Social media writing

17,034 views
16,952 views

Published on

Alcuni appunti sulla scrittura professionale nei social media: blog e social network

Published in: Education
1 Comment
36 Likes
Statistics
Notes
  • molto interessante, segnalo che la slide 7 è la ripetizione della 6 e sulla 9 c'è un refuso '...dal’altra parte?'
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
No Downloads
Views
Total views
17,034
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
23
Actions
Shares
0
Downloads
198
Comments
1
Likes
36
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Social media writing

  1. 1. 1/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTelecom Italia - confidenzialeSocial mediawritingElementi di scrittura perblog e social networkGiacomo Mason, Maggio 2013
  2. 2. 2/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingBlog e social network: la scrittura si contraeStampaOnlineBlogStreaming
  3. 3. 3/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingLo stile si fa più asciutto e informaleSecondo una ricerca dell’economist la TV resiste meglio di altri media allaRete. Le ragioni sono facilmente intuibili: mentre in Rete si moltiplicano ipunti di aggregazione la TV ne propone pochi. E sicuri. E le persone hannobisogno di sicurezza. Ma le cose non sono così semplici ed uno sguardo aimutamenti del mercato televisivo in questi anni rivela uno scenario piùsfaccettato e all’insegna della contaminazione tra i media.
  4. 4. 4/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingLo stile si fa più asciutto e informaleLa TV non sconfigge la rete, dice l’economist. E si capisce ilperché: è meno dispersiva, facile da usare e crea l’illusione diuna collettività. Ma anche la TV in questi anni è cambiata: finedelle strategie generaliste e avanzamento delle nicchie. Propriocome in Rete.Secondo una ricerca dell’economist la TV resiste meglio di altri media allaRete. Le ragioni sono facilmente intuibili: mentre in Rete si moltiplicano ipunti di aggregazione la TV ne propone pochi. E sicuri. E le persone hannobisogno di sicurezza. Ma le cose non sono così semplici ed uno sguardo aimutamenti del mercato televisivo in questi anni rivela uno scenario piùsfaccettato e all’insegna della contaminazione tra i media.
  5. 5. 5/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingLo stile si fa più asciutto e informaleSiete sicuri che la Tele sia una cosa del passato? Questoarticolo dell’Economist sostiene il contrario. Capiamo leragioni dei teledipendenti (la tele ci dà sicurezza, giusto?),un momento però: la TV a cui pensiamo non esiste più.La TV non sconfigge la rete, dice l’economist. E si capisce ilperché: è meno dispersiva, facile da usare e crea l’illusione diuna collettività. Ma anche la TV in questi anni è cambiata: finedelle strategie generaliste e avanzamento delle nicchie. Propriocome in Rete.Secondo una ricerca dell’economist la TV resiste meglio di altri media allaRete. Le ragioni sono facilmente intuibili: mentre in Rete si moltiplicano ipunti di aggregazione la TV ne propone pochi. E sicuri. E le persone hannobisogno di sicurezza. Ma le cose non sono così semplici ed uno sguardo aimutamenti del mercato televisivo in questi anni rivela uno scenario piùsfaccettato e all’insegna della contaminazione tra i media.
  6. 6. 6/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingLo stile si fa più asciutto e informaleSiete sicuri che la Tele sia una cosa del passato? Questoarticolo dell’Economist sostiene il contrario. Capiamo leragioni dei teledipendenti (la tele ci dà sicurezza, giusto?),un momento però: la TV a cui pensiamo non esiste più.La TV non sconfigge la rete, dice l’economist. E si capisce ilperché: è meno dispersiva, facile da usare e crea l’illusione diuna collettività. Ma anche la TV in questi anni è cambiata: finedelle strategie generaliste e avanzamento delle nicchie. Propriocome in Rete.TV o Rete? Per l’#Economist siamo ancora teledipendenti. La Tvdà sicurezza, ma nel frattempo è cambiata http://goo.gl/4IqLdSecondo una ricerca dell’economist la TV resiste meglio di altri media allaRete. Le ragioni sono facilmente intuibili: mentre in Rete si moltiplicano ipunti di aggregazione la TV ne propone pochi. E sicuri. E le persone hannobisogno di sicurezza. Ma le cose non sono così semplici ed uno sguardo aimutamenti del mercato televisivo in questi anni rivela uno scenario piùsfaccettato e all’insegna della contaminazione tra i media.
