Intercettazioni: pressato da Fini e dai leghisti B. fa
      trapelare aperture. La solita trappola per confondere tuttiy(...
pagina 2




                                                          A
                                                 ...
Giovedì 17 giugno 2010




                                                         U
                                    ...
pagina 4




                                                         I
                                                  ...
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Il fatto 17062010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Il fatto 17062010

3,165

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
3,165
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Il fatto 17062010"

  1. 1. Intercettazioni: pressato da Fini e dai leghisti B. fa trapelare aperture. La solita trappola per confondere tuttiy(7HC0D7*KSTKKQ( +"!z!.!#!_ www.ilfattoquotidiano.it Giovedì 17 giugno 2010 – Anno 2 – n° 167 € 9,90 DVD + € 1,20 – Arretrati: € 2,00 Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46) tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009 L’AQUILA, I PM ACCUSANO Sentenze à la carte di Marco Travaglio ”QUEI RAGAZZI POTEVATE SALVARLI” N on avendo nulla da fare, a parte nominare primari ospedalieri e dirigenti delle Asl, lottizzare società pubbliche e miste, metter becco nella Pubblica amministrazione, nella La Protezione civile e il mancato sgombero della Casa scuola, nell’università, nella ricerca, negli istituti culturali, nelle banche, negli appalti e nelle dello Studente. Rivolta della città: 20 mila in piazza consulenze, fare i palinsesti televisivi e poi gli ospiti televisivi e poi la critica televisiva, decidere se un film è bello o no, se un attore o un regista è bravo o no, Allarmi negati, stabilire cosa devono scrivere i giornali e cosa no, chi La vendetta informazioni devono intercettare i magistrati e chi no, chi devono dirottate e ammanettare i poliziotti e chi no, e in parecchi casi rubare a man bassa, ora i politici pretendono pure di di Marco Lillo pilotate, scrivere le sentenze. Il governo decide che il pentito dc le lettere-accusa Gaspare Spatuzza non è attendibile perché ha parlato è una strategia dietro le ultime mos- C’ se della maggioranza. La scelta di del sindaco fuori tempo massimo e gli nega il programma di protezione, così impara a fare il nome del presidente togliere al pentito Spatuzza il pro- rimaste senza del Consiglio (che infatti gli nega la protezione, cioè gramma di protezione, l'accelera- risposta: ecco confessa). Un tempo, quando un mafioso collaborava zione sulla legge bavaglio e il trattamento le carte con la giustizia, erano i giudici a stabilire se era duro ai giornalisti che svelano gli scandali attendibile: dopodiché la mafia lo minacciava e il berlusconiani seguono un disegno: colpir- dell’inchiesta governo lo proteggeva. Ora è tutto più semplice: ne uno per educarne cento. Dalla censura sul terremoto quattro procure giudicano Spatuzza attendibile, ma alla ritorsione, è questa l’ultima fase del ber- L’occupazione dell’autostrada L’Aquila-Roma (FOTO EMBLEMA) Amurri e Sansa pag. 2 - 3 z ciononostante, anzi proprio per questo, il governo lusconismo. non lo protegge e lo minaccia, risparmiando inutili Fino a pochi mesi fa il Cavaliere sembrava fatiche alla mafia. E pazienza se Spatuzza si accusa convinto di poter nascondere i fatti. Se una della strage di via D’Amelio scagionando tre tizi sentenza condannava Marcello Dell’Utri L’OSCE RIVELA x È un anno che lanciamo l’allarme condannati per sbaglio al posto suo. Pace all’anima raccontando i suoi rapporti con i boss stra- loro. È il Lodo Mantovano, ultimo grido del gisti, nessuno spiegava in tv la notizia. Se Bertolaso e il Cavaliere venivano sorpresi sul lettino di un centro benessere, Bruno Vespa LEGGE BAVAGLIO, IL MONDO CI GUARDA garantismo all’italiana: i colpevoli fuori, gl’innocenti in galera. Per non essere da meno, anche il Pd vuole sostituirsi ai giudici. La capogruppo al Senato Anna montava pronto una puntata di Porta a Porta. Alla lunga però il tappo è saltato e i fatti sono comparsi in tv grazie soprattutto ad Annoze- Dopo E SI VERGOGNA PER NOI l’organizzazione europea anche il Finocchiaro non ha gradito la requisitoria del procuratore di Pescara Nicola Trifuoggi contro Ottaviano Del Turco: “Trovo criticabile che, nel corso ro. Per mesi Berlusconi ha cercato di chiu- di un pubblico dibattimento, il pm abbia dato lettura dere la falla tempestando di telefonate la Rai Wall Street Journal Il sindaco di Varallo Valsesia di intercettazioni telefoniche riguardanti fatti estranei e il Garante. Quando l’assalto è stato svelato dipinge un’Italia ai capi d’imputazione e dunque alle accuse dai pm di Trani e dal Fatto, la maggioranza ha formalizzate nei confronti di Del Turco”. Ne avesse fuori dalle puntato alla fonte primaria: pentiti e telefo- ni. La sequenza è impressionante: Spatuzza democrazie. Lo SEGNALETICA RAZZISTA azzeccata una. Non era un “pubblico dibattimento”, ma un’udienza preliminare in camera di consiglio, cioè a porte chiuse. Il pm non ha “dato lettura” di un ha perso il programma di protezione pro- stop di Bossi pag. 4-5 z bel niente. E i fatti non sono per nulla “estranei ai capi prio per le parole, dette fuori termine, su Berlusconi. Se non avesse riferito quello che d’imputazione”: si tratta di rapporti intimi fra il il suo