedin.- Sul sito ci sono oltre un milione di gruppi.Tempo di permanenza per persona in Italia 13 minuti al mese Fonte: Facebook, Simplyzesty, Socialbakers, vincos.it e Audiweb/Nielsen Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  14. 14. - Secondo motore di ricerca al mondo con 800 milioni di utenti unici al mese dichiarati.- più di 17 milioni i visitatori unici/mese in Italia.- 20 miliardi di page view nel mese di ottobre.- Ogni giorno su Facebook vengono guardati 500 anni di contenuti video provenienti daYouTube.- Oltre il 50% dei video su YouTube ha avuto almeno un commento o un voto dallacommunity.- Il video più visto di tutti i tempi è Gangnam Style di Psy, con più di un miliardo divisualizzazioni. Fonte: Facebook, Simplyzesty, Socialbakers, vincos.it e Audiweb/Nielsen Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  15. 15. Il futuro: il mondo Mobile- Interagiamo con il nostro smartphone in media tra le 40 e le 80 volteal giorno.- Gli smartphone abitano il mondo che abitiamo noi e ci seguonoovunque.- Dei 7 miliardi di persone presenti sul Pianeta Terra:4,8 miliardi possiedono unmentre solo 4,2 miliardi possiedono unoIl Byod: BRING YOUR OWN DEVICE è UNA REALTA‟! Fonte: Simplyzesty, Socialbakers, Ilsole24Ore.it Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  16. 16. Mobile Marketing Gli individui Smartphone “addicted”(60% dei 20 mio in Italia) sono divoratori di info real- time e diventano PROBLEM SOLVERS Il mobile marketing deve ingaggiare le menti ma anche i CUORI! Non bisogna solo spingere il prodotto ma: PERSONALIZZARE, COINVOLGERE, FAVORIRE L‟APPARTENENZA AD UNA COMUNITA‟ di interessi, di brand, di filosofia Fonte: Ipsos MediaCt Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  17. 17. Attività di comunicazione attraverso i Mobile Sono 3 le aree principali per lo sviluppo delle attività Mobile: - Mobile Advertising (comunicare e promuovere un brand o un prodotto) - Mobile Promotion (iniziative per promuovere la vendita di prodotti) - Mobile Service (servizi per sviluppare e mantenere la relazione con i clienti) - La parola magica è : GEOLOCALIZZAZIONE! Fonte: Google Adwords video 06/2012 Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  18. 18. Caratteristiche dei Content Mobile- Formati Adv IMPATTANTI ED INCISIVI (maibanalizzare, sempre innovazione e design), attenzione alledimensioni.- Mobile devices mezzi altamente EMOZIONALI fortepossibilità di interazioni (azioni, shake, visione video).- Il gioco, l‟aspetto LUDICO, con la creatività dellAdv FISSAIL RICORDO (Gamification)!- I RICH MEDIA sono contenuti con maggiore engage.- VIDEO con importanza sempre maggiore anche aggregatiad App. Fonte: Osservatorio Mobile marketing & Service – Politecnico di Milano Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  19. 19. Quale tipologia di video è più condivisa da Mobile Il 92% degli intervistati condivide video: su Facebook 56%, sul proprio device 44%, attraverso text messaging 37%, email 33%, YouTube 30%, Twitter) Categorie più condivise e frequenza di condivisone 1. Video divertenti e Video virali (66%) 2. Music Video (52%) 3. Movie Trailers, UGC, etc. (52%) Fonte: IAB su report 200 smartphone user Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  20. 20. Qr codes- Oggi sono disponibili anche strumenti, molto semplici ma efficacissimi, per l’accessoimmediato alla visione di video attraverso gli smartphone, come ad esempio i QRCode.- Qr codes creativiNel 2012 gli scanning europei sonoraddoppiati rispetto all‟anno precedente:gli analisti parlano di 17,4 milionidi codici acquisiti.Oggi, quasi la metà dei consumatoriusa i qr code per ottenere informazioni:- sul prodotto (69%)- sulle promozioni (65%)- circa commenti e recensioni (42%)- su programmi di fidelizzazionee su come vincere premi (40%)- sul luogo dove è situato lo store (29%) Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  21. 21. E-commerce e M-commerce- Il mercato è diventato globale e rapidissimo ed a corto raggio: il web annulla le distanze!A conferma di ciò alcune tra le aziende maggiormente in espansione a livello planetario, sono (vd.Amazon, iTunes, App store, Google play) le aziende che vendono via internet.YouTube - Google Play: New Me- Pensate che ciò che prima veniva chiamato e-commerce diventerà m-commerce (mobile commerce) lepersone che comprano alti volumi di merce (viaggi, ticket, tecnologia, etc.) varia via web lo faranno sempredi più da apparati mobili, anche mentre viaggiano.YouTube - Tesco QR Code StoreVirtual Shopping: l‟India ci prova in aeroporto con il Qr code- Sia il B2C (business to consumer) il mercato verso l‟utente finale, il privato che il B2B (business tobusiness) hanno ormai radici digitalizzate dove le dinamiche di comunicazione web sono diventateessenziali.