  7. 7. 7/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingLo stile si fa più asciutto e informaleSiete sicuri che la Tele sia una cosa del passato? Questoarticolo dell’Economist sostiene il contrario. Capiamo leragioni dei teledipendenti (la tele ci dà sicurezza, giusto?),un momento però: la TV a cui pensiamo non esiste più.La TV non sconfigge la rete, dice l’economist. E si capisce ilperché: è meno dispersiva, facile da usare e crea l’illusione diuna collettività. Ma anche la TV in questi anni è cambiata: finedelle strategie generaliste e avanzamento delle nicchie. Propriocome in Rete.TV o Rete? Per l’#Economist siamo ancora teledipendenti. La Tvdà sicurezza, ma nel frattempo è cambiata http://goo.gl/4IqLdSecondo una ricerca dell’economist la TV resiste meglio di altri media allaRete. Le ragioni sono facilmente intuibili: mentre in Rete si moltiplicano ipunti di aggregazione la TV ne propone pochi. E sicuri. E le persone hannobisogno di sicurezza. Ma le cose non sono così semplici ed uno sguardo aimutamenti del mercato televisivo in questi anni rivela uno scenario piùsfaccettato e all’insegna della contaminazione tra i media.
  8. 8. 8/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingE ci devo anche mettere anche i linkTwitter non perdona la prolissità
  9. 9. 9/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingCosa ci sarà dal’altra parte?Ma neanche l’eccessiva laconicità
  10. 10. 10/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingAumenta l’importanza dei titoliBisogna farli bene“all’origine”Sono ovviamenediscriminanti percatturare l’attenzione efare capire il senso
  11. 11. 11/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writinghttp://blog.meetweb.it/index.php/2012/01/13/non-farmi-pensare-unintroduzione-allusabilita/I titoli sono un punto “caldo” anche nei blog
  12. 12. 12/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingAumenta l’importanza dei “metatesti”I metatesti sono il verolavoro editoriale.Hanno il ruolo dianticipare, riassumere,indirizzare, commentare,dare un “tono” allasegnalazione
  13. 13. 13/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingAumenta l’importanza delle fotoLe foto e il materialemultimedia in generalehanno un’importanzamaggiore, nel flusso dellesegnalazioni
  14. 14. 14/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingAumenta l’importanza dei linkSegnalare link utili erilanciarli è uno degliscopi fondamentali delmicroblogging (maanche del blogging)
  15. 15. 15/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingAumenta l’importanza delle prime parole(ovviamente)
  16. 16. 16/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingMontanari – Scapolan 2011, Utilizzo dei social network nei comuni italiani di media e grandi dimensioni,http://www.qualitapa.gov.it/fileadmin/dam/customer_online/report%20comuni%202.0.pdfle pagine/profili che sembrano riscuotere maggiorgradimento (numero amici, commenti dei cittadini e“like”) sono quelle in cui gli amministratori utilizzano unlinguaggio molto diretto e informale che stimolal’interazione.Ciò non significa utilizzare espressioni “giovanilistiche”o eccessivamente colloquiali, ma parlare in modosemplice (uscendo da schemi eccessivamente tecnici,formali e burocratici) rivolgendosi direttamente aicittadini.Dalla ricerca Montanari-Scapolan
  17. 17. 17/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingBlog e scrittura
