Your SlideShare is downloading. ×
0
Programma – Elezioni Provinciali 2009
Programma – Elezioni Provinciali 2009
Programma – Elezioni Provinciali 2009
Programma – Elezioni Provinciali 2009
Programma – Elezioni Provinciali 2009
Programma – Elezioni Provinciali 2009
Programma – Elezioni Provinciali 2009
Programma – Elezioni Provinciali 2009
Programma – Elezioni Provinciali 2009
Programma – Elezioni Provinciali 2009
Programma – Elezioni Provinciali 2009
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Programma – Elezioni Provinciali 2009

260

Published on

Programma Gino Nicolais – Elezioni Provinciali 2009

Programma Gino Nicolais – Elezioni Provinciali 2009

Published in: News & Politics, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
260
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Oltre la Provincia. Il futuro Elezioni Provinciali 2009 Programma di indirizzo e governo Luigi Nicolais Presidente
  • 2. Oltre la Provincia
    • C’è la Città Metropolitana
    • Un’area senza periferie, senza ghetti, senza esclusioni; più sicura, più sana, più moderna, più vivibile
    • Una realtà istituzionale in cui le singole autonomie territoriali possono esprimere pienamente la propria identità trovando nuove e più efficaci forme di coordinamento e di valorizzazione
    • Il percorso porterà ad un rinnovato patto sociale ispirato da profondi convincimenti politici, culturali , scandito da tempi certi e trasformazioni amministrative.
  • 3. Legalità e Sicurezza
    • Uffici dell’amministrazione provinciale come presidi di legalità e sicurezza per i cittadini, il territorio, le imprese.
    • Potenziamento delle azioni e degli strumenti diretti alla collaborazione operativa ed interistituzionale: dall’interoperabilità delle banche dati e delle anagrafi fino al monitoraggio e alla mappatura del territorio e delle strutture pubbliche
    • Ricorso alla Stazione Unica Appaltante
    • Ruolo proattivo e di supporto della Polizia Provinciale per specifiche azioni di controllo del territorio
    • Progetti innovativi di videosorveglianza per le aree ad alto rischio di infiltrazione criminale e di degrado ambientale
    • Banca dati pubblica dei beni confiscati alle camorre. Riduzione dei tempi per la loro restituzione alla collettività
    • Coinvolgimento dei giovani e dell’associazionismo contro ogni forma di degrado e contrasto alla criminalità
  • 4. Trasparenza e semplificazione
    • Amministrazione pubblica amica e presente
    • Re-ingnerizzazione dei processi e piena interoperabilità tra i 92 comuni della provincia
    • Adozione del bilancio sociale
    • Utilizzo della Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per consentire ai cittadini l'accesso sicuro ai servizi pubblici online attraverso certificato e firma digitale
    • Integrazione e valorizzazione del patrimonio informativo e delle banche dati, ridurre i tempi, snellire le procedure, attuare forme preventive di controllo per semplificare la vita dei cittadini e delle imprese
  • 5. Donne, Giovani e Lavoro
    • Centri per l’Impiego funzionali e trasparenti
    • Agevolazioni per forme di auto-impiego finalizzate allo sviluppo dell’area della Provincia di Napoli
    • Tutela della qualità e la sicurezza del lavoro e dei suoi luoghi
    • Contrasto di tutte le forme di evasione, sommerso.
    • Coinvolgimento delle parti sociali nei processi decisionali relativi alle strategie di intervento e nelle fasi di programmazione
    • Attenzione all’universo giovanile intervenendo sulla filiera
    • istruzione-formazione-occupazione
    • Attivazione di politiche di attrazione produttiva e crescita economica
    • Percorsi innovativi di reinserimento lavorativo e di prima occupazione per donne, giovani e immigrati
    • Agevolazioni e facilitazioni per creazione di nuova occupazione stabile
  • 6. Integrazione , solidarietà sociale, lotta alle povertà
    • Riduzione della barriera linguistica e culturale attraverso l’incremento dei centri di apprendimento attrezzati e gratuiti
    • Utilizzazione del consistente patrimonio edilizio degradato e abbandonato finalizzata all’offerta di servizi per gli immigrati
