RC Auto?
                                                                                                             chia...
www.unita.it
2          MERCOLEDÌ
           16 GIUGNO
           2010                               Diario
              ...
PARLANDO     Si allarga l'inchiesta giudiziaria nei confronti della famiglia
DI...
Bancarotta
di moda
             Burani....
www.unita.it
4            MERCOLEDÌ
             16 GIUGNO
             2010                           Primo Piano
       ...
PARLANDO                   «Marini solleva un problema reale, senza toni accesi. Il Pd, oggi più che mai ha biso-

  P    ...
6             MERCOLEDÌ
                                              Primo Piano
              16 GIUGNO
              20...
PARLANDO                        Il governo italiano ha sospeso di fatto le relazioni economiche con San Marino e

  P     ...
8           MERCOLEDÌ
                                           Primo Piano
            16 GIUGNO
            2010       ...
PARLANDO                    «ArrivareinpiazzaDuomo evederetuttequellecasedistruttemihadatol'impressio-

   P            DI...
10          MERCOLEDÌ
                                          Primo Piano
            16 GIUGNO
            2010        ...
PARLANDO                    Nello stabilimento della Fiat Auto Poland a Tychy, in Polonia, non si temono licenzia-

  P   ...
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Unita 16062010 copia
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Unita 16062010 copia

2,062

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,062
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Unita 16062010 copia

  1. 1. RC Auto? chiama gratis 800-070762 www.linear.it Mercoledì 16 www.unita.it 1,20 Giugno 2010 Anno 87 n. 164 “ Chi poteva immaginare, solo una decina di anni addietro, che il cosiddetto capitalismo finanziario avrebbe messo in pericolo l’esistenza del capitalismo stesso? Che avrebbe messo così a nudo le sue contraddizioni? Predrag Matvejevic, 15 giugno OGGI CON NOI... Tania Groppi, Igiaba Scego, Vittorio Emiliani, Lidia Ravera, Andrea Satta, Giulia Rodano R INTERVISTA A PIER LUIGI BERSANI Da sabato al via la campagna d’estate “Alternativa subito, non so pensare altri tre anni così”. “Manovra, bavaglio, assalto alla Carta: è un disegno. Tremonti e la Lega il punto di sutura” GIOCO D’ATTACCO Anche le Regioni in rivolta Pomigliano, non si tratta L’Aquila sfida il governo Non ci sono soldi per la sanità, La Fiom conferma il no alla Fiat Sindaci, sindacati e industriali i trasporti, gli invalidi. Formigoni: Firmato un accordo separato oggi in corteo nella zona rossa «Manovra incostituzionale» L’analisi di Loretta Napoleoni «Vogliamo case, ci danno tasse» p ALLE PAGINE 2-14 Stop protezione Dai campi rom a Spatuzza LA POLEMICA «LA CULTURA ai maxischermi: Il Viminale È DEFUNTA? l’Italia tifa Italia liquida il pentito TUTTA COLPA DI CHI LA FA» Immigrati, ultras, signore e padani «Redenzione tardiva» Il racconto dei primi 90’ azzurri da Magistrati sconcertati Pippo Delbono Varese a Messina p ALLE PAGINE 16-19 p ALLE PAGINE 24-25 p ALLE PAGINE 38-39
  2. 2. www.unita.it 2 MERCOLEDÌ 16 GIUGNO 2010 Diario CONCITA DE GREGORIO Direttore Oggi nel giornale cdegregorio@unita.it http://concita.blog.unita.it PAG. 22-23 ITALIA Bavaglio, crisi di nervi nel Pdl L’Osce: «L’Italia ritiri il ddl» Filo rosso la manovra ingiusta. E’ la manovra oggi il cuore del problema? «Il cuore del problema è tenere assieme i Tenere temi sul tappeto e parlare chiaro di un dise- gno complessivo. Siamo all’incrocio fra la insieme questione democratica e la questione socia- le. L’attrito, nella terza fase del berlusconi- smo, è destinato ad accentuarsi. Non voglio- no pagare dazio e rilanciano messaggi di PAG. 34-35 MONDO tipo populistico. Guardi alla Federalberghi: è Diktat d’Israele: «Fermate andato per parlare delle tasse di soggiorno Mariam, la nave delle donne» Una manovra pesantissima. Un assalto e ha sparato contro le regole. Non può più costante ai diritti costituzionali, la Carta sostenere la narrazione dei cieli azzurri e «inferno di regole». La trattativa su Pomiglia- butta la palla in corner. La manifestazione al no, il diritto di sciopero in gioco. Il ddl bava- Palazzo dello sport salderà i temi della ma- glio che spunta le armi a chi indaga il crimi- novra, delle intercettazioni, l’attacco alla ne e mette a tacere la stampa blindato dalla costituzione, i diritti del lavoratori». fiducia. Il debito alle stelle. Ogni giorno un Cominciamo da qui, da Pomigliano. assalto all’architrave. Segretario Bersani, «Non credo che nessuno, nemmeno la non pensa che sia venuto il momento di Fiat o Sacconi, possa pensare che un diritto giocare d’attacco? costituzionale sia aggirabile da un accordo. PAG. 36-37 L’INCONTRO «È sempre stato il momento. Il Pd deve Non abbocchiamo all’amo di chi ce la rac- Herta Müller: «Racconto tirare la palla avanti. Noi diversamente da conta così. Sacconi dice che vede un gran- l’infelicità inferta dal potere» Berlusconi, pensiamo al futuro del Paese. de orizzonte fatto di deroghe ad ogni livello. Berlusconi pensa al suo, e non prenderà un Se lo sogna. La Costituzione non è derogabi- sabbatico. Non so immaginare che questa le. È una partita delicatissima. Mi rifiuto di situazione duri ancora tre anni. Siamo chia- pensare che giunti a questo punto non si mati a dare credibilità all’alternativa adesso. possa arrivare ad un accordo. C’è un fatto Non ci serve un papa straniero. Tocca a noi, oggettivo: siamo di fronte al primo caso in ora». Europa di rientro della produzione esterna- Pierluigi Bersani parla in questa intervista lizzata. Ci vuole buona volontà, fantasia. dell’accordo Fiat su Pomigliano, naturalmen- Bisogna sentire la voce dei lavoratori. In te, («Rifiuto di pensare che a questo punto ogni caso Pomigliano non sarà un model- PAG. 28 ITALIA non si arrivi all’intesa. In ogni caso non sarà lo». Rai, Masi e la scure sui palinsesti un modello»), della manovra e dell’assalto C’è in ballo anche l’articolo 41 della Costi- PAG. 30 ITALIA alla Costituzione («stiamo preparando una tuzione, la libertà d’impresa e l’interesse Preso boss grazie alle intercettazioni campagna d’autunno: il Pd sarà il partito generale. PAG. 32-33 MAREA NERA della Costituzione»), di Tremonti che studia «Un conto è un delicato caso di contratta- Obama: «Ma l’America ce la farà» da premier e di Fini, di primarie nel centrosi- zione, un altro quello di chi ha gli strumenti nistra, di De Benedetti e di Montezemolo, di per cambiare la Carta. Berlusconi, diversa- PAG. 40-41 CULTURE «rabbia e dolorosa sfiducia», di vecchi e di mente da Marchionne e da Landini, è lì Il dialogo, una cura per l’Italia giovani, di quale sia la china da risalire. perché ha giurato sulla Costituzione. PAG. 46-47 SPORT La manifestazione di sabato ha per titolo: p SEGUE A PAGINA 4 Azzurri, Lippi non fa autocritica