  18. 18. 18/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTitoli efficaci. Brevi, descrittivi, immediatiPost brevi. Usate più post per argomenti lunghiGranularità. Usate molto i paragrafi sottotitolatiAncoraggi. grassetti, punti elencoLink di approfondimento. Metteteli sempre. Avolte sono il cuore dei postTag e categorie. Siate generosiMultimedia. E’ importante arricchire con foto evideoElementi strutturali importanti
  19. 19. 19/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writinghttp://comunicaresulweb.altervista.org/web-writing/scrivere-un-post-lungo-o-corto/Ricerca sui blog ai primi 100 posti su Technorati(2007)Poco più dimezza paginaword
  20. 20. 20/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingPost che funzionano sempreHow-to per punti(7 regole per un’architettura informativa coi fiocchi)Case studies(Migliorare l‘immagine con Facebook: il caso Kirbi)Elenchi di risorse(10 tool online per fare videocasting gratuitamente)Recensioni prodotti e servizi(Ho provato il nuovo Ipad: ecco che cosa ne penso)Raccolta propri post precedenti(Tutti i miei post sulla scrittura)Soggettiva di news(Eccomi all’Aquila, un anno dopo)
  21. 21. 21/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTitoli che funzionano sempre10 Consigli per…Come creare un perfetto….Ottenere un…..: ecco come fareRichiedere il….: ecco cosa farele 7 regole doro per...Le 10 leggi per...Hai bisogno di...? Ecco la rispostaNumeri e listeDomande e risposteVerbi all’infinito legati al “come fare”Descrizioni dei contenuti
  22. 22. 22/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTitoli sbagliatiSono ammiccanti, manon fanno capire di checosa si sta parlando
  23. 23. 23/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingUn classico dell’How to: verbi all’infinto
  24. 24. 24/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingVerbi all’infinito nei social network
  25. 25. 25/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingPost all’infinito: un po’ di ironia
  26. 26. 26/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingbuoni titoli eccentrici
  27. 27. 27/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingPersonalità. Il blog è un oggettod’autore, anche se gli autori possonoessere tanti.Appello diretto al lettore. Stateparlando direttamente a qualcuno,anche se non è presenteLeggerezza. E’ necessario acquisireleggerezza nella scrittura (immagini,ritmo)Alcuni elementi stilistici importanti
  28. 28. 28/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingBlog e scrittura (quello che ho capito)/1Uso della prima persona personale o plurale (“Sappiamo che questo provocheràqualche malumore tra i programmatori PhP…” “Siamo d’accordo col suo approccio e cisembra sensato”)Uso del presente indicativo (“In genere valutiamo i bisogni a partire da noi. Eprogettiamo soluzioni di conseguenza”, “quando scrivo spengo le luci”)Appello costante ai lettori (“Voi vi chiederete”, “Ma questo non è un nostro problema,giusto?”, “Provateci anche voi”, “Il link ve lo risparmiamo. “E’ così. Credeteci” )Uso spinto del parlato (“beh, non è proprio così”, “accidenti, mi dico, allora sarà vero”,“Mah, forse non è proprio così” “No, perché, per dire, non è che tutti siamo così smaliziaticon Android”)Frasi brevi. (“Ieri ero al Motorshow. Fantastico. Dico davvero: non credevo ai miei occhi.Sapete quanti espositori c’erano? Die-ci-mi-la. Chiudete gli occhi e pensate a quantisono diecimila stand”).