boss gli disse sul Cavaliere, oggi avreb- presidente della Regione e una signora nominata be ancora l’assegno per la famiglia e la casa. nsaviano consulente della sua Regione. Il pm ha evocato en passant questo caso di – parole sue – “onanismo Il messaggio per gli altri pentiti è chiaro: ec- co cosa accade a parlare del manovratore. I professionisti telefonico” – per dimostrare “la strumentalizzazione Poi ieri il Cavaliere ha accelerato sulla legge dell’anti Gomorra dell’ufficio pubblico per scopi privati”. Ripetiamo per l’ennesima volta: non sappiamo se Del Turco sia bavaglio. E in questo clima, c’è chi si porta all’attacco colpevole o innocente, lo stabiliranno i giudici che avanti con il lavoro. La nuova legge inaspri- Travaglio pag. 10 e 11z devono ancora decidere se vada rinviato a giudizio o sce le pene per investigatori e giornalisti, ma no. I pm ritengono di sì, i difensori di no, si prima ancora della sua entrata in vigore i ma- gistrati di Bari hanno pensato bene di arre- nmafia pronuncerà il gup. Mentre, tre giorni fa, Trifuoggi teneva la sua requisitoria, al primo accenno a quelle stare un colonnello della Finanza. Proprio Spatuzza: telefonate i difensori l’hanno interrotto, nella pretesa Divieto di ingresso nelle aree pubbliche per chi quello che intercettava il Cavaliere. L’accusa gravissima sarebbe quella di usare il cellu- “Io continuerò indossa “niqab e burqa”, per “vu cumpra” e che il gup gli levasse la parola. Il gup l’ha invitato a mendicanti. Tutte le iniziative xenofobe del primo proseguire. Allora avvocati e Del Turco hanno lare di servizio per passare notizie alle cro- a parlare” cittadino del comune piemontese. abbandonato l’aula e, appena fuori, han raccontato niste e molestare le indifese escort da lui in- Amurri pag. 5z Caselli pag. 8 z alla stampa quel che era emerso in camera di consiglio terrogate. Mentre nulla si sa e che essi conoscevano da tempo (le telefonate hard del filone Tarantini-Berlusco- sono agli atti da due anni). I giornalisti invece non ne ni, i pm baresi ora puntano sui giornalisti rei di avere nbusiness d’Italia Udi Massimo Fini sapevano nulla e avrebbero seguitato a non saperne nulla se non li avessero informati Del Turco e i suoi pubblicato scoop scomodi I trafficanti d’armi LE MANETTE, legali. Ora, secondo la Finocchiaro, quelle telefonate sui casi D’Addario e Trani. In “attengono alla vita privata” e sono servite al pm per questo clima irrespirabile non vanno in crisi: FELTRI “mortificare la dignità di Del Turco”. Ma una Sandro Ruotolo, l’unico gior- esportazioni record E BELPIETRO consulenza “artistica” di 30 mila euro l’anno a una nalista che ha cercato di spie- Martini pag. 9z signora molto vicina a un governatore è un fatto gare in tv le complesse vicen- de di Ciancimino e Spatuzza, H odicominciatoacomedicronista giornalista la mia carriera giudiziario all'Av nti! Milano pubblico, visto che la tipa era pagata con soldi pubblici, cioè nostri. Così come l’assunzione del figlio da mesi riceve lettere di mi- di un amico del governatore a “vignettista ufficiale” nacce. I suoi nemici sanno CATTIVERIE nei primi anni ‘70. Ogni giorno della Regione Abruzzo (altri 30 mila euro l’anno). Pare dove abita e vogliono fargli Apre a Genova la discoteca vedevo a Palazzo di giustizia non che la svagata signora Finocchiaro, in una precedente male. Ma nell’era della ritor- cristiana. Aiuterà solo qualcuno in manette ma file reincarnazione, fosse addirittura magistrato. Poi, per sione, per lui lo Stato non a santificare le feste di detenuti tenuti insieme dagli fortuna della Giustizia, ha smesso. Ma niente paura: prevede alcuna tutela. www.spinoza.it "schiavettoni". pag. 22 z riesce a far danni lo stesso.
  2. 2. pagina 2 A PROTEZIONE E CORRUZIONE conclusione delle indagini preliminari del CNT, Michele Calvi, direttore di “Eucentre” il 6 aprile alle ore 3,32 di magnitudo 6.3 il sisma Omicidio colposo: le la Procura de L’Aquila ha inviato Claudio Eva, professore Università di Genova, provocato dalla rottura di una faglia che l’avviso di garanzia per omicidio Mauro Dolce, direttore ufficio rischio sismico attraversa la città, il più forte registrato in Italia colposo, danneggiamento e lesioni colpose a della Protezione civile che hanno partecipato alla dal 1980 (in Irpinia) ha provocato 305 vittime vittime di quel maledetto Bernardo De Bernardinis, vicecapo della Commissione Grandi Rischi svoltasi il 31 marzo. delle quali 105 si trovavano in 15 edifici con Protezione civile, Franco Barberi, vicepresidente Al termine il braccio destro di Bertolaso alla struttura di cemento armato le altre in della Commissione Grandi Rischi, Enzo Boschi, conferenza stampa ha rassicurato la cittadinanza costruzioni in murature. Ad oggi le vittime a 6 aprile furono 305 presidente del’INGV, Giulio Selvaggi, direttore invitandola a rientrare nelle case. Dopo 6 giorni, causa degli effetti post-sisma sono circa 2000. La Casa Il ricercatore Il videotape Le lettere dello Studente calunniato fatto sparire del sindaco Il mancato L’allarme ignorato La linea: nessuno La richiesta dello sgombero e la denuncia deve sapere stato d’emergenza È la struttura-simbolo della tragedia: sotto le macerie restarono senza I l suo nome è Giampao- lo Giuliani, fa il ricer- catore. Nei giorni prima A lla troupe del Tg2 che aveva fatto un servi- zio sulle scosse arrivaro- I l sindaco Cialente in due occasioni segnalò che crolli nelle scuole ce vita 8 ragazzi. I pilastri del del sisma aveva denuncia- no telefonate “esterne” ne erano già stati durante palazzo erano stati costrui- to tutti i rischi. È stato ac- per far passare la notizia l’autunno. Protezione ci- ti contravvenendo alle re- cusato di procurato allar- che i terremoti non si pos- vile e Palazzo Chigi non gole sulla sicurezza. me. sono prevedere. fecero nulla. TUTTE LE COLPE MINUTO PER MINUTO Terremoto, i pm contro la Protezione civile di Sandra Amurri sente la voce del ricercatore passato!’