• Like
  • Save
Il fatto 17062010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Il fatto 17062010

  • 2,885 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
2,885
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Intercettazioni: pressato da Fini e dai leghisti B. fa trapelare aperture. La solita trappola per confondere tuttiy(7HC0D7*KSTKKQ( +"!z!.!#!_ www.ilfattoquotidiano.it Giovedì 17 giugno 2010 – Anno 2 – n° 167 € 9,90 DVD + € 1,20 – Arretrati: € 2,00 Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46) tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009 L’AQUILA, I PM ACCUSANO Sentenze à la carte di Marco Travaglio ”QUEI RAGAZZI POTEVATE SALVARLI” N on avendo nulla da fare, a parte nominare primari ospedalieri e dirigenti delle Asl, lottizzare società pubbliche e miste, metter becco nella Pubblica amministrazione, nella La Protezione civile e il mancato sgombero della Casa scuola, nell’università, nella ricerca, negli istituti culturali, nelle banche, negli appalti e nelle dello Studente. Rivolta della città: 20 mila in piazza consulenze, fare i palinsesti televisivi e poi gli ospiti televisivi e poi la critica televisiva, decidere se un film è bello o no, se un attore o un regista è bravo o no, Allarmi negati, stabilire cosa devono scrivere i giornali e cosa no, chi La vendetta informazioni devono intercettare i magistrati e chi no, chi devono dirottate e ammanettare i poliziotti e chi no, e in parecchi casi rubare a man bassa, ora i politici pretendono pure di di Marco Lillo pilotate, scrivere le sentenze. Il governo decide che il pentito dc le lettere-accusa Gaspare Spatuzza non è attendibile perché ha parlato è una strategia dietro le ultime mos- C’ se della maggioranza. La scelta di del sindaco fuori tempo massimo e gli nega il programma di protezione, così impara a fare il nome del presidente togliere al pentito Spatuzza il pro- rimaste senza del Consiglio (che infatti gli nega la protezione, cioè gramma di protezione, l'accelera- risposta: ecco confessa). Un tempo, quando un mafioso collaborava zione sulla legge bavaglio e il trattamento le carte con la giustizia, erano i giudici a stabilire se era duro ai giornalisti che svelano gli scandali attendibile: dopodiché la mafia lo minacciava e il berlusconiani seguono un disegno: colpir- dell’inchiesta governo lo proteggeva. Ora è tutto più semplice: ne uno per educarne cento. Dalla censura sul terremoto quattro procure giudicano Spatuzza attendibile, ma alla ritorsione, è questa l’ultima fase del ber- L’occupazione dell’autostrada L’Aquila-Roma (FOTO EMBLEMA) Amurri e Sansa pag. 2 - 3 z ciononostante, anzi proprio per questo, il governo lusconismo. non lo protegge e lo minaccia, risparmiando inutili Fino a pochi mesi fa il Cavaliere sembrava fatiche alla mafia. E pazienza se Spatuzza si accusa convinto di poter nascondere i fatti. Se una della strage di via D’Amelio scagionando tre tizi sentenza condannava Marcello Dell’Utri L’OSCE RIVELA x È un anno che lanciamo l’allarme condannati per sbaglio al posto suo. Pace all’anima raccontando i suoi rapporti con i boss stra- loro. È il Lodo Mantovano, ultimo grido del gisti, nessuno spiegava in tv la notizia. Se Bertolaso e il Cavaliere venivano sorpresi sul lettino di un centro benessere, Bruno Vespa LEGGE BAVAGLIO, IL MONDO CI GUARDA garantismo all’italiana: i colpevoli fuori, gl’innocenti in galera. Per non essere da meno, anche il Pd vuole sostituirsi ai giudici. La capogruppo al Senato Anna montava pronto una puntata di Porta a Porta. Alla lunga però il tappo è saltato e i fatti sono comparsi in tv grazie soprattutto ad Annoze- Dopo E SI VERGOGNA PER NOI l’organizzazione europea anche il Finocchiaro non ha gradito la requisitoria del procuratore di Pescara Nicola Trifuoggi contro Ottaviano Del Turco: “Trovo criticabile che, nel corso ro. Per mesi Berlusconi ha cercato di chiu- di un pubblico dibattimento, il pm abbia dato lettura dere la falla tempestando di telefonate la Rai Wall Street Journal Il sindaco di Varallo Valsesia di intercettazioni telefoniche riguardanti fatti estranei e il Garante. Quando l’assalto è stato svelato dipinge un’Italia ai capi d’imputazione e dunque alle accuse dai pm di Trani e dal Fatto, la maggioranza ha formalizzate nei confronti di Del Turco”. Ne avesse fuori dalle puntato alla fonte primaria: pentiti e telefo- ni. La sequenza è impressionante: Spatuzza democrazie. Lo SEGNALETICA RAZZISTA azzeccata una. Non era un “pubblico dibattimento”, ma un’udienza preliminare in camera di consiglio, cioè a porte chiuse. Il pm non ha “dato lettura” di un ha perso il programma di protezione pro- stop di Bossi pag. 4-5 z bel niente. E i fatti non sono per nulla “estranei ai capi prio per le parole, dette fuori termine, su Berlusconi. Se non avesse riferito quello che d’imputazione”: si tratta di rapporti intimi fra il il suo boss gli disse sul Cavaliere, oggi avreb- presidente della Regione e una signora nominata be ancora l’assegno per la famiglia e la casa. nsaviano consulente della sua Regione. Il pm ha evocato en passant questo caso di – parole sue – “onanismo Il messaggio per gli altri pentiti è chiaro: ec- co cosa accade a parlare del manovratore. I professionisti telefonico” – per dimostrare “la strumentalizzazione Poi ieri il Cavaliere ha accelerato sulla legge dell’anti Gomorra dell’ufficio pubblico per scopi privati”. Ripetiamo per l’ennesima volta: non sappiamo se Del Turco sia bavaglio. E in questo clima, c’è chi si porta all’attacco colpevole o innocente, lo stabiliranno i giudici che avanti con il lavoro. La nuova legge inaspri- Travaglio pag. 10 e 11z devono ancora decidere se vada rinviato a giudizio o sce le pene per investigatori e giornalisti, ma no. I pm ritengono di sì, i difensori di no, si prima ancora della sua entrata in vigore i ma- gistrati di Bari hanno pensato bene di arre- nmafia pronuncerà il gup. Mentre, tre giorni fa, Trifuoggi teneva la sua requisitoria, al primo accenno a quelle stare un colonnello della Finanza. Proprio Spatuzza: telefonate i difensori l’hanno interrotto, nella pretesa Divieto di ingresso nelle aree pubbliche per chi quello che intercettava il Cavaliere. L’accusa gravissima sarebbe quella di usare il cellu- “Io continuerò indossa “niqab e burqa”, per “vu cumpra” e che il gup gli levasse la parola. Il gup l’ha invitato a mendicanti. Tutte le iniziative xenofobe del primo proseguire. Allora avvocati e Del Turco hanno lare di servizio per passare notizie alle cro- a parlare” cittadino del comune piemontese. abbandonato l’aula e, appena fuori, han raccontato niste e molestare le indifese escort da lui in- Amurri pag. 5z Caselli pag. 8 z alla stampa quel che era emerso in camera di consiglio terrogate. Mentre nulla si sa e che essi conoscevano da tempo (le telefonate hard del filone Tarantini-Berlusco- sono agli atti da due anni). I giornalisti invece non ne ni, i pm baresi ora puntano sui giornalisti rei di avere nbusiness d’Italia Udi Massimo Fini sapevano nulla e avrebbero seguitato a non saperne nulla se non li avessero informati Del Turco e i suoi pubblicato scoop scomodi I trafficanti d’armi LE MANETTE, legali. Ora, secondo la Finocchiaro, quelle telefonate sui casi D’Addario e Trani. In “attengono alla vita privata” e sono servite al pm per questo clima irrespirabile non vanno in crisi: FELTRI “mortificare la dignità di Del Turco”. Ma una Sandro Ruotolo, l’unico gior- esportazioni record E BELPIETRO consulenza “artistica” di 30 mila euro l’anno a una nalista che ha cercato di spie- Martini pag. 9z signora molto vicina a un governatore è un fatto gare in tv le complesse vicen- de di Ciancimino e Spatuzza, H odicominciatoacomedicronista giornalista la mia carriera giudiziario all'Av nti! Milano pubblico, visto che la tipa era pagata con soldi pubblici, cioè nostri. Così come l’assunzione del figlio da mesi riceve lettere di mi- di un amico del governatore a “vignettista ufficiale” nacce. I suoi nemici sanno CATTIVERIE nei primi anni ‘70. Ogni giorno della Regione Abruzzo (altri 30 mila euro l’anno). Pare dove abita e vogliono fargli Apre a Genova la discoteca vedevo a Palazzo di giustizia non che la svagata signora Finocchiaro, in una precedente male. Ma nell’era della ritor- cristiana. Aiuterà solo qualcuno in manette ma file reincarnazione, fosse addirittura magistrato. Poi, per sione, per lui lo Stato non a santificare le feste di detenuti tenuti insieme dagli fortuna della Giustizia, ha smesso. Ma niente paura: prevede alcuna tutela. www.spinoza.it "schiavettoni". pag. 22 z riesce a far danni lo stesso.
  • 2. pagina 2 A PROTEZIONE E CORRUZIONE conclusione delle indagini preliminari del CNT, Michele Calvi, direttore di “Eucentre” il 6 aprile alle ore 3,32 di magnitudo 6.3 il sisma Omicidio colposo: le la Procura de L’Aquila ha inviato Claudio Eva, professore Università di Genova, provocato dalla rottura di una faglia che l’avviso di garanzia per omicidio Mauro Dolce, direttore ufficio rischio sismico attraversa la città, il più forte registrato in Italia colposo, danneggiamento e lesioni colpose a della Protezione civile che hanno partecipato alla dal 1980 (in Irpinia) ha provocato 305 vittime vittime di quel maledetto Bernardo De Bernardinis, vicecapo della Commissione Grandi Rischi svoltasi il 31 marzo. delle quali 105 si trovavano in 15 edifici con Protezione civile, Franco Barberi, vicepresidente Al termine il braccio destro di Bertolaso alla struttura di cemento armato le altre in della Commissione Grandi Rischi, Enzo Boschi, conferenza stampa ha rassicurato la cittadinanza costruzioni in murature. Ad oggi le vittime a 6 aprile furono 305 presidente del’INGV, Giulio Selvaggi, direttore invitandola a rientrare nelle case. Dopo 6 giorni, causa degli effetti post-sisma sono circa 2000. La Casa Il ricercatore Il videotape Le lettere dello Studente calunniato fatto sparire del sindaco Il mancato L’allarme ignorato La linea: nessuno La richiesta dello sgombero e la denuncia deve sapere stato d’emergenza È la struttura-simbolo della tragedia: sotto le macerie restarono senza I l suo nome è Giampao- lo Giuliani, fa il ricer- catore. Nei giorni prima A lla troupe del Tg2 che aveva fatto un servi- zio sulle scosse arrivaro- I l sindaco Cialente in due occasioni segnalò che crolli nelle scuole ce vita 8 ragazzi. I pilastri del del sisma aveva denuncia- no telefonate “esterne” ne erano già stati durante palazzo erano stati costrui- to tutti i rischi. È stato ac- per far passare la notizia l’autunno. Protezione ci- ti contravvenendo alle re- cusato di procurato allar- che i terremoti non si pos- vile e Palazzo Chigi non gole sulla sicurezza. me. sono prevedere. fecero nulla. TUTTE LE COLPE MINUTO PER MINUTO Terremoto, i pm contro la Protezione civile di Sandra Amurri sente la voce del ricercatore passato!’. Era un volontario del- dichiara: “Le scosse non sono ta- Giampaolo Giuliani che chiede la Protezione civile”. Dai verba- li da preoccupare, ma purtrop- egligenza, impruden- di non essere intervistato – in li-testimonianze si rivive l’ango- po a causa di imbecilli che si di- “N za, imperizia” per aver fatto una “valuta- zione dei rischi con- nessi” all’attività sismica in cor- so sul territorio dal dicembre quanto all’epoca indagato per procurato allarme, accusa poi caduta – che racconta di bimbi che erano dovuti uscire in fretta perché i calcinacci piovevano scia di quei giorni, un’angoscia che andava repressa. Come gli sms recuperati dal cellulare di Carmelina – seppellita dalle ma- cerie della Casa dello Studente – vertono a diffondere notizie fal- se siamo costretti a mobilitare la comunità scientifica per rassi- curare i cittadini”. Mentre l’as- sessore regionale alla Protezio- La notte delle macerie I primi soccorritori alla Casa dello Studente: la scossa ha distrutto l’edificio, 8 ragazzi sono rimasti sepolti dalle macerie (FOTO LAPRESSE) 2008 “approssimativa, generica sui banchi. Ma siccome la Pro- inviati all’amica Serena. “Paura, ne civile Stati diceva: “Sono in e inefficace in relazione alle at- tezione civile aveva detto che ha fatto una scossa e ci siamo continuo contatto con Bertola- tività e ai doveri di previsione e non c’era pericolo, la scuola messi sotto al tavolo... Ciccia so che stasera sarà alla riunione. formava che nello scorso autun- stra era una psicosi”. “Rientrate prevenzione”. È questa l’accusa non è stata chiusa ed è stato solo Paura alla prox”. E ancora: I terremoti non si possono pre- no era stato costretto a chiudere in casa, qui per strada siete di in- che i magistrati de L’Aquila – nel- un caso che la scossa della mor- “Mamma ci dobbiamo convive- vedere, quando saranno lo sa so- due scuole e a tenere sotto stret- tralcio per eventuali soccorsi” il la chiusura delle indagini – muo- te sia arrivata di notte, perché re. Fa tutti i giorni ma hanno det- lo il padreterno”. Da notare che ta osservazione altri immobili. leit motiv del personale della vono alla Commissione Nazio- l’edificio è crollato. Durante il to che è normale e deve sfogare a quella riunione il capo della Palazzo Chigi non risponde Protezione civile. Intralcio a co- nale per la Previsione dei Grandi viaggio di ritorno a Roma la gior- prima o poi finirà”. Il mattino Protezione civile non parteci- Lettera a cui ne seguì un’altra su- sa se non vi era alcun pericolo? Rischi riunitasi nel capoluogo nalista e il cineoperatore rice- del 31 marzo Bertolaso da Roma pò: era alla Maddalena per la bito dopo la riunione della Com- “Io sono un Disaster Manager abruzzese il 31 marzo del 2009 – vettero telefonate “esterne” che preparazione del G8. missione Grandi Rischi del 31 5 giorni prima della scossa de- ordinarono di far sparire la cas- Secondo l’accusa, la Protezione marzo – da cui il sindaco era vastante – con “l’obiettivo di for- nire ai cittadini abruzzesi tutte setta perché bisognava far pas- sare la notizia che i terremoti La chiusura civile non ha neppure assolto al suo compito di predisporre un uscito insoddisfatto – indirizza- ta alla presidenza del Consiglio, I giorni prima le informazioni disponibili alla comunità scientifica sull’attivi- non si possono prevedere e che non c’era pericolo. indagini per piano di evacuazione informan- do la cittadinanza rispetto a qua- al governatore Chiodi e alla Pre- fettura de L’Aquila in cui chiede- della scossa tà sismica delle ultime settima- ne”. Secondo i pm sono state Quelle voci silenziate Tante le testimonianze raccolte l’omissione di li regole osservare in quei giorni tipo dormire a pian terreno vi- va lo stato d’emergenza: “Chie- desi immediato stanziamento di letale i funzionari fornite – sia con dichiarazioni dai magistrati. Come quella di cino alla porta con l’auto pronta fondi per prime emergenze so- agli organi di informazione sia Patrizia, che racconta di aver tra- soccorso: “False dinanzi casa, ecc... E soprattutto prattutto per gravi danni strut- dicevano: con redazione di un verbale al scorso quella notte in auto dopo non ha fatto evacuare gli edifici turali in due edifici scolastici Dipartimento della Protezione la scossa delle 00:38: “Passò una informazioni a rischio così come chiesto dal ospitanti 500 alunni”. A cui si ag- “Tornate in casa, civile – notizie “incomplete im- vettura guidata da un uomo di sindaco Cialente in una lettera giunge la testimonianza dell’al- precise e contraddittorie sulla mezza età che senza scendere e nessuna riservata rimasta senza risposta lora presidente della Provincia basta natura delle cause e sulla peri- disse: ‘Cosa state facendo qua? a Bertolaso e al presidente della Pezzopane: “Lanciavamo conti- colosità e futuri sviluppi dell’at- Rientrate in casa! Il pericolo è prevenzione” Regione Chiodi. Cialente li in- nui appelli ci dicevano che la no- allarmismi” tività sismica in esame” vanifi- cando “le finalità di tutela dell’integrità della vita dei beni L’INTERROGATORIO Il sottosegretario non convince i magistrati degli insediamenti e dell’am- biente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da calamità naturali e da altri eventi che de- terminano situazione di grave ri- Via Giulia e il cardinale Sepe: le sparate di Bertolaso schio”. Affermare che “sui terre- di Antonio Massari – non ricorda d'averla mai letta – ma capo della Protezione civile - ven- mone. L'architetto Angelo Zampo- moti non è possibile fare previ- che il proprietario dell'appartamen- tiquattrore dopo l'interrogatorio in lini, a maggio, aveva dichiarato ai sioni” scrivono i pm, vuol dire anche che non è possibile esclu- dere, come invece è stato riba- C’ dal aproprietario di casa escritta è la bozza di una lettera, indi- rizzata Guido Bertolaso, che con- to in via Giulia, nelle scorse setti- mane, ha ugualmente consegnato ai pm: per dimostrare che Bertolaso, cui tra l’altro ha spiegato di avere lui stesso contattato il cardinale Cre- scenzio Sepe, oggi arcivescovo di pm di aver pagato personalmente l'affitto della casa, per conto di Ane- mone. Fatto confermato dal padro- dito anche in conferenza stam- ferma i dubbi della procura sull'e- in quell'appartamento, vi ha abitato. Napoli e per molto tempo ai vertici ne di casa, Raffaele Curi, il quale, pa dal vicecapo della Protezio- pisodio di via Giulia. Una lettera che E che il saldo dell'affitto e delle bol- di Propaganda Fide, per avere l’ap- oltre a ricordare che l'affittuario era ne civile Bernardo De Bernardi- non sarebbe mai giunta a Bertolaso lette era spesso in ritardo. La tesi del partamento - , continua a non con- Bertolaso, ha ritrovato nelle proprie nis una scossa più forte e deva- vincere i pm. Non sono bastate due agende il nome di Zampolini, col- stante come quella verificatasi. di risposte e il deposito di una sfilza legandolo ai pagamenti ricevuti. Il Tg2 e calcinacci censurati Agli atti anche un dvd realizzato Il ruolo di di documenti: i pm Sergio Sottani e Alessia Tavarnesi continuano a nu- capo della Protezione civile ha for- nito una versione parzialmente di- all’insaputa delle persone pre- senti il 31 marzo da una troupe Propaganda trire dubbi su via Giulia, sui rapporti tra Bertolaso e l'imprenditore Diego versa che, però, non muta la sostan- za degli eventi. della Rai nello scantinato della scuola elementare De Amicis Fide. Ma il Anemone, sui loro appuntamenti nell'autunno 2008. Vediamo quali In sintesi Bertolaso ha detto agli in- quirenti: “L'appartamento mi è stato che contiene anche un’intervi- sono i punti che, dalla prospettiva messo a disposizione grazie a un sta all’operatore Cristiano D. proprietario dell'accusa, non sembrano quadra- amico, che non c'entra niente con della troupe Rai che ha riferito a re. Diego Anemone, ma è vicino a Pro- verbale di aver subìto pressioni della casa Due giorni fa, Bertolaso ha confer- paganda Fide. L'ho usato soltanto dalla giornalista che avrebbe mato di aver abitato l'appartamento per qualche mese, dopo esser stato realizzato il servizio affinché il smentisce in via Giulia, lo stesso appartamento in una sorta di seminario, quando video non venisse trasmesso nel che compare nella “lista” dei lavori ho avuto problemi in famiglia per- corso del Tg2 di quella sera. Si SuperGuido di ristrutturazione effettuati da Ane- ché litigavo con mia moglie. I miei
  • 3. Giovedì 17 giugno 2010 U PROTEZIONE E CORRUZIONE n anno fa la protesta degli di chi aveva perso tutto ed era costretto a Il racconto di un anno abitanti de L’Aquila ha strappato vivere in tenda. A distanza di dodici mesi la un sorriso con la grande scritta stessa collina alle porte de L’Aquila ospita un “Yes we camp” comparsa sul Colle di Roio, messaggio che sembra cancellare ogni voglia nelle scritte sulla collina: frazione del capoluogo abruzzese. di sdrammatizzare. Sul Colle di Roio la Riprendendo il celeberrimo slogan che ha grande scritta composta ieri dai manifestanti accompagnato l’elezione di Obama, un po’ di comunica la semplice richiesta di aiuto di chi da “Yes we camp” a “Sos” ironia ha spezzato la solennità del racconto comincia a perdere le speranze: Sos. L’Aquila reale: “Macché miracolo stiamo morendo” HANNO SFILATO IN 20 MILA: “BASTA PROMESSE, LE TASSE CI STROZZANO” di Ferruccio Sansa ricordare alla Capitale e all'Ita- pei. Oppure il set di un film con Aggiunge: "Non capisco per- li, ma pensionati. Poi un signo- inviato a L’Aquila lia che L'Aquila sta morendo", le facciate dei palazzi – splen- ché alle altre regioni terremo- re che inalbera il suo cartello so- Giulia Donati, professoressa di didi – tenute su dalle impalca- tate hanno fatto pagare le tasse litario: "Noi all'Aquila non spa- orridono mentre imboc- scuola media la spiega così. ture: dietro le finestre il vuoto. arretrate dopo dodici anni e a riamo a nessuno. A Roma c'è S cano l'autostrada. Senza biglietto. A piedi. Ragazzi che suonano le vuvuzelas come alle partite dei Mondiali, il sindaco de L'Aquila, Massimo E il miracolo dell'Abruzzo ri- costruito a tempi di record? Camminando per corso Vitto- rio Veneto si incontra un'altra storia. La vetrina del fotografo Ieri, però, L'Aquila è stata di nuovo una città. Per un giorno. "Un fiume di gente sul corso, come quando il giovedì sera gli studenti si ritrovavano per fe- noi dopo un anno. Agli altri hanno concesso di restituire il 40 per cento, da noi vogliono tutto. Dovremo pagare oltre un miliardo. Ma qui c'è gente che qualcuno che spara cazzate". Pochi gli slogan politici (mai violenti). Tre nomi ricorrono: Silvio Berlusconi, Guido Berto- laso e Gianni Chiodi (il Gover- Cialente, insieme con i colleghi con le immagini di due sposi steggiare", racconta Attilio, non ha da mangiare". natore dell'Abruzzo, Pdl, assen- arrivati dai paesi vicini. Poi sbiadite. I poster che annuncia- uno dei 23 mila studenti che Il corteo avanza, si ingrossa, tie- te, ma c'era lo stendardo della mamme con i figli in spalla, pro- no un concerto di un anno fa. non hanno mollato l'università. ne insieme tutte le anime della Regione). Il vento è cambiato fessori universitari e contadini, Una finestra con i vetri rotti e Nessuna bandiera di partito, so- città. Ecco il sindaco, poi il ve- da quando un anno fa il Cava- anziani che si fanno fresco con un topo che cammina dove una lo quelle verdi e nere della città. scovo ausiliario Giovanni D'Er- liere camminava per le vie del- il ventaglio sotto il sole rovente. volta c'era il salotto. I manichini E gli stendardi dei comuni. cole, il presidente della Provin- l'Aquila a braccetto con Oba- Ventimila persone (secondo il da un anno nudi e immobili nel "Sos" è scritto con lettere alte cia Antonio Del Corvo (Pdl), i ma. E Bertolaso veniva salutato sindaco e gli organizzatori), un negozio di vestiti. Le insegne – dieci metri sul monte che do- sindacati, le associazioni di ca- come un santo. quarto degli abitanti de L'Aqui- trattorie, bar, alberghi, banche, mina la città. Vuol dire aiuto, tegoria. Tutti, insomma. Una "L'Aquila sta morendo sotto la che imbocca l'autostrada. gioiellerie – che non indicano ma anche "Sospensione delle manifestazione con tanti regi- i nostri occhi", racconta Camil- Quella per Roma: "Dovevamo più nulla. Viene in mente Pom- tasse, Occupazione e Sostegno stri diversi: la protesta per le la Inverardi, discendente di una all'economia". Un messaggio tasse, ma anche il desiderio di dinastia di architetti cittadini. all'Italia: non lasciateci soli, il salvare l'identità. La strana eu- Spiega: "Noi siamo pronti a ri- formato negli Anni ‘90 dalla Pro- terremoto non dura solo il mi- foria per essersi ritrovati e la costruire. Ma dopo quattordici tezione civile – dice a verbale nuto della scossa. Ma la gente malinconia del ricordo. L'Aqui- mesi mancano ancora le linee Sergio Bianchi che nel terremo- sfila anche per tornare insieme la racchiude tutto nei suoi slo- guida e non si possono presen- to ha perduto suo figlio – mi han- nelle strade, sentire di nuovo le gan: "Vogliamo essere trattati tare progetti". C'è un altro pun- no insegnato che la Protezione voci. Per incontrarsi, sentirsi vi- come trattate gli evasori fisca- to: i progetti di recupero sono Civile è quella che è capace di vi. li". Dietro lo striscione, non ag- stati riuniti in "aggregati". Non fare previsione, prevenzione e Già, perché nel resto d'Italia guerriti ragazzi dei centri socia- si può ricostruire per conto corretta informazione ai cittadi- sono convinti che L'Aquila sia proprio, bisogna farlo tutti in- ni in tempo di pace, la Protezio- rinata. Invece giorno dopo sieme. Così devi fare la gara di ne civile meno buona è quella che si deve dispiegare nelle giorno sta morendo. Non c'è tempo da perdere. Così ieri gli Slogan e rabbia: appalto. Come dire: decideran- no le autorità chi ristrutturerà emergenze”. È questo il punto cruciale da cui si snoda l’inchie- aquilani si sono dati appunta- mento alle porte del centro sto- “Vogliamo casa tua. Un'altra storia che qui fa storcere il naso. sta: se è vero che i terremoti non si possono prevedere, è pur ve- rico. Gente che magari non si vedeva dal 6 aprile del 2009 essere trattati Ma lo stesso non c'è violenza. Dopo un'ora si abbandona l'au- ro che non si può prevedere che quando il terremoto l'aveva di- tostrada ricordando i "308 mor- non avverranno. Ma la Protezio- spersa come una ventata. come fate con gli ti che aspettano giustizia e i 16 ne civile aveva il dovere di infor- La città si sgretola, rischia di re- mila disoccupati". Intonando mare la cittadinanza e non di ras- stare solo un'idea. Massimo Cia- evasori fiscali” tutti insieme "Doma'", canzone sicurarla, di far sgomberare gli lente, il sindaco, allarga le brac- scritta dagli artisti de L'Aquila: edifici pericolanti come la Casa cia: "Gli abitanti cominciano ad Poi blitz verso "Retrovo ji amici co na tazza e dello Studente. Ma questo non è andarsene. Non ci sono i soldi. n'abbraccio. E di nuovo ju cen- stato fatto. (FOTO ANSA) La ricostruzione è un sogno". l’autostrada tro è la vita per me". orari di lavoro, però, non si conci- liavano con quelli del collegio uni- tisce gli elementi forniti da Zampo- lini e Curi: la posizione di Bertolaso, MR. SILVANO Da Mani Pulite versitario e ho così cercato un ap- sull'appartamento di via Giulia, non partamento. Le bollette le pagavo io, l'affitto invece no, perché l'apparta- pare spostarsi di un millimetro. Bertolaso ha consegnato agli in- all’economato dell’arcivescovo mento era stato messo a mia dispo- sizione”. L'amico si chiama Francesco Silva- quirenti il progetto realizzato da sua moglie il Salaria sport village di Ane- mone. “Quando ho saputo che Ane- S il’economoFrancesco SilvanodieNapoli eCrescen- chiama dell’Arcidiocesi attualmente è più stretti collaboratori del Cardinale, uno dei ricoperto il ruolo di Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli (Propaganda Fi- de), e Silvano ne era uno dei dirigenti. E’ il periodo no, è un alto esponente dell'Opus mone avrebbe potuto lavorare per i zio Sepe. E’ lui la persona che avrebbe messo a in cui Angelo Balducci viene nominato Consul- Dei, presidente del consiglio d'am- Mondiali di nuoto, che si tennero a disposizione di Guido Bertolaso l’abitazione di tore della stessa Congregazione. ministrazione dell'ospedale Bambin Roma nel 2009, ho chiesto a mia mo- via Giulia a Roma. Così ha affermato il sottose- Negli anni della prima repubblica, fino al 1993, Gesù di Roma, e non è escluso che i glie di fare un passo indietro”. Per gretario alla Protezione Civile di fronte ai pm di Silvano è stato amministratore della Stet, la finan- pm decidano di convocarlo. Tutto questo motivo la consulenza di Glo- Perugia, indicando Silvano come “amico perso- ziaria dell’Iri nel settore della telecomunicazio- questo, però, non muta i nodi essen- ria Piermarini, che all'inizio ammon- nale e collaboratore di Propaganda Fide” e con- ne. La società era arrivava a fatturare 33 miliardi ziali della vicenda: Bertolaso non pa- tava a 90 mila euro, si riduce a 25 traddicendo la deposizione del proprietario delle vecchie lire e a impiegare 133000 persone, gava l'affitto dell'appartamento, che mila. “Ma anche suo cognato ha la- dell’appartamento, Raffaele Curi, che invece ha prima di fondersi nel 1997 in Telecom Italia spa. non appartiene all'ente Propaganda vorato per le imprese di Anemone”, individuato nell’architetto Angelo Zampolini co- Le cronache di Tangentopoli riferiscono di un suo Fide, ma al proprietario Raffaele Cu- hanno ribattuto i pm, “perché non ha lui che provvedeva a pagare l’affitto e le bollette, arresto nell’ambito delle indagini su una tangente ri. E Curi ribadisce: “Io questo Fran- chiesto anche a lui di fare un passo lasciandone peraltro qualcuna insoluta. di circa quattro miliardi che secondo l’accusa sa- cesco Romano non so chi sia e non indietro?”. Ed ecco la risposta – in Silvano vive prevalentemente a Napoli ma da rebbe stata pagata all' ex direttore dell' Asst. In ho rapporti con Propaganda Fide. A sintesi, non letterale – di Bertolaso: qualche giorno, affermano fonti vicine alla Curia, seguito, Silvano ha lavorato in Propaganda Fide pagarmi l'affitto era Zampolini”. A “In quel caso si trattava di soldi pub- è tornato a Roma – dove dispone di una casa – a con Sepe e ha fatto parte del direttivo dell’ospe- poco servono, per sciogliere i dubbi blici, e non privati, come nel caso di causa di alcuni problemi di salute che al momento dale pediatrico Bambin Gesù di Roma, prima di della procura, le bollette, intestate al mia moglie”. Una risposta che ha la- gli impedirebbero di svolgere il suo lavoro. Uomo seguire l’Arcivescovo a Napoli. Presto, probabil- vecchio proprietario di casa – quello sciato interdetti i pm. Proprio perché di Comunione e Liberazione, ha un legame for- mente, i pm di Perugia lo chiameranno per con- precedente a Curi – che Bertolaso ha si trattava di denaro pubblico, ragio- tissimo con il Cardinale Sepe. Un legame conso- fermare la versione dell’amico Bertolaso. mostrato, come prova dei suoi pa- nano gli investigatori, un passo in- lidato negli anni in cui l’Arcivescovo di Napoli ha v.i. gamenti, ai pm perugini. La sua ver- dietro sarebbe stato ancor più neces- sione, infatti, al momento non smen- sario.