    • Realizzazione di luoghi di ospitalità e di ambulatori sanitari connessi alle strutture ospedaliere pubbliche nei luoghi a maggiore densità immigrati
    • Introduzione della Residenza anagrafica virtuale
    • Accensione di un fondo speciale di prestito temporaneo a favore della liquidità di cassa delle organizzazioni del terzo settore
    • Azioni a favore di una città metropolitana a misura delle diverse abilità
    • Creazione, d’intesa con i comuni, di mense per le persone in difficoltà e i senza fissa dimora
    • Interventi diretti per le famiglie e misure specifiche per i nuclei a rischio povertà
  • 7. Scuola e Formazione
    • Interventi di contrasto della dispersione e della mortalità scolastica
    • Messa in sicurezza degli edifici attraverso tecnologie eco-compatibili; riconfigurazione e ristrutturazione degli spazi come “ambienti di apprendimento”
    • Ampliamento e rafforzamento delle esperienze di apertura delle scuole al territorio, di orientamento in ingresso e in uscita, di raccordo con la formazione professionale e universitaria
    • Semplificazione delle procedure per la manutenzione ordinaria della scuola e potenziamento dell’autonomia degli istituti scolastici, in particolare della delega gestione fondo manutenzione
    • Stabilizzazione e qualificazione dei servizi di supporto organizzativo per alunni/e diversamente abili o in situazione di svantaggio
    • Attivazione della filiera della conoscenza; potenziamento della cooperazione interistituzionale attraverso azioni di contrasto all’insuccesso scolastico; azioni di sostegno all’istruzione, allo studio e alla formazione per soggetti bisognosi e meritevoli
  • 8. Pianificazione Territoriale e Sviluppo
    • Programma pluriennale di recupero delle periferie orientato al riequilibrio e all’attivazione di nodi caratterizzanti una grande cintura verde, una “green belt”, strumento di sviluppo e fattore di qualità della vita per tutti i cittadini
    • Localizzazione nella fascia provinciale di attività e servizi funzionali alla riqualificazione territoriale e all’innalzamento della qualità della vita
    • Potenziamento delle reti infrastrutturali e di collegamento fra la fascia costiera e quella interna
    • Centralità del tema delle vocazioni territoriali
    • Attivazione di un marchio di Certificazione sulla Sicurezza e sulla Legalità Territoriale
  • 9. Ambiente e Tecnologie pulite
    • Tecnologie Verdi (Green Technologies), intorno alle quali far ruotare ogni azione di sviluppo del territorio
    • Uso di fonti energetiche alternative e rinnovabili, edilizia eco-sostenibile,
    • Interventi innovativi sul ciclo delle acque, sulla manutenzione e messa in sicurezza degli ambienti, sui sistemi di mobilità e sulla logistica, ma anche e soprattutto sul ciclo integrato dei rifiuti e del loro smaltimento
    • Bonifica, trasparente e sicura, delle discariche, tracciabilità dei rifiuti, censimento dei siti contaminati da rifiuti pericolosi
    • Incremento della percentuale di raccolta differenziata in tutta l’area metropolitana con l’obiettivo in tre anni del 60%
  • 10. Mobilità sostenibile
    • Potenziamento dei sistemi di “raccordo” leggeri alla rete metropolitana regionale attraverso la realizzazione di tranvie, bus way, funivie e funicolari
    • Riorganizzazione ed ottimizzazione dei servizi di trasporto pubblico su gomma, collegati e integrati alla rete ferroviaria metropolitana
    • Realizzazione di nuovi bus terminal e parcheggi di interscambio, per favorire l’accessibilità al sistema di metropolitana regionale e l’integrazione modale
    • Aumento della quantità e della qualità dei servizi di trasporto pubblico locale, in particolare per quanto riguarda la pulizia dei treni, il miglioramento del comfort di viaggio, l’informazione all’utenza e la puntualità, attraverso sollecitazioni alle Aziende di Trasporto Pubblico Locale
    • Attivazione di un sistema di manutenzione programmata e realizzazione di interventi infrastrutturale sulla rete stradale provinciale
    • Sostegno e attuazione di interventi di moderazione del traffico in ambito urbano, nei punti di intersezione delle strade provinciali con insediamenti, residenze, quartieri, scuole; miglioramento della sicurezza di tutti gli utenti della strada
  • 11.  

×