. Era un volontario del- dichiara: “Le scosse non sono ta- Giampaolo Giuliani che chiede la Protezione civile”. Dai verba- li da preoccupare, ma purtrop- egligenza, impruden- di non essere intervistato – in li-testimonianze si rivive l’ango- po a causa di imbecilli che si di- “N za, imperizia” per aver fatto una “valuta- zione dei rischi con- nessi” all’attività sismica in cor- so sul territorio dal dicembre quanto all’epoca indagato per procurato allarme, accusa poi caduta – che racconta di bimbi che erano dovuti uscire in fretta perché i calcinacci piovevano scia di quei giorni, un’angoscia che andava repressa. Come gli sms recuperati dal cellulare di Carmelina – seppellita dalle ma- cerie della Casa dello Studente – vertono a diffondere notizie fal- se siamo costretti a mobilitare la comunità scientifica per rassi- curare i cittadini”. Mentre l’as- sessore regionale alla Protezio- La notte delle macerie I primi soccorritori alla Casa dello Studente: la scossa ha distrutto l’edificio, 8 ragazzi sono rimasti sepolti dalle macerie (FOTO LAPRESSE) 2008 “approssimativa, generica sui banchi. Ma siccome la Pro- inviati all’amica Serena. “Paura, ne civile Stati diceva: “Sono in e inefficace in relazione alle at- tezione civile aveva detto che ha fatto una scossa e ci siamo continuo contatto con Bertola- tività e ai doveri di previsione e non c’era pericolo, la scuola messi sotto al tavolo... Ciccia so che stasera sarà alla riunione. formava che nello scorso autun- stra era una psicosi”. “Rientrate prevenzione”. È questa l’accusa non è stata chiusa ed è stato solo Paura alla prox”. E ancora: I terremoti non si possono pre- no era stato costretto a chiudere in casa, qui per strada siete di in- che i magistrati de L’Aquila – nel- un caso che la scossa della mor- “Mamma ci dobbiamo convive- vedere, quando saranno lo sa so- due scuole e a tenere sotto stret- tralcio per eventuali soccorsi” il la chiusura delle indagini – muo- te sia arrivata di notte, perché re. Fa tutti i giorni ma hanno det- lo il padreterno”. Da notare che ta osservazione altri immobili. leit motiv del personale della vono alla Commissione Nazio- l’edificio è crollato. Durante il to che è normale e deve sfogare a quella riunione il capo della Palazzo Chigi non risponde Protezione civile. Intralcio a co- nale per la Previsione dei Grandi viaggio di ritorno a Roma la gior- prima o poi finirà”. Il mattino Protezione civile non parteci- Lettera a cui ne seguì un’altra su- sa se non vi era alcun pericolo? Rischi riunitasi nel capoluogo nalista e il cineoperatore rice- del 31 marzo Bertolaso da Roma pò: era alla Maddalena per la bito dopo la riunione della Com- “Io sono un Disaster Manager abruzzese il 31 marzo del 2009 – vettero telefonate “esterne” che preparazione del G8. missione Grandi Rischi del 31 5 giorni prima della scossa de- ordinarono di far sparire la cas- Secondo l’accusa, la Protezione marzo – da cui il sindaco era vastante – con “l’obiettivo di for- nire ai cittadini abruzzesi tutte setta perché bisognava far pas- sare la notizia che i terremoti La chiusura civile non ha neppure assolto al suo compito di predisporre un uscito insoddisfatto – indirizza- ta alla presidenza del Consiglio, I giorni prima le informazioni disponibili alla comunità scientifica sull’attivi- non si possono prevedere e che non c’era pericolo. indagini per piano di evacuazione informan- do la cittadinanza rispetto a qua- al governatore Chiodi e alla Pre- fettura de L’Aquila in cui chiede- della scossa tà sismica delle ultime settima- ne”. Secondo i pm sono state Quelle voci silenziate Tante le testimonianze raccolte l’omissione di li regole osservare in quei giorni tipo dormire a pian terreno vi- va lo stato d’emergenza: “Chie- desi immediato stanziamento di letale i funzionari fornite – sia con dichiarazioni dai magistrati. Come quella di cino alla porta con l’auto pronta fondi per prime emergenze so- agli organi di informazione sia Patrizia, che racconta di aver tra- soccorso: “False dinanzi casa, ecc... E soprattutto prattutto per gravi danni strut- dicevano: con redazione di un verbale al scorso quella notte in auto dopo non ha fatto evacuare gli edifici turali in due edifici scolastici Dipartimento della Protezione la scossa delle 00:38: “Passò una informazioni a rischio così come chiesto dal ospitanti 500 alunni”. A cui si ag- “Tornate in casa, civile – notizie “incomplete im- vettura guidata da un uomo di sindaco Cialente in una lettera giunge la testimonianza dell’al- precise e contraddittorie sulla mezza età che senza scendere e nessuna riservata rimasta senza risposta lora presidente della Provincia basta natura delle cause e sulla peri- disse: ‘Cosa state facendo qua? a Bertolaso e al presidente della Pezzopane: “Lanciavamo conti- colosità e futuri sviluppi dell’at- Rientrate in casa! Il pericolo è prevenzione” Regione Chiodi. Cialente li in- nui appelli ci dicevano che