  • 4. pagina 4 I AD PERSONAM finiani escono allo scoperto sul ddl proroga di tre giorni in tre giorni - commenta Goletti - mentre i piccoli si troverebbero svantaggiati dinanzi Sul Secolo la strategia intercettazioni: la loro linea viene esposta in appare troppo macchinosa: meglio una formulazione all’eventualità di multe salate”. In un altro articolo sul due articoli su Il Secolo d’Italia, diretto dalla più adeguata capace di rendere più fluide le indagini”. Il Secolo , a firma di Maurelli, vengono smontate le fedelissima del presidente della Camera, Flavia Perina. secondo punto critico del ddl, secondo Il Secolo, è la minacce di molti “falchi” di andare alle urne se il ddl dei finiani sul ddl: Nell’articolo a firma di Valerio Goletti infatti vengono questione dei reati spia che “ sono da ritenere centrali non dovesse essere approvato così com’è : “Statene indicati i tre punti che non convincono i finiani e sui per dare forza e credibilità alle inchieste antimafia”. certi sul tema delle elezioni, come spauracchio per quali si vuole aprire il dibattito. Il primo è quello Terzo e ultimo punto è quello relativo alle multe agli provare a ricompattare il partito, non si consumerà modifiche fondamentali relativo al limite di 75 giorni per le intercettazioni : “La editori: “ I grandi giornali potrebbero rischiare di più, neanche il tempo di un caffè”. MIJATOVIC DELL’OSCE: “È DA UN ANNO CHE LANCIAMO L’ALLARME SUL BAVAGLIO” La rappresentante europea: può criminalizzare il lavoro dei giornalisti di Giampiero Gramaglia “l’avevo già detto un anno fa al- intercettazioni prima dell’ini- essi non sono allineati, non ri- pa e di espressione. L’Osce è la all’Osce se si riconosce nelle le autorità italiane”. zio di un processo; terzo, la spettano, gli obblighi imposti meno nota delle Istituzioni in- dichiarazioni della Mijatovic: a legge bavaglio “può po- E le polemiche non s’arresta- possibilità di una pena deten- loro dall’appartenenza all’isti- ternazionali europee ed è atti- “Lei è la nostra rappresentante L tenzialmente criminaliz- zare il lavoro dei giorna- listi” in Italia. Le certezze e la fermezza di Dunja Mijato- vic, la responsabile dell’Osce no. Le richieste della Mijatovic sono state ieri rinviate al mit- tente dal ministro della Giusti- zia Angelino Alfano. "È una di- chiarazione che non condivi- tiva per chiunque non sia un giornalista professionista e ri- prenda o registri una persona senza la sua approvazione pre- ventiva”. tuzione internazionale. Que- sto è quello che abbiamo fatto e mi rallegro che il governo ita- liano ne abbia preso nota”. L’Osce è l’Organizzazione va soprattutto sui fronti di con- flitto nell’ex Urss e nell’ex Ju- goslavia. In queste ore, la Mijatovic è in missione: martedì era a Mosca, per la libertà di stampa e ha il mandato da tutti i 56 Stati dell’Organizzazione di seguire gli sviluppi che interessino i media nella nostra area, cer- per la libertà dei media, non so- diamo - ha detto il Guardasigilli Quindi spiega come è venuta per la sicurezza e la coopera- a un convegno di giornalisti cando, con particolare atten- no minimamente scalfite dalle ai microfoni del Tg2 -: la rap- a conoscenza dell’iniziativa le- zione in Europa, nata, dopo il russi, e ha commentato con fa- zione, di fornire sollecite se- reazioni intimidatorie della presentante dell'Osce deve es- gislativa italiana: “Abbiamo se- crollo del Muro e dei regimi co- vore una risoluzione della Cor- gnalazioni sulle violazioni del- presidenza del Consiglio e del- sere mal informata o non ha guito da vicino il processo le- munisti e la frammentazione te Suprema russa sulla libertà la libertà di espressione”. la Farnesina alla sua richiesta studiato bene il testo. Noi pre- gislativo per un anno e aveva- dell’Unione sovietica, dalla di stampa. Da Vienna, dove c’è L’Osce avalla i suoi commenti all’Italia di rinunciare al dise- serviamo la privacy dei cittadi- mo già sollevato le nostre Csce, la Conferenza per la si- il quartier generale, i portavo- sulla Legge Bavaglio? “Le sue gno di legge sulle intercetta- ni, che è un grande valore tu- preoccupazioni sul disegno di curezza e la cooperazione in ce gestiscono con grande effi- dichiarazioni possono essere zioni o di modificarlo in sinto- telato dall'art. 15 della Costitu- legge un anno fa con il presi- Europa, che produsse, nel cienza le richieste di chiari- considerate dichiarazioni nia con gli standard internazio- zione". Il provvedimento – ha dente del Senato, Renato Schi- 1975, l’Atto di Helsinki, dove menti dei giornalisti italiani. dell’Osce quando c’è di mezzo nali sulla libertà di espressio- ricordato il ministro – "è in Par- fani. Gran parte delle nostre in- già si parlava di libertà di stam- Il Fatto ha anche chiesto la libertà dei media”. lamento da due anni e attua un punto del programma voluto La responsabile dai nostri elettori concordi per Il ministro conferma Angelino Alfano fermare l'abuso delle intercet- tazioni senza però impedirne SONO 40MILA gli italiani “ascoltati” “ Preoccupata per le restrizioni l'uso". Bosniaca, in carica dal marzo scorso, un’esperienza nazio- nale, europea e internazionale in questo campo più che de- “ Deve essere mal informata Lo 0,6 per cento di quanto dice B. P er il premierintercettati.e mezzo di del noeuro”. Di questi,e212perdil’acquisizione tadini sono 7 milioni Ma i dati cit- di stati lo 0,07%. Al costo 272.665.168 milioni sono ser- a pubblicare cennale, la Mijatovic chiari- o non ha ministero della Giustizia parlano di poco viti per gli apparati 12 sce, rispondendo alle doman- più 130 mila decreti di intercettazioni dei tabulati telefonici. Che da quest’anno i documenti de de Il Fatto, perché pensa che studiato bene il all’anno, in riferimento alle utenze sotto le compagnie telefoniche dovranno for- la legge bavaglio possa limitare controllo. Ma se parliamo di persone fi- nire gratuitamente. Invece continueran- relativi la libertà di stampa: “Nella mia testo. Noi siche, le stime ci dicono che non arrivano no a essere pagate due volte le telefonate: dichiarazione, diffusa marte- a 40 mila. Inoltre l’80% delle intercetta- sia dall’intercettato che chiama dalle sue a procedimenti dì, esprimo tre preoccupazio- preserviamo zioni riguarda reati di mafia. In indagini di utenze, sia dallo Stato che intercetta. Non ni: primo, le rigide restrizioni droga e criminalità organizzata chi è sotto è così invece in molti paesi europei. Co- giudiziari alla pubblicazione di docu- la privacy controllo usa anche 9 telefoni. “In parti- munque, ha precisato il vicepresidente ” ne. Silvio Berlusconi ha reagito chiedendo all’Osce, l’organiz- zazione internazionale che riu- menti relativi a procedimenti giudiziari o ad indagini di po- lizia prima dell’inizio di un processo; secondo, l’introdu- zione di una sanzione pecunia- ” formazioni vengono dalla co- munità mediatica e da organiz- zazioni non governative per la colare - ricorda il presidente dell’Anm, Lu- ca Palamara -, nel 2009 sono state 119.553 le utenze telefoniche intercettate, 11.119 gli ambienti sottoposti ad ascolti. In tutto i ‘bersagli’ sono stati 132.384. Ma le per- dell’Anm, Gioacchino Natoli, “sono spe- se che vengono anticipate dallo Stato e poi recuperate a carico dei condannati”, ma “se chi lo deve fare non nisce tutti e 56 i Paesi europei, ria fino a 450 mila euro per gli libertà della stampa”. Quindi sone fisiche sotto intercettazione, sulla ottempera, LE UTENZE TELEFONICHE di “non interferire”, mentre il editori e di una pena fino a 30 “l’intervento dell’Osce – con- base del fatto che ciascuna in media usa non è colpa ministero degli Esteri ha giudi- giorni di prigione e di una san- tinua la Mijatovic – si fonda sul due, 3 telefoni, sono state 39.667. Quindi della magistra- 119.553 cato “inopportuna” l’iniziativa zione pecuniaria fino a 10 mila mandato dell’Osce, in partico- nel 2009 i cittadini italiani intercettati so- tura”. a.masc. della Mijatovic, che, però, non euro per i giornalisti che pub- lare di segnalare agli Stati QUELLE AMBIENTALI fa marcia indietro e ricorda blicano fughe di notizie sulle dell’Organizzazione quando 11.119 IL TOTALE Intercettazioni, anche Bossi si mette di traverso 39.667 E BERLUSCONI ALZA IL TIRO E “SFIDA” NAPOLITANO: "VEDIAMO SE RITERRÀ OPPORTUNO FIRMARE" LA PERCENTUALE di Antonella Mascali quelle modifiche necessarie a rende- in un pantano da cui sembra impos- meri, quelli che sono nella sua testa, 0,07% DI ITALIANI e Sara Nicoli re il ddl almeno costituzionalmente sibile riemergere senza danni. I punti sugli intercettati: "Siamo tutti spiati, IL COSTO DEGLI APPARATI accettabile. Un’uscita che il cavaliere controversi nel ddl sono parecchi, si ci sono 150mila telefoni sotto con- P rima glitutti spiati, non c´è tutela siamo attacchi frontali: "In Italia non si aspettava. E che ha reso molto diverso dalle attese il clima durante il va dalla durata delle intercettazioni, all’azzeramento delle ambientali, fi- trollo, è intollerabile. Ciascuno di noi parla nel tempo con 50-100 persone 212 MILIONI DI EURO della libertà di parola, così non può vertice di ieri pomeriggio a palazzo no alle multe abnormi per gli editori, e basta moltiplicare 150 per 50 per- ACQUISIZIONE TABULATI essere un Paese civile, c´è una pic- Grazioli, presenti i coordinatori del che ieri Italo Bocchino ha bollato co- sone, significa che ci sono 7 milioni e cola lobby di magistrati e giornalisti che è contro il ddl". Quindi la sfida a Pdl e i capigruppo. Alla fine, Berlu- sconi avrebbe deciso di cambiare me "schizofrenia legislativa". Per non parlare della questione del bavaglio a mezzo di persone che possono esse- re ascoltate". Ignorando che non ci 12 MILIONI Napolitano: "Vediamo se riterrà op- strategia. Almeno sui tempi. L’idea, internet. Un pasticcio. Solo per met- sono più le Preture da anni, ha ag- LA SPESA DEL 2009 portuno firmare". E, infine, il colpo infatti, è quella di lasciare a Fini ampio tere a tacere i giornalisti e soprattutto giunto: "Soltanto io sono stato ascol- contro la Corte Costituzionale: "La si- spazio per decidere i tempi della di- fermare le inchieste dei magistrati. E tato da una piccola pretura come 272 MILIONI nistra si appellerà alla Corte che, a scussione del ddl alla Camera, che si pur di avallare la sua "guerra santa" quella di Trani 18 volte e puntualmen- quanto mi dicono, la boccerà". Sem- incrocia con la riforma dell’universi- contro le intercettazioni il premier si te sono finito sui giornali. Ci rendia- brava animato da una rabbia fredda tà e la manovra. "A me non interessa è messo a dire che in Italia non c´è mo conto che così non siamo in un ieri il Cavaliere. E sempre più deciso a se si va a settembre - avrebbe detto, democrazia, cioè quello che sosten- paese civile, non è una vera democra- sfidare tutto e tutti pur di avere la me- alla fine, Berlusconi - basta che poi si gono i suoi oppositori. zia. Non viene tutelata la libertà di pa- glio sul ddl intercettazioni. Incurante chiuda lì". Il problema è che sembra Si sente le mani legate, Berlusconi, rola. Non possiamo tollerarlo più". anche dei riflessi internazionali della impossibile garantire la blindatura e quindi è ritornato al suo chiodo fis- Sulla gigantesca bufala dei milioni scelta di difendere una normativa pa- del testo per evitare la quarta lettura so: bisogna cambiare la Costituzione di intercettati, ha risposto il presiden- lesemente incostituzionale e illibera- al Senato. Ecco perché l´uscita di "che risente della “dittatura". Una ri- te dell´Anm, Luca Palamara: "Non è le, ieri il premier ha però ricevuto lo Bossi è stata considerata spiazzante. sposta a questo sacro furore è arriva- vero che siamo tutti spiati. È solo una smacco più grande dalle parole Nella tarda serata di ieri, ambienti ta, indirettamente, da Napolitano. vulgata. I dati lo smentiscono". E ha dell´alleato di ferro, Umberto Bossi. vicini al premier ipotizzavano addirit- Che ricordando Giuliano Vassalli, ha ricordato che nel 2009, sono state in- Che sulle intercettazioni non ha avu- tura una suo cambiamento anche in raccontato come il giurista conside- tercettate poco meno di 40 mila per- to dubbi: "Blindatura del testo? Se c´è merito al testo, un’apertura a modi- rasse "normale che la Corte Costitu- sone su 60 milioni di italiani . Pala- qualche emendamento, mica si but- fiche sostanziali che, invece, Ghedini zionale potesse censurare anche leg- mara ha inoltre ribadito il" giudizio ta...". ha smentito. Ma non è detta l´ultima gi da lui sottoscritte come ministro negativo" sulla legge che " limita la li- Parole come pietre per Berlusconi. parola. L’idea è che Berlusconi stesso della giustizia". Altri tempi, certo. bertà di stampa e mette in ginocchio In sostanza, anche la Lega appoggia adesso abbia chiaro di essersi infilato Il Cavaliere ieri ha dato anche i nu- il sistema giustizia.
  • 5. Giovedì 17 giugno 2010 AD PERSONAM Il ddl in commissione alla Parte questa mattina, in commissione Giustizia della Camera, il nuovo iter del ddl intercettazioni. La pre- rio: per il mese di giugno non c’è più spazio. Dunque, ci si avvia verso un passaggio lento del ddl che, quindi, Valentini, sidente, Giulia Bongiorno, ha spiegato che prenderà potrebbe slittare a settembre per l’approvazione. A Camera; l’approvazione “tutto il tempo necessario” per un approfondimento “doveroso” del testo, ma è più che probabile che la quanto si apprende Fini avrebbe detto con chiarezza che non intende tenere aperta la Camera ad agosto, Galli Della calendarizzazione in aula del provvedimento avvenga per i primi di luglio, quando è prevista una nuova riu- come paventato da Cicchitto. È evidente che la vo- lontà di Berlusconi di avere il ddl approvato prima Loggia slitta a settembre nione della conferenza dei capigruppo di Montecito- della pausa estiva potrebbe essere disattesa. (S.N) e il ruolo dei colleghi “Ma ora la criminalità politici sta brindando” SPATUZZA ALLE PROCURE: CONTINUERÒ A PARLARE di Caterina Perniconi “I lamento nonqualsiasiPar- giornalisti seduti in stanno vo- In una lettera sere accusato di fare il nome del presidente del Consiglio Spatuzza non è da considerar- si collaboratore di giustizia tando una legge ma si stanno occupando di un pi- spiega: “Sono per ingraziarsi le procure ros- se. perché ha parlato fuori tempo massimo, per quello giudizia- lastro della democrazia”. L'o- pinione dell'editorialista di amareggiato ma “Ho sbagliato ma leggevo tutti i giorni gli attacchi della rio è e resta una chiave indi- spensabile per fare luce su Repubblica, Giovanni Valenti- ni, in merito alla responsabi- politica ai magistrati rossi se una delle pagine più oscure lità dei membri del Parlamen- credo ancora avessi fatto prima quei nomi della Repubblica. to sulla legge bavaglio e un con il cavolo che mi avrebbe- Una decisione che il procu- possibile intervento da parte nelle Istituzioni ro dato il programma di pro- ratore di Caltanissetta Sergio dell'Ordine dei giornalisti è tezione”. A dimostrazione di Lari definisce “gravissima” comparso sabato scorso sul Ma preoccupato quanto attaccare i magistrati, che invia un segnale inequivo- giornale di Ezio Mauro. Mar- definirli pazzi politicizzati, cabile: in questo Paese non tedì il Fatto ha rilanciato la per i familiari” serva a creare un clima di in- c’è posto per la verità e un ca- proposta del presidente dei timidazione che condiziona il villo per fermarla lo si trova deputati Idv Massimo Dona- raggiungimento della verità. sempre. Una verità che l’asso- di. Ma ieri, sul Corriere della Se- di Sandra Amurri Penso alla criminalità organiz- D’Amelio che sta offrendo il Per questo Spatuzza ha rac- ciazione dei familiari delle vit- ra, Ernesto Galli della Loggia zata che sta brindando a que- primo prezioso contributo contato ciò che gli aveva rife- time di via dei Georgofili con- ha usato parole sprezzanti arrivata senza farsi atten- sta vittoria ma penso anche per arrivare a chi ha voluto rito il boss Giuseppe Graviano tinuerà a perseguire come si ignorando da dove fosse par- È dere la risposta del col- laboratore di giustizia Gaspare Spatuzza alla de- cisione della Commissione centrale del Viminale di boc- che c’è una parte dello Stato di persone oneste e di buona vo- lontà che sono disposte a por- tare avanti quel pezzo di verità che rappresento. Chiedo sol- quella strage e le stragi del ‘93 assieme a Cosa Nostra, non avrà più diritto al pagamento dell’avvocato e neppure a quei 200 euro al mese per le a proposito del premier e del senatore Dell’Utri solo dopo un anno in dibattimento. E la memoria torna indietro a Tommaso Buscetta quando legge in una lettera aperta a Spatuzza: “Lei collabora con la giustizia nella quale confi- diamo malgrado tutto e da quando le procure l’hanno di- tita. Valentini, quella del Cor- riere è solo una svista? Sono misere ripicche edito- riali. Credo che ognuno si ciare la richiesta di ammissio- tanto rassicurazioni sull’inco- sigarette e poco altro. Ma so- disse al giudice Falcone che i chiarata attendibile a lei guar- sceglie gli avversari come ri- ne al programma di protezio- lumità della mia vita ma co- prattutto, come spiega nella tempi non erano maturi per diamo riponendo tutte le no- tiene: meglio non attaccare ne in quanto ha reso dichiara- munque voglio dire che se ho lettera, ha perduto la possibi- fare i nomi dei politici. Un er- stre speranze”. politici e grandi giornali. zioni fuori dal termine dei 180 dato un pezzo della mia vita lità che suo figlio, sua moglie rore quello di Spatuzza che è Della Loggia giustifica i giorni imposto dalla legge. per il male sono ben disposto che si sono dissociati dalla sua stato prontamente utilizzato parlamentari giornalisti Nella lettera inviata alle Pro- a perderla per il bene. Con la scelta di collaborare possano per dare al problema rappre- Gaspare Spatuzza citando la Costituzione: “I cure di Caltanissetta, Paler- più totale osservanza allo Sta- un giorno cambiare idea per- sentato dalle sue dichiarazio- in un’elaborazione membri del Parlamento mo, Firenze e alla Procura Na- to e alle leggi. Sono sempre a ché ora non ci sarà nessuno ad ni una soluzione politica ma- di Manolo Fucecchi non possono essere chia- zionale Antimafia, Spatuzza disposizione a portare avanti offrire loro protezione. Eppu- scherata da ragioni ammini- mati a rispondere delle dal carcere di massima sicu- questa mia ammissione per re nonostante questo lui non strative. I piani di valutazione opinioni espresse e dei vo- rezza dove vive in regime di poter dare quel pezzo di verità indietreggia fino a mettere in del collaboratore sono due e ti dati nelle loro funzioni. isolamento scrive: “Ho appre- a tutte quelle persone oneste conto di essere ammazzato. distinti fra loro come stabilito Sbaglia. Cita la Costituzione so dai mezzi di informazione e di buona volontà”. Un errore di valutazione quel- dalla legge del gennaio 2001 e il primo comma della stes- che non sono stato ammesso Queste sono le parole di un lo di decidere di fare il nome di voluta dal governo di centro- sa. Che non esiste. Per lui la al programma. Sono amareg- criminale che si è macchiato Berlusconi e Dell’Utri solo do- sinistra che fissa un limite en- Carta sarebbe fondata su giato ma non ho perso la fidu- di sangue innocente e ha de- po essere stato considerato at- tro cui deve dire tutto quello quella frase, che invece sta cia nelle Istituzioni. Il mio uni- ciso di passare dalla parte del- tendibile ed essere stato am- che sa per evitare di rendere nell'art. 68. Su questo punto i co pensiero va ai miei familiari lo Stato. Ora Spatuzza, il boss messo al programma di prote- dichiarazioni a rate: uno am- costituenti discussero a lun- perché renderà più difficile che ha restituito la verità sulla zione provvisorio per timore, ministrativo e uno giudiziario. go. Perché è una metastasi di- una riconciliazione con loro. dinamica della strage di via se lo avesse fatto subito, di es- Per quello amministrativo, latata dell'immunità parla- mentare. La prima versione diceva che i parlamentari Visto dall’estero Un Paese nel quale i legami tra potere e criminalità sono stretti e oscuri non potevano essere chia- mati a rispondere. Poi fu con- Un Paese fuori dalle democrazie moderne vertita nel '46 in 'non posso- no essere perseguiti'. Nel '93 è diventata com'è adesso. Questo cosa comporta? di Joel Weickgenant * nalità organizzata. Il governo assicura che le indagini in ma- festate da funzionari corrotti e permeabili all’influenza della za le intercettazioni. Con la nuova legge i giornalisti che Il sospetto Quella in votazione non è una legge qualsiasi sull'infor- N ellounaitaliani sonodistati tea-i scorso mese aprile media teria di organizzazioni crimina- li e terroristiche non subiranno mafia, un Paese nel quale i le- gami tra potere e criminalità pubblicassero il contenuto del- le intercettazioni prima del è che la legge mazione. É una questione fondamentale di libertà del- tro di sceneggiata che sa- rebbe apparsa irreale pratica- alcuna limitazione. Il procura- tore capo di Palermo, France- sono stretti e oscuri e nel quale le organizzazioni criminali so- processo rischierebbero una pesante multa e il carcere. Non non abbia l'informazione che riguarda la democrazia. mente in tutti gli altri Paesi del sco Messineo, ricorda che alcu- no spesso più rapide ed effi- è un semplice problema di cri- Qual è il rischio? mondo occidentale. Il primo ni arresti eccellenti sono stati cienti del malridotto sistema minalità e giustizia. La lotta alla lo scopo Involontariamente o incon- ministro Berlusconi ha critica- la conseguenza di intercetta- giudiziario. Alla fine del mese mafia è anche un imperativo sapevolmente si rischia di fa- to gli italiani che “facevano zioni relative a reati meno gravi scorso, vincendo il naturale ri- economico. Roma non riuscirà di proteggere re il gioco della casta, o della pubblicità” alla mafia scaglian- e che con la nuova legge queste serbo diplomatico, il governo a ridurre il debito senza affron- cricca: difendere quel parla- dosi in modo particolare con- intercettazioni sarebbero vie- degli Stati Uniti si è visto co- tare i problemi strutturali che la privacy mento di intoccabili in cui tra tro Roberto Saviano e il suo li- tate. Il procuratore nazionale stretto a manifestare la sua ostacolano la crescita. Camor- l'altro ci sono persone con bro “Gomorra” che ha messo antimafia, Pietro Grasso, è del preoccupazione per la sostan- ra e `Ndrangheta sono al cen- dei cittadini doppi o tripli incarichi e nu- sotto la lente di ingrandimento parere che la nuova legge osta- ziale cancellazione di questo tro di un sistema economi- merosi pregiudicati. É im- la corruzione legata alla Ca- coli in particolare la lotta al ri- importante strumento investi- co-criminale che demoralizza portante poi non confonde- morra e l’inquinamento crimi- ciclaggio. gativo. gli imprenditori, danneggia la lità organizzata sono pronti a re l'Fnsi, che è il sindacato nale dell’economia nella sua Berlusconi ribadisce che la L’inquietante sospetto è che competitività, tiene lontani gli far saltare i tappi di champagne dei giornalisti, con l’Ordine regione, la Campania. Berlu- nuova normativa si propone di la legge non abbia lo scopo di investitori e distrugge posti di per l’approvazione di questa dei giornalisti che ha una leg- sconi ha affermato che gli scrit- tutelare la privacy dei comuni proteggere la privacy dei citta- lavoro. legge “burletta”, a soffrirne ge istitutiva che prevede do- ti di Saviano e di altri intellet- cittadini e di allineare la legisla- dini, ma che sia in realtà l’en- Secondo SOS Impresa il giro non saranno soltanto giornali- veri deontologici da rispetta- tuali come lui rendono famosa zione italiana agli standard in nesima legge ad personam vol- d’affari della mafia è di 135 mi- sti e pubblici ministeri. Il prez- re. E non mi meraviglio che la mafia e danneggiano l’imma- materia di libertà civili alle altre ta a proteggere la classe politi- liardi di euro l’anno e la mag- zo più alto continueranno a pa- in Italia molti intellettuali ab- gine dell’Italia. democrazie. Il vero problema è ca al potere. Scandali quali gior parte delle aziende al sud garlo quanti soffrono a causa di biano il vizio di assecondare La settimana scorsa la coali- che l’Italia non assomiglia affat- quello degli appalti per la rico- pagano il pizzo. Il presidente un sistema economico malato le tendenze autoritarie del zione che appoggia il governo to alle altre democrazie occi- struzione di L’Aquila dopo il della Confesercenti, Marco che attecchisce dove regnano potere e si preoccupino più Berlusconi ha approvato in Se- dentali. L’Italia è un Paese nel terremoto e quello relativo alle Venturi, ha detto al Sole 24 Ore paura e silenzio. di coprire le responsabilità nato una legge anti-intercetta- quale le istituzioni – dalle forze imbarazzanti rivelazioni sulla che la mafia costa all’economia *© Wall Street Journal del regime televisivo che di zioni che ostacola le attività in- armate alle autorità locali – si vita sessuale di Berlusconi non 200.000 posti di lavoro l’anno. Traduzione di Carlo Antonio difendere libertà e opinio- vestigative e favorisce la crimi- sono dimostrate in passato in- sarebbero venuti alla luce sen- Se davvero I boss della crimina- Biscotto ne”.