  29. 29. 29/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingBlog e scrittura (quello che ho capito)/2Visione in soggettiva (“Questa cosa mi spaventa un po’: come hanno fatto a capire chisono?”, “Si fa molto chiasso attorno a questo evento e la cosa ci stupisce assai”)Domande (“Siamo sicuri che sia la strada giusta?”, “E questo che cosa c’entra? C’entraperché è la chiave per risolvere un vecchio problema”, “In genere è così. Ma è semprecosì?”)Iperboli (“Il faraonico banchetto di ieri” “Si trasforma in una sconfitta catastrofica”, “Ilrisultato sono tonnellate di carta in più”)Immagini concrete (“Un calderone di opinioni” “Essere sotto i riflettori” “Scenderenell’arena” “La pioggia di email è diventata un diluvio”).Call to action (“E voi che cosa ne pensate?”, “Se qualcun altro ha dei casi a riguardofaccia un fischio”)
  30. 30. 30/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingDomande (Vi siete mai chiesti perché imac non prendono virus?)Aneddoti o citazioni (Falubert dicevache la bellezza è una promessa di felicità.E ieri all’auditorium è stata mantenuta)Analogie o similitudini (Per fare unbimbo ci vogliono nove mesi. Ma per ilsito Italia.it il parto è stato più difficile)Dati scioccanti o sorprendenti (500milioni di utenti a marzo. E tra essi c’èsicuramente anche vostra zia Peppina)Storie personali (Non ero mai statoall’ufficio immigrazione di Via ostiense, equando ieri ci ho messo piede è successauna cosa che non mi aspettavo)Aprire e chiudereun postRiassumere (In poche parole, se voletemigliorare le performance dovete passare adUbuntu)Invitare all’azione (Volete saperne di più? Sulsito dell’associazione trovate i dettagli)Lanciare un’ispirazione (E siete sicuri che noncapiterà anche a voi?)Scrivere un Post Scriptum (P.s. Tutto questonon è successo a Nairobi, ma a Parma.Meditate gente…)Creare l’effetto "trampolino“ (Ma di questoparleremo nel prossimo post)Tratto dahttp://blog.mestierediscrivere.com/2007/08/20/971/
  31. 31. 31/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingSocial network e scrittura
  32. 32. 32/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingLa scrittura sui social networkMetatestiCommenti al materiale segnalato (foto, video link)Commenti senza segnalazioni (in realtà sono pochi)CinguettiiSegnalazioni su applicazioni di microblogging(Twitter, Friendfeed)
  33. 33. 33/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingA che cosa servono i metatesti?A sintetizzareA incuriosireA anticipareA commentareIn alcuni casi, come per il comune divenezia) il metatesto è il comunicato stampa(discutibile IMHO)Pensate sempre all’utilità per i vostri utenti
  34. 34. 34/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingCreare i metatesti su FacebookSe la fonte è ben scritta c’èbisogno di poco metatestoIn questo caso la foto segnalatae la didascalia sono (quasi)sufficienti a garantire lasussistenza della segnalazione
  35. 35. 35/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingCreare i metatesti su FacebookA volte il metatesto è da solo,ma è un caso raroUn metatesto ricco, con rimandie menzioni
  36. 36. 36/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writing140 caratteriUn tweet, un concettoLa brevità è la prima preoccupazione (anchemeno di 140 caratteri, per permettere ilretweet)Aggiungere valore ai linkRetwittare e rispondere fa parte del giocoDietro l’organizzazione ci siete voi (nobuorcratese)Niente punti esclamativi
  37. 37. 37/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingNichi Vendola, un disastro (nella scrittura)Eh?Chissà che cosa ha ribaditoTweet interruptus
  38. 38. 38/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingDa noi sconti imbattibili!! http://ff.im/jNBAQSecondo l’ultima indagine del Censis sono più diduecentomila gli http://ff.im/jNBPEUsi sbagliatiLe persone retwittano principalmente basandosi sul testo, non sul linkAnnuncio: ancora qualche ora e parte il Barcamp diGenova. Noi siamo già lì con i nostri zaini e macchinefotografiche http://ff.im/jNBWA6 già arrivato? E cmq nn credo ke verrermoMarkettaroArticoli interrottiTroppo testo,mancano infoSMS styleUffa…Se non siete blogstarCredete di esserne capaci? http://ff.im/jNBAQCos’è, un giochino idiota?
