Il corso FAD "La presentazione efficace con le slide"

8,944
-1

Published on

Presentazione ai futuri allievi del corso: "La presentazione efficace con le slide" svolto interamente in modalità e-learing

Published in: Economy & Finance
2 Comments
12 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total Views
8,944
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
221
Comments
2
Likes
12
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il corso FAD "La presentazione efficace con le slide"

  1. 1. <ul><li>Perché la presentazione efficace </li></ul><ul><li>Perché in FAD? </li></ul><ul><li>l programma e i tutor </li></ul>F o r m a z i o ne A D i s t a n z a La presentazione efficace con le slide
  2. 2. Il settore non profit > Sono diventate un vero e proprio format di comunicazione per progetti, idee, avanzamenti, report. Oggi nell’attività lavorativa ci si scontra con il problema di creare una buona presentazione di un nostro progetto. Problema : costruire una buona comunicazione con le slide richiede la consapevolezza delle possibilità e dei limiti del mezzo. Perché le slide sono importanti?
  3. 3. > Non è un fatto tecnico Una buona presentazione non dipende dalle capacità tecniche nell’usare Powerpoint Bisogna fare un passo indietro per lavorare sul processo di comunicazione che questo strumento veicola Una buona presentazione è innanzitutto una “buona” comunicazione professionale
  4. 4. > I “classici” errori di chi crea slide 1) Standard semiotici inefficaci o assenti 2) Testi prolissi e verbosi 3) Inutile complicatezza 4) Cattivo uso delle immagini 5) Cattivo uso di grafici e tabelle 6) Cattivo uso dello spazio e del tempo 7) Abuso di grafica e effetti speciali
  5. 5. > Perché Un corso in FAD? <ul><li>Perché è più vantaggioso </li></ul><ul><ul><li>Flessibilità di tempo </li></ul></ul><ul><ul><li>Flessibilità di spazio </li></ul></ul><ul><ul><li>Personalizzazione del percorso </li></ul></ul><ul><li>Perché è più efficace </li></ul><ul><ul><li>L’apprendimento è più significativo </li></ul></ul><ul><ul><li>Teoria e pratica si fondono </li></ul></ul><ul><ul><li>Contatto permanente con i tutor </li></ul></ul><ul><li>Perché l’alunno è attivo </li></ul><ul><ul><li>Agente principale della sua formazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Ruolo partecipativo e collaborativo </li></ul></ul><ul><ul><li>La formazione è un laboratorio continuo </li></ul></ul>La FAD è un percorso nel quale sono protagoniste l’energia e la creatività degli allievi e nel quale sfumano i tradizionali confini tra l’alunno (passivo) e il docente (attivo).
  6. 6. <ul><li>Non è sfogliare un CD ROM </li></ul><ul><li>Non è ascoltare un videoclip </li></ul><ul><li>Non è fare dei test a distanza </li></ul><ul><li>Non è solo navigare un sito </li></ul><ul><li>Non è semplicemente leggere una dispensa </li></ul><ul><li>Non è semplicemente ascoltare una lezione </li></ul><ul><li>Non è un’attività solitaria </li></ul><ul><li>Non è un’attività passiva </li></ul>> Che cosa NON è la FAD
  7. 7. > La didattica tradizionale e la didattica in FAD Lavora sugli individui Lavora sui gruppi Flessibilità Rigidità Partecipazione Ascolto Approccio orizzontale Approccio verticale Sperimentazione Teoria Apprendimento collaborativo Apprendimento passivo Contatto permanente col docente Contatto limitato con il docente Autonomia dell’allievo Percorso stabilito FAD (rete) Tradizionale (Aula)
  8. 8. Significa stare al confine tra fare un corso in presenza, leggere un manuale, sperimentare in laboratorio, discutere in gruppo, navigare sul web… e molto altro Significa entrare in un ambiente di comunicazione e sperimentazione permanente usando la tecnologia web > Che cosa significa lavorare in FAD? Lavorare in FAD è costruire un percorso di apprendimento condiviso Lavorare in FAD significa innanzitutto mettersi in gioco