  • 6. pagina 6 Giovedì 17 giugno 2010 L DISINFORMAZIONE a bomba esplode a metà maggio di a ogni puntata di Annozero. Santoro chiarisce la giugno: “Per me Annozero può cominciare”. Il Tra accordi e rotture quest’anno, con i media che parlano sua posizione nel corso della trasmissione del 19 direttore generale Masi, però ha ricordato di un accordo per un divorzio maggio: “Non ho firmato nessun accordo. Se l’accordo con Santoro del 18 maggio. Il consensuale tra la Rai e Michele Santoro. Su volete che resti – dice rivolgendosi ai membri giornalista salernitano, nell’ultima puntata di le tappe della giornali, tv e Web si moltiplicano i commenti alla d’opposizione del cda Rai e al presidente Annozero, ha definito la trasmissione “un cavallo notizia, tra chi accusa il giornalista di essersi Garimberti – non avete che da chiederlo. Ma che continuerà a correre”. Dai palinsesti Rai, per fatto “comprare” e chi dice di comprendere la Annozero deve essere considerata la perla del Santoro, in autunno è prevista una generica vicenda Santoro sua stanchezza per dover combattere una guerra servizio pubblico”. Garimberti risponderà il 7 “trasmissione informativa”. LE NON RISPOSTE DI MASI Su Ruffini: “Totalmente infondato” il reintegro alla direzione di Rai 3. Nessuna posizione su “Annozero” di Caterina Perniconi ENRICO BERTOLINO Addio Glob “L e decisioni dei giu- dici devono essere applicate e per que- sto abbiamo reinte- grato Ruffini, ma riteniamo “Mi fanno fuori dopo l’ordinanza totalmente in- fondata in fatto e in diritto”. Incalzato dai membri della Commissione di Vigilanza Rai e dal presidente Sergio 4 anni di successi” Zavoli, il direttore generale Mauro Masi non dà risposte di Carlo Tecce ringrazio e vado via. nel secondo giorno di audi- Guardi: l'hanno già cacciata, la do- zione. Ma trova il tempo per menica sera Raitre avrà Gene Gnoc- ribadire il suo giudizio sulla vicenda dell’ex direttore di A ddio Glob. “Davvero? La il 4portodi marcia prevede la chiusura tabella Sono un conducente di un tram, luglio. il chi. Un minino di astinenza dalla televisione Raitre, Paolo Ruffini. “Gli in- mezzo sulla linea indicata e cari saluti”. fa bene: farò teatro, scriverò, girerò. E poi carichi dati a Ruffini erano di Enrico Bertolino, i suoi poteri di ma- c'è Internet, lassù o laggiù siamo davvero tutto rispetto, non c'é stata novra? liberi da condizionamenti. alcuna rimozione” ha conti- Zero. Aspetto, posso pregare. Pressioni? nuato Masi, dimenticando E non chiede aggiornamenti al diret- No, no, no. E nemmeno coperture po- l’intercettazione del 3 di- tore Ruffini? litiche: se dovessi aspettare il Pd per un cembre 2009 quando dichia- Eh, al comandante Marcos dei tram. Vor- sostegno, farei in tempo a morire. Certo, rava, al telefono con Gian- rei soltanto un po' di solerzia per chi la- sono rammaricato. carlo Innocenzi, “abbiamo vora con me: giovani già svezzati e in- Perché vincono loro. mandato via pure Ruffini”, gaggiati dalla rete. Non ho la vocazione al Diverso: perdiamo noi. Un programma considerato dai giudici un martirio come alcuni colleghi. Bertolino che costa una mezza scenografia di Raiu- chiaro riferimento alle vo- Il Dg Rai, Mauro Masi (FOTO ANSA) incatenato al cavallo della Rai! Mi trovano no. Per questi motivi sono favorevole alla lontà del presidente del Con- ossidato come i lucchetti di Federico pubblicazione dei compensi. siglio. capogruppo Idv, Pancho Par- to caldo ha forse inibito il dg Moccia a ponte Milvio. Quanto guadagna? “Era un mio diritto ricorrere di, che sbandiera i dati del dal fare nuove nomine. Il Allora, addio. Circa 7 mila euro lordi a puntata. Ho ver- alla magistratura – ha dichia- servizio Affari istituzionali Cda, infatti, tornerà a riunirsi Prima di serrare passo dall'inizio: 4 anni, sato una quota del mio stipendio a due rato Paolo Ruffini al Fatto quo- della Rai: “Il Tg5 perde sem- oggi ma non è stato conse- 106 puntate, 9,7 di share, un milioni di stagisti. Sembrerò un idealista, ma credo tidiano – io credo l’ordinanza pre meno del Tg1, indipen- gnato ai consiglieri nessun telespettatori nell'ultima stagione. Eppu- ancora nel lavoro di squadra. E l'extra l'ho sia fondata sia in fatto che in dentemente dalle cifre asso- pacchetto (sarebbe dovuto re leggende Rai narrano di un direttore investito in una Onlus in Brasile. Non ho diritto. Ad oggi un giudice ha lute. Nella stagione avvenire 48 ore prima generale Masi infuriato con Ruffini: “Non autisti né pretese da ricco. stabilito che c’è stata rimo- 2009-2010 il Tg1 delle 20.00 dell’appuntamento). All’or- mi piace quel comico bergamasco”. De- Cos'è un messaggino per i nemici? zione per motivazioni di di- ha perso l’1.52% di share ed dine del giorno le comuni- nota mancanza d'informazione: il mura- Non sono il tipo che fa lotte di resistenza. scriminazione politica e le il Tg5 ha solo lo 0.69%”. cazioni del direttore genera- tore bergamasco era un mio personag- Volete Glob? Bene. Volete altro? Arrive- offerte che ho ricevuto in se- Sulla concorrenza con Me- le e le regole interne sugli gio, io sono milanese di origini valdo- derci. guito non erano equivalen- diaset si è basata buona parte appalti. Sicuramente Masi stane. Accetto volentieri pareri negativi. Per il calcio sarebbe un ambidestro: ti”. Secondo il suo legale, Do- dell’audizione, e secondo non scioglierà i nodi che lo Anche il ministro Bondi mi critica. Chissà campionati nel servizio pubblico e in menico D’Amati, “quella di Pardi “Masi ha fatto una ri- legano, da Santoro, alla Dan- se sono poco gradito a Masi o a qualcuno società private, differenze? Masi è solo un’opinione per- costruzione apologetica del- dini, a Saviano. di sua stretta conoscenza. A Mediaset c'è professionalità e determi- sonale, uguale a quella di un le capacità Censura. nazione. Trasmissioni come le Iene e Ze- qualsiasi cittadino. Starà ai della Rai che L'azienda è forte perché noi lig vanno avanti da sole. Il prezzo da pa- legali dimostrarlo con delle valide argomentazioni”. invece lavo- ra 24 ore su La difesa del telegiornale di siamo longevi, potranno sempre giustificarsi: siete in gare sono i tuoi riferimenti: ti ordinano, tu esigui, e arriva il successo. Sugli altri temi, nessuna ri- sposta. “Su Michele Santoro 24 a servizio di Berlusco- Minzolini: “È vivo, segue i trend della video da tempo, vogliamo sperimentare. Non farò va- Com'è la vita tra i dissidenti di Rai- tre? risponderò a tutte le doman- ni”. rietà né tradirò il Meravigliosa. Ho iniziato con Ruffini e un de dopo che la vicenda sarà E il momen- società e contamina i generi” pubblico: vice di Alleanza nazionale. A volte i definita in termini formali”, dipendenti non seguono logiche ha detto Masi. E quando il di produzione. Sembrano, non presidente Sergio Zavoli lo Enrico Bertolino vorrei dirlo: logiche clientelari. ha incalzato sull’ipotesi di IL FATTO NEL MIRINO in un ritratto L'ha detto. sostituzione di Corradino di Emanuele E spesso vai a sbattere contro Mineo a Rainews con un di- rettore indicato dalla Lega, ancora nessuna risposta: LIBERO A CANNE MOZZE Fucecchi muri di gomma. La tua proposta ti rimbalza in faccia. Glob studia la comunicazione. Promossi? l giornale di Dell’Utri, “Libero” si occupa del “Questione da discutere”, ha detto evasivo il manager. “Ri- sposta prevedibile”, ha repli- I “Fatto”, e questo è già motivo di preoccupazione. Ma quando abbiamo letto il Bocciati. Siamo affetti da agenda setting: mediano la realtà, sparano notizie per de- cato il senatore a vita. Che titolo: “Messaggi mafiosi del Fatto ai giudici di viare l'opinione pubblica. Nel poi ha chiesto chiarimenti Dell’Utri”, abbiamo avvertito un gelido brivido Tg1 non c'è una notizia al posto sul Tg1. “Che ne pensa – ha sulla schiena, un sapore di sasso in bocca, un giusto. domandato Zavoli – dell’in- sentore di lupara. Smarriti ci siamo detti: ecco Come sta la satira? troduzione dell’effimero nel- Non è tollerata perché manca iro- la seconda parte del Tg1, tan- qua un chiaro messaggio degli amici dell’amico o nia. La satira deve fare incazzare. La to da suscitare la sensazione dell’amico degli amici. Qualcuno ha mormorato: parodia è un'altra cosa. Le ma- di una sorta di disimpegno occhio ragazzi, questa è gente che non scherza. schere di Veltroni, D'Alema e su temi più rilevanti?”. Il testo siglato M.B. (Mammuzza Bella?) lascia Berlusconi fanno divertire Il dg ha difeso a spada tratta pochi dubbi sui mandanti. Che fossimo nel persino i politici. La satira Minzolini: “Il Tg1 è un tele- mirino dell’organo di Dell’Utri lo sapevamo. Ma è la valvola di sfogo di un giornale vivo, che segue i che qualcuno stesse col dito sul grilletto, chi paese democratico. Noi trend della società e fa con- ci sfoghiamo poco e taminazione di generi, che è poteva immaginarlo? Senatore si metta una qualcuno ha mania di il futuro delle televisione”. mano sul cuore. Se abbiamo toccato qualche repressione. Poi gli ascolti della testata: “Il uomo d’onore, ce ne dispiace. Siamo bravi Fascismo? Tg1 soffre meno del Tg5 la ragazzi. Teniamo famiglia. Per cortesia, lo dica Peggio. Il pericolo è crisi. Nei primi cinque mesi ai picciotti di “Libero” di non aspettarci di notte l'ottusità: non pensa- dell’anno ha perso l’1,3%, sotto il portone. Baciamo le mani. re, non capire, non di- mentre il Tg5 ha perso scutere. Non vivere l’1,8%”. Pronta la replica del da società matura.
  • 7. Giovedì 17 giugno 2010 pagina 7 U DISINFORMAZIONE na legge “per evitare viene eseguito. che si è scelto di procedere con una proposta di La Russa pretende strumentalizzazioni” ma anche per Il ministro della Difesa Ignazio La Russa presenta legge ordinaria e non costituzionale perché “se mettere nero su bianco che Fratelli la “sua proposta di legge – anche se in Parlamento domani si vuole cambiare lo si potrà fare”. d’Italia è l’inno della Repubblica italiana anche per la porteranno quattro deputate Pdl, Viviana Però è chiaro che le ultime polemiche suscitate l’Inno di Mameli legge e non solo per convenzione: e dunque ogni Beccalossi, Jole Santelli, Paola Frassinetti e Maria dalla decisione del governatore Veneto Luca Zaia altro “inno locale”, compreso il Va’ Pensiero che Rosaria Rossi – ripetendo che non c’è alcun di far eseguire il Va’ Pensiero prima dell’Inno di tanto piace alla Lega: può essere suonato intento polemico nel voler istituzionalizzare Mameli hanno influito sulla decisione del ministro obbligatorio per legge soltanto dopo quello di Mameli. E solo se questo l’inno musicato da Michele Novaro. A tal punto di accelerare i tempi. L’OSCE E IL NO AL DDL INTERCETTAZIONI Le notizie nascoste si di sperimentazione dell’Os- NESSUN TITOLO NEL TG1, servatorio, si può già tirare qualche somma: su 1587 titoli NEL TG5, NEL TG4 E STUDIO APERTO dei tg di prima serata dal 15 marzo al 7 maggio del 2010, so- L’APPELLO DEL SINDACO DE L’AQUILA lo 314 riguardano temi o vicen- dai nostri Tg de internazionali. Di questi, SOLO IL TG3 PARLA DELL’INVITO DI MASSIMO 235 sono ambientati in Occi- CIALENTE AI GIORNALISTI PER IL 22 GIUGNO dente e 71 riguardano questio- ni di gossip. Del resto del mon- do, praticamente non sappia- CENTOMILA PERSONE ALLA MARCIA DELLA PACE mo quasi nulla. Solo due titoli SESSANTA SECONDI DEL TG2 sull'Africa: in uno si parla di mu- e la realtà che sparisce sica, nell'altro di gorilla. Men- E SETTANTA DEL TG1 tre alla marcia Perugia-Assisi (“Centomila persone che fan- IL CASO MILLS no 25 chilometri a piedi, e non per sport”, ricorda Flavio Lotti IL TG DI MINZOLINI PARLÒ DI “ASSOLUZIONE” della Tavola della Pace), a parte Raitre e Rainews, si contano so- L’ULTIMA CENSURA: IL NO E NON DI “PRESCRIZIONE” lo 60 secondi del Tg2 e 70 del Tg1. DELL’OSCE AL BAVAGLIO LA PUPA E IL SECCHIONE Ha ragione Minzolini, i tele- spettatori sono stanchi. Soprat- AMPIO SERVIZIO DI STUDIO APERTO tutto delle sue amnesie. In due- centomila su Facebook stanno SULLA VINCITRICE DEL REALITY ancora aspettando la sua retti- di Paola Zanca hanno pensato bene di fare ri sera c'è spazio per i macchi- fica sulla “assoluzione” dell’av- (quasi) peggio: delle critiche nari cinesi per l'estetica, le vu- vocato David Mills. Il primo lu- artedì sera chi ha ascol- internazionali alla legge bava- vuzelas, le piogge e i temporali nuoce ai partiti non interessa dell'università La Sapienza, che glio saranno anche loro in piaz- M tato i titoli del Tg1 non ha saputo che l'Osce ha chiesto al governo ita- liano di “rinunciare” al ddl in- tercettazioni o almeno di “mo- glio si parla, ma basta metterci vicino una dichiarazione (op- posta) del ministro Sandro Bon- di per creare quella confusione ideale per chi non vuole far ca- al Nord, i servizi fotografici sul- la vincitrice de La pupa e il sec- chione. La motivazione, il “direttorissi- mo” Minzolini l'ha data già una agli organismi di vigilanza” In attesa che l'Agcom batta un colpo, ci pensano Articolo21 e Reporter senza Rete, con l'Os- servatorio sui Tg presentato ie- ha curato la ricerca, la chiama “arretratezza medievale”. “È come se ci si illudesse – spiega – che non mettendo una notizia nei titoli si possa im- za Navona a manifestare con la Fnsi per chiedere il rispetto del diritto a un’informazione cor- retta e senza bavagli. dificarlo in sintonia con gli pire nulla. volta, in occasione delle dimis- ri a Montecitorio: dalla prossi- pedire che quella no- standard internazionali sulla li- bertà di espressione”. Una Silenzio pure sull'appello lan- ciato dal sindaco dell'Aquila, sioni della giornalista Maria Lui- sa Busi: “A un certo punto del tg ma settimana diffonderanno ogni sera alle agenzie il report tizia passi per altre pieghe del sistema in- Su 1587 titoli dei bomba che non ha meritato nemmeno un accenno nei titoli Massimo Cialente: solo il tg di Bianca Berlinguer parla dell'ap- i telespettatori sono stanchi”. “Se c'è l'idea che mezz'ora di in- sulle notizie date, e soprattutto quelle non date. Basta vedere i formativo. Nemme- no nelle vecchie sta- giornali di prima serata del telegiornale diretto da Au- puntamento del 22 giugno, formazione sia troppa – dice il risultati di una sola sera per ca- gioni – conclude – si gusto Minzolini. Dell’Osce, quando il primo cittadino ha in- presidente della Fnsi Roberto pire che il loro lavoro, a risve- immaginava che il dal 15 marzo al 7 non ne ha avuto notizia nem- vitato i giornalisti a tornare a ve- Natale – mi chiedo quale idea di gliarci dall’anestesia generale, principe potesse meno chi ha visto i titoli del dere com'è andata a finire in cittadinanza ci sia dietro. Dob- servirà eccome. Mario Morcel- controllare tutta la maggio 2010, solo 314 Tg4, né chi si è sintonizzato sul Abruzzo. In compenso, nei ti- biamo riuscire a sfondare il mu- lini, preside della facoltà di realtà”. Tg5 o su Studio Aperto. Al Tg2 toli dei tg nazionali dell'altro ie- ro per cui tutto ciò che non Scienze della Comunicazione Dopo i primi due me- su temi internazionali IL DEGRADO IGNORATO NAPOLI PALERMO Il disastro La rifiuti discarica continua al collasso I eri Guido Bertolaso avrebbe dovuto deporre come T opi, scarafaggi e zanzare invadono Palermo. Alla perpetua testimone al processo emergenza rifiuti, con lo Impregilo-Bassolino scoppio del caldo torrido, per il disastro rifiuti si affianca l'emergenza degli anni scorsi, ma ha igienico-sanitaria. È in ottenuto un rinvio vorticoso aumento, infatti, causa impegni. Napoli la presenza di insetti e ratti intanto è di nuovo per le strade del capoluogo ricoperta di spazzatura, siciliano dove i cittadini come ai tempi convivono con contenitori dell’emergenza che il stracolmi di rifiuti e governo Berlusconi l'odore nauseabondo che dice di aver risolto diventa insopportabile grazie al Un cumulo di rifiuti in via Vanvitelli a Napoli alla sera, quando in giro ci Via Salemi a Palermo (FOTO VALERIA LO IACONO) sottosegretario. Nelle sono anche gli vie del centro come in autocompattatori. L'Amia, periferia. Colpa dello la ex municipalizzata per sciopero degli addetti l'igiene ambientale alla raccolta dell’Asìa. I commissariata dal lavoratori protestano tribunale di Palermo, per il temuto sostiene di aver sdoppiamento della “predisposto e avviato la municipalizzata campagna stagionale di dell’igiene urbana, con disinfestazione”. Ma è crisi lo scorporo del servizio in città anche per i di spazzamento. La ristoratori che, come di seconda società, consueto, piazzano affermano, nascerebbe tavolini e sedie per strada economicamente a pochi passi da cumuli di debole e metterebbe a rifiuti. Bellolampo, la rischio 800 posti di discarica cittadina, è al lavoro. La Fiavet, collasso e ne avrà per un associazione degli altro paio di mesi. Si torna agenti di viaggio, teme a parlare di costruire un un’impennata delle termovalorizzatore. Ma disdette dei tour prima, ovviamente, si deve operator stranieri. dichiarare l'emergenza. Vincenzo Iurillo Via Luca Giordano a Napoli (Andrea Cottone) Via Ruggero Marturano a Palermo (VALERIA LO IACONO)
  • 8. pagina 8 Giovedì 17 giugno 2010 MALAPOLITICA MARONI SI REGALA LA POLIZIA AD PERSONAM Il ministro aumenta gli organici solo a Varese, il suo feudo elettorale di Michele Sasso “Poliziotti come non si erano periferia vive la maggior parte mai visti da queste parti” con- dei romani e un’unica volante n Italia si taglia, mentre a del 113 controlla una zona da I ferma chi lavora in Questura. In Varese si abbonda. Solo nel Italia nel 2015, calcolano le or- 250 mila abitanti. Carenze cro- feudo elettorale del mini- ganizzazioni sindacali, la poli- niche che si sommano anche al- stro dell’Interno Roberto zia scenderà da 100 mila agenti le migliaia di agenti distaccati al Maroni, che nella città lombar- attuali a 80 mila. E dopo l’ultima servizio scorte del Viminale, ri- Un ritratto del ministro da vive assieme allo stato mag- Finanziaria in molti (circa 5 mi- dotti a ruolo di parcheggiatori e dell’Interno Roberto Maroni. giore leghista, aumentano gli la poliziotti) scelgono di andar- autisti di politici dei Palazzi ro- Sotto il cartello anti immigrati scara. “Abbiamo bisogno di po- per la polizia stradale di Busto agenti di polizia. Qui dove ri- sene in pensione in modo da mani. Meno uomini però vuol voluto dal sindaco Buonanno ( liziotti in modo permanente”, Arsizio che conta 66 agenti. Per siede anche il leader del Car- evitare di continuare a lavorare dire meno turni di notte, meno conferma Silvio Iannotta del i colleghi vicini di Novara che roccio Umberto Bossi, negli ul- timi dodici mesi sono arrivati con gli stipendi bloccati. Il mi- nistero è così costretto a ridur- volanti per le emergenze e me- no attività investigativa. A Ca- Nel resto Siap “e non di militari o agenti assegnati a tempo determina- controllano 280 chilometri di autostrada Milano-Torino e i 74 nuovi poliziotti, per un to- tale di 255 per un capoluogo di re il personale, ma con criteri molto discrezionali. A Roma si serta per la visita dello scorso aprile del ministro Maroni i sin- d’Italia, anche to. Se il modello Caserta conta- gerà altre città, allora veramen- collegamenti con lo scalo di Malpensa appena 40. “Perchè provincia da 80 mila abitanti. L'esatto contrario di quello abbassano i controlli anche per obiettivi sensibili come la Basi- dacati di categoria Siap, Coisp e Consap, denunciarono le loro nelle zone te c’è da preoccuparsi”. questo trattamento solo a Vare- se?” si chiede Gian Mario Mo- che accade nel resto del Paese lica di San Pietro. L’organico difficoltà: “Siamo soli e al col- LA BEFFA. A maggio l’ultima rello del Consap. In controten- dove, denunciano i sindacati, dell’ufficio di polizia di via del lasso”. più sensibili, beffa: su 1700 agenti entrati in denza con il resto del Paese, qui le riduzioni di organico sono Mascherino (che garantisce la All’appello per i sindacati man- servizio dal 2006, soltanto due abbiamo un’esplosione di all'ordine del giorno. sicurezza in piazza San Pietro e cano mille uomini nell’intera continuano a sono stati indirizzati nel Caser- agenti: solo per le scorte siamo zone limitrofe) continua a dimi- provincia, epicentro del clan tano. Due pesi e due misure che passati da 4 a 39 e altri 38 per i FAVORITISMI. Maroni ha nuire e nell’ultimo periodo si è dei Casalesi con città di frontie- ridurre il numero a 800 chilometri di distanza, posti fissi degli onorevoli al go- avuto un occhio di riguardo per perso quasi il 20 per cento ra come Villa Literno, Casal di mentre l’ultima Finanziaria ri- verno”. E per le divise blu dirot- la sua città natale e con la chiu- scendendo da 166 a 143 uomi- Principe, Castel Volturno, Mar- degli agenti duce ancora le risorse per le in- tate sul capoluogo lombardo, sura dei valichi di frontiera di ni. Stessa sorte per i commissa- cianise. E per le operazioni con- dagini e le operazioni di polizia, che ora fanno la guardia alla ca- Chiasso (dove è rimasta la Guar- riati capitolini di periferia. Nel tro la Camorra vengono sposta- premiano Varese e l’intera Pro- sa di Maroni, allo stipendio si dia di finanza), Gaggiolo, Porto quarto municipio (nella zona ti i reparti di prevenzione del 10-15 giorni si fermano nella vincia. A Busto Arsizio e Galla- aggiunge l’indennità di 450 eu- Ceresio e Zenna ha deciso di in- Tiburtina) il rapporto poliziotti crimine da Pescara. Peccato terra di Gomorra. Stesso copio- rate (grossi centri vicino all’ae- ro mensili per “trasferimento crementare gli uomini in tutta per popolazione è il più alto che con gli arresti eccellenti ne per gli scontri di gennaio a roporto di Malpensa) sono ar- d'autorità”. Neanche un euro la sua provincia: dalla stradale della città, uno ogni 2284 abi- (che danno grande visibilità sui Rosarno, in Calabria. Sono arri- rivati 20 agenti. Più a nord il in più per i loro colleghi trasfe- di Busto Arsizio fino a Luino sul- tanti mentre nel centro storico media nazionali) si impiegano vati 300 poliziotti e, passata commissariato di Luino è pas- riti nelle città vicine di Como, le sponde del Lago Maggiore. sono uno ogni 219, eppure in fino a 800 agenti ma per soli l’emergenza, sono tornati a Pe- sato da 45 a 85 e rinforzi anche Chiasso e Novara. Buonanno, il sindaco che s’inventa il cartello anti immigrato DALLA GUERRA AL “BURKINI” AL SOSTEGNO AL VIAGRA, TUTTE LE CROCIATE DEL PRIMO CITTADINO DI VARALLO SESIA per far pagare meno il viagra a ranti! – rispose – proviamo ad “vu-cumprà”, espressione tonio Di Marco. Anche qui un premio in denaro per chi immaginare il bagno di una che si credeva estinta invece niente di nuovo. Buonanno è perdeva peso, fino alla trova- donna occidentale in bikini tuttora in voga. un vero forcaiolo, salvo vota- ta dissuasiva delle sagome in in un paese musulmano, la La crociata anti-islamica ha re solerte in Parlamento ogni legno dei vigili urbani (sua au- conseguenza potrebbe esse- garantito a Buonanno anche legittimo impedimento pos- tentica passione, nel 2005 ha re la decapitazione!”. Poi il di- una certa notorietà televisiva sibile: l’anno scorso propose pure organizzato a Serravalle vieto si estese al burqa, fino (memorabile un Pomeriggio 5 a una “Guantanamo italiana” il concorso “Miss e Mr Vigile” alla dichiarazione di Varallo fianco della Santanchè, facil- per “i topi di fogna camorri- in contemporanea con Miss “comune non islamizzato” mente reperibile su YouTu- sti”. Vien da chiedersi cosa ne Italia), più una certa bulimia (“Il primo in Italia!”, esultava be). pensi il suo buon amico Vit- nel conferire cittadinanze Buonanno), operazione com- Ieri Buonanno è tornato a torio Sgarbi, quello che dagli onorarie, talvolta recapitate a pletata nel novembre 2009 occuparsi di mafia (è mem- schermi Mediaset chiamava domicilio (Vasco Rossi, Mara- con la posa del cartello qui bro della Commissione parla- “assassini” i magistrati anti- dona, Ronaldo, Schumacher, raffigurato: divieto “in tutte mentare) commentando con mafia, talvolta con un ospite Häkkinen, Irvine, Tomba e le aree pubbliche” di “niqab e la consueta delicatezza il sui- muto alle spalle: Gianluca perfino l’ex cancelliere tede- burqa”, senza dimenticare i cidio in carcere del boss An- Buonanno. sco Schroeder). Con il passa- re degli anni – e con il passag- gio alla Lega – la sua passione è diventata la xenofobia. Già di Stefano Caselli di autentica genuinità popo- nel ‘96 emise un’ordinanza in lare. Il cartello qui fotografato cui invitava gli stranieri di Ser- S icarcerestupisce.suicidio in compiace del ma non di un boss mafioso, Gianluca fa mostra di sé a Varallo Sesia da qualche mese, ed è il tra- guardo naturale della ormai ravalle ad “adottare un com- portamento civile” con tanto di “obbligo del silenzio”. Un Buonanno, in Piemonte, lo lunga carriera politica di Buo- talento sviluppato negli anni: conoscono bene, quanto me- nanno, iniziata nel 1993 nelle “Basta con il buonismo sem- no per quella passione di col- file dell’Msi (sindaco a 27 an- pre e comunque! – tuonava lezionare cariche politiche: è ni di Serravalle Sesia) poi ap- nel novembre 2007 – Questa sindaco di Varallo Sesia (Vc), prodata alla Lega nord, pas- amministrazione promette vicesindaco della vicina Bor- sando per la lista personale d’ora in avanti tolleranza ze- gosesia, è stato vicepresiden- “Controcorrente” (con la ro! Nessuno può ritenersi al te della Provincia di Vercelli quale ha conquistato Varallo di sopra della legge!”. Era il te- prima di essere eletto depu- dopo due mandati a Serraval- sto di una manifesto affisso tato nel 2008 e da qualche le) i cui punti programmatici per le strade di Varallo, ami- mese è anche consigliere re- svariavano dai lavori forzati chevolmente spedito (in for- gionale del Piemonte, carica per i condannati per gravi rea- ma di lettera) a tutti gli stra- a cui ha appena rinunciato ti alla riapertura delle case nieri residenti. Motivo, un (non senza ritardo) per fasti- chiuse. brutto fatto di cronaca nera diose questioni di incompati- Amministratore di talento che aveva coinvolto la comu- bilità. (ha spesso sfondato quota 80 nità marocchina di Varallo. Quarantaquattro anni ben per cento dei consensi, im- L’escalation nell’agosto portati, Buonanno è un per- provvisandosi anche necro- 2009. Il sindaco vieta il bur- fetto prodotto della cultura foro e spazzino durante i mesi qini (costume intero con ve- politica della Seconda Re- estivi a causa della carenza di lo) nelle piscine di Varallo e pubblica, quella che esibisce personale), ha fatto spesso lungo il fiume Sesia, pena una con fierezza istinti un tempo parlare di sé per singolari ini- multa di 500 euro: “Non dob- tenuti a freno come sintomo ziative, dall’autotassazione biamo essere sempre tolle-
  • 9. Giovedì 17 giugno 2010 pagina 9 CRONACHE N TRAFFICANTI D’ARMI DEPUTATO UDC Manda l’autista a L’UNICA CRISI CHE NON C’È comprare la coca U n deputato regionale dell’Udc, Salvatore Cintola, Le esportazioni italiane di fucili e pistole macinano record mandava l’autista a comprargli la cocaina mentre sedeva tra gli Business da 1 miliardo di euro in due anni, in aumento scranni del parlamentino siciliano. Per l’uomo è stata di Daniele Martini operai, quattrini che entrano rizzati verso paesi senza conflit- re, guerriglie, tumulti e rivolte. santi”. L’esperienza conferma il chiesta l’espulsione dal nel nostro paese e fanno bene ti interni o guerriglie come gli E’ una quota modesta rispetto sospetto. La mattanza nella ex partito da parte del risi? Non per i fabbricanti segretario nazionale C alla bilancia dei pagamenti. Stati Uniti, il Canada o la Francia al totale, ma la dimensione non Jugoslavia, per esempio, fu per- italiani di armi. A loro e la Germania, alla fine siano uti- cancella il problema. petrata anche con le armi leg- dell’Udc, Lorenzo Cesa. non è mai andata bene GUERRE E CRIMINALI. lizzati sempre e solo dai caccia- gere di provenienza italiana le come ora. Dal Rapporto Ma non sempre le armi com- tori o per uso di difesa persona- AFGHANISTAN. E’ assai cui esportazioni conobbero 2010 dell’Archivio Disarmo mercializzate sono usate così le. Evidentemente c’è dell’al- probabile, per esempio, che le proprio in quel periodo un in- che Il Fatto Quotidiano ha avuto come viene dichiarato e il tro. E questo “altro” può essere armi leggere italiane esportate cremento simile a quello odier- in esclusiva emerge che le boom delle esportazioni di fu- solo intuito perché non può ri- in Afghanistan non siano utiliz- no. esportazioni di fucili e pistole cili e pistole è così vistoso da far sultare dalle statistiche ufficiali. zate per la caccia ai fagiani. In macinano record. Quasi 1 mi- emergere dubbi e aspetti in- Il sospetto è che quegli arsenali quel paese e negli altri che gli L’ARCHIVIO DISARMO. liardo di euro in un due anni, il quietanti. Almeno tre. Primo: gira e rigira alimentino un com- somigliano, fucili, pistole, mu- Secondo l’accurato studio 2007 e il 2008, gli ultimi per i l’export italiano in qualche mo- mercio parallelo e clandestino nizioni ed esplosivi tricolori dell’Archivio disarmo tra i paesi quali sono disponibili i dati do contribuisce ad amplificare e le armi letali ancorché classi- servono per uccidere e alimen- verso cui si dirigono i flussi di Istat (Istituto nazionale di sta- l’uso abnorme e spesso srego- ficate come leggere finiscano in tare le guerriglie, le macellerie esportazioni di armi italiane ce tistica) utilizzati come base per lato delle armi per difesa perso- mano a bande criminali e alla tra bande paramilitari rivali e i ne sono diversi sottoposti ad la ricerca. L’incremento per- nale nei paesi dove è consenti- delinquenza organizzata. Il ter- focolai di guerra che si accen- embarghi internazionali pro- centuale è impressionante: più to, in particolare gli Stati Uniti. zo aspetto è che una fetta di dono a ripetizione. Il titolo del- prio per le armi, come la Cina, il DISCARICA ABUSIVA 12 per cento rispetto al bien- Proprio gli Usa sono uno dei quelle esportazioni italiane è la ricerca dell’istituto a suo tem- Libano, la Repubblica democra- nio precedente. Bisogna risali- mercati forti delle esportazioni indirizzata verso paesi canaglia po fondato dal senatore Luigi tica del Congo, l’Iran, l’Uzbeki- 30 tonnellate re a quasi un quindicennio fa italiane (circa 30 per cento del o comunque verso aree del pia- Anderlini, spiega bene il con- stan, l’Armenia, l’Azerbaijan. E d’amianto a Vibo per trovare exploit così vistosi. totale) e proprio lì da tempo è neta dove imperversano guer- cetto: “Armi leggere, guerre pe- ce ne sono altri in cui sono in Nessun altro settore industria- le è cresciuto così tanto, anzi, gli altri in genere faticano a te- Ufficialmente Un’arma e delle munizioni sequestrate (FOTO LAPRESSE) corso conflitti o si verificano gravi violazioni dei diritti uma- ni denunciate non solo da orga- U na discarica abusiva in cui erano state depositate nere le posizioni acquisite e nizzazioni non governative ti- trenta tonnellate di molti arretrano di brutto. servono per la po Amnesty International o Hu- man Rights Watch, ma dalle Na- amianto è stata sequestrata a Nicotera LE RIVOLTELLE. Le armi prese in considerazione dal rap- caccia, zioni unite e dall’Unione euro- pea. Tra questi la Russia, Thai- (Vibo Valentia) dalla Guardia di Finanza. porto sono quelle in gergo de- landia, Filippine, Pakistan, In- Nel sito, oltre finite “leggere”, non dichiarata- il sospetto è dia, Colombia, Israele e Kenia. all’amianto, erano mente da guerra, tipo i mitra e i Da un punto di vista strettamen- presenti altri rifiuti bazooka in uso alle forze arma- che gli arsenali te formale non è compito delle speciali come scarti te dei vari paesi. Le armi leggere industrie e degli esportatori in- edili, materiali sono classificate come tali in ba- finiscano nei dagare sulla fine che faranno le metallici ed se ad una legge di 35 anni fa e armi prodotte ed esportate e elettrodomestici. Il comprendono in prevalenza fu- Paesi in guerra come saranno utilizzate davve- proprietario del cili di vario tipo e dimensione, ro. Ma certi tipi di commerci terreno è stato rivoltelle, pistole, carabine. per loro natura sono particolari denunciato per Tutti strumenti con cui non si avviato un dibattito acceso sia e alla fine impegnano gli Stati gestione abusiva di scherza, estremamente efficaci nell’opinione pubblica sia a li- che li sostengono e che, infatti, rifiuti speciali, danno e letali al pari delle armi ufficial- vello parlamentare sull’oppor- li regolamentano con leggi spe- ambietale e altri reati. mente considerate belliche, an- tunità di continuare a riempire cifiche. che se in teoria destinati solo ai le case di strumenti così mici- In Italia l’esportazione di armi ROMA cacciatori o agli appassionati di diali. La scelta è demandata ai da guerra è regolata da una leg- tiro al bersaglio. Probabilmen- singoli e comunque è un diritto ge del 1990 considerata dagli Studentessa te una parte delle esportazioni addirittura espressamente ga- stessi pacifisti una delle più stuprata in hotel italiane finisce davvero in mani rantito dalla Costituzione. avanzate al mondo. amatoriali e da questo punto di vista il successo dell’industria armiera nazionale non è affatto Il secondo aspetto inquietante si basa su qualcosa che è più di un sospetto: è molto improba- Per quanto riguarda le armi leg- gere, invece, la norma è confu- sa, contraddittoria e ritenuta U na studentessa americana di 21 anni sarebbe stata negativo, anzi, è ricchezza pro- bile, infatti, che volumi così ele- molto meno efficace e rigorosa violentata due volte, dotta, lavoro per migliaia di vati di armi, anche quelli indi- dell’altra. nella notte tra domenica e lunedì, a Roma, dal portiere MANOVRA dell’albergo in cui alloggiava. La ragazza, tornata da una serata QUANDO I GOVERNATORI CANTAVANO CON BERLUSCONI con le amiche, sostiene di essere stata abusata di Mario Reggio dall’uomo mentre, rimasta sola, sfruttava la postazione Internet D opolal’ultimatum sulla ma- gioni al governo delle Re- novra politica si è messa in dell’albergo, e di non essere riuscita a moto. Sono cominciate così opporre resistenza le grandi manovre nella perché ubriaca. maggioranza. Ieri pomerig- L’uomo è stato gio summit a Palazzo Grazio- arrestato. li tra il presidente del Con- siglio e i governatori del Pdl, SIRACUSA assieme ai capigruppo e coordinatori della maggio- Schiacciato ranza. E dopo il grande ab- sul lavoro braccio post elezioni regio- I tagli della discordia nali di piazza San Giovanni, i nodi vengono al pettine. Al termine dell’incontro il pre- go e tormentato braccio di ferro all’interno della mag- in maniera “equa” chi dovrà pagare lo scotto? I ministeri? Nella foto a sinistra, Berlusconi sul palco di Piazza San Giovanni in armonia con i governatori delle Regioni. A destra un’immagine di Polverini e Formigoni ieri, alla conferenza Stato-Regioni, dopo la manovra U n uomo di 49 anni è morto in un incidente sul sidente della Lombardia, il gioranza. Il problema con il Le aziende? O gli evasori? lavoro a Noto, in grande dissidente Roberto quale si troverà alle prese il Per il momento il mistero è provincia di Siracusa. Formigoni, ha dichiarato: ministro dell’Economia fitto. Oggi parte il tavolo tec- L’uomo, un vigile del “Silvio Berlusconi ha preso Giulio Tremonti non è di nico tra le Regioni e il gover- del Piemonte, prosegue con “Siamo a un punto dramma- fuoco sposato e padre nota di tutto, ci ha detto che facile soluzione. no. La prossima settimana la il tormentone, “non si pos- tico: l’Italia sta per precipi- di due figli, si trovava la cifra totale della manovra Ecco le cifre. La manovra conferenza Stato-Regioni sono penalizzare le Regioni tare, per ruzzolare dentro nell’azienda agricola non possiamo cambiarla, sfiora i 25 miliardi in due an- dovrebbe fare il punto della virtuose”. Ma di certo non una situazione economica e di proprietà della sua perché siamo vincolati ni e tutti dicono che il totale situazione. Intanto non si gradisce soffiare dal bilancio sociale esplosiva. Con l’at- famiglia ed è rimasto dall’Ue ma ci lavoriamo per non si tocca. Per ora il gran placano le polemiche all’in- 800 milioni in due anni. Ed tuale manovra si rischia la incastrato tra gli ripartirla diversamente. Ab- peso della stangata, più di 10 terno della maggioranza. ecco Bossi che lo rassicura: fuoriuscita dalla storia del ingranaggi di un biamo fatto a Berlusconi miliardi in due anni, grava Umberto Bossi invita For- “Cota conosce bene Tre- welfare. Il rischio – ha detto miscelatore per il l’elenco delle priorità: dai sulle spalle delle Regioni. E migoni “a non esagerare”. Il monti, sono sicuro che tro- – è quello di sacrifici che fieno, venendo trasporti alle famiglie all’im- non basteranno le battute di governatore della Lombar- verà una soluzione”. Insom- strozzano coloro che invece stritolato. presa all’agricoltura – ha Tremonti a risolvere il dilem- dia replica: “La smetterò ma, tutto si risolve in fami- avrebbero bisogno di ossige- Sulla vicenda la spiegato Formigoni – abbia- ma: “Le abbiamo riempite di quando la manovra divente- glia. no. Stringere la cinghia è ne- Procura della mo spiegato i nostri proble- soldi per anni, ora possono rà equa”. E i due neogover- Dall’opposizione si leva la cessario, ma non stringerla Repubblica di Siracusa mi e lui ha preso nota di tut- saltare anche un giro”. Se i natori della Lega? voce di Nichi Vendola, go- al collo del mondo del lavo- ha aperto to”. È solo l’inizio di un lun- risparmi verranno ripartiti Roberto Cota, presidente vernatore della Puglia. ro”. un’inchiesta.