  3. 3. PARLANDO Si allarga l'inchiesta giudiziaria nei confronti della famiglia DI... Bancarotta di moda Burani. La procura di Milano sta indagando Walter Burani e i MERCOLEDÌ 3 figli Giovanni e Andrea per bancarotta fraudolenta. 16 GIUGNO 2010 Staino Par condicio I Cipputi Lidia Ravera La classe operaia, fino al 1980, doveva “dirigere tutto”. O almeno così si cantava, in piazza. Dall’80 all’89 ha incominciato ad ab- bassare la testa, sotto l’urto della ristruttura- zione. Con la caduta dei regimi comunisti, sono stai “liberati” lavoratori che non aveva mai avuto il permesso di lottare,a dispetto di quello che si cantava in piazza. I malpagati del secondo mondo. Con la globalizzazio- ne, ai malpagati si so- no sommati gli affa- mati. Malpagati e af- Cipputi di Altan famati sono accolti a calci se si affacciano al primo mondo, ma tor- nano utili se restano nel loro, così la Fiat cam- bia “mondo”, e risparmia. Per riavere la fab- brica a Pomigliano, la classe operaia deve ac- cettare turni di 8 ore senza mangiare, 2 setti- mane l’anno di straordinario, A “pari condi- zioni” lavorano soltanto gli ufo-robot. Il pros- simo “ente inutile” da chiudere sarà, proba- bilmente, il Sindacato. Duemiladieci battute Francesca Fornario Bondi si confonde ma Città del Capo non è Arcore erlusconi ha raccontato al premier ta avanti questo progetto «Macchina del d’altro: «Cannavaro è così anziano che ten- B bulgaro Boyko Borisov che sta finan- ziando una ricerca per godersi la vi- ta fino a 120 anni. Non vuole presentarsi al Tempo» avvalendosi della collaborazione di un pool di esperti. Tra questi, il ministro del lavoro Maurizio Sacconi, che si adope- tava di intercettare i passaggi dei giocatori del Paraguay solo per bucargli il pallone». «Secondo Datamedia, l’Italia ha segnato il processo d’invecchiamento. Spassarsela fi- ra per demolire lo Statuto dei Lavoratori e 65 per cento dei gol». «Il suono delle vuvu- no a 120 anni è un traguardo ambizioso e riportare l’Italia ai fasti delle prima rivolu- zelas è così fastidioso che Gianfranco Fini c’è ancora qualche incognita. Per esempio, zione industriale. Sacconi guarda allo Sta- l’ha messo come suoneria quando chiama Ghedini non è certo di riuscire a estendere tuto con la diffidenza con cui gli anziani Berlusconi». «Lippi è così in rotta con i gior- i termini del legittimo impedimento fino al scrutano l’iPhone: «Mi dici che te ne fai di nalisti che firmerà la Legge-Bavaglio». 2060. Perciò il premier, che non vuole ri- quest’aggeggio complicatissimo? Non c’è «Marchisio ha giocato così male che, la nunciare a sentirsi più giovane, lavora a un un manuale delle istruzioni? Tanto vedrai prossima volta che esce, Berlusconi pren- piano B: riportare l’Italia indietro nel tem- che è una moda passeggera». È quel che de l’interim». «La nazionale ha reso così po- po. E funziona: secondo Piero Angela, gra- pensa anche Berlusconi. Della Costituzio- co onore all’Italia che Bondi non ha voluto zie all’intervento di Berlusconi, il paese sta ne. Per dare il colpo finale alla Carta ha at- assistere al match». Ma niente polemiche: arretrando così in fretta che nel 2012 ri- teso che gli italiani fossero distratti dai ha solo sbagliato destinazione. Era convin- compariranno i dinosauri. Berlusconi por- mondiali di calcio. Ora, infatti, non si parla to che «Città del Capo» fosse Arcore. y
  4. 4. www.unita.it 4 MERCOLEDÌ 16 GIUGNO 2010 Primo Piano CONCITA DE GREGORIO Intervista a Pier Luigi Bersani p SEGUE DA PAGINA 2 «Voglio che il Pd Ha messo in moto un meccanismo di delegittimazione: fa correre l’idea che il consenso sia tutto ciò che serve, il resto è inutile. Questa l’idea sovrana. Ne deriva disprezzo sia il partito per le quel che la Carta garantisce: la magistratura, la libera stampa, il presidente della Repubblica. Sono elusive della Costituzione anche le pratiche di formazione delle leggi: della Costituzione» un uso parossistico di decreti, fidu- cia. Il governo zittisce il Parlamen- to. La sovranità appartiene al popo- lo, certo, che però “la esercita nei limiti e nelle forma della Costitu- zione”. Che non è solo memoria: Più attaccano la Carta, più la difenderemo: da settembre nelle scuole ha una strada davanti». La manovra colpisce i deboli, è iniqua e ha un respiro di otto mesi Parliamo del Bavaglio. La destra fa propaganda dicendo che è uguale al- Il nostro compito sarà finito quando il partito sarà in mano ai nativi del Pd la proposta Mastella, governo Prodi. Cosa risponde? «Un’altra bugia delle loro. È radi- calmente opposto il concetto da cui le due proposte muovono: lì, nella proposta Mastella, si diceva di responsabilizzare i magistrati e gli uffici giudiziari rispetto all’uso improprio delle intercettazioni. Evitare la fuga di notizie, la divul- gazione di notizie inutili, elimina- re in origine le parti non attinenti all'indagine. Affrontava il tema fa- cendo leva sulla responsabilità dei magistrati e rinnovando loro fidu- cia. Questi non vogliono evitare la divulgazione delle intercettazioni ma impedire di farle, colpendo co- sì in una volta chi indaga, chi garan- tisce la giustizia, la stampa». Il Popolo viola sarà in piazza il 9. Il Pd aderisce? «Come sempre, se la piattaforma è convincente parteciperemo. Noi abbiamo le nostre manifestazioni. Nostro compito è fare il maggiore sforzo di tenere assieme i temi. Non dimentichiamo che mentre si parla di intercettazioni questi ti tol- gono 218 euro a testa agli handi- cappati». Sta già parlando di manovra. «Difatti. Un colpo alle Regioni. 11 miliardi in due anni non è il taglio delle auto blu. È una botta storica alle politiche sociali per i non auto- sufficienti, al sostegno alle piccole imprese, a una parte di ammortiz- zatori sociali e di istruzione. Come dice Burlando: ci hanno messo in mano una pistola perché spariamo noi. Anche Formigoni si ribella. Avrà effetti gravissimi, ingestibili. Poi ci sarà un ulteriore taglio sulla sanità. un milione e mezzo forse due. Poi il pubblico impiego. Dicia- mo chi sono queste persone: poli- ziotti, insegnanti, infermieri, reddi- ti medio bassi. Non chiede un euro La manifestazione per il 25 aprile in Piazza del Duomo a Milano a chi ha le rendite. È una manovra