  39. 39. 39/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingUsi correttiA Roma scarpe tods al 50% di sconto http://ff.im/jNBEBAutonomi e partite IVA: per il Censis in 200.000pagano la pensione al nonno http://ff.im/jNBARBarcamp di Genova, siamo pronti. Appuntamento alle15.00 a Piazza Dante. Noi siamo già lì http://ff.im/jNSWASei già arrivato? E comunque non credo che verremoUffa. Si è rotta di nuovo la stampanteSostituire i nomi con verbi: credete di esserne capaci?Fate la prova http://ff.im/jNBQA
  40. 40. 40/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingQuali sono le applicazioni indispensabili per Iphone?Ecco come pagare l’IVA 2010Un tipo si perde e finisce all’inferno. E ne vededi tutti i colori http://ff.im/jNBPZL’impedibile figuraccia di Steve jobs http://ff.im/jNBPMFunzionanoDomande seccheAnticipazioni seccheSintesi estreme(ma devono essere significative)http://ff.im/jNBPAAnticipazioni succulente(ma dovete mantenere le promesse)Libertà è sempre libertà dal desiderio http://ff.im/jNQa2Post ispiratiLa più orrida presentazione del mondoInvettive http://ff.im/jNBPX
  41. 41. 41/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittare gli aggiornamenti del proprio sitostato vegetativo e minima coscienza: approvate le lineeguida del ministero http://ff.im/jNBPXForum PA 2011: Salute e innovazione al padiglione 11.Veniteci a trovare http://kz.is/j23PAPari opportunità, al ministero nasce il comitato unico digaranzia, contro disagio e discriminazione http://ff.im/jNBA1Abusi sessuali, da oggi i medici hanno uno strumento inpiù per affrontarli http://fg.im/23ASE’ appena uscito il piano nazionale per eliminare rosolia emorbillo. Obiettivi e azionihttp://ff.im/jN29apZ
  42. 42. 42/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingRestringere al massimoMercoledì 4 luglio 2012, nella sede del Ministero della salute di Lungotevere Ripa 1 a Romasi è tenuta la conferenza stampa di presentazione della Relazione annuale 2011 al Pianonazionale integrato dei controlli ufficiali in materia di alimenti, mangimi, sanità e benessereanimale e sanità delle piante. Con l’occasione sono stati presentati anche il Decalogo 2012per una corretta nutrizione in estate e altri materiali di comunicazione in tema di sicurezzaalimentare. Alla conferenza stampa sono intervenuti il Ministro della salute Renato Balduzzi,e il Direttore generale per ligiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del Ministerodella salute Silvio Borrello.I risultati 2011 del Piano nazionale integrato dei controlli su alimenti, mangimi, sanità ebenessere animale e sanità delle piante. http://ff.im/jNBPZ
  43. 43. 43/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingUn bel problema
  44. 44. 44/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingAggiungere forzaTono leggeroBollire il latte per renderlo sicuro http://goo.gl/e7PdETempo di funghi, ecco come mangiarli in tuttasicurezza http://goo.gl/Q1B2eE voi, lo avete registrato il vostro cane?http://goo.gl/34E4WCominciare con un verboCominciare con una domandaFare appello al lettoreDelfinoterapia, cosa c’è di vero? Un temacontroverso http://goo.gl/Q34RaQ
  45. 45. 45/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingConoscere il gergo della reteScie chimicheSapevateloE niente,#FFGIAOPer conoscere il gergo della rete (e usarlo) bisogna solo “abitare” la Rete
  46. 46. 46/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingArricchire i postLink. Inserite dove potete link di approfondimentoHashtag. Usate gli hashtag che già esistono oppure inventateliRetweet. Retwittate il materiale altrui, se interessante e coerente con la vostrapolitica editorialeMenzioni. Non lesinate menzioni ad altri utenti presenti nei social mediaFoto. Inserite foto dove potete
  47. 47. 47/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdENessuno ci cliccherà (mai e poi mai)
  48. 48. 48/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdEhttp://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jspNessuno ci cliccherà (mai e poi mai)Si può intuire, ma resta un messaggioincomprensibile (perché me lo segnali?)