- Oggi ognuno di noi richiede informazioni e si documenta tramite il web prima di un acquisto (vd. Ad es.TripAdvisor)- Il web diventa quindi il “luogo” del primo incontro, dove l’azienda si presenta al mercato globale edove se ti comporti male vieni presto smascherato! Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  22. 22. Punti di forza della social communication- Rapidissima diffusione dei contenuti che devono per questo essere sempreopportunamente studiati, realizzati e controllati con molta attenzione.- Forte persuasione e credibilità dei contenuti e dei messaggi veicolati dagliutenti (fan, amici, membri di una community, blogger, opinion leader digitali estakeholders digitali), sui destinatari delle comunicazione.- Costi contenuti delle attività e dei contenuti realizzati, costante monitoraggiodelle attività svolte, feedback immediati e reali grazie ai commenti degli utenti ed ailoro voti.- CONTENT IS THE KING AND DITRIBUTION IS THE QUEEN! Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  23. 23. Viral e Social Video
  24. 24. Cos‟è un Video Virale?- Un Virale è un video che si vede e si distribuisce attraverso internet e che riesce a ottenereuna grande popolarità grazie alla propagazione attraverso: reti sociali, siti di interscambiovideo, chat, e-mail, blog, etc...- Un Virale è un video avente un fattore di unicità in quanto GENERA NELLO SPETTATOREIL DESIDERIO DI FARLO CONOSCERE AD ALTRE PERSONE, contenendo di solito elementieccezionali: situazioni surrealistiche, innovative, paradossali, catastrofiche, fortementecomiche, di forte informazione, in una parola “epiche”.- Un Virale innesca nello spettatore un meccanismo di propagazione organica ed autonoma(come un virus) che può arrivare a creare milioni di spettatori attivi con condivisioni, giudizi ecommenti.- Tre sono gli elementi “esterni” che aiutano un video a diffondersi: opinionisti della rete,comunità partecipative e l’inaspettato.Ted.com - Kevin Allocca: Perché i video diventano virali Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  25. 25. Obiettivi raggiungibili con Video Virali- I Video virali vengono utilizzati in primo luogo per creare ATTENZIONALITA’, EMPATIA eBRAND AWARENESS.- CON LA COMUNICAZIONE ATTRAVERSO I VIDEO VIRALI OGGI SI CREANO DEI FAN.- Non si cercano solo nuovi clienti ma si vogliono creare appassionati che diffondano i contenutigli “Evangelist”- In questo Apple ha precorso i tempi: la casa della Mela non ha dei clienti, ha dei veri e proprifan affezionati. Questo è stato ottenuto anche grazie ad una campagna di Video TV 2006-2009dellagenzia TBWA Usa.YouTube - Mac vs PC - Home MovieYouTube - MAC vs PC - AccidentYouTube - Mac vs PC – SabotageEsattamente ciò che oggi tutti cercano di ottenere con i Social Video. Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  26. 26. Che caratteristiche devono avere i video on line per essere efficaci? 1. Informare mostrando qualcosa di utile e nuovo, che abbia un valore concreto per lo spettatore; 2. Istruire ed educare, offrendo contenuti davvero utili, densi di pragmatismo su come realizzare qualcosa (es. Tutorial); 3. Intrattenere facendo divertire, sorridere o stupendo, creando emozioni nello spettatore. Fonte: Fare business con YouTube di Michael Miller – Sperling &Kupfer Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  27. 27. Video Virale Amatoriale e Social Video- I Video Virali, possono essere:1. di natura Amatoriale2. realizzati per finalità Commerciali o Pubblicitarie,SOCIAL VIDEO o Branded video con una strategiaaziendale che stimoli e sostenga la diffusione viraledel contenuto favorendone la condivisione Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  28. 28. Video Virale AmatorialeYouTube - JK Wedding Entrance Dance- Nelle sue prime 48 ore, il video è stato visualizzato oltre 3,5 milioni di volte.- Nel novembre 2010, lupload originale del video è stato visualizzato oltre 58 milioni di volte.Time Magazine ha classificato il video al numero quindici nella lista dei cinquanta video piùfamosi di YouTube.- l matrimonio si è celebrato il 2 giugno 2009 a Saint Paul, Minnesota, USA.- Il video è stato postato su YouTube un mese dopo il matrimonio su richiesta del padre dellasposa che ha voluto condividere levento con parenti che non cerano.