• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Gufo2004 04
 

Gufo2004 04

on

  • 340 views

Il Gufo - Notiziario Gev

Il Gufo - Notiziario Gev

Statistics

Views

Total Views
340
Views on SlideShare
340
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Gufo2004 04 Gufo2004 04 Document Transcript

    • N . 4 d i c e m b r e 2 0 0 4 NOTIZIARIO DEL CORPO GUARDIE IL GUFO Iscrizione al Tribunale di Bologna n. 6695 del 23/7/97 - Spedizione in A. P. 70% aut. dc/er-bo ECOLOGICHE VOLONTARIE DI BOLOGNA NOTIZIE DALLA MONTAGNA S ovente durante i servizi in affiancamen- to alla polizia provinciale zona 8, prov- vediamo al recupero di animali feriti, o in taluni casi, al rinvenimento della loro car- cassa. L’ultimo intervento è stato a seguito del ritrovamento di un rapace rimasto impi- gliato nella cavità di un vecchio faggio. L’identificazione della specie non è stata facile a causa dell’oscurità del fitto della S O M M A R I O vegetazione e della sua colorazione grigia, Autodifesa AUTODIFESA ma la testa arrotondata e i dischi di penne da danni cinghiale DA DANNI CINGHIALE attorno ai grandi occhi scuri non ci hanno pag 1 lasciato dubbi: un bel esemplare di allocco di Claudia Nucci, Zona Montagna (rapace notturno che vive nei boschi con Notizie dalla montagna alberi maturi dove vi dome sovente nasco- Suppl. al n. 5/2004 di Portici La presenza di ungulati in alcune aree della sto in cavità; caccia di notte usando solo l’u- pag 1 nostra provincia ha raggiunto livelli ormai inso- dito per localizzare la preda ). stenibili per le coltivazioni. In particolare i cin- Impossibile operare da soli per la mancan- ghiali alla ricerca di cibo, grufolano il terreno za di rami raggiungibili e l’altezza dell’albero, Settembre danneggiando gravemente tutte le colture esi- inoltre non eravamo equipaggiati per poter festa a Villa Tamba stenti. Le segnalazioni sono numerose, la fronteggiare gli affilati artigli e il becco unci- pag 2 popolazione è esausta di dover ricorre ai ripari nato. La prontezza di azione dei vigili del soprattutto gli agricoltori del crinale, che ope- fuoco del vicino comando di Castiglione dei rano in un’area difficile, resa ancor più fragile Pepoli ci ha agevolato nel recupero. Cronaca della giornata dalla massiccia presenza degli ungulati. La L’allocco, solo stanco e spaurito ma in per- crescita della popolazione di cinghiali, assolu- fetta salute, ha spiccato con energia il volo pag 2 tamente anomala, ha anche incrinato i rappor- appena liberato. ti tra cacciatori e agricoltori, (nonostante la caccia sia necessaria per contenerne il nume- GUFO LEX ro). Questi ultimi rimproverano ai cacciatori di apposito modulo rilasciato dai comandi della L’elemento oggettivo aver effettuato delle immissioni non autorizza- polizia provinciale delle zone di competenza e soggettivo di un illecito te di cinghiali e sono sempre meno favorevoli dove verrà indicata l’area di prelievo le giorna- a concedere la fruizione dei fondi per l’attività te e possibilmente l’orario. Sull’animale abbat- pag 3 venatoria. Negli ultimi anni circa il 70% dei tuto dovrà essere posta la fascetta di identifi- danni all’agricoltura, ma anche una buona cazione. Nello svolgimento dell’attività di vigi- parte di sinistri stradali, sono stati causati dalla lanza, le GEV potrebbero ritrovarsi a verificare fauna selvatica. Per aumentare l’efficacia dei se il cacciatore che sta effettuando il prelievo A proposito di divise piani di controllo al cinghiale attualmente in ha i requisiti e la documentazione richiesta per atto, nelle zone che presentano situazioni più l’autodifesa e se sul capo abbattuto è stata pag 3 difficili, come le aree in prossimità del Parco collocata l’apposita banda. dei laghi, la provincia ha dato la possibilità ai Quanti sono i cinghiali che vivono sul nostro coltivatori di intervenire con l’autodifesa. Il pro- territorio non si sa con certezza, ma sicura- Dal Direttivo prietario o l’affittuario del terreno ove sono mente molte migliaia, tenendo conto di quanti pag 4 poste le colture, munito di regolare licenza di ne sono già stati eliminati. caccia, viene autorizzato dalla provincia ad Gli Enti preposti per il momento, continuano a abbattere i cinghiali presenti nella proprietà. E’ non esprimersi in merito al tale problema, non- necessario effettuare una domanda su un ostante ne riconoscano la gravità. 1