  49. 49. 49/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdEhttp://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jspTutte le informazioni sulle esenzioni dai tickethttp://goo.gl/e7PdENessuno ci cliccherà (mai e poi mai)Si può intuire, ma resta un messaggioincomprensibile (perché me lo segnali?)Didascalico, ma già efficace
  50. 50. 50/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdEhttp://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jspTutte le info sulle esenzioni dai ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdETutte le informazioni sulle esenzioni dai tickethttp://goo.gl/e7PdENessuno ci cliccherà (mai e poi mai)Si può intuire, ma resta un messaggioincomprensibile (perché me lo segnali?)Didascalico, ma già efficaceRiduciamo la parola “informazioni” ad “info” eaggiungiamo una menzione
  51. 51. 51/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdEhttp://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jspTutte le info sulle esenzioni dai ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdETutte le informazioni sulle esenzioni dai tickethttp://goo.gl/e7PdETutte le info sulle esenzioni dai #ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdENessuno ci cliccherà (mai e poi mai)Si può intuire, ma resta un messaggioincomprensibile (perché me lo segnali?)Didascalico, ma già efficaceRiduciamo la parola “informazioni” ad “info” eaggiungiamo una menzioneTrasformiamo una parola in un #hashtaginformativo
  52. 52. 52/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdEhttp://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jspTutte le info sulle esenzioni dai ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdETutte le informazioni sulle esenzioni dai tickethttp://goo.gl/e7PdETutte le info sulle esenzioni dai #ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdETutte le info sulle esenzioni dai #ticket, a cura del@ministerodellasalute #Sapevatelo http://goo.gl/e7PdEAggiungiamo anche un #hashtag“comunitario” (sapevatelo)Nessuno ci cliccherà (mai e poi mai)Si può intuire, ma resta un messaggioincomprensibile (perché me lo segnali?)Didascalico, ma già efficaceRiduciamo la parola “informazioni” ad “info” eaggiungiamo una menzioneTrasformiamo una parola in un #hashtaginformativo
  53. 53. 53/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingTwittate con intelligenza e completezzahttp://goo.gl/e7PdEhttp://www.salute.gov.it/esenzioniTicket/esenzioniTicket.jspTutte le info sulle esenzioni dai ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdETutte le informazioni sulle esenzioni dai tickethttp://goo.gl/e7PdETutte le info sulle esenzioni dai #ticket, a cura del@ministerodellasalute http://goo.gl/e7PdETutte le info sulle esenzioni dai #ticket, a cura del@ministerodellasalute #Sapevatelo http://goo.gl/e7PdEAvete i requisiti per l’esenzione dal #ticket? Verificatelo sul sitodel @ministerodellasalute #Sapevatelo http://goo.gl/e7PdETrasformiamo l’informazione in una domandae in una call to action verso i followerAggiungiamo anche un #hashtag“comunitario” (sapevatelo)Nessuno ci cliccherà (mai e poi mai)Si può intuire, ma resta un messaggioincomprensibile (perché me lo segnali?)Didascalico, ma già efficaceRiduciamo la parola “informazioni” ad “info” eaggiungiamo una menzioneTrasformiamo una parola in un #hashtaginformativo
  54. 54. 54/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingRicordate che il “come” vale più del “cosa”Stare in rete è un “comportamento”, che viene valutatocome tale, al di là dei contenuti
  55. 55. 55/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingColtivare relazioniSe non ascolti quello che gli altri dicono di teSe non rispondi ai commentiSe rispondi male o in burocrateseSe non segnali materiale interessante di altriSe non diventi follwer di nessunoSe non intercetti discussioni interessanti
  56. 56. 56/56Giacomo Mason – Maggio 2013Web writingColtivare relazioniSe non ascolti quello che gli altri dicono di teSe non rispondi ai commentiSe rispondi male o in burocrateseSe non segnali materiale interessante di altriSe non diventi follwer di nessunoSe non intercetti discussioni interessantiDi fatto stai facendo un monologo

×