la no- allarmismi” tività sismica in esame” vanifi- cando “le finalità di tutela dell’integrità della vita dei beni L’INTERROGATORIO Il sottosegretario non convince i magistrati degli insediamenti e dell’am- biente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da calamità naturali e da altri eventi che de- terminano situazione di grave ri- Via Giulia e il cardinale Sepe: le sparate di Bertolaso schio”. Affermare che “sui terre- di Antonio Massari – non ricorda d'averla mai letta – ma capo della Protezione civile - ven- mone. L'architetto Angelo Zampo- moti non è possibile fare previ- che il proprietario dell'appartamen- tiquattrore dopo l'interrogatorio in lini, a maggio, aveva dichiarato ai sioni” scrivono i pm, vuol dire anche che non è possibile esclu- dere, come invece è stato riba- C’ dal aproprietario di casa escritta è la bozza di una lettera, indi- rizzata Guido Bertolaso, che con- to in via Giulia, nelle scorse setti- mane, ha ugualmente consegnato ai pm: per dimostrare che Bertolaso, cui tra l’altro ha spiegato di avere lui stesso contattato il cardinale Cre- scenzio Sepe, oggi arcivescovo di pm di aver pagato personalmente l'affitto della casa, per conto di Ane- mone. Fatto confermato dal padro- dito anche in conferenza stam- ferma i dubbi della procura sull'e- in quell'appartamento, vi ha abitato. Napoli e per molto tempo ai vertici ne di casa, Raffaele Curi, il quale, pa dal vicecapo della Protezio- pisodio di via Giulia. Una lettera che E che il saldo dell'affitto e delle bol- di Propaganda Fide, per avere l’ap- oltre a ricordare che l'affittuario era ne civile Bernardo De Bernardi- non sarebbe mai giunta a Bertolaso lette era spesso in ritardo. La tesi del partamento - , continua a non con- Bertolaso, ha ritrovato nelle proprie nis una scossa più forte e deva- vincere i pm. Non sono bastate due agende il nome di Zampolini, col- stante come quella verificatasi. di risposte e il deposito di una sfilza legandolo ai pagamenti ricevuti. Il Tg2 e calcinacci censurati Agli atti anche un dvd realizzato Il ruolo di di documenti: i pm Sergio Sottani e Alessia Tavarnesi continuano a nu- capo della Protezione civile ha for- nito una versione parzialmente di- all’insaputa delle persone pre- senti il 31 marzo da una troupe Propaganda trire dubbi su via Giulia, sui rapporti tra Bertolaso e l'imprenditore Diego versa che, però, non muta la sostan- za degli eventi. della Rai nello scantinato della scuola elementare De Amicis Fide. Ma il Anemone, sui loro appuntamenti nell'autunno 2008. Vediamo quali In sintesi Bertolaso ha detto agli in- quirenti: “L'appartamento mi è stato che contiene anche un’intervi- sono i punti che, dalla prospettiva messo a disposizione grazie a un sta all’operatore Cristiano D. proprietario dell'accusa, non sembrano quadra- amico, che non c'entra niente con della troupe Rai che ha riferito a re. Diego Anemone, ma è vicino a Pro- verbale di aver subìto pressioni della casa Due giorni fa, Bertolaso ha confer- paganda Fide. L'ho usato soltanto dalla giornalista che avrebbe mato di aver abitato l'appartamento per qualche mese, dopo esser stato realizzato il servizio affinché il smentisce in via Giulia, lo stesso appartamento in una sorta di seminario, quando video non venisse trasmesso nel che compare nella “lista” dei lavori ho avuto problemi in famiglia per- corso del Tg2 di quella sera. Si SuperGuido di ristrutturazione effettuati da Ane- ché litigavo con mia moglie. I miei
  3. 3. Giovedì 17 giugno 2010 U PROTEZIONE E CORRUZIONE n anno fa la protesta degli di chi aveva perso tutto ed era costretto a Il racconto di un anno abitanti de L’Aquila ha strappato vivere in tenda. A distanza di dodici mesi la un sorriso con la grande scritta stessa collina alle porte de L’Aquila ospita un “Yes we camp” comparsa sul Colle di Roio, messaggio che sembra cancellare ogni voglia nelle scritte sulla collina: frazione del capoluogo abruzzese. di sdrammatizzare. Sul Colle di Roio la Riprendendo il celeberrimo slogan che ha grande scritta composta ieri dai manifestanti accompagnato l’elezione di Obama, un po’ di comunica la semplice richiesta di aiuto di chi da “Yes we camp” a “Sos” ironia ha spezzato la solennità del racconto comincia a perdere le speranze: Sos. L’Aquila reale: “Macché miracolo stiamo morendo” HANNO SFILATO IN 20 MILA: “BASTA PROMESSE, LE TASSE CI STROZZANO” di Ferruccio Sansa ricordare alla Capitale e all'Ita- pei. Oppure il set di un film con Aggiunge: "Non capisco per- li, ma pensionati. Poi un signo- inviato a L’Aquila lia che L'Aquila sta morendo", le facciate dei palazzi – splen- ché alle altre regioni terremo- re che inalbera il suo cartello so- Giulia Donati, professoressa di didi – tenute su dalle impalca- tate hanno fatto pagare le tasse litario: "Noi all'Aquila non spa- orridono mentre imboc- scuola media la spiega così. ture: dietro le finestre il vuoto. arretrate dopo dodici anni e a riamo a nessuno. A Roma c'è S cano l'autostrada. Senza biglietto. A piedi. Ragazzi che suonano le vuvuzelas come alle partite dei Mondiali, il sindaco de L'Aquila, Massimo E il miracolo dell'Abruzzo ri- costruito a tempi di record? Camminando per corso Vitto- rio Veneto si incontra un'altra storia. La vetrina del fotografo Ieri, però, L'Aquila è stata di nuovo una città. Per un giorno. "Un fiume di gente sul corso, come quando il giovedì sera gli studenti si ritrovavano per fe- noi dopo un anno. Agli altri