- Il 26 luglio 2009 le vendite della canzone "Forever" del 2008 di Chris Brown hanno raggiunto ilnumero 4 su iTunes (Wikipedia) Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  29. 29. SOCIAL VIDEOYouTube - JK Divorce Entrance DanceLa Indigo Productions, società di produzioni video di New York ha creato unVideo Virale parodia di "JK Wedding Entrance Dance“ al fine dipromuovere le sue attività.Con oltre 9 milioni di visualizzazioni su YouTube e oltre 30 milioni divisualizzazioni in tutto il mondo, ha ricevuto una copertura stampa e TV daCNN, NBC, MSNBC, Forbes, e centinaia di altri media e blog in tutto ilmondo.Per Yahoo è il secondo video virale dellanno 2009 e Comedy video n.1dellanno 2009! (http://www.indigoprod.com) Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  30. 30. SOCIAL VIDEO 2Si producono SOCIAL VIDEO di due principali tipologie:- in cui è citato in maniera evidente il brand,YouTube - Unlock the 007 in you. You have 70 seconds!- in cui la comunicazione del brand è realizzata in forma non istituzionale, in questo caso la marca o ilprodotto si vedono in forma non particolarmente esplicita simile al product placement o nel finale con magariun indirizzo web.YouTube - Gillette Roger Federer trickYouTube - Pepsi MAX & Kyrie Irving Present: "Uncle Drew"YouTube - Google Chrome: CoffeeVeicolando eventualmente il traffico verso un sito (istituzionale o creato ad hoc) con l‟indicazione di unindirizzo web, l‟iscrizione al canale YouTube, etc. si crea una “fondamentale” CALL TO ACTION (CTA):- la creazione di unazione nellutente (vista a siti, post del video su pagine facebook, blog, etc)attraverso, appunto il suo ENGAGEMENT (coinvolgimento). Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  31. 31. Social Video: indicazioni e consigli- Prima pensare all‟IDEA che possa colpire la vostra audience poi a comeinserire il vostro brand.- Seguite i TREND e gli EVENTI del momento: la tempestività èfondamentale.- Postare con COSTANZA e CONTINUITÀ i propri social video sul propriocanale 1-2 video a settimana sono l‟ideale.- Create PARTNERSHIP con altri utenti delle rete che creano videoaumentate le vostre opportunità con skills altruiYouTube - Assassins Creed Meets Parkour in Real Life- Gestite il vostro canale, rispondete ai commenti, siate PRESENTI ONLINE. Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  32. 32. Visual Storytelling- Utilizzate il Visual StorytellingYouTube - TC Bank- Dream RangersYouTube - VW Polo DadYouTube - ProDance Agency - The Art of Storytelling- Il 44% delle persone ha più probabilità di farsi coinvolgere daiBRAND se essi condividono contenuti visivi.- I video sono condivisi 12 volte più dei post di testo Fonte: Forbes Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  33. 33. Errori da evitare: limiti alla diffusione dei videoFattori comuni che limitano la visione e la diffusione di un video:- bassa qualità audio;- estrema compressione dovuta a una ricompressone esagerata o ripetuta (bassa qualità video),- lento buffering (caricamento) del video (file troppo pesante);- thumbnail o tags non pertinenti al video (indifferenza al video difficile reperibilità);- Mancanza di sottotitoli selezionabili se il video è studiato per un target mondiale.Comunicare sempre 1 solo messaggio alla volta, in caso di più messaggi meglio realizzarepiù video e creare una serie da postare uno vicino allaltro, si avrà maggiorepenetrazione, forza persuasiva e credibilità.- SU INTERNET LO SPAZIO PER I VIDEO NON COSTA! Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  34. 34. Diffusione dei video: coinvolgimento vs. visualizzazioni- Per la diffusione immediata di un video nella rete è fondamentale lopera, la mediazione o il supporto diopinion leader della rete (blogger, membri senior o più popolari delle community), ed eventualmente diinvestimenti aziendali per sostenere anche con spazi sponsorizzati i propri video.- Nella valorizzazione di un video conta di più il coinvolgimento (engagement) del recettore che il numero divisioni.Meglio un video con 20.000 visioni e 100 commenti che un video con 100.000 visioni e 3 commenti.- I commenti sono un elemento molto importante per la classifica dei video (es. youtube) e sono una cartinatornasole fondamentale per un feedback degli utenti.YouTube - Top Ten Most Dislike Youtube Videos *2012- Per il ranking di Google, e quindi di grande importanza per il VSEO (Video search engine optimization), èfondamentale il numero di volte in cui il link al proprio video è inserito in: siti, blog, etc, dalla qualità degliaggiornamenti e dei commenti e dalla periodicità degli stessi.