  • 10. pagina 10 PAROLE E FANGO PROFESSIONISTI DELL’ANTI-SAVIANO Le critiche allo scrittore adesso piovono anche da sinistra ma sono sempre attacchi gratuiti e male documentati di Marco Travaglio stribuito col manifesto, si legge: “Dal Lago cerca di yce, il suo Ulisse fu proibito in Irlanda per mezzo morristica Dal Lago lo trae da un titolo di Repubblica venire a capo del fenomeno Saviano-Gomorra ana- secolo) e di giornali come il New York Times e The (“Imprese, politici e camorra: ecco i colpevoli del- F lizzando esclusivamente ciò che l’autore ha scrit- Economist (che hanno inserito Gomorra nei cento la peste”): forse non sa che i titoli dei giornali sono to”. Purtroppo non è così. Metà delle citazioni del libri fondamentali della letteratura mondiale). opera di redattori anonimi, non degli autori de- sociologo dell’Università di Genova non appar- Citando lo scrittore e poeta Tiziano Scarpa, Dal La- gli articoli. tengono alla produzione letteraria o giornalistica go sostiene che Saviano è fissato con la camorra, Stesso giochetto fa Dal Lago a proposito del- di Saviano. Dal Lago spiega, nella prefazione, che monomaniaco, monotematico, trascurando “le al- la parola “Olocausto”, per poi domandarsi: “lo stesso Saviano ha dichiarato di muoversi a suo tre mafie” e “gli immigrati che annegano a centi- “Non ci si rende conto che definire olocau- agio nei media e anzi di voler lanciare una moda”. naia davanti a Lampedusa”. Ma Roberto, dopo Go- sto gli ammazzamenti di camorra significa E cita “un passo di un articolo su una manifesta- morra, ha sempre denunciato anche le altre mafie. violare ogni senso delle proporzioni, e zione anticamorra a cui ha partecipato lo scritto- Infatti, in una nota scritta in piccolo, il sociologo si quindi vaporizzare i fatti nelle iperboli?”. re”. Un articoletto senza firma uscito su Repubblica contraddice e ammette che Saviano “è intervenu- Ma poi non cita una sola parola scritta o all’indomani dello speciale di Che tempo che fa con to spesso a favore dei migranti con articoli e in- detta da Saviano, bensì un articolo della Fabio Fazio, quando Saviano non disse affatto di terviste, anche se la sua prospettiva… è quasi redazione napoletana di Repubblica. voler lanciare una moda, disse molto di più e di esclusivamente quella della lotta alla camorra o al- Dal Lago lascia intendere che Saviano meglio: “Perché non deve essere anche conve- le altre mafie”. E allora perché poco sopra aveva sia anche un po’ razzista, perché in Go- inché il tiro al Saviano veniva da destra, anzi da niente combattere questi poteri, perché non bi- scritto il contrario? morra bolla un autista cinese col termi- questa banda che si fa chiamare destra, si poteva sogna anche creare una moda di combattere con- Saviano, secondo Dal Lago, è anche un mezzo vi- ne “Minotauro” e definisce “merda ci- tranquillamente ignorarlo: tutti i migliori gior- tro di loro, perché dobbiamo sempre essere mi- sionario, tant’è che riesce a vedere camorristi an- nese” le merci contraffatte e contrab- nalisti e scrittori hanno assaggiato in questi se- noritari e marginali?”. Bastava poco (un giretto su che in Spagna, e persino turchi e afghani che ap- bandate nei laboratori clandestini: dici anni le stesse manganellate, catodiche e a YouTube) per procurarsi il video del programma prodano su quelle “coste solatie”. Interrogativo in- “D’altronde in Gomorra i criminali so- mezzo stampa. Che, vista la provenienza (Ber- tv visto da milioni di persone (non di una mani- quietante: “Ha mai svolto Saviano indagini su tante no spesso descritti come animali”. lusconi, Fede, il Giornale, Libero, Il Foglio…), sono festazione anticamorra) e riportare le parole effet- cose di cui parla, a parte la camorra?”. Ma l’infil- Davvero? Poi si scopre che Dal Lago medaglie al valore. Non è un caso se, dall’iniziale tivamente pronunciate dallo scrittore. trazione camorristica (e anche mafiosa) in Spagna si riferisce ai boss Gennaro Licciardi coro unanime di applausi, si è passati alla gra- Scrive ancora Dal Lago: “Chi lo crocefigge, Savia- è storia vecchia e documentata, suffragata dagli ar- detto “a scigna” (la scimmia) e Nun- gnuola di attacchi non appena Saviano ha inizia- no, a parte ovviamente i camorristi? A me sembra resti di tanti boss latitanti in Spagna. Ultimo della zio De Falco detto “o lupo”: peccato to a fare i nomi dei politici collusi con la camorra che esista un movimento d’opinione unanime a serie: Raffaele Amato, capo degli “scissionisti” di che quei soprannomi non li abbia in- (dal più noto Nicola Cosentino a meno noti peo- suo favore”. Poi gli concede che i suoi unici nemici Scampia, detti non a caso “gli spagnoli”. Altre in- ventati Saviano, ma la camorra stes- nes del centrodestra e anche del centrosinistra) non camorristi sarebbero Bruno Vespa, Licio Gel- dagini hanno documentato come anche i proventi sa. e a lanciare appelli contro le leggi vergogna. Ora li, e Fabio Cannavaro. Ora, a parte il fatto che Vespa del narcotraffico (oppio ed eroina esportati Saviano, per Dal Lago, sarebbe affet- però che le critiche piovono anche da sinistra, e non ha mai detto né scritto nulla contro Saviano dall’Afghanistan alla Spagna tramite la Turchia) ab- to da uno stile “feuilletonistico” e da una sostan- da personaggi apprezzati e disinteressati come il (Dal Lago lo confonde con Fede), come dimenti- biano finanziato gli attentati terroristici di Ma- ziale inattendibilità. Sullo stile, ciascuno può pen- sociologo Alessandro Dal Lago (nel pamphlet care Berlusconi? L’ultima sparata, come quella del drid. sarla come crede. Ma l’inattendibilità non è “Eroi di carta” edito da Manifestolibri) e il jazzista senatore Quagliariello, è successiva alla pubblica- “L’opinione corrente – scrive Dal Lago – è che Sa- un’opinione: quale ne sarebbe la prova? Secondo Daniele Sepe (in un’intervista al Corriere del Mez- zione del libello. Ma già il 28 novembre il premier viano abbia rivelato in Gomorra i rapporti fra cri- Dal Lago è impossibile che, contrariamente a zogiorno), è il caso di occuparsene. Non perché aveva detto: “Se trovo chi ha fatto le nove serie de mine ed economia globalizzata (...) E tuttavia non quanto racconta Gomorra, il sarto Pasquale abbia Roberto Saviano non possa e non debba essere La Piovra e chi scrive libri sulla mafia che ci fanno può essere ridotta a un’equazione leggibile nei tagliato il vestito bianco indossato da Angelina Jo- criticato, anzi: il peggior servigio che gli si può fare una bella figura, lo strozzo”. E guardacaso, da due sensi. Che la camorra, come la mafia e la lie nella notte degli Oscar 2004, perché quella sera rendere è quello di imbalsamarlo in una nicchia allora, iniziò il fuoco di fila contro Saviano da tutti ‘ndrangheta si globalizzi e investa in tutto il mondo l’attrice portava un abito lungo a spalle scoperte. di santità e infallibilità, con tanto di piedistallo. gli house organ del capo del governo: Dal Lago non non significa che l’economia globale sia camorri- Ma – per scendere a questo livello – esiste pure un Nemmeno il fatto di vivere blindato e scortato, li cita mai, limitandosi ad accennare a imprecisati sta”. E chi diavolo ha mai sostenuto una simile cor- tailleur pantalone del 2001 che corrisponde per- sotto la perenne minaccia di morte della camor- blog di centrodestra che “sfottono” o “punzec- belleria? Saviano? Gomorra? L’opinione corrente a fettamente alla descrizione fatta nel libro ed è stato ra, può esentarlo da contestazioni “a prescinde- sinistra? La tecnica polemica di attribuire una cre- re”. Né può valere l’argomento vagamente ricat- tinata a qualcuno per poi dargli del cretino, è an- tatorio che ogni critica rischia di “fare il gioco della camorra”. Ma le critiche e le contestazioni, Il sociologo Dal Lago tica come i sofisti, ma ben poco onesta. Sarebbe addirittura per essere tali e dunque legittime, devono par- tire dalle cose che Roberto scrive e fa. Altrimenti polemizza utilizzando Mai dire peste un visionario capace sono attacchi gratuiti e ciascuno è autorizzato a chiedersi da dove nascano. Persino a immagina- false citazioni A questo punto Dal Lago è pronto per lanciare la di trovare camorristi re l’insorgere di una nuova, fiorente figura mer- prima freccia avvelenata: Saviano riduce “tutto a ceologica: quella dei professionisti dell’anti-Sa- dell’autore campano una questione di lotta contro il Male”, naturalmen- anche in Spagna viano. La domanda dunque è: le critiche di Dal te per proporsi come l’unico eroe e martire, in una Lago e Sepe (lasciamo perdere, per carità di pa- visione manichea e superomistica, fumettistica e tria, quelle dei calciatori Borriello e Cannavaro, chiano” lo scrittore campano. alla fine reazionaria. Il campione del Bene contro immortalato in alcune foto reperibili su diversi naturalmente rimangiate dans l’espace d’un matin) Dal Lago aggiunge che “la critica mainstream, quel- il Male che usa metafore dozzinali: “Soprattutto blog. Altra prova che Saviano sarebbe inattendi- sono fondate sui fatti e sugli scritti di Saviano? la accademica, è abbastanza abbottonata” su Go- ‘peste’, parola con cui Saviano ama sintetizzare bile: prima descrive le “scarpe sportive” del ca- Non sempre, anzi quasi mai. Molto spesso par- morra, a parte un passo molto lusinghiero di Giulio quello che succede in Campania”, “un’immagine morrista che testa la cocaina sui “Visitors”, ma più tono da parole mai dette e da frasi mai scritte da Ferroni. E dimentica pareri altrettanto favorevoli che chiama in causa untori e appestati”. Qui oc- avanti le definisce “stivali”. Non è vero: in Gomorra Saviano, o da citazioni monche di suoi libri, ar- di mostri sacri della critica come Goffredo Fofi, correrebbe un’analisi informatica delle ricorrenze si parla di “stivaletti”, e di “stivaletti” sportivi ne ticoli e interviste. Vediamo. Romano Luperini, Mario Barenghi e Walter Pedul- e concordanze nell’intero corpus letterario e gior- esistono parecchi in commercio. Per esempio, là; ma anche di Mario Vargas Llosa (che ha definito nalistico dello scrittore. Ma Roberto, che sa bene quelli di marca “Hogan’s” e simili. La griffe anticamorra Gomorra “un’opera che cambia il modo di vedere il quel che ha scritto, giura di aver usato la parola Altre fondamentali contestazioni Dal Lago muove mondo” e ha inserito Saviano fra i grandi della let- “peste” solo tre volte e sempre riferita agli effetti a Saviano a proposito dell’abbigliamento (jeans e teratura accusati di aver diffamato il proprio Paese, devastanti dello smaltimento illegale dei rifiuti tos- maglietta o vestito attillato?) e dell’abbronzatura Nella fascetta che accompagna “Eroi di Carta” di- come Flaubert denunciato per Madame Bovarye Jo- sici. Tant’è che l’unico riferimento alla “peste” ca- (o meno) di Annalisa Durante, la ragazza quattor-
  • 11. pagina 12 S IL FUTURO DI POMIGLIANO econdo Emma Marcegaglia, presidente capire “cosa intendano fare i lavoratori”. Le parole dello Stato e dei principi della Costituzione”. Duro Per la Marcegaglia di Confindustria, il “no” della Fiom della Marcegaglia hanno causato l’immediata anche Nichi Vendola. Per il leader di Sinistra e all’accordo di Pomigliano è “incredibile”: replica di Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione Libertà e governatore della Puglia il referendum è “Mi rifiuto di pensare che il sindacato si pronunci comunista: “Vada a lavorare sei mesi in fabbrica, poi una scelta “tra rimanere senza reddito o lavorare “il no della Fiom negativamente su un accordo con cui la Fiat va mi dirà se il rifiuto della Fiom le risulta ancora come schiavi”. Mentre per il segretario della Cgil contro la storia, prendendo produzioni dalla incredibile”. “Semmai è incredibile – ha proseguito Guglielmo Epifani, se i lavoratori di Pomigliano Polonia e riportandole in Italia”. La leader degli Ferrero – che sia ancora possibile che i padroni dovessero votare a favore dell’accordo, “sarà un sì all’accordo è incredibile” industriali attende il verdetto del referendum per cerchino di obbligare gli operai al di fuori delle leggi al lavoro, all’occupazione e agli investimenti”. La dolce vita operaia secondo il “Sole 24 Ore” Due immagini della striscia pubblicata ieri dal quotidiano di Confindustria sullo stile di vita a Pomigliano dopo l’accordo ”SONO INIZIATE LE SCHEDATURE” Landini (Fiom): “Operai contrari identificati” Alla Cgil che invita al sì: “Così ci pugnalate” Pomigliano d’Arco (Napoli) battaglia dei trent’anni” ha det- nale, cerca di spiegare le ra- to in mattinata Nichi Vendola, gioni del sì della Confedera- GIANNIGIORNALE-LUCE giornata comincia alle 5.20, anzi, alle lla Fiat di Pomigliano sono venuto qui a “sentire le ragioni zione, viene sommerso da 4.50 quando suona la sveglia”, sai che A iniziate le schedature de- gli operai che contestano l’accordo truffa. Come ne- gli anni Cinquanta, come ai tem- pi della Fiat di VIttorio Valletta. degli operai”. “La guerra inizia- ta nel 1980 a Torino, la protesta operaia e poi la marcia dei 40 mila, ora puntano alla soluzione finale: il ritorno al 1800”. Il go- una selva di fischi. “Votate secondo coscienza, non consegnate alla Fiat e agli al- tri sindacati il risultato di aver salvati la fabbrica a Po- IL “SOLE”: CHE PACCHIA LA NUOVA POMIGLIANO E cco la nuova vita degli operai di Pomigliano divinamente pacchia!). Che tenero l’operaio spaparanzato in poltrona! Per oziare? Strano, perché la didascalia al contrario avverte: “Prima la pausa pranzo cominciava alle 10.30. Ora invece è il E’ l’allarme lanciato ieri dall’as- vernatore della Puglia incontra migliano”. Alla fine l’assem- rimodellata dal nuovo contratto: tutta momento di una breve sosta, 10 minuti, semblea della Fiom. “Noi rite- decine di lavoratori e sindacali- blea vota un documento casa, famiglia, parrocchia (non sia mai per il caffè” (prima erano 20, pazienza). niamo il documento presentato sti, parla della “solitudine degli all’unanimità nel quale si che bighellonassero al bar), e tanto, Quasi commovente il quadretto delle dalla Fiat e sottoscritto dalle al- operai di Pomigliano” e ha pa- giudica “illegittimo” il refe- tantissimo tempo da passare in famiglia. 18.00: “Dopo aver aiutato i figli a fare i tre organizzazioni sindacali ille- role durissime per la politica. “Il rendum e “in ogni caso non Ammirate le 4 vignette che appaiono in compiti, 3/4 d’ora di riposo, e poi di gittimo”, dice Maurizio Landini, nostro dibattito è lontanissimo vincolante per la Fiom per- cima a questa pagina. Ce ne sono altre 4 corsa in Parrocchia, a una riunione il segretario generale dei metal- dalla realtà e la politica fa schifo ché riguarda diritti indispo- non meno esilaranti: ma tenete presente dell’osservatorio sulla politica e sulla meccanici Cgil, “per questa ra- per questo. Pomigliano rischia nibili delle lavoratrici e dei che - come per i giochini della legalità” (così pure i fervori democratici gione non daremo indicazioni di essere la tomba della Costitu- lavoratori”. Ma l’assemblea “Settimana Enigmistica” - al quadretto sono appagati). E poi l’altro quadretto: di voto”. Ma la Fiom non vuole zione”. “consiglia ai lavoratori la idilliaco manca un dettaglio che vi “A casa”. Già, perché - ci informa il “esporre i lavoratori a ritorsio- Toni duri, applausi dei lavorato- partecipazione per evitare riveleremo solo alla fine. Sono tratte da “Sole” - “la domenica è salva” (che ni, per questa ragione non gli di- ri. E clima rovente durante l’as- azioni di rappresaglia indi- “Il Sole 24 Ore” di ieri, una prova - a suo regalone). Com’è? Non li fanno lavorare ciamo di non andare a votare”, semblea. Il confronto tra la viduale da parte dell’azien- modo - che, anche nel tempo delle tutti i giorni? Teneroni. Lunedì ore 10.00 aggiunge. Sono molti gli operai Fiom e il resto della Cgil è dram- da”. ideologie estinte, sopravvivono la c’è “tempo per la famiglia” (ma la dida nel corso dell’assemblea a rac- matico. Con i vertici regionali (Enr. Fie.) propaganda, gli agit prop (e la comicità curiosamente parla di “turno di notte”). contare di capi che stanno av- del sindacato schierati, sia pure involontaria): solo che non sono più al Sempre lunedì, ore 24.00: nel disegno vicinando i lavoratori uno ad tra i mille distinguo delle cose servizio del bolscevismo e della classe una tazza, un’altra generosa pausa. uno. “Tu che fai, voti? E come che non vanno nel documento La linea è di operaia, ma delle imprese. Questo Martedì, ore 5.30: un vassoio, un altro voti?”, sono queste le domande. Fiat, per la partecipazione al vo- fumetto, educativo ed edificante, come caffè, addirittura un croissant. Sempre a certi cinegiornali luce anni Trenta, sul bisbocciare? Che culo! (ma la dida “La schedatura – dice Maurizio Mascoli, segretario regionale to al referendum e per il sì. An- drea Amendola, segretario della partecipare al quotidiano diretto dal democratico avverte: Nei nuovi accordi la pausa sarà a compassionevole Gianni Riotta (sempre fine turno”). Martedì, ore 8.00 “Concluso della Fiom – è già cominciata, qui stanno accadendo cose gra- Fiom di Pomigliano è durissi- mo. “Il sì della Cgil regionale è referendum, meglio i padroni veri, che gli “ex” il turno - spiega il “Sole” - c’è il tempo per vissime, è un ritorno agli anni una pugnalata alle spalle dei la- riveduti e corretti) vuole dimostrare che accompagnare i figli a scuola”. Com’è più bui della Fiat”. Il 22 giugno voratori di Pomigliano. Avete ma dal vertice a Pomigliano, grazie al nuovo contratto buono lei”, direbbe Fantozzi. Un solo prossimo si voterà in questo cli- sbagliato tutto”. Maurizio Ma- imposto da Sergio Marchionne, con la dettaglio manca, nel radioso quadretto: ma, con la paura di perdere tut- scoli, il segretario regionale del- non arrivano nuova Panda e i nuovi turni inizia l’età la fabbrica dove gli operai lavorano, to, il lavoro e la prospettiva di la Fiom: “Il vostro sì è contrario della cuccagna. Che bello il disegnino curiosamente, non appare mai. In fondo uno sviluppo dell’azienda, e i di- ai principi fondamentali dello indicazioni della macchinetta che attraversa i colori ci staranno solo per 18 brevi turni a ritti fondamentali. A Pomiglia- statuto Cgil”. E quando Michele della notte (“Con il nuovo contratto la settimana, no? La dolce vita... Luca Telese no si torna indietro. “Finisce la Libertini, della segreteria regio- di voto
  • 12. Giovedì 17 giugno 2010 I IL FUTURO DI POMIGLIANO l 9 luglio i lavoratori di Telecom Italia condanna l’azienda a un ruolo marginale in riconversione di alcune professionalità, non la Anche i lavoratori incroceranno le braccia per otto ore. Italia e nel mondo”. I sindacati invitano loro uscita dall’azienda”. Secondo Fabrizio Ad annunciare lo sciopero è un Telecom a mettere da parte ogni ipotesi di Solari, segretario confederale della Cgil, si comunicato delle tre sigle sindacali delle ricorso a ipotesi di riduzione del personale o tratta di una “decisione importante” e di Telecom in rivolta contro telecomunicazioni unite: Slc-Cgil, Fistel-Cisl e di messa in mobilità, considerando gli utili un’“iniziativa condivisibile”: “Un’azienda Uilcom-Uil. La protesta riguarda il piano dell’azienda: “Non si possono avere più di 1,5 redditiva come Telecom non può presentare industriale di Telecom, che secondo i sindacati miliardi di utili e ricorrere agli ammortizzatori un piano di esuberi che, in due anni, riguarda il piano industriale “riduce gli investimenti e l’occupazione e sociali. Serve un piano di rilancio e 13 mila lavoratori”. “L’accordo passerà ma gli operai hanno memoria lunga e reagiranno” PARLA MAURIZIO ZIPPONI, RESPONSABILE LAVORO IDV di Stefano Feltri mia carriera ed è sempre capi- straordinari. Non puoi sciope- no davanti, almeno uno ogni difesa del diritto di sciopero. In tato che quando si arriva a que- rare per rimettere in discussio- minuto. Devi fare sempre la Germania a Mercedes, Bmw, i stupisco che Mar- sti punti ci fosse un governo ne un accordo che, adesso, su- stessa operazione. I danni mag- Audi ecc. un metalmeccanico M chionne non si renda conto che la conse- guenza di tutto questo saranno piazzali pieni di auto incomplete”, dice al Fatto Mau- che chiamava le parti e diceva: non uscite dalla stanza finché non trovate l'accordo. Sacconi è un disastro, ha causato danni anche alla Fiat, dando il segna- bisci da una posizione di debo- lezza. Non viene colpito il sin- dacato, ma il lavoratore. Addi- rittura paventando il rischio del licenziamento. Questo giori sono per i polsi. E ci sono anche problemi alla schiena. I lavoratori dovrebbero avere 40 minuti di pausa, ma viene ri- dotta a 30 nonostante l'aumen- che costruisce auto percepisce 3.300 euro al mese netti e il ve- nerdì sera ha finito di lavorare, vendono auto con un alto mar- gine di profitto e fanno utili an- rizio Zipponi, ex sindacalista e le che la competitività si fa sui cambia il diritto costituzionale to del carico. Se iniziavi il tur- che perché gli operai sono sod- responsabile Lavoro dell'Italia diritti dei lavoratori. del lavoratore di sentirsi parte no alle sei di mattina, avevi la disfatti. Mi stupisce che Mar- dei Valori, che prevede la rivol- Sembra di capire che la Fiat di un'unica Repubblica. E il sin- mensa tra le 11 e le 11.30. chionne non capisca che scari- ta degli operai di Pomigliano vuole evitare che ci siano dacato non ha titolo per firma- Adesso devi aspettare le 13.30. care tutto sui lavoratori signifi- una volta che, firmato l'accor- scioperi quando viene ri- re deroghe a quello che preve- E se l'azienda ti ordina lo ca alienarseli. E gli operai han- do, saranno arrivati i 700 milio- chiesto lo straordinario se- de la Costituzione. straordinario, lo devi fare an- no memoria lunga. Adesso pie- ni di investimenti. condo le norme fissate nel- Quando cambieranno le che in quella mezz'ora. gano la testa, ma il tempo farà Zipponi, a differenza del Pd, l'accordo. condizioni di lavoro degli C'era un modo di aumenta- capire quanto è grande l'errore Qui a fianco gli operai di Pomigliano voi dell'Idv avete assunto Il problema non sono solo gli operai di Pomigliano se l'in- re la produttività, così da al- della Fiat. in attesa del referendum del 22 (FOTO una posizione intransigente tesa con la Fiat passerà il re- zare la produzione a 280 mi- Quindi lei pensa che adesso ANSA) Maurizio Zipponi, responsabile sulla vicenda di Pomigliano, ferendum? la auto, senza pesare troppo l'accordo passa e poi, nono- lavoro Italia dei Valori (FOTO LAPRESSE) parlando di “ricatto” e di Gli effetti C'è una campagna che dipinge sulle condizioni di lavoro? stante le sanzioni previste, operai “trasformati in schia- dell’ultimatum i lavoratori di questa fabbrica La prima via è l'aumento dei ci saranno comunque prote- vi”. Come mai avete deciso come lazzaroni assenteisti. Ma turni a 18 e su questo c'era an- ste? per questa linea? Perché abbiamo letto riga per riga il testo dell'accordo: si in- tacca il diritto di sciopero e si impedisce, anche per il futuro, “ Queste parole rimarranno è la stessa Fiat a dire che l'as- senteismo a Pomigliano è in media quello del resto d'Italia, ci sono state due anomalie, in occasione delle elezioni politi- che l'accordo della Fiom. In Ita- lia non è mai successo neanche a Melfi che si lavorasse fino alla domenica mattina, al massimo si terminava il sabato notte. Gli operai mangeranno la mi- nestra, ma siccome è acida, una volta fatti gli investimenti, reagiranno. E non c'è bisogno di scioperare, rischiando il li- di discutere sulle pause o sullo attaccate alla che. Si intervenga su quella Questa battaglia, sui diritti e cenziamento. Basta fare resi- straordinario. Tremonti e Ber- anomalia. Invece la Fiat decide sulle condizioni di lavoro, va- stenza passiva: se il capo non ti lusconi passeranno, ma queste carne delle a sua discrezione se ci sono si- le 700 milioni di euro e il ri- dice di muoverti, tu stai fermo, parole rimarranno attaccate al- tuazioni anomale e in quel caso schio di chiudere la fabbrica, se la procedura prevede che la carne delle persone per i persone si rifiuta di pagare i primi tre come minaccia Marchion- devi mettere il bullone in un prossimi 35-40 anni. giorni di malattia che sono a ne? certo modo, lo fai, anche se sai E il governo che ruolo ha per i prossimi carico dell'azienda. È sbagliato mettere in contrap- che è sbagliato. Il risultato sa- svolto in questa trattativa? E sulla catena di montaggio? posizione i 700 milioni di inve- ranno piazzali pieni di macchi- Ho fatto tante vertenze nella decenni I pezzi in movimento ti passa- stimenti e la produttività con la ne incomplete. CATENA DI MONTAGGIO ” LA CURA MARCHIONNE CHE HA GIÀ CAMBIATO LA “PECORA NERA” DEL GRUPPO FIAT zione aziendale è drammatica: il 94 “Vecchia” Pomigliano”. tazione quasi forzata del cambia- scienza del futuro che ci aspettava. per cento della produzione ha biso- Ma la realtà è molto diversa dalle mento”. Per convincere gli operai al O si cambiava diventando una fab- gno di revisione, “in alcuni reparti campagne pubblicitarie. La forma- nuovo corso la Fiat proiettò anche la brica disciplinata e competitiva, per ogni addetto che lavora ce ne so- zione avveniva nei reparti, “nel mez- scena del film di Alan Taylor, “I nuovi quindi si “sopravviveva”, oppure il fu- no due che controllano la qualità”, “il zo di un enorme cantiere tra rumori, vestiti dell’imperatore”, “in cui Na- turo della fabbrica sarebbe stato 60 per cento dei clienti dichiara di polveri e fumi”. E con troppi vigilan- poleone Bonaparte pronuncia la fra- compromesso”. Ieri come oggi: o gli non voler più ricomprare un’Alfa”. Il tes presenti. “Molti venivano da altri se d’effetto “si vive o si muore”, in operai accettano l’accordo-ricatto, livello della produttività è bassissimo, stabilimenti. Scoprii che facevano occasione della preparazione di un la cancellazione dei loro diritti e l’au- i vertici dell’azienda dichiarano che parte dello staff di formazione e che complotto per riprendersi il trono di mento dei ritmi produttivi, oppure la “ci sono troppi operai con ridotte ca- quindi sarebbero rimasti in aula con Parigi. Serviva per farci prendere co- Fiat vola in Polonia. pacità lavorative che non lavorano noi. Vigilantes-formatori, o meglio, perché incollocabili”. I dirigenti calati informatori armati di penna e car- da Torino, poi, rimangono allibiti tellino per prendere nota di tutto quando vedono operai fumare du- quello che veniva detto o fatto dai OGGI IL VERTICE UE rante il lavoro, altri preparare il caffè lavoratori-alunni durante la forma- nei reparti con i fornelletti elettrici. E così, scrive Dinarelli, nel 2008 la Fiat zione”. E’ il toyotismo secondo la Fiat, con i capi che assumono un ruo- E adesso forse avvia “corsi di formazione e riedu- cazione per 5 mila lavoratori”. “Ri- cordo ancora quel giorno, ero di se- lo centrale. “La Nuova Pomigliano – si legge nell’analisi di Dinarelli - pre- vede che il lavoratore contestato, per crolla la Spagna di Enrico Fierro inviato a Pomigliano d’Arco (Napoli) ta. Solo così sarebbe nata la “Nuova Pomigliano”. condo turno. Già arrivando in auto, da lontano potevo percepire la gran- dezza di questa trasformazione leg- un’operazione o un comportamento sbagliato, deve risponderne solo ed esclusivamente al suo capo. Il capo M entre in Italia si continua a negoziare sui tagli della manovra e su chi pa- gherà il costo del risanamento, forse la Spagna “Nel giugno 2007 la Fiat Auto pre- gendo su di una gigantografia, siste- svolge il difficile e combattuto ruolo è vicina al crollo. Oggi al vertice del Consiglio europeo si parlerà delle nuove regole e vincoli G iuseppe operaio della la conosce dieci un Dinarelli, 32 anni, è da migliano. La sua fabbrica Fiat di Po- senta un piano “straordinario” per il “recupero” del sito produttivo”. 110 milioni di investimento. Per due mesi mata sulla facciata del grattacielo della Fiat, la scritta: “Nuova Pomi- gliano” che accoglie i lavoratori della di accusatore e giudice… Il dato og- gettivo che la microconflittualità sia decisamente diminuita dopo il nuovo sul debito pubblico, ma si cercherà di capire anche se è necessario preparare un piano di palmo a palmo, l’ha osservata, stu- si ferma la produzione, gli operai do- assetto lascia spazio al dubbio che salvataggio per la Spagna come è stato fatto per diata, ha analizzato gli errori delle varie direzioni aziendali, ha descrit- vranno fare corsi di formazione. L’obiettivo ambizioso è quello di “ri- Nella tesi forse la Fiat sia riuscita nell’intento nascosto di infondere nei lavoratori la Grecia. Prima che sia troppo tardi. Continua- no a filtrare indiscrezioni di un intervento da to in modo impietoso i “vizi” e i limiti dei suoi compagni di lavoro. Giusep- lanciare una fabbrica che nella clas- sifica degli stabilimenti del gruppo si di laurea un timore reverenziale”. Per convin- cere gli operai a lasciarsi il passato 200-250 miliardi da parte di Ue e Fondo mone- tario internazionale (il direttore del Fmi, pe si è laureato in Scienze politiche con una tesi che già nel titolo dice posizionava all’ultimo posto per la qualità del prodotto e del processo, e dell’operaio alle spalle, altrimenti Fiat avrebbe mollato Pomigliano, “vennero mo- Dominque Strauss-Kahn è in arrivo a Ma- drid), prima sulla stampa tedesca e ora su tutto: “Metamorfosi di una fabbrica al primo posto nella classifica della strate una serie “mor tificante” di fo- quella spagnola. Il governo continua a in bilico, sul filo rosso che unisce pas- conflittualità, con 146 scioperi solo Giuseppe to, esposte anche all’interno della smentire, ma le prospettive dell’economia sato e presente”. Dall’Alfa Sud alla nel 2007, e dell’assenteismo, con fabbrica, che la rappresentavano co- sono pessime: disoccupazione al 20 per Fiat di Marchionne, il miracolo a Po- inaccettabili picchi in concomitanza l’evoluzione me una “pecora nera” tra tante can- cento, bassa crescita nei prossimi anni, e migliano doveva chiamarsi Wcm, di partite di calcio e durante i periodi dide pecorelle che invece rappresen- finanze pubbliche in rapido disfacimento. World Class Manufacturing. Innova- elettorali, 32 per cento”. La relazio- del lavoro nello tavano tutti gli altri stabilimenti del Come l’Italia, ma un po’ peggio. zione, lotta agli sprechi e coinvolgi- ne sulla situazione dello stabilimen- Gruppo”. L’effetto che questa poli- mento dei lavoratori, questa la ricet- to campano presentata dalla dire- stabilimento tica ebbe sui lavoratori “fu l’accet-