  9. 9. Interazione tra i allievi Interazione con i tutor Interazione con i materiali Navigando sulla piattaforma, esplorando i link di approfondimento, utilizzando gli strumenti di collaborazione e comunicazione > L’interazione è l’ingrediente principale Collaborando nella soluzione delle esercitazioni, scambiando suggestioni e cooperando Dialogando nei forum, facendo domande e affrontando assieme i temi e i problemi che emergono
  10. 10. Nell’e-learning gli allievi sono i veri protagonisti : con le loro suggestioni, con le loro domande, con le proprie esperienze Ciascuno di noi ha un suo proprio “ stile di apprendimento ” (tempi, modalità) e in FAD questo elemento può emergere più facilmente > Il risultato: un percorso imprevedibile Il risultato è, il più delle volte, non totalmente prevedibile e non pianificabile al 100%
  11. 11. Una parte trasmissiva (ipertesto fruibile via web) Una parte interattiva (chat e forum) Una parte di laboratorio (esercitazioni in corrispondenza di alcuni moduli didattici) Una parte di autovalutazione (test di autovalutazione alla fine del percorso) Le modalità di erogazione I parametri di valutazione La consultazione , la lettura cioè delle pagine e dei materiali di cui il corso è composto L’ interazione , la partecipazione cioè (tramite la messaggeria, la chat e il forum) alla vita della classe e del corso Le esercitazioni , la realizzazione cioè dei questionari e delle esercitazioni previste nel corso. > Modalità
  12. 12. I materiali didattici Il Forum Le chat La messaggistica I test di autovalutazione I laboratori > Gli strumenti La presentazione efficace con le slide Giacomo Mason – Leuca Alison
  13. 13. > Il programma Ppt e presentazioni: caratteristiche generali Elaborare il concept e il template Come scrivere i testi Gli standard editoriali Uso ottimale della grafica Strategia e architettura della presentazione 1) 2) 3) 4) 5) 6)
  14. 14. > La struttura dei contenuti L’inizio è la pagina “ principale ” a cui si accede dalla pagina di accesso La prima divisione è in “ moduli ” (come dei capitoli di un libro) La seconda divisione è in “ gruppi ” (come i paragrafi di un libro) La terza è ultima divisione è in “ nodi ” (come le pagine di un libro)
  15. 15. > Impegni e durate La durata è di otto settimane Il corso prevede almeno quattro momenti di interazione (chat) con il docente di un’ora ciascuno E’ prevista una esercitazione collettiva iniziale e due esercitazioni individuali E’ opportuna una partecipazione media “online” di almeno 4 ore la settimana E’ anche necessario l’impegno “offline” nello svolgimento degli esercizi
  16. 16. <ul><li>Appena entrati, leggete i messaggi iniziali e rispondete ai temi proposti dal tutor sul forum </li></ul><ul><li>Controllare la messaggistica almeno una volta al giorno </li></ul><ul><li>Controllare il forum almeno una vola al giorno </li></ul><ul><li>Leggete poco alla volta i moduli (es. uno a settimana) </li></ul><ul><li>Prima di proseguire nei moduli, fate i test di fine modulo </li></ul><ul><li>Rispettare le scadenze indicate </li></ul><ul><li>Leggete in anteprima le esercitazioni per regolarvi </li></ul>> Regole del gioco
  17. 17. > I tutor Giacomo Mason Dopo la laurea in filosofia si è occupato di teoria della comunicazione, in particolare di quella legata al mondo aziendale. Editor online specializzato sugli spazi Intranet e nella presentazione efficace, oggi è formatore e consulente sui temi della scrittura, della presentazione, della progettazione web. Leuca Alison Laureata in Scienze della Formazione, specializzata in formazione a distanza, si occupa, fin dalla tesi di laurea, di comunità virtuali , di relazioni in Rete e della creazione di spazi di apprendimento con le nuove tecnologie. Collabora con RAI Educational e gestisce la comunità della musica legata al sito web della Scuola Popolare di Musica di Testaccio di Roma.
  18. 18. > Grazie a tutti Ci vediamo online…
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×