  5. 5. PARLANDO «Marini solleva un problema reale, senza toni accesi. Il Pd, oggi più che mai ha biso- P DI... Bianco gno di pluralismo al proprio interno». Lo afferma Enzo Bianco, presidente dei Liberal Pd. I Liberal Pd uniscono la loro voce e chiedono al Segretario Bersani, cui confermano stima e MERCOLEDÌ 5 16 GIUGNO e Marini fiducia, di adottare scelte chiare. 2010 E Fini? Teme un polo costituito da Fi- ni Casini Montezemolo? «È una costruzione che corrispon- de a un sentimento che c’è in strati Le lettere moderati del centrodestra che mal sopportano l’ipoteca leghista. Ho vi- ha bisogno di aprirsi alle tante risor- sto toni sprezzanti nella maggioran- ANDREA LEZZI se che sarebbero pronte a spender- za. Se si preoccupano loro ci dob- TORNIAMO IN PIAZZA si per delle cause così importanti biamo preoccupare un po' meno ma che spesso rimangono inascol- noi». Caro Segretario, tate. E’ arrivato il momento invece, Non la preoccupa nemmeno l’avvio da giovane militante del suo partito,e di non esitare,come in aula anche delle candidature per le prossime pri- ancordi più, da semplice cittadino ita- nelle strade. In un questi giorni così marie del centrosinistra? liano soffro in questi giorni, nell’assi- bui per la nostra democrazia le chie- «C’è questa litania che il centrosini- stere all’ennesimo attacco alle fonda- do di dare una grande risposta de- stra sia in cerca del comandante. menta del nostro Paese. Dalla carta mocratica, grande come il cuore di Non è così. Siamo chiamati a dare costituzionale passando per lo statu- chi ogni giorno per questo partito credibilità all’alternativa di gover- to dei lavoratori,all’indipendenza del- impiega tempo e sudore. no. Dobbiamo farlo noi, adesso». la magistratura, ogni giorno abbia- Torniamo a farci sentire, Pensa alle elezioni anticipate? mo qualcosa da dover difendere! In poche parole torniamo a riempi- «Guardo l’oggi. Non so se si voterà L’approvazione al senato del DDL in- re le piazze. nel 2011 ma faccio fatica a pensare tercettazioni di qualche giorno fa, ha Il popolo viola ad altri tre anni così». portato al limite la sopportazione di Dicevamo delle primarie. Vendola è qualunquepersona dotata di un mini- GIUSEPPE CIRAOLO Aderire? «Come sempre, se pronto, altri in pista. mo di spirito civico. L’amore che noi BASTA COL PALAZZO la piattaforma «Quando si fanno accordi di coali- abbiamo per la Democrazia e per la zione si parla di primarie di coali- Libertà(quella vera,con la L maiusco- Caro Segretario è convincente zione. Non c’è altro da aggiunge- la) fa sì che ogni giorno anche il più basta Palazzi e Palazzetti: riappro- parteciperemo re». giovane militante porti il cuore,e la priamoci delle persone, e quello alla manifestazione del 9 Autocandidature? propria passione,nelle strade, nelle che mi chiedo da più di un paio di «All’interno delle forze che parteci- sezioni,nelle piazze, per spiegare e di- giorni a questa parte, dopo l'annun- pano alla coalizione». mostrare alla gente che il PD c’è e che cio della manifestazione del 19. Non Primarie centrosinistra Niente papa straniero. è pronto a difendere a spada tratta la per puro spirito autolesionista ma «Nel 2013 sarà libero Obama, even- democrazia in questo paese. Ora pe- per il semplice fatto che oggi come Se si parla di accordo tualmente». rò, tocca a voi. Tocca a lei segretario, non mai credo che chiudersi a riccio saranno di coalizione Marini dice che nel Pd c’è poco Ppi e alle tante donne e uomini che rap- sia pericoloso, quasi un voler scap- «Colgo l’aspetto positivo: verso un presentano questo partito,dare un pare dalla nostra gente che ogni Un papa straniero? rafforzamento del Pd». messaggio forte. Questo vi è già sta- giorno ci invita a tirare quella rab- Per il 2013 sarà Al contrario, la balena spiaggiata di to in sede parlamentare,e ce lo ha di- bia necessaria per arginare l’autori- De Benedetti… mostrato anche la passione di Anna tarismo di questo governo. libero Obama... «Anche gli inglesi a Dunkerque Finocchiaro nel ribadire la piena con- Caro Segretario le pongo solo delle sembravano spiaggiati, invece…» trarietà delPD all’ennesimo provvedi- semplici domande con il massimo La balena spiaggiata Un calcio ai vecchi, ha detto Prodi. mento vergogna di questo governo. rispetto, ma perchè chiudersi o non Anche gli inglesi «Fra due o tre mesi avremo in rete Accanto all’opposizione politica però andare in piazza con il calore della tutti gli amministratori del Pd: han- le chiedo di dare affondo a una forte gente, con quella nostra stessa gen- sembravano spiaggiati a no in larghissima maggioranza tra campagna di mobilitazione reale. Per te che ci sta abbandonando per il Dunkerque, invece... Barra 30 e 40 anni. Detto questo, siamo e tornare a farsi percepire giustamen- semplice fatto che noi ci stiamo al- resteremo in costruzione. Avremo te come la grande alternativa a que- lontandando da loro,in un momen- diritta, non abbiamo finito finito il compito quando il partito sta maggioranza. Per ridare entusia- to dove alla politica si chiede un di costruire sarà in mano ai nativi del Pd». smo a un popolo così fortemente pro- cambio di passo credo debba esse- I giovani, i dirigenti e i militanti, chie- vato da risultati deludenti e gestioni re la politIca stessa ad aprirsi. dono manifestazioni unitarie e com- deboli. Inoltre una classe politica di un cer- iniqua, depressiva della crescita. battive. Civati propone una campa- La manifestazione del 19 giugno con- to livello ha il coraggio di porsi co- Oltretutto di corto raggio: gli effet- gna d’estate. Per ora ha risposto Cic- tro la manovra fiscale al Palalottoma- me guida del paese e indica la stra- ti durano otto mesi». chitto: dice che rinuncia alle ferie tica è sicuramente un bel passo in da da seguire sia nella protesta, sia Non teme la rabbia sociale? d’agosto» avanti ma per tanti di noi, la voglia di nella costruzione di un futuro mi- «Oggi più che rabbia vedo rasse- «Batteremo di un giorno l’eroico tornare tra la gente è davvero forte, gliore. Voglio il coraggio di chi si gnazione e dolorosa sfiducia». Cicchitto. Se per stare nella società come lavolontà di aprirsi alle centina- mette in