  • 13. pagina 14 Giovedì 17 giugno 2010 DAL MONDO N “TIMES” E “GUARDIAN”, SFIDA SUL WEB PALESTINA Ue: missione sul mare di Gaza DEI FOGLI DI SUA MAESTÀ L’ Unione europea sta riflettendo sulla possibilità di inviare una missione Murdoch “tassa” il sito thetimes.uk. I concorrenti: sbagliato militare marittima al largo di Gaza per contribuire alla sorveglianza del transito delle merci aumentate in modo considere- rispondenti e inviati in tutto il verso il territorio vole. Dobbiamo imparare da mondo, sono ambiti che richie- palestinese, nel quest’esempio, non contrastar- dono un impegno non saltuario quadro di un lo. Dobbiamo far crescere il e professionale, e non sempre i allentamento del mercato pubblicitario attiran- blogger possono garantirlo. Tut- blocco israeliano do investimenti sui nostri siti. tavia non metterei in contrasto ritenuto possibile a È fuori dubbio che il giorna- giornalisti e blogger. Trovo che si breve. Lo ha indicato lismo è cambiato moltissi- debba lavorare insieme, loro l’alto rappresentante mo da quando esiste Inter- con la libertà permessa dallo della politica estera net. strumento che usano, noi con della Ue, Catherine È vero, i cambiamenti degli ul- la nostra esperienza e professio- Ashton, parlando al timi 15 anni sono stati impres- nalità. parlamento a sionanti, e la carta da sola non Dopo tutto i giornali soprav- Strasburgo. basta più. Dobbiamo avere uno viveranno, lei è ottimista? sguardo rivolto alle nuove tec- Lo sono. Stiamo vivendo una ri- nologie ed essere il più aperti voluzione che è soltanto agli ini- possibile. Vorrei fare solo un zi. Dobbiamo ancora trovare la esempio, per dimostrare quan- nostra dimensione, all’interno to si debba essere flessibili al ri- di questo cambiamento epoca- guardo: nel momento in cui riu- le. Ma ripeto, bisogna sfruttar- sciamo a creare contenuti spe- lo, non averne paura. La sfida cifici, come potrebbe essere più grande sarà quella di utiliz- Nel riquadro il direttore del Guardian, Alan Rusbridger (FOTO LAPRESSE) un’applicazione espressamen- zare la tecnologia per un pub- te destinata all’iPad, sarei d’ac- blico nuovo. Oggi 2 milioni di di Andrea Valdambrini sull’approccio fondamentale al possa funzionare. Ho parteci- cordo nel proporli a pagamen- persone si collegano quotidia- Londra mercato delle news online che pato a un programma della Bbc to. namente al sito del Guardian. USA non siamo d’accordo con la con il direttore del Sunday Times, Sull’onda della rivoluzione Vuol dire 10 volte di più dei no- iccola rivoluzione nel mossa di News Corporation. in cui si è parlato dei termini tecnologica che sta investen- stri lettori su carta. Come si fa a Dna per salvare P mondo dei media. Il sito del Times, storica testata edita da News Corpora- tion, che fa capo a Murdoch, è da ieri a pagamento. Abbiamo Principalmente perché non c’è nessun segnale di come possa funzionare un passaggio ai con- tenuti a pagamento per il sito di quotidiani “generalisti”, come commerciali del passaggio. Da un lato lui ha prospettato grandi guadagni sotto il profilo mone- tario. Ma io dico: cosa conta un guadagno se si perde - stando al- do il mondo dell’informazio- ne, qualcuno ha cominciato ad immaginare un mondo di blogger, non più giornalisti professionisti. Così l’intero perdere una ricchezza del gene- re? La mia impressione è che dalla Rete abbiamo ancora mol- tissimo da imparare. U detenuto da forca n giudice del Texas ha autorizzato, dopo una lunga battaglia raggiunto il direttore del Guar- sono il Times o il Guardian. la stima approssimativa che si è flusso informativo sarebbe legale, un test Dna che dian – quotidiano di riferimento della sinistra britannica – Alan Eppure il punto chiave per Murdoch è questo: i lettori fatta - il 97% del pubblico che normalmente accede al sito? privo di costi per il lettore. Una chance o un rischio? Il direttore potrebbe dimostrare l’innocenza di un Rusbridger, per parlare del fu- turo dell’informazione. Ru- devono rendersi conto del fatto che il giornalismo ha Chiaro, ma se invece far pa- gare l’accesso alle news onli- Entrambe le cose. Da un lato so- no convinto che alcuni blogger del giornale condannato a morte. Per Claude Jones la decisione sbridger esclude che il sito Web del suo giornale possa seguire dei costi. Cosa c’è di sbaglia- to? ne dovesse funzionare, che succede? facciano un lavoro fantastico. Ma nonostante il loro ruolo pre- progressista: è in ogni caso tardiva: l’uomo è già stato messo l’esempio del Times, preferen- Nulla di sbagliato, concordo in Che funzioni o no, una cosa è zioso, l’informazione non si a morte dieci anni fa do indicare il Web come “uno questo con Murdoch. Ma atten- certa: dobbiamo lavorare sodo esaurisce lì. Noi giornalisti dob- “Abbiamo nonostante i dubbi spazio libero e aperto, le cui po- zione, non bisogna mai dimen- per recuperare quello che i biamo fare quello che altri non esistenti sulla sua tenzialità devono essere ancora ticare che siamo in un mondo giornali hanno perso in termini possono fare, e in questo modo ancora molto colpevolezza. Jones era pienamente scoperte”. dove le informazioni fluiscono di entrate. Penso ad esempio garantire la specificità del no- stato condannato alla Cosa pensa della decisione liberamente sul Web, motivo che Google abbia fatto un lavoro stro. Il tempo e la pazienza ne- da imparare pena capitale con del Times? per cui non credo che il tenta- eccellente, motivo per cui le cessari per un’inchiesta, oppu- l’accusa di avere ucciso a Al momento siamo scettici. È tivo di far pagare i contenuti sue quote pubblicitarie sono re la presenza costante di cor- da Internet” colpi di arma da fuoco nel 1989 il proprietario di un negozio di liquori MINISTRI E SUPERSTIPENDI durante una rapina. Intanto è stato giustiziato IN FRANCIA SCOPPIA LO SCANDALO “CASTA” in Texas David Lee Powell all’età di 59 anni dopo ben 32 anni di carcere: non è il caso di di Gianni Marsilli spesa pubblica. Ecco allora che nale satirico sempre ricco di no- una delle torri del XIII arron- detenzione più lunga tra Parigi casca male, per l’opinione pub- tizie. Ha pescato la più fervente dissement, in un ambiente as- le pene capitali eseguite blica, apprendere che i ministri cattolica di Francia, Christine sai popolare. Non diceva il fal- negli Stati Uniti. Più di Powell ha dovuto Csonoreputano stretta,vedereche si hiamati a tirar la cinghia, già molto attenti a i france- da cumulano allegramente il loro stipendio con pensioni già ma- turate, e che l’apparato statale Boutin, già ministro e oggi pre- sidente della Democrazia cristia- na (paragonabile in Italia a pre- so, nel bilocale ogni tanto ci passa. Ma fruisce, come ogni ministro che si rispetti, anche aspettare che arrivasse il boia Jack Alderman, che pulpito viene la predica. pullula di incarichi, consulenze, siedere una bocciofila parroc- di un appartamento di servi- messo a morte all’età di Hanno ascoltato con diffidenza missioni prive di regole e traspa- chiale), in flagranza di privile- zio, e fin qui niente di male. La 57 anni dopo aver gli impegni assunti da primo mi- renza. Lo scandalo comincia sul gio. Alla sussiegosa moralista ar- cosa antipatica è che di trascorso 33 anni in una nistro e presidente per ridurre la solito Canard Enchainé, settima- rivavano in tasca ogni mese: quell’appartamento fruisce Christine Boutin (FOTO ANSA) prigione della Georgia. 2.000 euro in qualità di consi- anche la sua numerosa fami- gliere dipartimentale, 6.000 eu- glia, e visto che lo status mini- lo affidato a Christine Boutin. KIRGHIZISTAN ro di pensione in quanto ex par- steriale concede anche i dome- Alcuni di questi vengono svolti SPIGOLI di Giampiero Gramaglia lamentare, 9.500 euro come re- stici, ecco che l’affaire diventa a titolo totalmente gratuito. L’Onu in campo tribuzione ad personam per un ghiotto per un’opinione pub- L’ex primo ministro socialista per la pace Sul cruciverba nebuloso incarico affidatole da blica armata di periscopio. Michel Rocard, per esempio, è c’è anche Mr B. Sarkozy sulle conseguenze so- ciali della globalizzazione. Es- sendo chiaro che quei 9.500 eu- Tanto più che, a quanto pare, fratelli e sorelle di Fadela erano piuttosto esigenti sulla qualità stato nominato da Sarkozy “ambasciatore itinerante per i negoziati sui poli artico e antar- L e Nazioni Unite, l’Unione europea e l’Organizzazione per la ro altro non sono che un grazio- delle vivande servite. tico”, ed è felice di percepire a cooperazione e la “E x cantante da crociera, sposato due volte, che nonostante l’età avanzata si atteggia a uomo che piace alle donne”: 10 let- so indennizzo (con soldi pubbli- ci) per la sua fuoriuscita dal go- verno, la buona Boutin ha fatto A questo punto è stato inevita- bile fare un po’ di conti in tasca al mondo della politica. Ne è malapena i rimborsi per le spe- se che sostiene. Stesso discorso per Jack Lang o sicurezza in Europa (Osce) hanno diffuso una dichiarazione congiunta tere, verticali e orizzontali. L’avete trovato? E’ marcia indietro, dichiarando in scaturito che il problema sono Hubert Védrine, competenze in cui assicurano il loro “Berlusconi”, sì, proprio lui, Mr B, secondo una tv di rinunciare a tanta grazia, in i cumuli. Un ministro porta a provenienti dall’opposizione sostegno agli sforzi del raccolta di definizioni da cruciverba (di cose o di segno di sensibilità “verso i fran- casa circa 14 mila euro al mese ma della quali Sarkò ritiene di governo kirghizo per persone) di “The Guardian”, quotidiano con cesi che hanno piccoli salari”. (la metà di un parlamentare eu- non poter fare a meno. Rimane ripristinare la calma nel ‘sense of humour’ britannico. La lista si vuole A noi italiani paiono peccatuc- ropeo italiano), ai quali può ag- una zona grigia, che ai francesi sud del Paese e hanno tutta buffa, la formuletta del premier sarà pure ci da un Padrenostro e tre Ave- giungere i 4/6 mila euro di pen- pare eccessiva, e che il gover- definitito, a livello dei spiritosa, ma è tristanzuola, mentre quest’altra maria, ma qui si è aperto un sione da ex parlamentare, l’ap- no ha promesso di risanare e loro rappresentanti che vi proponiamo è decisamente banale: “Il gran dibattito. Ad uscirne con partamento e qualche altra rendere trasparente quanto speciali nel Paese centro grande genio toscano”, otto lettere - Fanfani le ossa rotte è stata un’altra si- piccola prebenda di Stato. La prima. Oltremanica David Ca- asiatico, un piano ne ha sette, Bartali pure, può essere solo gnora della politica, quella Fa- festicciola è finita, ha assicura- meron rinuncia alla Jaguar, a di azione straordinario Leonardo (da Vinci) -. L’antologia del “Guar- dela Amara che Sarkozy, ruban- to il ministro delle Finanze Eric Parigi i ministri rinunceranno con “misure e ambiti dian” è ripresa , sul “New York Times”, dalla dola alla gauche, ha nominato Woerth, nulla sarà più cumula- agli ori e agli stucchi degli ap- specifici” in cui le tre rubrica di Ben Schott, che esplora ogni gior- ministro per le banlieue, eri- bile con l’incarico di ministro. partamenti di rappresentanza, organizzazioni possano no siti vecchi e nuovi e ne trae il suo Voca- gendola a simbolo di un’inte- E quanto agli “incarichi” e le a Berlino frau Merkel già fa la sostenere l’impegno, bulinks. Alla voce ‘leader dell’Italia del XXI grazione riuscita. Ebbene, Fa- “consulenze”, lo stesso pre- spesa di persona al supermer- per evitare una ulteriore Secolo’, cerca sotto “cantante confidenziale dela Amara, nubile e senza pro- mier Fillon si è impegnato a va- cato. Così vanno le cose in tem- escalation del conflitto e attempato, dongiovanni da strapazzo”. le, aveva sempre raccontato di rare “una dottrina uniforme”. pi di crisi. Moralismi populisti? facilitare la vivere tutt’ora nel suo mode- Stiamo parlando di una trenti- Forse, ma il decoro nazionale è riconciliazione e sto ma dignitoso bilocale in na di incarichi del tipo di quel- salvo. la ricostruzione.
  • 14. Giovedì 17 giugno 2010 pagina 15 MONDIALI E LE STELLE STANNO A GUARDARE Spagna ko: da Ronaldo a Kaká, delusioni in serie Un’immagine dell’inattesa festa dei tifosi svizzeri, sotto una foto di di Pierluigi Pardo (*) Mondiale poche, anche se lo un alleato. La Federazione ha ot- Federico Marchetti, dopo l’infortunio Un calcio a parte staff medico farà di tutto: “Ab- tenuto dalla Fifa l’autorizzazio- di Buffon, la maglia è sua (FOTO ANSA) L e parole del professor Ca- stellacci arrivano nel pri- mo pomeriggio e confer- mano i peggiori sospetti: Gigi Buffon soffre di ernia del di- biamo deciso che Buffon rimar- rà con noi. Ci sono ancora dei margini, pur piccoli, e vogliamo approfittarne”. Non ci sono da- te prestabilite, e il freddo del Su- ne a usare il cortisone ma diffi- cilmente basterà. Il Mondiale ri- schia di perdere un’altra stella, confermando una tendenza fin qui abbastanza chiara. Wayne mal ma importanti. Maradona e il suo sigaro hanno controllato sempre la gara. Per il Brasile Alla fine forse sco. Possibilità di recupero nel dafrica sembra tutto meno che Rooney in conferenza stampa lo ha detto apertamente: “Finora questo Mondiale è stato poco eccitante”. Ha ragione. Contro sembra solo un problema di pre- parazione, impostata per essere in forma più avanti, quando an- che Kaká avrà recuperato dalla rideremo CIOCCOLATA dolce la Svizzera ride, Cile ok gli Stati Uniti ha combattuto, provando senza successo a tro- vare un gol che manca dal 30 marzo. Wazza è in buona com- pagnia. Le stelle non hanno an- pubalgia. Quello che Rooney ancora non poteva sapere, du- rante la conferenza stampa di tarda mattinata, è che questo mercoledì sarebbe passato alla anche noi di Luca De Carolis cora segnato nemmeno un gol. storia per la sconfitta della Spa- di Oliviero Beha Messi, Cristiano Ronaldo, gna. Dopo la sconfitta dello Drogba, Torres, Kaká e lo stes- S orpresa: lasono cadutilaper 1 aIericontro laottavi.campioni d’Europa Spagna è nei guai. 0 pomeriggio i tendo a rischio persino qualificazione agli Svizzera, met- Colpa, o so Rooney sono ancora a zero. Fin qui è il Mondiale dei gregari, scorso anno a Bloemfontein con gli Stati Uniti che costò la Confederations I n cauda partita deldi talenti autentica sorpresa è arrivata con- l’ultima venenum, la prima pa, ricca primo turno: la Spagna campione d’Euro e di favori del pronostico, perde merito, del gol di Gelson Fernandes, che al 54’ ha segnato della classe operaia. Solo la Ger- Cup dopo 35 risul- subito con la Svizzera supposta (a torto) tapina. In- una rete da Mai dire Gol: Casillas respinge in uscita addosso a mania ha brillato, mostrando tati utili consecuti- tendiamoci, di gioco i vari Xavi ne hanno fatto, sono un compagno, Pique, che cade e fa da assist man per Fer- una condizione esaltante, ma at- vi, il Mondiale inizia andati vicini al pari, hanno preso (ma anche subito) nandes. Una nemesi, per una Spagna presuntuosa. Nel pri- tenzione a non sopravvalutare in salita. Torres non un palo, quindi è stata tutt’altro genere di partita in mo tempo si sono visti tanti tocchetti e occasioni fallite per l’Australia, senza Viduka e il è ancora al meglio e confronto al debutto italiano: partita aperta, sfioc- sufficienza. Ci ha messo del suo il Ct Del Bosque, partendo maestro Hiddink. Per l’Inghil- ha giocato solo l’ul- chettata, quanto quella contro il Paraguay era stato con un 4-5-1 che ha costretto Torres in panchina e ingolfato terra c’è stata la disgrazia di tima mezzora e an- match confezionato, senza occasioni. Ma a stringere, il centrocampo. Nella mezz’ora finale, quando l’attaccante è Green, che ha compromesso che la difesa è sem- la Spagna ha perduto, anche se presumo recupererà. entrato per un più logico 4-4-2, la manovra è migliorata. Ma una gara che sembrava in disce- brata incerta. I gior- E il Brasile non aveva esattamente sfarfalleggiato con- gli errori e la malasorte (traversa per Alonso) hanno vani- sa. L’Italia è ancora un cantiere nali spagnoli parla- tro la Corea del Nord (che ha un buon centravanti, ficato tutto. Dall’altra parte c’era una Svizzera così sfrontata aperto e in molti si aspettavano no già di presunzio- con i fondamentali giusti), e per sfangarla aveva do- da prendere il palo. Ora gli spagnoli dovranno rincorrere addirittura di peggio, i problemi ne e tirano fuori la vuto ricorrere a un gioiello balistico alla Mortensen, due squadre, perché qualche ora prima il Cile aveva battuto francesi invece sembrano strut- vecchia storia di sia pure con effetto di esterno invece che d’interno – per 1 a 0 l’ Honduras con gol di Beausejour, servito da Isla. Il turali, quelli portoghesi sono una squadra estetica ma che si come tutti ricorderete –, il gol più bello almeno finora di questi minimo sindacale, per liquidare un avversario fragilissimo. stati enfatizzati dall’ordine tatti- squaglia nelle grandi occasioni. Mondiali partiti qualitativamente in sordina. Sono per ora Mon- co della Costa d’Avorio. Meglio Contro Honduras e Cile sapre- diali sudafricani il cui articolo 1 della Costituzione recita testual- le sudamericane. Vittorie mini- mo la verità. (*Sky Sport) mente: “La Repubblica pallonara arcobaleno è fondata sulla vu- vuzela” e l’art. 3 “La vuvuzela è uguale per tutti”. Non sono esen- tate le alte cariche dello Stato, né c’è legittimo impedimento che TRA LE PIEGHE DELLA STORIA tenga. Il rischio è piuttosto che queste fantastiche perché tre- mende e tremende perché fantastiche trombette vengano “co- piate” dai cinesi per i Mondiali 2014, in Brasile. Vedremo. COREA DEL NORD, URLA DAL SILENZIO Ad oggi possiamo rievocare Andreotti: “Se mi guardo allo spec- chio dubito, ma se mi paragono esulto”, o qualcosa del genere. Voglio dire che con tutti i suoi limiti, un Buffon erniario perso per di Maurizio Chierici non riuscendo a capire. La grotta raccoglie spalle. Perché chi si compromette viene so- strada, la necessità di cambiare e di avere meno paura, la squadra i regali ricevuti da Kim II Sung da ambascia- spettato di tradimento dalla rete delle spie di Lippi se si guarda intorno non vede fenomeni, almeno al de- I lcasofantasista deiarrivato tardi e nonJierala Nam, gol al Brasile è di fare festa anche perché Hu coreani in campo, ha il tori e “amici stranieri”. Paccottiglia da mer- catino delle pulci, ma gli ospiti vengono ac- compagnati a visitare gli oggetti che testi- che tagliano la società e dividono le fami- glie. Società giù segmentata in 51 categorie raccolte in tre classi: puri, tiepidi, ostili. E le butto. Segnalerei l’Argentina di Messi specie perché con Milito dall’inizio sarà altra musica e Maradona tanto fesso o autolesio- nista non è, la giovinezza della Germania da rivedere però sotto testa sulle spalle e prima di partire qualcu- moniano l’amore del mondo per il loro lea- vite sfumano in modo diverso. Si vive, si ve- stress, comunque e ovviamente il Brasile: e infine una squadra no gli ha ricordato qualcosa: come è finito der massimo: autografo di Madeleine Albri- ste, si mangia secondo il gradimento del re- che per ora gioca sotto ritmo ma segna e vince quasi in folle, Mvong Rae Hvon che nel 1966 guidava la ght, soprammobili, pensierini gentili di gime. Non è solo proibito parlare con gli l’Olanda, tra le mie candidate alla finale. Il resto è quella cosa da formazione che eliminò l’Italia. Giocavano strane corporazioni, club juché del Mozam- estranei; è il vuoto della conoscenza a crea- orari prandiali o appena post-prandiali che sapete. Molte squa- nell’Inghilterra che Beatles e minigonne bico, no global di Madrid e le mille luci di re imbarazzi surreali: mezzo secolo di iso- dre corrono oggi ma non è detto lo facciano domani (vedi le due stavano sgelando e i vincitori coreani ce- New York nella cornice dorata degli “amici lamento ha rubato idee e parole. Non sanno Coree), altre come l’Inghilterra e la stessa Italia sono per motivi lebrarono il trionfo secondo gli schemi di Harem”, Torri gemelle in primo piano. come comportarsi con i figli degenerati di diversi ancora in fieri, in mezzo a un guado che potrebbero at- standard del capitalismo depravato. Insom- Povere torri, sospira Morellini. “Povere per- una società come la nostra. Nelle campa- traversare in avanti o all’indietro. Di certo questa situazione com- ma, whisky e ragazze. Perdono la partita do- ché?” vuol sapere la signora, unica autoriz- gne si scoprono fantasmi piegati sulla terra plessiva da “cantiere” tecnico-tattico-atletico potrebbe contri- po e Kim Sung II impazzisce. Spariscono. zata a rispondere alle domande dell’ospite. gelata come le anime morte di Gogol. Badili buire a svelenire le vigilie azzurre, anche se edulcorare le pillole Nel 1978 un profugo sfuggito al gulag rac- Il ragazzo italiano spiega e la signora perde e zappe primitive. Raccolgono arbusti sec- della critica non ha mai fatto bene a nessuno. Anche gli altri non conta la disperazione del tecnico prigionie- la parola. I coreani non sono informati chi per scaldarsi. Il Nord è un nord gelato, ridono, e qualche sorriso in più non fa la differenza. Certo, o ro a vita. Eppure nessun coreano si è mai dell’attacco di Al Qaeda; non sanno niente eppure è permesso scaldarsi un’ora sola al Lippi si decide a infondere una mentalità vincente, oppure si chiesto, ma dov’è? Qualche anno fa a Geri di cosa succede fuori, non assaporano la vi- giorno. Senza gli aiuti umanitari del mondo penerà contro chiunque, qualunque sia il risultato finale. Sareb- Morellini, documentarista e autore di un li- ta normale come la intendiamo noi. Dal degenerato, aiuti che lo Stato incamera e be bene apprezzare le cose che non abbiamo e che invece sono bro finalista al premio Paola Biocca - Dossier mattino alla sera milioni di persone si muo- distribuisce come vuole, mezzo paese mo- state colte in altri. La personalità di Argentina e Brasile, la vivacità Corea, reportage dal paese più isolato del mondo vono come burattini programmati; mai un rirebbe di fame. Eppure la gente crede an- della Spagna, la Germania, la padronanza tattica della partita da - arriva a Pyongyang: prende nota con lo passo fuori posto. Ringraziano per le me- cora nel paradiso terrestre. Ogni sera la Tv parte dell’Olanda, che per certi versi è stata anche degli azzurri sbalordimento di un cronista che scopre la raviglie che ogni giorno dispensano i padri mostra i drammi del “mondo che non esi- contro il Paraguay ma mai fino in fondo, mai con un assedio per la fantastoria. Non riusciva ad immaginare sei della patria, Kim II Sung, che ha inventato il ste”: guerre, massacri, alluvioni, macchie paura di prendere gol. Che si prendono o si rischia di prendere milioni di persone avvolte dal niente. “11 paradiso, e Kim Jong II che lo ha ereditato. nere di petrolio. “Noi siamo la sola nazione comunque, temo. Più in generale la manifestazione conferma la settembre?” La signora che lo accompagna Non smettono il ritornello fino a quando pacifica della terra”. I servizi dei paesi at- sua natura ormai completamente televisiva, anche se le vuvu- nel Museo delle Meraviglie scavato nella non sciolgono le righe: scuola e lavoro li torno provano ad informare paracadutan- zelas resistono impavide ai tecnicismi di produzione. Ci viene roccia di una montagna, guarda l’ospite attendono. Ma le processioni degli anziani do radioline. Pericoloso raccoglierle e chi raccontato qualcosa ma non abbastanza su quello che accade in glorificanti continua- le ascolta non riesce più a sopportare l’im- Sudafrica ai margini dell’impero pallonaro, che certamente avrà no nei viali di una città broglio. Ma chi tocca la frontiera muore. regalato a qualcuno emozioni ma avrà anche contribuito a di- L’allenatore della spedizione inglese senza automobili. Tut- ti a piedi, in fila, come Nel paese gulag i campi di concentramento sembrano inutili, invece c’è sempre il di- videre ancora di più il centro dalla periferia, in tutte le accezioni. I racconti parlano di insicurezza palpabile, di steward che scio- del 1966 venne internato, echi formiche. Spaventati se lo straniero chiede sobbediente che non si arrende e che va messo a posto: 200 mila secondo i numeri perano allo stadio neanche si trattasse di Pomigliano, di polizia (anche con agenti arrivati dall’Italia) che a fatica riesce a star informazioni. Si allon- dei diritti umani violati. Chissà se i campio- dietro a un evento nato gioioso e diventato pletorico e di rap- dal paese dove nulla è permesso tanano girando le ni che hanno battuto l’Italia sono morti lì. presentanza. Ma rappresentanza di chi, nel Continente Nero?