hanno concesso di restituire il 40 per cento, da noi vogliono tutto. Dovremo pagare oltre un miliardo. Ma qui c'è gente che qualcuno che spara cazzate". Pochi gli slogan politici (mai violenti). Tre nomi ricorrono: Silvio Berlusconi, Guido Berto- laso e Gianni Chiodi (il Gover- Cialente, insieme con i colleghi con le immagini di due sposi steggiare", racconta Attilio, non ha da mangiare". natore dell'Abruzzo, Pdl, assen- arrivati dai paesi vicini. Poi sbiadite. I poster che annuncia- uno dei 23 mila studenti che Il corteo avanza, si ingrossa, tie- te, ma c'era lo stendardo della mamme con i figli in spalla, pro- no un concerto di un anno fa. non hanno mollato l'università. ne insieme tutte le anime della Regione). Il vento è cambiato fessori universitari e contadini, Una finestra con i vetri rotti e Nessuna bandiera di partito, so- città. Ecco il sindaco, poi il ve- da quando un anno fa il Cava- anziani che si fanno fresco con un topo che cammina dove una lo quelle verdi e nere della città. scovo ausiliario Giovanni D'Er- liere camminava per le vie del- il ventaglio sotto il sole rovente. volta c'era il salotto. I manichini E gli stendardi dei comuni. cole, il presidente della Provin- l'Aquila a braccetto con Oba- Ventimila persone (secondo il da un anno nudi e immobili nel "Sos" è scritto con lettere alte cia Antonio Del Corvo (Pdl), i ma. E Bertolaso veniva salutato sindaco e gli organizzatori), un negozio di vestiti. Le insegne – dieci metri sul monte che do- sindacati, le associazioni di ca- come un santo. quarto degli abitanti de L'Aqui- trattorie, bar, alberghi, banche, mina la città. Vuol dire aiuto, tegoria. Tutti, insomma. Una "L'Aquila sta morendo sotto la che imbocca l'autostrada. gioiellerie – che non indicano ma anche "Sospensione delle manifestazione con tanti regi- i nostri occhi", racconta Camil- Quella per Roma: "Dovevamo più nulla. Viene in mente Pom- tasse, Occupazione e Sostegno stri diversi: la protesta per le la Inverardi, discendente di una all'economia". Un messaggio tasse, ma anche il desiderio di dinastia di architetti cittadini. all'Italia: non lasciateci soli, il salvare l'identità. La strana eu- Spiega: "Noi siamo pronti a ri- formato negli Anni ‘90 dalla Pro- terremoto non dura solo il mi- foria per essersi ritrovati e la costruire. Ma dopo quattordici tezione civile – dice a verbale nuto della scossa. Ma la gente malinconia del ricordo. L'Aqui- mesi mancano ancora le linee Sergio Bianchi che nel terremo- sfila anche per tornare insieme la racchiude tutto nei suoi slo- guida e non si possono presen- to ha perduto suo figlio – mi han- nelle strade, sentire di nuovo le gan: "Vogliamo essere trattati tare progetti". C'è un altro pun- no insegnato che la Protezione voci. Per incontrarsi, sentirsi vi- come trattate gli evasori fisca- to: i progetti di recupero sono Civile è quella che è capace di vi. li". Dietro lo striscione, non ag- stati riuniti in "aggregati". Non fare previsione, prevenzione e Già, perché nel resto d'Italia guerriti ragazzi dei centri socia- si può ricostruire per conto corretta informazione ai cittadi- sono convinti che L'Aquila sia proprio, bisogna farlo tutti in- ni in tempo di pace, la Protezio- rinata. Invece giorno dopo sieme. Così devi fare la gara di ne civile meno buona è quella che si deve dispiegare nelle giorno sta morendo. Non c'è tempo da perdere. Così ieri gli Slogan e rabbia: appalto. Come dire: decideran- no le autorità chi ristrutturerà emergenze”. È questo il punto cruciale da cui si snoda l’inchie- aquilani si sono dati appunta- mento alle porte del centro sto- “Vogliamo casa tua. Un'altra storia che qui fa storcere il naso. sta: se è vero che i terremoti non si possono prevedere, è pur ve- rico. Gente che magari non si vedeva dal 6 aprile del 2009 essere trattati Ma lo stesso non c'è violenza. Dopo un'ora si abbandona l'au- ro che non si può prevedere che quando il terremoto l'aveva di- tostrada ricordando i "308 mor- non avverranno. Ma la Protezio- spersa come una ventata. come fate con gli ti che aspettano giustizia e i 16 ne civile aveva il dovere di infor- La città si sgretola, rischia di re- mila disoccupati". Intonando mare la cittadinanza e non di ras- stare solo un'idea. Massimo Cia- evasori fiscali” tutti insieme "Doma'", canzone sicurarla, di far sgomberare gli lente, il sindaco, allarga le brac- scritta dagli artisti de L'Aquila: edifici pericolanti come la Casa cia: "Gli abitanti cominciano ad Poi blitz verso "Retrovo ji amici co na tazza e dello Studente. Ma questo non è andarsene. Non ci sono i soldi. n'abbraccio. E di nuovo ju cen- stato fatto. (FOTO ANSA) La ricostruzione è un sogno". l’autostrada tro è la vita per me". orari di lavoro, però, non si conci- liavano con quelli del collegio uni- tisce gli elementi forniti da Zampo- lini e Curi: la posizione di Bertolaso, MR. SILVANO Da Mani Pulite versitario e ho così cercato un ap- sull'appartamento di via Giulia, non partamento. Le bollette le pagavo io, l'affitto invece no, perché l'apparta- pare spostarsi di un millimetro. Bertolaso ha consegnato agli in- all’economato dell’arcivescovo mento era stato messo a mia dispo- sizione”. L'amico si chiama Francesco Silva- quirenti il progetto realizzato da sua moglie il Salaria sport village di Ane- mone. “Quando ho saputo che Ane- S il’economoFrancesco SilvanodieNapoli eCrescen- chiama dell’Arcidiocesi attualmente è più stretti collaboratori del Cardinale, uno