- Sfatiamo il mito che in una campagna video non abbiamo dati precisi di visione, invece abbiamo lapossibilità di avere dati di una precisione sconcertante nel rilevamento delle visioni target su in video virale.Google AnalyticsAlexa the web information company Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  35. 35. Ingredienti di successo nella creazione di un Video Virale o Social VideoEsempi di alcuni elementi “epici” che determinano il successo di un video virale:- TECNICHE DI RIPRESA OD EFFETTI PARTICOLARI(STOPMOTION, EFFETTI SPECIALI, SPEEDPAINTING),- EVENTI,- PERSONAGGI/DELLA RETE o PRODOTTI ICON,- SITUAZIONI DIVERTENTI (scene di vita reale), SPETTACOLARI e PARODIE.L‟ideale è avere nel medesimo video virale più elementi “epici” contemporaneamente.Limportante è che i video creino INTERESSE, DIVERTIMENTO e/o STUPORE.La persona che invia ai suoi amici video o li condivide in reti sociali, deve sentirsi ORIGINALE edORGOGLIOSO di farlo vedere e far divertire od informare i suoi “amici”.Il video virale/ social video deve creare EFFETTO EMOZIONALE e COGNITIVO con il pubblico. Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  36. 36. Situazioni divertenti- Importante sempre l‟uso di immagini e stile di regia credibile e naturale come indicato per l‟“amatorismo professionale”.- Animali, matrimoni, belle ragazze o ragazzi, sport e bambini, sono protagonisti ideali di videovirali e social video divertenti ed offrono sempre alta percentuali di successo:YouTube - Can I be your friend? TwoboysoperaYouTube - Challenge - I Gave My Kids a Terrible PresentYouTube - 2 year old dancing the jiveYouTube - The Victorias Secret Angels Sing Deck the Halls„YouTube - Rethink Breast Cancer presents: Your Man ReminderYouTube - Dogs in Slow Motion - 1000fps – Orapup Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  37. 37. Situazioni divertenti o emozionanti con finalità sociali…- Situazioni divertenti, emozionanti e finalità sociali offrono uno spunto moltointeressante per la realizzazioni di campagne social da parte anche di associazioni ofondazioni:YouTube - Chatroulette Love SongYouTube - FLASHMOB - TESTÉ SUR DES HUMAINS – TVAYouTube - Life Vest Inside - Kindness Boomerang - "One Day"YouTube - Dear 16-year-old MeYouTube - Ken Jeong AHA Hands-Only CPR videoYouTube - Vinnie Jones hard and fast Hands-only CPR (funny TV advert) Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  38. 38. Come gestire critiche on line-Tutti i commenti negativi devono avere una risposta nel minore tempo possibile. Datesempre risposte ad hoc.-Sempre diplomazia e gentilezza.- La migliore risposta è quella che viene da funzionari con elevate responsabilità, indicatesempre nome, cognome e/o ruolo.- Nelle risposte attenzione a:Forma - ringraziate, scusatevi, affrontate il problema evidenziato e suggerite una soluzione.Tono - siate amichevoli, distesi e brevi; dimostrate empatia ed affabilità.Non mettetevi mai sulla difensiva. I problemi possono capitare. Dimostrate buona volontà nelrisolvere le situazioni.Mai accusare il cliente, offenderlo o criticarlo.- In caso di falsa critica o recensione rispondete diplomaticamente evidenziando lasituazione. Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  39. 39. Tutti i settori possono usare i Social video?- Si, la cosa principale è avere un’idea ed utilizzare gli ingredienti corretti perrenderla, come abbiamo visto fino ad ora un video con connotazioni social.La politica?- Barack Obama, il caso più emblematico, ha fatto massiccio ricorso (con successo)a video e strategie virali per la sua campagna elettoraleYouTube - Cannes Lions 2009: THE GREAT SCHLEP (Titanium Lion)Sarah Silverman and The Great SchlepLa moda?YouTube - Lanvin Fall 2011 Campaign MovieThe HotteYouTube - Abercrombie & Fitch Guys, "Call Me Maybe" Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione
  40. 40. Tutti i settori possono usare i Social Video?Realtà locali?YouTube - Drunk ValetYoutube - TEMPEST FREERUNNING ACADEMY - GYM VIDEOLa Musica?Il mercato musicale ha capito che non conviene osteggiare questo fenomeno mapuò essere sfruttato per diffondere videoclip musicali:YouTube - PSY - GANGNAM STYLE (강남스타일) M/VYouTube - Justin Bieber - Baby ft. LudacrisViral Video Chart: All top 20 viral video Lancellotti Durazzo s.r.l. Idee di Marketing e Comunicazione

×