discussione, il coraggio di Tremonti acclamato dagli imprendi- fosse sufficiente scendere tutte le ia di associazioni, di movimenti e per- saper capire quello che è giusto ed tori, studia da leader? settimane in piazza sarebbe facile. ché no,di partiti. Per far sentire, tutti è sbagliato. «Tremonti sa usare il potere che ha Bisogna prima, come si sarebbe det- insieme il nostro dissenso. Il partito Facciamo rinnamorare il nostro anche in termini di costruzione del to una volta, aver chiara la linea: elettorato della parola sinistra, ma suo profilo. In 15 anni attorno al Te- poi gestire la proposta e l’azione tra perfarlo dobbiamoriandargli incon- soro ha coagulato molto. La Lega, la gente. Non serve andare alla rin- tro comiciando a fare una battaglia questo il punto: è la Lega che sostie- fusa. Ci vediamo sabato al Palazzo GIULIANO PISAPIA A MILANO contro ilDDL intercettazioni: lì si gio- ne Berlusconi, non ci sarebbe Berl- dello sport, da lì partiremo per la ca anche la nostra credibilità. Auspi- suconi, oggi, senza la Lega. Il punto campagna d’estate. Abbiamo due Si candida co un’opposizione forte, auspico di di sutura è quello determinante. mesi, a settembre lavoriamo sulle vederla se sarà necessario in piazza L'avvocato Giuliano Pisapia si Anche quello critico, però. La Lega scuole: voglio che il Pd sia il partito in mezzo alla nostra gente per il candiderà alle primarie del cen- non può fare tutte le parti in com- della Costituzione a partire dalle semplice fatto che io fra 3 anni la trosinistraper lascelta delcandi- media: avrà difficoltà a far digerire scuole. Hanno ristretto l’offerta in vorrei vedere al governo, e per far- dato sindaco per le amministra- quel che sta arrivando. Questa mag- qualità e quantità, siamo di fronte lo non bastano palazzi: serve solo tive di Milano (primavera 2011). gioranza può indebolirsi che nel all’analfabetismo di ritorno. Biso- non avere paura di parlare con la suo rapporto con la Lega». gna partire da lì».y gente.
  6. 6. 6 MERCOLEDÌ Primo Piano 16 GIUGNO 2010 I tagli p Il governatore lombardo Una mossa da sciamannati. Chiedono tutto a noi senza consultarci p Oltre 17mila invalidi senza sostegni. A rischio l’esenzione dal ticket per i malati psichiatrici Manovra, Regioni in rivolta Formigoni: incostituzionale Foto di Massimo Percossi Bocciatura unanime dei gover- scono la scuola. I malumori monta- natori: mancano soldi per la sa- no: alla fine pagheranno le famiglie. nità e per i trasporti. Scoperta l’esenzione dei ticket. Circa FAMIGLIE 17mila invalidi senza soste- I costi sono pesantissimi. Circa gno. E alla fine rischierà anche 17mila invalidi (down, ipovedenti, il federalismo. autistici) rischiano di perdere la pen- sione. E non solo. A spiegare gli ef- fetti devastanti sulla vita quotidiana BIANCA DI GIOVANNI della gente è sempre Formigoni. La ROMA bdigiovanni@unita.it manovra «prevede il taglio di un ter- zo dei contributi per il trasporto pub- «Si carica su un figlio tutto il carico blico locale e Trenitalia il giorno do- e il padre fa spallucce. Siamo di po ci taglierà un terzo dei treni e ri- fronte ad un padre sciamannato durrà di un terzo il personale», spie- che ha aumentato il debito pubbli- ga il governatore lombardo. Non so- co». Il giudizio di Roberto Formigo- lo, siccome «con Trenitalia abbiamo ni sulla manovra del governo è dei contratti magari ci fa causa e la tranchant: da sciamannati. Il go- vince pure», ha aggiunto Formigo- vernatore lombardo è il più duro: ni. Il quale fa notare poi che la mano- ma i suoi colleghi sono pronti a so- vra taglia completamente i fondi stenerlo. Il fronte è compatto (a per la famiglia, pari a 130 milioni. parte qualche screzio tra regioni «Non erano tanti - osserva - ma ven- virtuose e quelle indebitate). Per gono completamente spazzati via». tutte le Regioni la «mannaia-Tre- E ancora. monti» è irricevibile, oltre che con gravi rischi di incostituzionalità. Sottrae finanziamenti senza uno Vasco Errani straccio di consultazione. Alla fac- Sicuramente le Regioni cia del federalismo. Il documento non alzeranno finale della riunione di ieri dei go- vernatori è unanime: «Così com’è bandiera bianca il testo è irricevibile - spiega il presi- dente Vasco Errani - e non sosteni- Modifiche bile perché il peso dei tagli è carica- I governatori si to sulle Regioni per oltre il 50%». preparano al pressing Tradotto: 4,5 miliardi nel solo 2011. sul Parlamento FUOCO AMICO «Si dimostra così che il taglio non I governatori si preparano al pres- è alle Regioni, ma alle persone», ag- sing sul Parlamento per modifica- giunge Claudio Martini della Tosca- re la manovra. Oggi incontreran- na. «La nostra posizione è istituzio- no i capigruppo di maggioranza, nale, non segnata né da schieramen- seguiranno quelli delle opposizio- ti politici nè corporativi: non stiamo ni. Ma il governo dovrà vedersela tutelando le risorse delle Regioni anche con un altro fronte «inter- ma dicendo che i tagli avranno rica- no» da cui potrebbe partire una raf- dute pesanti sulle persone, le fami- fica di fuoco amico. I finiani, che al glie, le imprese», aggiunge Errani. I senato stanno predisponendo una governatori non rigettano il rigore: manovra alternativa su cui dare chiedono tuttavia che venga distri- battaglia. Nel frattempo anche il buito in modo più equo. «Il taglio in- leader Cisl Raffaele Bonanni profi- discriminato sulle spese regionali la l’arma dello sciopero se non sa- non è congruo nell'equilibrio del ranno ritirate le misure che colpi- concorso dei livelli istituzionali. Per Il governatore della Lombardia, Roberto Formigoni, tra i più critici contro la manovra