dei ricoperto il ruolo di Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli (Propaganda Fi- de), e Silvano ne era uno dei dirigenti. E’ il periodo no, è un alto esponente dell'Opus mone avrebbe potuto lavorare per i zio Sepe. E’ lui la persona che avrebbe messo a in cui Angelo Balducci viene nominato Consul- Dei, presidente del consiglio d'am- Mondiali di nuoto, che si tennero a disposizione di Guido Bertolaso l’abitazione di tore della stessa Congregazione. ministrazione dell'ospedale Bambin Roma nel 2009, ho chiesto a mia mo- via Giulia a Roma. Così ha affermato il sottose- Negli anni della prima repubblica, fino al 1993, Gesù di Roma, e non è escluso che i glie di fare un passo indietro”. Per gretario alla Protezione Civile di fronte ai pm di Silvano è stato amministratore della Stet, la finan- pm decidano di convocarlo. Tutto questo motivo la consulenza di Glo- Perugia, indicando Silvano come “amico perso- ziaria dell’Iri nel settore della telecomunicazio- questo, però, non muta i nodi essen- ria Piermarini, che all'inizio ammon- nale e collaboratore di Propaganda Fide” e con- ne. La società era arrivava a fatturare 33 miliardi ziali della vicenda: Bertolaso non pa- tava a 90 mila euro, si riduce a 25 traddicendo la deposizione del proprietario delle vecchie lire e a impiegare 133000 persone, gava l'affitto dell'appartamento, che mila. “Ma anche suo cognato ha la- dell’appartamento, Raffaele Curi, che invece ha prima di fondersi nel 1997 in Telecom Italia spa. non appartiene all'ente Propaganda vorato per le imprese di Anemone”, individuato nell’architetto Angelo Zampolini co- Le cronache di Tangentopoli riferiscono di un suo Fide, ma al proprietario Raffaele Cu- hanno ribattuto i pm, “perché non ha lui che provvedeva a pagare l’affitto e le bollette, arresto nell’ambito delle indagini su una tangente ri. E Curi ribadisce: “Io questo Fran- chiesto anche a lui di fare un passo lasciandone peraltro qualcuna insoluta. di circa quattro miliardi che secondo l’accusa sa- cesco Romano non so chi sia e non indietro?”. Ed ecco la risposta – in Silvano vive prevalentemente a Napoli ma da rebbe stata pagata all' ex direttore dell' Asst. In ho rapporti con Propaganda Fide. A sintesi, non letterale – di Bertolaso: qualche giorno, affermano fonti vicine alla Curia, seguito, Silvano ha lavorato in Propaganda Fide pagarmi l'affitto era Zampolini”. A “In quel caso si trattava di soldi pub- è tornato a Roma – dove dispone di una casa – a con Sepe e ha fatto parte del direttivo dell’ospe- poco servono, per sciogliere i dubbi blici, e non privati, come nel caso di causa di alcuni problemi di salute che al momento dale pediatrico Bambin Gesù di Roma, prima di della procura, le bollette, intestate al mia moglie”. Una risposta che ha la- gli impedirebbero di svolgere il suo lavoro. Uomo seguire l’Arcivescovo a Napoli. Presto, probabil- vecchio proprietario di casa – quello sciato interdetti i pm. Proprio perché di Comunione e Liberazione, ha un legame for- mente, i pm di Perugia lo chiameranno per con- precedente a Curi – che Bertolaso ha si trattava di denaro pubblico, ragio- tissimo con il Cardinale Sepe. Un legame conso- fermare la versione dell’amico Bertolaso. mostrato, come prova dei suoi pa- nano gli investigatori, un passo in- lidato negli anni in cui l’Arcivescovo di Napoli ha v.i. gamenti, ai pm perugini. La sua ver- dietro sarebbe stato ancor più neces- sione, infatti, al momento non smen- sario.
  4. 4. pagina 4 I AD PERSONAM finiani escono allo scoperto sul ddl proroga di tre giorni in tre giorni - commenta Goletti - mentre i piccoli si troverebbero svantaggiati dinanzi Sul Secolo la strategia intercettazioni: la loro linea viene esposta in appare troppo macchinosa: meglio una formulazione all’eventualità di multe salate”. In un altro articolo sul due articoli su Il Secolo d’Italia, diretto dalla più adeguata capace di rendere più fluide le indagini”. Il Secolo , a firma di Maurelli, vengono smontate le fedelissima del presidente della Camera, Flavia Perina. secondo punto critico del ddl, secondo Il Secolo, è la minacce di molti “falchi” di andare alle urne se il ddl dei finiani sul ddl: Nell’articolo a firma di Valerio Goletti infatti vengono questione dei reati spia che “ sono da ritenere centrali non dovesse essere approvato così com’è : “Statene indicati i tre punti che non convincono i finiani e sui per dare forza e credibilità alle inchieste antimafia”. certi sul tema delle elezioni, come spauracchio per quali si vuole aprire il dibattito. Il primo è quello Terzo e ultimo punto è quello relativo alle multe agli provare a ricompattare il partito, non si consumerà modifiche fondamentali relativo al limite di 75 giorni per le intercettazioni : “La editori: “ I grandi giornali potrebbero rischiare di più, neanche il tempo di un caffè”. MIJATOVIC DELL’OSCE: “È DA UN ANNO CHE LANCIAMO L’ALLARME SUL BAVAGLIO” La rappresentante europea: può criminalizzare il lavoro dei giornalisti di Giampiero Gramaglia “l’avevo già detto un anno fa al- intercettazioni prima dell’ini- essi non sono allineati, non ri- pa e di espressione. L’Osce è la all’Osce se si riconosce nelle le autorità italiane”. zio di un processo; terzo, la spettano, gli obblighi imposti meno nota delle Istituzioni in- dichiarazioni della Mijatovic: a legge bavaglio “può po- E le polemiche non s’arresta- possibilità di una pena deten- loro dall’appartenenza