  • 15. pagina 16 Giovedì 17 giugno 2010 SECONDOTEMPO SPETTACOLI,SPORT,IDEE in & out STREGA(TI) QUEL CHE RESTA Garcia In Sardegna Luca Toni “Sono Sensi Rosella: Caravaggio Gli scienziati: DEGLI AMICI con la Streep molto vicino De Rossi? i resti per il premio alla firma Simbolo ritrovati a Rodolfo con della Roma Porto Ercole Valentino il Genoa” come Totti sono i suoi DELLA DOMENICA Un semiattempato votante racconta i retroscena del Premio edizione 2010 tra invitati sudati, improbabili mise e troppe infradito ai piedi di The Publisher come Santoro Fossà, A llo Strega anche quest’anno non si parla di libri. Quelli stanno sul- lo sfondo e in fondo non interes- sano a nessuno. Non interessa- no perché i giochi li fanno i gran- di editori e il gruppone variega- to degli Amici della Domenica romani: dagli ultimi amici resi- duali di Maria Bellonci, ai nume- di la radio va in piazza di Paola Zanca T re qualità,vita, leader nella nonmattina. Se viautorevolela anni di fascia d'ascolto, chiuso dalla sera alla storia già sentita, tranquilli, sembra una è un'allucinazione. È prassi nella Rai diretta da Mauro Masi. A Nudo e Crudo, il programma di RadioUno di Giulia Fossà, è successo sei mesi fa. Precisamente il 31 dicembre del 2009. In quella puntata intervenne a sorpresa il segretario della Fnsi Fran- e rosi, e curiosi per provenienza co Siddi, a dire che “è ingiusto che si chiuda”. Lei, “a testa culturale, amici introdotti dalla Illustrazione di Doriano alta” come sempre, prima di sparire augurò agli ascoltatori mitica Anna Maria Rimoaldi; fi- un 2010 “sereno e impertinente”. E siccome la Fossà è una no ai nuovi quasi sempre giovani prima parte della farsa. Purtrop- donna di parola, ha deciso che il suo, di 2010, impertinente e quasi sempre “very politically po dalla scomparsa di Anna Ma- I FINALISTI lo sarà. La Rai non la vuole? E il suo spazio - come Santoro in correct” nominati dalla gestione ria Rimoaldi è sempre rimasto LA CINQUINA: ‘Acciaio’ (Rizzoli) di Silvia Raiperunanotte il 25 marzo - se lo riprende da sola. Que- dell’emerito professor De Mau- chiuso lo “stanzino dei morti”. È Avallone (62 voti); ‘Hanno tutti ragione’ di st'estate, insieme con Roberto Bellatalla, Sandro Satta e ro. Essendo quest’ultimo “cose questo lo stanzino, situato tra la Paolo Sorrentino (Feltrinelli) con 55 voti; Abdul porterà in teatro i racconti che non possono più buone dal mondo della lettera- sala dove si tiene la votazione e il ‘Canale Mussolini’ (Mondatori) di Antonio andare in onda. Lo spettacolo si chiama, appunto, Donna di tura italiana”, tutta la parte re- terrazzo, nel quale Anna Maria Pennacchio con 54 voti; ‘Sono comuni le cose Parola. I soldi per farlo ce li ha messi lei, insieme ai suoi stante dei 430 amici votanti del- custodiva gelosamente i voti de- degli amici’ (Ponte alle grazie) di Matteo collaboratori. Rientreranno – si augurano – con gli incassi. lo Strega si compone di: gli Amici della Domenica morti Nucci con 50 voti; ‘Accanto alla tigre’ di Non è per fare i conti in tasca, ma giusto per dare l'idea A) funzionari editoriali che or- durante l’anno e quelli di alcuni Lorenzo Pavolini (Fandango) con 45 voti. dell'aria che tira per chi vuole continuare a fare il suo mai non lavorano più per le case suoi amici e amiche che la stessa mestiere. Da sei mesi, Giulia Fossà aspetta che l'azienda editrici, in base alle quali erano distribuiva all’ultimo momento, batta un colpo. Invece, “sei mesi inconcludenti che se- stati nominati; avendo fatto un conto preciso al gnalano come nel settore pubblico sia ormai spartito il B) giornalisti e funzionari Rai; voto di tutti i candidati parteci- rispetto delle storie e delle professionalità”. Come si sente? C) professori universitari roma- panti al momento della prima centinaio; notato nel sovraffolla- tata la sempre più sparuta pattu- “Voi state seguendo i cento giorni dell'Isola dei cassin- ni quasi sconosciuti; votazione. mento un ex capo delle pagine glia degli over 80, che non mol- tegrati? Ecco, io sono al 180esimo”. D) amici della famiglia Alberti, Ricordo personalmente, in culturali di un importante quo- lano il loro posto sul terrazzo Nudo e Crudo si è spento sei mesi fa. Ma è ancora vivo e anch’essi sconosciuti ai più; un’edizione imprecisata del pre- tidiano nazionale lasciare la sce- con bersò di casa Bellonci. vegeto. Su Facebook c'è chi continua ad esprimere la sua E) un discreto serbatoio di voti mio, di averne ricevuti 6 un at- na borbottando: “Non c’è posto Il tema della serata, per quelli rabbia e la sua nostalgia. Ascoltatori in rivolta che “si sen- nella disponibilità di Anna Maria timo prima che iniziasse lo spo- neanche in piedi”; notate alcune che, imbucati e non, affrontano tono trattati come fessi”: “Ma è mai possibile che, in Italia, Rimoaldi glio delle schede. Fino a quattro delle mise più improbabili: dalla le tre ore di tormento sahariano, quando qualcosa funziona viene eliminata?”, si chiede Va- Tutto ciò ovviamente provocava anni fa inoltre gli Amici della Do- consueta eleganza della mitica e è grosso modo: non conto un lentina. “Noooo! Pupo no! Pupo no!”, aggiunge Gianluca negli anni scorsi il consueto menica votavano consegnando accaldatissima Inge Feltrinelli, cazzo, ma forse qualcuno mi ha disperato perché la nuova linea editoriale del direttore schema: entra primo nella cin- la scheda chiusa e quindi solo alla camicia hawaiana di Fulvio notato (imbucati); oppure con- Antonio Preziosi prevede che a quell'ora in onda ci vada il quina il candidato Ne- dal numero progressivo che Abbate, per non parlare della to qualcosa e per dimenticare cantante che a Sanremo duettava con Emanuele Filiberto di wton&Compton promosso da compare sulla scheda poteva spettacolosa serie di infradito ‘sta schifezza mi attacco alla bot- Savoia. “Già ci è rimasta solo la radio come media 'culturale' Avanzini; trattavasi normalmen- evincersi chi avesse votato. dei giovani talenti capitanati da tiglia… I primi sono normal- - conclude Gianluca – Se ci tolgono anche questa trasmis- te di candidato romano dal mo- Straordinariamente Anna Maria Ammaniti, che proprio di met- mente astemi o comunque per sione che ci resta di serio da parte del servizio pubbli- desto pedigree letterario, il cui Rimoaldi era in grado di stilare tersi un paio di mocassini non ne quella sera ostentano una forma co?”. ingresso provocava la sdegnata un elenco puntuale al voto non vogliono sapere; notata l’assen- smagliante. Dei secondi, la metà La Fossà porta in scena Nudo e Crudo proprio per “ricucire reazione di tutti gli altri Amici solo di chi avesse votato, ma an- za di Raffaello Avanzini, scon- trasuda vini di ogni tipo e coc- il dialogo interrotto” con i suoi ascoltatori e per togliere il della Domenica, che dovevano che per chi; evidentemente en- fitto per i motivi di cui sopra, e in ktail di modesta qualità (ogni an- bavaglio che hanno messo a lei e a tanti altri. L'appun- accogliere la chiamata alle armi travano in gioco le virtù divina- generale dell’editoria romana no sempre più modesta). La do- tamento è a Roma, al Fontanone al Gianicolo. di Anna Maria Rimoaldi contro torie dell’ottima Rimoaldi, o ma- che, dopo aver spopolato l’anno manda che tutti si fanno da quan- Ospiti, martedì 22 giugno lo scrittore Antonio Pascale, il 29 l’odiato candidato di Avanzi- gari le schede venivano aperte e scorso, quest’anno è stata ridot- do vota, è: ma per chi cavolo vo- Ennio Remondino e l'ex presidente della provincia del- ni-Newton&Compton, che ave- richiuse prima dello spoglio? ta a più miti consigli; notata la ta Rutelli? l'Aquila Stefania Pezzopane, il 6 luglio il giudice Francesco va i voti perché li aveva dati la Da votanti ormai semiattempati superpresenza di Procacci nel- E soprattutto: quanti dei dodici Cascini e la musica di Peppe Voltarelli. L'obiettivo è quello medesima Rimoaldi, nominan- del premio, ci piace descrivere la doppia veste di produttore ci- libri ricevuti avrà sfogliato alme- di cominciare un percorso che non finisca qui, ma possa do i personaggi di cui sopra nella le cose più da Guinness dei pri- nematografico ed editore (alcu- no nei risvolti? Ultima annota- cominciare a girare nei teatri. E coinvolgere anche tutti giuria degli amici. Quest’anno mati dell’edizione 2010 dello ni lo scambiano per Ligabue e gli zione/appello: Walter, visto quelli che, come la Fossà, si sono visti tappare la bocca. “In invece, per fare prima, Avanzi- Strega: un caldo maledetto, con chiedono un autografo), che è che tanto in politica non ti si fila giro c'è parecchio smarrimento, e rischia di diventare un ni-Newton&Compton sono sta- 600 ospiti (di cui almeno 400 presente proprio per essere riu- nessuno, perché non vieni an- riflesso naturale. Ma è proprio quello che dobbiamo com- ti esclusi preventivamente dal “imbucati”) in una casa che ne scito a rubare i voti del temutis- che tu a sudare con noi comuni battere. Sto cercando di dire 'eccoci, ci siamo'”. Serena, e premio, così risparmiandoci la può contenere al massimo un simo Avanzini di cui sopra; no- mortali? impertinente.
  • 16. Giovedì 17 giugno 2010 pagina 17 SECONDO TEMPO WEEKEND di Biondi, Feltri, Pagani, Pasetti, Pontiggia, Truzzi il disco di dente manuale di sopravvivenza IRAN, NON SOLO è MARC RIBOT Y LOS CUBANOS POLITICA POSTIZOS Omonimo 1998 - Atlantic Arsenio Rodriguez è considerato uno dei più grandi innovatori della musica cubana. A partire ¸Cinema Sepideh (Golshifteh Farahani, già te blu cobalto l’ha scritto e di- con DiCaprio in Nessuna verità) retto nel 2008, vincendo anche che per l’amico divorziato invita un bel premio, ma così off patria dalla metà degli anni Trenta del secolo scorso, la sua figura è di fondamentale Da vedere pure Elly, l’incantevole insegnan- (Houston Film Fest) che nessuno importanza per quanto èèè te della figlia. La convivenza fila se ne accorse. Oggi la Bolero lo riguarda la Commedia / Ita liscia e anche stupida, si gioca a porta in sala con coraggio e si modernizzazione Diciotto anni dopo pallavolo, si fa la spesa. Solo Elly spera “Fortuna”, visto che Cor- dell’intera musica caraibica Di Edoardo Leo. Con Edoardo rimane sulla spiaggia con i bam- rado ne è il one man show, piz- ballabile. Viene considerato Leo, Marco Bonini, Sabrina bini: lei ride, l’aquilone vola, un za-pony express casuale mentre il padre del Son montuno, Impacciatore piccolo affoga, e viene salvato per metabolizza l’amour fou per Re- rivoluzionò il formato della Diciotto anni dopo di Edoardo miracolo. Ma lei dov’è finita? Per gina Orioli che l’ha mollato. At- tipica orchestra conjunto Leo, con Edoardo Leo, Marco dirla all’inglese, What About Elly? torno a lui, e alla pizzeria Blu Co- introducendo la conga, il Bonini, Sabrina Impacciatore, di- La risposta è di Asghar Farhadi, balto del gestore-filosofo Haber, piano e la tromba, ciotto, anzi dieci anni dopo: tanti Orso d’Argento alla Berlinale un manipolo di folli e un mistero. cambiandone per sempre ne sono passati dalla stesura della 2009 e premiato pure al Tribeca, Tra atmosfere noir, gialle e blu la sonorità, introdusse una sceneggiatura, scritta con Marco che fa un cinema atipico per l’Iran lisergico, musica Negramaro, nuova figura ritmica che Bonini, al passaggio dietro la mac- ultimo scorso, apparentemente vezzi un po’ clippari e qualche vo- sarebbe stata ripresa nella china da presa dell’esordiente distante dall’impegno antagoni- ragine nella sceneggiatura, il film creazione del Mambo e Edoardo Leo. Nella (miglior) tra- sta al regime: più che Verde, la è un’altalena che nella cinestate fuse Guaguancò e Son, dizione della commedia all’italia- sua è una rivoluzione thriller, calcistica può valere il suo bigliet- Maria Grazia Cucinotta, protagonista de “L’imbroglio nel lenzuolo” (FOTO ANSA) ponendo le basi per la na, non priva di accenni dram- senza una denominazione d’ori- to. Con tour per Catania all in- Salsa. Classe 1911, perse la matici e tragicomici, sono loro a gine controllata. Le temperature, clusive: paga la Sicilia Film Com- Cucinotta, Primo Reggiani, Anne ‘900, ma soprattutto nei misteri vista in giovane età a causa dare anima e corpo a due fratelli piuttosto, sono quelle del Gran- mission. (Fed.Pont.) Parillaud di un infinito “perché (ce) l’avete di un incidente e per agli antipodi, uniti solo dall’anno- de freddo di Lawrence Kasdan: Tra gli imbrogli che un lenzuolo fatto?”. Forse per mostrarci questo fu poi denominato il so silenzio che si riservano dalla segreti e bugie, frustrazioni e pul- Da non vedere dovrebbe nascondere includia- quanto bene si può imitare ‘cieco meraviglioso’. morte della madre: Mirko (Leo) sioni, scemenze (pure troppe, e il mo la voce “brutti film”, che an- “quel” nuovo cinema paradiso? Prodigioso musicista e Tartaglia, è sposato con Mirella doppiaggio amplifica…) e non è che a un autore bizzarro come Certo, si aggiungono i veli, il mare talentuoso autore fu uno (Sabrina Impacciatore), ha un fi- detti, ma… C’è dell’altro: Sepi- Commedia / Ita-Spa Alfonso Arau capita di girare. e gli alberi dietro cui celare le dei più grandi suonatori di glio e lavora a Roma nell’officina deh elude e piglia le botte, Elly L’imbroglio nel lenzuolo L’imbroglio nel lenzuolo, forte- sinuosità della setosa Cucinotta, Tres, tipica chitarra cubana del padre; Genziano (Bonini) è un cela il fidanzamento e fa rischiare Alfonso Arau, con Maria Grazia mente voluto dalle Cucinotta si- dal ricciolo misura fondoschiena a sei corde divise in tre broker rampante, vive a Londra il carcere agli amici, sters (Maria Grazia produce e re- di una novella Sibilla cumana, o coppie. Dodici anni fa, senza legami di cuore. Dopo in breve, la paura cita, Giovanna sceneggia) trasci- Eva tentatrice. Ma attenzione, Marc Ribot, storico averli allontanati, tornerà la mor- non riguarda Elly, ma na regista e cast “vip” (Anne Pa- perché della procace signora – chitarrista di Tom Waits, te a riavvicinarli: quella del padre, l’Iran oggi. Perché la rillaud, Geraldine Chaplin, Primo sempre più casta che diva – si può collaboratore di John Zorn di cui trasporteranno le ceneri minaccia viene dal Reggiani) nella Sicilia del primo solo immaginare. (A.M.Pasetti) e del nostro Vinicio (nel posacenere!) in una vecchia fuoricampo, il terro- Capossela, decide di spider Morgan per un on the re corre su un filo in- omaggiare Arsenio. road calabrese sul filo della me- visibile e reaziona- Assieme ai Los Cubanos moria. Senza (troppe) pretese, rio, lo stesso che ri- ARTE di Claudia Colasanti Postizos registra questo senza vani sorrisi, Diciotto anni troviamo nelle re- bellissimo disco che dopo conferma la felicità artistica degli ultimi nostrani viaggi di cel- centi cronache per- siane, annodato su GIOVANI, LINGUAGGI contiene, oltre alle più famose composizioni de 'el luloide: come nella Basilicata coast to coast dell’altro debut- tante regista Rocco Papaleo, si fa maschilismo e “tra- dizione”: per farla breve, What About Anna Galtarossa, E SPERIMENTAZIONI ciego maravilloso', anche un brano originale, Postizo, e Aurora en Pekin di l museo MART di Rovereto è equilibrato basa soprattutto sull’uso totalmente diver- di semplicità virtù, di lutto e pa- turnie delicata elaborazione, di un piccolo cinema una prova di Ahmadinejad? (Fed.Pont.) “Il Mostro di Castelvecchio”, 2008 I del contemporaneo ed esposizioni su una politica di oscillazione fra espe- sificato dei linguaggi e dei materiali, e dà rienze luogo a numerosi esempi di installazione in Alfredo Bolona, altro grande musicista cubano di inizio novecento. Arsenio maturità. Superata. (Fed. Pont.) èè d’arte moderna. Si tratta di un incontro in- alternanza con video, proiezioni, pittura e Rodriguez rivive tra le Drammatico / Ira terdisciplinare variabile, che riscuote gran- scultura. Un altro comun denominatore corde della chitarra èèè Una notte blu cobalto de successo, sia per i contenuti di qualità sia nell’opera degli artisti scelti è la costante semiacustica di Ribot che Drammatico/ Ira di Daniele Gangemi, con Corrado per il numeroso pubblico. Nel caso della (quasi ossessiva) riflessione che tutti con- attraverso le sue dita ci fa About Elly Fortuna, Regina Orioli, Valentina mostra Linguaggi e Sperimentazioni, il ducono rispetto alla realtà che li circonda. tornare indietro nel tempo, Di Asghar Farhadi. Con Golshifteh Carnelutti, Alessandro Haber MART entra nel cuore della più radicale at- Una tensione forte nei confronti del reale, quando la musica era Farahani Accadde una notte (a Catania). tualità del presente, ospitando parte di una avvicinato a volte con immediatezza, altre aperta alle invenzioni. Una rimpatriata di 40enni in una L’esordiente 30enne Daniele grande collezione privata: l’AGI di Verona. attraverso mediazioni che si frappongono villa sul Mar Caspio: si festeggia il Cangemi non ha nulla di Frank Giorgio Fasol, che ne è fondatore, acquista fra l’oggetto e la sua rappresentazione, fino ritorno di Ahmad dalla Germa- nia, organizza la bella ed energica Capra, ma sa rischiare. Il suo to- talmente indipendente Una not- opere di giovani artisti da almeno due de- cenni, in assoluta libertà, con lo stimolo del- la passione e con un fortunatissimo intuito. alla radicale ri-creazione. Linguaggi e Sperimentazioni. MART-Museo di Arte moderna e contemporanea. Corso Bettini CD in uscita ³ La scena artistica internazionale che è riu- 43, Rovereto. Orario: mart-dom 10-18; ven è QUINDI? scito a mettere in evidenza è complessa e si 10-21Ingresso: int 10; rid 7. Fino al 22 agosto MAX GAZZÈ (Universal) “Mentre dormi” doveva essere presentata al Festival & LIBRI AMORI IN BILICO TRA MESSICO E ARGENTINA di Sanremo ed è invece diventato il brano di punta di Basilicata Coast To Coast di Rocco Papaleo, film che vede èèè cliché sul tango non mancan- Emilio Marrese scrittura felice, dialoghi da scritta con cura perfino nei la partecipazione come Romanzo do, la conclusione, sulla vita Calcio e vita, piroscafi e ban- sceneggiatore e , cosa più im- particolari dei palazzi (con cui (ottimo) attore di Gazzè. Ma quale amore che continua appare un filo diere, guerra civile e contem- portante, immagini e perso- il breve romanzo si apre): una Quindi? È un disco critico (Rizzoli) scontata. Ma il libro, che sci- poraneità al centro degli ara- naggi (idealisti, servi sciocchi, maestra (bella e assai ginnica) contro i luoghi comuni. Valeria Parrella vola via senza mai annoiare, beschi di Barcellona, dove la anarchici) che una volta as- fa perdere la testa un po’ a Dodici tracce per esplorare Un meta-romanzo di viaggio, ha una struttura più sofisti- linea del mare confonde i sorbiti, rimangono nella me- tutti, compreso un non molto un’altra filosofia e un altro che racconta una scrittrice – cata e solida di quanto sem- contorni e nulla è davvero co- moria. (Ma. Pa.) platonico studente con il vi- stile di vita possibile. la Parrella – che scrive un li- bra a un’occhiata superficiale. me sembra. Dopo un apprez- zietto di allungare le mani e un bro di viaggio su Buenos Ai- Memorabile l’invocazione: zato documentario su un’oc- Da rileggere ex seminarista. Il “don”, gof- è LATINISTA res. Ma il viaggio, a spese “Che bruci in eterno chi ha cupazione romana premiato fissimo, si iscrive perfino in ROY PACI E ARETUSKA dell’editore, era anche l’ulti- inventato Facebook”, terribi- al Riff, Emilio Marrese, bolo- palestra per far breccia nel (Universal) mo tentativo di salvare un le catalizzatore dei problemi gnese, calciofilo, giornalista Romanzo cuore imprendibile dell’atle- Latinista si candida come la amore agonizzante con un fi- di coppia. (Ste. Fel.) de “La Repubblica” con ine- Amore e Ginnastica tica amata. Vorrei ma non migliore colonna sonora danzato, Michele, che si sta sausta esperienza tra Mon- (Einaudi) posso, vorrei ma non riesco: estiva, complice un giusto mix allontanando. I richiami a diali e Olimpiadi, si avventura di Edmondo De Amicis un gioco che attraversa tutte tra la saudade e il ritmo senza Borges, nume tutelare del èèè in un giallo a cavallo tra due Einaudi ripubblica “Amore e le pagine del libro, fino a sosta. Quello di Roy Paci è un viaggio e dell’immersione nel- Romanzo epoche, due continenti, due ginnastica”, uscito quasi clan- “un’infocata” quanto inattesa percorso unico nel panorama la cultura Argentina, sono Rosa di fuoco metà del tutto in bilico tra destinamente nel 1862. Da ri- conclusione. Molto diverten- nazionale: superbo musicista, espliciti e un po’ didascalici, i (Pendragon) amore e morte. Lo fa con leggere soprattutto per sfata- te il tratteggio dei personaggi talent scout di giovani re il mito del De Amicis sdol- - una donna mascolina e un promesse (Stefano Benno aka IL ROMANZO DIARISTICO DI VALERIA PARRELLA, cinato e retorico del più fa- uomo non proprio virile - in Anansi su tutti), con i suoi moso libro “Cuore”. Siamo in una inversione di genere an- Aretuska (è arrivato anche Dj IL GIALLO SPORTIVO DI MARRESE una Torino post-unitaria, de- te-litteram. (SiT) Pandaj) confeziona un disco sincero e piacevole. (Guido Biondi)