  7. 7. PARLANDO Il governo italiano ha sospeso di fatto le relazioni economiche con San Marino e P DI... San Marino prestocisaràunaspecie di«embargocommerciale»controilTitano.Sonoleaccuselancia- te dall'esecutivo sammarinese, che ha inviato una nutrita delegazione a Roma per denun- MERCOLEDÌ 7 16 GIUGNO e Italia ciare la situazione sempre più difficile nei rapporti con l'Italia. 2010 LIBERTÀ D’IMPRESA L’Antitrust apre Hanno detto Le reazioni Servono soldi? a Tremonti. «Si può modificare la Carta» della politica «Si mettano all’asta L'Antitrust apre alla riforma della Costituzione voluta dal governo. «Ben le frequenze digitali» vengano» le modifiche dell'articolo 41 sulla libertà di impresa, e dell'articolo 118 La soluzione in Germania ha fruttato allo Stato 4,4 miliardi sui rapporti tra centro e periferia dello di euro, il Pd vorrebbe applicarla anche in Italia. Il governo Stato per dare una spinta all'economia e pronto a regalarle ai vecchi soci del «club televisivo» almercato. Maallecorrezionicostituzio- nali, attuabili anche per legge ordinaria Guglielmo Epifani come le vuole Tremonti, va affiancata «Condivido molto l’allarme subito la legge sulla concorrenza che delle regioni anche sul della democrazia», riprende Genti- già sconta ritardi preoccupanti e che è federalismo. I tagli sono loni. Per i Democratici l’ex mini- invece essenziale per rimettere l'Italia in pesanti per molti servizi ai L’iniziativa stro sta mettendo a punto una se- carreggiata dopo la crisi economica. Il cittadini e alle imprese». GIUSEPPE VESPO rie di proposte da presentare al go- presidente dell'Antitrust, Antonio Catri- verno. Dall’asta per le frequenze MILANO calà,chiede così,nella relazione annuale politica@unita.it liberate dal passaggio dall’analogi- aParlamentoegoverno,unanetta acce- co al digitale terrestre alle soluzio- lerazione nella direzione del mercato. Al ettere all’asta le fre- ni per favorire l’accesso ad inter- Paese,hascanditoilGarante,devonoes- sere iniettate «dosi massicce di concor- renza». di più- si legge nel comunicato - i ta- gli indiscriminati difficilmente sono M quenze liberate col passaggio dalla tv analogica al digitale terrestre, per desti- narle all’accesso alla banda larga da reti mobili. Una soluzione che in Germania ha fruttato allo Stato 4,4 net delle famiglie meno abbienti. Fino allo sblocco degli investimen- ti necessari per la realizzazione della stessa banda larga: i famosi 800 milioni previsti e mai stanzia- ti dal governo. applicabili e probabilmente non da- Maurizio Sacconi miliardi di euro e che il Pd vorrebbe bacchettata dell’antitrust Sol- ranno i previsti benefici al Paese». «Chiediamo alle regioni di applicare anche in Italia. di di cui si è parlato ieri alla Came- Secondo Formigoni ci sono forti ri- riflettere se anche esse A questo proposito, i Democrati- ra, che ha ricevuto la relazione an- schi di incostituzionalità , perché la hanno creato enti ed ci stanno studiando un emenda- nuale dell’Antitrust. Nel documen- manovra intacca il principio del col- agenzie da razionalizzare. mento alla Finanziaria per evitare to il Garante per la concorrenza, legamento diretto fra le funzioni I conti devono tornare» che il governo «regali» - come inten- presieduto da Antonio Catricalà, conferite alle Regioni e le risorse ne- de fare - queste nuove risorse ai ha bacchettato il governo e il sotto- cessarie per il loro esercizio. Inoltre «vecchi soci del club televisivo». segretario Romani proprio per il ri- «uccide il bambino nella culla», cioè Non si tratta solo di recuperare un tardo del nostro Paese sulla banda il federalismo. Le Regioni chiedono bel gruzzoletto che altrimenti an- infine la garanzia delle risorse per drebbe perduto. «È una questione strategica anche per la libertà del- l’informazione», spiega l’ex mini- NATUZZI Nessun consulto stro per le Comunicazioni Paolo Nessun consulto né Gentiloni: l’accesso a internet e lo Prorogadella cassa integrazio- ne in deroga per 1.500 dipen- né sulle misure sviluppo dei nuovi media sono «ri- denti della Natuzzi e, a partire sorse della democrazia», soprattut- né sull’entità del taglio Nichi Vendola to in un Paese come il nostro, dove da ottobre, avvio della cassa «Lo spettro di Tremonti gli strumenti tradizionali come la te- integrazione straordinaria per Risorse aleggia in tutta Italia, levisione soffrono di troppi control- 12 mesi. Si chiedono garanzie aleggia nella vita delle li e rigidità. per l’edilizia sanitaria famiglie più povere, nel mondo del lavoro» l’iniziativa Se ne parlerà venerdì larga. Romani si è affrettato ad as- e gli accordi per i Fas alla «Non stop banda larga», la gior- sicurare che gli operatori del setto- nata promossa dal forum comunica- re, Telecom, Vodafone, Fastweb e l'edilizia sanitaria, evidenziano la zioni del Pd per discutere delle nuo- Wind, saranno convocati al più mancata previsione di 834 milioni ve tecnologie della comunicazione presto per trovare una soluzione. per coprire l'assenza del ticket, sotto- e del futuro dell’informazione. Una Ma l’affaire è complicato dal fatto lineando come una serie di patolo- maratona di incontri e dibattiti che che Telecom ha risposto picche al- gie psichiatriche e non (tra cui la sin- verrà aperta dal «guru» di Barack la proposta degli altri operatori di drome di Down) rischiano l'esclusio- Obama per internet durante la cam- costituire un consorzio per la rea- ne dell'indennità. Tra le contestazio- pagna elettorale, Alec Ross. Con lizzazione delle infrastrutture ne- ni figura anche il mancato rispetto lui, Pier Luigi Bersani, segretario cessarie. Ora, forse, l’idea di una degli accordi sottoscritti dal gover- del Pd, Renato Soru, editore de partecipazione pubblica all’inve- no e riguardanti i Fas, e si chiede al Renata Polverini L’Unità e fondatore di Tiscali, e an- stimento potrebbe ammorbidire contempo che i risparmi che si otten- «Le parti sociali sono con cora Corrado Calabrò, presidente la posizione dell’ex monopolista. gono sulla farmaceutica rimangano noi. Questa manovra è dell’AgCom - il Garante delle Comu- Anche di questo si discuterà ve- nell'ambito del Fondo sanitario. troppo pesante e ad oggi nicazioni - giornalisti ed esperti di nerdì alla Città del Gusto in via En- Una cosa comunque è certa, conclu- troppo iniqua perché da nuove tecnologie. Con questa mani- rico Fermi a Roma, dove il Pd ter- de Errani: «le Regioni non alzeran- sole le Regioni concorrono festazione il Pd «si apre alla rete, rà la sua giornata «Non stop ban- no bandiera bianca». y per oltre il 50%» che con i nuovi media è una risorsa da larga».y
  8. 8. 8 MERCOLEDÌ Primo Piano 16 GIUGNO 2010 Rabbia d’Abruzzo p Equità «Non chiediamo privilegi ma lo stesso trattamento delle altre popolazioni terremotate» p Tutto fermo: «Nemmeno le spese per l’emergenza sono state pagate, economia al collasso» L’Aquila: «Non ne possiamo più vogliamo case, ci danno tasse» Oggi un corteo attraverserà la polamento. Non è ancora completo zona rossa e raggiungerà la pe- il quadro normativo per la sistema- riferia ovest della città. L’ade- zione delle case, non ci sono i soldi sione dei sindaci, dei sindacati, nemmeno per saldare le spese di di Confindustria, dell’ateneo, emergenza già effettuate, nessuna dell’arcidiocesi all’iniziativa misura è stata presa per contrastare dei comitati cittadini. il tracollo economico». Molti aquila- ni sono ancora costretti a risiedere fuori città. «In questa situazione, JOLANDA BUFALINI l’articolo 39 della finanziaria preve- ROMA de che si tornino a pagare tutte le Volantinaggio alle CASE del Pro- tasse e i tributi. Non solo. Si chiede getto CASE di Cesa, qualcuno è già in tempi rapidissimi la restituzione passato, «coordiniamoci meglio, di quanto non versato finora». «Per altrimenti si volantina due volte in L’Aquila e i comuni del cratere, la da- un posto e nessuna in altri». Sms: ta del 30 giugno potrebbe essere «Appuntamento alla villa comuna- quella del terremoto economico». le alle 16, passaparola». Lo striscio- Sono, infatti, tuttora «migliaia i di- ne di apertura, dibattito on line: puntare sulle parole equità e veri- tà. «Non vogliamo privilegi, ma es- Senza lavoro sere trattati come gli altri colpiti Sono migliaia da calamità». Il testo finale della i disoccupati convocazione chiede: «Sospensio- ne delle tasse, sostegno all’econo- e i cassintegrati mia e all’occupazione, certezze su fondi, norme e tempi». soccupati, cassintegrati, artigiani e La mobilitazione degli aquilani commercianti che ancora non rie- ferve nelle ultime ore di prepara- scono a far ripartire le loro attività». zione per il grande appuntamen- Al corteo si uniranno i sindaci del to, il turning point della vicenda Cratere con i loro gonfaloni, ci sarà del terremoto aquilano. La gente è la Provincia e l’Arcidiocesi. Le dimis- esasperata, anche chi di solito non sioni dell’assessore Masciocco trova- partecipa oggi ci sarà, da giorni, no grande solidarietà. Ci saranno ovunque, le persone si organizza- tutte le associazioni sindacali e di ca- no in modo da poterci essere: inse- tegoria oltre ai comitati promotori. gnanti, negozianti, artigiani, im- Non ci saranno bandiere a parte prenditori, intellettuali, professori quelle verdi e nere della città. Il sin- dell’università, dipendenti pubbli- daco de L’Aquila Massimo Cialente ci e privati. Sono settimane che si annuncia iniziative anche al tribuna- riunisce il presidio permanente e il le dell’Aja: «È una situazione folle, tam tam si allarga dalla piazza del evidente la volontà di decretare la Duomo alle CASE. morte di questa città». Ultim’ora, al- A oltre un anno dal sisma del 6 le 19 e 30 Gianni Letta annuncia che aprile 2009 - dice il comunicato fi- è stata trovata la copertura di 600 nale «la ricostruzione è ferma, il milioni di euro per il rinvio delle tas- tessuto economico al collasso, la se degli autonomi con un volume di città e il territorio rischiano lo spo- La marcia delle carriole affari fino a 200.000 euro. y Giustino Masciocco: «Ci Massimo Cialente: «La nostra Alfredo Rossini: «Entro stiamo massacrando sulla mobilitazione va avanti, l'emergenza fine anno contiamo di strategia per contrastare sono le tasse, i fondi che non arrivano, ultimare le indagini sui lo strapotere del Governo la ricostruzione vera che non riparte e crolli, intanto si svolgerà sul nostro territorio». 32 mila persone ancora assistite». qualche processo»
  9. 9. PARLANDO «ArrivareinpiazzaDuomo evederetuttequellecasedistruttemihadatol'impressio- P DI... Rosolino ne di essere in una città fantasma, il set di un film senza personaggio». Medaglia d'oro alle olimpiadi di Sydney, Massimiliano Rosolino, atleta simbolo della nazionale di nuoto, MERCOLEDÌ 9 16 GIUGNO all’Aquila ha visitato l'Aquila con tutta la selezione azzurra in viaggio per Pescara 2010 Siete stati i primi a riaprire. persone. Prima il caffè si riempiva, «È stato un segno di affetto per L’Aqui- c’erano le ditte a lavoro nel centro Intervista a Natalia Nurzia la ma anche di sopravvivenza, perché storico. Ora non c’è più nessuno». se non lavoriamo andiamo al falli- Perché? «Così ci strangolano mento, non abbiamo gruzzoli da par- te. E siamo anche stati fortunati, non «Non ci sono i soldi, le ditte non ven- gono pagate e non pagano gli ope- abbiamo avuto morti in famiglia e rai. Su L’Aquila si stende un lenzuo- la città si svuota e muore» non abbiamo avuto grandi danni. Tanti altri commercianti non hanno lo triste». Cosa chiedete? la nostra fortuna, alcuni hanno aper- «Di essere trattati come le altre po- L’imprenditrice: «Non c’è più nessuno a lavoro nel centro, to fuori e non riusciranno a tornare in polazioni colpite da un sisma, an- le ditte edili non ricevono soldi, gli operai se ne vanno» centro. Chi ha riaperto lo ha fatto a che se quello dell’Aquila è stato il spese proprie, come aiuto abbiamo più catastrofico. Ci dicono “la crisi avuto soltanto 2400 euro distribuiti mondiale” ma qui 20.000 persone su tre mesi». hanno chiesto il cambio di residen- La manovra prevede l’esenzione per za, eppure erano tornate con grin- J.B. ta. E invece si arrendono, non ce la ROMA jbufalini@unita.it Il caffè storico gli autonomi con un volume di affari fino a 200.000 euro. È insufficiente? fanno. Vendono e vanno via». Lo guida Natalia «Non serve a nulla, noi abbiamo sei A chi vendono? atalia Nurzia dirige il ce- con il fratello Franco dipendenti, di cui due assunti dopo il «A Fintecna. Rientrano di una par- N lebre caffè in piazza Duomo. Fino a poco fa era sempre affollato, si mescolavano le tute da lavoro e i caschetti gialli per la sicurez- za con le signore eleganti e gli uomini in cravatta. Aquilani alla ricerca del- terremoto e a contrubuti pieni, senza nessuna facilitazione. Il problema non riguarda solo noi, i lavoratori di- pendenti avranno da subito la tratte- nuta dallo stipendio e già si sta bloc- cando tutto, perché c’è paura del futu- ro». te del valore dell’immobile e cerca- no di costruirsi una vita altrove». Parteciperà alla manifestazione? «Nel pomeriggio chiudiamo. Spero che sarà una grande manifestazio- ne, hanno aderito tutti. Ora dobbia- mo stringerci intorno al sindaco, ci l’abitudine antica, nel breve tratto del State già registrando un minore af- sono state critiche nei suoi confron- Corso aperto ai pedoni. che taglia la flusso di gente? ti ma ora che sta facendo la voce zona rossa. «Sarò costretta a mandare via due grossa dobbiamo unirci tutti».y www.partitodemocratico.it tv canale 813 di Sky LA MANOVRA È SBAGLIATA PER LA CRESCITA, PER L’EQUITÀ, PER IL LAVORO. PIER LUIGI BERSANI SABATO 19 GIUGNO ROMA-PALALOTTOMATICA DALLE ORE 10.00 Prepariamo giorni migliori per l’Italia.
  10. 10. 10 MERCOLEDÌ Primo Piano 16 GIUGNO 2010 Lo strappo Il leader Cisl Bonanni: Il giuslavorista Ichino: Attacco «Segnale agli investitori» «Patto di tregua sindacale» ai diritti «Sono molto contento, diamo un segnale forte agli investitori. Le condizioni della Fiat «non vi- olano la legge». Ne è convinto il L’accordo non mette a rischio nessun giuslavorista e senatore Pd, Pietro diritto»commenta il leader Cisl, Raffa- Ichino, secondo cui la stessa clausola Il nuovo lavoro ele Bonanni. «Chi parla di diritti calpe- di responsabilità non è altro che «un in Italia stati fa il grillo parlante. La Fiom sta patto di tregua sindacale, considera- fuori dal mondo». Raffaele Bonanni to pacificamente valido». p La Fiat incassa la firma di Fim, Uilm, Fismic e Ugl, mentre la Fiom conferma il suo no p Referendum tra gli operai del sito campano il 22 giugno. Poi, l’investimento del Lingotto Pomigliano, non si tratta Firmato l’accordo separato Accordo separato sullo stabili- tute blu della Cgil, che ieri hanno suo giudizio negativo, ed oggi incon- mento Fiat di Pomigliano d'Ar- partecipato come «osservatori» al ta- trerà a Pomigliano i lavoratori e gli co. Fim, Uilm, Fismic e Ugl han- volo convocato dal management GIOVANI PD iscritti per decidere come compor- no firmato la proposta del- Fiat per tirare le fila dell’accordo «La nostra solidarietà tarsi al referendum, «consultazione l’azienda, la Fiom ha conferma- che l’amministratore delegato Ser- impropria ed illegittima perchè fat- to il suo no. Referendum tra i gio Marchionne pretendeva in tem- ai lavoratori che non ta sotto il ricatto della chiusura». lavoratori martedì prossimo. pi strettissimi. si tolgono il cappello» D’altro tenore i commenti a caldo Dunque ci saranno investimenti del segretario Uilm, Rocco Palom- per 700 milioni di euro e la produ- «La Fiat e il ministro Sacconi sulla bella: «Fiat ci ha detto che sblocche- LUIGINA VENTURELLI zione della nuova Panda sarà trasfe- vicenda di Pomigliano d'Arco sta dando rà gli investimenti quando la stra- MILANO rita a Pomigliano dalla Polonia. Ma un pessimo esempio di cosa sia il fare grande maggioranza dei lavoratori Accordo separato. La conclusione ci saranno anche deroghe consisten- impresain Italia.Offrireilmantenimento dirà sì all’intesa. I lavoratori devono per Pomigliano d’Arco era già sta- ti all’attuale contratto nazionale di dello stabilimento in cambio di una radi- capire che la posta in gioco è molto ta scritta, settimane fa, con la pre- lavoro, ad alcune leggi dello Stato, e cale compressione dei diritti degli ope- alta». E del leader Fim, Giuseppe Fa- sentazione di una proposta azien- secondo l’interpretazione Cgil an- raiècontinuareafarequellochesumer- rina: «Abbiamo fatto l’unica cosa dale da prendere o lasciare. Nes- che della Costituzione, a comincia- cato del lavoro italiano avviene da 15 an- sensata che un sindacato poteva fa- sun margine di trattativa, nessun ni». Lo dichiara Fausto Raciti, segretario re, assicurando lavoro e reddito per ripensamento, dunque nessuna dei Giovani democratici. Prosegue Mi- i lavoratori e le famiglie». sorpresa: ieri tutte le organizzazio- Consultazione chele Grimaldi, segretario regionale dei ni sindacali tranne la Fiom hanno Oggi le tute blu Cgil Gd campani: «Pomigliano ci interroga LE REAZIONI DELLA POLITICA firmato l’intesa per il rilancio dello in assemblea davanti su quale sia la via d'uscita dalla crisi, sca- Tra le reazioni politiche più entusia- stabilimento campano. Prima di tenata dalla finanza e pagata dai lavora- ste alla notizia dell’accordo separa- passare alla fase operativa del pia- al Giambattista Vico tori. Fino ad ora si prospetta, anche a to si distingue quella del ministro no, resta solo da adempiere la for- causa delle divisioni del movimento sin- dell’Economia, Giulio Tremonti: «È malità del referendum tra i lavora- re dalle sanzioni previste per i lavo- dacale, una strategia che puzza di anni la rivincita dei riformisti su tutti gli tori, indetto per la prossima setti- ratori e i sindacati che dovessero ‘50. La nostra solidarietà va ai lavoratori altri». Subito seguito dal collega mana, martedì 22 giugno. scioperare contro l’intesa. che non vogliono levarsi il cappello e ri- Maurizio Sacconi: «C’è un sindaca- L’unica variazione rispetto al te- nunciare, per primi, ai loro diritti demo- to che coraggiosamente si mette in I CONTENUTI DELL’ACCORDO sto originario è costituita dall’intro- cratici».«Temiamochedopoavereriflet- gioco, si compromette e accetta la Una consultazione dall’esito scon- duzione di una Commissione parite- tuto per anni su come imporre agli altri sfida della competitività, e c’è un sin- tato, se il quesito posto ai dipen- tica per esaminare i casi d’applica- paesi un più elevato standard di diritti dacato paralizzato dal blocco ideolo- denti della fabbrica sarà lo stesso zione di particolare criticità. Un «co- del lavoro ora si stia facendo l'inverso». gico. Purtroppo la Fiom non è più imposto dal Lingotto e subito adot- mitato di raffreddamento» per la quella di una volta». tato dal dibattito politico ed econo- Fim e la Uilm. «Una foglia di fico su Tra i democratici, invece, i toni so- mico: vivere o morire, salvare il po- pessimi contenuti» per la Fiom, vi- no preoccupati: «Adesso bisogna fa- sto di lavoro a qualunque condizio- sto che la Commissione «si occupe- SERGIO COFFERATI re in modo, e lo dico in particolare ne o rinunciare ad un pezzo fonda- rà solo delle sanzioni ai sindacati, al governo, che questa vicenda ecce- AlcunesoluzioniFiatsonouna le- mentale del tessuto industriale ed non ai lavoratori, e potrà decidere zionale non prenda il carattere di sione di diritti della persona che occupazionale del Mezzogiorno. solo all’unanimità». Invece, in caso esemplarità» sottolinea il segretario lavora sanciti dalla Costituzione Ma la Fiat si è comunque riservata di disaccordo tra i componenti, spie- del Pd, Pier Luigi Bersani. «Si pote- edalla Cartadei diritti fondamen- la possibilità di siglare l’accordo ga il responsabile auto Enzo Masini, va arrivare, con la buona volontà di tali che l'Unione europea ha pro- dopo la conclusione del referen- «l’azienda procederà come vuole». tutti, ad un accordo sull’assentei- clamato a Nizza nel 2000». dum stesso. Così l’organizzazione dei me- smo e sulla flessibilità senza sfiora- Un «ricatto», l’hanno definito le talmeccanici Cgil ha confermato il re delicate questioni giuridiche».y
  11. 11. PARLANDO Nello stabilimento della Fiat Auto Poland a Tychy, in Polonia, non si temono licenzia- P DI... Dipendenti menti legati ai piani aziendali dell'impianto di Pomigliano d'Arco. Lo dichiara il sindacato Solidarnosc, a cui i dirigenti aziendali Fap hanno escluso tagli occupazionali e assicurato MERCOLEDÌ 11 16 GIUGNO in Polonia che presto sarà avviata a Tychy la produzione della nuova versione della Lancia Ypsilon. 2010 È un’intesa Foto di Cesare Abbate che mina l’essenza della Costituzione Oggi in Italia la questione sociale si salda con quella democratica. Le regole della nostra Carta sono poste a tutela dei soggetti deboli, difendiamole ze di necessità di urgenza, che con i decreti legge, che con i maxie- L’intervento mendamenti su cui si appone la fi- ducia, che con leggi ad perso- TANIA GROPPI nam... Quando questa è l’attitudi- COSTITUZIONALISTA ne verso le regole della conviven- za dei massimi titolari del potete ’accordo proposto dalla politico, il rischio che anche i sog- L Fiat ai sindacati per trasferi- re dalla Polonia a Pomiglia- no la produzione della Pan- da tocca un nervo scoperto del siste- ma italiano delle relazioni industria- getti privati pensino di poter impu- nemente disattendere le regole co- stituzionali si fa concreto. Una Co- stituzione delegittimata, ridotta a un’inutile rete di lacci e lacciuoli. li. Ma non solo. Esso è sintomatico Una Costituzione vecchia, adatta di una tendenza che sembra inarre- per un’Italia che ormai non esiste stabile, volta a mettere in discussio- più. I suoi difensori dei retrogradi ne l’essenza stessa della Costituzio- parrucconi conservatori che con- ne italiana. ducono una battaglia di retroguar- L’aspetto più evidente, ovviamen- dia. Ecco il messaggio che deve te, è l’impatto, sulla pelle dei lavora- passare. tori, della globalizzazione sfrenata, A questo punto, ad essere messe con la “concorrenza al ribasso” che in discussione non sono solo le sin- porta con sé. Al contempo, l’intero gole regole costituzionali, ma la sistema-paese viene attratto in un stessa essenza del patto di convi- gorgo che, allo scopo di intercettare venza su cui si basa la nostra Re- capitali, gli impone di ridurre quelle pubblica, come Stato democratico garanzie dei diritti sociali che rap- e sociale, fin dall’articolo 1, «L’Ita- presentano uno degli assi portanti lia è una Repubblica democratica, della vigente Costituzione repubbli- fondata sul lavoro». cana. Ma se così è, deve essere chiaro Che sia necessaria una riflessione che la battaglia per la difesa della sul futuro dello Stato sociale, nel Costituzione e la battaglia per i di- mondo globale, non è certo una no- ritti dei lavoratori non possono vità. Ma una cosa è cercare di esplo- che andare di pari passo.y Un accordo separato pende sul futuro di Pomigliano rare vie per assicurare la compatibi- lità tra libero mercato e garanzia dei diritti, un’altra è, semplicemente, svuotare o stravolgere le regole esi- Il parere Maramotti stenti. E ciò tanto che lo facciano Capotosti (ex Consulta): soggetti privati (come in questo ca- leso diritto di sciopero so) o titolari del potere politico (co- me nella recente, e ancora aperta, vicenda dell’art. 41 Cost.). «Così facendo si fa dipendere Ed è qui che la questione sociale da un contratto aziendale la li- si salda, oggi in Italia, con quella de- mitazione di un diritto sancito dall' mocratica. Ovvero con la necessità art.40 della Costituzione» è stato il di difendere le regole della democra- commento del presidente emerito zia costituzionale. Regole che sono della Corte Costituzionale Piero Al- poste a tutela dei soggetti deboli, sia- berto Capotosti. «È vero che per i no essi le minoranze politiche o i la- pubblici servizi esistono limitazioni voratori. al diritto di sciopero , ma queste av- Quando un primo ministro dice, vengono in forza di una legge “ad ripetutamente, per anni, che gover- hoc” e nonsulla base di un contratto nare con le regole che la Costituzio- aziendale. Per giunta, sul piano del- ne impone è un inferno. Quando l’efficaciava valutato che il diritto al- queste regole vengono violate ripe- lo sciopero viene posto in discussio- tutamente, sia attraverso le ordinan- ne limitatamente ad un'azienda ».

×