all’isti- ternazionali europee ed è atti- “Lei è la nostra rappresentante L tenzialmente criminaliz- zare il lavoro dei giorna- listi” in Italia. Le certezze e la fermezza di Dunja Mijato- vic, la responsabile dell’Osce no. Le richieste della Mijatovic sono state ieri rinviate al mit- tente dal ministro della Giusti- zia Angelino Alfano. "È una di- chiarazione che non condivi- tiva per chiunque non sia un giornalista professionista e ri- prenda o registri una persona senza la sua approvazione pre- ventiva”. tuzione internazionale. Que- sto è quello che abbiamo fatto e mi rallegro che il governo ita- liano ne abbia preso nota”. L’Osce è l’Organizzazione va soprattutto sui fronti di con- flitto nell’ex Urss e nell’ex Ju- goslavia. In queste ore, la Mijatovic è in missione: martedì era a Mosca, per la libertà di stampa e ha il mandato da tutti i 56 Stati dell’Organizzazione di seguire gli sviluppi che interessino i media nella nostra area, cer- per la libertà dei media, non so- diamo - ha detto il Guardasigilli Quindi spiega come è venuta per la sicurezza e la coopera- a un convegno di giornalisti cando, con particolare atten- no minimamente scalfite dalle ai microfoni del Tg2 -: la rap- a conoscenza dell’iniziativa le- zione in Europa, nata, dopo il russi, e ha commentato con fa- zione, di fornire sollecite se- reazioni intimidatorie della presentante dell'Osce deve es- gislativa italiana: “Abbiamo se- crollo del Muro e dei regimi co- vore una risoluzione della Cor- gnalazioni sulle violazioni del- presidenza del Consiglio e del- sere mal informata o non ha guito da vicino il processo le- munisti e la frammentazione te Suprema russa sulla libertà la libertà di espressione”. la Farnesina alla sua richiesta studiato bene il testo. Noi pre- gislativo per un anno e aveva- dell’Unione sovietica, dalla di stampa. Da Vienna, dove c’è L’Osce avalla i suoi commenti all’Italia di rinunciare al dise- serviamo la privacy dei cittadi- mo già sollevato le nostre Csce, la Conferenza per la si- il quartier generale, i portavo- sulla Legge Bavaglio? “Le sue gno di legge sulle intercetta- ni, che è un grande valore tu- preoccupazioni sul disegno di curezza e la cooperazione in ce gestiscono con grande effi- dichiarazioni possono essere zioni o di modificarlo in sinto- telato dall'art. 15 della Costitu- legge un anno fa con il presi- Europa, che produsse, nel cienza le richieste di chiari- considerate dichiarazioni nia con gli standard internazio- zione". Il provvedimento – ha dente del Senato, Renato Schi- 1975, l’Atto di Helsinki, dove menti dei giornalisti italiani. dell’Osce quando c’è di mezzo nali sulla libertà di espressio- ricordato il ministro – "è in Par- fani. Gran parte delle nostre in- già si parlava di libertà di stam- Il Fatto ha anche chiesto la libertà dei media”. lamento da due anni e attua un punto del programma voluto La responsabile dai nostri elettori concordi per Il ministro conferma Angelino Alfano fermare l'abuso delle intercet- tazioni senza però impedirne SONO 40MILA gli italiani “ascoltati” “ Preoccupata per le restrizioni l'uso". Bosniaca, in carica dal marzo scorso, un’esperienza nazio- nale, europea e internazionale in questo campo più che de- “ Deve essere mal informata Lo 0,6 per cento di quanto dice B. P er il premierintercettati.e mezzo di del noeuro”. Di questi,e212perdil’acquisizione tadini sono 7 milioni Ma i dati cit- di stati lo 0,07%. Al costo 272.665.168 milioni sono ser- a pubblicare cennale, la Mijatovic chiari- o non ha ministero della Giustizia parlano di poco viti per gli apparati 12 sce, rispondendo alle doman- più 130 mila decreti di intercettazioni dei tabulati telefonici. Che da quest’anno i documenti de de Il Fatto, perché pensa che studiato bene il all’anno, in riferimento alle utenze sotto le compagnie telefoniche dovranno for- la legge bavaglio possa limitare controllo. Ma se parliamo di persone fi- nire gratuitamente. Invece continueran- relativi la libertà di stampa: “Nella mia testo. Noi siche, le stime ci dicono che non arrivano no a essere pagate due volte le telefonate: dichiarazione, diffusa marte- a 40 mila. Inoltre l’80% delle intercetta- sia dall’intercettato che chiama dalle sue a procedimenti dì, esprimo tre preoccupazio- preserviamo zioni riguarda reati di mafia. In indagini di utenze, sia dallo Stato che intercetta. Non ni: primo, le rigide restrizioni droga e criminalità organizzata chi è sotto è così invece in molti paesi europei. Co- giudiziari alla pubblicazione di docu- la privacy controllo usa anche 9 telefoni. “In parti- munque, ha precisato il vicepresidente ” ne. Silvio Berlusconi ha reagito chiedendo all’Osce, l’organiz- zazione internazionale che riu- menti relativi a procedimenti giudiziari o ad indagini di po- lizia prima dell’inizio di un processo; secondo, l’introdu- zione di una sanzione pecunia- ” formazioni vengono dalla co- munità mediatica e da organiz- zazioni non governative per la colare - ricorda il presidente dell’Anm, Lu- ca Palamara -, nel 2009 sono state 119.553 le utenze telefoniche intercettate, 11.119 gli ambienti sottoposti ad ascolti. In tutto i ‘bersagli’ sono stati 132.384. Ma le per- dell’Anm, Gioacchino Natoli, “sono spe- se che vengono anticipate dallo Stato e poi recuperate a carico dei condannati”, ma “se chi lo deve fare non nisce tutti e 56 i Paesi europei, ria fino a 450 mila euro per gli libertà della stampa”. Quindi sone fisiche sotto intercettazione, sulla ottempera, LE UTENZE TELEFONICHE di “non interferire”, mentre il editori e di una pena fino a 30 “l’intervento dell’Osce – con- base del fatto che ciascuna in media usa non è colpa ministero degli Esteri ha giudi- giorni di prigione e di una san- tinua la Mijatovic – si fonda sul due, 3 telefoni, sono state 39.667. Quindi della magistra- 119.553 cato “inopportuna” l’iniziativa zione pecuniaria fino a 10 mila mandato dell’Osce, in partico- nel 2009 i cittadini italiani intercettati so- tura”. a.masc. della Mijatovic, che, però, non euro per i giornalisti che pub- lare di segnalare agli Stati QUELLE AMBIENTALI fa marcia indietro e ricorda blicano fughe di notizie sulle dell’Organizzazione quando 11.119 IL TOTALE Intercettazioni, anche Bossi si mette di traverso 39.667 E BERLUSCONI ALZA IL TIRO E “SFIDA” NAPOLITANO: "VEDIAMO SE RITERRÀ OPPORTUNO FIRMARE" LA PERCENTUALE di Antonella Mascali quelle modifiche necessarie a rende- in un pantano da cui sembra impos- meri, quelli che sono nella sua testa, 0,07% DI ITALIANI e Sara Nicoli re il ddl almeno costituzionalmente sibile riemergere senza danni. I punti sugli intercettati: "Siamo tutti spiati, IL COSTO DEGLI APPARATI accettabile. Un’uscita che il cavaliere controversi nel ddl sono parecchi, si ci sono 150mila telefoni sotto con- P rima glitutti spiati, non c´è tutela siamo attacchi frontali: "In Italia non si aspettava. E che ha reso molto diverso dalle attese il clima durante il va dalla durata delle intercettazioni, all’azzeramento delle ambientali, fi- trollo, è intollerabile. Ciascuno di noi parla nel tempo con 50-100 persone 212 MILIONI DI EURO della libertà di parola, così non può vertice di ieri pomeriggio a palazzo no alle multe abnormi per gli editori, e basta moltiplicare 150 per 50 per- ACQUISIZIONE TABULATI essere un Paese civile, c´è una pic- Grazioli, presenti i coordinatori del che ieri Italo Bocchino ha bollato co- sone, significa che ci sono 7 milioni e cola lobby di magistrati e giornalisti che è contro il ddl". Quindi la sfida a Pdl e i capigruppo. Alla fine, Berlu- sconi avrebbe deciso di cambiare me "schizofrenia legislativa". Per non parlare della questione del bavaglio a mezzo di persone che possono esse- re ascoltate". Ignorando che non ci 12 MILIONI Napolitano: "Vediamo se riterrà op- strategia. Almeno sui tempi. L’idea, internet. Un pasticcio. Solo per met- sono più le Preture da anni, ha ag- LA SPESA DEL 2009 portuno firmare". E, infine, il colpo infatti, è quella di lasciare a Fini ampio tere a tacere i giornalisti e soprattutto giunto: "Soltanto io sono stato ascol- contro la Corte Costituzionale: "La si- spazio per decidere i tempi della di- fermare le inchieste dei magistrati. E tato da una piccola pretura come 272 MILIONI nistra si appellerà alla Corte che, a scussione del ddl alla Camera, che si pur di avallare la sua "guerra santa" quella di Trani 18 volte e puntualmen- quanto mi dicono, la boccerà". Sem- incrocia con la riforma dell’universi- contro le intercettazioni il premier si te sono finito sui giornali. Ci rendia- brava animato da una rabbia fredda tà e la manovra. "A me non interessa è messo a dire che in Italia non c´è mo conto che così non siamo in un ieri il Cavaliere. E sempre più deciso a se si va a settembre - avrebbe detto, democrazia, cioè quello che sosten- paese civile, non è una vera democra- sfidare tutto e tutti pur di avere la me- alla fine, Berlusconi - basta che poi si gono i suoi oppositori. zia. Non viene tutelata la libertà di pa- glio sul ddl intercettazioni. Incurante chiuda lì". Il problema è che sembra Si sente le mani legate, Berlusconi, rola. Non possiamo tollerarlo più". anche dei riflessi internazionali della impossibile garantire la blindatura e quindi è ritornato al suo chiodo fis- Sulla gigantesca bufala dei milioni scelta di difendere una normativa pa- del testo per evitare la quarta lettura so: bisogna cambiare la Costituzione di intercettati, ha risposto il presiden- lesemente incostituzionale e illibera- al Senato. Ecco perché l´uscita di "che risente della “dittatura". Una ri- te dell´Anm, Luca Palamara: "Non è le, ieri il premier ha però ricevuto lo Bossi è stata considerata spiazzante. sposta a questo sacro furore è arriva- vero che siamo tutti spiati. È solo una smacco più grande dalle parole Nella tarda serata di ieri, ambienti ta, indirettamente, da Napolitano. vulgata. I dati lo smentiscono". E ha dell´alleato di ferro, Umberto Bossi. vicini al premier ipotizzavano addirit- Che ricordando Giuliano Vassalli, ha ricordato che nel 2009, sono state in- Che sulle intercettazioni non ha avu- tura una suo cambiamento anche in raccontato come il giurista conside- tercettate poco meno di 40 mila per- to dubbi: "Blindatura del testo? Se c´è merito al testo, un’apertura a modi- rasse "normale che la Corte Costitu- sone su 60 milioni di italiani . Pala- qualche emendamento, mica si but- fiche sostanziali che, invece, Ghedini zionale potesse censurare anche leg- mara ha inoltre ribadito il" giudizio ta...". ha smentito. Ma non è detta l´ultima gi da lui sottoscritte come ministro negativo" sulla legge che " limita la li- Parole come pietre per Berlusconi. parola. L’idea è che Berlusconi stesso della giustizia". Altri tempi, certo. bertà di stampa e mette in ginocchio In sostanza, anche la Lega appoggia adesso abbia chiaro di essersi infilato Il Cavaliere ieri ha dato anche i nu- il sistema giustizia.

×