  • 17. pagina 18 PERCORSI SMART a cura di Eugenia TEATRO ON THE ROAD Romanelli ¡TIME smartime@ilfattoquotidiano.it ARTE GLOBALE SULLA STRADA Tre giorni di spettacoli no-stop per le strade di Pennabilli onfrontarsi con altre ma associazione francese ha for- coli vincitori del Premio Cantieri Funny Bones: “Li abbiamo invi- disordine, ragazzi bevuti, fuma- scambiamo gli artisti”. Come “C culture, promuovere mato in Vietnam salvandoli, an- di Stada 2010, dalla Federazione tati per avvicinare la cultura nip- ti: oggi? “In tutto il centro stori- mai lo spettacolo da strada uni- l'arte di strada, i giova- cora bambini, dalla guerra”. Sta- Nazionale Artisti di Strada: “So- ponica di strada alla nostra e con- co, “chiuso per arte”, non c'è ve- sce tutto il mondo? “Perché il ni”. È netto Enrico Par- sera (h. 21) grande attesa invece no in scena da stasera, prime na- frontare comicità, impostazioni, tro né superalcolici e nemmeno contatto col pubblico è istintivo. tisani, inventore di “Artisti in per i Bangditos: “Sono tedeschi, zionali. La verticalista Gaby Cor- canovacci. Stessa operazione cani”. Collaborate coi grandi fe- Pensi che ci sono artisti canonici piazza”, festival del Teatro di spettacolari con le loro pompe bo, argentina, coi soldi del Pre- tentata con Cuba, da cui viene stival di strada d'Europa: “Con il molto affermati che mi chiedo- Strada dal 1997 che vanta 40 mila ad acqua che esplodono bombe mio ha messo su “Senza indiriz- Marivelas con la sua emozionan- Buskers Bern, in Svizzera, e con no di potersi esibire per con- persone e 50 compagnie in esi- di schizzi e spruzzi. Debuttano zo”, un mix tra teatro e acroba- te tirata antirazzista”. Quest'an- il Bath Fringe Festival, inglese, frontarsi col pubblico on the bizione no-stop. La 14° edizione, con Uberfluss, gli spettatori zia. Poi i Piano C, italiani, con no ci sarà anche una sorta di “fe- al via stasera fino a domenica nel usciranno fradici”. Il vostro festi- “Senza che?”, bell'esempio di stival nel festival”: “Il collettivo centro storico di Pennabilli (Ri- val ha acquistato anche spetta- cirque nouveau, vere perle del di artisti internazionali Circo Pa- è MONDI mini), vanta un one circo contempo- niko ha una sua tensostruttura Un concerto per l’European Social Forum man show imperdi- raneo internazio- dove presenta a ciclo continuo bile: “Sabato e do- nale”. Dal giappo- spettacoli di artisti e compagnie Istambul. Un'altra Turchia? Dove parlare di diritti menica si esibisce ne poi ogni gior- da tutto il mondo”. Negli anni umani non è un tabù, dove sono benvenuti quelli che Ricloop. Da solo, va- no si esibiranno i passati avete avuto problemi di guardano all'Europa come il sogno di un'opportunità le il festival. Un arti- per tutti e non l'incubo dei privilegi di qualcuno? sta tedesco, nato in Esiste, e ospiterà alla Macka University di Istanbul strada, che ormai si dall'1 al 4 luglio prossimi una nuova edizione esibisce nelle disco- dell'European Social Forum, spazio di confronto, teche più trendy del Possibilità informazione e formazione per ragazzi, studiosi, mondo. Riesce da HIPPIE DAYS esperti e curiosi dell'altro mondo possibile. “Non solo a creare un'or- paghiamo la loro crisi” è il tema al centro delle chestra di 20 ele- Montevecchio di Pergola. 3 giornate che si apriranno il 30 giugno sera con un menti usando una loop station days of peace and love, il primo grande concerto di band emergenti turche. Tra le che registra ognuno degli stru- Scene “Woodstock” delle Marche! Il ricette per uscire dalla crisi, quella della transizione: menti suonati dal vivo ripeten- DANZA E RICERCA 25-26-27 giugno il perugino sarà consumi più sostenibili, commercio equo, energie done la trama musicale in se- la cornice di “Hippie Days”, rinnovabili, agricoltura contadina, lavori “verdi” (un quenza mentre ogni volta si ag- Parma. I Botega sono una delle più grande band raduno per gruppi fatturato che in Italia già supera i 10 miliardi di euro). giunge un nuovo suono”. Nel coraggiose, intense e accattivanti emergenti che vogliono esibirsi Il rapporto "Green Jobs" dell'ONU stima i lavoratori weekend si esibisce anche un compagnie di danza italiane che su palchi professionali per un che troveranno spazio nel business verde in 12 milioni collettivo di artisti cambogiani, mixano hip hop, breakdance e grande pubblico. Le band possono iscriversi fino ad nel mondo di cui 300.000 in Italia. Ci proviamo? giovanissimi: “Il Phare Ponleu contemporanea. Nati a Roma per esaurimento spazi disponibili per essere protagoniste Selpak Cirk è composto da gio- mano e pensiero di Enzo Celli, da di tre giornate di festa da creare insieme. Sarà un Per tutti gli aggiornamenti sul Forum worldsocialforum.info colieri, funam- anni fanno ascoltare il evento non di sola musica: oltre a tanti concerti, Monica Di Sisto disisto@bazarweb.info boli, danzatori e Sopra, artisti di strada. ritmo di piedi, mani e anche percorsi turistici, un autoraduno “beat musicisti under Sotto, un’opera corpi per i palchi d'Italia generation”, attività di gruppo, un mercatino vintage 25 che l'omoni- di Lucamaleonte e non solo. Martedì pieno di cimeli, abiti, tatoo ecc. Ma anche una sala verrà proposto prove all'aperto con la possibilità di registrare, ”Subway”, spettacolo con un nutrito un'area jam per suonare con altri musicisti, un dj set e Piccoli è VISIONI corpo di ballo in scena, colorato e un cinema sotto le stelle. CAMPO ESTIVO IN CITTÀ PER IMPARARE L’INGLESE GIOCANDO Mostra del nuovo cinema + mosso, in un contesto di teatro Alain Resnais istituzionale, anche se di ricerca e hippiedays.it Roma. Nel verde, nella natura ma nel cuore della città: è d’avanguardia: spazio ideale per Riccarda Patelli Linari il Kid's World Summer Day Camp di Technotown a Villa Pesaro. La Mostra del Nuovo raccontare la passione di questo patellilinari@bazarweb.info Torlonia, per imparare l'inglese giocando, fino al 6 agosto. Cinema, diretta da Giovanni coreografo e della sua compagnia, Un campo estivo giornaliero dedicato ai ragazzi dai 7 ai 13 Spagnoletti, è un festival nobile e mentre volute, vive e carnali, tagliano anni, in cui attività ludiche e laboratori a tema (tra cui prezioso, uno dei pochi al spazi e pensieri in un respiro di ludos l'Aboriginal Mask, l'Artist Studio, il Silhouette Theatre) mondo consacrato all'autentico e anima che soddisfa sia lo spettatore esperto sia quello forniranno l'occasione per migliorare l'inglese dei più cinema di ricerca. Nonostante i vergine. Agli appassionati ricordiamo che, il 26, Celli piccoli, grazie al metodo del “learning by doing” all'insegna tagli di budget sconsiderati, la terrà un workshop alla New Art School di Orvieto dell'english natural. Gli insegnanti, tutti madrelingua, 46a edizione (da domenica al 28) (h.15). guideranno i ragazzi tra workshop e giochi nel museo conserva un programma attraverso le 7 sale del Villino robusto, curioso ed eclettico. Teatro delle Briciole (Parco è AVANGUARDIE Medioevale di Villa Torlonia, fino al Accanto alla sezione principale, Ducale 1), 22 giugno ore Il mostro della porta accanto torneo di Sbong (che chiuderà la dedicata al nuovo cinema russo, 21.00 (botega.it) giornata), un gioco interattivo ci saranno incursioni nella video Lorenza Somogyi Roma. Che idea ragazzi! Prendere un mostro del cinema – loro dicono horror ma non c’è da proiettato a terra che ricrea un arte, documentari importanti - somogyi@bazarweb.info credergli: Donnie Darko è per esempio cinema horror? Neanche per sogno: ed è uno dei vero campo di gioco in cui i ragazzi da non perdere almeno protagonisti – reinterpretarlo in chiave postmoderna – e si possono sfidare a squadre, “Budrus” di Julia Bacha - cioè decostruendolo e ricostruendolo con codici nuovi, i rigorosamente in inglese. Grazie Bernardo Bertolucci che parlerà codici della street art, della fotografia, del fumetto, della all'assessorato alle Politiche del cinema degli anni settanta, le belle proiezioni in piazza e pittura – e portarlo in scena in questa mostra. Educative del Comune di Roma, a una retrospettiva completa su Carlo Lizzani, un pezzo di storia “Next-door monsters”: titolo forse pretenzioso ma di Zètema e alla supervisione di Paco del cinema italiano. A Pesaro non stonerebbe affatto anche la sicuro effetto. Gli artisti sono Azt, Zaelia Bishop, Claudia Lanciano. Let's play in English! presenza di Alain Resnais, regista del dvd della settimana (“Gli Evangelista, Lucamaleonte, Alice Pasquini, Riot Queer, amori folli”), premio della giuria a Cannes 2009. Commedia Mauro Santucci, Amalia/Elena Campo/Yolrene (Studio Info: 06 86212471 (kidsworld.it - surreale, l'ultima opera del maestro francese è un Arturo). Il vernissage e il finissage saranno quasi technotown.it) divertissement di grande modernità. Un vaudeville amoroso e contemporanei: da domani fino al 20 ai “Laboratori Chiara Organtini fantastico che ha la forza della libertà e l'ironia della saggezza. Sotterranei”. A settembre sarà poi inaugurata alla galleria organtini@bazarweb.info “Fabrica Fluxus” di Bari. Alla serata inaugurale, anche dj pesarofilmfest.it; “Gli amori folli” di Alain Resnais, 01 set a tema. Musica mostruosa, c’è da scommetterci. Roberto Pisoni pisoni@bazarweb.infofo Laboratori Sotterranei, via Magnaghi 59, tel. 06-5138443 Amanda Freiburg freiburg@bazarweb.info
  • 18. Giovedì 17 giugno 2010 PERCORSI pensieri di cuore Da non perdere Y Smartime/Casanova è ROMA C C ari lettori, dobbiamo ammetterlo, con voi usiamo l’artificio della fanno di ognuno di noi quel particolare cittadino della sua polis. Quindi, per esempio: # Giovani cervelli Alle 17.30 alla Domus Talenti seduzione (condurre gli altri verso di sé). Niente di male, LA SEDUZIONE Juha Andrea segnala, sabato (19.30) al Parco Tomasi di Teorema presenta la sua ultima ricerca sul futuro dei giovani (06.6873021) visto che tali meccanismi qui si articolano tra pari e sono NEL DIALOGO Lampedusa di Palermo un evento di cinema, letteratura e è PALERMO diretti a persone, voi, capaci di cucina “povera” a base di Notte da ballare distinguere e deliberare, pesce e verdure per Domenica (h. 22) a “I grilli emotivamente e intellettualmente autonome, raccogliere i fondi per i progetti di pub”, appena ristrutturato, live oltre che ben dotate di capacità critica, come cooperazione di “Tulime per Ukumbi, un di Elektrophobik Trio - dimostrate intervenendo sul wall del gruppo villaggio in Tanzania”; # Alessandra Celletti ci sperimental jazz electronic Smartime di Facebook. Eppure lo vogliamo invita a scaricare “Way Out” (todoservice.com) dichiarare, per approfondirne i motivi: (itunes.apple.com) per ascoltarlo in anteprima; crediamo che empatia e prodigalità, base # Ginevra Bentivoglio Editori ci consiglia di è ROMA dell’atteggiamento seduttivo e ingredienti leggere la “letteratura di servizio” di Aldo Donatella Diamanti ottimi per esaltare l’"attimo fuggente" (sorta di Marinelli, 32 anni in magistratura, col suo Alle 18.30 allo Spazio Eventi, sinonimo di “ruffianità”) siano giocoso motore - fresco di stampa “Alfabeto Italia, riflessioni e Mondadori Multicenter (v. del del tutto onesto, se trasparente - per provocare provocazioni per un paese a pezzi”; # Rosario Corso 472), presentazione del e rafforzare la concentrazione e la meraviglia Capasso ricorda, fino al 27, “Argot off. Un libro che suggeriamo per necessari per aprirsi ai contenuti e ai significati. sentiero per il futuro” al Teatro Argot di Roma: l’estate: “La restauratrice di In fondo l’ispirazione che ci solleva dalle cappe una rassegna di drammaturgia contemporanea matrimoni” (Sperling & più opprimenti e ci illumina restituendoci il (argot.it); # Vanessa Viscogliosi ci invita alla Kupfer). Almodovariano vigore necessario per trasformare le cose che personale di Elisa Anfuso, alla Galleria d’Arte non ci piacciono non esplode proprio come Artesia di Catania, fino al 20 (tribearl.it); # è PADOVA conseguenza di uno stato di stupefacimento? Valentina Marino ci linka alla mostra di Camilla Celebrities Ecco perché, come stiamo per esemplificare, D’Errico, italocanadese, regina del surrealismo Domani (h. 19) alla Galleria qui proponiamo eventi luccicanti quanto basta pop. Fino al 30, a Roma Sottopasso della Stua inaugura per attirare la curiosità di ogni gazza che dentro (mondobizzarrogallery.com); # Famiglia la mostra degli scatti di M. di voi vola libera: nella speranza che, Margini presenta a Milano “Anni 00”: fino al 20 Luisa Liviero sulle celebrità seducendovi, riusciamo a condurvi dove le luglio una crew di artisti racconta il primo della Mostra del Cinema di iniziative diventano occasione per ripensare se decennio del nuovo millennio Venezia. Segue sfilata di moda stessi, le proprie scelte e i comportamenti che (famigliamargini.com). è ROMA Calcio solidale road. Se non sei bravo, la gente gio. Ma ancora non è come in Eu- 4 serate gratis di cinema non si ferma”. All'ingresso del ropa, dove anche chi ha fatto il all'aperto sul calcio come paesino c'è scritto: “Città amica conservatorio si allena in stra- Suoni strumento sociale, degli artisti di strada”: “Nel '97 il da”. Siete in Rete? “Siamo stati tra CELESTI PERCORSI IN SALSA ROCK terapeutico, di integrazione Comune approvò il nostro auto- i primi: non saremmo riusciti a (Piazzale degli Eroi 14). Sabato regolamento. Non volevamo contattare artisti in tutto il mon- Eredi degli Elettrojoyce degli anni '90, gli E42 seguono (h. 21) “Liberi nantes football che gli artisti fossero arrestati: do”. Guardate anche su Face- un percorso pop rock di grande interesse nel panorama club” di Francesco Castellani l'arte on the road era accattonag- book: “Artisti in piazza”. italiano di questi ultimi anni. Il loro è un sound tenebroso, intenso, caldo, a tratti graffiante. La voce di è PALERMO Andrea Salvati fluttua senza ostacoli Inaugurazione della sulle note di chitarre e tastiere Nella pagina il cd degli E42 e, piramide delineando liriche caustiche, sotto, immagine relativa alla Domani (h.10) l’artista Mauro Fumetti corrosive, pungenti ma anche rubrica QUEER Staccioli apre la sua “Piramide GIGI MERONI seducenti. Molto curati i testi, che 38° parallelo” di 30 metri per scavano nell'animo umano, nelle celebrare, il 20 e 21, il “Rito La prima cosa che viene da pensare, in questi giorni di Mondiali in Sudafrica, è che alla fragilità della nostra psiche, nel caos dei tempi moderni. della luce” (soltizio estivo): a nostra Nazionale servirebbe proprio un'ala destra tutta talento e dribbling come fu Gigi Non solo grinta è capace di esprimere la band: il Motta d'Affermo - Contrada Meroni. E subito dopo si è portati a chiedersi se uno così, viste le esclusioni di Cassano e dolcissimo brano “Mille luci” ci inchioda a quella melodia Belvedere (librino.org - Balotelli fuoriclasse intemperanti, sarebbe stato convocato. Anche se va detto che il nostro, che sembra nostra da sempre. Il sound galleggia su “calendario eventi”) più che indisciplinato, fu un anticonformista malaccetto nel mondo ultraconservatore del atmosfere post-punk e sapori new wave senza infangarsi pallone: e, per molti aspetti, lo è ancora oggi. La sua parabola durò solo 24 anni, spezzata da in alcun genere ma muovendosi libero tra le frontiere. è MILANO un banale incidente stradale sotto casa, proprio mentre la sua carriera era in irresistibile Qualche raffinata citazione, riferita ad alcuni artisti, che Inaugura un nuovo ascesa (si pensi che l'Avvocato, per strapparlo al Toro, era disponibile a sborsare 750 hanno evidentemente costituito il background musicale Esterni milioni di lire: nel 1967!). Così, risulta davvero azzeccata l'idea degli autori di raccontarne della band come Franco Battiato e i Joy Division, Martedi festa per la galleria l'epopea a rovescio, partendo aggiungono stile ad un lavoro tutto sommato di qualità. d’arte appena trasferita negli dall'acme fino al bambino che è STILI spazi di BaseB, in Bovisa, per scalcia negli oratori. E se la sua Tra arte e moda E42 - Uomini celesti. Cantoberon/Audioglobe rivalutare la periferia: barbecue eccentricità estetica - si mostrò (myspace.com/e42band) tra artisti h. 20.30, v. vestito da dandy con una gallina al Sabbioneta. Due piani di un sontuoso Palazzo Ducale Vera Risi risi@bazarweb.info Lambruschini 36 guinzaglio, i capelli lunghi e la barba del Rinascimento. Centocinquanta opere tra pittura, - tutto sommato era accettabile fotografia, scultura, design, creazioni grafiche, oggettistica, è BOLOGNA anche per l'Italia bacchettona della installazioni e video. Cinque percorsi attraverso i quali Improvvisazione metà dei '60, non gli si perdonò unificare i codici semantici di differenti espressioni artistica invece la convivenza con una donna artistiche e tradurre l'universo comunicativo di 60 creativi Domani alle 21 alla Casa del ancora sposata. europei e americani contemporanei, per la metà giovani Paleotto gli scrittori, emergenti di straordinario talento. Questo è “Please me è QUEER disegnatori e animatori di Marco Peroni e Riccardo Cecchetti. Fashion - Fluttuazioni fra arte e moda”, in mostra fino al 18 Un seminario per connettere setteperuno.it, sito collettore Becco Giallo, 18 euro Luglio. Lusso, peccato ed espiazione (De Luxe), costrizioni maschile e femminile di esperienze narrative e Ciro Bertini bizzarre ed eccessi (Le Sartorie di Sade), racconti vestiti grafiche provenienti da tutta bertini@bazarweb.info (Fashion Novels), metamorfosi (Fashion Intellectuals) e Salento. Mystical Salento Italia, si incontrano per dare profezie su stili a venire (Fashionable Tech) sono le stanze organizza, sabato e domenica, un vita a uno spettacolo in cui la tematiche che accolgono le opere. Intanto, fuori, l'intera seminario per mettere in lettura di racconti stimola città fa da eco al Festival con incontri nei teatri e connessione i partecipanti con le l’improvvisazione su cavalletto installazioni metropolitane. parti che compongono il sè della (333/4288906) Domenica, per tutto il concezione junghiana, nei suoi giorno, segnaliamo aspetti maschile e femminile, per è ROMA Pratiche bestiali “Sabbioneta: una scenografia Occhio! operare l'alchemica unione degli Gay village DIZIONARIO BILINGUE ITALIANO/CANE E CANE/ITALIANO per la moda. Fotografi e Festival Internazionale di opposti. Aiutati dal potere Stasera al Parco del Ninfeo modelle in action", Villa Adriana evocativo di particolari luoghi da inaugura il Gay Village: Oltre 150 parole chiave, classificate dalla A alla Z, per performance fotografica di sempre deputati al contatto con il Emanuela Aureli e i suoi imparare a capire i cani e farsi comprendere meglio da Fabio Lombrici. Tivoli. Anche la quarta edizione sacro, sarà possibile percepire il personaggi, Los Monstruos di loro. Per ogni termine viene citata una situazione di vita del fortunatissimo festival valore intrinseco delle Ibiza e Djs NIno Scarico, Juanjo quotidiana e ciò che significa per il cane nella lingua sabbionetaar tfestival.it prodotto dalla Fondazione Musica manifestazioni di questi due Martin, Brezet e MaxC umana. Cosa ci vuol dire, qual è l'approccio più corretto Lorenza Fumelli per Roma vanta un calendario elementi. L'operazione alchemica (0683608335) per rivolgersi all'animale, come interpretare il fumelli@bazarweb.info eccezionale che incrocia culture e (complexum oppositorum o comportamento tra cani. I testi di Roberto Marchesini, stili artistici diversi. Inaugurata matrimonio mistico) sarà svolta in è LIVORNO studioso della relazione uomo-animale, e di Jean l’altro ieri, durerà fino al 18 luglio e promette, nella coreografia luoghi con caratteristiche Franco Andreucci Cuvelier, medico veterinario, sono arricchiti da spassose mozzafiato delle Grandi Terme di Villa Adriana, uno dei più grandi energetiche e spirituali diverse ma Alla Libreria Edison (v. del illustrazioni di Christophe Besse. Chiude l'opera un siti archeologici a cielo aperto del mondo, riconosciuto dall'Unesco tutti accomunati dal riecheggiare Fante h. 18) lo storico presenta apparato normativo a cura della LAV, aggiornato con come Patrimonio dell'Umanità, un programma in prima linea con le dell'antichissimo rituale della il suo nuovo libro (frutto della tutte le norme che regolano una serena convivenza. Utile novità più significative della scena internazionale. Da Taiwan a taranta, vera ferita nell'inconscio collaborazione con per chi ha sempre avuto cani e crede di sapere già tutto Londra, da Parigi a Tel Aviv, da Roma a Bruxelles, un giro del mondo collettivo salentino che attende da bazarweb.info) “49 pezzetti e per chi non ne ha mai avuti, non li conosce e per in 14 tappe, attraverso le suggestioni e i talenti delle più disparate secoli una ricucitura ad un livello d’America” (Edizioni ETS) questo mal li tollera. Utile per il cane, che a far il migliore espressioni artistiche: la danza di Akram Khan e Sidi Larbi di coscienza che sia diverso dalla amico dell'essere umano fa sempre più fatica. Il cane Cherkaoui, del Cloud Gate Dance Theatre of Taiwan e della Vertigo contrapposizione statica tra uomo è MILANO ringrazia. Dance Company; la musica di Elvis Costello, dell'Orchestra e donna. L’arte ai giovani! dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia e di Enrico Rava con la Alle 18.30 alla Fondazione Dizionario Bilingue Italiano/Cane Cane/Italiano, Ed. Sonda PMJL - Parco della Musica Jazz Lab; il teatro “cuntista” di Mimmo mysticalsalento@gmail.com (347 Pomodoro via alla 10° edizione Federica Pirrone pirrone@bazarweb.info Cuticchio e quello “circense” di Aurélia Thierrée. Fatevi avanti! 4929087) di Real Presence: mostre e Helena Velena interventi in diversi spazi auditorium.com velena@bazarweb.info pubblici, eventi quotidiani e Eve Stallen stallen@bazarweb.info workshop sugli artisti emergenti di tutto il mondo (fondazionepomodoro.it)
  • 19. pagina 20 Giovedì 17 giugno 2010 SECONDO TEMPO IL PEGGIO DELLA DIRETTA TELE COMANDO TG PAPI + Cioè, un’inviata (o inviato, par condicio) ascolta Berlu- di Nanni Delbecchi Occhiali da ottavi così, al centro dello studio su- sulle sue giacche di tweed. La sindrome sconi e qualunque cosa Lui dica, anche le più grosse fan- donie, l’inviata (in questo ca- so Simonetta Guidotti) di- venta un’eco automatica. Per S aento ccocchiali di Marcfa degli molto la mancanza M zzo hi. Quattro anni furono, con Grosso, i veri o dafricano, prima di dare la pa- rola ai suoi compagni di sa- lotto, Marino Bartoletti, Carlo Longhi, Sabrina Gan- dolfi, tutti in onda dopo le Mazzocchi fa finta di nulla, ma la cosa è a dir poco cla- morosa. Come è possibile che un uomo che ha fondato tutta la sua popolarità sugli dell’eco esempio, a parte i sette milio- ni di italiani intercettati (il 15 per cento degli abitanti, pop- panti, immigrati e decrepiti compresi), Berlusconi inven- eroi dei Mondiali. E adesso? Adesso gli occhiali di Mazzoc- chi, pur restando la principa- le motivazione all’ascolto di “Mondiali sprint”, assomi- partite appena disputate ma non trasmesse dalla Rai, per- ché la Rai è fatta così, rispar- mia sulle partite ma largheg- gia sugli inviati e li vuole lì, occhiali se la tiri all’improv- viso da dieci decimi? Mazzoc- chi senza occhiale è come Pippo Baudo senza parruc- chino, La Russa senza urla ta una procedura penale che gliano alla Nazionale di Lippi. sul posto, come la lattina belluine, Berlusconi senza di Paolo Ojetti non c’è: sarebbero i Pm “rossi” pronti a chiedere Ci sono e non ci sono, ma dell’Olio Sasso doveva essere mascara. Il mondo non è più alla Corte Costituzionale di cancellare la legge ba- comunque non sono più in tavola in un celebre Caro- al suo posto. Un senso di ir- g1 vaglio, quando approvata. Non funziona così. Fun- quelli. Sì, perché quando par- sello. Un solo modello, dun- realtà si diffonde nello studio T Berlusconi va gli prepara il discorsetto che – mercio. Qualcuno all’assemblea della Confcom- ziona che un Pm, ma anche la difesa, nel corso di un processo possa avere un dubbio di legittimità: al- liamo degli occhiali di Maz- zocchi ci riferiamo a una vera que, e senza l’audacia di quel- li del passato. Occhiali da ot- ma ci sono poche chances che il mistero venga risolto. inutile dirlo – parlerà bene dei commercianti e di lora chiede al magistrato giudicante di valutare e e propria Nazionale, quella tavi, al massimo da quarti di “Mondiali sprint” è infatti quanto il governo ha fatto e sta facendo per loro. quello (non il Pm), se lo ritiene, spedisce il fascicolo che il conduttore era solito finale. Pazienza, me li farò ba- l’unica trasmissione dove i Poi, è pronto un giornalista capace di riferire quel- alla Suprema corte. Ma perché nessuno smentisce mettere in campo sul terreno stare, pensa il telespettatore. giornalisti, invece di vergo- lo che il “premier” dirà, magari a braccio, senza Berlusconi? Forse Simonetta Guidotti ignora tutto perfettamente levigato della Ma non sa che Mazzocchi ha gnarsi di non avere notizie, se cambiare una virgola, un sospiro, una pausa, nulla? questo e, perciò, si tace? Bella domanda. sua testa. Una gamma inarri- in serbo una nuova mazzata ne vantano e vi prosperano. Sì, è pronto, si tratta del soldato Sonia Sarno, quel- vabile, dal design avveniristi- sul suo capo. Dopo il primo Alla vigilia del debutto degli la delle missioni difficili: ripetere. E così, anche ieri g3 co e dai colori fluo, modelli i collegamento, infatti, la testa Azzurri, si profusero in due il Tg1 ha solo amplificato l’eloquio berlusconiano. Il Tg1 sta a Berlusconi come il balcone di Piazza T Mentremaggioranza compatta e lanciataaccre- ditano una tutti i telegiornali irreggimentati verso cui stessi nomi non lasciava- no spazio a dubbi: Exclusive, del conduttore riappare in studio completamente nuda. ore di congetture sulla forma- zione, e così sbarcarono il lu- Venezia stava al Duce: un punto d’appoggio. Se l’approvazione della legge bavaglio, ecco che Pier- Explosive, Exagerator. Ogni Perfino quel paio di occhiali nario. Guai se se avessero sa- poi luca Terzulli racconta che le cose non stanno af- sera ne schierava uno diver- superstite non c’è più; o me- puto i nomi. Così restiamo Berlusconi ripete sempre le stesse cose (gli ita- fatto così. Dopo Fini, adesso anche Bossi apre la so, se non due o tre in un col- glio, c’è ancora ma ridotto a oscillanti, sospesi tra la no- liani sono spiati, non è democrazia, voglio più porta alla discussione di “eventuali emendamenti”. po solo. un quadratino, come se li stalgia per gli occhiali di un poteri, la nostra manovra è stata apprezzata an- Insomma, a parte i minacciati Vietnam, c’è qual- Adesso il modello adagiato da avesse ripiegati Uri Geller, un tempo e il rovello per questi che a Timor Est, non vuotiamo le tasche agli che segnale – più importante - di sfaldamento nella Mazzocchi sugli spalti del suo quadratino nero adagiato sul nuovi che appaiono e scom- italiani), magari aggiungendo passaggi fantastici maggioranza. Non potendo cancellarlo, ecco che viso ridente è unico. Un paio cravattone e appeso a un na- paiono come gli atolli del Pa- (sette milioni di italiani intercettati) che fa sem- Berlusconi riappare anche sul Tg3 (siamo, come di occhialoni neri, vagamen- stro come quelli che assicu- cifico. Mazzocchi ci vedrà brare tutto come uscito da un film di Tim Burton, sempre, a reti unificate), ma Alessandra Carli te ispirati alla maschera di ravano gli occhiali di Fausto meglio con oppure senza? A al Tg1 non fa né caldo né freddo. A Sonia Sarno qualche pennellata ce la mette: “Difficile prenderlo Diabolik ma ancor più mar- Bertinotti, e si adagiavano giudicare dalle sue osserva- non fa e basta. sul serio”, soprattutto “quando parla della tentazio- cati; probabilmente non è zioni tecnico-tattiche, non ne di mettersi in pensione”. Già, per i presidenti del passata invano la lezione del- Marco Mazzocchi, c’è gran differenza. E l’ombra g2 Consiglio, anche quando straparlano, non esiste il la cantante Arisa. Mazzocchi conduttore sportivo del dubbio si allunga sempre T Niente da fare, si tratta della sindrome dell’eco. prepensionamento. e i suoi occhiali si presentano e inviato Rai più.