    • IL GUFO e) lavoriamo la Terra: per i più piccoli e SETTEMBRE non, manualità con l’argilla; CRONACA FESTA A VILLA TAMBA f) Come è bella la Città: coinvolgimento DELLA GIORNATA degli adulti, ma anche i più piccoli nella di Paola Bertoni creazione di una città inventata con mate- di Maria Cristina Legnani riale povero/riciclato. Le GEV, che seguono l’attività di Durante la Festa, siamo stati allietati dalla Sabato 18 settembre 2004 ci abbiamo Educazione Ambientale, presso l’Aula piacevole musica di alcune GEV e insie- provato ed è andata bene! Ci siamo rivolti ai Didattica e nei Parchi, hanno pensato di me abbiamo degustato una merenda bio- bambini e la loro risposta non si è fatta realizzare il 18 settembre 2004 una Festa logica. attendere. Una reazione positiva che ci ha a Villa Tamba. Si è trattato di una festa Sono stati coinvolti il Quartiere Navile e il III soddisfatti e rincuorati: abbiamo imboccato ludica socio-educativa dedicata ai bambi- e IV Istituto Comprensivo Scolastico. la strada giusta, sono proprio i bambini i ni e ai genitori. Abbiamo gradito la preziosa collaborazione primi che sentono il bisogno di riappropriar- L’iniziativa della Festa è nata per mette- e sponsorizzazione di: Naturasì, Sebino si della natura, di riscoprirla, non attraverso re in rilievo alcuni obiettivi: informare la Colori, Coop zona2 Bologna, Concerta un documentario televisivo, ma vivendoci in cittadinanza della presenza dell’Aula Ristorazioni, La Casa sull’Albero, Ottico - mezzo e comunicando coi loro coetanei. Didattica a Villa Tamba; fare conoscere Punto di Vista, Bussola Cartoleria, Noi GEV siamo stati i folletti, gli gnomi che le attività del CPGEV; promuovere attivi- Erboristeria L’Erbolario. Siamo soddisfatti li hanno condotti lungo questo sentiero tà legate all’Educazione e alla Tutela per i risultati ottenuti; il numero di circa 60 magico. Anche tra gli gnomi, però, c’è chi Ambientale; divulgare attraverso attività bambini accompagnati dai loro genitori ci ha possiede poteri più magici degli altri. Tutti, ludiche sani principi: responsabilità rallegrato; tutti hanno partecipato attiva- comunque, hanno contribuito con la buona verso la specie umana presente e futu- mente, rimanendo a lungo nel parco di Villa volontà e la disponibilità al successo, di un ra per una società più sostenibile, attra- Tamba partecipando ai vari giochi. I sugge- pomeriggio di fine estate favorito da una verso il gioco sviluppare maggiore sen- rimenti e complimenti ricevuti ci riempiono stagione mite. La festa, programmata dalle sibilità e comprensione del concetto di di entusiasmo ora, e ci permetteranno forse ore 15 alle 18, si è dilatata nei tempi: bam- biodiversità e stimolare una conoscenza in un futuro prossimo di organizzare altre bini curiosi si sono presentati fin dalle ore per una partecipazione attiva alla vita e feste seguendo gli utili consigli dei parteci- 14.30 accompagnati dai genitori e solo una crescita consapevole dei giovani, panti sia piccoli che grandi. Durante la festa verso le ore 19 sono terminate le ultime futuri cittadini. Durante la Festa, sono è stato molto importante: creare alcuni per- corse attorno alla vasca dei pesci del giar- stati proposti i seguenti percorsi: corsi adeguati alle diverse età dei bambini, dino di Villa Tamba. Li abbiamo accolti con a) scopriamo cosa c’è intorno a noi..: breve proponendo vari argomenti; riconoscere sorrisi e distribuzione di gadgets, al gazebo passeggiata a piedi intorno a Villa Tamba, che la ricerca è fondamentalmente gioco, INFO-GEV. Le attività proposte erano verso il canale Ghisiliera; cioè che si può imparare giocando; non numerose e le adesioni sono state globali. b) ricicliamo giocando: utilizzando mate- definire una struttura rigida dei vari percor- In particolare l’attenzione dei bambini, la cui riali poveri/riciclati costruiamo giocattoli; si; definire preliminarmente una buona col- età oscillava dai 4 anni ai 14, si è rivolta, da c) scopriamo chi ha lasciato la traccia; laborazione tra GEV, bambini e genitori; parte dei più piccini, ai giochi di riciclaggio riconoscimento di alcune tracce di anima- modificare almeno parzialmente le attenzio- di materiale, mentre i più grandicelli hanno li (mammiferi, uccelli); ni relazionali in base alla fascia di età dei mostrato vivo interesse nello scoprire le d) come vivono le piante?: riconosciamo bambini; lasciare spazio ad interventi, che meraviglie scientifiche e naturali contenute insieme le piante aromatiche di Villa hanno suscitato domande e curiosità; utiliz- nell’Aula Didattica, con la curiosità e lo stu- Tamba, distinguiamo le foglie, le cortecce zare diversi linguaggi (verbale, grafico, pore che si prova entrando in un Giardino e tanti colori, sapori, odori; espressivo) come veicoli nei vari percorsi. Incantato, piuttosto che in un luogo di stu- Hanno collaborato alla pre- dio, e ne uscivano affascinati per le rivela- gettazione e alla realizzazione zioni che ne traevano. Anche i genitori, che della Festa le GEV: Paola, hanno accompagnato i figli in questa visita, Celestina, Andrea, Gaetano, sono rimasti molto soddisfatti del contenu- Anna, Mario, Anna, M.Cristina, to scientifico e dell’esposizione del materia- Marta, Giuliana, Anna, Paolo, le didattico. Particolare interesse è stato Gianni, Paolo, Claudio, mostrato in generale verso il mondo dei Stefano, Francesco, Raffaele, rettili e degli insetti. La quasi totalità delle Marco) Siamo molto soddi- attività si è svolta all’aperto, nel bel giardino sfatti del rimborso spese di Villa Tamba: all’ombra di un albero frotte ottenuto dal Quartiere Navile, di bambini felici, hanno potuto utilizzare l’ar- che ci fornisce uno stimolo in gilla per creare e per dare libero sfogo alla più, per "investire" le nostre loro fantasia. Per il riconoscimento delle energie in una futura iniziativa piante i bambini hanno potuto usufruire di Educazione Ambientale. non solo degli alberi del giardino,ma anche 2
    • di un percorso guidato ed illustrato, attra- di Villa Tamba, distinguere le foglie e assa- E’ stato un bel sabato pomeriggio per tutti, verso il vicino parco, verso il canale porarne l’odore. Tutta questa frenetica sia per le GEV che hanno ideato ed orga- Ghisiliera. I bambini attraverso un percorso attività, aveva affamato le moltitudini, ed nizzato questo evento, sia per i bimbi e i si sono cimentati a riconoscere varie trac- ecco, sotto un gazebo, organizzata una genitori che vi hanno partecipato. ce lasciate da animali, appositamente ricca merenda a base di prodotti biologici Tanta la fatica, la soddisfazione, il succes- “studiate” per loro. Inoltre hanno potuto forniti dagli sponsor. Inutile dire che il gra- so ed un solo proposito: perché non orga- riconoscere insieme le piante aromatiche dimento si è rivelato elevato, anzi totale! nizzare presto un’altra festa? GUFO LEX L’ELEMENTO OGGETTIVO E SOGGETTIVO DI UN ILLECITO di Timoty Monducci La prima trattazione da affrontare è la dif- bravo agente accertatore è colui che della soggettività. Se stabiliamo non vi sia ferenza tra elemento oggettivo ed ele- riesce a determinarlo in maniera corretta. all’ingresso del parco il cartello che espli- mento soggettivo. Qualsiasi tipo di illecito Un individuo può commettere un illecito cita l’esistenza di tale divieto, non essen- (come anche il reato) è formato da (e quindi dare vita all’elemento oggettivo) do il trasgressore messo a conoscenza entrambi i suddetti elementi che concor- ma può non essere punibile in quanto l’e- della legge amministrativa, soggettiva- rono alla determinazione della colpa, dolo lemento soggettivo determina una causa mente non è punibile. (art. 5 c.p : nessu- o causa di non punibilità. L’elemento di non punibilità. Per meglio chiarire que- no può invocare a propria scusa l’igno- oggettivo è il fatto materiale, l’azione sto concetto fondamentale è necessario ranza della legge penale). La determina- compiuta dal trasgressore che ha portato affrontare la trattazione con un esempio. zione di entrambi gli elementi sono a cura quest’ultimo ad infrangere un determina- Un individuo entra con il proprio cane in dell’agente verbalizzante. E’ la parte più to disposto di legge. Tale elemento si rica- un giardino pubblico dove vige delicata del nostro compito. In sede defi- va da una serie di microelementi sogget- l’Ordinanza Comunale (o Regolamento nitiva, comunque, è il giudice che stabilirà tivi, non comporta una difficoltà particola- del Verde) che preclude l’ingresso agli se le nostre rilevazioni sono state corret- re, per rilevarlo è sufficiente osservare la animali. L’elemento oggettivo sussiste: il te per entrambi gli elementi. Quanto situazione, il comportamento della perso- trasgressore ha infranto l’ordinanza detto ci insegna che è quindi la legge na. L’elemento soggettivo invece riguarda comunale al momento dell’ingresso. Il stessa che permette di utilizzare l’intelli- il fattore psicologico che ha portato all’ef- lavoro dell’agente accertatore non è ter- genza nell’accertare determinate situazio- fettuazione dell’illecito. E’ il motivo che ha minato al momento della rilevazione del ni. Agire con i paraocchi senza volere portato il soggetto a compiere il fatto. primo elemento costitutivo dell’illecito, è andare oltre il fatto compiuto non giova Quest’ultimo è l’elemento più importante quindi sbagliata l’azione del verbalizzare certamente a noi come GEV, al trasgres- ma anche il più difficile da rilevare. E’ il fat- nell’immediato. Si dovrà procedere alle sore e ancora meno all’opera di educa- tore che rende unica ogni situazione. Un indagini del caso per la determinazione zione che dobbiamo svolgere. oggi si vedono le più svariate divise, (una una guardia in divisa è una guardia e A PROPOSITO DI… DIVISE giacca marrone con applicato un gufo basta e ciò la rende più forte nell’eserci- ricamato, una grigioverde con applicata zio dei propri compiti. Dagli uscieri comu- S cusate questa intromissione, vorrei fare qualche riflessione o commento a proposito di bracciali, pettorine, divise, la targhetta rettangolare, maglioni vari con i vari distintivi, ecc); lo sforzo fino ad nali ai commessi della Camera, passando per i vigili urbani, gli autisti tranviari e le distintivi e chi più ne ha più ne metta. oggi fatto è stato quello di ridurre al signore delle imprese di pulizia, le divise Partendo da un po’ di tempo fa ricordo massimo i costi di acquisto . La mia spe- sono un po’ dappertutto. che l’ unico obbligo formale era l’uso del ranza è che un giorno la Regione, o l’e- Ma c’è una differenza di non poco conto. bracciale fornito dalla Regione E.R. conomia associativa ci permetta di dota- Di norma si chiede l’uso di una divisa a (forse perché per fornire una divisa inte- re gratuitamente e di conseguenza chi riceve un salario per svolgere una ra sarebbero cambiati i costi); con il pas- indossare obbligatoriamente la divisa. professione; la divisa - peraltro - viene sare del tempo nelle Guardie è maturata Cesare Buffagnotti fornita a costoro gratuitamente. Alle Gev la convinzione che una divisa avrebbe si è chiesto, nel tempo, una presenza sempre più formale tutta a loro spese. potuto dare risultati più positivi sia come immagine, sia come garanzia nei con- fronti dei cittadini (un fortissimo dibattito L e considerazioni di Buffagnotti sono quanto mai sensate e all’ordine del giorno; le condivido in pieno. Vorrei però Mi pare che far pesare sui soci-volontari costi che in realtà sono connessi ai servi- interno, forse mai terminato). aggiungere una sorta di postilla al ragio- zi svolti (sino al punto di condizionarne Si optò per una uniforme che non fosse namento. l’attività in mancanza di un corretto abbi- troppo militare o poliziesca, e che non Evidentemente l’uniforme rappresenta gliamento) rappresenti un evidente “difet- scimmiottasse altri corpi di polizia facen- molto più dell’appartenenza a un Corpo to” che andrebbe quanto do o creando confusione in chi fosse da poiché nel simboleggiare l’autorità prima sanato. noi contattato. Nonostante tutto ancora riesce a offuscare l’elemento umano: Mauro Maggiorani
    • IL GUFO l’operatività delle Gev. sto il nostro specifico ruolo, e non ci pos- DAL DIRETTIVO Non bastano i corsi di aggiornamento ma siamo sostituire o mettere in competizio- occorre orientare il nostro impegno in ne con tutti gli altri soggetti che operano di Anna Tandura maniera più decisa verso le azioni di con- sul terreno “ambientale”. trollo e di vigilanza che ci sono peculiari, in Questo argomento con le sue varie sfac- Il Consiglio Direttivo dell’11 ottobre si è quanto la Gevé l’unica figura - nel mondo cettature sarà posto in discussione all’as- articolato principalmente su due argo- del volontariato ambientale - dotata di semblea ordinaria dei soci, fissata per il menti: la proposta di bilancio consuntivo così ampio spazio di intervento e di parti- 24 novembre 2004. 2003 e l’individuazione degli ambiti priori- colari poteri di accertamento. E’ stato poi illustrato da Roberto Caputo tari per l’attività dell’associazione nei pros- E’ necessario trovare quindi un giusto un progetto di censimento del verde da simi anni. La proposta di bilancio consun- equilibrio con le altre attività come i censi- effettuarsi sul territorio di Casalecchio e tivo è stata illustrata dal Tesoriere che ne menti, l’educazione ambientale, la parteci- mirato all’aggiornamento della banca dati ha evidenziato gli aspetti salienti, rilevando pazione a manifestazioni varie, ecc., che posseduta dal Comune, ormai obsoleta. Il l’aumento sia in entrata che in uscita di dovranno continuare a far parte del nostro direttivo ha stabilito di presentare la pro- tutte le principali voci, primo fra tutti un agire ma senza distoglierci dall’obiettivo. posta al Comune di Casalecchio per veri- +45% sul 2002 delle entrate per con- Numerosi sono stati gli interventi e i con- ficarne la disponibilità, con la precisazione venzioni; significativo è anche l’aumento tributi alla discussione, in molti hanno sot- che la realizzazione del progetto non deve delle spese (+30%). Lo stato patrimonia- tolineato che la funzione della Guardia portare via forze lavoro alle altre sedi. le al 31.12.2003 vede un aumento del Ecologica Volontaria è anche quella di Si decide poi per l’acquisto di 2 nuovi pc 14% sul 2002. L’andamento positivo è “educatore” e non solo di “controllore”, altri per la sede di Villa Tamba e per la realiz- una diretta conseguenza dell’espansione hanno sostenuto che la conoscenza del zazione di un prototipo di un largo bando- dell’associazione sia in quanto a numero territorio e dell’ambiente che deriva ad es. ne adesivo in pvc con la scritta “Guardie di associati attivi che come attività svolte, dalle attività di censimento è preziosa per Ecologiche Volontarie”, in vista della sua e anche per il 2004 si prevede, ormai con esercitare i successivi controlli. applicazione sulle fiancate di tutti i nostri buona approssimazione, un bilancio in Altri ancora hanno rilevato che è opportu- automezzi. positivo. no considerare anche la soddisfazione Il Direttivo del 15 novembre, dopo alcune In considerazione però della stretta eco- personale, che una guardia difficilmente informazioni su rinnovi e proroghe di con- nomica che grava e che graverà ancor di incontra nella vigilanza in senso stretto a venzioni (Parco dell’Abbazia di più il prossimo anno sugli enti locali, in causa degli ostacoli procedurali e buro- Monteveglio, Cosea Ambiente, Comune di seguito alle disposizioni normative della cratici che spesso si frappongono, mentre Bologna), ha affrontato la questione del legge finanziaria, il Tesoriere ha proposto altre attività, pur se meno peculiari rispet- rinnovo delle cariche. di accantonare per il fondo rischi e spese to alla vigilanza, portano maggiori soddi- Il Presidente ha comunicato la lista di legali, a chiusura del bilancio 2003, una sfazioni e risultati tangibili, tra i quali anche nomi che sarà proposta all’assemblea quota doppia rispetto a quella deliberata una maggiore rilevanza esterna dell’asso- ordinaria dei soci, compilata con il contri- in sede di bilancio preventivo. Ciò consen- ciazione. buto delle assemblee di zona. tirebbe di non procedere all’accantona- Alcuni dati statistici sulle ore di servizio Non si notano grosse variazioni rispetto alla mento della quota nel 2004 e di mante- presentati da Roberto Merli (42% delle composizione del direttivo uscente, poiché nere così maggiori liquidità per il 2005, ore dedicate alle attività di segreteria, non sono emerse nuove candidature in anno per il quale si prevedono minori riunioni, corsi e protezione civile, 44% alla numero tale da consentire un ricambio entrate. Il direttivo ha accolto questa pro- vigilanza, 8% ai censimenti, 5% all’educa- sostanziale dell’organo dirigente. Si è posta rinviando l’approvazione definitiva zione ambientale) hanno evidenziato che affrontata anche la questione dell’introdu- del bilancio consuntivo 2003 alla prossi- non ci sono particolari sbilanciamenti a zione nello Statuto della figura del Socio ma riunione, durante la quale sarà pre- favore di attività diverse dalla vigilanza, se Onorario, che ha suscitato pareri discordi e sentata la versione definitiva da portare in togliamo le ore di organizzazione che però che sarà oggetto di discussione e delibera- assemblea. sono funzionali alla gestione dei servizi. zione del nuovo consiglio direttivo. L’altro argomento sul quale si è svolta una Minarelli, riprendendo gli interventi succe- lunga discussione, è stato introdotto dal dutisi, ha concluso ricordando che lo Presidente ed ha riguardato le priorità che scopo delle programmate assemblee di IL GUFO Nuova Serie l’associazione dovrà assegnare alle diver- zona e di quella ordinaria provinciale è Anno settimo, n. 4/2004 se attività che ci hanno visto impegnati in quello di migliorare l’Associazione, nella notiziario del CPGEV di Bologna questi ultimi anni. Il trend di crescita è sua vita interna e nella sua efficacia ester- Responsabile: Roberto Olivieri stato molto soddisfacente, ma - ha osser- na, arrivando ad un equilibrio, con la con- Coordinatore redazionale: vato il Presidente - occorre mettere a sapevolezza che non ci si può specializ- Mauro Maggiorani fuoco, soprattutto in vista di un calo nella zare in tutti su tutto. Ogni attività a suo Sede Operativa: Villa Tamba Via della Selva di Pescarola 26 Bologna “quantità” di attività svolte a causa della parere deve essere funzionale e prope- Tel. e Fax 051-6347464 stretta economica generale, obiettivi di deutica alla nostra crescita soprattutto Progetto grafico: Mediamorphosis “qualità” attaverso un miglioramento nel- nella vigilanza ambientale, perché è que- Impaginazione: Annalisa Degiovannini, Gabriella Napoli Stampa: Casma srl Bologna Tiratura: 500 copie 4 Chiuso in fotocomposizione il ../../2004