  • 20. Giovedì 17 giugno 2010 pagina 21 SECONDO TEMPO feedbac$ k MONDO IL RETE FAVOREVOLI E CONTRARI WEB di Federico Mello è IL PD: NESSUNO TOCCHI I BLOG IMPEGNO PER ABOLIRE L’OBBLIGO DI RETTIFICA Ha tutti i crismi dell’ufficialità la campagna contro il “comma 28” delle legge sulle intercettazioni proposta da Pippo Civati e rilanciata dal Partito democratico. La norma che equipara i blog ai giornali nell’obbligo di rettifica, rischia di portare il caos nell’informazione amatoriale com’è quella dei Commenti al post: “Un popolo di calciofili” di Oliviero Beha è COSA aspettarsi da un paese dove la maggioranza blogger. “Un blog non è un giornale, il blogger non è vota con gli stessi criteri Le vuvuzelas è IL 63,8% CONTRARI AL BAVAGLIO UN SONDAGGIO PER GENERAZIONE ITALIA “Per il 63,8% degli italiani, il ddl sulle un redattore, spesso gli aggiornamenti sono saltuari. Si può rischiare una maximulta perché magari si è in vacanza o non si controlla la posta?” la denuncia su mobilitanti.it. L’impegno adesso è quello con cui sceglierebbe un detersivo o un deodorante? Mi spiace dirlo, ma sono molto pessimista questi ultimi tempi. Amo il mio suonano online intercettazioni non è una priorità”. A rivelare il dato è Luigi Crespi, per anni sondaggista di fiducia di Berlusconi. “Lavoro, crisi, sanità e ambiente – rileva il sondaggio pubblicato sul sito di area finiana dei parlamentari Pd di presentare un emendamento abrogativo alla Camera, e di chiedere di votarlo anche ai parlamentari Pdl e Lega che si interessando di questioni digitali. paese ma lo vedo andare alla deriva in beata incoscienza. Carlo n questo pazzo Mondiale, con caron la cabeza!!!!!”; i gruppi più Generazione Italia – sono i è NON ME NE frega una I grandi Nazionali che arranca- no (ieri la Spagna è stata scon- fitta dalla Svizzera), ci sono già dei protagonisti assoluti. Sono le Vuvuzelas, ovvero – per chi ancora numerosi. Altri, invece, come “Vu- vuzelas pela Selecção - Vamos lá Portugal” invitano tutti i tifosi a prendere esempio dall’entusia- smo dei sudafricani. Anche su temi che più stanno a cuore agli italiani, spaventati sempre di più da una crisi economica di dimensioni globali. Da notare il 2,2% degli italiani benemerita mazza di quanto guadagna questo o quel giocatore o di quanti tatuaggi ha: guardo la partita e tifo Italia, mi piace il non lo sapesse – le trombe deco- Twitter non si parla d’altro: “Vuvu- che auspicano un intervento “giuoco” del pallone e al rate con i colori di tutte le squadre, zela”, con 10 nuovi twitt al secon- urgente sulla giustizia. Un diavolo chi lo vorrebbe dentro le quali i tifosi sudafricani do, è uno degli argomenti più di- dato che evidenzia una intendere come metafora di soffiano senza sosta, producendo battuti al mondo, subito dopo discrasia tra l’agenda politica vita. durante ogni partita un rumore di “Word Cup”. Tra i messaggi ci so- e quella del Paese”. Antonio sottofondo in stile “alveare gigan- no i complottisti: “Le vuvuzelas te”. Le origini di questo strumento servono al governo sudafricano è IL PROBLEMA non è sono incerte, per alcuni derivano per censurare la gente. Il suono l’Italia ma gli Italiani. Prima dalle corna delle antilopi, che ve- viene dagli altoparlanti”. C’è chi è della caduta dell'impero nivano suonate in guerra nel Suda- rassegnato: “Bafana Bafana, prepa- romano, la gente veniva frica tribale; per altri sono stru- ratevi a stordirvi con le vuvuze- imbonita con crudeli mento moderno, nato negli anni las“. Qualcun altro pubblica un vi- spettacoli nel Circo Settanta man mano che fioriva il ti- deo virale, l’ennesimo spezzone Massimo. Ora viene fo calcistico nella ex colonia ingle- riveduto e corretto del film La Ca- imbonita da crudeli telefilm se. Fatto sta che questo tubo di pla- duta: questa volta Hitler vuole e pallone. stica lungo circa un metro, che sconfiggere le Vuvuzelas. Mentre Mauro fuori dagli stadi dei Mondiali viene il Popolo viola si appresta a usare venduto al corrispettivo di dieci proprio le vuvuzelas per protesta- è SEGUIRE il mondiale è euro (cento rand), è protagonista re contro il bavaglio, un utente ita- un rito, e tra quei venti assoluto anche delle discussioni liano su Twitter scrive “Tifiamo milioni di spettatori per la Internet. In queste ore su Face- vuvuzelas, espressione di gioia nazionale ci sono anche book sono decine i gruppi-vuvu- sincera”. Ma sul social network gli persone che ogni giorno zelas. C’è chi le odia: “Non se ne italiani non gradiscono: partono cercano di salvaguardare può più delle vuvuzelas”; “Against subito i cori di insulti. Un venditore di Vuvuzelas; questa nazione. Vuvuzelas”; “Las vuvuzelas me se- f.mello@ilfattoquotidiano.it l’iniziativa Pd; Sebastiano il sito di Generazione Italia; l’iniziativa University4Iran è ME LA prendo con lo spazio dato dai giornalisti ai Mondiali, per coprire altre notizie. Con tutto il rispetto DAGOSPIA per chi segue il calcio, e io GLI SMS DI sono uno di questi, non FORZA GNOCCA credo che la sciatalgia di 1) A proposito di Tg, chi Buffon debba prendere più sarà mai quella avvenente spazio della vicenda di parlamentare di Forza Gnocca Pomigliano. Ma è inutile che alla Camera si messaggia per illudersi ormai, se ne parla ore tramite telefonino con un perché il calcio è diventato direttore di Tg della Rai? Chi ha un prodotto, attorno al sbirciato gli sms dice che lui le chiede quale girano miliardi di euro più considerazione e conferme, ma lei non pare così tra sponsor (che poi presa dalla storia... diventano inserzionisti per 2) Come è riuscito il blitz di Bernabè di arruolare televisioni e giornali) e altri Mentana? Otto mesi fa l'operazione fu bloccata da giri poco chiari di denaro. Gero-vital Geronzi. Questa volta è riuscita e la Se ne parla perché bisogna domanda degli 'addeti ai livori' è la seguente: quanto è creare l'interesse verso il "costato" a Bernabé convincere Berlusconi a dire sì prodotto da vendere. all'assunzione di Chicco Mitraglia a La7? Ah Luigi saperlo... 3) 3 - In un suo articolo di qualche tempo fa è NON HA senso tanto Giorgio Stracquadanio, il deputato così pieno di orgoglio nazionale per un sé da poter stare due mesi senza mangiare, scrive: popolo di evasori, clientes, "pago l'affitto di un monolocale di 25 mq, pago le disinformati, disinteressati, spese dell'utilitaria che ho a Roma per non essere furbi. Non ha senso per schiavo dei taxi". Alcuni suoi colleghi deputati cassaintegrati, precari, pettegoli ricordano però di averlo visto per buona pensionati al minimo, gente parte della legislatura al volante di una possente che fa code di mesi per un Jaguar, parcheggiata a Via della Missione negli spazi esame, gente che ha una riservati ai deputati con tanto di permesso rilasciato scuola con la muffa, non dalla Camera. E ricordano anche di avergli sentito antisismiche, politici descrivere corrottissimi. l'abitazione da lui è CONTRO LA REPRESSIONE IN IRAN Felipe acquistata in una CAMPAGNA DI UNIVERSITÀ E PREMI NOBEL lussuosa zona del Sedici premi Nobel e più di 300 professori e è OTTIMO Beha, si può centro di Roma e ricercatori di università di tutto il mondo parlare di calcio senza nella quale alloggia. hanno aderito alla campagna University4Iran, dimenticare il resto: un po’ è IL GIALLO DEL VIDEO FB Avrà venduto casa e un’iniziativa di mobilitazione contro la di sana ironia!!! LA GABANELLI CONTRO IL BAVAGLIO auto per far fronte violenta repressione che ha colpito i campus Lucio Nelle ultime ore molti utenti di alla crisi? Ah, universitari iraniani. Nell’ultimo anno Facebook hanno denunciato la saperlo... proprio nei campus si è organizzata la è ANCHE IO ho tifato e scomparsa dalle loro bacheche del protesta verde che ha chiesto riforme tifo contro l’Italia. Non per i video-appello di Milena Gabanelli contestando la rielezione del presidente motivi di Radio Padania. La contro il ddl sulle intercettazioni. Il Mahmoud Ahmadinejad. A dare notizia ragione della mia mancanza filmato riprende l’apertura di Report del 23 maggio, dell’appello è il sito dell’opposizione di patriottismo calcistico è nella quale la conduttrice invita i cittadini che hanno a all’estero, Persian2English questa: gli Italiani sono già di cuore la libertà d’informazione a mobilitarsi contro la (persian2english.com). “La campagna – loro incapaci di legge. Le prime segnalazioni sono arrivate martedì sera, recita un comunicato – viene resa pubblica in scandalizzarsi per tutta il mentre ieri pomeriggio gli utenti a cui il video è stato coincidenza con il primo anniversario del fango di cui vengono cancellato hanno creato un gruppo di protesta (“Perché brutale assalto delle milizie filogovernative ai ricoperti ogni giorno dalla Facebook censura il video della Gabanelli?”) che in dormitori dell’Università di Teheran, la notte loro mediocrissima classe poche ore ha registrato più di 600 iscritti. Da Facebook tra il 14 e il 15 giugno 2009. In quella politica. Quando poi ci sono però sgonfiano il “giallo”, escludendo ogni censura e occasione numerosi studenti vennero uccisi i mondiali, o la Champions spiegando che la scomparsa del video è dovuta a cause e molti altri furono feriti o arrestati”. Tra i League, diventiamo più esclusivamente tecniche. (Tommaso Rodano) firmatari, il Nobel per la letteratura J M rintronati del solito, e in Coetzee e quello per l’economia Maskin. Tra Parlamento fanno (ancor di le università hanno aderito anche La più) quel che vogliono. Sapienza di Roma e la Cattolica di Milano. Sara
  • 21. pagina 22 Giovedì 17 giugno 2010 SECONDO TEMPO Nordisti PIAZZA GRANDE É di Gianni Barbacetto VILLA REALE OFFRE SI Feltri, Belpietro e le manette L a Villa Reale di Monza? “La stanno regalando ai privati”. Una delle dimore storiche più importanti del nord Italia sarà gestita per trent’anni da un’azienda privata. L’allarme è stato lanciato da alcuni politici lombardi del Pd. Si sono convinti che di Massimo Fini Bibì e Bibò erano dei forcaioli nale del Riesame. Quando è bili, l'esempio ricordato ieri da la privatizzazione sarà il futuro di Villa Reale, dopo aver assatanati, sarebbero diventati sceso dal cellulare De Santis ha Travaglio, mostrarono, con ascoltato le parole di uno degli uomini più potenti del gruppo o cominciato la mia car- dei "garantisti" a 24 carati dovuto percorrere una venti- evidente compiacimento, le H ciellino che attornia il presidente della Regione Lombardia riera di giornalista co- quando passarono nella scu- na di metri sotto l'occhio delle immagini di tre rumeni in ma- Roberto Formigoni: il grande capo di Infrastrutture Lombarde, me cronista giudiziario deria di Silvio Berlusconi. Se la telecamere. Solo due telegior- nette accusati di stupro (e poi Antonio Rognoni. È successo la settimana scorsa nel consiglio all'Avanti! di Milano nei prendevano anche coi figli de- nali però hanno mandato in assolti). Molti politici, in par- comunale di Monza. Rognoni è stato interrogato dai consiglieri primi anni Settanta. Ogni gior- gli imputati. Per esempio quel- onda quella scena. La giustifi- ticolare donne, dichiararono: no vedevo passare nei grandi li di Craxi. Toccò a me scrivere cazione più farsesca e farisaica “Per questi soggetti ci deve es- durante un’audizione che aveva per tema, appunto, il futuro androni del Palazzo di Giusti- sull'Indipendente una lettera è stata quella di Mauro Orfeo, sere la galera subito e poi, pro- della Villa Reale. Dopo anni di incuria e abbandono, la Villa sarà zia non solo qualcuno in ma- aperta a Vittorio (“Caro diret- direttore del Tg2: “Volevamo cesso o non processo, buttare finalmente restaurata. Chi la rimetterà a nuovo? Lo deciderà nette ma file di detenuti tenuti tore, ti sbagli su Stefania Cra- denunciare una gogna che ri- via la chiave”. una gara realizzata da Infrastrutture Lombarde, l’azienda insieme dagli "schiavettoni" e xi”, 11/5/1993) ricordandogli corda certe immagini di Mani Che cosa significa tutto ciò? controllata dalla Regione che fa da stazione appaltante. Per ora da catene sferraglianti come che i figli non hanno i meriti Pulite”. Denunciava la gogna Che si sta sempre più affer- partirà la riqualificazione del primo lotto, 9 mila metri quadrati dei deportati alla Cajenna. ma neanche le colpe dei padri. mentre lo stava mettendo alla mando in Italia un doppio di- del corpo centrale, cortile, primo piano, piano nobile, Ogni tanto quando c'era un de- Così come toccò a me, nel mo- gogna. ritto, di tipo feudale e peggio belvedere, in cui saranno realizzati spazi per mostre ed eventi, litto particolarmente impor- mento della caduta, mentre Il Garante della privacy è inter- che feudale. Quello per i "col- laboratori, bookshop, caffè, ristorante. Costo: 23 milioni di euro. tante, in genere rapine perché una legione di improvvisati venuto, molti politici e opinio- letti bianchi", per i vip, per Chi ce li mette? E qui arriva il bello, ovvero il brutto, della storia. allora la classe dirigente non si fiocinatori si accaniva sulla ba- nisti si sono indignati. Molto "lorsignori", che oltre ad esser- La Villa Reale dovrebbe essere curata da un consorzio di era ancora così corrotta come lena ferita a morte, scrivere, giusto. Ma nessun Garante del- si inzeppati il Codice di proce- gestione di cui fanno parte il Comune di Monza, il Comune di sarebbe stato negli anni Ottan- sempre sull'Indipendente, un ar- la privacy ha battuto ciglio e dura penale di leggi talmente Milano, la Regione Lombardia, il ministero dei Beni culturali. ta e dimostrato nei Novanta ticolo intitolato “Vi racconto il nessun politico si è indignato, "garantiste" da rendere quasi Diciamo dovrebbe, perché il Comune di Milano non ha mai con le inchieste di Mani Pulite, lato buono di Bettino” nessun opinionista ha alzato il impossibile l'accertamento formalizzato il suo ingresso nel consorzio e non ha mai pagato arrivavano, oltre ai fotografi, (17/12/92), in cui, benché dito quando tutti i telegiornali, dei reati loro propri (fra poco anche le Televisioni. Da neofi- tempo prima Craxi mi avesse solo per fare, fra i tanti possi- non potranno nemmeno esse- neppure un euro di spese, comportandosi come un condomino ta me ne stupivo. Non tanto definito, nientemeno che da- re intercettati se non con mille che neppure risponde alle lettere dell’amministratore. Il delle manette, che soprattutto gli Stati Uniti dov'era in visita, limitazioni - parlo dei limiti po- ministero di Sandro Bondi ha promesso un milione di euro, ma nei trasferimenti di più dete- “un giornalista ignobile che Il 4 marzo del 1993 sti alle indagini della polizia finora nessuno ha visto un centesimo. Il Comune di Monza ha la nuti sono necessarie, ma del- scrive cose ignobili”, ricorda- giudiziaria e della magistratu- guida del consorzio, affidata al sindaco della città Marco l'esposizione pubblica di que- vo che oltre all'uomo sfigura- Enzo Carra, l’ex ra, non di quelli, a mio parere Mariani, ma non ci ha messo i soldi. Gli unici che si sono dati da ste persone, senza alcun ri- to, sconciato che vedevamo, sacrosanti, alla loro divulga- fare sono stati gli uomini della Regione. Hanno stanziato 20 spetto, senza ritegno, senza con orrore, in quei giorni portavoce di zione), van sempre trattati con milioni e affidato a Infrastrutture Lombarde la guida della protezione (anche quando drammatici, ce n'era stato an- Forlani, fu i guanti. Per tutti gli altri, per ristrutturazione. Con un’ideona: far pagare almeno una parte non ci sono le tv non deve es- che un altro che aveva suscita- coloro che commettono reati dei lavori ai privati, che ci metteranno 5 milioni di euro (sui 23 sere piacevole farsi vedere in to speranze in molti. fotografato in da strada, che sono quelli dei totali) e in cambio avranno per trent’anni la gestione della Villa manette dalle centinaia di per- Passata la stagione euforica di poveracci, non vale nemmeno Reale. A un canone irrisorio (30 mila euro all’anno, più uno 0,5 sone che transitano ad ogni Mani Pulite, l'immagine di En- manette: i più la presunzione di innocenza. per cento del fatturato). Lo ha confessato Antonio Rognoni ora in un grande Palazzo di zo Carra in manette è passata C'è la "tolleranza zero". Ma Giustizia qual è quello di Mila- alla storia come l'emblema del- feroci furono i due questa è la vecchia, cara e in- durante la sua audizione. Così gli enti pubblici, i Comuni di Monza e Milano, la Regione e il ministero, saranno di fatto no) ma allora nessuno sembra- la "gogna mediatica" che non giornalisti che fame giustizia di classe. va curarsene, tantomeno i po- avrebbe dovuto ripetersi mai www.ilribelle.com esautorati dalle decisioni su come utilizzare la Villa Reale. “È l’unica soluzione possibile”, litici e gli opinionisti. In fondo più (come dopo il "caso Val- spararono la foto Armando Spataro (FOTO EMBLEMA) replica il sindaco Mariani, “che un la cosa non riguardava che de- preda" si giurò che mai più nes- gli stracci. suno sarebbe stato chiamato in prima pagina privato ci guadagni dalla gestione Il 4 marzo del 1993, in piena "mostro"). Il Garante della pri- è tutto sommato una cosa Mani Pulite, ci fu l'episodio di vacy emanò alcune regole di sull’Indipendente normale”. Reagisce Roberto Enzo Carra, l'ex portavoce di comportamento per i media e Scanagatti, capogruppo del Pd al Forlani, fotografato in manet- parve affermarsi una maggior Comune di Monza: “La realtà ha te. I più feroci furono Bibì e Bi- bò, alias Vittorio Feltri e Mau- rizio Belpietro, direttore e vi- sensibilità per il rispetto della dignità dei detenuti. Ma solo per alcuni. Lo dice il recente LA STECCA di INDRO l superato i nostri peggiori timori. Rognoni ha confermato che in cambio della propria quota, i cedirettore dell'Indipendente, episodio che ha visto protago- Questo centrodestra, il cui privati gestiranno per i prossimi che spararono la foto in testa nista Fabio De Santis, l'ex prov- fascino consisteva soprattutto trent’anni il corpo centrale della alla prima pagina, ingranden- veditore alle Opere pubbliche nell’essere un gruppo di forze Villa, il più pregiato”. E Giuseppe dola il più possibile e indican- toscane, uomo di fiducia di An- ben amalgamate e con una Civati, consigliere regionale del do Carra al ludibrio della folla gelo Balducci, insomma uno inferocita di quei giorni. Il più della "cricca". Con un cellulare leadership ben sicura, Pd, aggiunge: “Il consorzio avrà pietoso fu il "giustizialista" An- De Santis è stato portato in ma- non si dimostra così pochissimi margini per decidere tonio Di Pietro, ai tempi pub- nette, come gli altri quattro de- compatto come l’offerta culturale e museale di blico ministero, che ordinò tenuti che erano con lui (due credevano gli uno dei complessi monumentali agli agenti penitenziari di to- spacciatori di droga, un ladro, italiani. più importanti della Lombardia. È gliere immediatamente le ma- un rapinatore) dal carcere fio- Telemontecarlo, 2 giu- una svendita ai privati orchestrata nette a Carra. Del resto allora rentino di Sollicciano al Tribu- gno 2001 da Formigoni”. È l’accusa rivolta Che vuol dire al procuratore aggiunto di Milano passione va subito sospettato di secondi fini, ovviamente meschini. Non è certo casuale che sia proprio il ceto di quelli da Berlusconi a Letta jr? Parte- cipare a scambi di contenuti per concorrere all’attribuzio- ne di senso e significati ai mo- nunciando il fenomeno camor- ristico”) come di crisi econo- mica e relativi impoverimenti indotti (“così si diffonde il pes- far politica? Armando Spataro Ma che c’è di strano che campano di politica ad ac- creditare tale rappresentazio- ne denigratoria della loro stes- sa primaria attività; che do- vrebbe essere quella di orga- delli di rappresentazione col- lettivi; per contribuire alla messa a fuoco di quanto è con- divisibile, quindi pensabile. Il massimo filosofo politico eu- simismo”). Affermazioni che solo in apparenza è stupefa- cente riscontrare anche in buona parte del fronte di op- posizione. Proprio per le suc- nell’esercitare nizzare la partecipazione delle ropeo vivente – Jürgen Haber- citate pulsioni corporative. In- di Pierfranco Pellizzetti giunto di Milano Armando Spa- donne e degli uomini alle scel- mas – parla al riguardo di “sfera fatti queste reazioni non ci stu- taro, reo di aver espresso riser- il diritto legittimo te collettive. A conferma pubblica”; ossia la dimensione piscono più. Semmai – al tem- a politica!”. E il mes- ve sulle nuove disposizioni al “F di intervenire nel dell’avvenuto esproprio di de- in cui l’azione comunicativa di- po stesso – impongono di con- saggio sottinteso suo- varo in materia di intercetta- mocrazia che caratterizza lo venta deliberazione, dunque tinuare ad esprimere indigna- na: “Ma si vergogni!”. zioni. “Fa politica”. E allora? dibattito pubblico, stato dell’arte della nostra vita democrazia partecipata e in- zione quando uno spelacchia- Quel demenziale tor- Cosa ci sarebbe di così strano associata. Ma anche passaggio clusiva. Operazione – in teoria to giovanotto di provincia (ma- mentone che – al tempo che fu nell’esercitare il diritto legitti- su un tema di cui obbligato delle strategie difen- – altamente meritoria in una gari con la patacca di “demo- del Sergio Cofferati leader an- mo di intervenire nel dibattito sive da parte di chi rifiuta il democrazia rettamente intesa, cratico” all’occhiello), con tagonista di una Cgil sul piede pubblico, punto focale della si ha competenza? concetto stesso di controllo e ma che impiccia la principale quell’aria un po’ così da stu- di guerra – Berlusconi e i suoi “politica”, su un tema di cui – ricambio esercitato attraverso attività degli odierni tecnologi dente secchione, si permette introdussero con successo nel- tra l’altro – si ha una ricono- il libero confronto. Ossia il fon- del potere trasformatisi in per- di “dare sulla voce” a chi inter- le retoriche comunicative del- sciuta competenza diretta? Ma elettiva. Un’idea che sa tanto di damento e il cardine del reggi- suasori di massa: controllare viene criticamente nel pubbli- la Seconda Repubblica, finaliz- ecco – a seguire – il secondo corporazione blindata degli mento liberaldemocratico. In- mediaticamente le coordinate co dibattito, intimandogli l’im- zate al solo scopo di screditare diktat: “Prima di parlare si fac- addetti ai lavori. Ma è anche lo somma, la parola d’ordine è il linguistiche con le quali si rap- mediato silenzio. Lo dobbiamo l’avversario. Per inciso: che al- cia eleggere”. Davvero singola- specchio di un gravissimo in- silenziamento generale. D’al- presenta la situazione in cui fare perché – come disse Mar- tro avrebbe dovuto e dovrebbe re questa idea che per esprime- volgarimento del modo vigen- tro canto, se la politica come siamo immersi, che non devo- tin Luther King – “ciò che spa- fare un sindacato, se non pren- re una valutazione su temi di in- te di concepire la politica. La discorso pubblico tra cittadini no “remare contro” – demisti- venta non è la violenza dei po- dere posizione in materia di teresse generale (ma anche sua riduzione alle categorie informati viene ridotta all’afa- ficare – gli scenari artificiali di tenti ma il silenzio degli one- politiche industriali? A confer- particolare) sarebbe necessa- della peggiore chiacchiera da sia, non può che affermarsi l’al- legittimazione degli equilibri sti”. Un silenzio che ha come ma dell’intima berlusconizza- rio mettersi in coda davanti ai bar, altalenante tra l’immortale tra idea: quella di politica co- vigenti, predisposti dalle offi- esito finale la passivizzazione zione di larga parte del ceto po- selezionatori di partito, blandi- binomio “gnocca e motori”. me pura tecnologia del potere. cine del pensiero ufficiale. Per davanti alle relazioni di potere. litico italiano, ecco che ora re qualche ras e – così – riuscire Per cui “fare politica” diventa In effetti che cosa accomuna cui la critica diventa necessa- Quelle relazioni di potere che Enrico Letta fa proprio l’anate- a farsi inserire nell’elenco dei sinonimo di partigianeria, di quanto faceva ai suoi tempi riamente una pratica illecita. Si possono essere modificate sol- ma berlusconiano indirizzan- “designati” (come detta il ben atteggiamento da intriganti e Cofferati e oggi fa Spataro, su- parli di criminalità organizzata tanto grazie a libere discussio- dolo contro il procuratore ag- noto Porcellum) a una carica mestatori. E chi ci si dedica con scitando moti di indignazione (“Saviano denigra l’Italia de- ni.
  • 22. Giovedì 17 giugno 2010 pagina 23 SECONDO TEMPO MAIL BOX A DOMANDA RISPONDO Furio Colombo 7 LA LEZIONE DEL PROF. COTA I sindacati hanno smesso LA VIGNETTA aro Furio Colombo, Roberto abbiamo l’esemplare “cumulo Cota”. E poi di difendere i lavoratori Esisteva nell’Italia contadina e del C Cota, eletto per un mucchietto di voti presidente abbiamo un improvvisato prof. Cota che sale in cattedra e insegna a piemontesi e latifondo, un personaggio chiama- della Regione Piemonte, ha italiani e persino al presidente di una to “fattore” che controllava i mez- provato a dare una lezione di Repubblica che paga Cota due volte, il zadri e cercava di mediare con il storia del Risorgimento, domenica federalismo di Cavour. Certo l’insigne padrone perché non tirasse trop- 6 giugno a Torino. Forse sapeva statista piemontese non aveva previsto il po la corda onde evitare disordini, anche lui che non avrebbe fatto un doppio incarico, il doppio stipendio e la e massimizzare lo sfruttamento. gran figura. Però ha mostrato la doppia missione, incompatibile per vistose Questo personaggio era pagato nuova faccia della Lega che, d’ora ragioni istituzionali e politiche. Però dal padrone e i mezzadri lo sape- in poi, ha smesso di fingere sul cominciare la nuova baldanzosa stagione vano, e sapevano anche che faceva senso della parola “federalismo”. della Lega con una violazione della legge (e gli interessi del padrone. Oggi D’ora in poi si chiama di nuovo della logica) non è un fatto nuovo per la questa funzione è svolta dai sinda- “secessione”. Perché i media non Lega. Cota, come tutti i cortigiani di cati, solo che sono in larga parte prendono nota di questo Berlusconi, quando era candidato (e pagati dai lavoratori stessi, e dico- cambiamento? qualcuno doveva pur pagare le spese no di fare l’interesse dei lavorato- Emanuela elettorali) ha giurato fedeltà a Berlusconi ri. Vorrei fare un confronto: quan- come tutti i candidati della destra, che do ho preso il mio primo stipen- CIÒ CHE contraddistingue l’evento hanno letto in coro non una loro promessa dio nel 1971 nella busta paga Cota a Torino è la nuova disinvoltura con ma un testo scritto dal Capo. E poi, c’erano 120 mila lire. Ai tempi un cui la Lega comanda il paese da Roma e pensate, negli stessi giorni, la Lega, con la metro quadro di appartamento annuncia l’imminenza di un federalismo sua “nazionale di calcio” che non è costava 100 mila lire: con uno sti- estremista (vuol dire “non solidale”, vuol “italiana” ma “padana”, ha celebrato la pendio compravo un metro qua- dire rottura con l’Italia, vuol dire sua vittoria nel campionato mondiale “dei dro di appartamento e mi avanza- secessione) in Piemonte, Lombardia, popoli senza nazione”. Un rappresentante va la spesa per una settimana. E Tutte le fabbriche Veneto. Sul legame con Roma non vi sono di quel povero popolo randagio è ministro ora? I sindacati dal 1980 in poi non cercano il profitto L’abbonato dubbi: Cota era deputato quando è stato dell’Interno italiano con immenso potere (il hanno più difeso i lavoratori. Se al- eletto ed è rimasto deputato dopo essere “pacchetto sicurezza”) sul sesto paese più ziamo la testa vedremo un Sono un italiano residente in Po- del giorno diventato presidente del Piemonte, carica importante del mondo (o forse dovremmo bell’orizzonte, se l’abbassiamo lonia, seguo i media italiani e locali ovviamente incompatibile. A quanto pare i dire “ex paese, ex importante”). vedremo solo i piedi. e vorrei esternare le opinioni dei compensi italiani di Roma ladrona non Gino Colombini lavoratori polacchi a proposito EVALDA DI VITA sono così detestati dai guerrieri del Nord, Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano del trasferimento Fiat nel sud Ita- pur beneficiati dai compensi (buoni, per il 00193 Roma, via Orazio n. 10 Un accordo miope lia. Qui tutti siamo abituati a lavo- La nostra abbonata del presidente) della Regione “liberata”. E così lettere@ilfattoquotidiano.it rare sodo, per questo motivo ci giorno del 16 giugno è di che non guarda al futuro stiamo tirando fuori dal pantano nuovo una bambina. Tanti Per il bene odierno dei lavoratori comunista che per anni ha soffo- auguri da tutta la e non quello futuro, che rimane cato la Polonia. Qui non esistono i redazione del Fatto ignoto: questa è la motivazione di sindacati rossi, protettori dei fan- Quotidiano a Evalda Di sciopero stesso. Condizione ne- vanti a diversi dipendenti comuna- stinazione connessa alla rete, per coloro che hanno già firmato l’ac- nulloni, si guadagna di meno e si Vita, che oggi compie 95 cessaria per la validità del picchet- li poiché bisognava tollerare quel- ore o per anni, e per tutte le te- cordo di Pomigliano. Io credo che cerca di lavorare sempre. Que- anni. Ci riempie to è che lo sciopero sia stato de- le situazioni che erano solo “que- lefonate fatte da quelle utenze. quel futuro è tutt’altro che ignoto: st’inverno gli addetti alle strade la- d’orgoglio pubblicare ciso dalla maggioranza dei lavora- stioni politiche” e non ammini- Basta un qualsiasi terminale, se si il piano di Marchionne, come voravano con una temperatura di questa foto in cui legge il tori e non da piccoli gruppi; il pic- strative. La miopia di questi diri- hanno le chiavi di accesso al siste- quelli delle altre industrie auto- meno 29 gradi. Quelli in fabbrica si nostro giornale. “Voglio chetto comunque non può essere genti politici di centro, di destra e ma di gestione della rete e la com- mobilistiche, rimarranno inattua- sentono dei privilegiati e non so- concorrere come lettrice di ostacolo per quei lavoratori, anche della sinistra ci ha portato petenza operativa necessaria. ti, perchè il presupposto che essi no fannulloni come molti pseudo più giovane del Fatto espressione della minoranza, che allo stato attuale. Ora proviamo a immaginare una si pongono è quello di riportare la lavoratori del sud Italia. Doman- Quotidiano! Continuate non intendano scioperare. Per Roberto Napoletani qualsiasi persona al vertice di una produzione ai livelli del periodo da: perché la Fiat dovrebbe ope- così! contro, gli scioperanti hanno il di- società operatrice di rete Tlc, precedente all crisi. Ma chi si pone rare a Pomigliano? Una fabbrica, Grazie ritto di impedire che personale Il potere di intercettare quindi in possesso di tutto il po- questi obiettivi si deve rendere qualsiasi nel mondo, cerca di avere per il estraneo all’azienda lo sostituisca tere tecnico e organizzativo per conto, come tutti gli abitanti di il profitto, questo non sembrano vostro durante lo sciopero; se non fosse nelle mani di pochi noti registrare tutte le telefonate dei questo globo, che il loro mondo capirlo i politici e i famigerati sin- ottimo così lo sciopero non sarebbe più Quando in televisione ci parlano clienti più “interessanti” per sé ed deve trovare nuove vie di sviluppo dacati italiani (mantenuti da chi la- lavoro!!” un diritto protetto dalla legge, si di intercettazioni telefoniche ap- i suoi compari, in modo perfetta- economico compatibili, oppure vora). trasformerebbe in una semplice paiono immagini di registratori a mente riservato, col solo coinvol- saranno guai catastrofici. Per que- Micheal A. Barin Champion Raccontati protesta con danno salariale da- nastro, magari con alcuni agenti gimento di un tecnico fidato. Se sto la lotta dei metalmeccanici e manda vanti ai cancelli aziendali. Ma il di- delle forze dell’ordine che vi ar- quella persona non è un santo, è la Fiom a Pomigliano, anche se do- La bellezza e la giustizia una foto a: abbonatodelgiorno@ ritto di protestare già esiste, per meggiano, fra le apparecchiature prima cosa che farà appena diven- vesse soccombere al Referen- qualsiasi cittadino e senza danno di una centrale telefonica, dando tata Ad di una società telefonica. dum, guarda al futuro, a differenza del nostro articolo 41 ilfattoquotidiano.it economico, mentre il diritto di l’impressione di un’attività impe- Ne conosciamo almeno due che di quella dei quattro sindacati che Uno dei vizi maggiori della nostra sciopero è un ulteriore diritto ga- gnativa, costosa, vistosa, difficil- santi non sono. State tranquilli: le hanno sottoscritto l’accordo del informazione è quello di parlare rantito ai lavoratori . mente mascherabile. C’è già da intercettazioni, in Italia, continue- “qui, ora e subito”, che non tiene delle cose, senza entrarne nel me- Ascanio De Sanctis tempo un modo ben diverso di in- ranno imperterrite, ma solo quel- in alcuna considerazione il futuro. rito. L’articolo 41 della nostra Co- sconi e Tremonti vogliono cam- tercettare, molto meno artigiana- le meno “istituzionali”. Sergio Barsotti stituzione, per esempio. Berlu- biarlo. Ma cosa afferma davvero Troppa tolleranza le e appariscente. Le attuali reti Federico Vagliani l’art. 41? Ecco cosa dice: “L’inizia- sono controllate da sistemi di ge- tiva economica privata è libera. nei confronti della Lega stione per i quali è uno scherzo, IL FATTO di ieri17 giugno 1867 Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da Prendo spunto dall’articolo di Gianfranco Pasquino sulla Lega volendo, “spillare” sistematica- mente tutte le comunicazioni di Fino alla metà dell’800, con gli antibiotici di là da venire, il recare danno alla sicurezza, alla li- Nord. In effetti, è vero che negli un gruppo, anche enorme, di IL FATTO QUOTIDIANO nemico invisibile numero uno erano le infezioni. Falcidiati da bertà, alla dignità umana. La legge anni passati si sono tollerati mol- utenti prescelti e riversarle in via Orazio n. 10 - 00193 Roma batteri sconosciuti e letali, migliaia di persone morivano determina i programmi e i con- tissimi comportamenti, anche ille- tempo reale in una opportuna de- lettere@ilfattoquotidiano.it come mosche di cancrena, setticemia, choc septici. In trolli perché l’attività economica gali della Lega e non solo politica- guerra, nel privato delle case e, con l’ingresso della pubblica e privata possa essere in- mente scorretti. Durante le ele- chirurgia, nelle rudimentali sale operatorie dove, per i primi dirizzata e coordinata ai fini socia- zioni politiche del 1996, la Lega li”. Un articolo giustissimo. Ora, propose il referendum per la se- chirurghi, era nota d’orgoglio mostrare le macchie di sangue Direttore responsabile se togliamo alla libertà economica cessione. All’epoca ero segreta- sparse sulle sudice palandrane usate per mesi, e pratica Antonio Padellaro privata il limite sacrosanto di “non rio comunale in un Comune della corrente infilare, per comodità, i fili di sutura nelle asole recare danno alla sicurezza, alla li- provincia di Venezia. La locale se- delle vesti. Alle vittime per assenza di igiene pensò il medico bertà e alla dignità umana”, tornia- zione della Lega affisse i manifesti Caporedattore Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez Joseph Lister, che il 17 giugno 1867, nel corso di un mo al lavoro schiavistico. L’uomo per la secessione sia negli spazi Progetto grafico Paolo Residori intervento a Glasgow, sperimentò per primo, su paziente, come mezzo, non come fine. elettorali riservati alle elezioni Redazione ferri e ambiente, l’uso dell’acido fenico, fino allora adoperato Luigi Fioravanti politiche sia fuori da quegli spazi 00193 Roma , Via Orazio n°10 come disinfettante di fogne. Con Lister, deriso dai colleghi ed io li fece togliere dalla polizia tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230 per quella mania di pulizia, era nata l’antisepsi chirurgica, e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it conquista destinata a dimezzare i decessi da germi Non toccate municipale, la quale naturalmente sito: www.ilfattoquotidiano.it diede corso anche alla denuncia atmosferici e ad aprire la strada all’asepsi, sterilizzazione il diritto allo sciopero penale (all’epoca l’affissione di Editoriale il Fatto S.p.A. preventiva del campo operatorio, dal paziente, alle mani e ai Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10 Dal diritto di sciopero consegue il manifesti fuori dagli appositi spazi camici dei medici, all’intero habitat chirurgico. Una diritto di organizzare picchetti era reato, punito con ammende Presidente e Amministratore delegato rivoluzione firmata Joseph Lister, che la Regina Vittoria Giorgio Poidomani sindacali per impedire che lavora- pesantissime, di qualche decina di premiò col titolo di baronetto. tori chiamati dall’azienda, a sosti- milioni di lire). Ebbene il sindaco Consiglio di Amministrazione Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro Giovanna Gabrielli tuire chi sciopera, vanifichino lo del Pds mi criticò aspramente da- Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130, 20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4; Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo; Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35 • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero: Queste sono le forme di abbonamento Prezzo170,00 € telefono e tipo di abbonamento scelto. Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l., previste per il Fatto Quotidiano. • Modalità Coupon * • Bonifico bancario intestato a: • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 320,00 € - annuale Editoriale Il Fatto S.p.A., Per qualsiasi altra informazione in Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A., alla settimana (da martedì alla domenica). Prezzo 180,00 € - semestrale BCC Banca di Credito Cooperativo merito può rivolgersi all'ufficio abbonati Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano Ag. 105 Via Sardegna Roma • Abbonamento PDF annuale al numero +39 02 66506795 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it • Abbonamento postale base (Italia) Iban IT 94J0832703239000000001739 Prezzo 290,00 € - annuale Prezzo130,00 € o all'indirizzo mail • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 20.00 postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599 rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, 2ª rata compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano